Sei sulla pagina 1di 1

Contro gli esuberi indispensabile lazione comune del Sindacato.

C O M U N I C A T O

Nella giornata di ieri, Poste Italiane S.p.A. ha ufficializzato il bilancio 2011 con un utile netto di 846 milioni e, contemporaneamente, con poca coerenza, decide di avviare le procedure ex art. 2 del CCNL sulla Riorganizzazione dei Servizi Postali. Un progetto che prevede la perdita immediata di circa 1.800 posti di lavoro in cinque Regioni ed in prospettiva su scala nazionale di ulteriori 10.000. Di fronte ad una proposta simile, il sindacato ha una sola possibilit: quella di superare le proprie divisioni ed incomprensioni per fare emergere una linea unitaria capace di tutelare al meglio il lavoro, soprattutto in un momento di grandissima difficolt che sta vivendo il Sistema Paese. Nelle ultime ore, proprio in questa direzione, tutto il movimento Sindacale, si sta attivando. La Failp-Cisal, che in questultimo anno ha operato con determinazione le sue scelte nellottica di creare i presupposti per un terreno di confronto sereno tra le OO.SS., ritiene necessario costruire e consolidare le azioni comuni per respingere il progetto Aziendale e per produrre tutte quelle possibili condizioni utili ad un rilancio del settore e dellintero Gruppo Poste Italiane.

Segreteria Generale
Pagg 1 di 1

F.A.I.L.P. - Federazione Autonoma Italiana Lavoratori Postelegrafonici Via dellAmba Aradam n 24 00184 Roma
0670454610 / 06-7002521 / 06-7005103 Fax 06-7005207 internet: www.failp.it e-mail: failp@failp.it