Sei sulla pagina 1di 15

LEZIONE DI FOTOGRAFIA

di Valentina Mercuri

Il desiderio di scoprire,la voglia di emozionare,il gusto di catturare: tre concetti che riassumono l'arte della fotografica
Helmut Newton

La parola fotografia ha etimologia greca: , : luce e , scrivere. Essa nata per caso, figlia delle osservazione sulla luce e sull'ottica di Pitagora, Aristotele ed Euclide, ottenuta mediante numerosi esperimenti sia nel campo dell'ottica che della chimica.

LA CAMERA OSCURA
Il concetto di camera oscura cambia radicalmente tra XVI e XVII sec.: da vera e propria stanza con un foro al centro di una parete, a modelli piccoli e trasportabili.

ARTE DI NATURA
L'UOMO NON HA INVENTATO NULLA, E' STATO SOLO ABILILE NELL'IMITARE UN BREVETTO DELLA NATURA. L'occhio umano infatti costruito sullo stesso principio della camera oscura: la lente dell'obiettivo il cristallino ed il foro d'entrata della luce la pupilla.

La prima camera oscura fu realizzata molto tempo prima che si trovassero dei mezzi chimici capaci di fissare le immagini. Per quanto una concezione astratta della fotografia esistesse gi dal I secolo a. C., la sua realizzazione risale ai primi dell'800 grazie alle osservazioni e agli esperimenti effettuati da Joseph Nicphore Nipce.

Joseph Nicphore Nipce


Part dalla litografia per svolgere i suoi esperimenti in campo fotografico: egli aveva come obiettivo quello di fissare chimicamente le immagini dalla camera oscura alla carta sensibilizzata, ma fall.

Vista dalla finestra a Le Gras

Era il 1827 quando Nipce riusc fissare in maniera permanente quella che divent la prima fotografia della storia.

Luis Daguerre
Collaboratore di Nipce, mette a punto nel 1839 il procedimento mediante il quale fissa l'immagine ottenuta attraverso la camera oscura, che prender il suo nome, la DAGHERROTIPIA.

William Herry Fox Talbot


Inglese, contemporaneo di Daguerre, perfeziona la precedente tecnica di fissaggio dell'immagine con la CALOTIPIA, basata sul negativo di carta segnando cos nel una svolta decisiva nella storia della fotografia

Argento Portatile
L'esigenza dell'uomo di rendere quotidiana la fotografia, lo spinge a renderla sempre pia portata di mano. Ci avviene nel 1883 grazie a Maddox mediante un rullo di carta speciale, la futura pellicola.

...alcune date importanti

Nel 1891 Gabriel Lippmann ottiene la prima immagine a colori; la Kodak lancia la pellicola in rullo caricabile in luce diurna. Nel 1904 nasce ufficialmente la fotografia a colori ad opera dei fratelli Auguste e Louis Lumire. Tra il 1924 e il 1925 vengono commercializzati l'apparecchio fotografico Ermanox e la prima Leica 35 mm, nasce il fotogiornalismo cos come noi lo conosciamo. Nel 1925 si ha il debutto del flash elettronico

1934, Edwin H. Land inventa la Polaroid fondando due anni dopo la Polaroid Corporation. 1936, nasce la reflex. 1981, nasce la compatta

IL DIGITALE
L'immagine digitale nasce grazie a Williard Boyle e George Smith, nei laboratori della BELL. Essi pongono le basi di un nuovo sensore elettronico, chiamato CCD che forniva per un'immagine disturbata.

LA SVOLTA
Nonostante la scarsa qualit dell'immagine dal CCD, molte aziende giapponesi iniziano ad interessarsi ed a investire nel settore dell'immagine elettronica. La Fujifilm nel 1988 produce la prima fotocamera autenticamente digitale, capace di immagazzinare immagini su schede di memoria remuovibili.

PRESENTAZIONE A CURA DELLA SCHIAVIZZATA SORELLA CHIARA MERCURI CHE ALL'ALBA DELLE 0:53 DEL 08/02/2012 HA TERMINATO IL SUO SERVIZIO SOCIALMENTE UTILE. SPERIAMO CHE LA PRESENTAZIONE SIA STATA ESAUDIENTE E DI VOSTRO GRADIMENTO. IN CASO CONTRARIARIO......ARANGES! PACE&AMORE CHIARA MERCURI