P. 1
Lezione 8

Lezione 8

|Views: 15|Likes:
Published by Popescu Gianni

More info:

Published by: Popescu Gianni on Apr 05, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

01/02/2013

pdf

text

original

CORSO D’ITALIANO PRINCIPIANTI

TESTO: COME ARREDEREMO IL NOSTRO NUOVO
APPARTAMENTO

VOCI E STRUTTURE GRAMMATICA :
  

I NOMI ALTERATI I PREFISSI IL VERBO

I
L

TEMPO FUTURO. IL FUTURO SEMPLICE

E

IL

FUTURO ANTERIORE
DEI

VERBI AUSILIARI

I
L

FUTURO SEMPLICE
DEI

E

IL

FUTURO ANTERIORE

VERBI REGOLARI

A
LTRI ALL’INDICATIVO

VERBI IRREGOLARI
E

PRESENTE

PASSATO PROSSIMO:

ANDARSENE, VOLERE, SALIRE, USCIRE, UDIRE
UNITÀ 8

1

CORSO D’ITALIANO PRINCIPIANTI

ESERCIZI ABC DIVERTENTE – BARZELLETTE, TUTTI FRUTTI AFORISMI E BATTUTE
COME
ARREDEREMO IL NOSTRO NUOVO APPARTAMENTO
Qualche giorno fa abbiamo festeggiato un gradito evento: ci siamo trasferiti in una nuova abitazione. E’ un appartamento moderno che si trova in un casamento di sei piani, situato in uno dei nuovi quartieri della capitale. Com’è naturale, il nostro appartamento ha tutte le comodità dei nostri giorni, cioè: gas, luce elettrica, riscaldamento centrale, aria condizionata, acqua corrente, calda e fredda, ecc. Ma bisogna vedere questo aoppartamento: Rientriamo della città. Dal pianterreno prendiamo l’ascensore perchè stiamo al quarto piano. Arriviamo così alla porta del nostro appartamento, levio la chiave dalla tasca e apro la porta. L’appartamento che abbiamo affitato (preso in affitto) non è troppo grande, ma è assai comodo; consta di sei vani che sono:un’anticamera, la sala da pranzo, una camera da letto, uno studio, il bagno e la cucina. Dalla camera da letto si esce su dei balconi. In tutte le stanze abbiamo dei mobili moderni di ultimo tipo. Anche i colori delle pareti e le decorazioni sono di gusto moderno. Nella camera da letto la mobília si compone di un letto grande, matrimoniale, di due comodini con piccole làmpade di notte sopra, di un armadio, un cassettone e di una toletta. L’armadio è per il nostro guardaroba e la toletta con uno specchio (rotondo) e con un piccolo sgabello davanti, ci serve quando ci vestiamo e ci trucchiamo. La làmpada, i tappeti e gli scendiletti completano l’interno della camera da letto. La trapunta, le lenzuola e le fédere per i guanciali, o per i cuscinetti (tutta la roba conservata nel cassettone) sono – insieme al materasso – gli ascessori del letto. La sala da pranzo avrà un altro tipo di mobília: un gran távolo circondato dalle sedie al centro, una libreria con il bar lungo una parete ed una credenza ed il tavolino per il televisore, dall’altra parte della stanza. Un lampadario di ferro battuto o di cristallo, qualche quadro e soprammobile, un carrello portavivande, dei candelabri sulle ménsole completeranno con il tapeto, questo piacevole ambiente. Tutte le stanze avranno saracinesche alle finestre, dei ferri da tenda e tende con tendaggi. Nella cucina, la più importante resterà senza dubbio la cucina a gas, con o senza bòmbola, con il forno all’interno o fuori. Nella credenza – vicino all’acquaio – saranno messe le pentole, padelle, tegámi e casseruole. I piatti, i piattini e le scodelle, i bicchieri, le tazze, le posate (il cucchiaio, il coltello, la forchetta ed il cucchiaino) li metteremo nei cassetti della credenza, in cucina o nella sala da pranzo. Il tritacarne, il batticarne, il macinino (di caffè, di

UNITÀ 8

2

CORSO D’ITALIANO PRINCIPIANTI
pepe), la gratella, il colabrodo, il tagliére, l’imbúto, lo schiumarola, lo spremilioni ed altri oggetti preziosissimi per preparare il cibo li troveremo sempre qui. Per aprire le bottiglie ci serviranno un apribottiglie ed una cavatappi (o cavaturaccioli) e per far montare il bianco delle uova (per i dolci e per la pasta), un frullatore elettrico. Anche la péntola a pressione ci farà comodo per preparare i nostri cibi. Vicino alla tavola ci staranno il frigorìfero (od il refrigeratore) per i prodotti alimentari preparati o semipreparati ed il congelatore. Nel bagno ci saranno la vasca con scendibagno, il lavandino a rubinetti, la doccia, il gabinetto ed il bidè. Il portasciugamani (per gli asciugamani) ed il portasapone con il sapone ci staranno sempre lì. E qui troveremo tutto l’occorrente per lavarci e per farci la toletta: il dentifricio e gli spazzolini da denti, le spugne, i péttini e le spazzole da capelli, l’asciugacapelli, il rasoio elettrico (od a lamette), il pannello e la crema da barba, lo sciampo e diverse creme e lozioni cosmetiche. Nel nostro appartamento c’è sempre sole, perchè la facciata è esposta a mezzogiorno. Le finestre e i balconi danno su due ampie strade e un parco molto quieto; ho cosi una vista splendida su tutti i dintorni. Ci piace molto stare alla finestra o al balcone per ammirare la vita quotidiana di questo quartiere che è lo specchio della vita nuova della nostra città. Grazie all’industria edilizia, oggi la città cresce con un ritmo sempre più accelerato, arricchita di quartieri nuovi e lusuosi centri commerciali, vasti complessi d’abitazioni, un velodromo, due o tre campi da golf, ecc. Anche il traffico stradale è aumentato da quando la capitale è diventata la sede di importanti grandi stabilimenti industriali, enti economici e istituti de richerche scientifiche. L’afflusso crescente dei turisti dimostra la sempre maggiore attrattiva della capitale.
l’abitazione accingersi l’acquaio l’afflusso l’ambiente ammirare l’apribottiglie aprire arredare l’arredamento arrichire arrivare l’aspirapolvere assai assegnare l’attrattiva aumentato il batticarne il bicchiere il bidè bisogna il canapè il casamento la casseruóla il cassettone il cavatappi il cavaturaccioli locuinta a se apuca de treabã chiuveta, spãlãtorul de bucãtãrie afluxul mediul a admira dispozitiv de destupat sticle a deschide a mobila mobilarea casei a îmbogãti a sosi, a ajunge aspiratorul foarte a da, a acorda atractia crescut, crescutã bãtãtor, ciocan de fripturã paharul bideul trebuie canapea, sofa clãdirea cratita cu coadã comoda, scrinul la ménsola il mezzogiorno il mobile la mobília la padella la pala i panni la péntola le persiane il piano il pianterreno il piattino il piatto la pittura la poltrona il portasapone il portasciugamani le possate pulire quieto quotidiano refrigerare il refrigeratore rientrare il riscaldamento il rispotiglio il rubinetto le saracinesche consola, etajera sud, amiaza mobila mobila tigaia (cu oalã) fãraşul haine oala jaluzele etajul parterul farfurie micã farfuria, fel de mâncare pictura, zugrãveala fotoliul suport de sãpun suport de prosoape tacâmurile a curãti liniştit cotidian a rãci, a îngheta frigiderul a se întoarce încãlzirea debara robinetul jaluzele

UNITÀ 8

3

CORSO D’ITALIANO PRINCIPIANTI
la chiave il cibo cioè il colabrodo il comodino il congelatore constare la credenza crescere la cucina i cuscinetti il dentifrício il detersivo dimenticare dimostrare la dispensa la doccia l’ente esposto l’evento la facciata la federa festeggiare il forno il fricorìfero il gabinetto gradito la gratella i guanciali l’imbúto il lavandino letto levare la libreria il macinino il materasso tirbuşon tirbuşon cheia mâncarea adicã strcurãtoare de supã noptiera congelatorul a consta bufetul a creşte bucãtãria pernele pasta de dinti detergentul a uita a demonstra cãmara duşul institutia expus, expusã evenimentul fatada fata de pernã a sãrbãtori cuptorul frigider toaleta, closet plãcut, binevenit grãtarul pernele pâlnia chiuveta patul a lua, a scoate biblioteca râşnita salteaua lo scendibagno lo scendiletto lo sciampo la sciumatuóla la scodella la scopa lo specchio spolverare il sofà il sole lo spremilimone il stabilimento stirare lo straccio i supramobili il tagliére il tappo la tasca la tazza il tegáme la tenda le tendaggi la tolétta la tranquillità la trapunta trasferirsi il tritacarne troppo trovare il turacciolo la vasca il vano la vista la vita volere covoraş de baie covoraş de pat şamponul spumiera farfuria de supã mãtura oglinda a scutura de praf, a şterge praful canapea soarele storcãtorul de lãmâi clãdirea, uzina a cãlca cârpa bibelourile tocãtor, fund de lemn dopul buzunarul ceaşca tigaia (cu toartã) perdea draperii toaleta linişte plapuma a se muta maşina de tocat carne prea a gãsi dopul cada de baie încãperea, odaia priveliştea, vederea viata a vrea

MAI BINE

PENTRU A ÎNTELEGE
la cucina a gas – aragaz i ferri da tenda – galeria de il ferro batuto – fier forjat il frulattore elettrico - mixer la làmpada da notte – veioza la làmpada a stelo – lampa cu oggetti d’uso doemstico – casnic il pannello da barba – pãmãtuf la pentola a pressione il rasoio elettrico – apartul lo spazolino da denti – periuta de

far brillare tutto di pulizia – a face totul sã strãluceascã de curãtenie perdea farsi la barba – a se rade fornire la casa appositamente – a dota casa în mod corespunzãtor mettere a posto – a aranja, a pune lucrurile la picior locul lor obiecte de uz la bianchieria da letto – lenjeria de pat la bómbola a gas – butelia de aragaz il carello portavivende – mãsuta cu rotile – oala cu presiune la coperta ricamata – cuvertura, pledul electric de ras la crema da barba – crema de ras dinti

UNITÀ 8

4

CORSO D’ITALIANO PRINCIPIANTI

SINONIME

Il canapè = (frigiderul) Il cavatappi = (dop) I cuscinetti =

il sofà (sofa, canapea)

Il frigorìfero = =

il refrigeratore il turacciolo

il cavaturaccioli (tirbuşon) Il tappo i guanciali (perne)

EXPRESII CU CUVINTELE
DIRE – a spune, a comunica, a povesti, a exprima, a se spune dire di si, di no a spune da, nu non c’è che dire dire la sua a-şi spune propria pãrere dire tra se a-şi spune în sinea sa DOVERE – a trebui, a fi obligat, a fi dator dovere a datora bani riconoscenza dovere rispetto a datora respect PANE - pâine buono come il bun ca pâinea caldã pane dire pane al pane a spune lucrurilor pe nume essere pane e a se avea ca fratii cacio pandolce cozonac genovez pandorato frigãnele viene a dire nu e nimic de zis, n-ai ce zice!, frumos! înseamnã cã

dovere soldi

a datora bani

pan di spagna pan di spezie panettone rendere pane per focaccia togliersi il pane di bocca

pandişpan turtã dulce cozonac milanez a plãti cu aceeaşi monedã a-şi lua pâine de la gurã

panforte chec LA PASTA – pasta, amestecul, coca, aluatul, pastele fãinoase, prãjitura, pateul pasta asciuta paste cu sos pasta in brodo paste cu supã pasta in bianco paste cu unt şi brânzã pasta in umido paste cu supã IL SERVIZIO – serviciul, atentia, plãcerea, favoarea, reportajul fare il servizio a face serviciul militar servizio da tavola serviciu de masã militare servizi igienici grupuri sanitare servizio segreto serviciu secret

 I NOMI ALTERATI
⇔ ⇔ ⇔

GRAMATICÃ

I NOMI ALTERATI sunt acele substantive care se formeazã prin derivare, cu ajutorul unor sufixe: dacã indicã un lucru mai mic sau mai drãgut se numesc DIMINUTIVE (DIMINUTIVI). dacã indicã un lucru mai mare se numesc AUGMENTATIVE (ACCRESCITIVE). dacã indicã un lucru mai urât, mai rãu, mai murdar se numesc PEIORATIVE (PEGGIORATIVI).
SUFIXE DIMINUTIVALE SUFIXE AUGMENTATIVE SUFIXE DEPRECIATIVE

UNITÀ 8

5

CORSO D’ITALIANO PRINCIPIANTI
ino ina etto etta ello ella icino icina icello icella uccio uccia erella ola ettina uzza erello capello (pãlãrie) libro (carte) mano (mânã) occhio (ochi) piede (picior) ragazzo (bãiat) tavolino gattina libretto vecchietta asinello asinella cuoricino tossicina venticello grandicella cavalluccio boccuccia vecchierella bestiola corsettina pietruzza pazzerello cappelino cappelino (pãlãrioarã) libricino (cãrticicã) libricino manina (mânutã) manina occhietto (ochişor) occhietto piedino (picioruş) piedino ragazzino (bãietaş) ragazzino on e on a librone ragazzona accio accia astro astra ucolo ucola onzol o upola aglia accio accia astro astra ragazzaccio linguaccia giovinastro giovinastra maestruncolo maestruncola mediconzolo casupola gentaglia ragazzaccio linguaccia giovinastro giovinastra

cappelone (pãlãrie cu boruri cappelone mari) librone (carte groasã) librone manone (mânã mare, manone grosolanã) occhione (ochi mare) occhione piedone (picioroi) piedone ragazzone (bãietandru) ragazzone

cappellaccio (pãlãrie veche, cappellaccio ruptã) libraccio (cãrtulie) libraccio manaccia (mânã urâtã ca o manaccia ghearã) occhiaccio (ochi rãu, privire occhiaccio rea) ragazzaccio (bãiat rãu, ragazzaccio derbedeu)

 Chiar şi substantivele propri pot avea diminutive: Carlo – Carluccio, Carletto, Giovanni – Carluccio, Carletto, Giovannino, Luisa – Luisella, Luigi – Luigino, Maria – Mariuccia, Marietta, Nina – Ninetta, ino, ella, ino, uccia, Marietta, Giovann Luis Luig Mari Ninetta, Ninuccia, Tonio – Tonino. Ninuccia, Tonino. 
Unele adjective şi verbe pot fi de asemenea derivate:
carino (drãgut) carino grandicello (mãrişor) grandicello pigrone (foarte leneş) pigrone verdastro/verdino verdastro/verdino (verzuliu, verde deschis) canzonetta (cantonetã) canzonetta madrina (naşã) madrina padrino (naş) padrino giocare ( a se juca) parlare (a vorbi) ridere (a râde) giocherellare (a se juca giocherellare în glumã) parlottare (a flecãri) parlottare ridacchiare (a chicoti) ridacchiare caro (drag) grande (mare) pigro (leneş) verde (verde)

Câteva cuvinte derivate şi-au pierdut un pic din sensul de bazã:
pane (pâine) rosso (roşu) signora (doamnã) panino (chiflã) panino rossetto (ruj) rossetto signorina (domnişoarã) signorina

canzone (cântec) madre (mamã) padre (tatã)

 Alte cuvinte care par derivate, dar nu sunt, fiind nişte simple coincidente (“derivate false”):
burro (unt) cavallo (cal) foca (focã) (focã) posto (loc) burrone (prãpastie) burrone cavallone (val mare) cavallone focaccia (lipie, plãcintã) focaccia postino (poştaş) postino

UNITÀ 8

6

CORSO D’ITALIANO PRINCIPIANTI
matto (nebun) mattino (dimineatã) mattino mattone (cãrãmidã) mattone

 I PREFISSI
ac

Principalele prefixe folosite în limba italianã, care au provenit din latinã, sunt:
accordare (a acorda), accompagnare (a acompania) deliberare (a delibera), denominazione (denumire) ex-ministro re reattività (reactivitate), reintegrare (a reintegra) rifare (a reface), riscaldare (a încãlzi) pre prevenire (a preceda), prestabilire (a prestabili) progenitore (strãbun), promettere (a promite)

de

ri

pro

ex

s

es

in

im

esportazione (export), estrarre (a extrage) incredibile (incredibil), indeciso (nedecis), inginocchiare (a îngenunchia) imbiancare (a albi, a zugrãvi), impadronirsi (a lua în stãpânire)

dis

mis

sradicare (a dezrãdãcina), stracciare (a sfâşia, a rupe) disfare (a desface), disapprovare (a dezaproba) misconoscere (a nu lua în seamã, a tãgãdui), misdire (a vorbi de rãu)

sub

stra

sopra

subácqueo (submarin), subentrare (a înlocui, a urma) straordinario (extraordinar), strapotente (ultrapotent) sopraffare (a copleşi), sopraciglio (sprânceanã)

per

percorrere (a parcurge), perciò (de aceea)

sovra

sovraccarico (supraîncãrcat), sovrastare (a sta deasupra)

IL TEMPO FUTURO IL FUTURO SEMPLICE (VIITORUL SIMPLU) indicã o actiune care se va întâmpla în viitor: “Ora lavoro, ma domani mi riposerò” – Acum lucrez, dar mâine mã voi odihni. riposerò” IL FUTURO ANTERIORE (VIITORUL ANTERIOR) indicã o actiune viitoare, dar precedentã, anterioarã unei alte actiuni viitoare: “Lunedi, se avrò ottenuto il risultato, te lo farò conoscere” – Luni, dacã voi fi aflat rezultatul, ti-l voi comunica. VIITORUL ANTERIOR se formeazã din: IL FUTURO SEMPLICE (VIITORUL SIMPLU) al verbelor ESSERE sau AVERE şi IL PARTICIPIO PASSATO (PARTICIPIUL TRECUT) al verbului de conjugat. În limba vorbitã VIITORUL ANTERIOR tinde sã fie înlocuit PRIN VIITORUL SIMPLU: “Quando lo saprò, te lo dirò” – când voi şti, îti voi spune. Viitorul anterior poate avea valoare dubitativã saprò, dirò” înlocuind PERFECTUL COMPUS: “Sarà venuto, ma non me l’hanno detto (Forse è venuto ma ...)” – “Sarà venuto, Poate o fi venit, dar mie nu mi-au spus.
 

 IL VERBO

VERBUL TIMPUL VIITOR

VIITORUL ANTERIORE AUXILIARE

IL FUTURO SEMPLICE
DEI

E

IL FUTURO

VIITORUL SIMPLU ANTERIOR
AL

ŞI

VERBI AUSILIARI

VERBELOR

io avrò tu avrai esso/essa avrà

io sarò tu sarai

AVERE (a avea) avea) noi avremo io avrò avuto voi avrete tu avrai avuto essi/esse avranno esso/essa avrà avuto avuto ESSERE (a fi) noi saremo io sarò stato/stata voi sarete stati/state

noi avremo avuto voi avrete avuto essi/esse avranno

noi saremo

UNITÀ 8

7

CORSO D’ITALIANO PRINCIPIANTI
esso/essa sarà saranno essi/esse tu sarai stato/stata esso sarà stato essa sarà stata voi sarete stati/state essi saranno stati esse saranno state

VIITORUL ANTERIORE REGULATE

IL FUTURO SEMPLICE
DEI

E

IL FUTURO ANTERIOR

VIITORUL SIMPLU
AL

ŞI

VERBI REGOLARI

VERBELOR

io abiterò tu abiterai esso/essa abiterà

io temerò tu temerai esso/essa temerà temeranno io partirò tu partirai esso/essa partirà partiranno

ABITARE (a locui) locui) noi abiteremo io avrò abitato voi abiterete tu avrai abitato essi/esse abiteranno esso/essa avrà abitato abitato TEMERE (a se teme) noi temeremo io avrò temuto voi temerete tu avrai temuto essi/esse esso/essa avrà temuto temuto PARTIRE (a pleca) noi partiremo io sarò partito/partita voi partirete partiti/partite essi/esse tu sarai partito/partita partiti/partite esso sarà partito essa sarà partita

noi avremo abitato voi avrete abitato essi/esse avranno

noi avremo temuto voi avrete temuto essi/esse avranno

noi saremo voi sarete essi saranno partiti esse saranno partite

ALTRI VERBI IRREGOLARI ALL’INDICATIVO PRESENTE PROSSIMO: ANDARSENE, VOLERE, SALIRE, USCIRE, UDIRE

PRESENTE
PROSSIMO

E

PASSATO
PASSATA

ANDARSENE ( a se duce, a pleca)

io me ne vado noi ce ne andiamo io me ne sono andato/andata noi ce ne siamo andati/andate (eu merg) (noi mergem) (eu am mers) (noi am mers) tu te ne vai voi ve ne andate tu te ne sei andato/andata voi ve ne siete andati/andate (tu mergi) (voi mergeti) (tu ai mers) (voi ati mers) esso/essa se ne va essi/esse se ne vanno esso/essa se n’è andato/andata essi/esse se essi/esse ne sono andati/andate (el/ea merge) (ei/ele merg) (el/ea au plecat) (ei/ele au plecat) SALIRE (a urca, a se sui) sui) PRESENTE PASSATA
PROSSIMO

io salgo saliti/salite (eu urc) tu sali saliti/salite (tu urci) esso/essa sale sono saliti/salite (el/ea urcã)

noi saliamo (noi urcãm) voi salite (voi urcati) essi/esse salgono (ei/ele urcã)

io sono salito/salita (eu am urcat) tu sei salito/salita (tu ai urcat) esso/essa è salito/salita (el/ea a urcat) UDIRE (a auzi) io ho udito

noi siamo (noi am vrut) voi siete (voi ati vrut) essi/esse (ei/ele au vrut) PASSATA noi abbiamo udito

PRESENTE
PROSSIMO

io odo

noi udiamo

UNITÀ 8

8

CORSO D’ITALIANO PRINCIPIANTI
(eu aud) tu odi (tu auzi) esso/essa ode udito (el/ea aude) PRESENTE io esco usciti/uscite (eu ies) tu esci usciti/uscite (tu ieşi) esso/essa esce usciti/uscite (el/ea iese) (noi auzim) voi udite (voi auziti) essi/esse odono (ei/ele aud) (eu am vrut) tu hai udito (tu ai vrut) esso/essa ha udito (el/ea a vrut) USCIRE (a ieşi) io sono uscito/uscita (eu am ieşit) tu sei uscito/uscita (noi am vrut) voi avete udito (voi ati vrut) essi/esse hanno (ei/ele au vrut)

PASSATA PROSSIMO noi usciamo (noi ieşim) voi uscite (voi ieşiti) essi/esse escono (ei/ele ies)

noi siamo (noi am ieşit) voi siete

(tu ai ieşit) (voi ati ieşit) esso/essa è uscito/uscita essi/esse sono (el/ea a ieşit) VOLERE (a vrea) io ho voluto (eu am vrut) tu hai voluto (tu ai vrut) esso/essa ha voluto (el/ea a vrut) (ei/ele au ieşit) PASSATA noi abbiamo voluto (noi am vrut) voi avete voluto (voi ati vrut) essi/esse hanno (ei/ele au vrut)

PRESENTE
PROSSIMO

io voglio (eu vreau) tu vuoi (tu vrei) esso/essa vuole voluto (el/ea vrea)

noi vogliamo (noi vrem) voi volete (voi vreti) essi/esse vogliono (ei/ele vor)

Verbul SALIRE (a urca, a se sui) se foloseşte în propozitii ca:  salire sul monte, sul pullman, sull’autobus, sulla bicicletta, sulla scala,sul cavallo – a se urca pe munte, în autocar, în autobuz, pe bicicletã, pe scarã, pe cal – però – salire in macchina – a se sui în maşinã  la strada sale – strada urcã, salgo per due attimi – trec pe la tine pentru douã minute, i prezzi salgono – preturile urcã, la popolazione è salita a .... – populatia a crescut la....., la febbre sale – temperatura creşte.

EXERCITII

1. Rispondete alle domande ? Rispondete - Che cosa ci serve nel bagno, per prendere la doccia e per lavarci i denti, i capelli ? - Quali sono i vasi che ci occorrono per cucinare ? - Cosa ci serve per apparecchiare la tavola ? - Quali sono le posate ? - Com’è la camera da letto ? - Che tipi di mobili si trovano nella camera da letto ? - Ma nella sala da pranzo ? - Che cosa avranno tutte le finestre del nostro appartamento ? - Perché è sempre sole nel nostro appartamento ? - Che cosa dimostra che la sempre maggiore attrattiva della capitale ? 2. Sostituite l’infinito dal testo che segue con il futuro e con il futuro anteriore : Esse (partire) per gli Stati Uniti (partire) d’America dove (restare) per più (restare) tempo. Quando voi (vedere) Mario non lo (vedere) (potere) riconoscere, perché (essere) potere) (essere)

UNITÀ 8

9

CORSO D’ITALIANO PRINCIPIANTI
tanto cresciuto. Tu (sapere) dove (andare) Luigi (sapere) (andare) stasera? Quando noi lo (incontrare) gliene (incontrare) (parlare). Io gli (dare) il libro promesso, che lui (dare) (leggere) con piacere. leggere) Lei me lo (dire), ne (essere) sicuro io! (dire), (essere) 3. Scrivete i eguenti verbi a tutti i tempi conosciuti: LAVORARE (a lucra) CREDERE (a crede) SENTIRE (a simti)

UNITÀ 8

10

CORSO D’ITALIANO PRINCIPIANTI

4. Completate con i verbi (Terza coniugazione -ire) al futuro: 1. Mio figlio___________ (dormire) con l'orsetto. 2. Ti ha telefonato Claudia oggi? No, non la _____________ (sentire) da venerdì. 3. _____________ (voi - partire) con il treno delle 15.30? 4. No, _____________ (preferire) prendere quello delle 18.50. 5. A che ora ______________ (finire) il seminario? 6. _________________ (tu - preferire) il latte o il caffè? 7. Quando _______________ (io - venire) in questa città _________________ (scoprire) sempre qualcosa di nuovo. 8. Da ieri sera Paola non sta bene: __________________ (tossire) spesso e ha anche un po' di febbre. 9. _________________ (noi - uscire) insieme stasera? No, mi dispiace ___________________ (io - uscire) con Luigi. 10. A che ora _________________ (aprire) i negozi? 11. La domenica mi occupo della casa: ______________________ (pulire) i pavimenti e le finestre. 12. Io parlo, ma tu non mi ___________________ (capire)! 13. Per non viaggiare con troppi bagagli, Sergio e Agnese _________________ li (spedire) prima con il treno. 14. ___________________ (voi - venire) da noi stasera? 15. Sì, grazie. ________________ (finire) di mettere in ordine la casa e _________________ (venire). 5. Metti i verbi delle seguente frasi al futuro (l’anno prossimo) e al passato prossimo (l’anno scorso):

UNITÀ 8

11

CORSO D’ITALIANO PRINCIPIANTI
Quest’anno ho qoattordici anni e sono in ottava classe. Noi abbiamo compagni molto simpatici e siamo tutti amici. Valeria ha una sorella che è maestra alle classi elementari. Tu hai un brutto difetto e sei antipatico a tutti. Voi avete da fare e non siete in grado di risolvere tutti i problemi. 6.Traduci in italiano: Merg la George. S-a mutat într-un apartament nou. Are trei încãperi: o sufragerie, un un dormitor şi o baie. Vrea sã aibã mobile noi. Îi place sã stea într-un apartament modern. Cartierul sãu este un vast complex de locuinte pentru muncitori şi functionari. A devenit unul dintre importantele cartiere ale capitalei. Lângã mãsutã se aflã douã fotolii moi. aflã Pe masã sunt douã scrisori şi câteva timbre. Copilaşul acela are o cãrtulie foarte frumoasã. Pe noptierã se aflã un aparat radio şi o lampã. 7. Traducete in romeno: Adesso voglio descrivere la mia camera, cioè la stanza dove studio e

UNITÀ 8

12

CORSO D’ITALIANO PRINCIPIANTI
dove dormo. E’ una camera semplice e carina, con due finestre che danno su un cortile di 200 metri quadrati. I suoi mobili importanti sono i seguenti: un letto moderno, una scrivania, uno scaffale e un armadio a muro. Sul letto ho un guanciale, una coperta candida di lana, una trapunta, due lenzuole e un buon materasso. Accanto al letto, alla sua destra, c’è un piccolo comodino con una sveglia e una lampada, (perchè ho l’abitudine di leggere a letto). Alla sua sinistra c’è un tavolino con la radio. Sul pavimento, accanto al letto, ho uno scendiletto lungo.

"Tutte le cose vanno male contemporaneamente". " Se una cosa non può semplicemente andare male, andrà peggio. " (Leggi di Murphy) "Colui che sorride quando le cose vanno male ha pensato a qualcuno a cui dare la colpa." (Legge di Jones) Sono in attesa sempre della sera. Per incontrare la notte e rivivere un'alba nuova e diversa. (Lorenzo Tramaglino) Non c'è notte così lunga da impedire al giorno di risorgere. (Lorenzo Tramaglino) Se le scimmie riuscissero a provare noia, potrebbero diventare uomini. (Johann Wolfgang Goethe) Gli unici affronti si ricevono dagli uomini d'onore (quelli mediocri non contano). (W. Cowper) Non è esatto dire che un uomo ammogliato vive più di uno scapolo: semplicemente il tempo gli pare più lungo. (Anonimo) Per apparire onesti bisogna esserlo. (Jean de La Bruyére)

UNITÀ 8

13

CORSO D’ITALIANO PRINCIPIANTI
Bisogna essere dei grandi ignoranti per rispondere a tutto quello che ci viene chiesto. (Voltaire) "Mi chiamo Forrest, Forrest Gump, vuole un cioccolatino ? Potrei mangiarne una tonnellata di questi qui, mamma diceva sempre, la vita e' uguale a una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita" (Forest Gump) Gump) "Chissa che non ci si incontri qualche altra volta nel futuro" "O nel passato......" (Ritorno al futuro 2) 2) " Nessuna porta deve essere aperta prima che l' ultima sia stata chiusa, è cosi' difficile da capire ? Questa casa è come una nave e qui la luce deve essere controllata come se fosse acqua, aprendo e chiudendo le porte " (The Others) Others) " L' Oracolo ha molti nemici, dovevo essere sicuro " " Sicuro di cosa ? " " Che tu fossi l' eletto " " Avresti potuto chiedermelo... " " No, non conosci bene una persona finchè non ci combatti " (Matrix Reloaded) " Sua alta eccellenza il grande Jabba The Hut, ha decretato che veniate eliminati, immediatamente " " Meglio, detesto le attese " " Quindi sarete oirtati al mare delle dune, e buttati nel pozzo di Karinn, dove ha la tana il potentissimo SirLock" " Poteva andare peggio... " " Nel suo ventre, scoprirete una nuova qualita' di dolore e di sofferenza, venendo digeriti lentamente per un migliaio di anni " (Star Wars Episode IV – The return of the Jedi) Jedi)

UNITÀ 8

14

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->