Sei sulla pagina 1di 178

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Protezione Personale
Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali di Marcello Giannola

Kaizen Martial Arts Palermo 2010 Productions

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 2

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

I diritti di traduzione, memorizzazione elettronica, riproduzione e adattamento totale o parziale, con qualsiasi mezzo(compresi i microfilm e le copie fotostatiche) sono riservati per tutti i paesi. Codice ISBN in fase di assegnazione Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali di Marcello Giannola Copyright 2010 ASD. Kaizen Martial Arts Palermo Productions Via D.co Guerrazzi,46 90135 Palermo Edizione 2010 Illustrazioni,Copertina ,Impaginazione Marcello Giannola Propriet letteraria riservata - In fase di Stampa Copia in prevendita

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 3

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

INDICE Prefazione Introduzione Premessa Capitolo 1 Il Crimine Urbano 1.1. Le Statistiche 1.2 Criminalit e Povert, Problemi prioritari dopo la disoccupazione Capitolo 2 Conoscenza e Consapevolezza 2.1 Capacit sensoriali 2.2 Capacit senso-percettive Capitolo 3 La prevenzione 3.1 Prevenzione reati legati alla circolazione 3.2 Lavorare su se stessi Capitolo 4 Protezione Familiare allinterno della propria abitazione 4.1 Sicurezza in casa propria 4.2 Le aree di sicurezza 4.3 La stanza segreta 4.4 Le porta-finestre e finestre scorrevoli 4.5 Utilizzo di Sistemi di allarme antifurto 19 20 21 25 25 30 35 35 37 46 44 47 9 9 12 Pag. 133 5

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 4

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

4.6 La sicurezza ed il buon vicinato 4.7 Check-List Verifica di sicurezza dellarea condominiale 4.8 Come reagire ad una intrusione 4.9 Custodia di armi da fuoco e particolari armi da taglio Capitolo 5 Sicurezza personale e circolazione stradale 5.1 Il parcheggio 5.2 Pericoli e protezioni durante la circolazione stradale Capitolo 6 Protezione Familiare sicurezza sui marciapiedi, locali pubblici, cinema e teatri 6.1 Posizionamento allinterno di Bar, Pub, Ristoranti 6.2 Posizionamento allinterno di cinema, teatri e locali di pubblici spettacoli Capitolo 7 Sicurezza nei mezzi di trasporto: autobus, treno, metropolitana Capitolo 8 Le check-List

47 49

50 53

54 54 69

72

74

75

46

80

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 5

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

8.1 La check-list della protezione personale per i vostri bambini Capitolo 9 Nozioni base per la protezione personale globale 9.1 Introduzione al conflitto 9.2 I principi base Capitolo 10 Minaccia armata, larma da taglio o da punta 10.1 Definizione e riferimenti normativi 10.2 Il coltello 10.3 Gli angoli di taglio base da cui difendersi Capitolo 11 LABC della protezione personale 11.1 Gli attori del conflitto 11.2 I tre elementi fondamentali della protezione personale 11.3 Come massimizzare la vostra energia 11.4 Il comportamento tattico durante le fasi del conflitto

80

83

83 87 95

95 96 105 110

112 113

134 139

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 6

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Capitolo 12 Punti Vitali 12.1 Breve accenno storico 12.2 Punti di pressione e la difesa personale femminile contro lo stalking 12.3 Mappe dei meridiani 12.4 Modalit di accesso dei principali punti di pressione e relativi effetti neurologici. Conclusioni Bibliografia

142 142 148

158 161

175 176

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 7

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Introduzione

Non una novit che grandi sobborghi e quartieri di periferia conosciuti per la concentrazione di atti criminosi, vengano utilizzati dalle grosse aziende di distribuzione, grandi magazzini ed altro, quali zone dove creare ed esercitare la loro professione ci induce ai fruitori di questi grandi magazzini a spostarsi verso la periferia delle citt per poter effettuare i loro acquisti esponendosi cos a rischi risaputi quali essere vittime di ladri,drogati, rapinatori ed in casi peggiori violentatori e malviventi tutti.

Ma tutta lintera citt che diviene un rischio data la sua alta densit di popolazione che racchiude le razze e le tipologie pi disparate, ci comportando la tendenza al paradosso e cio essere soli in mezzo a tanta gente; quello che per ci deve far riflettere non tanto questo ma essere intanto coscienti e consapevoli che vi sono probabilit di incontrare per la vostra strada persone apparentemente per bene che comunque potrebbero

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 8

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

essere criminali in libert condizionata, professionisti della truffa o del raggiro,borseggiatori e per finire

psicopatici, gente instabile e/o comunque nella totalit dei casi gente imprevedibile.

Laumento della popolazione in ambito urbano, il degrado, la povert diffusa creano quindi i presupposti ad una civilt imbarbarita comunque dal sistema economico attuale oltre che dalle proprie volont delinquenziali. Lo stato ed i vari governi che si susseguono sanno della necessit di sicurezza che anno dopo anno in continua crescita dovuta alla percezione di sicurezza dei cittadini molto pi importante della sicurezza stessa. Causa delle politiche nazionali e locali non sempre il numero di poliziotti presenti nel territorio adeguato ed in alcuni casi addestrato per far fronte alle numerose richieste di intervento presso i centri urbani pi densamente popolati. Si rende necessario visto quanto detto in precedenza prendere coscienza della situazione esserne

consapevoli e cercare, offrendo il meno possibile il

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 9

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

fianco ai nostri oppositori, di essere parte attiva della protezione personale, familiare e domestica senza demandare questo compito cos importante alle forze dellordine, le quali saranno nostre alleate sempre, ma purtroppo non costantemente presenti come vorremmo.

Volendo riassumere questo in due punti fondamentali:

1.

essere parte attiva della mia protezione (non vittima passiva).

2.

non demandare ad altri il delicato compito della protezione personale, familiare e domestica .

detto questo e assimilato queste due semplici regole che ci accompagneranno lungo tutto questo nostro percorso formativo vi auguro che quanto esposto di seguito vi possa tornare utile per la vostra vita quotidiana e quella dei vostri cari.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 10

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Nessuno pu veramente garantire il futuro. La cosa migliore da fare prendere le misure, calcolare i rischi, valutare la nostra capacit di occuparsi di loro ed attuare i nostri piani con fiducia."
Henry Ford II

e ancora ci che separa vincenti e perdenti come un individuo reagisce ad ogni svolta del destino
Donald John Trump

Buona lettura

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 11

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

CAPITOLO 1. IL CRIMINE URBANO

1.1 Le Statistiche Partendo dalle ultime statistiche (fonti Istat 2008 www.istat.it) possibile fornire un profilo del crimine urbano per poter essere cos preparati alleventuale rischio statisticamente e scientificamente proposto e considerando quelli con pi alta percentuale di realizzazione.

La copertina della sezione cita :

La sicurezza dei cittadini, tanto nella sua componente oggettiva antisociali (comportamenti o delittuosi)

quanto in quella soggettiva (percezione dellallarme

sociale da parte degli individui), una dimensione essenziale della convivenza civile. In questo ambito, linformazione statistica necessaria per orientare e

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 12

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

valutare le politiche di governo della sicurezza, con particolare riferimento alla coesione sociale, alla diffusione della legalit e al miglioramento

permanente delle condizioni di convivenza civile. Gli indicatori presentati in questa sezione sono: delitti denunciati dalle forze dellordine allautorit

giudiziaria per mille abitanti; il numero di omicidi volontari per milione di abitanti; la percezione dei problemi prioritari da parte dei cittadini.

In Italia, nel 2005, sono stati denunciati dalle forze dellordine allautorit giudiziaria 44 delitti per mille abitanti.

Nel 2005 sono stati commessi in Italia circa 10 omicidi per milione di abitanti, un valore sensibilmente al di sotto della media europea. Il fenomeno in forte diminuzione (dai 13 omicidi del 2000).

Nel 2006, la criminalit fonte di preoccupazione per pi della met degli italiani (58,7 per cento), con punte

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 13

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

in Piemonte e Liguria, oltre che in Puglia, Campania e Sicilia.

Fig.1.1 La criminalit come problema prioritario per regione Anno 2006 (per 100 persone di 14 anni e pi della stessa regione)

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 14

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

1.2 Criminalit e povert problemi prioritari dopo la disoccupazione

Uno Sguardo Dinsieme Per il 70,1 per cento dei cittadini italiani la disoccupazione il problema prioritario per il Paese nel 2006; tuttavia, rispetto al 2000, si registra una diminuzione di 5,4 punti percentuali. La criminalit preoccupa pi della met degli italiani (58,7 per cento), mentre la povert il tema che negli ultimi anni ha accresciuto la sua rilevanza come problema nella percezione dei cittadini: dal 17,0 per cento nel 2000 al 29,4 per cento, con un incremento quindi di 12,4 punti percentuali.

Definizioni Utilizzate Lindagine multiscopo dellIstat Aspetti della vita quotidiana rileva ogni anno molteplici aspetti della vita degli individui e delle famiglie; dal 1993 viene condotta tutti gli anni e nel 2006 stata effettuata a febbraio su un campione di circa 19 mila famiglie (pari

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 15

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

a circa 49 mila individui). I dati per tutti i paesi europei provengono dallindagine periodica Eurobarometro, promossa dalla Commissione europea. Sia per la dimensione del campione delle due indagini, sia per la diversa formulazione delle domande, i dati relativi allItalia e altre sue regioni non sono confrontabili con quelli dellindagine Ue.

LItalia nel Contesto Europeo Nellordine, criminalit (33 per cento) , inflazione (29 per cento)e disoccupazione (27 per cento) sono i tre problemi pi rilevanti per gli italiani. Nel complesso dellUnione il problema pi sentito dai cittadini la disoccupazione, con il 27 per cento delle risposte, seguito a breve distanza dallinflazione (26 per cento).

LItalia e Le Sue Regioni Dallesame della distribuzione territoriale della

percezione dei problemi considerati prioritari della popolazione di 14 anni e pi emerge una differente sensibilit tra nord e sud del Paese. In tutte le regioni

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 16

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

del Mezzogiorno infatti la disoccupazione che occupa il primo posto della graduatoria, mentre in molte regioni del Nord il tema della criminalit maggiormente sentito. Nel dettaglio, quasi l88 per cento dei residenti nel Mezzogiorno segnala il problema della disoccupazione, in leggero calo rispetto al 2000 (90,3 per cento); la punta massima si registra in Calabria con il 90,5 per cento. Meno drammatica la percezione del problema della disoccupazione al Centro-Nord (60,6 per cento) e in particolare nel Nordest (50,8 per cento) dove il tema della criminalit ad essere relativamente il pi sentito (55,6 per cento). Nel Mezzogiorno la criminalit viene considerata

problema prioritario dal 61,6 per cento della popolazione; la regione dove appare pi rilevante la Campania, con il 72,3 per cento delle indicazioni, mentre per le regioni del Centro-Nord lo in Liguria (62,7 per cento) e in Piemonte (60,9 per cento). In molte regioni del Nord, inoltre, la segnalazione del tema della criminalit si accompagna anche a una

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 17

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

elevata

incidenza

delle

preoccupazioni

legate

allimmigrazione extracomunitaria: province autonome di Bolzano e Trento (rispettivamente 43,6e 41,2 per cento), Veneto (39,3) e Lombardia (38,8).Il tema della povert preoccupa quasi il 30 per cento degli italiani, pi nel Mezzogiorno (37,5) che nel Centro-Nord (25,1);i valori pi elevati si registrano in Basilicata (41,7 per cento) e in Sicilia (39,3), mentre quelli pi bassi nella provincia autonoma di Trento (13,8 per cento) e in Veneto (20,9). Tra i dieci temi trattati quello che segna lincremento maggiore rispetto al 2000, in maniera quasi uniforme su tutto il territorio nazionale

Fonti

Istat, Indagine multiscopo annuale sulle famiglie Aspetti della vita quotidiana Commissione Europea, indagine Eurobarometro

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 18

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Altre informazioni Pubblicazioni

Istat, La vita quotidiana nel 2006 Istat, Annuario statistico italiano, 2007

Siti internet http://www.istat.it http://ec.europa.eu/public_opinion/index_en.htm

Visto le statistiche di cui sopra sappiamo adesso di ci di cui stiamo parlando, senza tralasciare per nulla di incompreso o solamente non presente.

Le statistiche generiche fanno leva sulla coscienza e la percezione della popolazione ma non fatevi ingannare percezione non sinonimo di inesistente, anzi, proprio la percezione che ci d il metro di valutazione del pericolo, ma lo vedremo in seguito.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 19

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Altre Statistiche a noi pi vicine sono :

8 cittadini su 1000 sono vittime di aggressioni 55% delle rapine vengono effettuate con un arma il 7% degli stupri e violenze sessuali avviene sotto la minaccia di unarma Le donne hanno il 50% di probabilit in pi di essere vittime di un aggressione rispetto alluomo Su 1000 abitazioni, subiscono furti con scasso il: o 46.2% in citt o 27.1% suburbane o 32.6 % extraurbane

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 20

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Extra-Urbane 32,6%

In Citt 46,2%

Sub-Urbane 27,1%

Fig.1.2 Furti con Scasso e localizzazione territoriale calcolate su 1000 abitazioni

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 21

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

CAPITOLO 2.CONOSCENZA E CONSAPEVOLEZZA

La percezione del pericolo sicuramente la parte pi importante per prevenire o porre rimedio ad un probabile evento criminoso ed quindi quella parte dove necessario sicuramente un maggiore

approfondimento. Non basta il cosi detto pensiero negativo per eludere i pericoli che lambiente urbano presenta. Bisogna avere sicuramente un atteggiamento vigile, reale e diffidente, valutare tutti gli elementi che ci circondano sia essi di componente umana ma non solo e questo durante il quotidiano. Importante diventa lallenamento e lo sviluppo di capacit oggettive che solitamente utilizziamo per altri scopi queste capacit sono quelle: sensoriali senso-percettiva di valutazione ed interpretazione di adattamento di Azione

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 22

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

data la vastit dellargomento e la specificit dellobiettivo prefissato e di questo libro (la Protezione Personale) proceder solo alla spiegazione delle prime due capacit elencate e proponendo uno schema generico che raccolga tutte.

2.1 Capacit Sensoriali Le capacit sensoriali sono quelle capacit che ci consento utilizzando proprio i 5 sensi di poter percepire e valutare tramite gli stimoli esterni che generano in noi un determinata sensazione Le sensazioni, come diceva Wundt, possono essere descritte, ma sono eventi esclusivamente soggettivi che noi possiamo partecipare ad altri, ma nessuno, al di fuori di noi stessi, pu averne unesperienza diretta. Se, nonostante questampia variabilit soggettiva e intersoggettiva, un determinato evento dellambiente fisico descritto in modo simile da persone diverse, pu essere ragionevole assumere che queste persone possano avere sensazioni simili.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 23

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Per questo motivo esiste una relazione sistematica tra lo stimolo fisico (o stimolo distale) e la sensazione degli individui. Le relazioni di questo tipo sono dette relazioni psicofisiche, in quanto sono correlate a variabili fisiche e psicologiche (stimoli e sensazioni). Per improntare subito una naturale protezione

personale occorre innanzitutto alzare il nostro livello di attenzione riguardo a tutto ci che ci circonda e non solo in riferimento alle persone ma anche a alle cose ed allambiente tutto.

2.2 Capacit senso-percettive

Lo

sviluppo

delle

capacit

senso-percettive

ci

consentono di poter esercitare ed attuare una pronta risposta al potenziale evento criminoso o comunque valutato a nostro danno pertanto queste capacit includono sviluppo delle capacit coordinative, relative al controllo degli schemi dinamici e posturali di

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 24

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

base e al loro adattamento ai parametri spazio temporali dei diversi ambienti. progressiva acquisizione della padronanza del proprio comportamento tattico nell'interazione motoria con gli altri e lambiente circostante. e consente di: Interpretare gli stimoli esterni che gli

permettono di adattarsi allambiente; Riconoscere, differenziare, identificare,

ricordare : oggetti, osservati;

persone, ed avvenimenti

Riconoscere, differenziare, identificare, ricordare lintensit e la direzione di suoni e rumori; Riconoscere, differenziare, ricordare forme, superfici e consistenza di oggetti; Riconoscere, differenziare, ricordare posizioni del corpo o di parti di esso in situazioni dinamiche quali : accelerazione, rotazione, cambi di direzione del corpo o di parti di esso.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 25

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Tali capacit rappresentano i presupposti di base per la realizzazione di opposizione qualsiasi attivit di contrasto ed inatteso ma in maniera

allevento

consapevole. E devono essere attivate, esercitate ed apprese perch dipendenti in gran parte dalla sollecitazione sensoriale e lassenza di percezioni o di stimoli sufficienti pu determinare il mancato sviluppo di funzioni psicofisiologiche. La valutazione del rischio in riferimento alle varie situazioni ambientali in cui possibile trovarsi durante lo svolgimento delle nostre attivit quotidiane, riuscire a percepire il pericolo significa prevenire, anticipare e quindi evitare del tutto il pericolo e qualora non si riuscisse a fare questo importante lutilizzo delle nostre conoscenze del combattimento reale per porvi fine, badate bene non si parla di vincere o perdere un conflitto ma di vincere o perdere qualcosa di pi importante che la propria vita. E quindi di vitale importanza lavorare molto di pi sulla prevenzione e valutazione del pericolo che della risoluzione fisica dellevento.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 26

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Schema riassuntivo delle Capacit Oggettive

Pericolo Oggettivo

Valutazione del Pericolo e Possibilit di intervento

Impatto

Risultato

Attivit di Intervento Obiettivi Input


Azione Attivit

Output

Valutazione Pertinenza Efficienza Efficacia Vantagi e applicabilit

Fig. 2.1 Schema riassuntivo Capacit Oggettive

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 27

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

CAPITOLO 3. LA PREVENZIONE Prevenire gli eventuali pericoli possibile valutando lambiente che ci circonda e le persone presenti, un concreto esempio di valutazione sul campo quando si deve scegliere un percorso tra luogo di provenienza e quello di destinazione, si esso un percorso con mezzo di trasporto che quello appiedato, opportuno studiare percorsi principali e secondari cercando di evitare zone e luoghi poco illuminati, quartieri a rischio, vicoli senza uscita e poco frequentati etc.

Prevenire Reati legati alla Circolazione Stradale La maggior parte dei crimini legati alla circolazione sono il furto dauto e la truffa assicurativa , negli ultimi anni vi stata una recrudescenza di tali eventi criminosi che hanno portato in alcuni casi anche alla morte.

Non esiste nessun oggetto di tua propriet che valga di pi della tua vita stessa.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 28

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

E importante considerare che lautomobile sempre stata considerata, un bene di lusso a volte, ma un bene facilmente piazzabile e comunque di valore ci ne consegue laumento dei furti e tentati furti a discapito di ignari e molto spesso ingenue vittime. Sicuramente uno dei metodi per prevenire il furto di un autovettura linstallazione di: un adeguato sistema antifurto dotato di distacco dei collegamenti elettrici per lavviamento un allarme sonoro e visivo utilizzo di sistemi pi evoluti come il sistema GPS (Global Position System) un sistema di localizzazione satellitare

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 29

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

il metodo predetto non ha comunque

quel potere

deterrente sperato. Per tanto sarebbe utile oltre allutilizzo di questi dispositivi, anche fare piccoli ma significati interventi preventivi valutando la scelta del luogo dove poter parcheggiare in sicurezza secondo i seguenti parametri esterni di valutazione che se presenti risultano essere di grande aiuto:

luminosit presenza o meno di persone sospette, prossimit frequentati prossimit di locali con sorveglianza notturna (caserme,garage custoditi,etc.) di locali pubblici affollati o

ma risulta anche avere la sua importanza evitare di tenere allinterno dellautovettura oggetti appetibili o presunti oggetti di valore quali :

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 30

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

frontalini estraibili di autoradio (se presenti) preferibile durante lacquisto dellautovettura considerare quelle integrate al cruscotto. Borse di qualsiasi genere e dimensioni ivi compresi lettori DVD, Mp3, Notebook etc.. Buste della spesa, scatole e documenti di qualsiasi tipo o genere

Quanto specificato in precedenza per contrastare il furto del veicolo parcheggiato. Sovente capita per di subire una rapina finalizzata al furto del veicolo o finalizzata ai beni della persona ma che abbia come successiva conseguenza il furto del veicolo. Le probabilit parlano di una maggiore rilevanza di questi fatti delittuosi durante le operazioni di imbarco e sbarco dallautovettura, ma risulta essere anche il momento preferito dai violentatori per attaccare la donna presa di mira, risulta infatti essere il momento migliore in quanto il livello di attenzione si abbassa notevolmente focalizzandosi su altro. Luso ulteriore di armi durante queste rapine aggrava la situazione e

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 31

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

rendendo questo tipo di crimine socialmente rilevante facendo aumentare la percezione di insicurezza generale maggiormente sentito. Il finto incidente stradale risulta essere un altro metodo di furto dellautovettura se non finalizzata solo ed esclusivamente alla truffa assicurativa.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 32

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

3.2 LAVORARE SU SE STESSI

Come prima cosa occorre lavorare su se stessi anticipatamente e con questo intendo che una buona protezione personale inizia dallevitare di mandare segnali esterni che possono essere interpretati quali segnali determinanti per acquisire lo status di Vittima da qui un piccolo decalogo su cosa cambiare sulla propria persona ed evitare cos di attirare lattenzione su se stessi.

Abbigliamento Ovviamente labbigliamento sicuramente un biglietto da visita importante ed un mezzo visivo che ci consente sia di dare che di ricevere una prima valutazione del soggetto pertanto sarebbe utile valutare la possibilit, in base alle esigenze di indossare abiti che possano fare trasparire la nostra condizione economica ed in particolare cercando di non ostentare, mostrare ed in alcuni casi utilizzare accessori di

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 33

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

complemento

dellabbigliamento

quali

borse,

cinture,scarpe e gioielli che siano di un certo valore ed ancora altri articoli quali quelli tecnologici come: telefonini, notebook, netbook, palmari, videocamere, camere fotografiche e quantaltro possa stimolare, attenzione da parte di malviventi, intrinseco del manufatto. E da considerarsi ovvio che alcuni lavori pi di altri ci costringono ad avere un abbigliamento ed a fare uso di tali oggetti tecnologici o ancora la partecipazione ad occasioni mondane le quali ci portano ad avere un abbigliamento consono allevento. In questi ultimi casi sar possibile prendere altri provvedimenti che vedremo in seguito. dato il valore

Limitare luso di articoli di abbigliamento appetibili e che possano attirare lattenzione dei malviventi.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 34

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Uso di Articoli Tecnologici Sicuramente larticolo pi utilizzato negli ultimi 15 anni il telefonino, che negli anni ha anche preso il posto dei pc portatili, palmari etc.. inglobandole in unico e solo oggetto. E di vitale importanza luso di questi strumenti solo dietro reale necessit e possibilmente lontano da occhi indiscreti senza ostentarne il possesso, ricordandoci sempre che non siamo in grado di poter valutare con certezza chi ci circonda per strada magari fermi alla fermata di autobus o in metropolitana o semplicemente in parchi seduti sulle panchine o ancora pi frequentemente camminando sui marciapiedi, loggetto in questione ha sicuramente un valore appetibile per il malvivente ma unaltra cosa che lo rende

maggiormente appetibile il fatto che durante lutilizzo dello stesso ci troviamo distratti da quello che ci circonda e dagli eventuali pericoli ai quali ci esponiamo. Non guardarsi attorno, significa dare lopportunit al malvivente di poterci studiare e

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 35

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

approfittare della nostra distrazione per passare allazione ed per questo che meglio non mostrare in pubblico questi nostri oggetti di valore.

Quindi essere coscienti, presenti ed in stato di allerta soprattutto quando utilizziamo loggetto, cercando ovviamente di limitarne luso.

Tutto questo non vuole creare nessun allarmismo, ma giusto conoscere tutti gli aspetti della protezione personale, familiare e domestica affinch possiamo mettere in atto adeguate misure di sicurezza sia esse di natura fisica che psicologica. Queste ci daranno un notevole vantaggio sul possibile evento delittuoso non cogliendoci impreparati e potendo cos porvi rimedio attraverso le strategie e le tecniche che attueremo con elevata capacit di azione. E fondamentale riuscire altres sapere e riconoscere il momento giusto sia di procedere alla fuga ma anche il momento dove bisogna necessariamente combattere.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 36

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Questa sar una scelta che dovrete prendere da soli ma allenarsi e sapere queste informazioni sono capacit che apprenderete durante questo corso di protezione personale. Lapprendimento di tecniche di protezione vi renderanno pi sicuri in voi stessi a prescindere dal sesso e dallet, vi render pi lucidi nel momento di bisogno, vi dar la conoscenza di alcuni punti vitali (Kyusho) principali che vi daranno quella marcia in pi che non tutti i marzialisti ed esperti di combattimento conoscono , ma cosa fondamentale vi aiuter a mantenere quella lucidit mentale che far la differenza nella sopravvivenza. Come lacqua assume la forma del suo contenitore, dobbiamo adattarci alla

mutevolezza della societ che diviene sempre pi arrogante ed aggressiva.

CAPITOLO

4.

PROTEZIONE

FAMILIARE

ALLINTERNO DELLA PROPRIA ABITAZIONE 4.1 Sicurezza in casa propria Dopo aver passato tutto il giorno fuori per lavoro e dopo aver applicato le accortezze necessarie prescritte

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 37

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

in precedenza ora di tornare a casa e chiusa la porta ora di rilassarsi in quanto mi reputo nel posto pi sicuro che esista al mondo. Questa affermazione potrebbe essere veritiera se e solo se anche la casa nella quale abitiamo abbiamo preso quelle accortezze necessarie alla protezione personale e familiare. E il momento giusto per valutare la reale impenetrabilit e sicurezza della nostra abitazione Il saper riconoscere il grado di sicurezza di un edificio o appartamento importante non necessariamente per le eventuali modifiche ma anche solo prenderne

coscienza senza farsi convincere o ancora peggio illudersi della reale sicurezza. In questi casi

conoscendo i punti deboli di accesso della mia casa, trasformer questa informazione a mio vantaggio, in quanto sapr che tali punti saranno quelli vulnerabili e quindi di accesso probabile di un eventuale malfattore. Utile si rende allora necessario conoscere alcune cose fondamentali che vale la pena di approfondire sulla sicurezza della propria abitazione.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 38

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

La prima cosa da fare la suddivisione in 2 aree ben suddivise che chiameremo: Area perimetrale esterna Area perimetrale interna

Fig.5.1 Aree perimetrali

4.2 Le Aree di sicurezza LArea Perimetrale Esterna Il perimetro esterno della nostra abitazione, varier qualora si tratti di appartamento di un palazzo cittadino o un appartamento in villa o se sei parla proprio di una villa. Echiaro che il perimetro esterno non sar presente qualora vivessimo in appartamento in
________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 39

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

condominio, in questultimo caso il perimetro esterno coincider con quello interno ma ci riferiremo ad esso comunque come Perimetro Esterno. Per questa area perimetrale importante lutilizzo di una recinzione sia essa in muratura o una ringhiera in ferro pieno o acciaio di almeno 3 cm con elementi inseriti in una base in cemento armato e alti non inferiori a 3 mt non legati tra loro da sbarre di collegamento per evitare punti di appoggio per eventuali malviventi per scavalcare tale recinto vedi (Fig.4.2)

Fig.4.2

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 40

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Oltre alla recinzione esterna possibile installare un allarme perimetrale a cellule fotoelettriche le quali funzionano emettendo dei raggi infrarossi che se interrotti generano un l'allarme. Queste verranno posizionate agli angoli del perimetro o ripetuti se l'area risulta di forma inregolare e lungo tutto il perimetro, una volta attivato l'allarme le luci si accenderanno sull'area monitorata sorprendendo il malcapitato. E' possibile atres installare delle telecamere in circuito chiuso puntate verso l'interno, inquanto non possibile puntarle verso zone o aree che non siano di propriet, giusto per la legge sulla privacy .Utilizzo di un cane da guardia.

Larea Perimetrale Interna

Il perimetro interno il pi importante, (vedi fig.4.1) dato il suo contenuto, lo rende il cerchio vitale per la nostra sopravvivenza e sicurezza e dei nostri familiari e quindi la sua costruzione e la sua organizzazione strutturale deve soddisfare precise regole di sicurezza.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 41

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Qualora si stia costruendo da zero importante progettare la struttura non solo secondo i canoni estetici-funzionali ma anche secondo il punto di vista della sicurezza anche questa funzionale quindi sarebbe opportuno pensare e valutare la creazione di una stanza segreta dove rifugiarsi in casi di violazione del

proprio domicilio, che studieremo nel prossimo paragrafo.

Del perimetro interno ne fanno parte: Porta di ingresso principale Porta di ingresso secondaria Balconi e Finestre Per quanto riguarda la porta di ingresso principale come del resto quella secondaria, bisogna evitare di utilizzare materiali quali legno tamburato (porte di legno con camere d'aria), vetro o alluminio i quali sono facilmente sfondabili; consigliato quindi l'utilizzo di porte blindate con cerniere poste all'interno e di una cornice molto larga in metallo fissati con viti di almeno

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 42

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

7,5 cm di lunghezza cos da evitare l'accesso al telaio della porta. Tutte queste soluzioni possono essere personalizzabili esteticamente quindi sar possibile avere una porta sicura e gradevole da vedere. La

maggior parte di porte blindate hanno una sola serratura a 4 perni posti centralmente ma sarebbe opportuno considerare l'utilizzo di porte con pi serrature e con perni posizionati non solo sul battente lato serratura ma per tutti i 4 lati compresi quindi perni sul pavimento, parte superiore e lato cerniere, scontato ma giusto precisarlo l'utilizzo di uno spioncino a 180. Le serrature devono essere a scatto ed avere un cilindro di almeno 2,5 cm preferibilmente in acciaio senza chiavistello a molla in quanto facilmente forzabile. E' opportuno inoltre verificare la presenza di eventuali rami di alberi o piante arrampicanti che possano essere utilizzate per accedere ai balconi o pi semplicemente ai piani superiori. Riepilogando ecco alcune regole di sicurezza inerenti il rientro a casa e la porta principale:

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 43

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

L'area esterna della porta principale e quella secondaria deve essere adeguatamente illuminata Se tornando a casa notate un auto posteggiata insolita sarebbe opportuno segnarsi il numero di targa se inoltre al'interno dell'auto vi una persona sospetta avvisate la polizia E' opportuno tenere il materiale di cui fatto il numero civico sempre in condizioni di visibilit ottimali il caso di fare attenzione e manutenzione ogni mese o qualora fosse

necessario, il tutto per facilitare la localizzazione alle forze dell'ordine e di soccorso. Non lasciare biglietti all'esterno della porta o nella cassetta delle lettere che indichino o meno la vostra presenza in casa. Non inserire targhette con nome o indirizzo al mazzo di chiavi di casa. Accendere le luci di cortesia per l'apertura della porta o della scala se in condominio

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 44

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Una volta all'interno della casa Guardare sempre dallo spioncino prima di aprire, chiedendo l'identit ed in caso di scarsa visibilit accedere le luci di cortesia e chiedere di spostarsi in direzione dello spioncino Non aprire agli sconosciuti Non fidarsi, se presenti, di catenelle per l'apertura sotto controllo della porta

4.3 La stanza segreta

Qualora si stia progettando una casa o genericamente la propria abitazione sarebbe opportuno considerare la costruzione di una stanza che sia completamente sicura e da qualsiasi punto di vista, questa stanza pi comunemente conosciuta come stanza segreta solitamente costruita con accesso dalla camera da letto. Tale stanza deve necessariamente essere ventilata naturalmente con condotto d'aria anch'esso non visibile

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 45

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

oppure prevedere una intercapedine che sia ventilata naturalmente e collegata all'interno della stanza con una ventola che forzi l'aria dall'intercapedine alla stanza segreta. All'interno della stanza bisogna avere la disponibilit di un telefono cellulare sempre carico, una batteria e carica batteria, lampade di emergenza, sacco a pelo, materassino gonfiabile, estintore, cassetta del pronto soccorso completa inoltre da considerare se tenere all'interno una cassaforte di sicurezza dove tenere all'interno oltre ai beni di valore anche una eventuale arma da sparo e/o da taglio e ancora provviste in scatola altamente energetiche e proteiche quali : carne e pesce, frutta sciroppata, fagioli lessati, zuppe precotte di riso, orzo ed avena, piselli, legumi, latte in polvere o a lunga conservazione, succhi di frutta e di verdura, cibo per bambini in scatola e soprattutto molta acqua, il tutto riposte lontano da fonti di luce e di calore.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 46

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

4.4Le Porte finestra e finestre scorrevoli Le porte e le finestre scorrevoli sono particolarmente vulnerabili e sarebbe opportuno porre in atto alcune modifiche strutturali ed acquistare quindi quelle con sistemi di sicurezza supplementari tipo: Vetri in policloruro di vinile non plastificato (PVCU) ovviamente a prova d'urto e antisfondamento,con giunture totalmente saldate,serrature a cilindro e sbarre antimanomissione, utilizzo di perni di fermo, serrature esterne con chiave sulle guide di scorrimento o in mancanza possibile realizzare un blocchetto in legno sagomato o altro materiale cosa pi importante predisporre un dispositivo antisollevamento delle ante della porta scorrevole o delle stesse finestre questo possibile realizzando lo stesso blocchetto con

dispositivo a fissaggio fisso,interno ma removibile, questo dar la possibilit di rimuovere l'anta scorrevole per effettuare le pulizie straordinarie del vetro stesso. Un altro metodo l'utilizzo di una sbarra orizzontale con chiusura a lucchetto lunga per tutta l'apertura costruita in acciaio e resistente ad una spinta almeno di

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 47

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

450 Kg poste all'interno ed ottime per evitare apertura e sollevamento. E' opportuno collegare tutte le finestre, porte e porte finestre ad un impianto di allarme. Un altro consiglio l'utilizzo di vetri opachi per evitare che si possano vedere i movimenti o eventuali oggetti di valore posti all'interno dell'abitazione, come del resto consigliabile utilizzare sempre delle luci soffuse o per esempio abbassare le tapparelle o la serranda in modo da ostacolare la visione dell'interno e quindi sapere se presenti o meno, come serrande opportuno montare quelle con anima in acciaio. Altro consiglio l'utilizzazione di piccoli sistemi oggi a basso costo di temporizzatori che collegati ad un lume o

elettrodomestico ne comanderanno l'accensione o lo spegnimento, sicuramente utile quando saremo via per le vacanze. Tutte le aperture verso l'esterno devono essere sicure non solo per l'imitare l'accesso in casa e quindi altamente sicure ma devono garantire la facilit e velocit di apertura dall'interno in caso di pericoli di incendio o altro.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 48

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

4.5 Utilizzo di sistemi di allarme antifurto

L'utilizzo di questi metodi di sicurezza antintrusione caldamente consigliato, gli ultimi sistemi di allarme risultano facilmente istallabili anche senza l'utilizzo di fili elettrici collegati con le forze di polizia o enti di sorveglianza privata con allarme acustico e visivo. L'impianto solitamente installato a zone o aree comprendono rilevatori di movimento, acustico e rilevatori di apertura ingressi, gli stessi contatti il tutto

magnetici possono essere indipendenti o

comandato da una semplice centralina a codice, con batteria autonoma per sopperire all'eventuale mancanza di energia elettrica anche provocata dai malviventi.

4.6 La Sicurezza passa anche da un buon vicinato

Se si abita in un condominio o anche se in un abitazione singola ma con vicino altre abitazioni possibile collaborare con i propri vicini per assicurarsi vicendevolmente una maggiore sicurezza, giusto

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 49

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

seguendo alcuni semplici accorgimenti come per esempio ritirare la posta del vicino durante la sua assenza, in modo di far credere che si presente ed ancora se in condominio abbassare lo zerbino, che il lavascale regolarmente alza per poter far bene il suo lavoro ma che dimentica sempre di riporre al suo

posto. Scambiarsi utili notizie inerenti la sicurezza condominiale o del vicinato, intervenire quando si sentono rumori insoliti illuminando la zona di provenienza del rumore e chiamando la polizia in caso di intrusione. Partecipare alle riunioni di condomino e a quelle dei comitati di sicurezza di quartiere se presenti non solo per tenervi aggiornati su quello che succede nel vostro quartiere sotto il profilo della sicurezza ma anche per stringere quei rapporti di buon vicinato che innescano una maggior sicurezza e

tranquillit migliorando la qualit della vostra vita familiare e di quartiere. L'essere gentile e cordiale non solo un modo di vivere serenamente ma diviene un elemento importante per la collaborazione utile tra

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 50

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

cittadini e condomini. La solidariet quale elemento imprescindibile della sicurezza.

4.7 Check-list condominiale

verifica di sicurezza dell'area

Ecco alcune semplici domande per verificare la sicurezza del vostro condominio: l'edificio ha un accesso sicuro e ben illuminato? possibile controllare chi entra o chi esce? I vialetti, le entrate, le aree di parcheggio, l'area box, gli androni, le scale, le aree comuni sono illuminati 24 h su 24 ? Chi ha la gestione delle manutenzioni lo fa regolarmente? La Sostituzione delle lampadine o viene fatta prontamente? I cancelli di accesso al condominio sono costantemente chiusi? Sono funzionanti al 100%?

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 51

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

4.8 Come reagire ad una intrusione

In caso di intrusione nella propria abitazione importante di non commettere azioni di contrasto, tentativi di attacco e disarmo le quali potrebbero essere pregiudizievoli per la sicurezza vostra e quella dei vostri familiari. Ripetiamo che non esiste nessun oggetto di tua propriet che valga di pi della tua vita stessa. Pertanto sar possibile reagire solo ed esclusivamente in caso di minaccia reale alla tua vita o ad un componente della tua famiglia. Quando possibile e solo se possibile allontanarsi da casa. In caso invece qualora rientraste a casa e trovaste la vostra abitazione o quella del vicino aperta, non entrate, chiamate la polizia ed entrare solo

successivamente al loro sopralluogo potrebbero esservi ancora presenti i malviventi e quindi mettere a rischio la vostra vita. Quindi farvi ospitare da un vostro vicino o in caso di intrusione in appartamento del vostro vicino avvertirlo preventivamente telefonicamente ed ospitarlo presso di voi.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 52

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Se invece vi trovate all'interno della vostra abitazione e avvertite rumori di intrusione in casa vostra cercate di allontanarvi da casa recuperando i vostri familiari in silenzio e senza fare rumori che possano attirare l'attenzione degli intrusi, solo dopo essere fuori ed al sicuro chiamare la polizia per intervenire, non affrontate n soli n con il vicino gli intrusi se non riuscite ad uscire dirigetevi allora verso la stanza segreta recuperando i familiari,sempre se ne avete una, altrimenti chiudetevi a chiave in una stanza con il telefono date l'allarme alla polizia specificando l'indirizzo in maniera dettagliata, opportuno altres data quest'ultima considerazione tenere sempre vicino al telefono le specifiche dell'indirizzo con dovizie di particolari per una migliore localizzazione in modo che anche gli appartenenti pi piccoli della famiglia possano leggere questo promemoria ed essere chiari evitando che lo stress e la paura del momento gli facciano farfugliare informazioni confuse che faranno ritardare l'intervento degli agenti.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 53

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Quindi: Lasciare la propriet non appena possibile chiamare la polizia se siete all'interno cooperare con i delinquenti fino a quando non riusciate a fuggire o non se ne siano andati annotare le connotazione fisiche dei malviventi per una successiva identificazione

4.9 Custodia di armi da fuoco e particolari armi da taglio Le armi da fuoco devono essere custodite con serbatoio (caricatore) separato in una cassaforte a muro possibilmente un muro perimetrale in quanto pi spessi dei medianti interni e devono avere un sistema di

apertura digitale o a chiave. Il caricatore ed i proiettili andranno riposti in un altro luogo all'interno della

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 54

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

stessa stanza ma non all'interno della stessa cassaforte, alcuni consigliano di tenere i proiettili separati dal caricatore e dalla pistola ma questo ne rallenterebbe l'utilizzo, la separazione del serbatoio risponde subito ai criteri di sicurezza ma allo stesso tempo ha tempi di utilizzo che risulteranno pi celeri. In merito alle armi da taglio ovvio che non possiamo nascondere tutti i coltelli da cucina, sarebbe per opportuno tenerli conservati in un contenitore posto quantomeno in alto questo eviter non solo la possibilit da parte di un intruso di avere facile accesso a tali strumenti, ma risulta essere un ottimo provvedimento anche per quei nuclei familiari con bambini, che potrebbero accedervi molto facilmente,lo stesso per coltelli professionali militari da campeggio o altro. Per quanto riguarda le armi dovranno essere denunziate e custodite nei luoghi e nei metodi previsti dal Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza ed esattamente alle leggi Artt. 5,15,38,39 T.U. di P.S ed artt. 57, 58,73 Reg. T.U.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 55

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

CAPITOLO

5.

SICUREZZA

PERSONALE

CIRCOLAZIONE STRADALE

5.1 Il parcheggio Molti dei lettori di questo ebook come lautore del resto, passa pi tempo per strada ovviamente per lavoro, che nella propria casa (per sfortuna), e la strada per antonomasia il luogo dove accadono

maggiormente eventi delittuosi, vuoi per motivi vecchi come il mondo, vuoi per la situazione economica mondiale che stiamo attraversando mentre scrivo, tutto ci rende la societ sempre pi, cinica ed egoista e ancora, aggressiva e spietata nei confronti di cittadini che abbondantemente stressati gi dal contesto hanno un sistema nervoso precario. Quindi molto probabile che durante la giornata ci si possa imbattere in situazioni che potrebbero degenerare in eventi pregiudizievoli per la nostra sicurezza o quella dei nostri cari. Capita spesso per esempio che semplici e banali alterchi si trasformino in veri e propri scontri, il litigio per un parcheggio, un precedenza non data un lieve tamponamento etc, possono trasformarsi

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 56

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

in un probabile confronto fisico con laltra parte. NellOttobre del 2004 a Palermo, un operaio viene ucciso per un lieve graffio dal
del 03 Ottobre 2004

Massacrato di botte davanti alla moglie e alla sua bimba. La famiglia: sono bestie, vogliamo giustizia
DAL NOSTRO INVIATO PALERMO - Si pu morire a Palermo per una manovra azzardata, per un controsenso, per un parafango che striscia la ruota di un' altra macchina. Si pu morire a mezzogiorno perch i proprietari dell' auto tamponata inveiscono contro la donna al volante, mentre il marito scende infuriato e le parolacce schizzano acide fra cazzotti e spintoni. Tutto in un crescendo improvviso, inarrestabile, senza che la ragione plachi l' ira, incendiata invece da boria ed arroganza. Fino al colpo finale, alla caduta, alla morte. Cos stata troncata ieri mattina, a 37 anni, l' esistenza di un impiegato dell' Azienda del Gas, moglie e quattro figli, ucciso un sabato mattina da una violenza senza limite in una citt, in un Far West, in una giungla accecata da un sole estivo, in una stradina a due passi dalla Stazione centrale, da due impetuosi impresari di una ditta di pompe funebri con le casse da morto esposte sulla scena della tragedia. La furia della lite s' interrotta di

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 57

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

botto, quando Simone La Mantia, senza pi il tempo di guardare la sua Irene, la moglie pietrificata al volante, e la sua briciola di quattro anni terrorizzata sul retro, crollato, steso sull' asfalto, immobile, gli occhi sgranati al cielo. Allora, all' angolo di via Maurolico dove echeggia il fischio dei treni in partenza, per un tempo fuori dal tempo, scattata una sorta di fermo immagine perch aggressori e testimoni hanno capito che non avrebbero mai pi potuto cancellare quel flash dalla moviola delle loro vite. Adesso ripetono di non averlo toccato quell' uomo che aveva lasciato tre figli a scuola e dedicato il giorno libero alle spese di casa. Adesso lo ripetono in carcere Toti e Natale Mannino, padre e figlio, i casciari come chiamano qui i venditori di casse o casce, arrestati in serata con l' aggravante tecnica della flagranza di reato. A difenderli nella bottega di famiglia non basta la ricostruzione di un altro dei ragazzi di Mannino, Peppe, imbambolato davanti ad un tig locale che parla di massacro: Non vero. Quello da solo caduto. Ed insiste indicando l' angolo della tragedia, il marciapiede dove rimasta in piedi una bottiglia d' acqua con un bicchiere rovesciato sul collo: Lo vede che mio padre e mio fratello hanno cercato di aiutarlo, di farlo bere?. E vorrebbe appendere la sua speranza a quella prova che si sfarina con la pena della signora Irene, quando alle cinque della sera lascia la caserma dei carabinieri dove nessuno le ha detto la verit: L' ho capito che Simone me l' hanno ucciso. Sono delle bestie.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 58

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Un massacro. Ho visto come l' hanno ridotto. Ma era stato solo un piccolo incidente, niente di grave.... Anche i lunghi capelli biondi sembrano impastati di lacrime e gli occhi gonfi di questa signora robusta annunciano battaglia: Non ci fermeremo. Voglio giustizia per i miei figli, per la mia bimba che a quattro anni ha visto tutto ed terrificata.... Nel suo racconto ammette l' errore della manovra: Ho sbagliato entrando in quella stradina controsenso e ho beccato una ruota dell' auto dei Mannino. Stavano uscendo dal parcheggio, davanti al loro negozio. Un niente. Ma sono diventati una furia. Sono scesi cominciando ad urlare, a spingere, a colpire mio marito. E lui stava risalendo in macchina. Ma quelli hanno chiamato rinforzi. Altri due dalla bottega. Si sono avvicinati alle spalle, l' hanno afferrato da dietro, l' hanno sbattuto contro la macchina e, poi, un pugno, fatale.... E' stata lei a gridare, a squarciare il gelo di quel fermo immagine, agitandosi alla vista di una pattuglia dei carabinieri, sperando in un aiuto che nessuno poteva pi dare. I militari l' hanno chiamata l' ambulanza, ma hanno capito. E l' ha capito, qualche minuto dopo, pure uno dei pi cari amici dei Mannino uscendo, fresco di lavanda, dal vicino salone da barba, un ex ispettore di polizia che assapora i primi mesi di pensione, Franco Dragotto, colonna dell' Antimafia a Palermo perch ha lavorato accanto al pubblico ministero Antonio Ingroia: Quando arrivata l' ambulanza il barelliere ha preso il polso di quell' uomo e con gli occhi ai carabinieri l' ha fatto

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 59

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

intendere: "Non c' pi". Forse per questo l' ambulanza non ripartita a sirene spiegate. Passando dal pronto soccorso e poi approdando all' obitorio, davanti ad un medico legale rapido nel verdetto: "Gli hanno spezzato il collo". Due all' Ucciardone e due a piede libero. E' il conteggio della famiglia Mannino riunita al gran completo oltre i vetri fum di questa stradina dove, mezz' ora dopo la tragedia, non un tassista o un parcheggiatore, un commerciante o un passante ricordava cosa fosse accaduto e dove. Perch, come la sabbia nel deserto, il sole caldo aveva gi celato il passato, la morte e ricostruito la vita violenta di tutti i giorni. Felice Cavallaro Pugni e spintoni Inutili i soccorsi LA MORTE La donna ha raccontato che il marito stato afferrato da dietro, sbattuto contro l' auto e preso a pugni fino a quando caduto a terra L' AUTOAMBULANZA E' stata lei a chiamare i carabinieri. Quando il 118 arrivato, il cuore di La Mantia aveva gi cessato di battere. Il verdetto del medico legale: gli stato spezzato il collo Il tamponamento In quattro contro uno L' INCIDENTE Irene La Mantia, in auto con il marito Simone e la figlia di 4 anni, imbocca una strada controsenso e tampona la vettura di Toti e Natale Mannino LA LITE Simone La Mantia e i Mannino scendono dall' auto: i secondi aggrediscono il primo, aiutati da due uomini che escono dalla bottega di pompe funebri dei Mannino Cavallaro Felice

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 60

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Da il TEMPO

Roma 16 Aprile 2009 ore 16.23

Muore accoltellato per un parcheggio Una lite per un parcheggio finita in tragedia ieri sera a Roma, lungo la grande arteria della Cristoforo Colombo. Un uomo di 45 anni morto dopo essere stato accoltellato da un altro automobilista, che scappato subito dopo. Una lite per un parcheggio finita in tragedia ieri sera a Roma, dove un uomo di 45 anni morto dopo essere stato accoltellato da un altro

automobilista, che scappato subito dopo. accaduto alle 20.30 in via Costantino 27, lungo la Cristoforo Colombo. Secondo una prima ricostruzione fatta dai carabinieri, i due automobilisti, entrambi romani e senza precedenti penali, erano a bordo delle loro auto con le rispettive famiglie. scoppiata una lite per motivi di viabilit, in particolare per un parcheggio conteso. A quel punto sono scesi dalle rispettive auto per continuare la lite, ma uno dei due ha tirato fuori un coltello e ha

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 61

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

colpito a morte l'altro conducente. L'uomo stato trasportato nel vicino ospedale Cto ma morto poco dopo. Si trattato, come ha sottolineato un investigatore, di follia urbana. Sull'episodio stanno indagando i carabinieri della compagnia Eur e del nucleo investigativo di via In Selci che stanno ascoltando in queste ore i familiari della vittima e sono alla ricerca di possibili testimoni. A seguito delle indagini stato formulato un primo identikit dell'assassino. L'uomo secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, era a bordo di una macchina bianca di piccola cilindrata. Gli inquirenti stanno infatti cercando di capire se qualcuno ha assistito all'aggressione. Sempre un parcheggio conteso fu il motivo di un'altra aggressione a Roma, nell'autunno del 2005, in via della Magliana, dove un uomo di 42 anni fu ucciso davanti agli occhi della moglie e dei figli con un colpo di pistola dopo una lite scoppiata per motivi di viabilit con un altro automobilista.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 62

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Coreglia (Lucca) 14 ottobre 2009 Accoltellato per un parcheggio colpito all'addome dopo il litigio Hanno litigato per un parcheggio. E uno dei due contendenti ha preso una limetta per unghie e l'ha usata per accoltellare il "contendente". a Coreglia

L'epidodio

avvenuto

(Lucca). L'aggressore stato fermato dai carabinieri. Il ferito stato portato in ospedale ma non in pericolo di vita Una furiosa lite innescata da un banale problema di parcheggio, a Coreglia (Lucca), culminata in un accoltellamento: un uomo di 59 anni, che abita poco distante dal luogo dell'aggressione, ha colpito all'addome con una limetta per unghie lunga 11 centimetri, un altro uomo, di 69 anni, di Fabbriche di Vallico (Lucca).

Sul posto sono intervenuti i carabinieri che per il momento non hanno reso note le generalit dei due. Il ferito stato sottoposto ad intervento chirurgico ma le sue condizioni sono considerate buone. L'accoltellatore stato fermato e la sua posizione al vaglio degli inquirenti. Non si sa se le due persone protagoniste dell'episodio si conoscessero e se tra loro ci fossero stati precedenti litigi.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 63

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Queste sono alcune delle notizie recenti che rendono lidea di quanto oggi morire per futili motivi sia cos facile e possa accadere a chiunque, per questo che vogliamo e dobbiamo imparare un sistema efficace ed efficiente per tutelarci e proteggerci in maniera globale. Durante la giornata passiamo molto tempo in macchina per i vari trasferimenti da casa allufficio, alla scuola dei bambini, alla palestra etc. Proteggerci anche in queste fasi importante. Dopo essere entrati in auto allacciate le cinture di sicurezza opportuno, se si trasportano bambini, assicurarsi che le portiere posteriori si possano aprire solo dallesterno attraverso lapposita chiusura posta internamente allo sportello, quando viaggiamo in auto, soli o con la famiglia sempre opportuno chiudere le portiere totalmente. Questo impedir un eventuale intrusione dallesterno, da parte di malviventi i quali potrebbero mettere in atto dal semplice furto di borse presenti, ma anche rapimenti di minori o semplicemente entrare in autovettura per poi minacciare lautista per il furto

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 64

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

dellautovettura o ancor peggio il rapimento a scopo sessuale se la vittima una donna. Come vedete gli scenari possibili sono i pi disparati e non bisogna mai sottovalutare questo aspetto di protezione allinterno della nostra autovettura. Ancora qualche piccolo suggerimento pratico semplice ed efficace. Riponete le eventuali borse od oggetti preziosi non sui sedili anteriori o posteriori ma sui pianali dellauto o anteriori (suggerito) o anche quelli posteriori, se abitualmente utilizzate borse o borselli sarebbe opportuno al momento dellagganciamento delle cinture di sicurezze assicurare anche queste un modo veloce che non vi far perdere tempo ma che vi dar una opportunit in pi di protezione. Ovviamente bisogna essere sempre vigili ed attenti non solo alla guida ma anche e soprattutto quando siamo fermi ad un semaforo, magari in un quartiere problematico e comunque rimanere in stato di allerta vi render meno prede ed eventuali vittime dei malviventi. E opportuno anche in queste occasioni di fermare lauto distante da quella che ci precede, la distanza dovr essere tale da poter mettere

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 65

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

in atto una manovra evasiva rapida e risolutiva in casi di esposizione ai pericoli precedentemente elencati. La ricerca di un posteggio altrettanto importante non bisogna sottovalutare questa attivit ormai eseguita con routine giornalmente, ma senza prendere i giusti accorgimenti. Il posteggio va sempre ricercato in maniera adeguata, il posto deve essere : ben illuminato, sia di giorno e soprattutto di notte, meglio se vicino ad un bar, pub ristorante negozio o qualsiasi attivit commerciale molto frequentato, questo far si che il tentativo di furto del veicolo venga reso quantomeno difficile per i ladri ma che per poter chiedere aiuto in una eventuale aggressione. Posteggiare tra altre auto e non tra furgoni o anche SUV che possano coprire il vostro ingresso ed uscita dallauto, questo eviter di trovarsi nascosti o perdere quella visibilit

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 66

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

necessaria durante unaggressione per chiedere aiuto. Parcheggiare possibilmente con il davanti dellautovettura in direzione della strada pronta per un eventuale uscita in emergenza. NON parcheggiare in vicoli ,peggio se vicoli chiusi, o in parcheggi o garage vuoti o poco frequentati. Tenere le chiavi pronte alluso gi durante la via del ritorno, per evitare la sosta necessaria alla ricerca del mazzo e alla scelta della chiave rendendoci vulnerabili in quanto distratti. Tenere un passo deciso e sottocontrollo larea del parcheggio, per notare la presenza di persone sospette. Ispezionare la parte posteriore lato sedili passeggeri ed il pianale, mentre si cerca di aprire lauto. Utilizzare le superfici riflettenti del veicolo come i finestrini per controllare cosa succede alle vostre spalle.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 67

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Una

volta

allinterno

chiudere

la

sicura

centralizzata. Si consiglia di effettuare le seguenti operazioni prima di parcheggiare : Nascondere eventuali oggetti di valore

(autoradio,lettori,eventuali acquisti effettuati) Non lasciare le chiavi appese nel quadro accensione (suggerimento nellapparenza

stupido ma primo tra le cause di furto senza scasso) Utilizzo di sistemi antifurto con sirena Utilizzo di sistemi meccanici quali il blocca pedali, il bloccasterzo nelle auto o il blocca

disco per le moto. (Vedi rispettive figure sotto)

Fig.5.1 Congegni meccanici di antifurto per veicoli

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 68

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Sarebbe opportuno oltre che lutilizzo di questi sistemi meccanici anche quello di impianti di allarme

elettronici un po pi sofisticati, come GPS (Global Position System- Sistema di Localizzazione Globale), in grado di localizzare la vostra autovettura mediante un sistema satellitare, con contestuale interruzione dellalimentazione o del flusso benzina etc.

5.2 Pericoli e Protezioni durante la circolazione stradale Lattenzione durante la guida dobbligo ed importante oltre per non provocare incidenti durante la circolazione stradale e soprattutto non esserne vittima, ma questo rientra sicuramente nella nostra capacit ed abilit alla guida. Capita per di imbattersi in un

sinistro stradale anche se non ne siamo i diretti responsabili; opportuno come prima cosa non lasciarsi prendere dallira, rimanere calmi e lucidi se si responsabili del sinistro come prima cosa scusarsi, questo far abbassare il livello di aggressivit della

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 69

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

controparte, se invece la controparte scende dallauto con fare minaccioso oppure in preda allira o sotto sostanze stupefacenti o psicotrope o ancora con un alto tasso alcoolemico, si consiglia di chiudersi in auto e chiamare le forze dellordine (112 o 113) affinch intervengano, gli Agenti provvederanno oltre ad scongiurare una recrudescenza degli attacchi verbali che possono sfociare in attacchi fisici Anche al rilievo dellincidente definendo la dinamica del sinistro e quindi le rispettive responsabilit . State allerta ai finti incidenti stradali ai fini di furto o truffa, spesso vittime sono le persone anziane le quali vengono preferite dai truffatori, in quanto meno avvezze alle procedure assicurative e per antonomasia pi deboli, vengono affiancati durante la guida da un'altra autovettura la persona a bordo batte con la mano sullo sportello dello sprovveduto facendo credere al malcapitato di un eventuale urto , successivamente gli viene fatto segno di fermarsi per il fantomatico sinistro e relativa rottura dello specchietto retrovisore laterale, la vittima fermatasi per costatare il danno

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 70

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

chiedono la chiusura del sinistro con il pagamento forfettario di 50 o pi euro evitando lintervento delle forze dellordine e delle procedure assicurative le quali farebbero lievitare le spese ed il premio assicurativo. In questi casi si consiglia di volere procedere allo scambio dei dati anagrafici, dei documenti di guida(la patente) i dati del veicolo e soprattutto i dati assicurativi se la persona non vuole proseguire con questa procedura, andate verso la vostra auto con una scusa ed una volta chiusi allinterno chiamare le forze di polizia, per intervenire dando informazioni precise sulla vostra localizzazione utilizzando il nome della strada

eventuali punti di riferimento come bar, ristoranti, negozi, etc. ed attendere larrivo dei poliziotti. Se doveste incontrare per la vostra strada qualcuno che vi chiede aiuto perch con lauto in panne , non fermarsi per prestare soccorso neanche se questa sembri una donna sola ed indifesa. Questo non per andar contro alla solidariet sociale importantissima ma per la sicurezza di entrambi, potrebbe essere un esca per un eventuale fatto delittuoso quindi telefonare

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 71

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

al

soccorso

pubblico

(112-113

rispettivamente

Carabinieri Polizia di Stato) e utilizzando le informazioni a vostra disposizione potrete comunicarle per il soccorso.

CAPITOLO 6. Protezione Personale sicurezza sui marciapiedi locali pubblici,cinema e teatro Una volta parcheggiato con le modalit di cui sopra, dobbiamo adesso raggiungere il posto di lavoro,la scuola la palestra o andare in giro per fare shopping. Durante questa fase opportuno prendere in

considerazioni alcuni piccoli accorgimenti. Premesso che in qualsiasi caso bisogna camminare sul

marciapiede o nelle aree pedonali riservate vogliate considerare di procedere anche se con passo lento, rimanendo sempre vigili ed attenti a chi circonda voi o la vostra famiglia. Se sei solo o sola cerca di procedere lungo il marciapiede il pi vicino possibile al alto coperto, dove per lato coperto si intende il lato vicino alle strutture fisse come le mura degli edifici cittadini, le vetrine dei negozi etc. lontano dal lato esterno

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 72

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

considerandolo quello vicino alla strada. Nei pressi un angolo necessario allontanarsi dal tale lato

verificando la presenza eventuale di persone o ancor peggio malviventi. Si consiglia di tenere leventuale borsa o borsello a tracolla stesso lato del lato coperto per evitare un eventuale scippo, se passeggia con la propria moglie,compagna , fidanzata opportuno farla procedere sullo stesso lato coperto e in questo caso con la borsa sempre a tracolla posta questa volta tra di voi, se invece sei il capo famiglia, procedere secondo sempre queste modalit i tuoi figli ed eventualmente la moglie davanti a te in modo da poter avere sottocontrollo tutti e per poter intervenire in caso di necessit. Stessa procedura da tenere quando si sta per entrare in un esercizio commerciale opportuno far entrare prima i familiari e Tu successivamente cosa contraria al momento delluscita dallesercizio, si uscir per primi e si aspetter che tutti i propri familiari siano fuori per poter procedere nuovamente come spiegato in precedenza .

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 73

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

6.1 Posizionamento allinterno di bar,pub,ristoranti

Una volta entrati nellesercizio commerciale con le modalit di cui sopra opportuno scegliere, quando possibile, i posti dove sedersi per poter procedere alla consumazione restando sempre in sicurezza e tendendo tutto lambiente sotto controllo, potrebbe sembrare un comportamento paranoico ma in realt solo questione di allenamento e di preparazione mentale alla protezione personale globale. E opportuno scegliere un posto dove si sia almeno coperti da un angolo, il che significa quantomeno posizionarsi con le spalle al muro e con vista in direzione dellentrata/uscita, localizzando le ulteriori uscite di sicurezza,

localizzazione degli estintori e se presente un addetto alla sicurezza memorizzare la sua posizione allinterno del locale .

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 74

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

6.2 Posizionamento Cinema , Teatro e pubblici spettacoli Una volta entrati in un cinema o teatro con le modalit rese note nei precedenti paragrafi, si passa alla scelta del posto a sedere, questa deve essere fatta possibilmente nelle stesse modalit del paragrafo precedente ma sar sicuramente pi difficile trovare un posto a sedere con il muro alle spalle, ci assume importanza relativa visto che mentre in un pub o ristorante si ha un intero tavolo prenotato a propria disposizione questo sar impossibile al cinema ed in alcuni casi anche in teatro, pertanto sarebbe opportuno occupare i posti nel modo seguente : Se siamo un nucleo familiare completo i genitori sceglieranno una posizione centrale rispetto allo schermo o palco per non pregiudicare la visione dello spettacolo, avendo cura per di posizionarsi ai lati esterni della fila lasciando al centro i propri figli sarebbe opportuno anche posizionarsi sul lato estremo della fila in modo da avere assicurata una uscita rapida i caso di evacuazione rapida (fig.6.1).

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 75

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Fig.6.1

Se invece siamo soli con nostra moglie,compagna o fidanzata sceglieremo sempre il lato estremo della fila, faremo accomodare lei vicino al corridoio centrale mentre noi ci posizioneremo accatto frapponendoci tra lei ed il successivo spettatore. Il tutto deve essere condotto con disinvoltura ma rimanendo sempre allerta anche durante la proiezione o inizio dello

spettacolo.(Fig.6.2)

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 76

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Fig.6.2

Capitolo 7. Sicurezza nei mezzi di trasporto autobus,treno e metropolitana Nelle grandi citt non si pu fare a meno di utilizzare i mezzi di trasporto messi a come disposizione autobus e

dallamministrazione

comunale

metropolitana e vista il frequente e massivo uso da parte del cittadino , diviene un luogo ricercato per effettuare furti con destrezza e rapine, quindi divengono un luogo dove riporre molta attenzione per la propria sicurezza e quella dei propri familiari.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 77

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Quando saliamo su di un autobus come per la metropolitana lordine di entrata sar il seguente:

se trattasi di nucleo familiare lordine di salita sar: prima la mamma, i figli ed in ultimo il marito. Se trovate i posti liberi preferibile sistemarsi sui posti posteriori tutti insieme con i bambini seduti tra i due genitori (vedi fig.7.1 - paragrafo precedente) con la donna vicino al finestrino. Altrimenti va bene qualsiasi altro posto con i genitori interposti sempre ai figli ed il padre per ultimo in modo da poter controllare il nucleo familiare. Se in piedi mantenete sempre tale posizione. Eimportante tenere la borsa a tracolla posta davanti, il portafoglio delluomo nella tasca anteriore dei

pantaloni ed evitare lutilizzo delle tasche posteriori dei pantaloni e del taschino interno della giacca.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 78

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

se si tratta di coppia prima la donna e poi luomo mantenendo le stesse accortezze del punto precedente, in pi se posti in piedi la donna deve posizionarsi davanti alluomo proprio tra lasse verticale utilizzato per lappoggio e luomo posto dietro che protegger la donna da qualsiasi evento possa capitare allinterno dellautobus , dal furto con destrezza, alla molestia sessuale. Ovviamente per coppia anche da intendersi non solo uomo-donna ma da intendersi anche

come soggetto Forte-debole quindi valido per padrefiglio/a e figlio/a-padre/madre in casi di persone anziane etc in casi di posto a sedere opportuno far sedere la donna,bambino/a o comunque il soggetto pi debole ed interporsi in piedi proprio davanti reggendosi al corrimano. CAPITOLO 8. LE CHECKLIST

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 79

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

La checklist la lista di controllo di quello che si deve conoscere e controllare ai fini della propria incolumit fisica e per poter affrontare le varie situazioni .

8.1 La checklist della Protezione Personale per i vostri bambini Quello che devono conoscere i vostri bambini per la loro protezione personale e per la sicurezza psicologica dei genitori Se il bambino si perde:Conoscere il proprio nome e cognome, indirizzo, numero di telefono. Concordare un punto di ritrovo quando si fuori o in centri commerciali etc La Password familiare: Un nome o una parola segreta che conoscono solo i membri della famiglia, in caso di emergenza.

Questa password indica che si ha il permesso per esempio di prendere tuo figlio.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 80

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Estranei 5 Principi: 1. Mai andare da nessuna parte con qualcuno che non conosci. Se la conosci , non andare senza avere il permesso dei genitori. 2. Non accettare niente da qualcuno che non conosci. Se si avvicinano troppo, allontanati almeno 2 braccia di distanza. 3. conoscere la password di famiglia. Andare solamente con chi conosce la password di famiglia esempio se qualcuno viene e ti dice Tuo padre mi ha detto di venire a prenderti e poi dice la password. 4. Se un adulto sconosciuto ti chiede aiuto, porta un altro adulto ad aiutarlo! 5. Se un bambino viene avvicinato da qualcuno con autorit, cerca un altro adulto che controlli le sue credenziali (chi ? cosa vuole?).

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 81

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Altri Consigli Utili :

Mai salire su di un auto di qualcuno che non conosci! Stai attento! Guardati in torno e sappi chi ti sta attorno dovunque tu vada (comprese le auto e qualsiasi altro veicolo) Se qualcuno ti trova divertente, non fidarti di ci che senti e guardalo con attenzione. Usa la tua voce per proteggere te stesso ! Se provano ad afferrarti o toccarti, colpisci ci che ti viene pi a portata di mano ( colpisci gli occhi e tira calci) per fuggire da questa situazione. Scappa gridando aiuto. Etica. Combatti solamente per proteggere te stesso in una vera emergenza ! 1. Nessuna Sfida ( mai iniziare un confronto fisico) 2. Nessun danno (non colpire qualcuno se non

vuoi essere a sua volta colpito)

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 82

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

CAPITOLO

9.

NOZIONI

BASE

PER

LA

PROTEZIONE PERSONALE GLOBALE

9.1 Introduzione al conflitto

Nel ricordarvi che Non esiste nessun oggetto di vostra

propriet che valga pi della vostra vita considerate

sempre che le tecniche di difesa che vi proporr nei capitoli successivi andranno applicati in considerazione delle situazioni che vi si presenteranno e che analizzeremo in seguito. Solo in casi di minaccia effettiva e reale per la vostra vita e quella dei vostri familiari sar possibile utilizzare certe tecniche che potrebbero mettervi a dura prova durante un processo penale. Se stai leggendo questo libro perch o sei un istruttore e quindi un professionista delle Arti Marziali, il quale non ti fa automaticamente un professionista della sicurezza e della protezione personale, o sei un lettore che sente la

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 83

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

necessit di maggiore protezione e sicurezza per te per le persone che ti stanno accanto, quindi motivato dal desiderio di migliorare te stesso. Ricordati comunque che questo libro e l'eventuale corso basato su questo programma solo una parte del programma totale disponibile. L'esperienza, la continua pratica, la lettura selezionata ed attenta e il tuo desiderio di conoscenza saranno la strada per il tuo successo o quella dei tuoi allievi qualora tu insegnassi.

Il Corso Il corso di studio sulla protezione personale deve essere organizzato in aree ben precise, e ciascuna contiene le obiettive conoscenze per aiutarti a determinare cosa apprendere attraverso anche immagini e testi che ti aiuteranno a capire meglio le informazioni che ti vengono impartite. Gli argomenti devono riflettere ci che giorno dopo giorno gli studi e le esperienze di persone specializzate pertinenza. in questa specifica area di

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 84

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Il Valore Il corso, migliorer la tua conoscenza in merito alla protezione personale in maniera professionale e globale il libro contiene informazioni e guide pertinenti al combattimento corpo a corpo. La didattica sulla protezione personale prevede 3 livelli di allenamento: base, intermedio e avanzato. Le tecniche sono applicate in modo intuitivo con movimenti semplici e naturali ma studiati in maniera graduale applicando i principi base per il combattimento. Questo libro serve quindi come prima guida per istruttori, allenatori ma soprattutto per le persone accumunate dal bisogno di protezione personale vista l'alta percezione di

insicurezza che si respira ormai da anni.

Il Combattimento Corpo a Corpo Il combattimento corpo a corpo avviene tra 2 o pi persone disarmate o con armi tipiche quali coltelli, bastoni o armi comuni da sparo. La conoscenza di queste arti di combattimento sono abilit necessarie ed

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 85

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

essenziali per chi vuole sapere difendersi diventa di importanza fondamentale.

e questo

LAllenamento Oggi gli scenari possibili in citt a differenza dei militari non richiede tecniche di eliminazione

silenziosa del nemico quindi importante attirare l'attenzione delle persone vicine affinch possano dare l'allarme, intervenire e quindi far desistere gli assalitori. Il combattimento corpo a corpo o disarmato e l'allenamento al combattimento con armi occasionali non solo prerogativa di militari specializzati .

I vantaggi di un addestramento in questo tipo di combattimento sono : Contribuire alla forza,la flessibilit, l'equilibrio e la resistenza. (capacit condizionali) Costruire il coraggio, la fiducia e l'autodisciplina. (capacit psicologica)

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 86

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

9.2 I Principi Base Vi sono dei principi base sul combattimento corpo a corpo, che chi si trova in situazioni di conflitto deve conoscere e applicare con successo per poter porre fine all'aggressione. I principi menzionati sono solo pochi come linee guida basilare e rappresentano la

conoscenza essenziale per un combattimento corpo a corpo. Vi sono molte altre abilit, pi avanzate, studiate attraverso gli anni per rendere maggiormente intuitive le abilit tecniche.

Equilibrio Fisico.

L'equilibrio riferito all'abilit di

mantenere l'equilibrio e rimanere in una stabile posizione eretta. Un combattente corpo a corpo deve mantenere sia il suo equilibrio per difendere se stesso che per prepararsi ad un attacco efficace. Senza l'equilibrio, il combattente non ha la stabilit per difendere se stesso o non avere la base salda per un attacco. Il combattente deve capire 2 aspetti importanti sull'equilibrio:

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 87

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

1. Come muovere il corpo per mantenere o riacquistare il proprio equilibrio. Un combattente sviluppa l'equilibrio attraverso l'esperienza, ma solitamente tenendo i suoi piedi distanti tra di loro almeno larghi quante le proprie spalle e le ginocchia flesse. Tenere il baricentro di gravit aumenter la sua stabilit.

2. Come indebolire l'equilibrio dell'aggressore. L'esperienza insegna al combattente il senso di come muovere il proprio corpo durante il confronto, per mantenere il proprio equilibrio mentre si cerca di esporre i punti deboli dell'aggressore influenzando il suo equilibrio.

Equilibrio Mentale. Un buon combattente deve mantenere inoltre un equilibrio psicologico e mentale ben bilanciato. Non deve permettere alla rabbia e alla paura di avere il sopravvento sulle sue abilit di concentrazione o di

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 88

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

reagire istintivamente durante il combattimento corpo a corpo.

Posizione La posizione riferita alla localizzazione dell'aggredito (chi si difende) in relazione all'aggressore. Un principio vitale per chi si difende quando si attaccati muovere il proprio corpo in una posizione di sicurezza ma tale da poter eventualmente sferrare il proprio attacco. Per fare questo e poter contrattaccare con sicurezza chi si difende deve muoversi secondo delle linee ben precise dettate dalla linea di attacco dell'aggressore.

Fig.9.1

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 89

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Le linee principali sono quelle specificate nella figura 9.1, e sicuramente l'aggressore cambier

continuamente dopo ogni annullamento della sua tecnica di attacco, la sua posizione e le sue linee di attacco. Solitamente queste line di attacco ma anche di difesa sono di circa 45 , basta utilizzare le linee pi appropriate. Questo render pi efficace la nostra difesa, pi complesso la sua facilit di attacco, mettendolo magari in una posizione di svantaggio e rendendolo pi debole e soggetto al contrattacco. Sicuramente la conquista delle giuste linee e dei movimenti richiedo un timing ed una distanza precisa da allenare ripetutamente, in modo da poter creare quella istintivit naturale nel movimento.

La scelta dei tempi giusti il Timing Chi subisce l'attacco ma anche per chi lo esegue deve essere abile nel percepire il migliore tempo per muoversi e porsi in una posizione vantaggiosa, quindi la scelta gusta ed appropriata del timing . Se si muove troppo presto, l'aggressore potrebbe anticipare i suoi

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 90

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

movimenti e modificare l'attacco. Se il difensore si muove troppo tardi l'aggressore potrebbe colpirlo. Ugualmente, il difensore deve lanciare il suo attacco o contrattacco in un preciso istante proprio quando

l'aggressore pi vulnerabile e solitamente questo istante proprio il momento in cui viene sferrato lattacco.

Distanza La distanza la relativa distanza tra le posizioni dei contendenti. Ovviamente il combattente si posizioner ad una distanza che considera vantaggiosa ed appropriata per lui ed in base alle sue caratteristiche fisiche e alle sue abilit tecniche. Nel combattimento corpo a corpo deve aggiustare la distanza cambiando la sua posizione e le direzioni delle sue linee di difesa per sviluppare attacchi e contrattacchi. Deve muoversi in virt degli spostamenti del proprio avversario

scegliendo le linee di difesa e la sua personale distanza pi appropriata a tale spostamento. Ovviamente varia a secondo si tratti di un confronto a mani nude piuttosto

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 91

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

che con armi da sparo o peggio se con armi da taglio o da punta.

Momento Momento la tendenza del corpo in movimento a continuare la propria direzione, questo si ha in due casi specifici : uno dovuto allapplicazione di una forza esterna (es. subendo una spinta, il corpo seguir la stessa direzione della forza applicata) ed un'altra dovuta alla massa corporea in movimento che sviluppa tale momento(es. spingendo e andando a vuoto, il corpo seguir la stessa direzione della forza che si voleva applicare). Maggiore la massa corporea o la velocit del movimento, maggiore sar il momento. Il combattente deve conoscere e capire gli effetti di questo principio e poterlo applicare a suo vantaggio. Tale principio pi conosciuto come il principio di cedevolezza sviluppato ed approfondito da diverse arti marziali e sistemi di combattimento 1. Il combattente pu usare il momento

dell'aggressore a suo vantaggio, pu mettere

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 92

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

l'aggressore in una posizione vulnerabile usando il suo momento contro lui se stesso. a. L'equilibrio dell'aggressore pu essere sollecitato usando proprio il suo momento. b. La deviazione del suo attacco sbilancer il suo equilibrio, obbligandolo a

riconquistare il suo equilibrio a fermarsi e a cambiare la sua direzione di attacco. c. Il momento dell'aggressore pu essere usato a proprio favore aggiungendo un attacco in combinazione o un contrattacco, cosi che chi si difende avr un maggior potere sfruttando la massa corporea in movimento del proprio avversario.

2. L'aggredito deve stare attento che l'aggressore non sfrutti a proprio vantaggio il momento dell'aggredito ed il relativo principio della cedevolezza. Comunque chi si difende deve evitare di posizionarsi in maniera vulnerabile

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 93

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

senza estendersi esageratamente sia durante lattacco che la difesa.

CAPITOLO 10 .MINACCIA ARMATA, LARMA DA TAGLIO O DA PUNTA

10.1 Definizione e riferimenti normativi E obbligo fare alcune considerazioni su questa tipologia di arma dando una definizione specifica e laspetto legislativo e legale riferiti ad essi. Sono armi bianche: spade, pugnali, baionette, tirapugni, bastoni animati, mazze ferrate, manganelli, storditori elettrici, bombolette lacrimogene non

approvate dal Ministero dellInterno. Le bombolette contenenti olio di peperoncino sono liberalizzate se di piccole dimensioni, ma il Ministero ufficialmente ne ha approvate solo tre marche, senza indicare i criteri tecnici seguiti. Per la Cassazione sono armi i coltelli a scatto; per le questure essi sono di libera vendita e si trovano in ogni coltelleria; nel dubbio meglio non acquistarli oppure acquistarli con porto darmi e

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 94

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

denunziarli, senza mai portarli. Si tenga presente che molte armi bianche sono in libera vendita in negozi sportivi o su internet senza che nessuna autorit intervenga e che cosa ingiusta denunziare il detentore senza procedere anche contro il venditore o

importatore. Se anteriori al 1890 sono considerate armi antiche.


(Vedi Sintesi del Diritto delle Armi di Edoardo Mori Magistrato di Cassazione Bolzano, febbraio 2009)

10.2 Il Coltello

Per

la

sua

facile reperibilit ed uso il coltello era e rimane uno strumento in grado di poter offendere profondamente, ferire, inabilitare e portare alla morte laggressore o laggredito. Mi riferisco ad entrambi in quanto luso in applicazioni militare sul campo di battaglia, di fondamentale importanza mi riferisco ad operazioni di
________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 95

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

infiltrazione e neutralizzazione ad opera di reparti speciali militari i quali necessitano di armi e strumentazioni silenziose lo studio del coltello negli ultimi anni grazie alla riscoperta delle Arti Antiche come lo studio delle armi medievali, la nova escrima, le Arti Marziali Filippine ed ancora fenomeni regionali quali la riscoperta delluso del coltello siciliano, hanno reso lutilizzo di questarma molto pi popolare, rispetto al passato. Non voglio entrare nei meriti delletica di tale insegnamento, che vede molti proseliti, cultori ed amanti di questa arma cos affascinante come micidiale e a mio parere tale insegnamento dovrebbe essere limitato a singole e professionali necessit (vedi militari di reparti operativi speciali ed altri enti civili governativi). Il coltello produce un effetto psicologico importante su chi minacciato e soprattutto se minacciato da un aggressore esperto che dimostri confidenza con tale strumento il quale pu essere utilizzato per equilibrare un conflitto con aggressori pi forti e con pi aggressori, tale la sua forza.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 96

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Per capirne bene il suo utilizzo e come possa essere possibile una difesa a mani nude da tale strumento da taglio importante prima fare alcune fondamentali considerazioni.

1. NON POSSIBILE DIFENDERSI da un attacco portato da un vero esperto sulluso del coltello (a meno ch non lo sia anche tu, ma questo improbabile) 2. Durante un confronto armato, nelle migliori delle ipotesi, comunque sarai sicuramente tagliato. 3. Non esiste nessun oggetto di tua propriet che valga di pi della tua stessa vita.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 97

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Di seguito sono riportate alcune foto di persone che sono state, diciamo cos a contatto con unarma da taglio. Visto la realt delle immagini e la loro rappresentazione cruenta, la visione sconsigliata agli impressionabili per tanto qualora foste sensibili a tali immagini vi prego di saltare alle pagine successive.

Le seguenti foto sono tratte da ricerche sul web nelle quali le persone conivolte sono rimaste fortunatamente in vita ma con evidenti segni e con cicatrici di 2 tipi : fisiche e psicologiche.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 98

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Le Armi da Taglio sono le pi pericolose !

Ora se ancora avete voglia e pensate di poter affrontare una lama con tranquillit, scordatevelo!

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 99

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

I paragrafi successivi sono ci che solitamente i maestri darmi e soprattutto di coltello, insegnano alle volte incoscientemente ai loro allievi.

ricordatevi che se un uomo sopravvissuto ad un conflitto armato di lame e se ne esce senza neanche un taglio o un professionista o solo un uomo molto fortunato

Vi ricordo sempre che i

tre principi sopra esposti

restano e rimangono, la sola alternativa alla minaccia da coltello, a meno che non si parli di un pericolo reale alla propria vita o a quella di un familiare.

Passiamo dunque ad alcuni fondamenti sulluso del coltello.

Limpugnatura. Limpugnatura pu essere di due modi ma entrambi efficaci : limpugnatura dritta o limpugnatura inversa.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 100

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Limpugnatura Dritta (detta anche standard o Hammer Grip dallinglese presa a martello ). Si

tiene il coltello in mano formando un V in maniera naturale, come quando si saluta un amico con una stretta di mano.

Il

manico

sul

palmo

della

mano

impugna

diagonalmente il coltello e la sua punta diretta verso il nemico, solitamente con la parte affilata rivolta

verso il basso. Limpugnatura del coltello pu essere sia in posizione verticale o parallelo al suolo. Si utilizza per tale impugnatura per laffondo e per il taglio.

Limpugnatura Inversa (detta anche Ice pick Grip dallinglese rompighiaccio). Si ha quando si afferra il coltello con la lama in parallelo all'avambraccio, e la parte della lama tagliente verso l'esterno. Questa presa nasconde il coltello dalla vista dellavversario. Tale impugnatura risulta essere pi letale nelle fasi

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 101

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

dellinserimento. Si pu utilizzare questa presa sia per tagliare, pungere e affondare.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 102

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Le posizioni di guardia col coltello. Le posizioni principali sono due :

Posizione Standard In questa posizione di guardia , il combattente sta con i piedi ampi circa quando lapertura delle spalle, il piede dominante dietro, con circa il 70 per cento del suo peso sul piede anteriore e il 30 per cento sul piede posteriore. Impugnatura diritta. Laltro braccio vicino il corpo e pronto all'uso, ma protetto.

Posizione Standard

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 103

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Posizione Standard Modificata o Militare. La differenza della posizione di guardia sta nella posizione del braccio armato, il coltello tenuto vicino al corpo e la punta rivolta verso il basso quasi a nascondere larma mentre il braccio non armato avanzato aiuta a nasconderlo.

Posizione Standard Modificata o Militare

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 104

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

10.3 Gli angoli di taglio base da cui difendersi Gli attacchi con larma da taglio in generale sono i seguenti angoli in successione nr. 1,2,3,4,5 In questa sequenza, laggressore inizia con un taglio diagonale diretto alla gola con direzione a 45 dallalto verso il basso, passando poi al taglio simmetrico lato opposto (angoli 1-2) poi i tagli orizzontali da destra verso sinistra (nr.3) e sinistra verso destra (nr.4) ed in fine un affondo diretto verso laddome o il plesso solare (nr.5).Questi gli attacchi base in realt possibile arrivare a 12 angoli di taglio.

Fig.10. Angoli di Attacco

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 105

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

La Distanza.

Esistono due distanze principali nel combattimento con il coltello e queste sono la lunga e la media distanza. Nella lunga distanza gli angoli di attacco sono i numeri 1 2 di quelli presi in esame; orizzontalmente

abbiamo gli angoli di attacco n. 3 e n. 4 e di affondo alle zone vitali con l'angolo numero 5. Utilizzando sempre limpugnatura dritta ma importante che la denominazione numerata degli angoli di attacco non cambier se limpugnatura dellarma cambia da diritta in inversa. Nella media-distanza , l'impugnatura inversa offre maggiore potenza, ed possibile utilizzarla per eseguire tagli ed affondi con gli angoli precedentemente elencati. Nel Combattimento contro un uomo armato di coltello si sicuramente in netto svantaggio ed per questo che necessario un allenamento costante, continuo e soprattutto serio e determinato, perch solo un vero esperto in grado di poter sopravvivere ad un conflitto con tali caratteristiche.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 106

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Nel combattimento alla pari, dove entrambi i contendenti sono armati, anche larto non armato ha sua importante funzione, come del resto tutto il corpo, perch il conflitto non limitato al solo uso dellarma da taglio. La mano libera pu essere usata per intercettare le mani del nemico,creare aperture nella sua difesa, cercando di rompere quellelemento fondamentale spiegato nei paragrafi precedenti quale lequilibrio. L'attenzione deve essere concentrata non sullarma stessa, del resto

larma di per se non pericolosa quanto il braccio e la mano che lo animano

in quanto vi farebbe perdere la visione generale dellaggressore, il quale potrebbe utilizzare altri metodi di attacco quali pugni, calci, gomitate e ginocchiate. Per ovvi motivi non voglio soffermarmi maggiormente sugli attacchi da eseguire e la localizzazione

anatomica dei tagli in quanto non lobiettivo principale di questo libro ma come del resto nel

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 107

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

combattimento a mani nude la giusta valutazione del pericolo per la propria vita o quella di un proprio familiare o terza persona, modificano il grado di pericolosit dei miei contrattacchi; nello specifico se si viene aggrediti ed in tale situazione evidente il reale pericolo per la vita, allora possibile adottare quelle tecniche che nella maggioranza dei casi non posso applicare, in quanto il legislatore in maniera corretta e responsabile regolamenta mediante il principio della proporzionalit delloffesa la materia della legittima difesa, luso legittimo delle armi ed il relativo eccesso colposo. Lutilizzo di tecniche potenzialmente mortali sono ammesse solo in questi casi comunemente denominati di vita o di morte e lo stesso per luso delle armi in genere. E ovvio che il militare in guerra, il reparto speciale di quel determinato corpo o agenzia governativa nel rispetto delle regole di ingaggio ha necessit diverse dal comune cittadino come de resto anche dallo stesso poliziotto, pertanto dovr allenarsi in maniera diversa in termini di obiettivi finali, lavorando

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 108

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

sullallenamento reale, con costanza e determinazione ma sempre con quelle caratteristiche comuni alle esigenze civili in termini di rispetto e diritto al bene pi prezioso che la vita.

CAPITOLO 11. LABC DELLA PROTEZIONE PERSONALE Come istruttori di arti marziali, siamo abituati a insegnare da una tecnica basata su Paradigmi. Questa la bellezza della formazione nelle arti marziali tradizionali, avere cos tanti modi diversi per esprimere il movimento del corpo sia per l'arte che per le applicazioni marziali. Tuttavia, la tecnica da sola a malapena sufficiente a fornire sistemi efficaci di autodifesa per chiunque. Con il tempo gli alterchi diventano pi violenti, perch di solito ci sono un certo numero di cose che non sono state fatte correttamente e che ha permesso alla situazione di degenerare. Questi elementi fondamentali devono essere affrontati in qualsiasi sistema di auto-difesa per essere realmente efficaci!
________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 109

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

La maggior parte delle aggressioni fisiche possono essere fermate dalla consapevolezza e dalle abilit verbali per evitare il confronto fisico o ancor prima evitare lescalation che porti ad esso Lelemento principale dellevento aggressione come il nostro corpo reagisce, allo stress la paura e ladrenalina sorgono spontaneamente, come risposta istintiva di sopravvivenza. Il problema che i metodi di insegnamento tradizionali non affrontano questo fenomeno. Quindi, poche persone (indipendentemente dall'et) non hanno mai imparato metodi concreti su come gestire queste risposte naturali del nostro copro. Senza un allenamento e formazione adeguata, la maggior parte risponderebbe con una ginocchiata che spesso pu peggiorare la situazione. "Proteggersi semplicemente, prendere provvedimenti appropriati al momento opportuno, per far fronte alla minaccia. "

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 110

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

11.1 Gli attori del conflitto Gli attori del conflitto sono le parti in causa, i soggetti , le persone che hanno parte attiva durante lo svolgimento dellevento. Questultimo pu essere un semplice aggressione verbale, un tentativo di

aggressione ai fini di furto, rapina, stupro o sequestro che sia. Solitamente divisi in Aggressore ed Aggredito. 11.2 I tre elementi fondamentali della Protezione Personale Nella protezione personale vi sono 3 elementi fondamentali semplici ma allo stesso tempo complesse da considerare, dalla valutazione del pericolo alla adeguata e quindi proporzionata reazione. Questi elementi, sono racchiusi dallacronimo C.I.A

facilmente memorizzabile (vista la famosa agenzia di intelligence americana) e sono:

Consapevolezza Impostazione della comunicazione verbale e del corpo Abilit di combattimento da utilizzare solo quando
________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 111

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

altro ha fallito e pi specificatamente. C = Consapevolezza La maggior parte dei corsi di auto-difesa si concentrano solo sulla consapevolezza dell'ambiente, (un ambiente non familiare, persone sospette, ecc ..) e quindi fornire varie tecniche fisiche per scongiurare un attacco. Anche se tutte queste informazioni sono meglio che niente, in questa metodologia manca qualche punto cruciale. Come ad esempio, quali sono i modi pi comuni con la quale la gente si mette nei guai e perch questo accade cos spesso? Che cosa succede a livello interno che mi pu impedire di agire in maniera corretta? Consapevolezza Interiore: Attraverso l'interazione anche ludica, insegnare la consapevolezza di ci che sta avvenendo dentro la nostra mente e dei principi biologici che possono inibire la nostra capacit di reagire in modo adeguato (se non del tutto). Per

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 112

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

attivare i processi biologici e biomeccanici di cui si detto in precedenza occorre la presenza o limmissione di uno stress esterno che far scattare le messa in circolo delladrenalina che provocher alcune

inibizioni sulle nostre funzione biologiche principale. Ovviamente uno stesso stress esterno provocato pu provocare risposte diverse a secondo del soggetto preso in esame, una semplice minaccia verbale, di solito sufficiente per stimolare il cervello a produrre gli effetti biologici che approfondiremo in seguito ed ad innestare quelli psicologici che daranno vita alla vera e propria reazione. Gli effetti biologici , alla quale si va incontro un aumento della rapidit della Respirazione, aumento della frequenza cardiaca, perdita del controllo motorio, diminuzione del campo visivo anche detto visione a tunnel , esclusione uditiva, indebolimento delle articolazione delle ginocchia, sono solo alcuni degli effetti della circolazione delladrenalina e che

inibiscono la capacit di reagire in modo sicuro ed efficace. Situazioni di stress intenso provocano un re________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 113

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

indirizzamento

del

flusso

di

sangue

che

si

allontaneranno dagli organi principali (compreso il cervello) per dare maggior forza a quelli stimolati a causa dello stress esterno. Il risultato che si avr una funzione cerebrale limitata , provocando gli effetti sopracitati. Esclude cos anche la possibilit di utilizzare il nostro cervello per valutare e rispondere in modo appropriato. Il sistema limbico una serie di strutture cerebrali che includono l'ippocampo, l'amigdala, i nuclei talamici anteriori e la corteccia limbica che supportano svariate funzioni psichiche come emotivit, comportamento, memoria a lungo termine, e olfatto. Il termine limbico viene dal latino "limbus", solitamente tradotto con "cintura" o "fascia". Il sistema limbico l'area del cervello che funziona per la maggior parte quando viene costretto ed in modo del tutto autonomo. Tutto quello che viene programmato in questo centro emotiva del cervello, detter il nostro comportamento spontaneamente. La domanda allora alla quale si viene sottoposti : come possibile allora programmare il
________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 114

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

nostro sistema limbico ? Tale programmazione avviene inconsciamente dalle precedenti esperienze

e/o incidenti accaduti nel passato. Se si rimasti vittima di un qualsiasi tipo di evento ed in quella occasione csi rimasti come pietrificati dalla paura, questa risposta rimarr uno schema ricorrente, in quanto stata condizionata nel sistema limbico e verr richiamata inconsciamente tutte quelle volte che si ripresenta la stessa situazione. Ci si verifica indipendentemente da qualsiasi arti marziali o altro tipo di allenamento e formazione in cui il sistema limbico non sia stato diciamo cos, per continuare ad usare termini informatici, resettato e quindi rimesso a nuovo. Se al contrario, qualcuno tende ad essere pi reattivo nella stessa situazione di stress , la cosi detta testa calda" viene spinto ,in maniera del tutto autonoma ed istintiva, ad una risposta eccessivamente aggressiva, la loro tendenza sar quella di rispondere sempre nella stessa maniera ad eventi futuri similari. Queste possono essere classificati come "reazioni istintive inconsce". Non hanno una strategia ben

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 115

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

studiata e voluta, ma solo spontanea, in quanto

il

proprio cervello programmato per reagire in quella o altra maniera . Questo importante nellintegrazione ai nostri studi sulla protezione personale in quanto noi stessi e gli altri possono essere luno o laltra tipologia di persona cio : passivo o aggressivo ma entrambi gli estremi possono porre il soggetto in gravi difficolt e pericoli. Solo in questi ultimi tempi, in Italia, stato analizzato e studiato linsorgere del fenomeno del bullismo, fenomeno gi presente nei paesi anglosassoni da molto pi tempo, e non addentrandosi troppo sui motivi socioculturali che hanno riportato alla luce dei riflettori questa problematica vecchia come il mondo, possibile fare una semplice ed obiettiva considerazione in merito al nostro campo di competenza che la Protezione Personale sia degli adulti che per i bambini. Le 2 precedenti tipologie di persone analizzate in precedenza possono cos essere classificate in : Passivo - Questo una tipologia in cui la vittima ha una scarsa reazione, si ripiega e l'aggressore ha il sopravvento sia psicologico che fisico. La maggior
________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 116

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

parte dei bulli, per esempio, sono alla ricerca di una vittima passiva, che sar una facile preda. Solo il 7% della comunicazione una comunicazione verbale. Il restante 93 % comunicazione basata sul linguaggio del corpo, sguardo, espressioni facciali e tono della voce. Insegnando sia agli adulti che ai bambini un modo efficace di non essere facili vittime di aggressioni e per i bambini vittime di bulli. Aggressivo Questa invece una tipologia in cui la vittima ha una reazione eccessiva spesso

aggravando la situazione, dando inizio ad una escalation quando pu anche non essere necessaria. Questa una risposta molto comune in questo mondo di oggi, frenetico ed a tratti nevrastenico. Siamo costantemente bombardati dai mezzi di comunicazioni di massa, in particolare la tv ed i giornali i quali

propongono modelli di atteggiamento da macho (vero uomo) e "cool" (essere alla moda). Molti bambini e ragazzi apprendono questo tipo di comportamento pensando che sia il modo migliore per affrontare qualsiasi conflitto, non pensando ai grossi guai i cui ci
________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 117

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

si pu imbattere. Se aggiungete a tutto ci la politica di tolleranza zero che si sta diffondendo in tutto il nostro paese, si ha una societ cinica e dedita allanarchia, creando per la gente nuovi problemi per se stessi e per gli altri. possibile analizzare, comprendere e praticamente ricondurre qualsiasi tipo di diverbio a questi due semplici modi di comportamento. Succede sempre, a prescindere dallintelligenza degli interlocutori che dalla pratica di questa o quella arte marziale. Accade con gli adulti ed certamente vero per i bambini. Ed per questo che va ribadito pi volte che, la consapevolezza di questi due "stili", aiuta tantissimo a non commettere gli stessi vecchi errori, ripetutamente e allinfinito senza imparare da essi. La consapevolezza della paura: alla maggior parte di noi non mai stato insegnato che lavere paura un sentimento positivo. "Fifone" stato uno dei molti termini utilizzati per denigrare chi aveva paura ed sicuramente uno di quei termini pi educati e

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 118

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

relativamente simpatici ai quali forse tutti nella vita, abbiamo sentito rivolgerci almeno una volta. Quante volte abbiamo sentito da Film, fratelli maggiori,padri e da una molteplice di altre fonti, che non dovevamo mai avere paura di questo o quello. Questo crea confusione nella mente di un giovane, quando

unimprovvisa paura si presenta. La paura una risposta naturale ed istintiva che ha consentito e consente alla nostra specie e a tutte le altre la sopravvivenza. Il problema non la paura, ma il modo in cui rispondiamo ad essa. E'molto importante che i bambini come gli adulti siano educati a dare il giusto valore e la giusta importanza alla paura, che in realt un fidato amico della sicurezza personale e una incredibile fonte di energia. La paura deve essere solamente riconosciuta e gestita nel modo corretto. Il rovescio della medaglia della consapevolezza interna quella esterna: Consapevolezza Esterna: Questo riguarda una serie di aspetti, che vanno dai luoghi sicuri e quelli non

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 119

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

sicuri, per gli adulti e la conoscenza delle informazioni personali, non andare mai da nessuna parte con uno sconosciuto, cosa fare quando ci si perde, si in casa da soli e soprattutto chi uno estraneo per i bambini. Gi parte di queste conoscenze sono state elaborate nei paragrafi e capitoli precedenti. Ma anche molto importante capire la mentalit di un bullo o aggressore qualsiasi et abbia la vittima. Per quanto riguarda il bullismo un fenomeno che stato studiato ed approfondito che ha dato una

informazione importante proprio sulla modalit di scelta, da parte dellaggressore o del bullo, della sua potenziale vittima. Lo standard situazionale vede ricadere la scelta sulle facili vittime, quali possono essere bambini e ragazzi con atteggiamento remissivo e persone anziane, considerate pi deboli e anche queste con atteggiamento remissivo per gli adulti. Proprio come un predatore animale che sceglie le proprie vittime selezionando quelle piccole, deboli e malate. Questo vero anche nel mondo non animale, il nostro. La differenza che i predatori animali lo fanno
________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 120

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

semplicemente per la sopravvivenza, mentre quelli umani sono spinti da una mentalit molto diversa. Dare quindi ai lettori di questo libro ed ai nostri studenti, se insegniamo la consapevolezza di ci che accade all'interno della mente di un aggressore sia esso un bullo che un delinquente di grande aiuto a demistificare ed umanizzare il bullo e laggressore ai loro occhi, senza perdere il contatto con la realt e la valutazione del pericolo. Lo sconforto dei bambini che sentono di non avere alcuna possibilit di

sopravvivenza contro un prepotente o degli adulti di non essere in grado di poter reagire in maniera adeguata un elemento sul quale lavorare in maniera e metodi specifici perch questo semplicemente non vero ! Chiunque ha in se la possibilit e le capacit di reazione necessaria per porre fine al conflitto, ed ovviamente non sto parlando solo dello scontro fisico. Il fatto che nessuno ha mai dato loro gli strumenti necessari ed i mezzi per poterlo fare efficacemente.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 121

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

La consapevolezza della distanza - spiegata ampiamente nei paragrafi precedenti

I = Impostazione della comunicazione verbale,del corpo e dello sguardo Gli esperti concordano sul fatto che oltre il 90% delle aggressioni pu essere interrotto da una buona impostazione verbale fondamentale nel mondo di oggi armare i nostri bambini non solo di abilit fisiche ma soprattutto di abilit che possano efficacemente scongiurare una minaccia. La mancanza di tolleranza civile ed il maggior uso delle armi sono solo due delle molte importanti ragioni che rendono le abilit fisiche gravemente insufficienti per aiutare sia i bambini che le vittime di qualsiasi et a prendersi cura di se stessi. Queste da sole non bastano.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 122

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

La creazione di scenari interattivi educativi, consente agli studenti ed ai praticanti lallenamento su come impostare la propria comunicazione verbale ed il

proprio corpo. Questo tipo di abilit ha avuto successo soprattutto sui bambini vittime di bullismo nella gestione del prepotente. Insegnando loro a modificare le capacit verbali e sempre per i pi piccoli come affrontare un pericolo sconosciuto o una situazione definita in inglese come Inappropriate Touch Situation cio situazioni di contatto inappropriate . Infatti studi hanno dimostrato in maniera conclusiva che gli aggressori adulti vengono fermati nella loro volont aggressiva, se il bambino mantiene una distanza di sicurezza e dimostra presenza e

determinazione. La creazione di questi scenari di allenamento creati appositamente per bambini e adulti, devono essere eseguiti in maniera divertente e giocoso per i bambini, non avendo bisogno di spaventarli inutilmente per creare in loro queste abilit particolari e pi reali possibili negli adulti.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 123

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

A = Abilit nel Combattimento, tecniche di auto-protezione

Chi pratica o insegna arti marziali conosce ed insegna una molteplice variet di tecniche di difesa . Le tecniche che personalmente preferisco sono quelle estremamente semplici, e progettate per le persone pi piccole o pi deboli insegnando loro lapplicazione di queste tecniche in base alle aree pi vulnerabili di una persona molto pi grande e potenzialmente pi pericolosa questo attraverso lo studio dei punti di pressione (Kyusho) che riequilibra il naturale svantaggio.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 124

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Nota importante per la protezione personale dei bambini e ragazzi: naturale che in mancanza di una legislazione specifica sul bullismo in generale, le leggi alle quali bisogna fare riferimento rimangono quelle specificate nel codice penale e del TULPS, quelle alle quali fare riferimento sono sempre la difesa legittima, luso legittimo delle armi e leccesso colposo nella legittima difesa. Quindi, sar vostra prerogativa

affrontare la questione nel modo che ritenete pi opportuno, ma facendo tesoro della legislazione vigente in Italia e quindi mirata alla incolumit dei entrambi gli interlocutori sia esso laggressore che laggredito. Il sistema da me proposto e non presente in questo libro crea scenari di insegnamento per la difesa contro la minaccia fisica di adulti che cercano di

aggredire o rapire il bambino o ancora situazioni di pericolo per la vita propria o altrui, nel pieno rispetto quindi delle norme vigenti. Un sistema di largo e diffuso successo perch fornisce competenze efficaci sia per i bambini che per gli adulti reagendo in modo adeguato prima che la situazione si trasformi da fase verbale in fase attiva.

Visto che la maggior parte degli scontri verbali possono essere fermati da una buona impostazione verbale, la protezione personale nella sua componente attiva e dinamica della difesa personale fisica dovrebbe
________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 125

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

essere usata solo come ultima risorsa. Sottolineiamo il fatto che il combattimento reale non mai un gioco e che in una situazione reale le persone che combattono finiscono nei guai e nei pi facili a capitare si possono fare veramente male. Ma se le queste abilit verbali non fossero sufficienti, allora dobbiamo essere pronti e scegliere il momento per utilizzare al meglio le nostre conoscenze tecniche. Dopo aver allenato sia luna che laltra opzione e capito quali sono i confini tra entrambi allora possibile passare da una modalit Verbal Mode (modo verbale) a quella Fight Mode (modo combattimento).

Gli scenari di combattimento sono pi divertenti se si lascia agli studenti la libert di poter agire verbalmente simulando lalterco, aiutandolo solo sulla gestione dellesercitazione che andr studiata e pianificata nel piano del corso e non c' assolutamente bisogno dellutilizzo di parolacce o del vero e proprio

turpiloquio. Questo grande lavoro incorporato nella vostra classe di arte marziale tradizionale o meno che

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 126

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

sia la rendere sicuramente pi completa, utile ed anche divertente il che non guasta mai!

Il controllo Il controllo uno degli aspetti fondamentali nella pratica delle arti marziali, ma questa non solo da applicare nel tecniche di difesa e protezione fisica, ma anche e soprattutto dei 3 elementi costitutivi

dellindividuo e memorizzabili tramite lacronimo M.E.C.:

Mente (controllo della propria mente) Emozioni (controllo delle proprie emozioni) Corpo (controllo del proprio corpo)
Tutte e tre sono elementi condizionabili dallesperienza e dalla pratica anche utilizzando metodi validi quali la PNL (Programmazione Neuro-Linguistica), il training autogeno, ma lavorando anche con la giusta

integrazione di situazioni di stress esterno che influiscano non solo sulle capacit condizionali (Forza,
________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 127

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Velocit e Resistenza)

ma anche su quelle capacit

oggettive meglio spiegate nel primo capitolo.

Elementi di base da ricordare in tutte le tecniche di protezione personale 1. Mantenere lattenzione su tutto ci che ti circonda. Non dimenticare mai che un aggressione pu avvenire in qualsiasi momento, da ogni direzione, da uno o pi aggressori. 2. Tenere il centro di gravit basso. (baricentro) 3. Ricordare che lenergia positiva/negativa che viene spesso chiamato in causa dalla filosofia orientale (yin e yang) una parte molto importante delle tecniche presenti nelle arti marziali. Tutte le considerazione metafisiche le lascio da parte, i movimenti naturali del corpo umano fanno si che il positivo ed il negativo sono sempre in continua alternanza, risultante dalla continua contrazione e rilassamento dei muscoli. Lalternanza di duro e morbido crea nel corpo dellavversario una reazione

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 128

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

neurologica importante.(vedesi effetti sulluso dei kyusho) a. Tutti i movimenti devono essere rilassati. La sola contrazione si deve avere per il giusto e corretto movimento degli arti interessati e per ma il mai loro in relativo maniera

indirizzamento

eccessiva e comunque corrisponder un rilassamento ovviamente parziale dei

muscoli antagonistib. Il tipico attacco di Karate ci consente luso corretto delle anche e la relativa rotazione delle stesse generano la giusta energia di attacco. 4. Per massimizzare leffetto contro un attacco lineare, la relativa parata o ancora meglio lattacco/parata simultaneo deve sempre

attraversare la linea centrale del corpo per una maggiore difesa del proprio corpo. 5. La conformazione anatomica del nostro braccio formato da 2 ossa principali Ulna e Radio e la

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 129

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

relativa rotazione implica il riposizionamento delle due ossa, nella pronazione totale dellarto superiore (il braccio), Ulna e Radio si troveranno luna sopra laltro indebolendo il braccio stesso ,cosa diversa nella sua supinazione. Questo dovuto alla giusta ripartizione della forza

durante limpatto sia esso in attacco o in difesa 6. Utilizzo dei punti vitali e di pressione, lo studio specifico, approfondito, serio e responsabile di fondamentale importanza per capire meglio come funzionano, come attivarli, che reazioni fisiche (sensoriali, posturali e neurologiche) inducono nel corpo umano in modo da conoscere la successiva tecnica di attacco o di controllo. 7. Luso delle Armi specifiche comune a tutte le arti marziali, sono per me armi naturali tutte quelle armi che riescono, data la loro

conformazione anatomica naturale lattivazione di quei punti naturalmente e biologicamente pi deboli ed accessibili queste sono oltre alle pi comuni: mani e piedi anche ginocchia e gomiti

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 130

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

ma ancora testa e spalle, questultime meno utilizzate ma da non sottovalutare. 8. Uso della visione periferica, contraria al continuo ed eccessivo indirizzamento dello sguardo verso questo o quellaltro obiettivo. La visione periferica ci consente di monitorare una pi vasta zona che ci circonda senza che la focalizzazione distragga la nostra concentrazione ed attenzione da ci che ci circonda-

11.3 Come Massimizzare la vostra energia

Come possibile ottenere il massimo della forza o di energia da una tecnica? Ovviamente a prescindere dal tipo di attacco, sia esso un taglio, una coltellata, un pugno, un calcio o altro, vogliamo che lo stesso sia il pi potente possibile. Per capire meglio di cosa stiamo parlando quando parliamo di forza o energia nel contesto della tecnica, dobbiamo considerare gli studi della biomeccanica e della fisica.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 131

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

La formula matematica che spiega l'energia la seguente :

Et = Energia Totale Et = Ep+Ec+Er Ep = energia potenziale Ec = energia cinetica Er = energia di rotazione

E = mgh + 1 / 2 mv2 + l/2m (r) 2

Da questa equazione, si comprende che l'energia dinamica dipende dalla combinazione di fattori quali lenergia potenziale(Ep), energia cinetica (Ec)e

l'energia di rotazione(Er).

In questi , la

massa e la gravit sono costanti.

E = Energia, m = massa (peso), g = accelerazione di gravit (9,81 m/s2), h = altezza, v = velocit, r = velocit angolare.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 132

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

I fattori variabili invece che cambiano il risultato finale dellenergia sono :

( h ) laltezza della tecnica eseguita fa aumentare l'energia potenziale ( v ) la velocit fa aumentare l'energia cinetica. ( r ) velocit angolare fa aumentare l'energia di rotazione. Le tecniche applicate verso il basso incrementano lenergia potenziale. Quindi se lavversario si trova in una posizione pi bassa rispetto al soggetto (come per esempio lavversario portato a terra tramite una tecnica di atterramento Takedown ) ricever una tecnica pi vigorosa dal punto di vista energetico.

Il fattore maggiormente a nostra disposizione in questa equazione la velocit. La velocit della tecnica , genera una energia maggiore.

Velocit = accelerazione x tempo

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 133

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Pertanto, maggiore la distanza tra l'arma e l'obiettivo, maggiore sar l'accelerazione e la velocit necessaria. Aumentando questi fattori, siamo in grado di aumentare l'energia generata dalla tecnica, sia esso uno colpo, un calcio o un taglio di coltello.

Dal momento che la forza (muscolare) necessaria per aumentare l'accelerazione, in quanto

F= m x a

e quindi

a =F / m

possiamo migliorare la nostra tecnica, rafforzando i muscoli usati per eseguire tali operazioni ed forse per questo motivo per cui nei metodi tradizionali veniva posta tanta enfasi nellallenamento durante lesecuzione delle tecniche e pi volte .

La corretta meccanica del corpo (Biomeccanica) aiuta a generare in maniera corretta e naturale le energie necessarie.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 134

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Nellespressione precedente relativa allenergia si parlava di energia cinetica Ec= m x v2

Lo scopo del movimento quello di ottenere la massima quantit di Ec, ci si avr imprimendo elevate accelerazioni (velocit di Impatto) agli arti.

Lespressione rapida della forza consente, per mezzo delle leve(articolazioni) messe in azione nella catena cinetica aperta, di accelerare mani, piedi o altre parti del corpo alla massima velocit, e quindi ottenere valori di Ec da dirigere verso il bersaglio.

Incrementando quindi la forza rapida e perfezionando la coordinazione possibile produrre un incremento della potenza . E quindi ovvio che muovendo il nostro corpo in maniera adeguata utilizzando spostamenti, e quindi relativi spostamenti di peso nei nostri attacchi o difese, siamo in grado di massimizzare la quantit dei danni che possiamo infliggere o semplicemente aumentare le nostre difese.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 135

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

11.4 Il Comportamento Tattico durante le fasi del conflitto fisico La tattica ed il suo studio, sono di fondamentale importanza in un conflitto sia esso da applicare in campo sportivo che militare, le considerazioni fatte per questultima sono ovviamente valide parlando proprio di protezione in generale. Ma dal modello sportivo che possibile estrapolare lorganizzazione dei mezzi tecnici necessari alla protezione personale nella fase successiva a quella interlocutoria verbale e quindi quando ci si trova proprio in pieno conflitto fisico. Tali mezzi del comportamento tattico possono essere stilati sia in fasi di Difesa che di Attacco secondo le seguenti figure:

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 136

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Lorganizzazione dei mezzi tecnici di difesa

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 137

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Lorganizzazione dei mezzi tecnici di attacco

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 138

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

CAPITOLO 12 .PUNTI VITALI

12.1 Breve accenno storico sui punti vitali

Durante la dinastia Song (960-1279 d.C.) tale famiglia di sovrani inizio ad incoraggiare maggiormente la ricerca nei vari campi della vita civile quali forme di arte,di letteratura e nella medicina soprattutto in questultima, la parte relativa allagopuntura e alla moxibustione. Tali studi passarono da studioso a studioso negli anni a venire passando dal medico privato Gao Wu durante la dinastia Jia Jing (1522-67 d.C.), ma Zhang Sanfeng nato nel 1270 un taoista esperto di arti marziali e agopunturista convinto che lo studio dei punti vitali, lutilizzo di un minimo sforzo di sottomettere un avversario, Sanfeng inizio lo studio per rafforzare questa sua tesi compiendo esperimenti su uomini ed anche animali, la tradizione popolare vuole che corrompesse i carcerieri per poter compiere i suoi esperimenti sui detenuti. I suoi studi lo portarono a

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 139

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

scoprire che lattacco ad alcuni punti di pressione causavano un indebolimento di aree diverse del corpo. La tradizione popolare vuole altres che questi studi fatti da Zhang Sanfeng e le sue scoperte in questo campo lo portarono a ideare una serie di movimenti e di posture (quan) basata sulla conoscenza del gongfu duro di Shaolin dove avrebbe nascosto i principi dellarte di colpire i punti vitali ma allo stesso tempo dissimulandole con laggiunta di tecniche e posture astratte, riservando la conoscenza di tali principi ai suoi allievi fidati e bench con molte opposizioni a questa ipotesi la tradizione lo vuole come ideatore del taijiquan il grande pugno supremo. Zhang Sanfeng ha utilizzato e dimostrato la presenza nel corpo umano di punti particolari che venivano utilizzati in ambito curativo ma ovviamente studiati dagli antichi praticanti e guerrieri per il loro uso in campo di battaglia. La nomenclatura di tali punti di pressione o vitali prendono i nomi dai punti utilizzati nellagopuntura e nella digitopressione, dove si utilizzano i canali denominati meridiani con rispettivi punti numerati. La

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 140

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

mappatura di tali punti e la loro localizzazione anatomica nella medicina occidentale ha risaltato linsistenza di tali in punti dove vi sono presenti , nervi e vasi sanguigni e le loro ramificazioni. Grazie ai rapporti economici e commerciali tra la Cina e le isole Ryu Kyu di Okinawa tali conoscenze si diffusero sullisola. Lo studio di tali punti chiamati tsubo o kyusho (punto vitale) veniva tramandato

oralmente da padre in figlio ma nascosti in kata o quan (forme) codificate per lapprendimento rapido ed istintivo delle tecniche di difesa, ma che solo pochi maestri di Okinawa e della vicina Cina erano a conoscenza delle informazioni insite nei kata. Quindi solo alcuni antichi maestri delle isole di Ryu Kyu ne conoscevano lefficacia e gli effetti e solo poche antiche opere letterarie vennero pubblicate in merito ma solo con pochi riferimenti dato il suo alto valore marziale. I kata presero nomi quali Seisan (Tredici), Seipai (diciotto), Niseishi (ventiquattro),Nepai

(ventotto), Peichurrin (centootto) proprio in riferimento al numero dei punti di pressione o vitali presenti o

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 141

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

metodi di attacco. Tutte le applicazioni dei Kata contenevano e contengo tuttora tecniche di attacco e difesa con leve articolari e relativi bloccaggi, atterramenti, lotta a terra, colpi diretti agli organi interni e soprattutto diretti al sistema neurologico. Ma la maggior parte di questi testi, mancavano della parte pi importante dello studio di tali punti e cio soprattutto come colpirli per ottenere leffetto tanto ricercato ed agoniato. Oggi tali informazioni sono di dominio pubblico anche se in forma a tuttoggi riservata e comunque parziale che gli conferisce un maggiore alone di segretezza e a volte sconfinante con il misticismo ma in realt non vi nessuna spiegazione mistica o fanta-marziale se non quelle confinate e relative alla conoscenza reale dellanatomia umana e delle sue funzioni biologiche. Lapplicazione reale di tali punti e la loro conoscenza sia in termini di localizzazione che in termini di

utilizzo (metodo,angolo e direzione dellattacco) rendono possibile la capacit di far perdere conoscenza al proprio avversario, senza provocare nessun danno

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 142

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

visibile e permanete. A tuttoggi esistono stili di karate dove il Kyusho presente ed anche in maniera principale come il Ryukyu Kempo Karate che non a caso era lo stile iniziale ed anche il titolo del primo libro scritto dal maestro Funakoshi, il cui manoscritto venne completato in meno di appena un mese e pubblicato la prima volta nel 1922, distrutte le lastre nel terremoto del 1923, fu stampata una seconda edizione revisionata sempre da Funakoshi e pubblicata nel marzo del 1925 questa volta con il nome di Rentan Goshin Karate Jutsu ed ancora dieci anni dopo nel 1935 complet il testo in quanto i precedenti si prestavano ad alcune ambiguit e a causa della mancanza di ulteriori spiegazioni vi era il rischio di perdere i punti tecnici pi significativi, cosi in quellanno venne pubblicato il teso successivo intitolato, Karate-do Kyohan dove Kyohan significa testo principale.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 143

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Il Kyusho quindi rappresenta unantica e segreta conoscenza che a tuttoggi rappresenta una moderna, puntuale ed efficace informazione che nel campo della protezione personale e della difesa personale reale diviene non solo importante, ma direi sicuramente fondamentale

Lapplicazione reale di tali punti e la loro conoscenza sia in termini di localizzazione che in termini di

utilizzo (metodo,angolo e direzione dellattacco) rendono possibile la capacit di far perdere conoscenza al proprio avversario, senza provocare nessun danno visibile e permanente.

Di seguito l articolo scritto per il Kyusho Magazine edito dal Kyusho International Inc. e per lItaliana rivista Mak Adventures Magazine

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 144

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

12.2 Punti di pressione (Kyusho) e la difesa personale Femminile contro lo Stalking di Marcello Giannola

In Italia ormai da diversi mesi che le reti televisive, telegiornali, radio e carta stampata parlano di un fenomeno in rapida ascesa quale lo stalking, il fenomeno colpisce in maggioranza le donne

perseguitate da mariti e fidanzati lasciati che si appostano, seguono, minacciano telefonicamente fino poi a raggiungere conseguenze estreme come

laggressione e lomicidio. Tutti, politici di qualsiasi corrente ed ideologia concorde nella realizzazioni di

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 145

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

leggi specifiche per lattenuazione del fenomeno e lattuazione di leggi, norme ed regolamenti gi esistenti per colpire direttamente i persecutori. Gi ! Ma tutto questo riuscir realmente ad eliminare il problema? La pena di morte in alcuni stati americani, ha realmente avuto il fattore di prevenzione sperato? Non sta a me giudicare, ma su di una cosa sono fermamente convinto non demandiamo ad altri il compito di difendere noi stessi e la nostra famiglia, non possiamo mettere la nostra vita e quella dei nostri cari in mano ai politici che con la loro burocrazia lenta ed a volte inconcepibile aggravano ancor di pi la nostra posizione, allora quale la soluzione? Sicuramente in primo luogo la protezione personale femminile deve avere un ruolo di fondamentale importanza e dove le istituzioni (scuole, Comuni, province, regioni e stati) non arrivano o non possono arrivare, il ruolo di Associazioni, Compagnie Private ed esperti di

sicurezza diventa di fondamentale importanza per le comunit. E proprio qui che il Kyusho International con la sua proposta tecnico-didattica si propone a chi

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 146

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

abbia un reale bisogno di sicurezza. Il Kyusho per sua natura, di basilare importanza per le donne che giorno dopo giorno subiscono ogni tipo di violenza e maltrattamento in quanto considerato da molti il sesso debole ma proprio il Kyusho, il suo studio e lo studio della anatomia umana che diminuisce il gap di squilibrio tra i sessi e si propone quale equalizzatore. Lo studio del corpo umano e delle sue debolezze diventa il punto di forza di donne determinate a non essere le vittime designate a volte inconsapevoli di uomini pi forti ed aggressivi.

Allora quali sono i punti Kyusho ideali che una donna deve assolutamente conoscere ed utilizzare?

Secondo lo scrivente i punti devono attenersi a 2 principali linee guida quali :

1. Facilit di accesso con risposta neurologica importante.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 147

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Questo punto molto importante perch la reazione sia il pi possibile destabilizzante in modo da poter avere pi tempo per fuggire e chiedere aiuto.

2. Facilit di attivazione mediante utilizzo di tecniche che richiedano poca forza. Punti facili da raggiungere e sensibili alla tipologia di attacco che una donna adrenalinicamente stimolata pu raggiungere senza lutilizzo e la conoscenza di

tecniche particolari che richiedano luso della forza fisica.

Secondo quando dettato da queste 2 linee guida vediamo nel dettaglio quali punti a mio parere possono essere utilizzati.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 148

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Per una maggiore chiarezza e precisione divideremo le aree di attacco secondo il seguente schema

internazionalmente riconosciuto e con i punti pi utilizzabili in una situazione di conflitto:

Braccia nr.7 punti Principali: L5, L8, P6, H2, TW11, TW12, IL10

Testa nr.7 punti Principali: ST5,VG26,TW17,ST9,GB20,IL18,MHN14

Corpo nr.7 punti Principali: GB26, H1,BL23, CV5, CV15, CV22, ST11

Gambe nr.5 punti Principali: SP6, SP10, LV9, GB31, BL55

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 149

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Iniziamo con lanalisi di un punto del collo che risponde ottimamente ad entrambi punti della linea guida, il punto di cui parliamo in questo articolo il punto Cv 22 situato sulla linea centrale proprio sulla fossa naturale formata dal manubrio dello Sterno, situato nella parte superiore dello sterno stesso, e le clavicole (Articolazione Sterno-Clavicolare) Proprio dietro entrambe le clavicole ed il manubrio dello sterno si trova uno dei vari rami anteriori dei nervi spinali. I tronchi primari si trovano alla base del collo, nella loggia sopraclavicolare maggiore, l passano il nervo frenico e quello vago tra il muscolo scaleno anteriore
________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 150

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

(anteriormente) e i muscoli scaleni medio e posteriore (posteriormente). Da questa posizione anatomica un ottimo modo per attivare tale punto ed i punti in linea con le clavicole quali St11 e St12 quello di premere il nervo stesso contro losso nel caso dei predetti punti e possibile premerli contro la clavicola stessa. Per quanto riguarda il punto da noi trattato Cv22 e possibile premerlo contro il manubrio dello sterno posizionando il dito medio nella depressione naturale ed a uncino premere il nervo in direzione dello sterno.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 151

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Questo provocher come reazione: lallontanamento istintivo del soggetto dalla fonte di dolore con rispettiva perdita di forza negli arti inferiori. Questo consentir anche, da una posizionamento di

strangolamento ad una o due mani, larretramento degli arti superiori, liberandosi cos dalleventuale presa al collo, la vittima ora pu chiedere aiuto, allontanarsi dallaggressore o se in condizioni di poterlo fare, continuare lattacco per renderlo inoffensivo. Le donne sono sicuramente le vittime sicuramente preferite, ma

lallenamento

costante e la loro naturale caratteristica quale la

determinazione che allenata anche questa, le rende

sicuramente efficienti

pi efficaci ed ai loro

rispetto

colleghi uomini.

Di seguito alcune applicazioni

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 152

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Da doppia presa al collo, Agata afferra con al sua mano sinistra il polso dellassalitore premendo e tirando sul punto L8

mentre posiziona la sua destra per accedere al punto CV22

Posiziona il dito medio nella cavit Soprasternale e preme il nervo contro la parte superiore e

posteriore dello sterno

Il risultato sar lallontanamento del soggetto dovuta alla perdita di forza negli arti superiori

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 153

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 154

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 155

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 156

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

12.4Modalit di Attivazione dei principali punti di pressione e relativi effetti neurologici sul corpo umano

In questo paragrafo si entra nel dettaglio dello scritto. Verranno presi in considerazione i punti di pressione principali precedentemente elencati ad eccezione di quelli trattati nellarticolo precedente. Tali punti suddivisi per la loro localizzazione, didattica, questa

suddivisione

meramente

migliorer

lapprendimento sulla localizzazione e le modalit di attivazione (pressione,strofinamento,colpo) diversa per ogni punto e dettata dalla diversit anatomica dovuta alla presenza di nervi, muscoli ed ossa. Con descrizione punto dopo punto di angoli, direzioni, tecniche ed armi migliori per poter raggiungere colpire o manipolare tali punti.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 157

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Quindi gli elementi costituenti le informazioni principali sui punti di pressione o vitali riepilogando sono:

Tipologia di attacco Pressione - Strofinamento Colpo

Modalit di attivazione elementi di base Angolo - Direzione Arma Migliore

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 158

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Punti delle Braccia (L5, L8, P6, H2, TW11, TW12, IL10)

In questo libro abbiamo voluto dare alcune delle nozioni fondamentali di Protezione Personale Globale e quindi una visione ad ampio raggio della sicurezza personale. Lutilizzo dei punti di pressione nelle tecniche di Difesa personale Reale incrementano la nostra sicurezza sia dal punto di vista meramente materiale che a livello psicologico in questo libro tratteremo solo i punti delle braccia per dar modo di seguire un curriculum preciso che porti

allapprendimento rapido ma efficace e soprattutto aumentando le nostre abilit sia generali che

specifiche. Di seguito alcune tabelle riepilogative ed esplicative le quali vi daranno un rapida,precisa ed attenta nozione senza tralasciare la localizzazione anatomica e funzionale ed alcune tecniche di applicazione possibili, con le informazioni pi importatnti quali Angolo e direzione, metodo ed armi migliori.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 159

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Polmone 5 (L5,lung) Questo punto localizzabile tramite la supinazione dellarto superiore (braccio), due dita sotto la piega interna lateralmente alla linea mediana

dellavambraccio, larea di attivazione, uguale per tutti i punti di pressione, ha le dimensioni di circa una moneta di 2 euro. Tale punto pu essere premuto o colpito con un angolo di circa 45 in direzione della mano, il punto localizzato sopra una ramificazione del nervo radiale e la sua compressione contro lo stesso osso (radio) provoca la perdita di forza non solo del braccio colpito ma anche dellarto inferiore stesso lato.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 160

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Riepilogo Polmone 5 Angolo Direzione Metodo Armi Migliori 45 verso la mano pressione o colpo utilizzo dellosso prominente del polso o dellavambraccio

da presa al bavero sx colpire il Tecniche es. punto con larma e la direzione suggerita con movimento a J con il proprio braccio dx

Foto

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 161

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Polmone 8 (L8,lung) Questo punto localizzabile tramite la supinazione dellarto superiore (braccio), due dita sotto la piega del polso lateralmente alla linea mediana

dellavambraccio. Tale punto pu essere premuto o colpito con un angolo di circa 45 in direzione della mano, il punto localizzato sopra una ramificazione del nervo radiale e la sua compressione contro lo stesso osso (radio) provoca la perdita di forza non solo del braccio colpito ma anche dellarto inferiore stesso lato.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 162

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Riepilogo Polmone 8 Angolo Direzione Metodo 45 verso la mano pressione, colpo e strofinamento nella pressione utilizzo del dito Armi Migliori medio nel colpo utilizzo delle nocche della mano

da presa al bavero sx premere il Tecniche es. punto con il proprio dito medio della mano sx e tirare in direzione della mano.

Foto

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 163

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Pericardio 6 (P6,pericardium) Questo punto localizzabile tramite la supinazione dellarto superiore (braccio), quattro dita sotto la piega del polso proprio sulla linea mediana dellavambraccio. Tale punto pu essere premuto o colpito

perpendicolarmente al nervo radiale, il punto localizzato sopra una ramificazione del nervo radiale e posto tra i tendini del polso consentendone i movimenti, la sua compressione contro losso provoca la perdita di forza dellintero braccio interessato inibendo la contrazione del bicipite brachiale.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 164

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Riepilogo Pericardio 6 Angolo Direzione Metodo Perpendicolare al nervo radiale pressione e colpo nella pressione utilizzo del dito Armi Migliori medio, con la nocca del dito indice per colpirlo.

da presa al bavero sx premere il punto con il proprio dito medio Tecniche es. della mano sx, oppure colpirlo con un pugno utilizzando la prima nocca (dito indice)

Foto

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 165

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Cuore 2 (H2,Heart) Questo punto localizzabile internamente allarto superiore (braccio), due dita sotto la piega del polso proprio sulla linea mediana dellavambraccio. Tale punto pu essere premuto o colpito perpendicolarmente al nervo radiale, il punto localizzato sopra una ramificazione del nervo radiale e posto tra i tendini del polso consentendone i movimenti, la sua compressione contro losso provoca la perdita di forza dellintero braccio interessato inibendo la contrazione del bicipite brachiale.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 166

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Riepilogo Cuore 2 Angolo Direzione Metodo Perpendicolare allosso(omero) pressione e colpo nella pressione utilizzo del dito medio, Armi Migliori per colpirlo utilizzare la nocca del dito indice o il metatarso della mano o qualsiasi altra superficie dura

da spinta con mano dx, devio la sua Tecniche es. mano con la mia sx e colpisco con il metatarso della mia mano dx,il punto

Foto

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 167

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Triplice Riscaldatore 11 (TW11,Triple Warmer) Questo punto localizzabile posteriormente allarto superiore (braccio), appena sopra il gomito, un metodo di facile e rapida localizzazione porre il gomito sul palmo della propria mano e chiudendo il pugno il punto si trover esattamente sotto le nocche utilizzate solitamente per bussare ad una porta. Lo stesso insiste proprio sul tendine che collega il muscolo del tricipite e larticolazione del gomito. Tale punto deve essere strofinato in direzione della spalla su e gi, in modo da attivare lapparato Golgi. Lapparato Golgi quel sistema neurologico di controllo, atto a preservare lintegrit dei muscoli e dei tendini da un eccessivo stiramento che potrebbe portare alla relativa rottura. Con lo sfregamento inganniamo questo sistema o apparato, facendo credere al cervello che in atto un pericolo di eccessiva tensione tendino-muscolare, il quale per porvi rimedio rilassa il muscolo interessato. Lapplicazione di tale punto provoca il rilassamento totale dei muscoli del braccio e della spalla, il corpo si piega in avanti il braccio opposto si apre alzandosi,

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 168

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

provocando dolore intenso e quindi la perdita del controllo motorio degli arti superiori. Non si ha nessun effetto se il braccio risulta piegato a 90

Riepilogo Triplice Riscaldatore 11 Angolo Su e gi longitudinalmente al Direzione legamento tendineo quindi in

direzione della spalla Metodo Strofinamento

Posso utilizzare le nocche della Armi Migliori mano usualmente utilizzate per bussare ad una porta oppure usando lavambraccio ma

applicando una piccola rotazione

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 169

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Tecniche es.

da spinta sul lato sx doppia parata (sx-dx) afferro il polso con la mia mano dx sul punto L8 e con lavambraccio sx colpisco con azione di strofinamento il TW11 stesso braccio (arm bar).

Foto 1-2

Foto 3-4

Foto 5-6

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 170

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Triplice Riscaldatore 12 (TW12,Triple Warmer) Questo punto localizzato posteriormente allarto superiore (braccio), proprio al vertice della V capovolta ( ) formata dai muscoli del tricipite. Tale punto deve essere colpito in direzione dellomero. Tale punto provoca la perdita del controllo motorio degli arti superiori, il corpo si piega in avanti il braccio opposto si apre alzandosi, dolore intenso.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 171

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Riepilogo Triplice Riscaldatore 12 Angolo Direttamente verso lomero Su e gi longitudinalmente al Direzione legamento tendineo quindi in direzione della spalla Metodo Colpo consigliabile utilizzare il Armi Migliori proprio avambraccio magari usando losso sporgente della zona del polso

da spinta sul lato sx doppia parata (sx-dx) afferro il polso con la mia Tecniche es. mano dx sul punto L8 e con lavambraccio sx colpisco in maniera profonda il TW12 stesso braccio.

Foto

Vedi tecniche per il punto T W 11

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 172

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Intestino Crasso 10 (LI10, Large Intestine) Questo punto localizzabile pronando allarto

superiore (braccio), proprio tra i muscoli brachiali, lateralmente al braccio e situato su di un ramo del nervo radiale. Un metodo semplice di localizzazione piegando il braccio proprio due dita sotto la piega formatasi, sullavambraccio. Tale punto deve essere colpito in direzione dellosso. Tale punto provoca la perdita del controllo motorio dellarto, il braccio si immobilizza ed il corpo si piega in avanti esponendo la testa ed il collo ad un successivo attacco.

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 173

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Riepilogo Intestino Crasso 10 Angolo Direzione Metodo Direttamente verso losso In direzione della spalla o della mano ma in maniera profonda verso losso Colpo consigliabile utilizzare il pugno e Armi Migliori colpendo con la nocca del dito mignolo ma anche con la parte dura del palmo della mano.

Doppia presa al bavero colpisco con il Tecniche es. palmo delle mani entrambi i punti delle braccia, per poi colpire i punti della testa

Foto

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 174

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Conclusioni

Il particolare momento storico ed economico, ci consiglia di mantenere alta lattenzione a tutto quello che ci circonda. Protezione Personale non significa solo proteggersi fisicamente da eventuali attacchi fisici. Protezione personale significa tenere uno standard di sicurezza di vita quantomeno di medio livello in tutti suoi aspetti, in questo periodo economico anche lattento uso ed investimento dei propri risparmi diventa di fondamentale importanza e quindi

Protezione Personale, gli scenari di guerriglia urbana che giorno dopo giorno i canali di informazione ufficiali ci propongono, aumentano le tensioni e le preoccupazioni dei cittadini, delle famiglie, di ciascuno di noi e spero che questo libro contribuir a riempire quel vuoto di incertezza di sicurezza personale ma soprattutto ti aiuti a mantenere o raggiungere tranquillit e serenit per te e la tua famiglia.
.dedicato al tuo successo.. Marcello Giannola ________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 175

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

Bibliografia Evan Pantazi, Punti Vitali Corso Avanzato, Budo International Publ.Co.,2007 Pierluigi Aschieri, Karate, Sperling & Kupfer, 2000 Mark Edward Cody, Ray Dionaldo, Filipino Combat Systems, Author House, 2005 Chris McNab e Joanna Rabiger, Manuale di sicurezza personale,Edizioni Mediterranee, 2004 Rolf Wirhed, Anatomia del movimento e abilit atletica, EdiErmes,1999

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 176

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 177

Protezione Personale - Un Sistema di Difesa Globale Adeguato alle Tue Esigenze Reali

________________________________________________ di Marcello Giannola 2010 www.kaizenpalermo.com 178