Sei sulla pagina 1di 12
NOTIZIE AI SOCI ‘STUDIO DELLE FORTIFICAZION| Bollettino d'informazione n°4 MODERNE DICEMBRE 1991 E'con grande piacere che apriamo questo bollettino d'informazio- ne ai soci, rinnovato ed ampliato rispetto ai precedenti, per presentarvi le ultime novita circa la nostra Associazione. PROGETTO DI ORGANIZZAZIONE DEL GRUPPO DI STUDIO DELLE FORTIFICAZIONI MODERNE Il primo anno di vita del Gruppo é@ stato caratterizzato da una molteplice serie di attivita ,organizzative ,di studio e di ym Pubbliche relazioni. Tl numero di soci impegnati & andato via via crescendo ,di pari Passo con il numero delle iniziative intraprese. E' opportuno fare ,a questo punto ,un quadro della situazione , anche in vista delle attivita in cui sara impegnato il G.S.F.M. durante i1 1992. Attivita di segreteria e di interesse generale -Rapporti con i soci. -Pubbliche relazioni. Diffusione di notizie riguardanti il grup- po, invio di comunicati ,rapporti con la stampa. -Cassa dell'Associazione. Il ricavato dalle quote associative é utilizzato per la pubblicazione dei bollettini, della bibliogra- ; fia delle guide illustranti le opere visitate e per la spedi- zione di questo materiale ai soci. Altre fonte di spesa sono le attivita di propaganda e di diffusione delle attivita del Gruppo Almeno ogni sei mesi é diffuso a tutti i soci il bilancio dettagliato, che pud comunque essere richiesto in qualsiasi ~~ momento. Le attivita sopra indicate sono svolte dal Segretario. - Rapporti con enti militari. Sono state curate particolarmente da Valerio Giardinieri (Uffici storici di Esercito e Marina), Emilio Belli (Comandi Marina in Sardegna). - Archivio. In mancanza di una sede apposita ,il materiale even- tualmente giunto al Gruppo é depositato presso Carlo Clerici che provvede a distribuirlo ai soci interessati. - Bibliografia. La compilazione é@ svolta da Alfredo Flocchini u- tilizzando i dati forniti da tutti i soci. I1 lavoro @ in con- tinuo aggiornamento e tutti i soci sono invitati a collaborare segnalando libri ed articoli sull'argomento delle fortificazio- ni moderne, - Organizzazione visite. Attivita svolta dai soci particolarmente esperti di alcune zone. Fornendo con un certo anticipo al Segretario illustrazioni ed una relazione sulla visita ,viene preparato un opuscolo illustrativo distribuito a tutti i soci. Sono gradite proposte di visite e programmi ,da inserire nel calendario delle attivita previste per il 1992. : - Bollettino .Dato il numero sempre crescente di aderenti e la necessita di mantenere con tutti costanti rapporti ,@ indispen- sabile migliorare il notiziario interno ,fino ad ora costituito da un semplice foglio di comunicazioni. Il bollettino di dicem- bre é@ gia un passo avanti ,che speriamo comunque di migliorare. In futuro il notiziario (a cadenza bimestrale) conterra sempre almeno un articolo su gli argomenti di interesse comune, ltaggiornamento circa le attivita del Gruppo ,e le novita li- brarie, Tutti sono invitati a partecipare ,fornendo articoli, note o segnalazioni. 5 Periodicamente verra comunicato l'elenco aggiornato dei soci e degli amici. - Ritagli di Stampa. Nel questionario compilato al momento della adesione al Gruppo ogni socio ha fornito indicazioni sui quoti- diani ed i periodici italiani e stranieri letti regolarmente. Tutti sono invitati a fornire ,d'ora in poi ,a Francesco Capel- letto, responsabile di questa attivita informativa ,copia degli articoli e delle notizie riguardanti le fortificazioni moderne. Ogni tre mesi verra diffusa una rassega stampa a tutti i soci. - Rapporti con associazioni straniere. Questa attivita ,in via di organizzazione prevede il collegamento con tutte le associazio- ni straniere conosciute ed il reciproco scambio di notiziari e pubblicazioni. E'in preparazione l'elenco di tutte le associazioni interessate alle fortificazioni ;sono gradite segnalazioni per completarlo. Le aree saranno le seguenti “Francia -Svizzera -Austria -Germania -Gran Bretagna -U.s -Paesi dell'Est I soci che vogliano occuparsi di questa attivita di corrispon- denza si rivolgano a C. Clerici per accordi. Attivita di ricerca - Studio delle opere fortificate italiane dal 1866 al 1914, condotto da Massimo Ascoli. - Censimento dei forti attivi durante la I G.M. lungo tutto lo arco alpino ,con interesse per il loro stato di accessibilita e conservazione .Studio condotto da Alfredo Flocchini La ricerca é giunta ad uno stato avanzato ,con 1'eccezione delle opere edificate ai primi del ‘900 lungo il confine italo- francese (in particolare Colle di Tenda). - Censimento e studio delle opere fortificate della I G.M. costruite lungo il confine italo-svizzero. Studio coordinato da Giampaolo Porta. - Studio delle opere di difesa costiera in Italia durante laI e II G.M. ,ad opera di Carlo Clerici (tutta la Penisola), Eugenio Vajna (Liguria) ed Emilio Belli (Sardegna). - Studio delle opere difensive della II G.M. attorno a Roma (Arnaldo Barbaresi) . - Studio del allo Alpino ;molti soci compiono approfondite vicerche. Fulvia Traverso si occupa di tenere in contatto gli interessati al Vallo Alpino sul confine italo-francese e per- tanto andranno indirizzate a lei tutte le comunicazioni su quest'argomento. Sono invitati a prendere contatti con Fulvia anche tutti i soci interessati a collaborare al censimento delle opere del Vallo Alpino occidentale. - Ricerche sulla Linea Gotica ;condotte da Stefano Andreozzi. - Pietro Turchetti compie ricerche sulle opere fortificate della II G.M, in Sicilia. - Verifica delle notizie riguardanti presunte basi di lancio per armi V tedesche in Italia durante la II G.M. ;la ricerca é coordinata da Valerio Giardinieri. Attivita collaterali - Restauri. Emilio Belli lavora ad un progetto di restauro di una batteria costiera in Sardegna. - Organizzazioni Mostre. Valerio Giardinieri é coordinatore della mostra che sara presentata a Militalia '92 a Milano. - Censimento dei pezzi d'artiglieria della I e II G.M. esistenti in Italia (con particolare riguardo per i pezzi rari e\o di grosso calibro). L'attivita é in corso di organizzazione ad opera di Carlo A.Clerici ed Eugenio Vajna. - Articoli e collaborazioni con la stampa. E' attesa tra breve la pubblicazione sulla rivista Armi e Tiro di un articolo di Carlo Clerici sui cannoni abbandonati. In primavera verra pubblicato sulla rivista Tuttoturismo un articolo di Cristina Coglitore (giornalista che ha parteci pato ad alcune gite sociali) dedicato alle fortificazioni mo~ derne ed alla nostra Associazione. ~ Videocassette. Sono allo studio le modalita per 1'eventuale realizzazione di un filmato su alcuni minisommergibili germa~ nici della II G.M. ,individuati dall'amico Calligaris ed an- cora esistenti nei fondali del golfo di Trieste. Dopo aver visto quali saranno le principali attivita condotte dal G.S.F.M. durante il 1992 ,vi illustriamo ora l'andamento di una delle ricerche pid curiose di cui si occupano i nostri soci Sebbene lo studio non abbia ancora raggiunto dati sicuri, sollecitati da pil parti ,pubblichiamo una sintesi delle : RICERCHE RIGUARDANTI PRESUNTE POSTAZIONI DI LANCIO PER V1 E V2 IN ITALIA Si sono fino ad ora occupati dell'argomento Stefano Andreozzi, Carmelo Bertone ,Carlo A. Clerici, Alfredo Flocchini e Valerio Giardinier: Tutto @ iniziato con la segnalazione da parte del socio Bertone di un articolo comparso su Storia Illustrata nel marzo 1982, intitolato "La guerra segreta sul fronte italiano ;la Repubblica di Montefiorino ,missione V2 :salvare Roma". In questo veniva fatta menzione di installazioni per il lancio di armi V, colloca~ te nei pressi del Passo della Futa ,lungo la Linea Gotica. L'autore Angelo Pitoni ,contattato nella scorsa primavera da An- dreozzi ,ha riferito che le strutture esistenti presso il Passo, della Futa sarebbero state demolite dagli americani che volevano