Sei sulla pagina 1di 2

LA V OLPE E L ’UV A

Una volpe affamata vide dei bellissimi


grappoli d’uva matura che pendevano
da una vecchia vite e cercò di afferrarli.
L’uva era però troppo alta per il
nostro orgoglioso animale, che provò e riprovò,
ma in nessun modo riuscì a coglierla.
Allora la volpe, guardò sdegnosa l’uva zuccherina
e disse sprezzante: << Tanto era ancora
acerba…. >> e riprese il suo cammino
arrogante e superba, ma affamata come prima.

"ALLA VOLPE" (favola in rima di Gianni


Rodari)
Questo è quel pergolato
e questa è quell’uva
che la volpe della favola
giudicò poco matura
perché stava troppo in alto.
Fate un salto,
fatene un altro.
Se non ci arrivate
riprovate domattina,
vedrete che ogni giorno
un poco si avvicina
il dolce frutto;
l’allenamento è tutto.

Esercizi per comprendere le favole: sulla favola di Gianni Rodari "Alla volpe"
* Questa favola in versi di Rodari fa riferimento a quella, più famosa, di Fedro,
della volpe che tenta invano di raggiungere l’uva di un pergolato e, sconfitta,
se ne va disprezzando l’inafferrabile grappolo. Alla volpe rinunciataria della
tradizione Rodari ne sostituisce una più coraggiosa e costante, che non desiste
dal suo proposito e prima o poi riuscirà a raggiungere il suo scopo.
Prova anche tu a capovolgere una delle favole tradizionali che conosci.