Sei sulla pagina 1di 210

Anteprima

Il motivo per il quale Fiumi e Mari ricevono lOmaggio delle Sorgenti di Centinaia di Monti, sta nel fatto che Fiumi e Mari stanno pi in Basso, a Valle delle Montagne. E cos possono Regnare sulle Sorgenti Montane. Cos il Saggio che desidera porsi al di sopra degli Uomini di fatto si pone al disotto di Loro. Il Saggio che desidera porsi davanti agli Uomini, di fatto si pone dopo di Loro. Cos, bench il Suo posto sia sopra gli Uomini, Essi non risentono del Suo Peso; bench il Suo Posto sia davanti a Tutti Loro, Essi non se ne sentono offesi.

LAO TSE Famoso Saggio Cinese

Oscar Pietro Pizzato


autore di

IL SETTERMAN E LARTE DELLA BECCACCIA

BECCACCE DELLALTOPIANO
I Principi del Successo di un Aspirante Beccacciaio
Prefazione di Gianni Simonato

OPPIS PLANET EDIZIONI

In Copertina: significativa immagine che raffigura appieno la dellAutore. Dai Suoi Diari:

Vita

Sullo sfondo Il Sasso, il Perno Passionale della Mia Professione, cos come del Mio Essere. Si tratta di Uno dei Miei Sassi, posto ad Ornamento dellAbitazione di Roberto Busnardo, il pi Competente Amico di Venture in Materia di Scolopax Rusticola. In appoggio sulla medesima Crosta di Roccia, le Pietre Focali della Mia Sviscerata Passione Personale, Le Beccacce [Guadagnate in quella Splendida Giornata] ed i Fucili da Caccia. In Primo Piano invece, Due Fantastici Specialisti, Due degni Appartenenti al Mio Dream Team OPPIS, che mi hanno Accompagnato ed Allietato per un Distinto Periodo nel Favoloso Percorso della Mia Esistenza, Umana, Venatoria e Cino-Venatoria.

Condizioni per riprodurre i materiali permesso di condividere [copiare, distribuire e trasmettere] il mio lavoro a condizione di citarne la fonte e di non alterarlo.

Progetto Grafico Mirko Samuel Pizzato Oscar Pietro Pizzato

Stampa Grafiche Simonato Snc

Questo libro dedicato a tutti quei Cacciatori che hanno osato uscire dalla cultura dominante fatta di rassegnazione e mediocrit, e si adoperano per creare la vita dei loro sogni. Vi rendo onore!
OSCAR PIETRO PIZZATO

Se un uomo scrive un libro, che scriva solo ci che sa. Ho abbastanza supposizioni per conto mio.
JOHANN WOLFGANG VON GOETHE Poeta, romanziere, drammaturgo e filosofo tedesco

Ho vissuto una vita piena. Ho viaggiato su ogni autostrada; e soprattutto, sopra ogni altra cosa, lho fatto a modo mio.

Traduzione dal brano My Way, originariamente scritto ed eseguito da Paul Anka, riproposto da Elvis Presley e Frank Sinatra.

Ogni giorno creaTi un Obiettivo, una Precisa Direzione da Seguire ad ogni costo, anche a costo di Inciampare. Pu trattarsi di una situazione, di una cosa, ma deve essere cos, cio quel tanto che alla fine della giornata Ti faccia dire: Ce lho fatta!. Con la crescita, la fermezza, la volont e la costanza, dopo un mese sar facile aggiungere unulteriore Intenzione, un ennesimo Obiettivo. E cos facendo, ostinato, alla fine dellanno farai dieci cose al giorno e riuscirai in tutte.
OSCAR PIETRO PIZZATO

Immagini fotografiche di propriet esclusiva dell

Allevamento del Setter Inglese con Affisso ENCI OPPIS


di Oscar Pietro Pizzato

L'autore a disposizione degli aventi diritto, con i quali non gli sia stato possibile comunicare, per eventuali involontarie omissioni o inesattezze nella citazione delle fonti e delle illustrazioni riprodotte.

Le persone non comprendono limmenso valore dellutilizzare i momenti liberi.


ORISON SWETT MARDEN dal Suo Libro He Can Who Thinks He Can! [1908]

NON SUCCEDE NULLA FINCH NON AGISCI

Se la tua nave non arriva, comincia a nuotare e valle incontro.


JONATHAN WINTERS Comico vincitore del premio Grammy, attore, scrittore e artista

AGISCI COME SE

Credi e agisci come se fosse impossibile fallire.


CHARLES F. KETTERING Inventore con oltre 140 brevetti e dottorati honoris causa di circa 30 universit

LAllevamento del Setter Inglese OPPIS nato ed esiste essenzialmente a conseguenza di un vero e proprio Magico Abbaglio realizzatosi nel lontano 1970 agli occhi del fondatore, nel vedere una coppia di Setter Inglesi con mantello Bianco-Arancio di propriet di un amico di famiglia. Essi stregarono letteralmente lallora undicenne Oscar Pietro grazie alle loro movenze feline ed allinnata eleganza, accompagnate

dallimmancabile filata, influenzando per sempre il Suo meraviglioso percorso Cino-venatorio e Cino-tecnico.

La teoria quando si sa tutto e niente funziona. La pratica quando tutto funziona e nessuno sa il perch. In questo caso abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c niente che funziona e nessuno sa il perch!
ALBERT EINSTEIN Vincitore del premio Nobel per la fisica

Ci sono pittori che trasformano il sole in una macchia gialla. Per ce ne sono altri che, grazie alla loro arte ed intelligenza, trasformano una macchia gialla nel sole.
PABLO PICASSO Pittore, scultore e litografo spagnolo di fama mondiale

Sei un mio nuovo cliente. Grazie per aver acquistato il mio LIBRO. Per me una grande soddisfazione, perch sono convinto che Ti sar utile. Se hai dei commenti o suggerimenti da fare puoi aggiungerli collegandoti al mio sito www.oscarpizzato.com oppure contattandomi ai recapiti che troverai in fondo al Libro.

Sopra: statua di Bronzo che riproduce lindimenticabile esemplare OPPIS ROHLL.

11

Lho fatto a modo mio, anche se non sempre tutti erano daccordo con me.
OSCAR PIETRO PIZZATO

Non credere a nulla. A prescindere da dove lo hai letto, o da chi lo ha detto, anche se lho detto io, a meno che non concordi con la tua ragione e con il tuo buonsenso.
BUDDHA

Lo Stemma della Spettabile Reggenza e quelli dei 7 Comuni che la compongono: (1) Asiago; (2) Lusiana; (3) Roana; (4) Rotzo; (5) Foza; (6) Enego; (7) Gallio.

13

Visione complessiva dellintero Altopiano 7 Comuni. Per gentile concessione dellA.P.T. di Asiago.

Veduta panoramica Invernale della Piana di Asiago innevata ripresa dal Monte Sisemol. Da notare sullo sfondo i contorni delle Perle Montane che la circondano e la rendono Unica.

15

Bellissima veduta di Asiago adagiata al centro dellAltopiano.

Il Traino dellArtiglieria Pesante a Cesuna durante la Grande Guerra.

17

Veduta del Duomo di Asiago. Il Duomo, nonostante lapparenza del Suo Vestito attuale, ha una storia antica contrassegnata da molteplici rifacimenti.

Limponente Sacrario del Leiten, dove sono custoditi i resti di oltre 40.000 defunti soldati della Grande Guerra.

19

Vedute esterne [sotto e sopra] dellOsservatorio Astrofisico dellUniversit di Padova, dotato del pi importante Telescopio Copernico dItalia.

Veduta di Alianti [Aerei Senza Motore] presso il centrale Aeroporto di Asiago, posto a Nord della cittadina e sviluppato su unArea Totalmente Pianeggiante. Negli anni addietro, sulla medesima composizione terriera, lIllustre Alighiero Ammanati [fra gli altri] ha Giudicato Competizioni Cinofile degne di Nota.

21

Il concitato arrivo di un Gruppo di Fondisti nella Gara di Coppa del Mondo disputata sul circuito del Golf Arena.

Golfisti in attivit sul pregevole Campo a 18 buche in localit Meltar, alla periferia di Asiago, immerso nei diversi Verdi dei Pini, degli Abeti e dei Larici, oltrech con il soffice Manto Erboso DAlta Quota che lo contraddistingue.

23

Altra Attivit Sportiva dAttrazione, di valore squisitamente Turistico [anche se le Manifestazioni Sportive pertinenti non mancano di certo], il sali -scendi col noto Rampichino, la Mountain-bike.

Giocatori di Hockey su Ghiaccio in azione durante una partita di Seria A, dove lAsiago la fa da protagonista: Campione dItalia 2001 e 2011.

25

Uno dei Mestieri pi Antichi della Vita Altopianese: il Lavoro nel Bosco, con i Boscaioli allopera.

Altra fiorente attivit delleconomia locale rappresentata dallArte dellEstrazione del Marmo.

27

Momenti di Vita Contadina con le tradizioni della Malga e le lavorazioni per la produzione del Formaggio.

Il periodo della Fienagione, dove ancor oggi nei posti pi impervi il Frutto del duro Lavoro viene trasportato sulle Spalle, avvolto da apposito Lenzuolo. Bellissime immagini raffiguranti il lavoro su un classico Pagliaio Montano.

29

Sopra: Bestiame in fase di abbeverata sulle Pozze, allalbeggiare del mattino.

Sotto: Area di Malga durante la Mungitura allaperto del Bestiame.

Documento eccezionale: Estate 1918. Il Primo pellegrinaggio sulla Montagna Sacra degli Alpini, il Monte Ortigara, in ricordo dei Sacrifici della Grande Guerra, dove con epiche battaglie immolarono le loro vite decine di migliaia di Soldati Italiani ed Austroungarici.

31

Splendida immagine dellOrtigara, da tutti riconosciuta quale Montagna simbolo della Grande Guerra.

Veduta maestosa della pi Alta Montagna di tutto lAltopiano di Asiago: Cima Dodici.

33

I Decori che il Freddo e la Neve ordinati da Madre Natura sanno riservare allAmbiente dellAltopiano di Asiago.

Veduta del grandioso Sacrario Militare che domina la Cittadina Montana di Asiago e, in primo piano, la conferma delle Attivit e delle Tradizioni Contadine esistenti.

Vista di Asiago dopo uninnevata. In primo piano le tracce delle Attivit Contadine e sullo sfondo le Perle Montane che la contraddistinguono.

35

Panoramica di Asiago dInverno, dove si ergono il Duomo ed il Sacrario Militare fra gli spiragli del sole alle prime luce del giorno.

Particolare veduta di Asiago dopo unabbondante nevicata.

Se Ha Funzionato Per Pi Di 100 Anni,

Non Pensarci Proprio A Cambiarlo

Credere in Te stesso, un Atteggiamento Positivo.


JACK CANFIELD Autore, oratore professionista, leader di seminari, istruttore societario e imprenditore di successo

Persone per me Molto Importanti, che sarebbe corretto citare tutte, una per una. Ma come mi impone lIstinto, unificher i ringraziamenti in ununica figura, o meglio in un

e oggi sono qui a scrivere lo devo ad un insieme di Fattori, di Esperienze, di Conoscenze, perlopi di Vita Vissuta, la mia Vita, ed altres per merito di alcune

Personaggio che tanto mi ha dato, insegnato e consigliato fin da quandero Bambino, poi da Ragazzo e da Giovane. Costui non pu che essere il mio Nonno Paterno: Pietro Massimo Sogatin Pizzato. Ancora oggi mi capita loccasione di ricordarlo, di pensarlo e di citarlo, soprattutto quando sono a colloquio con Collaboratori, Amici e col maggiore dei miei Figli, Mirko.

37

Gli sviluppi del mio Progetto Editoriale riescono a rafforzare oltremodo proprio il legame con questultimo, permettendomi di esporre quasi sempre la giusta risposta, il giusto esempio alle situazioni della Vita, grazie alle molteplici Citazioni, agli infiniti Aneddoti ed ai variopinti Detti Popolari [anche Suoi Personali] che il mio Maturo Nonno, Emblema della mia Giovent, usava ripetermi con continuit. Voglio approfittare di questo Libro, incentrato

unicamente sugli eventi vissuti nei miei Luoghi Nativi, le mie Terre Montane, per elencare qualcuna delle suddette Citazioni, senza dimenticare che ogni Sua singola espressione non poteva che iniziare con:

Osca, ricordaTe che [Oscar, ricordaTi che]

Quando che Te v in giro pal Mondo, impara prima de tuto a robare con locio. [Quando vai in giro per il Mondo impara prima di tutto a rubare, visivamente con locchio.]

I Merli bison ciaparli quando che i paxa. [I Merli (le occasioni, n.d.a) vanno prese quando passano.]

Quando che Te cridi de exere riv, xe proprio quando che Te rixci de negarTe. [Quando credi di essere arrivato proprio quando rischi di annegare.]

Vae de p uno dea Montagna che xete dea Campagna, parch quii i xe Gaburi. [Vale di pi una persona nata in Montagna, che sette persone nate in Campagna, perch questi ultimi sono da considerarsi dei Gaburi o anche Xaeoti.]

El Can par exere ritegnuo compio, mauro, el ga da avere tanti ani quanti e gambe chel g. [Il Cane per essere ritenuto dressato, completato, maturo, deve raggiungere tanti anni quante le gambe che ha.]

Xe mejo on ovo on c che na gaina doman. [Meglio un uovo oggi che una gallina domani.]

Xe sempre mejo fare invidia che pena. [ sempre meglio fare invidia che pena.]

Xe mejo on minuto da leuni che n vita da coiuni. [ meglio un minuto da leoni che una vita da coglioni.]

El maxa ridere el st in boca ai stulti. [Il troppo ridere sta in bocca agli stolti.]

39

On xoto non xe indrisar mai!! I Sapienti i poe operarlo fin che i voe e da par tuto, ma drito nol xe movar mai. [Uno zoppo (per metafora inteso quale un ladro, un disonesto, un poco di buono, n.d.a.) non si raddrizzer mai!! Le autorit potranno educarlo, insegnargli, ecc., ma costui non cambier mai del tutto.]

Tira de p on Pel de Figa che na par de Mui compia. [Attira di pi un Pelo di Donna che un basti mento di muli. (Nei lavori di Montagna, non essendoci in quei tempi i macchinari, in alcune occasioni gli Animali da Soma venivano riuniti in Grandi Gruppi cos da poter aumentarne la Forza di Traino, n.d.a.)]

Anca locio el voe a so parte. [Anche locchio vuole la sua parte.]

El pero quando che l mauro el cade da xoeo. [La pera quando matura cade (si stacca, n.d.a.) da sola.]

St su coe rece con chi che cria el Morto par mania, parch lo fa posta soeo par ciavare el Vivo. [Stai molto attento con quel tipo di Persone che per abitudine si Lamentano sempre, in continuit, perch lo fanno per abitudine per approfittare di tutto e di Tutti.]

Limportante xe che i ghin parle, in ben o in mae, ma che i ghin parle, xe n Te xaresi anca Ti na nuit come luri. [Limportante che tutti ne parlino, in bene oppure in male, ma che ne parlino, altrimenti anche Tu saresTi una nullit come loro.]

El batocio dea Campana el g da sbatere su tuti d i fianchi, parch se no vol dire che a Campana se slosa. [Il battocchio della Campana deve picchiare su ambedue i lati, altrimenti significa che la Campana fasulla, falsa.]

I soldi i xe come el leame de schiti. Se te o simenii in rajo largo xo on pr, el fa soeo tanto ben. Se invese te o imuci xo on posto soeo, el xa on odore bestiae. [I soldi sono come il letame dei polli. Se lo spargi a grande raggio su di un prato non pu che essere utile, positivo. Se invece lo ammucchi in un unico posto emana un odore bestiale.]

Co Te tiri col sciopo, tira sempre e soeo par copare. [Quando spari col fucile, spara sempre e solo per uccidere. (inteso metaforicamente sul Selvatico, n.d.a)]

Queste e xe cartuce coe baete nove xeri, co Te sinti el Can che para st tento sol paxeto e a queo che Te vidi rivare tireghe xenxa paura che dopo ghe penso mi. [Queste sono cartucce a pallettoni, numerazione nove zeri, quando senti il Segugio in seguita, che abbaia, stai attento nel passaggio del sentiero ed a quello che vedi arrivare, spara senza timore che poi ci penso io.]

41

Chi che vive sperando el more cantando. [Chi vive nella speranza, sperando, muore cantando.]

Te scampi dal B e a Vaca Te tr. [Scappi dal Bue, e invece Ti scalcia la Mucca, la Vacca.]

El tempo l sempre gaeantomo, parci xe suficente saver spetare. [Il tempo sempre galantuomo, perci sufficiente saper aspettare.]

Na man lava laltra, e tute d in paro e lava a facia. [Una mano aiuta laltra a lavarsi, e tutte e due assieme riescono a lavare il viso.]

Na strixia de poenta, opure anca on bocon de pan, sociai con na feta de saeado e on toco de formaio, compii co on Fiasco de Quel bon, no i g confrunti co gnente. Xe dopo Te si in gamba a sociarli co Qualcun de Fid, lora el Mondo Intiero el poe ndare farse ciavare par sempre. [Una striscia di polenta, oppure anche un boccone di pane, combinati con una fetta di salame ed un pezzo di formaggio, altres contornati da una Bottiglia di Vino di quello Buono, non hanno confronti con nientaltro. Se poi sei capace di associarli con la compagnia di qualche Persona Fidata, allora il Mondo Intero pu pure scomparire per sempre.]

Chi voe stare co tuti du i pie in p pari de savate, ora dea fine st sicuro come che foxe j scrito che nol ghin mete su gnanca uno. [Chi vuole calzare entrambi i piedi in pi paia di ciabatte, alla fin fine stanne certo che non ne calza nemmeno uno.]

Ci che chiamiamo caso, non altro che la causa ignorata di un effetto noto.
FRANCOIS MARIE AROUET Notoriamente da tutti conosciuto come VOLTAIRE

Nello scorrere degli anni ho potuto toccare direttamente con mano, la mia mano, ed ho imparato fra alti e bassi, che le Massime [quando mai fu usato termine pi appropriato?], gli Aneddoti e gli Aforismi che mio Nonno era solito ripetermi con continuit, se li avessi compresi e messi in pratica prima, molti errori, molti ostacoli ed altres molte realt della mia Vita [e Carriera Professionale] sarebbero stati diversi. Non mi sono mai lamentato, non lo posso nemmeno fare, ma

43

Emblematica immagine che ritrae, in conformit con il Testo di queste pagine, la Mano dellUomo Saggio, Esperto e Vissuto, a diretto contatto con il Cucciolo.

Fra le tante, riportando alloggi quanto udito ed appreso dal Suo rustico vocione, mi tornano in mente alcuni precisi passaggi:

Oscar ricordaTi che io ho subito, sofferto e vissuto ambedue le Guerre Mondiali, e con ci la fame, quella vera, con i rischi continui ed i sacrifici indicibili che ne sono derivati, per cui sapendoTi Diverso dagli altri, dai miei Figli cos come da tutti i miei Nipoti, poich Ti ritengo il mio specchio voglio prepararTi, insegnarTi, avvertirTi per quello che andrai Tu stesso ad Incontrare, a Vivere nel futuro a venire. Proprio per questo mi sento in grado di affermarTi che lUomo, lEssere Umano, ha bisogno di Piena Libert per poter Vivere di pi e meglio. Vivere non significa Campare per pi Anni, ma saper associare, assaporare, godere, gustare ogni momento della Vita stessa, Cosciente di quello che hai fatto, che fai e che puoi fare, al fine di poterla Vivere con pi profitto.

Per Libert invece, intendo quella Mentale. La Libert di Pensare e Creare pu esistere solamente quando presente un Atteggiamento Positivo. Anche se in qualche occasione mi vedi Litigare, poi ci ripenso fra me e me, magari anche dopo cinque minuti dallevento. Ripenso a quello che avrei effettivamente voluto e potuto dire nel pieno della Discussione. Il risultato della Lezione che Ti sto impartendo non pu che essere uno ed uno solo, ossia: la Negativit blocca la Creativit.

45

Per conquistare la Tua Realizzazione devi cercare di capire come reagisci nei momenti critici, quando in un attimo devi prendere delle Decisioni o Rispondere. RicordaTi: la Lite stata possibile perch lAtteggiamento era Negativo. Pensa alla Tua vita Famigliare, alla Tua vita Scolastica, alla Tua vita Sportiva, alla Caccia e alla Tua vita Sociale. Poi, pensa alle Risposte che hai avuto ed ottenuto dalle altre persone, e di conseguenza alle Azioni che hai compiuto quando i Tuoi Sentimenti erano Negativi o la Tua Mentalit era Negativa. Ne ricaverai che la maggior parte di queste Azioni, la maggior parte di queste Risposte, senzaltro da deplorare. Con questo non Ti voglio dire che:

Devi Vivere una Vita Perfetta, pensare a Pensieri Perfetti e saranno Rose e Fiori ovunque ed in ogni caso

Devi essere sempre Positivo per il cento per cento del Tuo tempo, o non troverai mai la Luna nel Pozzo

Ti sto dicendo invece:

Sii consapevole dei Tuoi Sentimenti e Pensieri Interiori, sempre e comunque, prima di commettere unAzione o dare una Risposta che, col senno di poi, avresTi potuto evitare

Il segreto della Realizzazione Lavorare di pi sulla Consapevolezza e fare meno errori.

Mi rendo conto che sono discipline molto difficili, forse le pi difficili, se non altro perch nel contempo altre persone ed altre cose interagiscono in contemporanea con il Tuo Processo di Pensiero, cercando di inquinarlo, di sfidarlo. Purtroppo la Prima Risposta non mai la Migliore. La Risposta cosiddetta Involontaria tende purtroppo ad essere sempre Difensiva ed Argomentativa.

Queste sono le realt dei fatti, il Mondo Reale. Il Tuo compito come proprietario e padrone del Tuo Atteggiamento di saper creare, saperTi imporre una Sana filosofia di Serenit dAnimo, di Calma Personale tale, che Ti permetta di Padroneggiare sempre e comunque, ancor prima di Reagire o di Rispondere ad una Situazione Negativa. Pi riuscirai a farlo, tanto pi Ti sentirai un Uomo Realizzato. RicordaTi che leffettiva riuscita dellAtteggiamento Positivo egoista! per cui legoismo va pi che bene parlando di Atteggiamento Positivo. ConcediTi senza vergogne e senza remore [pur rimanendo nella logica] le Gratificazioni e le Realizzazioni di dare a Te stesso delle cose, delle possibilit, anche dei regali se desideri, che Ti faranno stare bene. Padroneggiare, fra le altre, Ti da anche lopportunit di farTi quei regali che Ti fanno sentire bene, e di crearTi tutto intorno lAmbiente Migliore che Ti incoragger quel tanto da raggiungere gli Obiettivi che Ti eri Prefisso in merito a che cosa e chi Vuoi Diventare.

47

Saper Padroneggiare Te stesso, il Tuo io, Ti permetter fra le altre di crearTi un Ambiente di Successo, sia Mentale che Fisico.

Coi miei cinquantadue anni di vita piena, come recitava il mitico Frank Sinatra in My Way, posso permettermi di affermare che di tempo ce n voluto tanto, purtroppo, ma tutti gli insegnamenti ed i consigli che anche i brevi Pensieri riportati contengono, dopo averli in persona accertati, verificati e provati sono Sani e Veri. Grazie Nonno, grazie di avermi scelto, guidato, insegnato, istruito, preparato al domani ed allietato con tutto il tuo essere. Sei davvero un Grande Uomo.

49

Sopra: Veduta di San Michele.

Sotto: La Casa Natale di Joany Oriea.

Un Ringraziamento ad hoc

Se un uomo, per qualunque ragione, ha lopportunit di condurre una vita straordinaria, non ha alcun diritto di tenerla per s.
JACQUES-YVES COUSTEAU Esploratore subacqueo e documentarista leggendario

Ringraziamento, ad una Persona Speciale. proprio quello che sto facendo qui, ma allora una qualche forza maggiore mi invitava a rinunciare, poich si trattava di un Personaggio davvero di Primo Piano [almeno per me], che a parer mio meritava un capitolo a parte, un trattamento donore ed una miglior considerazione.

entre scrivevo IL SETTERMAN E LARTE DELLA BECCACCIA, in pi occasioni sono stato tentato di inserire una Dedica, o meglio un

Lintenzione di continuare ad occuparmi di racconti sulla Regina del Bosco lavevo in mente sin dalle origini dei miei Progetti di Narratore Cino-Venatorio, ma da Uomo, Genitore, Imprenditore, Cacciatore ed altres da Beccacciaio,

87

Joany Oriea, alias Giovanni Pilati, nel portico di casa immancabilmente in compagnia della Sua ultima Ausiliare: la Bellissima Setter Inglese Tricolore OPPIS CHETY .

sentivo di dover scrivere il Nuovo Libro con particolare riferimento alle mie Esperienze Cino-Tecnico-Venatorie Giovanili ed ai miei Luoghi Nativi, lAltopiano di Asiago appunto, trascurando la descrizione di tutti quegli aneddoti, quegli episodi, quegli affetti e quei legami personali che potevano esservi ricondotti, anche perch alcuni di essi erano gi stati esposti nel mio Libro precedente. Per questi motivi ho deciso di fare uneccezione nei confronti della Figura Umana che per me ha rappresentato uno dei pi importanti riferimenti Giovanili [e non solo], colui che forse pi di ogni altro stato fondamentale ai fini della mia crescita e della mia maturazione come Uomo. Dunque questo testo va ad una persona, un amico fidato, che nei miei pi di cinquantanni di vita finora vissuta ha lasciato un segno profondo, indelebile. Questo Piccolo Grande Uomo, grondante di generosit da tutti i pori della Sua Pellaccia dalle Sette Vite come i Gatti [che di certo non ama] ha un nome: Joany Oriea, alias Giovanni Pilati. La sorte gli ha riservato moltissimi piaceri, molte vittorie e molte soddisfazioni, frutto di sacrifici indescrivibili, una Bella e Grande Famiglia, oramai anche Allargata, formata dalla disponibile moglie Anna, dai Figli, dalle Nuore e dai

89

Nipoti che Lui stesso ama senza distinzioni, anche se non lo d e non lo dar mai a vedere. Purtroppo per Lui gli venuto a mancare il cosiddetto Braccio Destro, che perlomeno nelle tradizionali Famiglie Venete rappresentato da quello dei Figli che rimane in Casa, seppur per conto Suo, e che avrebbe dovuto condividere gli impegni quotidiani coi propri Genitori, fino al Loro naturale addio. A questi compiti era stato predestinato il pi Giovane dei Tre figli, Giuseppe. Che riposi in pace. Non fosse sufficiente tanto dolore, qualche anno fa, durante lo svolgimento di una Battuta di Caccia in Pianura, su Terreno Libero, gli hanno Sparato in Faccia da pochi passi, chiaramente per errore, e per di pi tale incredibile atto stato commesso per mano di un Suo ex-compaesano. Ma anche da questo evento linaffondabile Joany uscito vivo e vegeto, nonostante la perdita della vista da un occhio, i problemi allaltro ed i segni permanenti sul volto. Perci voglio infondergli attraverso questo Libro il mio Forza Joany!!!

Grazie di tutto, Piccolo Grande Uomo.

Le relazioni personali sono il terreno fertile da cui cresce tutto il progresso, tutto il successo, tutte le conquiste nella vita.

BEN STEIN Scrittore, attore e conduttore di spettacoli con giochi

Devi chiedere. Chiedere, a mio avviso, il segreto pi potente e pi trascurato del mondo per raggiungere il successo e la felicit.

PERCY ROSS Self made millionaire e filantropo

91

Non sprecare la vita credendo di non potere.


JACK CANFIELD Autore, oratore professionista, leader di seminari, istruttore societario e imprenditore di successo

Crea il tuo futuro a partire dal tuo futuro, non dal tuo passato.
WERNER ERHARD Fondatore di EST training e del Landmark Forum

Prefazione

di Gianni Simonato

sono un cacciatore, per amo i cani. Ho sospeso quindi per un momento le mie convinzioni ed ho voluto vedere le bozze del libro. Volevo capire cosa centrassero i cani e quali storie si sarebbero raccontate su di loro. Quando ho ricevuto il materiale lho letto con passione crescente pi volte e ho capito che il mio primo giudizio non era del tutto corretto. Avevo tratto delle conclusioni anzitempo, una sorta di autoinganno dovuto a convinzioni e pregiudizi. A ben vedere poi lautore mio coetaneo, e questo da una parte mi faceva propendere per una logica partigiana, ma dallaltra prevaleva il mio io razionale, convinto che dovessi prendere le distanza per partito preso. Ed eccomi qui a scrivere la prefazione di questo volume autobiografico. Parte subito diretto questo libro, senza fronzoli, senza paracadute, senza falsi pudori. Qui sta il bello, ed la stessa conquista che ha realizzato nei miei confronti. Per chi mi conosce, cosa non facile.

evo dire che quando mi stato chiesto di scrivere la

prefazione di questo libro la mia risposta stata negativa. Non ho la passione per la caccia e non

93

Lattacco schietto, i tanti ricordi dellautore per una persona per lui speciale, lo Zio Pejo. Figura fondamentale per la crescita dellautore, in grado di determinare in lui il futuro carattere. Lo Zio Pejo in realt il mentore che chiunque di noi ha avuto la fortuna di avere. A volte si tratta di un amico, di un fratello, del nonno. La figura del mentore quella della persona pi anziana, con esperienza, che ti aiuta ad entrare nel difficile e delicato momento della vita, quello delladolescenza. questa una fase critica, che si lascia alle spalle il bambino per incontrare ladulto in un processo che non confinato in brevi momenti ma dura anni, talvolta tutta la vita per chi non riesce a crescere proprio del tutto.

Lautore non racconta favole, ma cose vere, che danno la dimensione del personaggio a tutto tondo, dotato di coraggio, di voglia di scoprire, di fare nuove esperienze. Lo Zio Pejo gli vicino nel momento del primo colpo di fucile, di nascosto dal nonno, cos come nella prima esperienza sessuale. Hanno sei anni di differenza che, allet delladolescenza, significano passare dallessere bambino alla maggiore et. Le esperienze personali fanno da premessa ai principi dellarte della caccia alla beccaccia. Una serie di consigli che lautore declina in maniera dettagliata, forte della Sua esperienza vissuta in prima persona.

Ma i principi sono nulla senza un altro protagonista dellarte della caccia, tanto da far affermare allautore che non si pu cacciare senza lAusiliare Specialista. Si tratta del cane, il miglior amico e compagno di venture delluomo cos come viene definito nel libro il nostro amico a quattro zampe. E questo mi ha colpito e mi ha fatto vedere la caccia sono unaltra forma, una sorta di ritorno al passato, a tempi ormai andati in cui luomo ed il suo fedele amico combattevano la dura battaglia della vita per la sopravvivenza, procurandosi il cibo con la cacciagione. Larte della caccia alla beccaccia una passione che lautore ha in comune con un altro grande cacciatore e narratore, Adelio Ponce de Leon, recentemente scomparso, ampiamente citato nel libro. Le passioni, quelle vere, che durano nel tempo, si coltivano fin dalla giovane et. Sono le contaminazioni, le esposizioni al mondo esterno che

condizionano queste scelte. Il tredicenne Pizzato fu letteralmente folgorato alla vista dei setter inglesi acquistati dal padre: Dick, Diana e Perla. Nella sua mente, attraverso la riproduzione di questi setter, gi vedeva quello che sarebbe diventato il suo mestiere: lallevatore di cani. Eppure allinizio non pensava nemmeno a chiamarlo OPPIS quellallevamento, a dimostrazione di come

95

Gianni Simonato, Executive Coach e Scrittore.

97

qualsiasi impresa passi sempre attraverso lo stadio del sogno, della visione, ed infine dellazione. Toccanti infine i vari passaggi di vita nel rapporto uomo/cane, che lascio al lettore in silenzio perch ne possa apprezzare in pieno lassoluta sensorialit. Una cosa per voglio dire a gran voce: a volte serve cedere rispetto alle proprie convinzioni, perch molto spesso dietro questa presunta resa si nascondono territori inesplorati che altrimenti non si sarebbero mai percorsi.

GIANNI SIMONATO Milano, 30 Luglio 2011

Le persone di successo hanno una propensione per lazione.

JACK CANFIELD Autore, oratore professionista, leader di seminari, istruttore societario e imprenditore di successo

Il successo lascia indizi.


ANTONY ROBBINS Autore di Unlimited Power [Traduzione in italiano. Come ottenere il meglio da s e dagli altri]

99

Sono le Azioni che Cambiano il Mondo Non le Chiacchiere.


OSCAR PIETRO PIZZATO

143

Come Stato Scritto Questo Libro

E Perch

lApice Primo di Tutti i miei Pensieri di Un Tempo: mio Nonno Paterno Pietro Massimo Sogatin. Tale Credo si Naturalmente Evoluto, sempre con il Suo coinvolgimento, in merito ai Cani da Caccia e allArte Venatoria di per s. Col seguito di ci sento di dover affermare senza vergogna che ho chiaramente Tradito i Suoi Ideali, cos come i Suoi Voleri, Soffrendone Molto, sin da quando A Dieci Anni di Et sono rimasto Abbagliato da Due Setter Inglesi di un Amico di Famiglia, tale Adriano Ba. Il 10 Luglio 1972 si fortunatamente Avverato il mio Sogno, lo Scopo Unico dei miei Pensieri sulla Caccia: mio Padre mi ha fatto dono del Regalo pi Bello, pi Importante, pi Tutto, che io abbia Mai Ricevuto nella Mia Vita: DICK, il Mio Primo SETTER INGLESE. A partire da quel Preciso Momento la Mia Esistenza si letteralmente Trasformata, Cambiata a Trecentosessanta Gradi, e per di pi per Sempre.

remetto che la mia Passione per la Caccia Nata, si Sviluppata ed poi Divenuta Parte Integrante della mia stessa Esistenza, grazie al mio Mentore di Vita,

149

I passi successivi mi hanno visto dapprima divenire Allevatore della Razza Setter Inglese appunto, con TEA e SABA DI CAVAION, gli altri Due Ulteriori Regali che il Mio Genitore ha voluto Inserire nella Nostra Struttura di allora. Inoltre, vedendomi eternamente Immerso ed Assorbito al cento per cento nella Mia Passione per il Cane da Ferma, fino al Punto di essere riuscito a Generare un Preciso Standard, un Mio Standard di Setter Inglese, oserei affermare Stampato e Forgiato secondo i Miei Principi pertinenti lAusiliare Da Montagna e lo Specialista, sono arrivato ad Acquisire il Pregiato Affisso ENCI, dal Marchio OPPIS, ossia lesatto acronimo del mio nome. Il resto storia recente. Con tutte le notevoli Disponibilit prestatemi dalla mia Importante Famiglia, mi sono pi che Adoperato, Ingegnato, Imposto, ed anche Acculturato, leggendo gli Scritti dei Veri Geni Cinofili di quei tempi: Colombo, Puttini ed Altri, ma fra Tutti e senzaltro pi di Tutti, a mio modesto parere, di Felice Delfino, avvalendomene ogni giorno molto oltre il dovuto al fine unico di poter Essere un Istruttore, o meglio, lIstruttore del Setter Inglese Da Montagna. A Sedici Anni, con lapprovazione/assenso dei miei Genitori, ho superato lEsame di Abilitazione allArte Venatoria, la Caccia, e per Come Son Fatto mi sono da

subito Prestabilito di divenirne unEmblema delle Mie Terre, dellAltopiano di Asiago. Il passo successivo mi ha visto Immancabilmente Invaghito, direi persino Stranito, in merito a tutto quel che ruota attorno al Mondo Beccaccia, la Regina del Bosco. Cos da predestinato Segugista mi sono impegnato a divenire dapprima Setterista, e poi definitivamente

Setterman, anzi: Il Setterman, e con tutti i Contorni per mia fortuna realizzatisi, da Aspirante Beccacciaio Facendomi Da Me Passo dopo Passo, Sacrificio dopo Sacrificio, Fantasia dopo Fantasia, Rubando con lOcchio come mi suggeriva mio Nonno Pietro Massimo, e Super Aiutato dagli Insegnamenti dellImmenso DICK, fra Mille e pi Dicerie ed Invidie, Malelingue ed anche Sane Amicizie mi sono Trasformato con Orgoglio in Beccacciaio. In tutti questi Trentanove Lunghi Anni di

Praticantato, lunica ulteriore Passione in Materia che credo fermamente mi abbia Distolto dal Mio Fare di Cacciatore, sempre e solo stato lo Scrivere Continuo e Quotidiano, scrivere di ogni Istante, di ogni Momento, di ogni Evoluzione inerente i Miei Setter Inglesi, la Mia Caccia, e soprattutto le Mie Cacciate, le Mie Indimenticabili Battute di Caccia ovunque Vissute.

151

Una volta Giunto a Tanto, mi son detto pi volte: le Innumerevoli Esperienze Acquisite, gli Infiniti Insegnamenti, i Reali Risultati, oltrech i Segreti Ereditati dal pi Grande dei Bracconieri dellAltopiano, quel Grandissimo Cacciatore che era il Mio Nonno/Mentore, NON POSSONO ANDARE DISPERSI NEL NULLA. Cos Pensavo fra me e me, anche se la Spinta mi stata data dal maggiore dei miei Figli, MIRKO: un Vero Pozzo di Cultura, dallIntelligenza Sopraffina. Lui non solo il mio Braccio Destro, ma spesso si Tramuta in Mio Consigliere, altre volte nel Mio Maggior Critico, ed altre ancora nel pi Importante dei Suggeritori: in poche parole una persona Indispensabile. Sin dallinizio mi sono e ci siamo impegnati in alcune Ricerche Editoriali, e vedendo quel che cera da vedere, dopo aver valutato varie forme di Collaborazione con diversi Professionisti, abbiamo deciso di lessere Noi stessi gli Editori delle Nostre Opere. Il Programma Editoriale che ci eravamo prefissati come Obbiettivo Primario ha finalmente Preso Corpo, ed

Eccoci!! ed eccomi a trascrivere un Conglomerato di Principi, di Insegnamenti, di Storie, di Aneddoti e quantaltro che, non ho dubbi, Piacer di Certo a chiunque sia

Appassionato dallAmbiente Caccia, dai Cani da Caccia, dalla Caccia stessa, ma ancor pi, dalla Beccaccia. Nel frattempo ho avuto modo, quantomeno nellultimo quindicennio, di Testare, di Provare e di Mettere in Pratica tali Principi attraverso precise Opere di Insegnamento, di Applicazione e di Istruzione, per una volta non rivolti ai miei Setter Inglesi ma ai miei Clienti, agli Umani, ossia a Persone che hanno bisogno di Conoscere, di Sapere, di Imparare di Caccia, dellArte della Caccia, dei Cani da Caccia, e nello specifico dei Cani da Ferma. Sono riuscito ad Impartire Modi, Metodi, e Tecniche a dir poco anche Fantasiose, e di volta in volta Diverse ed Adattabili, Persona per Persona, Esigenza per Esigenza, Storia per Storia, ed alla fin fine chi Legge i miei Libri Paragrafo per Paragrafo, Capitolo per Capitolo, avr modo di Incontrare i pi svariati Passaggi, poich ogni mio Scritto non altro che una Raccolta di Ricette Fortunate Sperimentate un po ovunque in giro per il Mondo Intero, con Indubbio Successo, per poter Vincere con la Beccaccia, la Regina della Caccia e del Bosco. Col passare degli anni mi sono reso conto che uno dei pi Grossi Problemi di chi Oggi Vuole Praticare la Caccia, direi Tutta la Caccia, che non ha Ereditato Cultura Venatoria e non ha Conoscenze Venatorie tali da permettersi di Essere Autosufficiente ed Autodidatta.

153

Gli Allievi che ho avuto lavoravano nella Quotidianit della Vita un po in tutti i Settori, chi da Dirigente, chi da Tecnico, altri da Venditori ed altri da Contabili, da Imprenditori, ossia una Grossa Parte della Nostra Italia, ma la maggior parte di Essi a fronte degli Eventi Incontrava uninfinit di Problemi tali da Impedirgli di essere Sereni, di restare Calmi, di rimanere Concentrati sullObiettivo che si erano Imposti: Imparare per poi Realizzare. Senza dilungarmi oltremodo, se non altro perch reputo che i miei Libri abbiano i Contenuti per poter Rispondere ai Quesiti degli Interessati Lettori, credo sia da aggiungere un avvertimento: a parte il Fascino Venatorio e Cinofilo/Venatorio dei Singoli Racconti, Non Troverete Niente di Nuovo, si tratta perlopi di Concetti Risaputi che per Nessuno Applica, o non Vuole Applicare. Molto probabilmente n io n Voi abbiamo bisogno di Imparare Qualcosa di Nuovo, sappiamo abbastanza da poter Condurre unEsistenza Venatoria Perfetta. Ma, ed esiste sempre un ma nella Vita di Tutti purtroppo, il Vero Problema non la Nostra Ignoranza ma bens la Nostra Inazione. Lo Scopo di questa Mia Opera di Spolverare, Illustrare e Mettere nella Giusta Luce, un insieme di Antiche Verit, di Spronare Tutti Voi a Metterle in Pratica e di Amare e far Amare sempre pi la Nostra Caccia.

Credo che chiunque abbia il desiderio di Acquistare e Prendere in Mano questo mio Libro, non sia Interessato a Sapere Come stato scritto, perch il Vero Interesse rivolto al Nocciolo della Questione. Avanti Quindi. Ma fate attenzione, Leggetelo Pagina per Pagina, non divoratelo tanto per arrivare in fondo. Magari al termine della Lettura di un Capitolo, pur avendolo Compreso, Rileggetelo di nuovo, e non vi dubbio che potr Esservi di Maggior Insegnamento ed Aiuto. Se dopo averne Letto almeno la met non trovate le Risposte che Stavate cercando, allora Buttatelo pure Via: Questo Libro non fa per Voi.

155

una Sola gi sufficiente, ma la Coppia unaltra cosa

8.00 Buoni Consigli E Suggerimenti Per Ottenere Il

Meglio Da Questo Libro

I tre stadi della Verit per i Cacciatori: 1] Non vero; 2] Se vero non importante; 3] Lo abbiamo sempre saputo.

.00

Per Ottenere il Miglior Risultato possibile da

questo Libro bisogna avere un Requisito Indispensabile,

senza il quale Nessuna Regola o Tecnica in esso contenute potr EsserVi davvero Utile. Se ci Vi Manca, se non lo Possedete, nemmeno mille o pi espedienti mirati a Come Procedere nello Studio e nellApprendimento potrebbero esserVi dAiuto. Se invece ne siete in Possesso, se lAvete Dentro di Voi, riuscirete di sicuro a Far Faville senza altri suggerimenti. Detto specifico Requisito non pu che essere un Profondo ed Autentico Desiderio di Imparare, una Ferma Volont di poter Vincere la Beccaccia, le Astuzie e gli Ingegni della Regina del Bosco.

157

Per arrivarci necessario tenere sempre ben presente che questi Principi sono della Massima Importanza, e Vi Potranno Aiutare a Condurre una Vita Venatoria pi Intensa, pi Felice, pi Redditizia, per cui pi Ricca. importante perci Acquisirne le eterne Verit Riportate fra le righe.

.00

La miglior soluzione quella di Leggere ogni

singolo Capitolo Rapidamente cos da farVi unIdea

Generale. Anche se Vi dovesse venire voglia di Iniziare il Capitolo successivo, Non Fatelo Assolutamente, a meno che il Vostro Leggere non sia Indirizzato Unicamente al DistrarVi e nientaltro. Se invece le Vostre Intenzioni di Leggere risultano Protratte allo Scopo di Imparare tutti i Modi, i Metodi e le Tecniche per Comprendere le Situazioni, lAusiliare

Specialista, il Selvatico eccetera, non vi altra soluzione che Rileggere ogni singolo Capitolo Attentamente e Passo per Passo. Non ho dubbi sul fatto che alla lunga questa soluzione Vi far Risparmiare Tempo e contemporaneamente Vi dar Ottimi Risultati.

.00

Bisogna Soffermarsi nel corso della Lettura per

Riflettere su quanto avete appena Letto. Il Giusto Metodo

quello di DomandarVi in che modo potreste mettere in Pratica questo o quel Suggerimento, spesso sottaciuto ma Molto Comprensibile. Con tale Sistema di Lettura comprenderete da Voi che i Risultati che si Potranno Ottenere saranno Molto pi Utili che correre a Razzo verso la Fine.

.00

Mentre state Leggendo prendete labitudine di

tenere a portata di mano una Penna, una Matita, oppure un

Evidenziatore. Quando trovate un Suggerimento che Vi da quantomeno lImpressione di poterVi Servire, di esserVi di Aiuto, sottolineatelo. Se avrete lImpressione di qualcosa che potrebbe essere Degno di Nota, fateVi un Appunto sul Margine della Pagina con un Asterisco. Tutte queste Annotazioni Vi permetteranno una pi Facile Lettura ed altres Stimoleranno la Memoria Visiva.

.00

Se nelle Vostre Intenzioni Trarre un Beneficio

Durevole da questo Libro, non IlludeteVi che possa essere

sufficiente dargli una Scorsa Veloce e per una Sola Volta magari. Dopo una Prima Lettura risulter Indispensabile che dedichiate a scadenze Mensili qualche Ora del Vostro prezioso tempo per Rileggerlo.

159

Tenetelo

sulla

Scrivania,

sul

Comodino,

Riprendetelo in Mano appena ne avrete la possibilit, perch non dovete DimenticarVi che Dentro Voi stessi esistono Enormi possibilit di Miglioramento. RicordateVi che lUso dei Modi, dei Metodi e delle Tecniche, cos come dei Principi riportati nella presente Scrittura, pu divenire Abituale ed Automatico solo attraverso una Sana Autocritica accompagnata da una Costante

Applicazione: Non Esistono altre Possibilit.

.00

Partendo dal presupposto che lApprendimento

un Processo Attivo, solo Mettendolo in Pratica si pu

Imparare. Per cui, se Desiderate Approfondire e Perfezionare i vari Principi Spiegati ed Esposti in questo mio Libro, dovete riuscire ad Applicarli in ogni Occasione, altrimenti finirete per Dimenticarli in Fretta. Ricordate una Cosa di Basilare Importanza: solo le Conoscenze delle quali si fa Uso Costante e Continua Applicazione, si Fissano nel Nostro Cervello.

.00

Rileggete pi spesso che potete queste pagine.

Considerate questo Libro un Manuale Pratico su Come e

Quanto Intervenire per Vincere sulle Astuzie, sulle Furberie, sulle Maliziosit della Beccaccia, tanto quanto sul

Comprendere A Fondo sia i Comportamenti che gli Accorgimenti, ed altres gli Insegnamenti dei Vostri Ausiliari Specialisti. Quando Vi troverete in dette Situazioni Non Agitatevi Assolutamente, Non Seguite lImpulso: di solito sono Reazioni Sbagliate. Fate viceversa riferimento a queste pagine, e Rileggete Singolarmente i Paragrafi che avete Annotato o Sottolineato, poi Provate ad Applicare questi Nuovi Comportamenti: Sono Certo che per Voi Fioriranno Meraviglie. A volte troverete qualche Difficolt nel seguire i Suggerimenti: io stesso che ho scritto questo Libro ogni tanto faccio fatica ad Attenermi alle Regole che vi ho Esposto. Di conseguenza, quando lo Leggerete, ricordateVi che non state Acquisendo Informazioni, state Cercando di Acquisire Nuovi Comportamenti. Il riuscire ad Applicarli in modo Definitivo quindi richieder del Tempo, Perseveranza, Costanza e soprattutto Credo.

.00

Suggerisco infine di Tener Nota Accuratamente dei

Vostri Successi dovuti allApplicazione dei suddetti

Modi, Metodi, Tecniche e Principi, e Segnate Sempre Nomi, Date, Risultati e Soddisfazioni Ottenute: non vi dubbio

161

che Troverete Ispirazioni Ulteriori, finalizzate a generare Sforzi sempre pi Ambiziosi. Tra qualche anno i Risultati di questa Lista di Progressi e Successi potranno dar vita ad una Lettura Affascinante.

Buona Lettura a Tutti.

OSCAR PIETRO PIZZATO

Ci che noi chiamiamo caso non altro che la causa ignorata di un effetto noto.
FRANCOIS MARIE AROUET Noto a tutti come VOLTAIRE

Osca, ricordeTe che Prima Te impari a paxase a Moneda par queo che a vae, Prima Te podar Giovarghine. [Oscar, ricordaTi che Prima imparerai a valutare la Moneta per quel che vale, Prima potrai trarne Beneficio.]
PIETRO MASSIMO SOGATIN PIZZATO

163

La soddisfazione di questi momenti realmente Goduta e Gustata da Due diverse Entit coinvolte: il Beccacciaio e forse ancor pi lAusiliare. Il Fuoriclasse ripreso nella foto, OPPIS THONY, ne lesplicita Conferma

se poi le Occasioni si Ripetono nel Breve e nel Lungo Termine, non vi dubbio che lEsperienza non pu che Migliorare

165

anche gli Atteggiamenti adottati nei Corretti Riporti dellEsemplare Specialista in Scolopax Rusticola, il Setter Inglese OPPIS THONY, ne sono assoluta Conferma.

Se volete fare delle nuove scoperte, ascoltate semplicemente il battito della Natura.
DOTTOR RIKE GEERD HAMER

La Natura non una dittatrice ostinata che costruisce lo stesso edificio indipendentemente dallambiente, ma una coccinella scout, flessibile e preparata, con piani di emergenza per ogni evenienza.
GARY MARCUS

167

Bellissima ripresa dellEsemplare dal Fondo Fisico/Atletico Infinito, OPPIS THELL, che dopo aver Agganciato un Gruppo di Starne rimane in Paziente Attesa di essere Correttamente Servito dallAutore.

169

Immagini che Rispondono da sole a Tutte le Domande possibili

Anche nellErba Alta Un Metro Lui non trova Ostacoli

171

LEmozione di Guidarlo, lEstasi di Goderlo, lEsaltazione di Osservarlo, nel loro insieme formano lOrgoglio di Possederlo.

173

Nel bel mezzo dellErba Primaverile, ormai Pronta al Taglio, vista la Consistente Altezza, lImmobile e Diligente OPPIS FLICK si eleva sulle Proprie Zampe in attesa di essere degnamente Servito

Riecco lo Statuario OPPIS FLICK Giustamente Assecondato dalla Caparbia Giovanissima OPPIS BRINA, ossia la Cavalletta, il Moto Perpetuo

175

e per concludere un Primo Piano dellImmancabile OPPIS BRICK intervenuto a Supporto del Paziente OPPIS FLICK, mentre OPPIS BRINA sullo sfondo attende Ordini.

Splendida immagine dellAllievo sottoposto ad Istruzione: OPPIS ROHNN in Plastica Ferma, Tipica di Razza, e con lo Stile Proprio che pi gli si addice.

177

Lo Stilista OPPIS GIOHN mentre asseconda correttamente un Quasi Invisibile OPPIS RAHSS, il Fenomeno, il Fuoriclasse, lIcona dellAllevamento OPPIS

Eccolo, il Super Setter Inglese, il Vero Inglese,

OPPIS RAHSS,

nuovamente Inserito nel Verde di un Piccolo Avvallamento, mentre Schiacciato allInverosimile Attende di essere Servito.

179

Infine un meritevole Primo Piano del mitico OPPIS RAHSS, lOrgoglio Cinofilo dellAutore, forse IL MIGLIORE DI SEMPRE.

La Viscerale Passione per la Montagna

181

quella Vera, mi coinvolge al punto tale che riesco a Tradire il Mio

Amore,

La

Regina

del

Bosco,

per

lInsostituibile

Coturnice

183

Uno dei Meritevoli Discendenti dellImmenso DICK, mentre Guida con la Massima Attenzione, e Rispettando in dovuta Lontananza, una Beccaccia di Rimessa Leggermente Toccata allAla.

Riassumendo

TECNICHE FONDAMENTALI PER ECCELLERE NELLA VITA E NELLARTE VENATORIA, LA CACCIA, SENZA RINUNCIARE A TRATTARE E COMUNICARE COI CACCIATORI E CON LA GENTE

Come diventare ed essere il leader.

Come convincere il prossimo a condividere le proprie opinioni.

Come imporre le proprie conoscenze ed esperienze insegnando.

Come far cambiare opinione agli altri senza offendere e suscitare risentimenti.

Come farsi benvolere pur imponendo la propria personalit.

185

Principio 1 Per poter Criticare gli Altri in Fase di Apprendimento, ed ancor pi i Cacciatori, senza con ci Offenderli nellOrgoglio e nei Sentimenti, lo Sprone Giusto per pervenire al Loro stesso Miglioramento Personale e Professionale quello di sapergli dire spesso e con frequenza di esserne comunque Orgoglioso, poich hanno dimostrato di essersi superati nellApplicarsi Coscienziosamente. Di conseguenza, osservando gli ulteriori suggerimenti migliorativi impartiti, potranno ottenere i medesimi risultati anche dove in quel Momento purtroppo Peccano.

Principio 2 Per migliorare i Risultati e condurre gli Altri al Successo Personale, Professionale o quantaltro di pertinente durante lOpera Istruttiva, indispensabile saper Lodare anche il pi Piccolo Progresso, ogni Miglioria di contorno, in quanto sapendo essere Calorosi nellApprovazione e Prodighi di Lodi, si incitano a dismisura i Loro stessi Stimoli, le Loro Responsabilit, ed altres il Loro Senso di Reputazione che rimane in ogni caso qualcosa da Difendere.

Principio 3 Per diventare un Leader indispensabile riuscire a far Cambiare Opinione agli Altri evitando nel modo pi assoluto di Offenderne o Ferirne lOrgoglio, come pure di suscitarne Possibili Risentimenti, per cui, con un Atteggiamento Positivo, bisogna saper Tesserne le Loro Lodi, adottando espressioni di Apprezzamento Sincero.

Principio 4 Per mettere la Propria Faccia in primo piano senza inciampare in spiacevoli conseguenze indispensabile Imporsi di Non Giudicare, e ci unicamente al fine di Non Essere Giudicati. La riuscita dipende dal fatto di saper essere Buoni Ascoltatori, Incoraggiando gli Altri, ed ancor pi i Cacciatori, a Parlare di se stessi.

Principio 5 Imporsi di saper essere in ogni caso Comprensivi, Ben Disposti, e adornati da chiari Atteggiamenti Positivi nei diretti confronti delle Idee e dei Desideri Altrui, non pu che far Centrare lObiettivo prefisso.

187

Principio 6 Quando si odono dettare Concetti oppure si ha loccasione di ascoltare le Opinioni Altrui, soprattutto dei Cacciatori, risulta indispensabile Mostrare Rispetto sempre e comunque, ed anche nella Certezza della Ragione non esporsi mai dicendo: Hai Torto. Viceversa, se ci si dovesse rendere conto di Aver Torto, molto meglio Ammetterlo Subito e Spassionatamente.

Principio 7 Una forzata Convinzione non potr mai far cambiare Opinione, se non altro perch impossibile Conseguire il meglio, Imponendo ed altres Discutendo: il modo migliore per Ottenere il meglio in una Discussione, consiste unicamente nellEvitarla.

Principio 8 fondamentale far percepire agli Altri che debbono Sentirsi Importanti, Sentirsi parte del Progetto, dellIniziativa, facendo bene attenzione di agire con la massima Naturalezza e Sincerit.

Principio 9 La costanza e lintelligenza, cos come la Voglia e la Volont Interiore, indirizzate a raggiungere ad ogni costo lObiettivo, con ogni sacrificio conseguente, non possono che

corrispondere a sicuri sintomi di Vittoria ed al Primeggiare.

Principio 10 La convinzione interiore che spinge ognuno a fare sempre il meglio, quella che porta ad Assumere un Atteggiamento Positivo sempre e comunque, Autostimolandosi come fosse una Competizione, non in modo sordido e calcolatore, ma bens col Sano Desiderio Interiore dato dalla sicurezza di Eccellere in s e per s.

Principio 11 Saper infondere negli Altri la sensazione di essere stati Loro i Primi ad aver avuto lIdea Giusta, dimostrandosi il pi Onesti Possibile nel vedere le cose, insieme ad un Atteggiamento Positivo e magari partendo dai Loro stessi Punti di Vista, non pu che porci in una rampa di lancio inclinata per il Giusto Verso, in Assoluta Discesa, gi con la Vittoria in Tasca.

189

Principio 12 Al fine di ottenere il Massimo da ogni situazione nella Fase di Insegnamento, risulta di primaria importanza saper usare precise Terminologie e Atteggiamenti Positivi di

Incoraggiamento, e riuscire altres a Mostrare quant facile Correggere i propri Errori.

Principio 13 Saper Suscitare nelle Altrui Persone Entusiasmo Vero, Voglia di Apprendere e Sane Volont di Imparare, non pu che condurre allottenimento Certo dellObiettivo, e le Reazioni da parte del Prossimo saranno ancor pi accompagnate da Risultati sempre Maggiori e Continui, fermo restando un Atteggiamento di base Positivo.

Principio 14 Per ottenere Rispetto ed Attenzione, la Sana Vera Attenzione da parte del Prossimo, e fra Tutti dai i Cacciatori, bisogna sempre proporsi Sinceramente e con Onest. Per di pi, rimane imprescindibile saper pronunciare il Suono esatto del Suo stesso Nome, in qualsivoglia lingua, cos da dargli limpressione di essere Importante.

Principio 15 In un contatto col Prossimo, con gli Altri, cos come nellesporsi in Pubblico, il primo sintomo della Sicurezza Personale, dellAtteggiamento Positivo, il Sorriso Sincero.

Principio 16 Essere Compiacenti col Prossimo significa n pi n meno che essere in grado di Parlare agli Altri unicamente di ci che a Loro stessi interessa. Inoltre, riuscire ad essere nel contempo Comprensibili, cos come sapersi rendere Disponibili, e non potrebbe che essere un Grande segno di Forza, ed un Sicuro sintomo di Successo.

Conclusioni ingenuo credere che Applicando i singoli Principi esposti si riuscir sempre ed in ogni caso ad ottenere una Reazione Favorevole dal Prossimo, dai Cacciatori fra Tutti, cos come dagli Altri Tipi di Persone, ma la Mia Pluridecennale Esperienza mi ha insegnato ed altres dimostrato che senza dubbio pi facile Ottenere Cambiamenti nei Comportamenti da parte loro mettendo in pratica dette Indicazioni, che ingegnandosi ad adoperare Principi Diversi.

191

Difatti sono convinto che come con sapienza asseriva Galileo Galilei: Non si pu insegnare niente, si pu solo far si che uno le cose le trovi in se stesso. Infine, a parer mio, se con Tutto il nostro Fare si riuscisse a registrare una percentuale di Risultati Positivi pari anche solo al dieci per cento di quanto esposto, non vi dubbio che si diverrebbe Migliori e pi Efficienti di prima, e questo non pu che considerarsi un grande Vantaggio.

OSCAR PIETRO PIZZATO

La gentilezza e la simpatia fanno cambiare idea alle persone pi facilmente di un atteggiamento intransigente.
DALE CARNEGIE Scrittore e insegnante statunitense

Una goccia di miele prende pi mosche di un litro di fiele.


ABRAHAM LINCOLN Ex-Presidente degli Stati Uniti dAmerica

193

Conoscere

Nuove

Realt,

Nuovi

Costumi,

Nuovi

Comportamenti, come anche Nuove Localit, Nuovi Terreni, Nuovi Habitat, Nuovi Ambienti, e Nuove Persone: questa da sempre la Mia Vita di Cacciatore Giramondo

LAutore

La pi grande rivoluzione della nostra generazione la scoperta che gli esseri umani, cambiando gli atteggiamenti interiori della mente, possono cambiare gli aspetti esteriori della loro vita.
WILLIAM JAMES Psicologo di Harvard

presso la rinomata Trattoria al Cacciatore di Rubbio, una piccola localit ricompresa nellAltopiano di Asiago [VI], che si innalza sulla sottostante Pianura Veneta in faccia al celebre Monte Grappa e ai piedi della quale si sviluppa la fiorente citt conosciuta fra le altre per il suo Ponte Vecchio, il Ponte di Legno pi volte distrutto e ricostruito sopra il fiume Brenta: Bassano del Grappa.

scar Pietro Pizzato [1959], allevatore cinofilo, cacciatore, scrittore e designer italiano. Uomo di mondo e di montagna, nato e cresciuto

195

Cuccioli in Discoteca. Bellissima foto che lascia intravedere i risultati di unImportante Cucciolata dellAutore. dellAllevamento OPPIS, nata presso LAbitazione

Allevatore Cinofilo Il 10 Luglio 1972 ancora molto giovane grazie allindispensabile aiuto del Padre Rizzieri [come acquirente], del Nonno Paterno Massimo [come consigliere] e del pi giovane degli Zii Paterni Ampelio [come collaboratore], inizia la Sua carriera di Allevatore del Cane dal Pelo di Seta, lamatissimo Setter Inglese. In poche stagioni diviene Allevatore Professionista, fino ad ottenere il rilascio dellAffisso ENCI denominato OPPIS [acronimo di Oscar Pietro Pizzato Italian Setterman]. Sin dal 1973 distribuisce i Prodotti dellAllevamento, dapprima rifornendo vari Amici, Conoscenti e Parenti del circondario, e poi, visti i pi che positivi entusiasmanti risultati, a sempre pi ampio raggio soprattutto negli ultimi 30 anni in Provincia, in Regione, su tutto il Territorio Nazionale ed infine ancora oltre, nel Mondo Intero. La Selezione continua di Esemplari votati alle Cacce di Montagna, lIstruzione [come Lui stesso ama definirla] ed il Dressage, condotti in forma Specialistica sui Tetraonidi di Bosco e di Roccia, sulla Coturnice ed in primis

sullimmancabile Beccaccia, restano i Suoi principali pallini oltrech le Sue prime aspirazioni, apprezzate anche da molti altri Operatori di Diana.

197

Lindiscussa Passione per la Caccia in Montagna, che sin dalle Origini lo contraddistingue ovunque, permette allAutore di Assaporare Paesaggi da Sogno, Indimenticabili, in Ambienti Unici.

Cacciatore Con il permesso scritto rilasciatogli dai genitori, al compimento dei 16 anni inizia la carriera di Cacciatore di Montagna, che nel corso degli anni si indirizzer strettamente allArte Venatoria col Cane da Ferma e con ci a due precise distinte passioni: la Selvaggina Tipica Alpina, formata dai Tetraonidi e dalla Coturnice, e pi tardi la specializzazione, la ricerca, lo studio e la Caccia alla Fatata Regina del Bosco: la Beccaccia. Attraverso la frequentazioni di appositi corsi ed esami, ottiene lAutorizzazione alla Caccia di Confine ed il Patentino di Selezionatore Esperto di Ungulati, pur non avendone dato seguito sia per mancanza di tempo che di vera passione.

199

Il desiderio di Scrivere, di Annotare e di Prendere Appunti, su qualsiasi argomento, si sono sempre dimostrati Attributi Naturali dellAutore. Gli Insegnanti avuti in Giovent, per le Continue Disperazioni Vissute, ancora oggi glielo Ricordano con Piacevoli e Simpatici Rimproveri.

Scrittore autore da qualche decennio di scritti tecnici, professionali ed altres pubblicitari incentrati sullo Studio, la Progettazione, il Design, lArredo, il Restauro ed il Recupero Edilizio, in particolare per i Settori del Mattone e dellArredo Urbano. Riserva fin dalle proprie origini una speciale attenzione allArte Venatoria e Cino-Venatoria, curando articoli, capitoli e scritti riguardanti in particolare la Caccia col Cane da Ferma ed il Setter Inglese. La maniacale passione per la Beccaccia, la Scolopax Rusticola, lo spinge ad avviare un Ampio Progetto Editoriale incentrato sui Racconti delle Esperienze guadagnate negli anni, scarpinando ovunque in lungo ed in largo: dallesclusivo Altopiano di Asiago allintero Nord Italia, dal Centro e Sud della Penisola, Sicilia compresa, allEuropa ed infine al Mondo Intero. Tutto ci mettendoci sempre la faccia senza riserve, da principio con la pubblicazione del Libro IL SETTERMAN E LARTE DELLA BECCACCIA la cui prima edizione stata esaurita in pochi mesi e le relative ristampe hanno goduto di identiche simpatie fra i Lettori di tutta Europa, tanto da renderne necessaria una ulteriore in successione con

201

linnovativo IL LIBRETTO DORO DEL BECCACCIAIO, ed ora con BECCACCE DELLALTOPIANO.

Le prossime pubblicazioni previste sono in fase preparatoria e di esse gi si conoscono gli argomenti trattati:

1. La Coturnice, lUrogallo e gli altri Tetraonidi. A Caccia con lo Specialista, il SETTER INGLESE 2. Selezione, Allevamento, Istruzione, Dressage e Specializzazione Venatoria del SETTER INGLESE

203

Testimonianza dellEx-Direttore del Collegio Graziani di Bassano del Grappa, frequentato in Giovent dallAutore:

A nulla sono valsi i Periodi di Sospensione Obbligata dalle Frequentazioni Scolastiche imposti al Giovane Alunno di Allora, in quanto lAmore per il Disegno, la Progettazione, lIdeazione e lInventiva, ed ancor pi per il Design nel Suo insieme, non lo Intimorivano Assolutamente, proprio perch tali specifiche Doti Naturali non ponevano Limiti od Obblighi di alcun tipo

Designer Gi dai tempi della scuola super appassionato di disegno, di tutto ci che il disegno comporta, tanto da divenire la disperazione degli insegnanti. Intraprende Giovanissimo la carriera Imprenditoriale nel Settore Edile, attraverso lAnalisi, lo Studio, la

Progettazione e la Direzione dei Lavori, evolvendosi in un sempre pi ricercato Design di Stile e in Emozionanti Realizzazioni di Arredi e Vestiari Personalizzati, dei veri e propri Pezzi Unici. LOpera Professionale va dal Rustico allArte Povera, dal Classico al Moderno, dal Vecchio al Nuovo, dal Recupero al Rifacimento, concretizzandosi nelle realizzazioni di Interni ed Esterni di Strutture Abitative come Rustici, Casali, Attici, Dependance, Ville Contemporanee ed Antiche, Villette, Masi, Baite e Residenze di ogni luogo. Si dedica inoltre allImmagine ed alle Strutture di Rappresentanza dedicate allaccoglienza di Autorit,

Professionisti, Ospiti, Clienti e Visitatori, realizzando Aree ed Uffici Direzionali appositi per Manifestazioni, Convegni, Conferenze, Eventi e Fiere su commissione di importanti Aziende, Negozi, Operatori e Campioni dello Sport e molto altro ancora.

205

Crescendo si diletta a disegnare con Fascino, Stile ed Originalit, diversi Oggetti ed Illuminotecnica dArredo per la Casa e lUfficio, oltre a Marchi Aziendali, Commerciali e Sportivi. Unattivit straordinaria sviluppata soprattutto nel Nord Italia [in minor parte anche nel Centro], arrivando persino nellEuropa Centro-Occidentale.

Alcuni esempi:

Particolare Marchio Aziendale eseguito su commissione di una Nota Azienda dellAltopiano di Asiago, realizzato in origine su Lastra di Marmo tramite elaborata Incisione A Mano, senza lAiuto di Macchinari.

Marchio sportivo del Bassano Volley, la Squadra di Pallavolo Locale che milita attualmente nel Campionato Nazionale di Serie A2.

207

Esempio di Studio Pubblicitario precedente la Fase di Realizzazione, legato allImmagine Aziendale dellAllevamento OPPIS.

continua nella pagina seguente

209

Nelle foto esposte si possono notare gli Elementi Provvisori Applicati. Limmagine finale non risulter molto diversa.

EXTRA

Il Corpo Della Bellezza

Abbiamo un desiderio innato di imparare, crescere e sviluppare le nostre capacit continuamente. Vogliamo diventare pi di ci che siamo gi. Una volta che cediamo a questa propensione per un miglioramento continuo e senza fine, conduciamo una vita di realizzazioni e soddisfazione infinite.
CHUCK GALLOZZI

Bassano del Grappa, 16 Giugno 2010

Aziende di mio padre, attive nei Settori dellEstrazione e della Lavorazione di Pietre e Marmi. Il tempo mi aveva reso consapevole dellimpossibilit di Collaborare con lui a 360 gradi e per di pi un irrefrenabile fuoco dentro mi spingeva a cercare altre motivazioni.

vevo 23 anni quando capii cosa volevo fare davvero nella Vita. Era il 1982 e stavo operando da due anni nelle

211

Mi armai di coraggio [considerando che ero gi sposato e con un figlio] e affrontai i miei Genitori, in quel momento anche miei Datori di Lavoro, con la certezza di chi desidera fermamente sfondare da solo, per comunicargli la mia decisione di intraprendere la Libera Professione. Questa presa di posizione gener da subito un evidente dissidio nei Rapporti Famigliari, tanto che dovetti andarmene da casa per arrangiarmi altrove. Le attivit che personalmente mi affascinavano fino a coinvolgermi emotivamente da quando mi alzavo alla mattina fino a quando andavo a dormire la sera erano quelle legate al Settore Edile, al Disegno Architettonico ed allArredamento di Interni ed Esterni, soprattutto in Restauri e Ristrutturazioni, in virt delle molteplici conoscenze ed esperienze acquisite in quegli anni. La dedizione completa alla mia professione [lavoravo 14-15 ore al giorno, sabato compreso e molto spesso anche la domenica], lo spirito di sacrificio innato [non mi importava il grado di difficolt], la grandissima voglia di imparare, lumilt di adeguarmi alle situazioni che si presentavano, insieme al totale appoggio della mia giovane moglie, mi permisero di intraprendere un Preciso Cammino che mi ha sempre contraddistinto per qualit, originalit, bellezza e

personalizzazione ovunque sia intervenuto con il mio Lavoro.

Chiaramente il percorso non stato tutto in discesa, anzi spesso mi sono scontrato con modi, metodi e principi diversi dai miei ma altrettanto francamente devo confessare che dagli errori commessi ho potuto ricevere importanti

insegnamenti etici e professionali, confermando il famoso detto sbagliando si impara. Grazie al dialogo ed allo scambio continuo con vari Tecnici e Professionisti, oltrech con i miei Clienti [senza i loro investimenti non avrei mai fatto nulla], ho raggiunto una Maturit Professionale di assoluto rilievo nel mio Settore, che oggi arrivato ad una svolta profondissima. Dopo aver preso atto della situazione economica e finanziaria che il nostro Paese anzi il nostro Mondo sta affrontando, ho scelto di porre fine ai costosissimi Spazi Espositivi costruiti fino a ieri, perch non sono pi gestibili da una piccola azienda locale e non rispondono alle esigenze del Mercato di oggi. per queste ragioni che ho intenzione di far nascere un nuovo Sito Internet, con le immagini dei progetti

accompagnate da descrizioni, spiegazioni e consigli tecnici, cos da interagire direttamente con i commenti del Cliente e migliorare la mia produzione.

213

Della Realizzazione di questo Marchio Aziendale ricordo ancor oggi, nonostante siano trascorsi perlomeno una decina danni, che mi trovavo nel bel mezzo di un Seminario promosso dalla Ditta Austriaca

AUSTROFLAM, produttrice di Caminetti, Stufe e Caldaie a Legna e a Pellet. Tale Incontro si teneva presso la Loro Sede, nella periferia della Favolosa cittadina di Salisburgo, in un Pomeriggio dopo Pranzo. Notando la Svogliatezza del Relatore Voltai la Pagina del mio Block-Notes e diedi Inizio alle Mie Fantasie. Come al solito Non Disegnai a caso, poich nella Mia Mente era gi ben Impressa lImmagine Definita delle mie Precise Intenzioni, per cui dopo Tre o Quattro Bozze Iniziali, ecco il Risultato.

Nel frattempo ecco alcune semplici ma significative immagini delle mie realizzazioni: i pi attenti noteranno che anche qui il Setter Inglese, il Cane dal Pelo di Seta, gioca un ruolo da Protagonista.

215

Questo il Mio Vivere, il Mio Fare, QUESTA CASA MIA, LAMBIENTE IDEALE DEL MIO LAVORO. LAmbiente dove si Lavora deve prima di ogni altra Cosa farTi Sentire a Tuo Agio, nello stato in cui un Creativo, un Emotivo, pu Viaggiare con la Fantasia, con lIngegno, coi Propri Desideri, ossia col Nettare Primo dellInventiva, Sognando in Continuazione le Opere gi Realizzate, i Ritocchi gi Definiti e gli Accorgimenti Inseriti: tutto ad Occhi Aperti.

LArredamento Interno poi Incide, e se Incide, su tutto e pi di tutto

217

poich GuardandoTi Attorno vedi unicamente i Tuoi Pensieri, vedi...

i Tuoi Modi di Fare, le Tue Interpretazioni e la Tua Creativit, in poche parole vedi Te stesso. E con tali Sentimenti, come su un Prato Verde Fioriscono ovunque Idee che si Trasformano in Bozze, si Sviluppano in Progetti ed infine si traducono nellEsecuzione di Vere e Proprie Opere. Il Ruolo Principale dellAccogliente Atmosfera descritta, come sempre daltronde se non altro per quel che concerne la Mia Vita ricoperto dal SETTER INGLESE, il Mio SETTER INGLESE, il CANE DAL PELO DI SETA, ben Distinto attraverso lInconfondibile Marchio OPPIS. In Fotografie, Quadri o Statue varie, Lui c Sempre e Comunque.

219

Lo

Studio

Progettuale,

riferito

perlopi

alle

Soluzioni

Personalizzate, anzitutto Diversifica LAzienda dalla Concorrenza, non essendo cosa per tutti: lIngegno e lInventiva infatti vengono Abbinati ai Materiali, alle Peculiarit ed alle Difficolt inerenti, e richiedono Esperienza.

La Muratura Facciavista ed il Fuoco: Due Fonti di Calore a confronto.

221

Dal Rustico Stilizzato al Moderno Lavorato: questo sono Io!!

Un Mare di Esperienza unita alla Sapienza professionale, e fra tutte la precisa Conoscenza di Qualit, Pregi e Difetti, e Limiti Fisici alla Realizzazione. Doti che si devono avere nel DNA, una Combinazione di Diversit, di Incoscienza, di Coraggio, oserei affermare di Caos

223

Ordinato ed un Pozzo senza Fondo di Malizie, di Astuzie, di Pratica, di Pratica sul Campo, che Non si Trovano di certo al Mercato.

Inoltre, il Segreto pi Grande, quello che pi Influisce sugli Esiti Finali, legato alle Capacit dei Singoli Collaboratori. Direi che un Buon Selezionatore, cos come gli Allenatori delle Squadre Sportive Nazionali, deve per forza Saper Scegliere fra la Massa il Singolo Artista, alloccorrenza anche un po Pazzo, ma senza dubbio ricco di Talento, Naturalmente Dotato di Inventiva ed Iniziativa. Quanto Prima si riuscir a raggiungere tali Obiettivi, Tanto Prima si potranno Salire le Scale che conducono al Successo Lavorativo.

Il Non Sentirsi Mai Completamente Realizzati far il Resto!! In tal modo una Vita Normale, in senso comune, non Potr Mai essere Vissuta, pur Operando con Onest, pertanto chi desidera Perseguire il Proprio Scopo dovr avere lIntento di Primeggiare, non solo di Navigare o Restare a Galla, combinando fra loro Famiglia, Lavoro e Caccia. Se si avesse Paura di Subirne le Conseguenze, molto meglio Lasciar Perdere!!

225

Questo rendersi Consapevoli Non Deve portare ad un senso di Frustrazione, quello stato di Inferiorit che si Prova quando ci si Confronta con Amici, Colleghi ed ancor pi con Compagni di Caccia [o peggio con Rivali di Caccia], perch per avere Successo, in particolare nellArte Venatoria, Bisogna Andare e Cacciare sempre, comunque ed il pi possibile.

LAttenzione da Dedicare alla Famiglia richiede Sacrifici e Rinunce tali che tutto limpegno sar rivolto al Lavoro. una Scelta questa che anche girandoci Attorno Non Lascia proprio Scampo!! Per quanto mi Concerne debbo ammettere che ho avuto Molta Fortuna, forse si potrebbe anche dire una Fortuna Sfacciata sin dallInizio, un po quello che gli Amici pi Confidenziali mi ripetevano scherzando: Tu stai Zitto, perch sei Nato con la Camicia Cucita Addosso!!

227

Io per contro direi che Nulla Viene per Caso, dato che alla fin fine, pur partendo da Beni Ereditati, se non sai, non vuoi o non Ti interessa Coltivare il Tuo Orticello, di Frutti, di Verdure, o di Patate Non ne Raccoglierai: la Volont e la Voglia di Fare Non si Ereditano di Certo. Io sono Molto Felice per Tutto quello che Ho Fatto sinora, cos come per ci che sto Facendo Oggi, e credo proprio che Avr lopportunit di Godermela Fino alla Fine.

Lessere riuscito ad immergermi nel corso degli anni in entrambe le Mie Passioni, LArte Venatoria e LArte del Design, mi permette di Lavorare ogni giorno con Creativit Costruttiva infinita, con Ingegno Stupefacente e senza Limitazioni, con Illuminazioni a Getto Continuo

229

Il giusto Assemblarsi del Marmo Veneto, del Legno Nazionale

del Calore dato dal Fuoco, dei Pavimenti in Cotto Trevigiano

231

dei Tappeti della Tradizione Veneta, degli Stucchi Decorativi Veneziani, nel Loro Insieme formano quel

Perfetto Mix di Alta Qualit che mi permette di dire: Signori, ecco il giusto Sapore Condensato delle Mie Opere!!

233

con Volont e Soddisfazione il Mio Lavorare quotidiano divenuto sempre pi unIndispensabile Necessit, un Profondo Desiderio rivolto unicamente nei confronti di Me Stesso.

Cos facendo, secondo i Principi del Mio Indimenticato Nonno Pietro Massimo Sogatin, mi posso con orgoglio esprimere affermando, pur sempre a Me Stesso: Questo Vivere, il Vero Vivere. Questo Significa Avere la Soddisfazione Di Vivere. Mio Padre, che voglia o non voglia ha Condizionato in tutto e per tutto la Mia Vita con tutto il Suo Fare e con i Sacrifici Sostenuti, mi ha Permesso unEsistenza di Pregio, la Mia Personale, e fra le tante si Prodigato in svariate Occasioni a Fornirmi Molti dei Suoi stessi Doni Genetici.

Il primo, quello che pi gli riuscito, stato senzaltro lAmore per il Marmo e le Pietre.

LArte del Saper Fare, cos come lArte di Arrangiarsi Sempre, Comunque e Dovunque, le ho apprese proprio da Lui, seguendolo passo passo in ogni Sua Opera, in ogni Sua pi che Ingegnosa Inarrestabile Avventura Lavorativa. Sin dallet di Otto Anni Operava nei Trasporti, con lausilio di Muli e di Cavalli, Trainando Grandi Carri di Legno e Ferraglia dalla Montagna alla Pianura. Carri pieni di Legname da Ardere, Fieno e Foglie per il Bestiame, Letame da Concime e Piccoli Sassi per le Costruzioni. Dalla Pianura alla Montagna tornava colmo di Viveri, Vestiario e quantaltro per Tutta la Sua Famiglia, ma ancor pi in Generale per la Gente del paese che ne Pagava i Servizi a Suo Padre, mio Nonno.

235

La Povert e le Mancanze che la Guerra Maledetta aveva lasciato in carico sulle Spalle di Tutti, Obbligarono molti ad Emigrare, chi in Italia chi allEstero. Anche mio Padre prov lAvventura Francese ma poi ebbe lAccortezza, e forse anche la Fortuna [se cos si pu dire], di andare a Lavorare sul finire degli Anni 40 per una Ditta che Operava nel Settore Edilizio e delle Costruzioni a Milano. Dopo qualche anno Ritorn nel Nostro Paese e coi pochi Risparmi Guadagnati si Adoper per Estrarre il Marmo [quello di Quegli Anni, non certo quello di oggi] da unArea definita A Busa [La Buca], risultante da ununione di Propriet: da una parte il Conte Bianchi Michiel [di cui Mio Nonno era stato Mezzadro], e dallaltra alcuni Paesani che gli Credettero sulla Parola. Quella Cava fu la Sua Prima Fortuna, poich dopo qualche breve periodo riusc ad Acquistare lIntera Propriet Terriera del suddetto Nobile, il Conte Bianchi Michiel, e col seguito di ci Acquist altres una Miriade di Altre Propriet che molte Famiglie in quei tempi Vendevano per Trasferirsi nella Pianura Veneta sottostante.

Si trasferivano perch il Lavoro in Montagna Non era Sufficiente. Poco dopo la mia Nascita, mio Padre riusc inoltre ad Edificare la Nostra Casa, in Via Chiesa a Rubbio, e la Segheria di Marmi e Pietre in Via Torre a Solagna, proprio allImbocco della Famosa Valsugana: i Macchinari Appositi potevano Operare grazie allUtilizzo

237

delle Acque del Fiume Brenta. Qualche anno dopo prosegu con un Consistente Ampliamento, della segheria, Raddoppiandola ed Integrandola ad un Laboratorio di Affini. Nel frattempo di Cave per lEstrazione ne Apr Molte Altre, in parte quale Unico Titolare, ed in altra parte Istituendo Societ con altri Imprenditori Avventurieri comera Lui stesso, anzi direi che lo fecero proprio perch Affascinati dal Suo Fare.

Sin da Bambino, dai Sette Anni in su, quando almeno il Novanta per Cento delle Persone Comuni nemmeno sapeva cosera unAuto, io potevo permettermi di Guidare, perci di Adoperare a tutti gli Effetti, Bici, Moto, Auto, Furgoncini, Camioncini, Camion, ed ancora, Motofalciatrici, Trattori, Escavatori, Ruspe Cingolate e Gommate, Muletti e quantaltro avesse un Motore. Per di pi, essendo Suo Figlio, il Primogenito,

nessuno, e per nessuno intendo dire n Autorit della Strada come nemmeno Privati Proprietari Terrieri o Altro, Aveva ed ebbe Mai il Coraggio non dico di Fermarmi, ma men che meno di Ostacolarmi, ovunque mi trovassi. Nel tempo libero, quello Non Scolastico [mia Madre mi avrebbe Ammazzato altrimenti], cos come nei Periodi di Vacanza, mi furono Insegnati fin da Piccolo il Rispetto della Vita e la Dedizione al Lavoro, e perci trascorrevo i Momenti Lavorativi in parte nelle Cave di Estrazione ed in altri presso la Segheria di Marmi e Pietre. Cos facendo ebbi modo di Apprendere lArte del Fare, miscelata con quella del Cavarsela in ogni situazione, soprattutto per tutto ci che riguardail Marmo e le Pietre appunto. Posso aggiungere con quel Sano Pizzico di Orgoglio che non fa mai male, che il sottoscritto ha avuto la Fortuna di Nascere in mezzo ai Sassi, poi di Crescere Mangiando Sassi, e Maturare Usufruendo dei Sassi. In poche Parole quel tanto che basta per potermi definire Un Sassologo a tutti gli effetti. Di certo questa mia Passione per il Marmo e le Pietre mi ha Permesso ad oggi di Sbizzarrirmi in lungo ed in largo, a trecentosessanta dallArredamento gradi, in tutti i Settori Lavorativi Pubblico, a inerenti: quello

Urbano,

allArredamento

Commerciale in genere, a quello Industriale, ed infine a quello Privato. Il saper Lavorare ad Arte mi ha Spianato la Strada rendendola non solo Piatta ma direi Perfetta, in merito a Tutto ci che Ruota Attorno sia alla Progettazione che al Design.

239

MIE IMPRESSIONI NELLAPPLICAZIONE DEI PRINCIPI INSEGNATI IN QUESTO LIBRO _____________________________________________________________

241

MIE IMPRESSIONI NELLAPPLICAZIONE DEI PRINCIPI INSEGNATI IN QUESTO LIBRO _____________________________________________________________

MIE IMPRESSIONI NELLAPPLICAZIONE DEI PRINCIPI INSEGNATI IN QUESTO LIBRO _____________________________________________________________

243

LAtteggiamento Positivo definito come:

Il modo in cui Ti dedichi al modo in cui pensi.


La definizione di Atteggiamento Negativo esattamente la stessa.

Il mio modo di Progettare, il mio Stile nel Design, il mio Scrivere, cos come il mio Fare, il mio Selezionare, il mio Allevare, il mio Istruire, il mio Dressare, ed il mio Specializzare, sono dedicati al modo in cui dovresTi pensare anche Tu.

Bibliografia

ADDESTRAMENTO DEL CANE DA FERMA Delfino Felice, 2005, Editoriale Olimpia

AMMALARSI DI NATURALIT E BECCACCITE Materasso Francesco, 2010, Gigliotti Editore

BAGLIORI DI CACCIA Ponce de Leon Adelio, 2008, Editoriale Olimpia

BECCACCE E BECCACCIAI Garavini Ettore, 1948, Editoriale Olimpia

BECCACCE PERCH Bracciani Giorgio, 2010, Ex libris Editore

CACCIA ALLA BECCACCIA. LA REGINA DEL BOSCO TRA MITO E REALT VENATORIA Celano Vincenzo, 1997, Editoriale Olimpia

CACCIATORI, AGRICOLTORI E AMBIENTALISTI. EGUALI E DIVERSI Materasso Francesco, 2011, Youcanprint Edizioni

245

IL LIBRETTO DORO DEL BECCACCIAIO Pizzato Oscar Pietro, 2010, Oppis Planet Edizioni

IL PUNTO SULLA BECCACCIA Span Silvio, 2001, Editoriale Olimpia

LA BECCACCIA E I CANI DA FERMA Carrier Jacques-Jean, 2007, Editoriale Olimpia

LA BECCACCIA E IL PROFESSORE Celano Vincenzo, 2006, Editoriale Olimpia

LA BECCACCIA NEL WHISKY. MEMORIE DI UN CACCIATORE Pieroni Piero, 1999, Editoriale Olimpia

LA CACCIA ALLA BECCACCIA Ullmann

LE ASTUZIE DELLA BECCACCIA Demole Edouard, 2001, Editoriale Olimpia

LE BECCACCE SONO DI PASSO. LE DONNE SONO STANZIALI Bracciani Giorgio, 2010, Malu Editore

IL PATRIMONIO BECCACCIA Martino Marcello, 2006, Carlo Lorenzini Editore

IL SETTERMAN E LARTE DELLA BECCACCIA Pizzato Oscar Pietro, 2010. Oppis Planet Edizioni

OSTERIA DEL CACCIATORE Rinaldo Boscetto, 1998, Grafiche Amadeo

ROBERTO LEMMI: EMOZIONI DIPINTE Autori Vari, 2010, Milano

QUANTO DATO SAPERE SULLA BECCACCIA E DINTORNI. IL SELVATICO PI SELVATICO Materasso Francesco, 2009, Calabria Letteraria

TUTTI I RACCONTI. RACCONTI DELLA BECCACCIA Maupassant Guy de, 1996, BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

247

ZORRO E LE REGINE Cappozzo Renzo, 2011, Edizioni Grafiche Leoni

Dello stesso autore:

IL SETTERMAN E LARTE DELLA BECCACCIA acquista su www.oscarpizzato.com

Leggi la presentazione del libro su www.bighunter.it

Leggi un estratto da Google Libri su www.google.it

249

Cosa si intende con Specialista della Fatata Regina del Bosco? Quali sono le attrezzature indispensabili al

Beccacciaio? Quale il Fucile pi adatto e le Munizioni pi specifiche, quali ancora le Performances fisiche e psicologiche del Beccacciaio e degli Ausiliari? Il libro Il Setterman e lArte della Beccaccia, che ho scritto in occasione dei 38 anni del mio Allevamento, si occupa di queste e altre domande, cercando di rispondere attraverso un approccio esperienziale, grazie alle avventure vissute sulla mia pelle in tutto il Mondo, dalla Croazia, alla Grecia, allIran. Si pu acquistare ad Euro 17,50 effettuando il pagamento con PayPal [metodo sicuro ed efficace di acquisto on-line] oppure eseguendo lordine via email ad oscarpizzato@live.it per la

spedizione in Contrassegno Postale.

Commenti Libro divorato. Molto bello il sentimento che traspare per la caccia specifica alla beccaccia e per i propri cani. Forse un eccessivo compiacimento per le doti di sparatore ma comunque quelli son momenti indimenticabili! Interessante la stampa su carta speciale e splendide, veramente splendide, le foto dei cani, specie quelle dei cuccioli. Un libro che si legge tutto dun

fiato, semplice e sincero, il che non guasta mai. Complimenti allautore, in attesa di nuovi prodotti della sua penna.
[Renato Musumeci, Milano]

Premetto che non sono una cacciatrice ma nonostante questo ho letto il libro tutto dun fiato: interessante assaporare una passione innata per la Fatata Regina del Bosco in tutte le sue sfumature e il grande rapporto uomo/cane. Ho avuto modo di conoscere il Signor Oscar, grazie a Lui che la mia famiglia si allargata con larrivo di uno splendido Yorki, esemplare stratosferico per carattere e morfologia. Complimenti e grazie.
[Alessia Collicelli, Verona]

Caro Oscar, ancora una volta sei riuscito a stupirmi. Il libro che hai scritto una vera opera darte, sia dal punto di vista tecnico, curato nei minimi particolari, per non parlare poi delle tue avventure di caccia alla Regina, spettacolari. Lho letto in una notte, non potendo fare a meno di fantasticare ad ogni ferma ed a ogni sparo; sei stato proprio bravo. Ti volevo mettere anche a conoscenza dei passi da gigante che sta facendo la cucciolona che ho preso da te un paio di mesi fa, morbida nella ferma, eccezionale nel riporto, grande faticatrice,

251

roghi e spine sembrano non esistere al suo passaggio. Sono veramente felice, te la far vedere quando verrai a cacciare la Regina insieme a me, nei terreni faticosi di Reggio Calabria. Baci a presto.
[Ernesto Pontari, Condofuri - Reggio Calabria]

Il tuo Libro bellissimo, complimenti. Lunica cosa sai, secondo me meno cose si scrivono sulla Regina e meglio per la sua salute. Agli inizi degli anni 80 a fare la caccia alla beccaccia eravamo in 6 o 7 in tutta la riserva, adesso anche grazie alle chiacchierate di un amico comune [mio parente] siamo in 35. Questo stupendo selvatico deve essere custodito meglio di unamante segreta perch ormai per la moda generata dalla stampa e dal business ha una dichiarazione di guerra sulla schiena, la cacciano in tutti i modi dal primo gennaio al 31 dicembre!! Questo non va bene ma il tuo libro come una bibbia per questo tipo di caccia. Complimenti uno fra i migliori che ho letto fino a oggi.
[Augusto Rigon, Gallio - Vicenza]

Gentilissimo sig. Oscar, ho letto con entusiasmo il suo libro e devo dire che molto interessante per quel che riguarda la caccia alla beccaccia ma quel che ancora pi interessante il rapporto uomo cane un binomio che tiene viva e fa vivere di emozioni la caccia con il cane. Complimenti per quello che ha trasmesso in questo libro, si nota chiaramente la sua grandissima passione e grandissima esperienza, la ringrazio di cuore e arrivederci alla prossima.

Cordiali Saluti
[Piergiorgio Trentini, Rovereto]

Il libro mi piaciuto moltissimo, mi sono immedesimato nel personaggio e da appassionato cacciatore ho provato delle meravigliose sensazioni: avrei voluto essere io al posto del protagonista per vivere quelle stupende avventure in quei paradisi venatori con i suoi stupendi ausiliari. Io lho interpretato come un vero manuale di caccia alla beccaccia e il giorno seguente alla lettura mi sono recato in un negozio e mi sono attrezzato come mi ha consigliato lautore: scarponi, zaino e campani. Sembrer strano ma da quel giorno il mio nuovo zaino ha sempre accolto un selvatico abbattuto; non sar forse stato merito dellattrezzatura per, da giovane ed inesperto

253

cacciatore, ho sempre fatto tesoro dei consigli che il Signor Pizzato mi ha dato e questo libro ha arricchito di molto il mio bagaglio culturale venatorio. Grazie Oscar, continua ad allevare quei cani stupendi e non fermarti, scrivi ancora. P.S.: Aspetto il secondo libro

[Filippo Martini, Montecchio Maggiore - Vicenza]

Sono proprietario di un Oppis, precisamente Oppis Gihss, campione italiano di lavoro, internazionale, vincitore

dellultimo trofeo Alectoris Barbara 2010, Settimana Sarda su pernici sarde dicembre 2010. Io devo dire che di cani cosi [ 20 anni che allevo e possiedo setter da prove] me ne sono passati pochi tra le mani. Un cane considerato da diversi giudici di caccia a starne e grande cerca un ottimo esemplare con un Movimento setter eccellente, presa di punto e guidata spontanea nella piena nota. Il cane stato convocato alle prossime prove di febbraio 2011 di caccia a starne in Croazia, dove verr condotto come sempre dal grande dresseur Luca Carnevale, che colui che con grande impegno e competenza ha ottenuto ottimi risultati.

Vi auguro sempre delle grosse soddisfazioni con lottimo lavoro di allevamento che state svolgendo e la grande passione del Setterman Oscar Pizzato.

[Maurizio Stalatile, Genova]

Spesso la vita ti riserva molte sorprese, a volte un po brutte, a volte molto piacevoli. Volevo leggere un libro e ho incontrato un Uomo. E che Uomo. Da attempato bibliofilo e vecchio cacciatore, curioso di scoprire cosa potr mai dire ancora di nuovo uno sconosciuto autore sul setter e su beccacce [argomenti ormai triti e ritriti], un giorno decido di comperare quel libro apparso sul web che tratta di cani e regine del bosco. Ho per delle difficolt, per mie scarse predisposizioni con le indicazioni di un sito un p complicato e cos, per concludere loperazione e aiutarmi a risolvere gli impicci, spunta telefonicamente lUomo Oscar Pizzato. E chi Oscar? Oscar un grandUomo, ed lautore del libro. Scopro che un geometra, che nella vita ha avuto brillanti successi come designer e che, per quel che ne so e ho letto, ha lasciato la sua geniale impronta di lavoro in tante ville venete e non. Ma luomo ha anche una forte passione: la Caccia, e un
255

amore sviscerato per i Cani, i cani di seta. Lamore cos radicato e profondo che lo costringe ad una diversa scelta di vita: abbandonare la professione per dedicarsi, anima e corpo, a queste nuove ed emozionanti pulsioni. Diventa allevatore, selezionatore ed addestratore professionista di setters. Il suo Allevamento Oppis, dopo pochissimi anni, per qualit e risultati, viene riconosciuto e certificato dallE.N.C.I., che la massima espressione della Cinofilia Nazionale. Lavora sui vari soggetti che alleva, sperimenta correnti, incrocia genealogie e sceglie i migliori prodotti, che prova e ne verifica doti, personalmente, nelle sue cacce preferite: cotorni sui monti e beccacce in ogni dove. Vuole ausiliari veri, per cacce vere, per cacciatori veri. Il canile con gli anni aumenta di numero, come il successo e le richieste, e dove lui non arriva per il moltiplicato impegno, affida i suoi cuccioloni ad amici cacciatori esperti, soprattutto montanari e beccacciai di Sicilia, Calabria, Albania,

Montenegro, serbi/croati e di italiche valli ecc.ecc,che poi controlla, addestra e completa, portandoli a cacce vere in quei luoghi difficili. Ma non gli basta: per la salute dei suoi [e nostri] cani allarga le sue attivit imprenditoriali e si associa a un mangimificio di qualit. Oscar un uomo forte, un duro, che ha vinto nel Biatlhon titoli mondiali e per lui oggi scalar montagne coi suoi setters in cerca

di cotorne e tipica alpina, per addestrare e cacciare, come per noi comuni mortali salire le scale di casa. Insegue beccacce per il resto del mondo, con una ricerca quasi spasmodica, totale, ma anche, e questo cosa importante, un uomo schietto, generoso, onesto e simpatico. Se lo conosci lo ami, se lo frequenti, un vero amico per sempre. E il libro? Non un saggio di letteratura venatoria. un Manuale completo che, con competenza, tratta di tecnica di caccia alla maliarda, scritto con uno stile del tutto personale, da geometra, senza fronzoli e lirismi. Ha avuto successo, per le pagine scorrevoli, dai contenuti essenziali, per suggerimenti e consigli precisi, sintetici, pragmatici, fotografici, di chi sullargomento ha fatto migliaia e migliaia di prove ed esperienze sul campo, e tante e tali da rendere per chi li seguir quasi certi [a caccia mai dire ...] i risultati. Oscar, sono felice di averti conosciuto e di collaborare, per il poco che sapr fare, al tuo nuovo sito. Come ben sai, da poco ho ideato e, con altri amici, ho fondato lAssociazione Culturale Italiana per la Tutela delle Tradizioni Venatorie e per il Collezionismo, e sar molto felice per la tua partecipazione e collaborazione attiva, allo scopo di migliorarla, arricchirla ed incrementarla. Ho un solo grande rincrescimento di non averti incontrato prima, quando let era pi consona e adeguata per seguirti

257

nelle tue cacciate lass nel coro degli angeli alle mie amate cotorne, i fiori di roccia dalle mille emozioni, e alle nostre fatate regine dei boschi. Oscar omen nomen dicevano gli antichi per affermare certi principi, connaturati nel nome continua cos e vedrai che, prima o poi, qualche autorit cinofila importante si accorger dei tuoi molteplici meriti di selezionatore di una razza canina pregiata, e conferir un Oscar al tuo lavoro e perch no, alla tua vita. Con tanta amicizia e affetto,
[Romano Pesenti, Milano]

I libri non sono solo da leggere, sono anche da consultare. La formazione non Ti porta a raggiungere la vetta. Listruzione s. La formazione Ti insegna come. Listruzione Ti insegna PERCH.

Impara a Leggere i Libri Capitolo per Capitolo, ossia: un Capitolo per volta. Scriviti appunti, pensieri, idee e spunti di azione ai margini del Libro stesso e fai delle orecchie segnalibro sulle pagine pertinenti o copia subito le informazioni sul Tuo PC. Cos sarai sicuro che a partire da quel preciso momento in poi, da quello stesso istante, agirai n pi n meno che sulla base delle Tue conoscenze e delle Tue idee.
OSCAR PIETRO PIZZATO

259

Agli inizi del prossimo autunno 2011 compir cinquantadue anni. Da quanto ho imparato fin qui, nel mezzo del cammin di mia vita, sento di poter affermare che:

La mediocrit deriva dal non credere in se stessi, pi ancora che dalla mancanza di capacit.
Questa una mia considerazione, una mia valutazione interiore, e col seguito di tutte le esperienze [positive e negative] da me vissute, guadagnate, godute, ed anche a volte subite, credo proprio che non avrei potuto scrivere parole pi vere.

OSCAR PIETRO PIZZATO

IL LIBRETTO DORO DEL BECCACCIAIO acquista su www.oscarpizzato.com

Leggi la presentazione del libro su www.bighunter.it

Tutto quello che devi fare leggerlo e metterlo in pratica. Ogni giorno.

261

Avrai tra le mani la tua prima lezione. Lintera formula, tutto ci che Ti serve per avviarTi sul sentiero della positivit e restarci qualunque siano le circostanze esterne
Dovrai applicare un po di sana autodisciplina e seguire alcuni precisi principi.
OSCAR PIETRO PIZZATO

IL LIBRETTO DORO DEL BECCACCIAIO PU

IspirarTi MostrarTi dove sei Imbeccare le Tue Azioni DarTi risposte sullAtteggiamento
MA io non posso cambiare il Tuo Atteggiamento: posso solo

creare latmosfera giusta perch Tu lo cambi da solo.

Leggilo oggi Studialo domani Tienilo per sempre Consultalo spesso

E se qualcuno dovesse chiederTi in prestito questo LIBRETTO, compragliene una copia.

263

Introduzione al LIBRETTO DORO DEL BECCACCIAIO Come da programmi editoriali ecco la Prima delle mie Due Nuove Fatiche Letterarie, in concomitanza con linizio della Stagione Venatoria 2011/2012.

Si tratta di IL LIBRETTO DORO DEL BECCACCIAIO, del quale riporter di seguito alcuni passi.

Tenevo molto a rispettare questa scadenza, sia perch in questo periodo cominciano di consuetudine le Smanie e le Emozioni Venatorie di tutti i Cacciatori, sia perch Settembre il mese di nascita mio [28 Settembre] e di mio figlio Mirko [13 Settembre], che tanto ha dato alla realizzazione di queste mie Opere Cino-Venatorie.

Prefazione

Agli esseri umani stato dato un piede sinistro e un piede destro, per fare un errore prima a sinistra, poi a destra, poi di nuovo a sinistra e ripetere.
BUCKMINSTER FULLER Ingegnere, inventore e filosofo

Con il 38 anniversario della nascita del mio Allevamento una vita intera dedicata alla fantastica razza del Cane dal Pelo di Seta, il Setter Inglese ho a lungo valutato fra me e me la possibilit di riordinare tutta la miriade di appunti, di indicazioni e di segnalazioni, i miei Diari insomma, che nello scorrere degli anni avevo con cura archiviato in riferimento allAllevamento, agli Accoppiamenti, alla Selezione,

allEducazione, allIstruzione, alla Specializzazione ed infine per quanto concerne lAtto Realmente Pratico, Concreto, ossia il compimento delle voci appena citate: lArte Venatoria, la Caccia.

Cos ho sottoposto lidea al maggiore dei miei figli, Mirko, laureato in Architettura ma nel contempo Grande Cultore di Marketing, di Relazioni, di Vendite, Rapporti Commerciali tramite una quotidiana Preparazione Informativa ed

Informatica.

Dopo attente considerazioni, di comune accordo abbiamo avviato la migliore collaborazione possibile fra Noi,

impostando un Progetto Editoriale imperniato essenzialmente sullAmbito Venatorio e Cino-Venatorio, che sin dalle origini prevedeva il susseguirsi di almeno Cinque distinte Uscite: Cinque Libri. Il primo ed il secondo avrebbero dovuto trattare

265

in maniera esclusiva di tutto ci che ruota attorno alla mia pi Grande Passione, la Scolopax Rusticola, con tanto di suddivisioni e di Racconti Esperienziali da me vissuti in Territorio Nazionale ed Internazionale, accompagnati da Immagini Fotografiche dei vari Esemplari Prodotti dal mio Allevamento e dalla mia Opera Professionale primaria, il mio credo di Cacciatore di Montagna: lIstruzione Venatoria Specialistica.

Allinizio nato IL SETTERMAN E LARTE DELLA BECCACCIA, e quando lho scritto, o meglio, quando labbiamo preparato e fatto stampare, non avrei mai potuto prevedere un numero cos elevato di Lettori Interessati, come poi in effetti stato, tanto che la Prima Edizione stata esaurita in un batter dali. La Seconda Edizione non mi ha nemmeno permesso di accontentare alcune persone alle quali avrei molto voluto consegnarla di persona, ed infine la Terza ha raggiunto picchi di vendita oserei affermare impensabili, lasciandomi di nuovo a mani nude.

Mentre sto scrivendo il nuovo Capitolo Integrativo Beccacce nella Tormenta, che per loccasione andr ad aggiungere alla Quarta Edizione come ringraziamento personale a tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento dei miei obiettivi, mi

pregio di anticipare che ho portato a termine, sempre con lindispensabile ed insostituibile apporto di Mirko, anche il mio Libro BECCACCE DELLALTOPIANO, che a differenza di questo LIBRETTO narra unicamente di Esperienze, di Cacciate, di Vicende e di Aneddoti riservati alle Fatate Regine della mia Giovent, quando avevo gi superato il periodo delle Prime Armi nella mia terra natia: lAltopiano di Asiago.

Cos ho scelto alla fine essenzialmente perch nei giorni scorsi sono tornato ad incontrare il mio Mentore di Vita, lUomo che al di fuori della mia Famiglia pi di ogni altro ha inciso nella mia Quotidianit, il mitico Joany Oriea [alias Giovanni Pilati, al quale ho dedicato anche un particolare sentito Ringraziamento ed un intero emozionante Capitolo nel mio Nuovo Libro BECCACCE DELLALTOPIANO], un

Ometto della Classe di Ferro 1921, e che nel rivivere alcuni ricordi indimenticabili che ci legano e ci legheranno per sempre, soprattutto in Ambito Venatorio e CinoVenatorio, mi ha rammentato lepisodio narrato nelle prossime righe.

Lo stesso Joany, allarmato quel giorno dalle preoccupazioni di mia Madre e di mia Moglie che non mi vedevano pi rientrare con il maltempo, nel tardo pomeriggio si mise alla

267

mia ricerca, e nelloscurit della sera oramai scesa mincontr proprio mentre stavo giungendo al mio FIAT Fiorino, onorevolmente contornato dagli Insostituibili e Fantastici OPPIS RAHSS ed OPPIS PACO, oltre che da un impensabile Gruzzolo di altrettanto Favolose Regine del Bosco

Istruzioni dUso

Dentro di te, proprio ora, c il potere per fare le cose che non hai mai ritenuto possibili. Questo potere sar a tua disposizione non appena cambierai ci in cui credi.
MAXWELL MALTZ [autore di Psicocibernetica]

Ho voluto dare alle stampe IL LIBRETTO DORO DEL BECCACCIAIO, un succinto Manuale di Istruzioni in versione mini, come Copia separata del Nuovo Capitolo aggiunto alla Quarta Edizione del mio Libro IL SETTERMAN E LARTE DELLA BECCACCIA.

Pur ricondotto ad un Unico Racconto Esperienziale, ritengo che il Capitolo intitolato Beccacce Nella Tormenta sia molto chiarificatore ed altres intriso di significati concreti,

palpabili, unici, raggruppati per puro caso in un'unica Giornata Venatoria, un'unica Battuta di Caccia Vera, che a mio modesto parere potranno essere di sicuro utili

allinformazione del Lettore, attento Aspirante Beccacciaio [ma non solo a lui].

Difatti in tutte le mie avventure narrate fino ad oggi mai mi ero spinto a descrivere cos nei dettagli ogni singolo evento, ogni comportamento, ogni reazione vissuta, e questo, tutto questo, ben distinto a partire dall'inizio alla fine della Giornata, della Cacciata.

In passato ho fatto scelte editoriali differenti perch non reputavo quellavventura cos particolare, cos dinsegnamento, da poter interessare il Lettore con un preciso principio positivo, fattivo, nonostante si trattasse di un esempio estremo, addirittura quasi irreale per come si era sviluppato.

Ogni situazione, ogni singolo incontro avvenuto con la Beccaccia o con le Beccacce di quel Fantastico Giorno, se esaminati in maniera razionale fin nei minimi particolari lasciano trasparire una specie di cultura, della quale a mio parere di Maturo Praticante Beccacciaio nello scorrere delle Esperienze, delle Stagioni e degli Anni di Caccia a venire,

269

lattento Lettore potr servirsi con tangibile, sicuro ed effettivo vantaggio a proprio esclusivo favore: questo certo, anzi, garantito

Prime Impressioni

Un Amico, un mio Caro Amico [che di certo non si risparmia e non mi risparmia], Uomo di Grande Cultura e di Importanti Saperi in Campo Medico, corrispondente al Dottor Renato Musumeci di Milano [di chiare origini Siciliane, pi precisamente dalle Pendici dellEtna], con mio immenso orgoglio mi pregia di volta in volta dei Suoi commenti Critici di Critica Costruttiva intendo intorno ai miei singoli Scritti Venatori e Cino-Venatori, e proprio in merito a questo mio LIBRETTO [fornitogli a suo tempo quale

Canovaccio], fra le altre mi ha riportato i seguenti contenuti:

Prima di tutto debbo dirti che la tua nuova fatica mi ha positivamente colpito, principalmente per due motivi: primo motivo lattivit svolta quali-quantitavamente quasi sovrumana che riesci ad applicare a tutto quello che fai. Anchio dormo poco, ma neppure nei miei momenti di massimo fulgore riuscivo a produrre, fare e pensare come fai tu. Bravissimo! Passando invece allanalisi del prodotto [sic!] ti dir che sono stato positivamente colpito dal taglio innovativo e molto personale che

hai voluto e saputo dare al tuo LIBRETTO. Ridotte drasticamente le pagine di pura novellistica, direi che quasi prevale nel libro la parte dei consigli, suggerimenti, indicazioni, non di caccia ma proprio di vita. Hai messo a disposizione degli altri il tuo mondo culturale, affettivo ed organizzativo, comportamentale e

soprattutto propositivo: un esempio per tutti, ma anche, o meglio specialmente, per i giovani.

Ed inoltre:

IN CONCLUSIONE: Beccacce nella Tormenta bello, fascinoso, ma troppo aggettivato nei riguardi dei cani, troppe maiuscole, troppo ridondante. Io lo semplificherei, seppur solo un poco.

Pur rispettando questa Sua conclusione, a mio parere essa risulta del tutto errata, forse per via di una mancanza diretta di conoscenza dellAllevamento, della Selezione e dellAddestramento di Cani da Ferma, soprattutto dal lato pratico: mi permetto di asserire ci se non altro per quelle che al contrario vogliono essere le mie specifiche intenzioni, i miei desideri, ossia:

Lapparire Ridondante vuol far notare a tutti gli interessati Lettori che nellArte Venatoria, nella Caccia alla Beccaccia [ma questo vale anche per le altre tipologie di Caccia], quando

271

si deve fare a meno dellindispensabile supporto di veri Ausiliari Specialisti tutto risulta vano. Per di pi si vuol far comprendere che lIstruire, lInsegnare, e lo Specializzare un Esemplare Canino di qualsivoglia razza, cio un Cane da Beccacce, non possono essere ottenuti in Due Giorni, in Due Mesi, e nemmeno in Due Anni, poich non affatto una Passeggiata, e neppure uno Scherzo.

Le Lettere Maiuscole che per mia norma e regola utilizzo [e leggendomi attorno ho scoperto di non essere lunico, anzi di essere in pi che buona compagnia], sono un mio cruccio e comunque un mio modo di far capire a chi mi legge e mi segue il preciso Atto, lo specifico Oggetto, la distinta Situazione e via dicendo che si stanno in quegli istanti particolari realizzando. Non nascondo poi di certo che le Maiuscole rimangono altres una mia Caratteristica, un mio modo di Esprimermi e di Espormi.

Luso degli Aggettivi invece, attraverso ognuna delle mie minuziose Descrizioni, delle mie Annotazioni e delle mie Indicazioni riferite ai miei Setter Inglesi, ai miei Ausiliari Specialisti, in ogni Loro singola Movenza, Espressione, Atteggiamento e quantaltro, dovrebbe coinvolgere i Lettori al fine di insegnargli i segreti dei miei Saperi Esperienziali

ricondotti al come e al perch intervengo in un dato modo e in una data situazione, riuscendo sempre a trovarmi nel posto giusto al momento giusto, ed in contemporanea alla massima potenza coi miei Ausiliari Specialisti [avendo imparato a Leggernegli Sguardi, le Occhiate, i Comportamenti], ed ancora per spiegare come ho avuto la meglio sul Selvatico di turno, sullAmbita Preda: nel caso del LIBRETTO tutto questo avere la meglio si verificato quantomeno per ben nove volte e mezza su dieci e, ripetendomi, ci continua ad avvenire ovunque mi possa trovare, in ogni luogo, a tutte le latitudini, nel Mondo Intero.

Fin dalle mie prime battute, alle mie origini di Beccacciaio in quei tempi poi, come pi nel dettaglio esposto nel Nuovo BECCACCE DELLALTOPIANO fra le tante, mentre i molto pi Esperti e Quotati si dannavano a Cacciare le Scolopax Rusticola utilizzando Esemplari dal raggio dazione effettivo di non oltre i 50 metri, io per conto mio gi mi ero accorto [in verit il mio Personale Maestro era stato il Favoloso DICK, che me lo aveva fatto comprendere coi fatti] che Lavorando in Collegamento ed in perfetta Collaborazione anche a pi di 500 di metri i risultati tangibili di Fine Battuta non potevano che essere di gran lunga pi proficui, moltiplicati. E tale innovazione gi da allora ha

273

scatenato intorno a me un vero e proprio Finimondo, un Pandemonio, in poche parole: Terra Bruciata.

So bene che tali affermazioni possono sembrare ai pi un chiaro esempio di Megalomania, di Sfrontatezza Assoluta, in particolar modo per quanto concerne tutti i miei diretti detrattori, ma ahim per tutti costoro QUESTA LA CONCRETA REALT!

Inoltre sento di dover riportare, e confrontare di conseguenza, i miei Ricordi Giovanili pertinenti le medesime questioni Venatorie e Cino-Venatorie che in quel preciso periodo io stesso non credevo possibili, non riuscivo a comprendere, non ritenevo reali, fattibili, ma che poi, col trascorrere degli Anni e delle Stagioni, accumulando nel frattempo Esperienze su Esperienze [tanto Negative che Positive], si sono dimostrati pi che veritieri, anzi concreti, di puro Insegnamento.

La mia fame di Letture, la mia voglia di Risposte e di Informazioni, mi hanno portato a leggere uninfinit di Libri imperniati perlopi sulla Caccia, sulle Armi da Caccia, sulle Munizioni, sui Cani da Ferma e sul Setter Inglese in particolare, sul Loro Allevamento, sullAddestramento, ecc. ecc., e fra la moltitudine di testi e documenti inerenti acquisiti,

letti, analizzati, valutati, interpretati e provati sulla mia pelle, sul terreno di Caccia, mi sono rimasti impressi in maniera indelebile nella mente i seguenti Documenti Storici, Pilastri Fondamentali che mi hanno risposto ed aiutato esattamente come i Libri di questo Specifico Genere, di questo Settore, dovrebbero fare, ossia: INSEGNANDO. Un po alla volta magari, ma pur sempre INSEGNANDO.

I Libri in questione, che almeno per quanto mi riguarda hanno influenzato il mio percorso di Vita Venatoria sin qui gustato, anche se non esposti in ordine di importanza ma unicamente a memoria, ed accompagnati da poche sentite parole, sono:

Bagliori di Caccia, di Adelio Ponce de Leon Il Capitolo che pi mi unisce a questo geniale scrittore, ad Adelio appunto, IL BECCACCIAIO, sin dalla prima lettura avvenuta molti anni addietro, e quel che mi colpisce di pi che a scriverlo stato un Beccaccinista al posto di un Beccacciaio vero e proprio. Dei vari passaggi e dei bellissimi contenuti in esso riportati, devo ammettere che concordo nella maniera pi assoluta, e per me un fatto piuttosto raro.

275

Beccacce e Beccacciai, di Ettore Garavini Senza alcuna vergogna posso ripetermi per lennesima volta dichiarando ed altres confermando che a causa

dellammirazione viscerale che mi portava a leggere e rileggere allinfinito questo Super Competente Autore, questo Grande Beccacciaio, mi sono dato da fare ben oltre il comune, fuori da ogni logica, imponendomi di Dover Uscire a Caccia di Beccacce esattamente negli stessi luoghi, negli stessi Ambienti, alle stesse Latitudini dal medesimo Garavini descritti. Questo, oltre ad essere un mio vanto vero e proprio, fino a prova contraria pi facile a dirsi che a farsi.

Addestramento del Cane da Ferma, di Felice Delfino Siamo arrivati al Punto, alla Risposta. Questo testo, almeno a mio modo di vedere, di leggere e di percepire, pur rispettando il parere di tutti, e rimane il Vangelo, la Bibbia di tutto il mio fare di Istruttore Cinofilo per ci che riguarda lArte Venatoria. Ancora oggi rileggo alcuni passaggi, alcune definizioni, alcune descrizioni perfette che in quel determinato periodo io stesso sto mettendo in pratica nei confronti dei miei di Allievi, di Giovani Allievi, e pur non concordando su tutto, molte sono state ad oggi le risposte che sono riuscito a ricavare. In Felice Delfino, senza manie di grandezza da parte mia, mi rivedo allOpera in Caccia in pi di un passaggio.

Con sano egoismo, con la giusta dose di umilt ed altres con la consapevolezza di tutti i miei Saperi Esperienziali sin qui acquisiti, il mio sogno ed augurio personale sotteso in ognuno dei miei Scritti, e dei miei Libri in particolare, rimane quello di poter essere per tutti i miei Lettori quello che gli Illustri Esempi sopra riportati sono stati per me: nulla pi che deliziose bellissime Letture Venatorie contornate da INSEGNAMENTI NATURALI.

Buona lettura a tutti.

277

per ci che ne ho ricavato. Le mie conclusioni sono state le seguenti:

n questultimo decennio sono stato voglia o non voglia costretto a riprendere in esame tutti e quarantadue gli anni precedentemente vissuti, sia per come li ho gestiti sia

Per tanto, forse troppo tempo, mi sembrato che giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno, la mia Nuova Vita Futura una Realt ben Migliore di quella vissuta fino ad allora dovesse iniziare da un momento allaltro.

Ma cera sempre qualche ostacolo di mezzo che mi bloccava, qualcosa che prima dovevo per forza risolvere: lavori in sospeso, momenti che dovevano passare [famigliari e professionali], situazioni non ancora definite, uno o pi debiti da pagare.

Poi la vita sarebbe iniziata, sarebbe cambiata.

Alla fine mi venuto un dubbio, un enorme dubbio: che quegli ostacoli fossero la mia vita.

Ed era proprio quella la risposta che cercavo.


Ecco come e perch sono finalmente riuscito a cambiare [almeno in parte, una buona parte] la mia vita.
OSCAR PIETRO PIZZATO

279

Contatti

Oscar Pietro Pizzato oscarpizzato@live.it www.oscarpizzato.com

Stabilisci la tua finalit principale esatta nella vita e poi organizza tutte le tue attivit attorno ad essa.
BRIAN TRACY Una delle autorit eminenti dAmerica sullo sviluppo del potenziale umano e sullefficienza personale

281

Indice

37

Se Ha Funzionato Per Pi Di 100 Anni, Non Pensarci Proprio A Cambiarlo

51

Ad Ercolano Ampelio Pizzato [1953 2010]

87

Un Ringraziamento ad hoc

93

Prefazione di Gianni Simonato

101

Introduzione

149

Come Stato Scritto Questo Libro E Perch

157

8.00 Buoni Consigli E Suggerimenti Per Ottenere Il Meglio Da Questo Libro

185

Riassumendo

195

LAutore

283

Extra

211

Il Corpo Della Bellezza

245

Bibliografia

281

Contatti

ECCO A FRONTE DEL LETTORE UN PENSIERO CONFIDENZIALE E CONCLUSIVO DELLAUTORE


Tutti Noi Cacciatori, nel Nostro Continuo e Conosciuto Chiacchierare [vale sempre il detto Nessuno dice tante Balle quante il Cacciatore a Valle], confessiamo pi facilmente i Nostri Errori e Peccati Morali che non quelli pertinenti lArte Venatoria, la Caccia. Ci deriva dal fatto che la Coscienza Umile e giunge persino a Compiacersi di essere Umiliata. Invece lIntelletto, fondato perlopi sul Nostro Io, sul Nostro Ego Maledetto, Altezzoso, e se per Mille o pi Ragioni Costretto a Smentirsi non pu che Cadere in Preda al Panico, alla Disperazione. Ne consegue che le Verit Rilevate vengono

dapprima Ammesse in Gran Segreto, e poi, con Minime Sequenze, si Diffondono a poco a poco fintantoch quanto si era Ostinatamente Negato non possa Apparire come qualcosa di Affatto Naturale. Un Saluto di Cuore ed un simbolico Dammi il Cinque a Tutti Voi.

OSCAR PIETRO PIZZATO

285

287

Sul retro

copertina: PIETRO

MASSIMO

SOGATIN PIZZATO,

Capostipite della Famiglia Pizzato.

289

Questo libro stampato su carta riciclata senza cloro e non ha comportato il taglio di un solo albero.

Riuscire ad Esprimersi tenendo conto degli Interessi dellaltra Persona pu essere Utile ad Entrambi gli Interlocutori, poich si possono Ricavare ed altres Guadagnare Allargamenti di Orizzonti ad ogni Contatto Umano. In un unico Pensiero, ecco la Regola forse pi Importante al Mondo: Fate agli Altri, quello che Vorreste fosse Fatto a Voi.

OSCAR PIETRO PIZZATO

Impara prima de tuto a robare con locio. [Impara prima di tutto a rubare con locchio.]
PIETRO MASSIMO SOGATIN PIZZATO [ 1906 - 1979]