Sei sulla pagina 1di 32
Une Guida Linee Guida 1999 per il trattamento dell’ipertensione arteriosa dell’Organizzazione Mondiale della Sanita (OMS) e della Societa Internazionale dell’lpertensione (ISH) Comitato per le Linee Guida* Journal of Hypertension 199, 1711-85 Parole ula tate ipeteno 7 ev Line Gi re dt Comin pr Introduzione ‘Queste Linee Guida Vengono pubblicate in un momento paricola mportance peri rattamento del mente ipertensione atteriosa e per lapre st associate, Nella seconda m della mortal eardiovascolare in. America del Nord, nell one delle patologie cardiovascolaiad e ide XX seeolosiéassistitoad una progressiva riduzione ropa ‘occidentale, in Giappone © in Austealasia (J), Purallelamente, il controllo delVipertensione arcriosa in queste parti del mondo & migliraco considerevolmente. Per esempio, le Health Examination Survess ji Stati Uniti d’Amesiea hanno dimostratache, mentre tr, i1 1976 e il 1980 solo il 10% dei sopgett ipertesi aveva livelli di pressione arteriosa al di sotco dei 140/90 mmbig, tail 1988 ei 1991 tale percentuale aveva raggiunto il 27% (2). B peralero importante silevare che cid significa anche che negli Stati Uniti pit del 70% dei soggett ipertesi non ha un eontolloottimale della pressione acter: sao®senzatattamento), un dato che satosscontrato in molt altri Paesi [3] E anche importante rilevare che vi sono preaceupanti segnali che il miglioramenco osservato in p numero dei pszientiipertesi ben tatat si di recente appiattito in leant casi addivieur indagine ha indicaco el (6% dei pazientiipestesi ha livelli di pressione arterioss al di sotto dei 140/90 mmlg [4]. Inoltre, negli Srati Unit, dati recenti hanno mosteato come la mortalita per ietus cerebrale(comretea per et) sia ievemente sumentata e come paral lelamence la siduzione della mortaliea per coronaropatia (CHD) osservata nel ventennio precedence si sia attenuata. Infine, per i ato nei confionti del invertito. Nel Regno Unico, una recente ianziani nelle popolazioni dei Paes “siluppati", Titus eerebrale ¢ Je malsttie coronatiche sono enteambi rimasti stabil o sono aumentat in termini assoluti anche dove gli indici di tali event correrti per Ancora pi preoceupante & li malate eardiovascolari che sta artalmence in steno diminuite ‘seconda ondata” epidemica di estendo i Paesi in via di wiluppo e quelli del’ex-area sovalista. Edel utto evidente che in questa parte del mondo le coronaropatie ¢ le malattie ‘cerebrovascolati sono in aumento cosl rapido che entso il 2020 esse rappresenteranno rispettivamente la prima ¢ la quarta causa di ‘morbilith [5]. Poiché gi elevati valoi pressor hanno un'importan- za rilevante nella patogenesi di entrambe queste condizioni, & chiaro che una delle maggiorisfide che leautoria e gl operator del settore sanitario devono fronteggiare& i controll dellipereensio- ne arteriosa in cutti i Paesi del mondo, e cid a livello sia di singolo paziente che di popolazione generale. Scopo delle Linee Guida Le Lince Guida OMS-ISH 1999 sono state scrite allo scapo di uidarei medic specialist responsabil della cura dei pazient con clevati valor di pressione arteross. Esse saranno coredate di un vademecum di Linee Guids pratche per medici di medicina generale e per altri medici che si aecupino di pazient ipertesi in ‘ati Paesi del mondo. Come per le Linee Guida OMS-ISH det passato,il problema pit dffisamente diseusso& quello del tat ‘mento dei puzieni con ipercensione “lieve”, dal momento che vi 2 ancora qualche incerezza, sia tai medici che nei'ambito della policia sanitaria, su come tatare questa condizione. Poiché negli ipertes le malate cardiovascolari hanno cause spesso multifatto- tial, queste Linee Guida frniscono delle raccomandacioni per la fidutione del schio eardiovascolare attraverso Ia rduzione della del tattamento anche degli ati fattort di ischio da cui sono frequentemente afferti gl ipertesi Le Linee Guida 1999 non si ccupano dato canto del trata ‘mento delle forme pi gravidliperensione (se non in termini asai general), né del eratamento di pazienti con forme secondarie di ipertensione, Esclus dalle Linee Guida 1999 sono anche i proble tn relativi als prevenzione primara eal controlle del pertensio- ne nella popolizione. Quest problemi, pero git affvontad in alia sede (6), sono complementari ma distinti dalla strategia eminentemente clinica che @ il tem di queste Linee Guida 2 Journal of Hypertension 1999, Vol 17 N.2 BOX 1. Linee Guida OMS-ISH 1999 + Le Linee Guida OM ion basate SSH 1999 fornncono raccomand AVincerpretazione dei ula dist pide rmiologiie cinct Fatt dui expert del Comicaco per te Linee Guida OMS-ISH, + Scopo principale & di alrieinformazion scientificamente calibrate ee siano di guda a medic, senza rappresentre ‘egole toppe rigide © senza ridume lo spazio che deve essere lsciat al experinza dh ogi sanitariocite i tata ‘mento de singoipazieni, che poanno differenzirsi per caraeerntche sanitaric, soci etniche © + Le Linee Guida OMS-ISH sono state sere per un pubbi cowastoprowenicnte da comunita ta lor laamente div se persists santa e disponibile di rsorse F auspieabile chee Linee Guida OMS.ISH possano essere izzae dal espeti nzionalie regional come base per 1 delle raccomandazioniche sino pit ypecifiea- amento dei pazienipertesi nelle ance geogsfiche di appartenenza ultucl BOX 2. Ipertensione e normotensione * L livelli di pressione arteriosa sono correlati al rischio di parologia cardiovascolare in mode continuativa © ogni defi nizione di jpertensione (0 clevara pressione arteriosa) & pereidarbitraia Molte malattiecardiovascolari legate alla press sa si manifestano in soggetei che sono a tutti li effetti da considerare normotes + Levidenza seientitiea ui benefice sui rschi di una ridue Zione della pressione arteriosa& stats perdottenuta in larg smisura da studi su pazienti selezionati in base agi elevati valoridi pressione arteriosa + Nom & del tutto accereato se i ssultai degli effete del rac mento ottenuti nei soggett ipertesi possano essere estrapoli- ti ai soggetti con liveli di pressione aterioss inf ‘+ Vi sono peraltro buone ragioni per aspettrsi che almeno pazienti non ipertesi ad alto rischio beneficino di una Tiduzione della pressione arceriosa, Studi specifici sono ‘comunque necessari per confermare © meno tale Fattori di rischio cardiovascolare nei pazienti ipertesi B nota che nelle popolaoni occidental la malar- tia coronarica alte comuni patologie cariovascolat, quali lo seompenso cardiac, ricanescono numerose cause efattor predit tivi i prineipali dei quali sono desertei brevemente in questo capitol. In quale misura quest itor sino preliiv della essa patologiacurdiovascolare nelle popoazioni non occidental ‘oto, anche se reenti dat su popolzioni dell Asia orientale sug- seviscono che almeno per la pressione arterosae pe la colestero- Jemia asociazione lla patologacardiovascolare i simile 2 quel- 1a delle popolazion occidental [7]. Levidenzascientifia ancora pi imitaea crea i fatriche sono responsabii delle pit comuni patologiecardiovascolari in altre popotszion del globo, come quel- Je del’ Afiea sub-sahaiana, del India dell Ameries Latina Effetti della pressione arteriosa sul rischio di patologia cardiovascolare Ictus cerebrale Sis in popolazioni deiemisfero occidentale che in popolazioni dell’emisfero orientale j live di pressione aterioss, sia sistolica che diastolca, sone positivamente eon rischio di ietus per un ampio intewvalla di valori [7.8]. B stato