Sei sulla pagina 1di 33
24 febbraio 2012 IL COMUNE: RUOLO E ORGANIZZAZIONE Relatore: Manuel Marzia

24 febbraio 2012

IL COMUNE:

RUOLO E ORGANIZZAZIONE

Relatore: Manuel Marzia

Perché interessarsi della Pubblica

Amministrazione oggi?

Perché interessarsi della Pubblica Amministrazione oggi? Una risposta “DIVERSA”
Una risposta “DIVERSA”
Una risposta
“DIVERSA”
Perché interessarsi della Pubblica Amministrazione oggi? Una risposta “DIVERSA”

PRODUTTIVITA’ E PROGRESSO

«La produttività non è tutto,

ma a lungo andare è quasi

tutto. La capacità di un paese di migliorare il suo standard di vita nel tempo dipende

quasi interamente dalla sua capacità di aumentare la produzione per lavoratore

Paul Krugman, Nobel per l’Economia 2008

interamente dalla sua capacità di aumentare la produzione per lavoratore .» Paul Krugman, Nobel per l’Economia
interamente dalla sua capacità di aumentare la produzione per lavoratore .» Paul Krugman, Nobel per l’Economia

INCIDENZA DELLA SPESA PUBBLICA SUL PIL NEI PAESI OECD

Fonte: elaborazione su dati OECD ed Eurostat, 2007
Fonte: elaborazione su dati OECD ed Eurostat, 2007
THE GLOBAL COMPETITIVENESS REPORT 2011 - 2012

THE GLOBAL COMPETITIVENESS

REPORT 2011 - 2012

THE GLOBAL COMPETITIVENESS REPORT 2011 - 2012
« Il PIL non tiene conto della salute delle nostre famiglie, della qualità della loro

«Il PIL non tiene conto della salute delle nostre famiglie, della qualità della loro

educazione o della gioia dei loro momenti

di svago. […] Non comprende la bellezza della nostra poesia o la solidità dei valori familiari, l’intelligenza del nostro dibattere

o l’onestà dei nostri pubblici dipendenti.

Non tiene conto né della giustizia nei nostri tribunali, né dell’equità nei rapporti fra di noi. Il PIL non misura né la nostra

arguzia né il nostro coraggio, né la nostra

saggezza né la nostra conoscenza, né la nostra compassione né la devozione al nostro paese. Misura tutto, in breve,

né la devozione al nostro paese. Misura tutto, in breve, eccetto ciò che rende la vita

eccetto ciò che rende la vita veramente

nostro paese. Misura tutto, in breve, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere
nostro paese. Misura tutto, in breve, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere

degna di essere vissuta.»

nostro paese. Misura tutto, in breve, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere

Robert Kennedy

nostro paese. Misura tutto, in breve, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere
Cosa produce la Pubblica Amministrazione?

Cosa produce la Pubblica

Amministrazione?

Cosa produce la Pubblica Amministrazione?
Cosa produce la Pubblica Amministrazione?

VALORE PUBBLICO

Mark H. Moore, Creating public value (1995)

VALORE PUBBLICO Mark H. Moore, Creating public value (1995)
VALORE PUBBLICO Mark H. Moore, Creating public value (1995)

IL TRIANGOLO STRATEGICO

Mark H. Moore, Creating public value (1995)

VALORE

PRODOTTO E

IMMESSO NEL

SISTEMA

LEGITTIMAZIONE

E SUPPORTO (CONSENSO)

E IMMESSO NEL SISTEMA LEGITTIMAZIONE E SUPPORTO (CONSENSO) COERENZA TRA RISORSE E OBIETTIVI (CAPACITA’ OPERATIVA)

COERENZA TRA

RISORSE E OBIETTIVI

(CAPACITA’

OPERATIVA)

E IMMESSO NEL SISTEMA LEGITTIMAZIONE E SUPPORTO (CONSENSO) COERENZA TRA RISORSE E OBIETTIVI (CAPACITA’ OPERATIVA)

FOCUS: IL COMUNE

Ruolo e organizzazione

FOCUS: IL COMUNE Ruolo e organizzazione
FOCUS: IL COMUNE Ruolo e organizzazione
FOCUS: IL COMUNE Ruolo e organizzazione

IL COMUNE:

il livello della PA più vicino al territorio

D. Lgs. 267/2000 (TUEL) Art. 3 comma 2

«Il comune e' l'ente

locale che rappresenta la propria comunità, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo».

rappresenta la propria comunità, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo » . PRINCIPIO
rappresenta la propria comunità, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo » . PRINCIPIO
rappresenta la propria comunità, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo » . PRINCIPIO
rappresenta la propria comunità, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo » . PRINCIPIO

PRINCIPIO DELLA COMPETENZA GENERALE

rappresenta la propria comunità, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo » . PRINCIPIO
rappresenta la propria comunità, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo » . PRINCIPIO

IL COMUNE: LE FUNZIONI

D. Lgs. 267/2000 (TUEL) Art. 13 comma 1

«Spettano al comune tutte le funzioni amministrative che riguardano la popolazione ed

il territorio comunale, precipuamente nei settori

organici dei servizi alla persona e alla comunità, dell'assetto ed utilizzazione del territorio e dello

sviluppo economico, salvo quanto non sia

espressamente attribuito ad altri soggetti dalla legge statale o regionale, secondo le rispettive competenze».

PRINCIPIO DELLA COMPETENZA GENERALE

altri soggetti dalla legge statale o regionale, secondo le rispettive competenze ». PRINCIPIO DELLA COMPETENZA GENERALE
altri soggetti dalla legge statale o regionale, secondo le rispettive competenze ». PRINCIPIO DELLA COMPETENZA GENERALE
altri soggetti dalla legge statale o regionale, secondo le rispettive competenze ». PRINCIPIO DELLA COMPETENZA GENERALE
altri soggetti dalla legge statale o regionale, secondo le rispettive competenze ». PRINCIPIO DELLA COMPETENZA GENERALE
altri soggetti dalla legge statale o regionale, secondo le rispettive competenze ». PRINCIPIO DELLA COMPETENZA GENERALE

ENTI LOCALI: ELEMENTI QUALIFICANTI

ENTI LOCALI: ELEMENTI QUALIFICANTI AUTONOMIA (statutaria, organizzativa, finanziaria, impositiva) RAPPRESENTANZA

AUTONOMIA (statutaria, organizzativa, finanziaria, impositiva)

RAPPRESENTANZA

(comunità territoriale di riferimento)

TITOLARITA’ DI FUNZIONI PROPRIE (pianificazione territoriale, servizi sociali etc…)

TITOLARITA’ DI FUNZIONI DELEGATE (stato civile, elettorale, anagrafe, funzioni “regionali”)(pianificazione territoriale, servizi sociali etc…) FINALITA’ DI SODDISFACIMENTO DI BISOGNI PUBBLICI

civile, elettorale, anagrafe, funzioni “regionali”) FINALITA’ DI SODDISFACIMENTO DI BISOGNI PUBBLICI

FINALITA’ DI SODDISFACIMENTO DI BISOGNI PUBBLICI

FINALITA’ DI SODDISFACIMENTO DI BISOGNI PUBBLICI RESPONSABILITA’ DELLO SVILUPPO E PROMOZIONE DEL TERRITORIO
FINALITA’ DI SODDISFACIMENTO DI BISOGNI PUBBLICI RESPONSABILITA’ DELLO SVILUPPO E PROMOZIONE DEL TERRITORIO

RESPONSABILITA’ DELLO SVILUPPO E PROMOZIONE

DEL TERRITORIO

FINALITA’ DI SODDISFACIMENTO DI BISOGNI PUBBLICI RESPONSABILITA’ DELLO SVILUPPO E PROMOZIONE DEL TERRITORIO

IL COMUNE: STRUTTURA ORGANIZZATIVA

Principio di separazione tra funzioni di

indirizzo politico-amministrativo e funzioni

di gestione

ORGANI DI GOVERNO

Sindaco

Giunta

Consiglio

ORGANI DI

GESTIONE

Dirigenti (o responsabili)

e funzioni di gestione ORGANI DI GOVERNO Sindaco Giunta Consiglio ORGANI DI GESTIONE Dirigenti (o responsabili)
e funzioni di gestione ORGANI DI GOVERNO Sindaco Giunta Consiglio ORGANI DI GESTIONE Dirigenti (o responsabili)
e funzioni di gestione ORGANI DI GOVERNO Sindaco Giunta Consiglio ORGANI DI GESTIONE Dirigenti (o responsabili)
e funzioni di gestione ORGANI DI GOVERNO Sindaco Giunta Consiglio ORGANI DI GESTIONE Dirigenti (o responsabili)
e funzioni di gestione ORGANI DI GOVERNO Sindaco Giunta Consiglio ORGANI DI GESTIONE Dirigenti (o responsabili)

IL COMUNE: STRUTTURA ORGANIZZATIVA

IL SEGRETARIO COMUNALE

Svolge la funzione di “notaio” dell’ente locale. È iscritto ad un albo apposito.

• È il garante della correttezza e della legalità dell’azione amministrativa; • Svolge funzioni di assistenza e di consultazione giuridica agli organi

dell’ente;

• Partecipa con funzioni consultive, referenti e di assistenza alle riunioni del consiglio e della giunta e ne cura la verbalizzazione; • Può rogare tutti i contratti nei quali l'ente è parte ed autenticare scritture

nei quali l'ente è parte ed autenticare scritture private ed atti unilaterali nell'interesse dell'ente

private ed atti unilaterali nell'interesse dell'ente

nei quali l'ente è parte ed autenticare scritture private ed atti unilaterali nell'interesse dell'ente
nei quali l'ente è parte ed autenticare scritture private ed atti unilaterali nell'interesse dell'ente
nei quali l'ente è parte ed autenticare scritture private ed atti unilaterali nell'interesse dell'ente
nei quali l'ente è parte ed autenticare scritture private ed atti unilaterali nell'interesse dell'ente

IL COMUNE: STRUTTURA ORGANIZZATIVA

IL DIRETTORE GENERALE

Viene nominato dal Sindaco tramite contratto a tempo determinato (durata < o = al mandato).

• Attuazione degli indirizzi e degli obiettivi stabiliti dagli organi di governo dell'ente; • Supervisione alla gestione dell'ente; • Risponde dei livelli ottimali di efficacia ed efficienza della gestione • Predispone il piano dettagliato di obiettivi nonché la proposta di piano esecutivo di gestione previsto;

gestione • Predispone il piano dettagliato di obiettivi nonché la proposta di piano esecutivo di gestione
gestione • Predispone il piano dettagliato di obiettivi nonché la proposta di piano esecutivo di gestione
gestione • Predispone il piano dettagliato di obiettivi nonché la proposta di piano esecutivo di gestione

IL COMUNE: ORGANI DI GOVERNO

IL SINDACO

LA GIUNTA

Eletto dai cittadini

Nominata dal Sindaco

Rappresenta l’ente

Responsabile

dell’amministrazione

Nomina la giunta

Nomina i vertici

amministrativi (incarichi)

Art. 50 TUEL

Composta da Assessori

Esercita il potere esecutivo

“Staff politico” del Sindaco

Regolamento ordinamento

uffici e servizi

da Assessori Esercita il potere esecutivo “Staff politico” del Sindaco Regolamento ordinamento uffici e servizi
da Assessori Esercita il potere esecutivo “Staff politico” del Sindaco Regolamento ordinamento uffici e servizi
da Assessori Esercita il potere esecutivo “Staff politico” del Sindaco Regolamento ordinamento uffici e servizi
da Assessori Esercita il potere esecutivo “Staff politico” del Sindaco Regolamento ordinamento uffici e servizi
da Assessori Esercita il potere esecutivo “Staff politico” del Sindaco Regolamento ordinamento uffici e servizi

IL COMUNE: ORGANI DI GOVERNO

IL CONSIGLIO COMUNALE

Eletto dai cittadini

Organo di indirizzo politico - amministrativo

Dotato di autonomia funzionale e organizzativa

Competenze specifiche (art. 42 TUEL)

e organizzativa Competenze specifiche (art. 42 TUEL) PROGRAMMAZIONE E INDIRIZZO (statuti, regolamenti, atti di

PROGRAMMAZIONE E INDIRIZZO

(statuti, regolamenti, atti di pianificazione annuale e pluriennale)

specifiche (art. 42 TUEL) PROGRAMMAZIONE E INDIRIZZO (statuti, regolamenti, atti di pianificazione annuale e pluriennale)
specifiche (art. 42 TUEL) PROGRAMMAZIONE E INDIRIZZO (statuti, regolamenti, atti di pianificazione annuale e pluriennale)
specifiche (art. 42 TUEL) PROGRAMMAZIONE E INDIRIZZO (statuti, regolamenti, atti di pianificazione annuale e pluriennale)
specifiche (art. 42 TUEL) PROGRAMMAZIONE E INDIRIZZO (statuti, regolamenti, atti di pianificazione annuale e pluriennale)
specifiche (art. 42 TUEL) PROGRAMMAZIONE E INDIRIZZO (statuti, regolamenti, atti di pianificazione annuale e pluriennale)

IL COMUNE: ORGANI DI GESTIONE

DIRIGENTI

(O RESPONSABILI DEI SETTORI / SERVIZI)

• Adozione di atti e provvedimenti amministrativi che impegnano l’ente verso l’esterno; • Attuazione degli obiettivi e programmi definiti negli atti d’indirizzo tra i quali:

a) atti di gestione finanziaria ed assunzioni di spese b) atti di amm.ne e gestione del personale, • Responsabilità e discrezionalità nei diversi

del personale, • Responsabilità e discrezionalità nei diversi provvedimenti disciplinati da statuto e regolamento
del personale, • Responsabilità e discrezionalità nei diversi provvedimenti disciplinati da statuto e regolamento
del personale, • Responsabilità e discrezionalità nei diversi provvedimenti disciplinati da statuto e regolamento

provvedimenti disciplinati da statuto e regolamento

del personale, • Responsabilità e discrezionalità nei diversi provvedimenti disciplinati da statuto e regolamento
del personale, • Responsabilità e discrezionalità nei diversi provvedimenti disciplinati da statuto e regolamento

IL COMUNE: struttura degli organi di Governo

IL COMUNE: struttura degli organi di Governo

IL COMUNE: esempio di struttura organizzativa

IL COMUNE: esempio di struttura organizzativa
IL COMUNE: esempio di struttura organizzativa

ORGANIZZAZIONE: MODELLI INTERPRETATIVI

ORGANIZZAZIONE: MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA

BUROCRAZIA

ORGANIZZAZIONE: MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA

ORGANISMO

ORGANIZZAZIONE: MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA

RETE

MACCHINA

ORGANIZZAZIONE
ORGANIZZAZIONE

DOMINIO

ARENA POLITICA

MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA POLITICA
MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA POLITICA
MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA POLITICA

FAMIGLIA

MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA POLITICA
MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA POLITICA

ORGANIZZAZIONE: MODELLI INTERPRETATIVI

ORGANIZZAZIONE: MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE ORGANISMO DOMINIO FAMIGLIA ARENA POLITICA

BUROCRAZIA

ORGANIZZAZIONE: MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE ORGANISMO DOMINIO FAMIGLIA ARENA POLITICA
ORGANIZZAZIONE: MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE ORGANISMO DOMINIO FAMIGLIA ARENA POLITICA

RETE

MACCHINA

ORGANIZZAZIONE
ORGANIZZAZIONE

ORGANISMO

DOMINIO FAMIGLIA ARENA POLITICA
DOMINIO
FAMIGLIA
ARENA POLITICA

ORGANIZZAZIONE: MODELLI INTERPRETATIVI

ORGANIZZAZIONE: MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA

BUROCRAZIA

ORGANIZZAZIONE: MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA

ORGANISMO

ORGANIZZAZIONE: MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA

RETE

MACCHINA

ORGANIZZAZIONE
ORGANIZZAZIONE

DOMINIO

ARENA POLITICA

MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA POLITICA
MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA POLITICA
MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA POLITICA

FAMIGLIA

MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA POLITICA
MODELLI INTERPRETATIVI BUROCRAZIA ORGANISMO RETE MACCHINA ORGANIZZAZIONE D O M I N I O ARENA POLITICA

EVOLUZIONE NELLA RAPPRESENTAZIONE DELLA P.A.

MACCHINA BUROCRAZIA
MACCHINA
BUROCRAZIA
EVOLUZIONE NELLA RAPPRESENTAZIONE DELLA P.A. MACCHINA BUROCRAZIA COMPLESSITA’ DEL CONTESTO ORGANISMO RETE

COMPLESSITA’

DEL CONTESTO

EVOLUZIONE NELLA RAPPRESENTAZIONE DELLA P.A. MACCHINA BUROCRAZIA COMPLESSITA’ DEL CONTESTO ORGANISMO RETE
ORGANISMO RETE
ORGANISMO
RETE

ESISTE “LA” SOLUZIONE ORGANIZZATIVA MIGLIORE?

SI
SI
ESISTE “LA” SOLUZIONE ORGANIZZATIVA MIGLIORE? SI SCUOLE CLASSICHE Modello Ideale Burocratico (WEBER) • Autorità
ESISTE “LA” SOLUZIONE ORGANIZZATIVA MIGLIORE? SI SCUOLE CLASSICHE Modello Ideale Burocratico (WEBER) • Autorità

SCUOLE CLASSICHE

Modello Ideale Burocratico (WEBER)

Autorità legale razionale

Sistema di regole e procedure stabilite a priori

Impersonalità / professionalità

Management Scientifico (TAYLOR - FAYOL) Misurazione (tempi e metodi)

Specializzazione

(TAYLOR - FAYOL) • Misurazione (tempi e metodi) • Specializzazione • Gerarchia e ampiezza del comando
(TAYLOR - FAYOL) • Misurazione (tempi e metodi) • Specializzazione • Gerarchia e ampiezza del comando
(TAYLOR - FAYOL) • Misurazione (tempi e metodi) • Specializzazione • Gerarchia e ampiezza del comando
(TAYLOR - FAYOL) • Misurazione (tempi e metodi) • Specializzazione • Gerarchia e ampiezza del comando

Gerarchia e ampiezza del comando (Gulick)

(TAYLOR - FAYOL) • Misurazione (tempi e metodi) • Specializzazione • Gerarchia e ampiezza del comando

ESISTE “LA” SOLUZIONE ORGANIZZATIVA MIGLIORE?

NO
NO
ESISTE “LA” SOLUZIONE ORGANIZZATIVA MIGLIORE? NO APPROCCIO “CONTINGENCY” (MODELLO EMPIRICO) ANALISI DEL CONTESTO

APPROCCIO “CONTINGENCY”

(MODELLO EMPIRICO)

ANALISI DEL CONTESTO

“CONTINGENCY” (MODELLO EMPIRICO) ANALISI DEL CONTESTO Obiettivi strategici Tecnologia/competenze Ambiente di

Obiettivi strategici Tecnologia/competenze Ambiente di riferimento Livello di incertezza

Ambiente di riferimento Livello di incertezza SOLUZIONI “VARIABILI” Struttura Meccanismi
Ambiente di riferimento Livello di incertezza SOLUZIONI “VARIABILI” Struttura Meccanismi
Ambiente di riferimento Livello di incertezza SOLUZIONI “VARIABILI” Struttura Meccanismi

SOLUZIONI “VARIABILI” Struttura

Ambiente di riferimento Livello di incertezza SOLUZIONI “VARIABILI” Struttura Meccanismi Organizzazione

MeccanismiTecnologia/competenze Ambiente di riferimento Livello di incertezza SOLUZIONI “VARIABILI” Struttura Organizzazione

Ambiente di riferimento Livello di incertezza SOLUZIONI “VARIABILI” Struttura Meccanismi Organizzazione

Organizzazione

Ambiente di riferimento Livello di incertezza SOLUZIONI “VARIABILI” Struttura Meccanismi Organizzazione
Ambiente di riferimento Livello di incertezza SOLUZIONI “VARIABILI” Struttura Meccanismi Organizzazione
Ambiente di riferimento Livello di incertezza SOLUZIONI “VARIABILI” Struttura Meccanismi Organizzazione
Ambiente di riferimento Livello di incertezza SOLUZIONI “VARIABILI” Struttura Meccanismi Organizzazione

IL PERIMETRO DELLA DECISIONE PUBBLICA

REGOLE

CONSENSO

Spazio della

decisione pubblica

RISORSE

IL PERIMETRO DELLA DECISIONE PUBBLICA REGOLE CONSENSO Spazio della decisione pubblica RISORSE

GLI ATTORI DELLA DECISIONE PUBBLICA

ISTITUZIONI

REGOLE

CONSENSO

POLITICA

Spazio della

decisione pubblica

MANAGEMENT

RISORSE

GLI ATTORI DELLA DECISIONE PUBBLICA ISTITUZIONI REGOLE CONSENSO POLITICA Spazio della decisione pubblica MANAGEMENT RISORSE

LA DECISIONE PUBBLICA: PERICOLI DA EVITARE

LA DECISIONE PUBBLICA: PERICOLI DA EVITARE Approccio burocratico Logica gerarchica Rigidità delle soluzioni Ipertrofia

Approccio burocratico

Logica gerarchica

Rigidità delle soluzioni

Ipertrofia normativa (ARBITRIO)

CONSENSO

Spazio della

decisione pubblica

REGOLE

Parzialità / illegalità(ARBITRIO) CONSENSO Spazio della decisione pubblica REGOLE Incapacità di decidere Inefficienza Tempi lunghi (+ costi)

Incapacità di decidere

Inefficienza Tempi lunghi (+ costi)

Logica di mercato (decisioni eterodirette) Logica “ragionieristica” Logica “ragionieristica”

Distorsione delle regole

RISORSE

lunghi (+ costi) Logica di mercato (decisioni eterodirette) Logica “ragionieristica” Distorsione delle regole RISORSE

L’EQUILIBRIO DELLA DECISIONE PUBBLICA

GARANZIA

GARANZIA
GARANZIA
GARANZIA

REGOLE

CONSENSO

PARTECIPAZIONE

PARTECIPAZIONE

PARTECIPAZIONE
PARTECIPAZIONE

Spazio della

decisione pubblica

EFFICIENZA
EFFICIENZA
EFFICIENZA

EFFICIENZA

RISORSE

DELLA DECISIONE PUBBLICA GARANZIA REGOLE CONSENSO PARTECIPAZIONE Spazio della decisione pubblica EFFICIENZA RISORSE

PARTECIPAZIONE E DECISIONE PUBBLICA

PARTECIPAZIONE

LIMITATA DALLE REGOLE

(tempo, risorse, norme)

INFORMATA E GOVERNATA

ORIENTATA AL BENE COLLETTIVO

EFFETTIVA E TRASPARENTE

DALLE REGOLE (tempo, risorse, norme) INFORMATA E GOVERNATA ORIENTATA AL BENE COLLETTIVO EFFETTIVA E TRASPARENTE
DALLE REGOLE (tempo, risorse, norme) INFORMATA E GOVERNATA ORIENTATA AL BENE COLLETTIVO EFFETTIVA E TRASPARENTE
DALLE REGOLE (tempo, risorse, norme) INFORMATA E GOVERNATA ORIENTATA AL BENE COLLETTIVO EFFETTIVA E TRASPARENTE
DALLE REGOLE (tempo, risorse, norme) INFORMATA E GOVERNATA ORIENTATA AL BENE COLLETTIVO EFFETTIVA E TRASPARENTE
DALLE REGOLE (tempo, risorse, norme) INFORMATA E GOVERNATA ORIENTATA AL BENE COLLETTIVO EFFETTIVA E TRASPARENTE
Grazie per l’attenzione. manuel.marzia.78@gmail.com

Grazie per l’attenzione.

manuel.marzia.78@gmail.com