P. 1
13_28_concordanza_tempi_nelle_subordinate

13_28_concordanza_tempi_nelle_subordinate

|Views: 47|Likes:
Published by Attilio Folliero
UCV Caracas – Facultad de Humanidades y Educación – Escuela de Comunicación Social

13.28 – Concordanza dei tempi nelle subordinate Il tempo della subordinata (proposizione secondaria) non esprime un valore temporale indipendente, ma è legato al tempo della reggente (proposizione principale). Caso 1: frase principale con il presente indicativo e subordinata con un tempo dell’indicativo Se nella principale abbiamo il presente indicativo, nella frase subordinata avremo: - Presente indicativo per i
UCV Caracas – Facultad de Humanidades y Educación – Escuela de Comunicación Social

13.28 – Concordanza dei tempi nelle subordinate Il tempo della subordinata (proposizione secondaria) non esprime un valore temporale indipendente, ma è legato al tempo della reggente (proposizione principale). Caso 1: frase principale con il presente indicativo e subordinata con un tempo dell’indicativo Se nella principale abbiamo il presente indicativo, nella frase subordinata avremo: - Presente indicativo per i

More info:

Published by: Attilio Folliero on Jan 14, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

01/14/2012

pdf

text

original

UCV Caracas – Facultad de Humanidades y Educación – Escuela de Comunicación Social

13.28 – Concordanza dei tempi nelle subordinate Il tempo della subordinata (proposizione secondaria) non esprime un valore temporale indipendente, ma è legato al tempo della reggente (proposizione principale). Caso 1: frase principale con il presente indicativo e subordinata con un tempo dell’indicativo Se nella principale abbiamo il presente indicativo, nella frase subordinata avremo: - Presente indicativo per indicare la contemporaneità dell’azione (Luisa dice che va a Roma); - Tempo passato (passato prossimo, imperfetto, passasto remoto, trapassato prossimo) per indicare l’azione anteriore (Luisa dice che è andata/andava/andò/era andata a Roma); - Futuro semplice per indicare l’azione posteriore (Luisa dice che andrà a Roma). Caso 2: frase principale con un tempo passato dell’indicativo (imperfetto, passato prossimo, passato remoto) e subordinata con un tempo dell’indicativo Se nella frase principale abbiamo un tempo passato dell’indicativo (imperfetto, passato prossimo, passato remoto) nella frase subordinata avremo: - Imperfetto indicativo per indicare la contemporaneità dell’azione nel passato (Luisa diceva/ha detto/disse che andava a Roma); - Trapassato prossimo indicativo per indicare un’azione passata (Luisa diceva/ha detto/disse che era andata a Roma); - Condizionale passato per indicare un’azione posteriore (Luisa diceva/ha detto/disse che sarebbe andata a Roma); Caso 3: frase principale con il futuro indicativo e subordinata con un tempo dell’indicativo Se nella frase principale abbiamo il futuro indicativo, nella frase subordinata avremo: - Presente indicativo per indicare la contemporaneità dell’azione (Luisa saprà che tu vai a Roma); - Tempo passato (passato prossimo, imperfetto, passasto remoto) per indicare l’azione anteriore (Luisa saprà che tu sei andato/andavi/andasti a Roma); - Futuro semplice per indicare l’azione posteriore (Luisa saprà dice tu andrai a Roma). Caso 4: frase principale con presente indicativo e subordinata col congiuntivo Se nella frase principale abbiamo il presente indicativo di un verbo che richiede il congiuntivo, tipo pensare, nella subordinata avremo:
Italiano – Prof. Attilio Folliero – www.folliero.eu 1

UCV Caracas – Facultad de Humanidades y Educación – Escuela de Comunicación Social

- Congiuntivo presente per indicare la contemporaneità dell’azione (Luisa pensa che tu vada a Roma); - Congiuntivo passato per indicare l’azione anteriore (Luisa pensa che tu sia andato a Roma); - Il futuro semplice per indicare l’azione posteriore (Luisa pensa che tu andrai a Roma). Caso 5: frase principale con un passato dell’indicativo (imperfetto, passato prossimo, passato remoto) e subordinata con un tempo del congiuntivo Se nella frase principale abbiamo un tempo passato dell’indicativo (imperfetto, passato prossimo, passato remoto) di un verbo che richiede il congiuntivo, tipo pensare, nella subordinata avremo: - Congiuntivo imperfetto per indicare la contemporaneità dell’azione nel passato (Luisa pensava/ha pensato/pensò che tu andassi a Roma); - Congiuntivo trapassato per indicare l’azione anteriore (Luisa pensava/ha pensato/pensò che tu fossi andato a Roma); - Condizionale passato per indicare l’azione posteriore (Luisa pensava/ha pensato/pensò che tu saresti andato a Roma); Caso 6: principale con il futuro indicativo e subordinata con un congiuntivo Se nella frase principale abbiamo il futuro semplice indicativo di un verbo che richiede il congiuntivo, tipo pensare, nella subordinata avremo: - Congiuntivo presente per indicare la contemporaneità dell’azione (Luisa penserà che tu vada a Roma); - Congiuntivo passato per indicare l’azione anteriore (Luisa penserà che tu sia andato a Roma); - Il futuro semplice per indicare l’azione posteriore (Luisa penserà che tu andrai a Roma). Caso 7: subordinata con le forme indefinite (infinito, participio e gerundo) Quando nella subordinata abbiamo le forme indefinite (infinito, participio e gerundo) la contemporaneità dell’azione si esprime col presente di questi modi (infinito presente, participio presente e gerundio presente), l’anteriorità si esprime con i tempi passati di questi modi (infinito passato, participio passato e gerundio passato). Quindi avremo: - Io temo/temevo/ho temuto/temetti/temerò di sbagliare (azione contemporanea); - Io comprendo/comprendevo/ho compreso/compresi/comprenderò studiando (azione contemporanea); - Io temo/temevo/ho temuto/temetti/temerò di aver sbagliare (azione anteriore); - Io comprendo/comprendevo/ho compreso/compresi/comprenderò avendo studiato (azione anteriore).
Italiano – Prof. Attilio Folliero – www.folliero.eu 2

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->