Sei sulla pagina 1di 10

I REGIMI CONTABILI E FISCALI , disciplina, esempio fattura, norme e casi risolti

10/01/12 10.36

Marted 10 gennaio 2012 - ore 10:31

Utilit Area riservata Username password Accedi Ravvedimento on line Ricerca ufficio competente Codice Fiscale Codici F23-F24 Codici attivit ATECOFIN Calcolo Cin Abi e Cab Centri per l'impiego Aliquote ici 2008 Rendite Catastali Calcolo Ici on line Dizionario on line Elenco telefonico Elenchi internazionali Coniugatore di verbi Mappe & itinerari Trova il cinema Orari dei treni Orari degli aerei Pagine Gialle on line Previsioni del tempo Traduzioni on line Altre utilit Servizi Paghe on line Privacy on line Antiriciclaggio Fatturazione Contabilit Visura On Line F24 on line Colf calcolo on line Accise Diritto Annuale Cciaa Scadenze via sms Area Riservata Basilea 2 Unico & 730 2007 Ufficio vertenze lavoro Web Email Sms Formulario Contrattualistica Societario Lavoro Varie BancaDati Guide & Dispense Enpals Codici on line Norme comunitarie Leggi regionali Gazzetta Ufficiale

I regimi contabili e fiscali


Il regime contabile/fiscale di unimpresa pu essere definito come linsieme di documenti da tenere e formalit da osservare per essere in regola con il fisco (e con il Codice Civile, non dimentichiamolo) e per il calcolo esatto del risultato desercizio, anche ai fini della compilazione del Bilancio e della dichiarazione dei redditi. I regimi sono abbastanza numerosi ed estremamente diversi tra loro, sia per i documenti da redigere, sia per le regole da rispettare. Si tenga presente preliminarmente che necessario, per legge, applicare allimpresa almeno uno di questi regimi, ma non vogliamo che la scelta e la conseguente adozione di uno di essi siano considerati semplicemente come ladempimento forzato di un obbligo di legge. Lottimizzazione nella decisione di optare per un regime contabile, che tenga conto delle caratteristiche dellimpresa, cos come la successiva familiarit con le funzionalit del regime prescelto, permettono allimprenditore di conoscere tutti gli aspetti della sua azienda, i suoi punti di forza ed i suoi punti deboli, nonch di verificare, in ogni momento, landamento dei risultati di gestione. Preciso che quanto scritto fa riferimento alle imprese vale, in linea di massima, anche per i lavoratori autonomi (professionisti), tenendo conto delle seguenti precisazioni: il loro regime contabile naturale (a prescindere dal volume daffari conseguito) quello semplificato, ma hanno facolt di optare per quello ordinario. Inoltre, il loro regime semplificato prevede la tenuta, oltre che dei registri IVA, anche di un registro IRPEF degli incassi e pagamenti (o di sezioni cos denominate allinterno dei registri IVA), mentre il loro regime ordinario prevede la tenuta di un registro cronologico dei componenti di reddito e dei movimenti finanziari in luogo del libro giornale e la facolt di non tenere il libro degli inventari e quello mastro. I regimi contabili possono distnguersi in: Ordinario Semplificato (per imprese minori) Contribuenti Minimi in vigore dal 1.1.2008 Sostitutivo per attivit marginali (c.d. forfettone) Sostitutivo per nuove iniziative (c.d. forfettino) Regime della franchigia ( dal 1.1.2007 )

Studio Profilo Professionisti & Partners Entra nel gruppo Aree di attivit Dove siamo Dicono di noi Contatti C o r s i & M a s t er E-learning Corsi e master N e w s l e t t e r Iscriviti al nostro servizio email, tante novit fiscali in anteprima D o w n l o a d Software & Utility Antivirus On Line Norme comunitarie Leggi regionali Gazzetta Ufficiale V a r i e Immigrazione Convenzioni

Regime contabile ordinario Obbligatorio per le societ di capitali: S.r.l. societ a responsabilit limitata S.p.A. societ per azioni S.a.p.a. societ in accomandita per azioni Soc. coop.ve societ cooperative Obbligatorio anche per le altre imprese (comprese quelle individuali) quando i ricavi dellanno precedente o quelli previsti per le imprese di nuova costituzione superano: ! 309.874,14 in caso lattivit consista in prestazioni di servizi ! 516.456,90 in caso di altre attivit Facoltativo per tutte le imprese che non rientrano nei casi precedenti. Se si vuole adottare questo regime necessario effettuare fiscalmente unopzione, consistente nel tenere il comportamento concludente, cio nellapplicare materialmente il regime e comunicare la scelta eseguita, contrassegnando la relativa casella, nella successiva dichiarazione IVA inerente lanno per il quale si utilizzato il regime ordinario

Libri e registri conseguenti al regime Contabili giornale inventari mastro Societari (solo per le soc. di capitali) soci assemblee consiglio damministrazione sindaci (se esistono) obbligazioni (se emesse) IVA fatture emesse o corrispettivi

http://www.marzulli.it/menu%20regimi%20contabili%20e%20fiscali.htm

Pagina 1 di 10

I REGIMI CONTABILI E FISCALI , disciplina, esempio fattura, norme e casi risolti

10/01/12 10.36

Bilancio desercizio Obbligatorio, secondo le disposizioni UE, per le sole societ di capitali: S.r.l. societ a responsabilit limitata S.p.A. societ per azioni S.a.p.a. societ in accomandita per azioni Soc. coop.ve societ cooperative

corrispettivi fatture acquisti Dipendenti (se esistono) libro paga libro matricola libro infortuni

I vantaggi di questo regime sono: Miglior dettaglio informativo possibile sullandamento aziendale Possibilit di redigere Le registrazioni sui libri contabili vanno eseguite con il metodo della partita doppia, che permette anche la redazione del Bilancio secondo lo schema UE I fatti di gestione vanno registrati sia sui libri contabili, sia sui registri IVA. Tuttavia possibile omettere la tenuta dei registri IVA se i dati ivi contenuti sono registrati sui libri contabili (giornale) i Bilanci desercizio e infrannuali con tutte le relative informazioni economiche, finanziarie e patrimoniali Maggiore elasticit con riguardo allaccertamento presuntivo del reddito (sulla base di parametri e studi di settore)

Gli svantaggi sono: Necessit di conoscenze contabili Numerosi adempimenti formali Maggior costo per la tenuta

Il reddito desercizio calcolato come da Codice Civile: differenza tra Costi e Ricavi (saldo del conto economico) Il reddito imponibile calcolato, in applicazione dei criteri fiscali, partendo dal conto economico: Reddito desercizio + costi fiscalmente indeducibili ricavi non imponibili costi non dedotti (nei limiti fiscalmente ammessi)

Regime contabile semplificato E il regime naturale (non c bisogno di opzione) per le imprese individuali e le societ di persone quando i ricavi riferiti allanno precedente o quelli previsti per le nuove imprese non superano: ! 309.874,14 in caso lattivit consista in prestazioni di servizi ! 516.456,90 in caso di altre attivit Quindi, il regime semplificato applicabile a: ditte individuali lavoratori autonomi ( il loro regime naturale a prescindere dai compensi) S.n.c. societ in nome collettivo S.a.s. societ in accomandita semplice Libri e registri conseguenti al regime IVA fatture emesse o corrispettivi (integrato con i ricavi estranei allIVA) fatture acquisti (integrato con le spese estranee allIVA) Dipendenti (se esistono) libro paga libro matricola

http://www.marzulli.it/menu%20regimi%20contabili%20e%20fiscali.htm

Pagina 2 di 10

I REGIMI CONTABILI E FISCALI , disciplina, esempio fattura, norme e casi risolti

10/01/12 10.36

libro matricola libro infortuni

Con il regime semplificato possibile tenere solo i registri ai fini IVA (oltre ovviamente quelli dei dipendenti, se esistenti) integrati con le informazioni estranee allIVA, ma necessarie per il calcolo del risultato fiscale desercizio E sui registri IVA che vanno registrati i fatti di gestione

I vantaggi di questo regime sono: Semplificazioni nella registrazione delle operazioni Minor costo per la tenuta Non richiede particolari conoscenze contabili

Gli svantaggi sono: Scarsi elementi informativi per il controllo di gestione Difficolt nella predisposizione di bilanci periodici Assoggettamento allaccertamento presuntivo del reddito (sulla base di parametri e studi di settore)

Il reddito desercizio calcolato come da Codice Civile: differenza tra Costi e Ricavi (ma non c il conto economico) Il reddito imponibile calcolato, in applicazione dei criteri fiscali, partendo dal reddito desercizio: Reddito desercizio + costi fiscalmente indeducibili ricavi non imponibili costi non dedotti (nei limiti fiscalmente ammessi)

Regime contabile per contribuenti minimi ( dal 1.1.2008 ) E il regime introdotto con la finanziaria 2007 dal 1.1.2008 per le imprese individuali quando sussistono i seguenti requisiti, riferiti allanno precedente oppure, mediante previsione, a quello in corso, per le nuove imprese: ricavi non superiori a ! 30.000,00ragguagliati ad anno utilizzo di beni strumentali (anche in leasing) di costo complessivo, al netto degli ammortamenti, non superiore a ! 15.000,00 ragguagliato ad anno mancanza di esportazioni nessuna corresponsione a dipendenti e altri collaboratori stabili di compensi Per accedere al regime necessaria opzione in sede di apertura p.iva. Quindi, il regime dei minimi applicabile a: ditte individuali (persone fisiche) lavoratori autonomi (professionisti) Libri e registri conseguenti al regime IVA fatture emesse o corrispettivi Oppure (in sostituzione del registro IVA) apposito prospetto contabile semplificato Dipendenti (se esistono libro paga libro matricola libro infortuni

Nel regime forfetario i fatti di gestione da registrare si riducono solo all'obbligo di certificare i corrispettivi, ed emettere le fatture per le prestazioni rese.

I vantaggi di questo regime sono: nessun adempimento contabile nessun obbligo iva Omissione della registrazione

Gli svantaggi sono: Grosse difficolt nella predisposizione di bilanci periodici

http://www.marzulli.it/menu%20regimi%20contabili%20e%20fiscali.htm

Pagina 3 di 10

I REGIMI CONTABILI E FISCALI , disciplina, esempio fattura, norme e casi risolti


registrazione degli acquisti Non richiede nessuna conoscenza contabile Non assoggettamento allaccertamento presuntivo del reddito (sulla base di parametri e studi di settore) Tassazione con imposta sostitutiva dal 20% Non soggetto Irap Costi di gestione contenuti ( spese per commercialista)

10/01/12 10.36

Il reddito desercizio calcolato come da Codice Civile: differenza tra Costi e Ricavi

Regime sostitutivo per nuove iniziative (c.d. forfettino) La sua applicazione necessita di unopzione da effettuarsi in sede di presentazione della dichiarazione dinizio attivit E possibile utilizzare questo regime per un massimo di tre anni, ma anche prima di tale termine il contribuente pu comunicare la rinunzia al regime agevolato. E utilizzabile dalle imprese individuali (comprese quelle familiari) quando sussistono i seguenti requisiti: Il contribuente non deve aver esercitato negli ultimi tre anni (cio prima dellinizio della nuova iniziativa) attivit dimpresa o professionale, neanche in forma associata La nuova attivit non deve essere la prosecuzione di unattivit precedente, anche se svolta in qualit di lavoratore dipendente o autonomo La nuova impresa deve essere in regola con gli obblighi previdenziali, assicurativi e amministrativi I ricavi annuali non devono essere superiori a ! 30.987,41 (per le prestazione di servizi) o a ! 61.974,83 (per le altre attivit) Gli stessi limiti posti ai ricavi di cui al punto sopra, riferiti allanno precedente, valgono per il caso di subentro in unimpresa gi esercitata da altro soggetto a tua disposizione. chiama adesso 06 48906628 06 452213497 oppure manda una mail a luigi@marzulli.it Quindi, il regime sostitutivo per le nuove iniziative applicabile a: ditte individuali (persone fisiche) lavoratori autonomi (professionisti)

Con il forfettino c il completo esonero dagli adempimenti contabili: non si devono registrare i fatti di gestione e non si deve tenere nessun libro o registro (tranne quelli dei dipendenti, se esistenti) Inoltre, si possono omettere le liquidazioni ed i versamenti periodici dellIVA, nonch lacconto annuale della stessa imposta ed il pagamento delle addizionali IRPEF

Libri e registri conseguenti al regime Dipendenti (se esistono) libro

http://www.marzulli.it/menu%20regimi%20contabili%20e%20fiscali.htm

Pagina 4 di 10

I REGIMI CONTABILI E FISCALI , disciplina, esempio fattura, norme e casi risolti


imposta ed il pagamento delle addizionali IRPEF Lordinaria tassazione IRPEF del reddito dimpresa (o di lavoro autonomo) sostituita da una tassazione sostitutiva pi favorevole paga libro matricola libro infortuni

10/01/12 10.36

I vantaggi di questo regime sono: Completa omissione della registrazione e tenuta delle scritture contabili Eliminazione di alcune formalit IVA (liquidazioni e versamenti periodici, pagamento dellacconto annuale) Esonero dalla tassazione delle addizionali IRPEF (regionali e comunali) Tassazione sostitutiva dellIRPEF con aliquota agevolata Compilazione della dichiarazione dei redditi pi facile e meno costosa Non richiede nessuna conoscenza contabile Possibilit di utilizzare un software gratuito per lutilizzo di questo regime, messo a disposizione dallAmministrazione finanziaria

Gli svantaggi sono: Inesistenza di fatto (tranne la documentazione conservata) di elementi informativi per il controllo di gestione Grosse difficolt nella predisposizione di bilanci periodici Applicazione del regime sostitutivo di

Il reddito desercizio calcolato come da Codice Civile: differenza tra Costi e Ricavi (ma non c il conto economico) Il reddito imponibile calcolato, in applicazione dei criteri fiscali, partendo dal reddito desercizio: Reddito desercizio + costi fiscalmente indeducibili ricavi non imponibili costi non dedotti (nei limiti fiscalmente ammessi) La tassazione, sostitutiva dellIRPEF e delle relative addizionali, avviene con unimposta agevolata del 10% applicata sul reddito imponibile

tassazione solo al reddito dellattivit, per il quale stato richiesto, e non agli altri eventuali redditi soggetti ad IRPEF Impossibilit di considerare le detrazioni e deduzioni IRPEF, normalmente godibili, non correlate con lattivit esercitata

http://www.marzulli.it/menu%20regimi%20contabili%20e%20fiscali.htm

Pagina 5 di 10

I REGIMI CONTABILI E FISCALI , disciplina, esempio fattura, norme e casi risolti

10/01/12 10.36

http://www.marzulli.it/menu%20regimi%20contabili%20e%20fiscali.htm

Pagina 6 di 10

I REGIMI CONTABILI E FISCALI , disciplina, esempio fattura, norme e casi risolti

10/01/12 10.36

http://www.marzulli.it/menu%20regimi%20contabili%20e%20fiscali.htm

Pagina 7 di 10

I REGIMI CONTABILI E FISCALI , disciplina, esempio fattura, norme e casi risolti

10/01/12 10.36

http://www.marzulli.it/menu%20regimi%20contabili%20e%20fiscali.htm

Pagina 8 di 10

I REGIMI CONTABILI E FISCALI , disciplina, esempio fattura, norme e casi risolti

10/01/12 10.36

http://www.marzulli.it/menu%20regimi%20contabili%20e%20fiscali.htm

Pagina 9 di 10

I REGIMI CONTABILI E FISCALI , disciplina, esempio fattura, norme e casi risolti

10/01/12 10.36

M a r z u l l i . i t
dottore

un servizio di Luigi Michele Marzulli


r e v i s o r e c o n t a b i l e

c o m m e r c i a l i s t a

Note Legali Copyright 2001 - 2007 Luigi Michele Marzulli - P.Iva 05752480722 (ris.16/5/06 nr.60/E Agenzia Entrate)

http://www.marzulli.it/menu%20regimi%20contabili%20e%20fiscali.htm

Pagina 10 di 10