Sei sulla pagina 1di 32

marted 13 marzo

SIRACUSA
Le divisioni

13

Sul Pdl: Hanno quattro candidati a sindaco a Floridia e due ad Avola, dove fra laltro non si capisce bene cosa voglia fare.
I big del centrodestra si dovrebbero incontrare il prossimo fine settimana, ma, in questo caso usare il condizionale dobbligo perch i tre partiti, Pdl, Pid e Grande Sud , si stanno gi attrezzando a marciare da soli o in compagnia di movimenti che geograficamente sono collocati nellaltra coalizione, quella denominata Terzo polo. Appare difficile quindi che a tre settimane dalla presentazione delle liste i partiti trovino allimprovviso le ragioni per parlarsi e soprattutto qualcuno abbia veramente voglia di far fare un passo indietro ai propri candidati. Sarebbe bene pensare di stare tutti insieme ma sar difficile realizzare questo deside-

Sui rapporti: Siamo pronti e disponibili a dialogare, e ci auguriamo fino allultimo minuto utile di trovare unintesa, ma non staremo fermi ad aspettare.

Vano desiderio di unit Centaro: Avanti soli


Il Senatore conferma le difficolt di una intesa per i candidati
che si determinata nei sei centri della nostra provincia chiamati al voto il 6 e il 7 maggio prossimi. Perch cos critico? Se dallaltra parte si dichiara di volerci incontrare ai ballottaggi, se gli alleati pensano di volere correre da soli, a noi non resta che prendere atto della situazione. Non abbiamo paura di confrontarci, agli elettori proporremo candidati a sindaco di Grande Sud che hanno le carte in regola per vincere. Abbiamo quindi i nostri candidati e dove possibile anche di dialogare con forze che sono nel Terzo polo. Hanno dato la loro disponibilit al dialogo: a Melilli abbiamo un accordo con lUdc, siamo pronti anche ad Avola e Floridia a chiudere accordi con lo Scudocrociato, ci sono poi intese con liste civiche. C anche uninterlocuzione con lMpa. La politica un fatto dinamico. La staticit di qualcuno nel centrodestra non pu determinare la paralisi, quindi noi ci guardiamo intorno. Senatore Centaro questa critica rivolta al Pdl? I dati certi dicono che hanno quattro candidati a sindaco a Floridia e due ad Avola, dove fra laltro non si capisce bene cosa il Pdl voglia fare. Ripeto siamo pronti e disponibili a dialogare, e ci auguriamo fino allultimo minuto utile di trovare unintesa, ma non staremo fermi ad aspettare. Se poi anche il Pd come a Floridia candida Enzo Giudice e ci dice di vederci al ballottaggio, non ci sono problemi, ci stiamo attrezzando per la competizione. Chi sono i vostri candidati ? Per fare solo dei nomi dico: Rocco Id a Floridia e Luca Cannata ad Avola debbo per premettere che siamo pronti

Lesponente di Grande Sud resta critico con gli alleati sugli accordi in vista delle Amministrative
rio, tranchant il commento del senatore Roberto Centaro, coordinatore provinciale di Grande Sud, alla situazione

al dialogo. Se c la disponibilit degli altri a fare altrettanto. Un giudizio sullamministrazione comunale di Siracusa? Si naviga a vista. Andiamo avanti, ma, alla fine il vero problema sar come stoppare il Piano Paesaggistico. Sabato prossimo faremo un convegno insieme alle categorie produttive sullargomento. Eppure avete incassato recentemente una vittoria sul Piano regolatore. Alla fine abbiamo avuto ragione. Non vi era alcuna forma di cementificazione e gli oneri da pagare sarebbero stati tanti e tali perch si stoppavano delle autorizzazione gi date. Il Comune ha rischiatoun autentico suicidio amministrativo. Lino Di Tommaso

Convenzione tra Comune, Erg e Consolidas per la cura del parco giochi

In piazza San Giovanni lora della riqualificazione responsabile


Pubblico, privato e sociale insieme per ridare unimmagine diversa al parco giochi di piazza San Giovanni, troppo spesso dimenticato e maltrattato. Una collaborazione tra Comune di Siracusa, Consolidas ed ERG permetter, infatti, di avviare il recupero del giardino pubblico di piazza San Giovanni e di effettuare la manutenzione del verde nellarea, tutto attraverso il lavoro di una squadra formata da operai diversamente abili. Il Progetto San Giovanni stato presentato ieri mattina, in occasione dellavvio dei lavori, dal sindaco di Siracusa, Roberto Visentin, dallassessore ai Lavori pubblici, Concetto La Bianca, dal presidente di Consolidas, Ivana Severino, e dal direttore delle Relazioni istituzionali e Comunicazione di ERG in Sicilia, Diego Bivona. Liniziativa, molto innovativa e di alto impatto sociale, contratto di sponsorizzazione di durata biennale ma rinnovabile, in forza del quale il sodalizio gestir lo spazio verde ed effettuer, anche sulle attrezzature, opere di riqualificazione e manutenzione. Il gestore si occuper anche dei giochi per i bambini, nel cui spazio sar collocata una pavimentazione antitrauma acquistata dal Comune. A loro volta, Consolidas ed ERG hanno sottoscritto un protocollo dintesa triennale finalizzato alla copertura dei corrispettivi per gli operai appartenenti a categorie svantaggiate che fanno parte della squadra. Il Progetto San Giovanni ha positive ripercussioni sul quartiere e sulla collettivit, permettendo il recupero e la gestione di una vasta area pubblica verde della citt e rivestendo anche un importante ruolo terapeutico nei confronti delle persone disabili impegnate nell attivit.

LE BREVI

Francesco Nania eletto fiduciario dellUnione Cronisti


Francesco Nania, 49 anni, giornalista professionista, il nuovo fiduciario della sezione siracusana dellUnci. Nania, che dirige i servizi giornalistici di Teleuno Tris di Siracusa, stato eletto a conclusione dellassemblea dei soci dellUnione cronisti della provincia di Siracusa che si svolta allOpen land di viale Epipoli. Erano presenti il presidente del Gruppo cronisti siciliani, Leone Zingales, il consigliere nazionale dellUnci Pino Guastella ed il segretario provinciale dellAssostampa aretusea Aldo Mantineo. Il presidente nazionale dellUnci, Guido Columba, ha fatto pervenire a Nania laugurio di buon lavoro. Augurio che anche la redazione de Il Corriere di Sicilia formula al collega Francesco Nania per un lungo e proficuo lavoro.

Protestano i bancari Mps Nel pomeriggio lassemblea


Lassemblea dei lavoratori di Siracusa e provincia di banca Monte dei Paschi di Siena, per protestare contro la delibera dl Consiglio di Amministrazione del taglio dei costi dei lavoratori, si terr questa mattina nel salone congressi dellhotel Santuario. Parler il segretario provinciale della Fabi, Carlo Rametta, per illustrare le azioni di protesta indette dalla sua organizzazione sindacale e dalle altre rappresentanze sindacali, presenti in Mps, contro il piano dellistituto di credito. Rametta ha confermato lo sciopero e la giornata di mobilitazione del 17 marzo che si terr nella piazza principale di Siena. Le organizzazioni sindacali continuano a contestare al neo-Direttore Generale Fabrizio Viola di aver attuato il piano di contenimento dei costi senza aver avviato il consueto e legittimo confronto preventivo con i sindacati. Il nuovo Direttore Generale, Fabrizio Viola, attaccano le organizzazioni sindacali in una nota unitaria, ha inoltre clamorosamente smentito la portata delle rassicuranti dichiarazioni rilasciate, allatto del suo insediamento, ai mass media, ed anche al Sindacato, sulla possibile evoluzione dei contenuti del nuovo Piano Industriale.

I tutors di inserimento lavorativo e la squadra di lavoro Consolidas.


rappresenta un esempio di collaborazione tra pubblico e privato, che consentir il recupero e la gestione di uno degli spazi verdi attrezzati maggiormente frequentati dalle famiglie siracusane e, al contempo, favorir linserimento sociale e lavorativo di persone che vivono situazioni di disagio fisico e psichico. Il progetto, inoltre, prevede unimportante novit: la realizzazione della prima area attrezzata cittadina per animali domestici di piccola taglia, cos da facilitare la presenza della gente nella piazza. Liniziativa si sviluppa attraverso un doppio binario. Il Comune ha sottoscritto con Consolidas, consorzio di cooperative sociali aderente al network nazionale CGM, un

E dellUdc il nuovo presidente alla Circoscrizione Ortigia Salvatore Gibilisco: Riconoscere la strategicit dei Quartieri
Salvatore Gibilisco, dellUDC, il nuovo presidente dalla Circoscrizione Ortigia. stato eletto con 7 voti favorevoli e 1 astenuto. Subentra ad Antonio Drago. Al momento della elezione il neo presidente ha tracciato gli obiettivi che intende raggiungere durante il suo mandato e che sono: la promozione di attivit rivolte agli alunni del primo circolo didattico di Via dei Mergulensi, la partecipazione alla risoluzione della questione della ZTL, con la revoca della delibera 386 datata Dicembre 2011 che prevede la liberalizzazione degli stalli per residenti e la revoca degli stalli riservati ai non aventi diritto come B&B e operatori delluniversit, la proposta dellabbattimento di tutte le barriere architettoniche presenti sullisola, potenziamento cestini gettacarte, creazione rotatoria con verde in via Riva Nazario Sauro; recupero funzionale ed estetico della fontana di piazzale Delle Poste. Tali obiettivi ha dichiarato il neo presidente nellottica della continuit del lavoro portato avanti finora dai presidente che mi hanno preceduto e con lauspicio che al Consiglio di Circoscrizione venga riconosciuta limportanza strategica che merita, anche se come dimostrano i fatti , tale riconoscimento non gli viene spesso attribuito da altri Organi Amministrativi, che in pi circostanze lo hanno scavalcato e ignorato, sminuendo il suo importante ruolo di collegamento con i cittadini. Insomma una visione di rilancio produttivo attraverso lambiente e la qualit della fruizione del centro storico. Nei prossimi giorni verranno avviati una serie di incontri per valutare priorit di intervento e di richieste. Molte le associazioni ed i movimenti di cittadini presenti in Ortigia. Spesso posizioni diverse sullidea di fruizione del centro storico. Adesso, in molti, chiedono che si superino le divisioni cercando una condivisione reale delle maggiori problematiche segnalate pi volte allamministrazione centrale.

20

SIRACUSA

marted 13 marzo

Allestito un percorso alternativo, il Triangolo ancora alle prese con i danni provocati dal maltempo

Crolla un muro, 194 chiusa


La statale Ragusana interrotta vicino Francofonte
LENTINI - Transito vietato sulla statale 194, Ragusana, e percorso alternativo per gli automobilisti in transito nei pressi del comune di Francofonte, dove la Polizia municipale ed carabinieri della stazione di Francofonte sono stati a lavoro per buon parte della giornata. Il tratto chiuso era quello relativo al chilomecercato di mantenere tutto sottocontrollo anche durante le ore di allerta maltempo. Proprio per evitare un crollo ancor pi pericoloso, hanno lavorato incessantemente sia i dipendenti dellufficio tecnico che i tecnici dellAnas, per la rimozione dei detriti dovuti al cedimento stesso e per la conseguente messa in sicurezza. Un intervento provvedenziale, per evitare disavventur agli automobilisti che si erano avventurati nonostante il maltempo. Ho avuto tanta paura. Quando ho incominciato a vedere lacqua riempire la mia auto ho pure pensato che fosse finita per me. Poi sono stato salvato dai Vigili del fuoco, che mi sono venuti in soccorso. Sono queste le parole di Franco Cormaci, che ha raccontato la tremenda avventura che gli capitata, venerd scorso, durante quel terribile nubifragio che si abbattuto su Lentini. Erano le 19,30, qualche minuto prima della violenta grandinata, e gi tra le vie della citt poca gente, molte auto in panne con i mezzi di soccorso che cercavano di fare il possibile dinanzi ad una citt in preda al panico,. Loperaio cinquantenne decide ugualmente di uscire di casa per andare a lavorare nel Catanese, sfidando le condizioni atmosferiche. Nelluscire da Lentini, nei pressi della stazione ferroviaria, non aveva fatto i conti con un avallamento della strada che ha creato problemi alla sua autovettura. Non rendendosi conto delle diverse automobili ferme, ha voluto prosegue per paura di fare tardi a lavoro, sino a fermarsi in mezzo alla carreggiata trovandosi lacqua allinterno dellabitacolo. Non mi rendevo conto che lacqua si alzasse cos velocemente ha raccontato -, per di pi incominciavo ad avvertire un po di panico perch il telefonino non aveva linea ed il clacson della mia auto ormai era pieno dacqua per cui non suonava e non poteva sentirmi nessuno. Circa due ore quelle trascorse dalluomo nella sua auto, ore difficili sia per la famiglia, che non riusciva a rintracciarlo da nessuna parte, sia per i colleghi che lo attendevano sul posto di lavoro. Lui per era li, ad aspettare un aiuto provvidenziale da parte di chiunque lo vedesse. Addirittura anche un auto della polizia si fermata dinanzi a quel mezzo metro di acqua. Provvidenziale stato larrivo dei vigili del fuoco che hanno tirato lauto fuori dallacqua salvando luomo ormai infreddolito, e posizionando la vettura in fila, dietro una miriade di automobili ferme. I pompieri hanno messo in salvo un anziano rimasto rin-

LE BREVI

Pedagaggi, a fuoco due auto appartengono a suocera e genero


PEDAGAGGI - Un caso che ha subito fatto fatto pensare a vicende familiari probabilmente tese, quello accaduto nella tarda serata di domenica, proprio quando le luci di Pedagaggi, frazione di Carlentini, stavano per spegnersi attendendo linizio di una nuova settimana. Infatti al termine di una serata pi che tranquilla, come dicono gli abitanti della frazione carlentinese, intorno le 23, le sirene accese dei Vigili del Fuoco hanno destato non poche preoccupazioni. Dapprima si pensava che fosse ancora il maltempo il frutto di tutto quel movimento, invece poi si scoperto che i Vigili del Fuoco del distaccamento di Lentini, sono intervenuti per spegnere gli incendi di due autovetture. La prima, una Fiat Panda, posteggiata in via Ferla e una Lancia K, posteggiata in via Mantova. Allarrivo dei pompieri e dei carabinieri della stazione di Carlentini, lincendio della prima auto era stato gi domato dal proprietario, mentre le fiamme hanno distrutto per intero la Lancia K. Secondo le prime indiscrezioni pare che si tratti di incendi dolosi. Suscita parecchio scalpore per il fatto che le due auto sono di propriet della stessa famiglia, e precisamente di genero e suocera. Sono ancora in corso le indagini da parte degli inquirenti per un fatto che ha portato curiosit nella piccola frazione. Eraro, infatti, che la comunit ristretta si trovi alle prese con vicende di cronaca. E lo stretto legame familiare fra le vittime dellincendio dolo fornisce abbondante materiale per far parlare

Primo bilancio dei pompieri: un operaio salvato dallacqua che aveva invaso labitacolo. Lauto era rinasta bloccata nei pressi della stazione di Lentini.

I vigili del fuoco hanno salato un anziano al Biviere. Era rimasto chiuso dentro la vettura rischiando di essere trascinato dal fiume che ra straripato nella zona dei depuratori.

tro 28, a causa del cedimento di un muro di cinta inferiore ai cinquanta metri, che ha creato varie difficolt alla carreggiata che porta fino allingresso della citt. Un problema individuato grazie al lavoro incessante dei tecnici del comune che hanno

chiuso nella sua automobile nei pressi del lago del Biviere, precisamente allaltezza dei depuratori, dove lo straripare del fiume ha bloccato la strada quasi trascinando la stessa automobile in cui si trovava.

R.S

Rosario Sortino

Ip Lentini, tampona unauto motociclista finisce in ospedale


LENTINI - Questa mattina, poco prima delle 13, sulla statale 194, allaltezza della stazione di servizio IP si verificato un incidente stradale ai danni di un motociclista, Francesco Amato, diciotto anni che a bordo della suo moto ha tamponato unautovettura rovinando sullasfalto. Per fortuna non ci sono state conseguenze gravi per nessuno. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia stradale di Lentini che hanno effettuato i rilievi del caso. A prestare le cure mediche sono stati gli operatori del 118 che arrivati sul luogo dellincidente hanno trasportato il giovane motociclista presso il presidio ospedaliero di Lentini, dove i medici hanno riscontrato un contraccolpo alla cervicale un trauma al polso destro ed uno al ginocchio sinistro. Dopo le cure mediche Francesco Amato stato dimesso poich le ferite sono state giudicate guaribili in sette giorni.

Laccusa: interviene se vuole un posto in consiglio. La replica:Prima nessun lamento

Priolo, sullIas scontro fra opposizione e sindaco Le ispezioni per i miasmi infuocano la polemica
PRIOLO - Botta e risposta tra il Sindaco di Priolo, Antonello Rizza, e lopposizione. La vicenda legata ai miasmi Ias accende il dibattito politico priolese. A pronunciarsi, stavolta, il sindaco, Antonello Rizza, chee risponde ai consiglieri comunali, Uno scontro duro, che stato avviato dalle polemiche incandescenti di Biamonte, Cardillo e Paladino. I tre consiglieri, senza mezzi termini, avevano accusato il primo cittadino di aver agito in ritardo nel verificare le esalazioni malsane rilasciate dal depuratore consortile. In merito alle quali, dopo le denunce dei residenti e lispezione dei Vigili urbani alle vasche del depuratore, si era accesso un botta e risposta fra Rizza e e il presidente dellimpianto, Giuseppe Assenza. La soglia di attenzione sullimpianto Ias risponde il sindaco allopposizione consiliare - stata sempre alta, lo dimostra il fatto che gi in due occasioni abbiamo eseguito i sopralluoghi per accertare il funzionamento sia dellimpianto di deodorizzazione, che dellintero depuratore Ias. I consiglieri, tuttavia, hanno manifestato il proprio disappunto in merito alla noncuranza dimostrata dal sindaco, il quale avrebbe pi volte sorvolato sulla vicenda, che era gi stata presentata in consiglio comunale tramite interrogazioni. Ci stupisce hanno detto i tre consiglieri che il primo cittadino si ricordi dei miasmi a fase alterne. Ci stupisce, inoltre, che quando il sindaco si ricorda dellimpianto, poi, segue la richiesta di porre un rappresentante dellAmministrazione allinterno del consiglio di amministrazione dellIas, come stato fatto durante lultimo Consiglio comunale. Accuse neanche tante velate, quindi, di usare la leva ambientale a fasi alterne, secondo le convenienze politiche del momento. Il sindaco Rizza sostiene, invece, che la vicenda Ias non cela nessun tatticismo burocratico. Vorrei tranquillizzare afferma il sindaco Rizza - questi professionisti della dietrologia, ovvero quelle persone che vedono in ogni cosa un secondo fine, che i sopralluoghi effettuati dagli uffici competenti, non sono stati realizzati per alzare il prezzo o intavolare vertici per rivendicare posti di sottogoverno. Lintervento al depuratore Ias - prosegue - stato compiuto soltanto a tutela della salute dei cittadini. Rizza, inoltre, ribadisce la volont dellAmministrazione comunale di passare in prima linea nel controlli di depurazione. In una riunione ufficiale allAsi ha continuato Rizza stato ribadito che il Comune di Priolo entrer in dicembre, in sostituzione del Comune di Melilli, nel consiglio di Amministrazione dellimpianto di depurazione consortile. Il sindaco coglie la palla al balzo per lanciare un siluro indirettao a un consigliere comunale . Alcuni consiglieri conclude il Sindaco - sulla vicenda Ias dovrebbero mantenere un religioso silenzio, dato che proprio il padre di uno di loro stato per tre anni consigliere di amministrazione dellIas e non mi pare che il Comune, in quei momenti, abbia brillato per capacit ed efficienza. Insomma, a Palazzo di citt arrivato il momento di far volare gli stracci. E intanto, fra bordate politiche scambiate da amministrazione e opposizione, botta e risposta fra Comune e vertici del depuratore, i residenti restano senza una soluzione ad un problema ormai annoso. E tutto questo quando la bella stagione sta per approssimarsi, e la presenza di miasmi nellaria pu solo acuire i disagi.

Maria Chiara Catalano

Fra i donatori sette devoti di Santa Lucia

Carlentini, Avis in piazza Aumentate le donazioni


CARLENTINI - Una domenica allinsegna delle donazioni, quella che domenica mattina ha impegnato i volontari dellAvis di Carlentini, che hanno stazionato con una autoemoteca in piazza Diaz per sensibilizzare verso la cultura della donazione. La sezione carlentinese presieduta, da quattro anni da Pippo Gentile e, durante la sua presidenza si avuto un notevole aumento delle donazioni, segno che la politica di informazione fatta anche nelle scuole del territorio stata proficua. Nel 2011 sono stati fatti, per conto dellAvis di Carlentini, 317 prelievi, 71 in pi rispetto lanno precente. Molti giovani fanno parte dei 200 donatori che conta lassociazione, 28 dei quali sono donne. Non mancano i giovanissimi che diventano soci non appena consentito dalla legge, cio 18 anni e, ci sono pure coloro che hanno superato i 50 e ancora vogliono dare il loro contributo alla comunit. Sette devoti di Santa Lucia hanno effettuato la pre-donazione che permetter loro, di diventare ufficialmente donatore Avis. E stata una giornata proficua ha dichiarato la Rita Petralia, direttore del

Petralia: giornata proficua. Oltre duecento i donatori, prelievi in aumento

centro trasfusionale dellospedale di Lentini (nella foto con Gentile).

Chiara Catalano

Gianluca Agrusa