Sei sulla pagina 1di 2

ESERCITAZIONE 11 maggio 2011 ESERCIZIO 1 Un corpo si muove con velocit v 0 =10 m , s

quando inizia a salire lungo la linea di massima pendenza di un piano inclinato liscio, che forma un angolo
=30

con l'orizzontale. Tenendo

conto del fatto che il piano inclinato, essendo liscio (cio privo di attrito), non esercita sul corpo forze tangenziali, calcolare la distanza
l percorsa dal corpo sul piano inclinato, prima di arrivare ad annullare la sua velocit.

Calcolare anche la velocit con cui torna a transitare per il punto di partenza, alla base del piano inclinato.

ESERCIZIO 2 Una massa di


1,88 250 g

cade verticalmente su una molla con costante elastica pari a

N . Una volta raggiunta la molla vi rimane attaccata; la molla si comprime fino a cm

11,5 cm .

Trascurando gli attriti, determinare: a) quanto lavoro compie la forza di gravit nella compressione; b) quanto lavoro compie la molla nella compressione; c) la velocit della massa al momento dell'impatto; d) di quanto sarebbe stata la compressione della molla se la velocit d'impatto fosse stata doppia.

ESERCIZIO 3 Sopra una molla messa verticalmente, si posiziona una massa di


5,97 kg , che in

questo modo la comprime di 8,9 cm . Determinare la costante elastica della molla. Se si spinge la massa verso il basso fino a comprimere la molla di altri
33,1 cm , k

quanta energia potenziale si accumula complessivamente?

ESERCIZIO 4 Un'automobile di massa con il motore che eroga


1200 kg viaggia in pianura ad una velocit costante di 13 kW 15 m s

per vincere gli attriti (parti meccaniche, rotolamento dei

pneumatici, resistenza dell'aria). Alle stesse condizioni, che potenza dovrebbe erogare il motore per percorrere in salita una strada con pendenza 8%? Quale pendenza in discesa occorrerebbe per ottenere la stessa velocit a motore spento?