Sei sulla pagina 1di 8
ASSOCIAZIONE Se TZN eee ASG Lettera dal Presidente anni di Volontariato contro le droghe ‘Otto anni fa tre giovani (Didier, Andrea e Renato), in- seguivano il sogno di “Una Valle d'Aosta Libera dalle Droghe”, Per realizzare il sogno e combattere I'uso ¢ Vabuso di droghe in Valle, sono state tenute decine di conferenze di informazione e prevenzione agli alunni delle scuole medie e superior, presso i centri giovani ealtrestruture pubbliche e private; si sono fattisondaggi trai ragazzi chiestipatrocini ai comuni e alle Comunita Montane per incontrare genitori « insegnanti; sono stati portati avanti progetti dell'Unione Europea e create partnership anche fuori regione. Quei tre ragazzi si sono detti: “Qui c’e bisogno di fare delle scelte giovani”. Hanno coinvolto ed aggregato altri li hanno tirati a bordo e scrivevano nel loro manifesto: “ Vogliamo essere partecipi del nostro futuro aiutando come possiamo tutte quelle persone di buoni propositi che si stanno prendendo responsabilita per Ia seena at- tuale o che vogliono prendersela. Vogliamo creare rap- porti di fiducia dove ’adulto pud fidarsi dei giovani del- egando loro responsabilita che li aiuta a erescere e a capire veramente cos’é la vita. Pensiamo che la vita sia solidarieta, sia fiducia reciproca, sia corresponsabilita, (President del” ASG Dir Pelissier mente iene na conferenc i genio = scvola media Saint Roch ) In questa societa i ragazzi corrono gravi pericoli a causa, della circolazione di droghe. Se non ci diamo da fare cosa potremo raccogliere in futuro? Un ragazzo su tre (di eta compresa dai tredici ai diciassette anni), fa uso di droga. ‘Tra qualche anno saranno loro a tenere le redini della societi, Non lasciamoli soli! ‘Tutti possono aiutare, tutti possono fare qualcosa. Ogni spinta in questa direzione & ben aecetta non im- porta da quale gruppo, societa, religione o continente tu antivi La cosa pitt sbagliata da fare & non fare niente. Nel 2012 il nostro impegno & combattere le droghe con la prevenzione. Didier Pellissier, Presidente ASG “OF LE PRIME BATTAGLIE Per una scuola senza droga CHATILLON — Due imesi di at- tivita, tre gi isttuit scolasic coin volti nell iniziativa, due le fasce Qi eta degli utenti mterrogati (dai 12 ai 13 annie dai 14 ai 18 anni), 366 i ragazzi coinvoltt nell iniziativa. E ora tempo di verifiche anche per 1 promoto- Ti del progetto "La scuola sen- za droga” voluto dall'organiz~ zazione di volontariato Scelte Giovani di Saint-Pierre «Ho avuto coetanei a me vicini ‘che in un bauer docchio sono rimasti intrappolati nel tunnel della droga - racconta il presi- dente dell associazione Didier Pellissier - in piu li una occa- sione mi sana sentito imprepa- rato ma soprattutto impotente, per questi mativi ho pensato di Gare anch'io un mio personale ar ato ala tut al dog Nasce cost il progetto, fatto di jncontsi nelle sevola.con iragazzi delle medie ¢ delle superior. BD Renat Gnganin“Sezrea, DeGer Pll Enrico Comii, il nostro esperto monché relatore, usa un lin- uaggio giovanile e a loro facil- frente comprensibile, in circa tre ore di conversazione spiega cost la droga ¢ petché usarl ‘rea dei danni irreparabil. Ira- fgazzi il pit delle volte incanta- {idai suoi discorsi lo seguono at- tentamente e al termine del di- ‘scorso Jo assalgono letteralmente con domande e sichieste di ap- profondimenti. Un interesse che fii stessi docenti, ci conticlane. ii pia delle volte non vedono in altre discipline, ¢ questo pet me éindubbiamente fonte di successo oltre che di mcentivo. Owenere questi risultati significa che mi sto muovendo nella giusta di- rezione e mi auguro di avere i ‘mezzi per poter proseguire. Dai questionari che sottoponiamo altermine della conferenza i ra- gazzi si sentono pitt sollevati, {del tutto consapevolidei pericoht ter Arse Oe della droga e si dichiarano anche ‘maggiormente responsabili delle reazioni che avrebbero effetsuan- do determinate azioni> Un ngo viaggio nel monde dcl- adroga, usie abusi, che culminano in una tavola rotonda che lascia’ tie ero spazio ai dubbi, alle curiosita alle richieste dei giovant parte; cipanti, € questo in sostanza il programma di un appuntamento nelle scuole. ‘Questa sera, lunedi 22, a Chatil- lan presso la biblioteca comuna- Te alle ore 21 Enrico Com, in- comirera i genitori degli alunni degli istitut siti nel comune che sono stati protagonisti det suoi incontri, fornira Toro un bilancio deltautivita svolta e cerchera di offrire loro una chiave di lewura del fenomeno cot le relative modali canoniche di manifestazione dei sin orn’, ovvero primi campanelli a larme, Seborah Brulacd