Sei sulla pagina 1di 9

1) Al contrario di quanto poteva essere consigliato con le vecchie batterie ricaricabili, non utilizzate il notebook senza la batteria inserita

nell'apposito alloggiamento: eviterete cos sia l'ossidazione dei contatti metallici, che la perdita irreversibile dei dati sui quali state lavorando, in caso di black-out sulla rete elettrica. Le batterie non si caricano continuamente se attaccate il notebook alla rete elettrica: il sofisticato circuito di protezione di cui dispongono eviter che ci accada. Se il notebook viene costantemente (o abitualmente) utilizzato connesso alla rete elettrica a 220V, necessario effettuare periodicamente (indicativamente una volta al mese) un ciclo completo di carica/scarica. Per fare ci necessario utilizzare l'alimentazione a batteria del notebook, fino a quando questa viene esaurita completamente (dovrebbe avviarsi automaticamente la modalit di "ibernazione" del computer). A quel punto si potr effettuare una carica completa, limitando in questo modo il degrado "naturale" della capacit della batteria. Prendetevi cura della batteria: lasciare una batteria carica per lungo tempo comporta un veloce degrado delle sue caratteristiche. E' consigliabile effettuare un ciclo completo (scarica completa e ricarica completa) ogni due-tre settimane, per mantenere il pi a lungo possibile l'efficienza della batteria. 2) Se una batteria agli ioni di litio viene esaurita frequentemente e poi ricaricata, pu perdere velocemente la propria capacit di mantenere una carica, con conseguenti effetti sull'accuratezza del misuratore di alimentazione. Il suggerimento di scaricare completamente la batteria e poi caricarla completamente valido per le batterie al nickel cadmio (NiCd) e, in misura inferiore, per quelle all'idruro di nickel (NiMH). Le batterie al litio durano pi a lungo se vengono caricate spesso, un po' alla volta, per mantenerle sempre ad almeno il 40% della capacit. Perch la batteria duri devi usarla infatti le batterie al litio si mantengono bene se le celle al loro interno hanno una vita molto attiva. Per farti un esempio banale, tenere ferma la batteria al 100% della carica per un mese fa male alla batteria, perch le celle al suo interno non si "muovono". Se invece un po' la scarichi e la ricarichi in continuazione, questo permette di tenere attiva la batteria e di mantenerla in vita decisamente bene.

Quindi il consiglio che ti do quello di usare il portatile senza la corrente pi che puoi. Non serve che scarichi la batteria completamente, basta che la consumi al 50% e poi la riattacchi alla corrente. Questo basta e avanza per mantenere in attivit la stessa. Per abbandonare a casa il notebook per un mesetto bisogna che l'ultima volta che lo usi devi scaricalo fino al 40%-50% di batteria e poi spegnerlo.

3) Evitare cicli di scarica/carica completi e frequenti : scaricare costantemente la batteria fino all'arresto del portatile deve essere sempre evitato perch stressa molto la batteria e pu anche danneggiarla in particolare non scaricare MAI la batteria oltre il 3% perch questo determina una condizione di stress che pu compromettere in modo irreversibile il funzionamento della batteria. Si raccomanda di eseguire scariche parziali a livelli di capacit del 20~30%/ prima che scenda sotto il 20% di livello di carica ed eseguire frequenti ricariche. Le batterie dei notebook contengono un indicatore di capacit che ti permette di conoscere l'esatta quantit di energia immagazzinata. Tuttavia, a causa della carica / scarica, col tempo questo sensore di carica della batteria tender ad essere impreciso,sempre meno accurato. Un indicatore impreciso pu portare a valori della capacit della batteria sbagliati e la batteria non funzioner pi a dovere (EX: la batteria pu segnalare che ha ancora il 10% della capacit, mentre in realt ha un valore molto pi basso, e questo fa s che il computer si arresti in modo imprevisto).Quindi al fine di resettare il circuito elettronico,garantirsi un monitoraggio pi veritiero dell effettivo stato di carica e ri-calibrare l'indicatore, dovrebbe essere effettuata uno scarico completo non-stop seguito da una carica completa non-stop. Dunque bisogna evitare cicli di carica/scarica completi o frequenti ma farne soltanto uno ogni 20 cicli di scarico / eseguire un ciclo di caricascarica completo all incirca ogni 30 cicli di carica parziale /ogni 20-30 cicli "parziali" lasciar scaricare completamente e ricaricare al max la batteria.

Quello che si pu fare, di tanto in tanto, quando si ha la sensazione che la batteria non rimane carica quanto invece dovrebbe, si pu procedere ad una ricalibrazione della batteria del portatile. Calibrare la batteria significa semplicemente ricaricarla al massimo in modo che la spia del computer visualizzi il livello di carica reale. La ricalibrazione serve quindi a far capire al computer quando effettivamente la batteria carica al 100% in modo che l'indicatore di carica disponibile sia accurato e corretto. Come eseguire una calibrazione (scarico completo ) ? Il metodo pi adeguato per fare uno scarico completo (da 100% a circa 3%) costituito dalle seguenti procedure:

a) Aprire, dal pannello di controllo, la schermata delle opzioni di risparmio energia. Premere su link a destra "Crea combinazione per il risparmio energia", selezionare "Prestazioni elevate", dargli un nome e cliccare su Avanti. Nei menu a tendina, "disattivazione schermo" e "sospensione computer" selezionare Mai e creare il piano di calibrazione. Tornati alla schermata iniziale, bisogna ora selezionare il piano di risparmio energetico appena creato. Il primo passo della calibrazione quello di caricare la batteria a piena potenza, fino a che l'indicatore sul computer indica 100% (passare il mouse sull'icona della batteria del portatile per vedere lo stato di carica). Alcuni consigliano di lasciare acceso il computer per circa due ore, anche lavorandoci sopra, basta che sia collegata la spina dell'adattatore. Successivamente, rimuovere il cavo di alimentazione del computer portatile e, tenendo sempre il piano energetico creato prima di massima potenza, attendere che la batteria arrivi a 0 e lasciare che il pc si spenga da solo. Ovviamente, se si sta lavorando, fare attenzione che non ci siano programmi aperti o documenti da salvare nel momento in cui si spegne il pc (anche se di solito i portatili salvno automaticamente prima di spegnersi). L'ultimo passaggio della calibrazione della batteria, quello di ricaricare completamente il portatile fino al 100%. Prima di fare la ricarica, alcune guide di produttori di computer suggeriscono di far

riposare il computer lasciandolo spento per circa 5 ore. Alla fine, collegare la spina, accendere il portatile ed attendere fino a che la spia della batteria indichi che la carica al 100%. Dopo la calibrazione, tornare alle Opzioni risparmio energia e rimettere la combinazione del risparmio energetico bilanciata o quella che si preferisce.

b) Il metodo pi adeguato per fare uno scarico completo (da 100% a circa 3%) costituito dalla seguente procedura: 1. Ricarica completamente la batteria alla sua capacit massima ( 100% ) 2. Lascia la batteria a "riposo" completamente carica per 2 ore o pi. 3. Vai alle Opzioni risparmio energia nel Pannello di controllo e configura la modalit di sospensione automatica del computer quando si raggiunge il 3% della capacit di carica. 4. Utilizza e lascia scaricare il computer ininterrottamente fino a quando non entra automaticamente nello stato di "ibernazione". 5. Quando il computer si spegne completamente, lascialo nello stato di ibernazione per 5 ore o anche di pi 6. Collega il computer all'alimentatore e effettua una carica completa non-stop fino alla sua capacit massima ( 100% )

c) La calibrazione della batteria richiede un ciclo di scarica e uno di carica completo. Per fare ci, non possiamo utilizzare il computer durante un lasso di tempo che va dalle 1 alle 5 ore. Fatto ci la batteria del nostro portatile torner come nuova e le letture della durata residua saranno molto pi accurate. Per fare ci dovete semplicemente seguire questa procedura: 1. Spegnere il computer portatile. 2. Colleghiamo il pc alla rete elettrica.

3. Carichiamo il pc completamente. 4. Avviare il pc in modalit provvisoria, cio premendo F8 prima dell avvio di windows stesso. 5. Una volta avviato il pc rimuovere il caricabatterie e lasciamolo scaricare completamente, fin quando non si spegne 6. Ora la batteria risulter ricalibrata.

Evitare di non utilizzare la batteria per lunghi periodi,anche se non spinti da reali esigenze usare la batteria almeno una volta al mese. In un uso normale, se il portatile non troppo caldo ( CPU e Hard Disk a circa 40/50C ) la batteria pu rimanere nel portatile. In un uso intensivo che porta ad una grande quantit di calore prodotto ( ad esempio Giochi, temperature superiori a 60C ) la batteria dovrebbe essere rimossa al fine di prevenire riscaldamenti indesiderati. Se usate spesso il notebook attaccato all alimentazione elettrica considerate la possibilit di rimuovere la batteria dal notebook : non ci saranno problemi di sovraccarico ma il calore prodotto dagli altri componenti non sar certo salutare infatti il calore generato dal notebook a piena potenza diminuisce la vita della batteria. Collegatelo alla rete elettrica con la batteria staccata, in modo da non sovraccaricarla inutilmente. Ricordate in ogni caso di attaccarla ed utilizzarla ogni tanto. Se si prevede di non usare la batteria per un periodo piuttosto lungo conservarla attorno al 40% circa di carica (salvo diversa indicazione del costruttore) e a temperatura di circa 15C in ambienti privi di umidit/tenetela in un posto freddo (l ideale sono 0 C)/ conservata in un luogo fresco e asciutto, il frigorifero a 5C ottimo, ma solo se la batteria rimane isolata da qualsiasi umidit in un sacchetto di plastica ermetico.

Oss:

0- Anche se sconsigliata una ricarica lunga, meglio, per una batteria nuova o che sia stata inutilizzata per diversi mesi, lasciarla caricare il doppio circa del tempo normale per resettare il circuito di sicurezza ed esser certi della sua completa ricarica 1 Frammentazione: La deframmentazione del disco aiuta ad organizzare i dati in modo pi efficiente e rende cos i movimenti della testina meno rapidi e continuativi, consentendo di accedere ai dati necessari risparmiando energia. Anche se la batteria durer un solo minuto in pi, il vostro computer risulter comunque pi efficiente e caricher pi velocemente applicazioni e file, risparmiando quindi del tempo perso. Deframmentazione regolare dell'hard disk: preservare l'efficienza dell'HDD significa minimizzare il suo consumo (naturalmente la deframmentazione vera e propria dovr essere eseguita quando il notebook sar alimentato datta rete elettrica). 2 Monitorare l utilizzo delle risorse: Pi processi attivi, richiedono sia pi memoria sia un maggior consumo di energia. Chiudere le applicazioni non necessarie pu rivelarsi un ottimo consiglio. Controllate l utilizzo delle risorse attraverso un CtrlAlt-Canc (Task Manager) e, se non connessi ad Internet, chiudere programmi in esecuzione nella barra delle applicazioni come antivirus e firewall. Ricordate inoltre di eliminare i programmi non necessari in esecuzione all avvio del PC. Spostatevi quindi in Esegui (Win+R) e battete il comando Msconfig senza virgolette. Spostatevi in Avvio e deselezionate i programmi che non si desidera avviare con Windows. Riavviare il computer. 3 Mettere in pausa le operazioni pianificate: Se il vostro antivirus, o un altro programma, vi segnala l avvio di un operazione pianificata mettetela subito in pausa o arrestatela del tutto. Una scansione approfondita o un controllo del disco, spreca carica utile. Potrete riavviare il processo quando collegati ad una presa di corrente. 4 Scollegare i dispositivi esterni: I dispositivi USB hanno bisogno si esser alimentati della batteria. Scollegate o disabilitate temporaneamente tutti i dispositivi USB come mouse, iPod, PC card, Wi-Fi, altoparlanti esterni o Bluetooth. Spegnere o scollegare tutte le periferiche USB non utilizzate, come stampanti, mouse e tastiere esterne (in particolar modo quelle senza fili), iPod e lettori mp3.Disattivare la scheda WiFi quando non richiesta o necessaria la connessione alla rete locale od a quella Internet. Ci possibile solitamente tramite un interruttore presente sul notebook, oppure tramite una combinazione di tasti.

5 Rimuovere eventuali CD o DVD: Soprattutto se non si intende usare un CD o DVD, rimuoverlo dal drive pu far durare di pi la carica della batteria. Un CD che gira a vuoto spreca energia inutile. 6 Meglio l HD del CD: Se avete bisogno di accedere a dati presenti in CD, spostateli nel vostro HD e rimuovete il supporto. Risparmierete energia. Copiare i file multimediali sull'hard disk: la visione di un film tramite un disco DVD o l'ascolto di un CD musicale mediante il lettore del notebook, richiede una grandissima quantit di energia elettrica, a causa della rotazione continua del disco per un cos lungo tempo. Copiandone preventivamente il contenuto su disco fisso, riduce drasticamente il consumo necessario. 7 Diminuire la luminosit: Ridurre la luminosit del display fondamentale per aumentare la durata della vostra batteria. Calibrate la luminosit al livello pi basso o comunque ad un livello inferiore al massimo che possa comunque permettervi di lavorare senza problemi. Limitare la luminosit del monitor LCD: questa la periferica che consuma pi energia, quindi consigliabile impostarne la luminosit al minor livello possibile, compatibile con il tipo di utilizzo e le condizioni ambientali, per poter incrementare considerevolmente l'autonomia del computer portatile. 8 Evitare l uso di software multimediali: Se non necessario evitate l utilizzo di software multimediali per ascoltare musica o guardar film. Fare una di queste operazioni, o giocare, consuma un elevata quantit di energia. Utilizzare delle cuffie permette di risparmiare notevolmente energia rispetto all alimentazione dell intero sistema audio incorporato nel PC. 9 Disabilitare lo screensaver: Se il vostro computer molto spesso rimane solo, disabilitate lo screensaver. Questo consuma risorse inutili. Meglio salvare la sessione in memoria. 10 Impostare il risparmio di energia: Fate almeno una volta un salto nelle Opzioni risparmio energia presenti nel men Pannello di controllo . Potrete far spegnere il monitor o il disco rigido dopo intervalli specifici e settare un utilizzo minore delle risorse. 11 Meno risorse grafiche: Funzioni quali Aero consumano elevate quantit di energia. Quando lavorate con il vostro laptop e non siete collegati a corrente elettrica bene disabilitare sia la Sidebar che l effetto Aero.

12- Limitate la risoluzione dello schermo e disattivate le funzionalit del desktop non necessarie: in questa maniera verr limitato il consumo elettrico da parte della scheda video (integrata o discreta che sia). 13 Ibernate il computer o salvate la sessione in memoria quando non utilizzate il laptop. Utilizzare l'ibernazione e non lo standby. Solamente tramite la procedura di ibernazione il notebook verr effettivamente "spento", mentre in stanby il computer continua comunque a consumare energia elettrica. 14 Meno programmi aperti: Per aumentare la durata della batteria tenete aperti solo uno o due programmi contemporaneamente. Troppi programmi non utilizzati consumano risorse. Limitate il multitasking: tenete aperte solamente le applicazioni sulle quali lavorate. Identificate le vostre priorit: se state lavorando su di un documento importante, da finire assolutamente mentre siete in mobilit, evitate di "consumare" parte della carica della batteria con applicazioni quali gaming o ascolto di musica. 15 Evitare la polvere: Un computer portatile che non respira genera pi calore e riduce la durata della batteria. Pulite l aria di ventilazione regolarmente per mantenere bassa la temperatura di funzionamento e per far si che l aria possa circolare liberamente. 16- Mantenere basse temperature di esercizio: limitare la necessit di dissipare il calore prodotto dal notebook fondamentale. Attenzione quindi a non ostruire i condotti e le prese di areazione presenti sul notebook, ad esempio utilizzando il notebook su superfici morbide. 17 Troppo caldo fa male: Il calore uccide una batteria lentamente ma inesorabilmente. Evitare di lasciare il portatile sotto la luce diretta del sole. 18 Le temperature elevate sono nemico giurato della longevit delle batterie nei notebook: evitate l uso subito dopo la ricarica (che verosimilmente ne aumenta la temperatura) o in luoghi particolarmente afosi 19 Aggiornate software e driver: Sembrer stupido, ma i pi recenti driver e software sono spesso progettati per essere pi efficienti e per ridure l utilizzo di risorse. 20 Utilizza il caricatore corretto: Assicuratevi che l adattatore utilizzato per caricare la batteria portatile originale o compatibile con le specifiche tecniche. Un

disallineamento in potenza potrebbe causare un sovraccarico danneggiando il computer portatile e la batteria. 19- Upgrade della RAM, aumentandone la quantit: in questa maniera sar possibile caricare pi dati ed applicazioni direttamente in memoria, e limitare cos l'accesso al disco fisso, periferica molto esigente dal punto di vista dei consumi. 20- Acquisto di una batteria di ricambio: se hai intenzione di acquistare un'altra batteria, consigliabile che tu lo faccia solo quando intendi realmente utilizzarla anche alternandola con quella vecchia, non per tenerla di scorta, le batterie invecchiano gi subito dopo essere state prodotte, quindi al momento dell'acquisto di una nuova batteria verifica attentamente la data di produzione.

Lo stato di salute di una batteria pu essere monitorato tramite lettura del "wear level", o, per dirla con idioma italico, "livello di usura". Il livello di usura da un'indicazione della percentuale di capacit massima teorica che la batteria, per sopraggiunta usura, non riesce pi a sfruttare: ad esempio se la batteria da nuova ha una capacit di 100 mWh, ed il wera level pari al 5%, questo significa che la capacit effettiva della batteria allo stato attuale pari a 95 mWh. Un uso corretto (e non intensivo) della batteria dovrebbe consentirvi un livello di usura non superiore al 10% a distanza di 1 anno dall'acquisto. Tale valore monitorabile tramite appositi software: uno di questi, gratuito, Mobile Meter: tale software fornisce le indicazoni suddette nelle opzioni del programma, nel tag "battery information", ed un'indicazione che vi consiglio di valutare come indicatore dello stato di usura generale, oltre che della batteria in s, quando vi accingete ad esempio ad acquistare un notebook usato.