Sei sulla pagina 1di 5

PASSAGGIO E RICEZIONE

A CURA DI LUCIANO LA CAMERA

Colpire la palla un gesto istintivo, quasi primordiale se osserviamo un bambino al primo contatto con essa. Si pu dire che un essere umano impara a usare i piedi prima ancora di conoscerli. Mentre in et scolare importante sapere in che parti si dividono, e che funzioni esse possono svolgere quando si gioca a calcio. Non certo il segreto per diventare campioni ma almeno la premessa per una corretta maturazione tecnica. E vero che la natura avvantaggiano gli atleti con il piede piccolo, pi adatto ad addomesticare il pallone e a calciarlo con la giusta tensione, tuttavia l applicazione costante raddrizza anche i piedoni , aiutando a migliorare l esecuzione dei fondamentali. Prendiamo atto di due gesti tecnici che si ripetono in continuazione in un gioco di squadra; il passaggio la ricezione. E prioritaria, sapere colpire il pallone per orientarlo verso una direzione prestabilita, com importante sapere stoppare fermare o deviare il pallone cosi da controllarlo e poterlo immediatamente giocare. Fra le numerose possibilit di contatto, Palla - piede , avvantaggia l interno piede, superficie rassicurante precisa.

Tali gesti passano inevitabilmente attraverso una costante applicazione, all interno della formazione dei ragazzi 6 12 anni (scuola calcio), base d insegnamento per il quadriennio successivo, 13-16 anni, dove sarebbe fondamentale per iniziare un processo d insegnamento del possesso palla.

Possiamo costatare le numerose circostanze in cui un calciatore decide durante una decisiva combinazione di gioco, d adoperare l interno piede, questo continua interesse d utilizzo del gesto ci indica la sua popolarit e l importanza come mezzo tecnico/tattico. Vediamo Quali: Palle inattive: o o o o o o calcio d inizio Punizione indiretta calcio d angolo Rimessa dal fondo fallo laterale (Categoria attivit di base) Calcio di rigore

Palle attive: o o o o Passaggio frontale Passaggio in diagonale Passaggio orizzontale Passaggio all indietro ( dai e vai o verticalizzazione) (triangolazione o sovrapposizione) (possesso palla) (possesso palla)

Proposte operative ESERCIZIO N 1

Passaggio in senso orario con l interno dx, la ricezione avviene con l interno sx.

(Fig.1) ESERCIZIO N2

Controllo e mi oriento verso il compagno successivo (esecuzione da effettuarsi, si sull angolo acuto, che sull angolo ottuso)

(Fig2) ESERCIZIO N3 Con lo stesso piede, si eseguono la ricezione e il passaggio.

(Fig3) ESERCIZIO N4 Il giocatore in angolo si muove alternativamente verso i due compagni restituendo palla.

(Fig4) ESERCIZIO N5 Il giocatore centrale restituisce palla o si orienta, trasmette verso il compagno dietro, grazie alla comunicazione verbale del trasmettente. (solo/uomo)

(Fig.5) ESERCIZIO N6 I giocatori corrono su linee parallele giocando palla d interno piede a due tocchi.

(FIG.6) Pre situazionale ESERCIZIO N7 I tre giocatori eseguono una combinazione come indicato in figura, in cui chi avvia il gioco va a concludere.

(FIG.7) ESERCIZIO N 8I Il giocatore giallo verso il compagno rosso, il centrando la mini porta. trasmette orizzontalmente quale, impatta d interno piede

ESERCIZIO N 9 Si dispongono i giocatori in circolo a una distanza l uno dagli altri di circa 2 3 metri, un ultimo giocatore si pone al centro. I giocatori si muovono lentamente in un senso orario, ricevendo e restituendo il pallone di prima intenzione con l interno piede, al compagno posto nel mezzo.

(FIG.9)

Autore: La Camera Luciano All. di base Fonte: www.Topallenatori.com