Sei sulla pagina 1di 1

Chimica: generale, organica, inorganica.

La chimica la scienza che studia la materia (in quanto formata da specie chimiche) e le sue trasformazioni irreversibili. La chimica generale studia le leggi che governano i fenomeni chimici (leggi ponderali, struttura dell'atomo, specie chimiche, legami chimici, reazioni chimiche). La chimica organica studia le molecole della vita: le macromolecole (glucidi, lipidi, protidi, acidi nucleici). In particolar modo, considerata materia organica quella che studia non proprio i composti del carbonio ma pi precisamente da scheletri di carbonio e idrogeno, in cui gli atomi di carbonio sono legati tra loro a formare anelli (steroidi), eliche (acidi nucleici), catene (acidi grassi). La materia organica poi formata da specifiche specie chimiche (25), tra queste, le pi ricorrenti sono C, H, O, N, S. In passato stata definita organica la chimica che studia i composti sintetizzati dagli esseri viventi, perch si credeva che tali composti erano irriproducibili in laboratorio proprio a causa delle loro origine organica (da un essere vivente). Va detto che non proprio cos, gli esseri viventi riescono a sintetizzare composti inorganici (le piante per fotolisi producono O2 e per respirazione cellulare, CO2). Dopo la scoperta che l'urea sintetica aveva le stessa identiche propriet di quella "naturale" tale definizione stata sostituita da una pi esatta che prevede che composto organico qualsiasi composto del carbonio in cui questi abbia numero di ossidazione inferiore a +4. La chimica inorganica stata in passato definita come la chimica che studia i composti in cui sono assenti gli atomi di carbonio. Dato che anche alcuni composti in cui compare il carbonio (CO2) sono inorganici, si tende a dire che inorganica la materia in cui il carbonio - se presente - non legato a s o ad atomi di idrogeno e pi esattamente quando ha numero di ossidazione pari a +4. I minerali sono considerati i composti inorganici per eccellenza.

Potrebbero piacerti anche