Sei sulla pagina 1di 13

Cineforum

Giorno della Memoria

a cura dell'Informagiovani di San Giorgio a Cremano via Mazzini, 8


L e proiezioni s i terranno dal giorno 9 al giorno 2 6 gennaio 2 0 1 2 L e c las s i potranno prenotare i turni s ec ondo gli orari s tabiliti dal c alendario e s c egliere uno o pi film dalla lis ta, c reando magari un proprio perc ors o tematic o.

GENNAIO 2012

Questo cineforum vuole essere un contributo per la Giornata della Memoria, proponendosi di ricordare non solo le vittime dell'olocausto, ma quelle di tutti i genocidi, le discriminazioni e le persecuzioni che hanno macchiato la nostra storia. I film, accuratamente selezionati, affrontano tematiche differenti e si preoccupano di mettere a fuoco quelle che sono le piaghe pi profonde che affliggono il nostro mondo, dando numerosi spunti di riflessione. INDIC E
1) Gli ultimi giorni di James Moll........................................................................................pag.1 2) Kap di Gillo Pontecorvo.................................................................................................pag.1 3) La masseria delle allodole di Paolo e Vittorio Taviani...................................................pag. 1 4) Hotel Rwanda di Terry George.......................................................................................pag. 2 5) Cobra Verde di Werner Herzog.......................................................................................pag. 2 6) Amistad di Steven Spielberg............................................................................................pag. 3 7) Arrivederci Ragazzi di Louis Malle...............................................................................pag. 3 8) Exodus di Otto Preminger................................................................................................pag. 3 9) Il cerchio di Jafar Panahi.................................................................................................pag. 4 10) Il diario di Anna Frank di George Stevens....................................................................pag. 4 12) La Rosa Bianca di Marc Rothemund..............................................................................pag. 4 11) Il pianista di Roman Polanski..........................................................................................pag. 5 13) Le ferie di Licu di Vittorio Moroni..................................................................................pag. 5 14) Schindler's List di Steven Spielberg...............................................................................pag. 5 15) Un uomo chiamato cavallo di Elliot Silverstein.............................................................pag. 6 16) Mississipi Burning di Alan Parker...................................................................................pag. 6 17) Paradise Now di Hany Abu-Assad..................................................................................pag. 6 18) A spasso con Daisy di Bruce Beresford...........................................................................pag. 7 19) Cose di questo mondo di Michael Winterbottom...........................................................pag. 7 20) Sotto le bombe di Philippe Aractingi...............................................................................pag. 7 21) Vai e Vivrai di Radu Mihailenau......................................................................................pag. 8 22) L'uomo che verr di Giorgio Diritti................................................................................pag. 8 23) Soldato Blu di Ralph Nelson.........................................................................................pag. 8 24) Urla del silenzio di Rolad Joffr....................................................................................pag. 9 25) Ausmerzen di di Marco Paolini.....................................................................................pag. 9 26) Black Bock di di Paul Verhoeven...................................................................................pag. 9 27) Prima della pioggia di Milcho Manchevsk...................................................................pag. 10 28) In my country di John Boorman...................................................................................pag. 10 29) Galline in fuga di Peter Lord e Nick Par......................................................................pag. 10 30) L'Onda di Dennis Ganse..............................................................................................pag. 11 31) Miral di Julian Schnabel...............................................................................................pag. 11 32) Le vite degli altri di Florian Henckel von Donnersmarck............................................pag. 11 33) Il concerto di Radu Mihailenau....................................................................................pag. 11

Gli Ultimi Giorni di James Moll 1998 L'argomento lo sterminio degli ebrei ungheresi deciso da Hitler nel 1944. Il film si sviluppa attraverso immagini di repertorio che ricostruiscono l'Ungheria della prima met del Novecento raccondando le testimonianze di uomini e donne che furono arrestati, portati nei lager e che, sopravvissuti, andarono a vivere negli Stati Uniti. Queste persone tornano oggi in Ungheria a visitare di nuovo i luoghi di un tempo. Le testimonianze sono cinque: Tom Lanton, scappato da un campo di lavoro e ora deputato al Congresso; Alice Lok Cahana, uscita dal campo di BergenBelsen e ora artista; Rene Firestone ora insegnante e Irene Zisblatt pensionata, scampate ad Auschwitz; Bill Basch, reduce da Buchenwald, ora uomo d'affari. Presentato da Steven Spielberg e dalla Survivors of the Shoah Visual History Foundation per la quale il regista J. Moll aveva gi diretto due pluripremiati documentari televisivi (Survivors of the Holocaust e The Lost Children of Berlin), il 1 documentario della fondazione destinato alle sale. Si alternano le testimonianze orali di cinque ebrei ungheresi (oggi cittadini USA), tre donne e due uomini, nati tra il 1924 e il 1930, che nel 1944 furono deportati nei lager di sterminio (Buchenwald, Dachau, Auschwitz), tranne Tom Lantos che, come partigiano della resistenza magiara, ebbe altre traversie. Terribili immagini di repertorio anche poco note o inedite tra cui alcune brevi sequenze a colori. Diviso in 4 parti ("Da cittadini a emarginati", "L'inferno di un pazzo", "La liberazione", "Rifarsi una vita"), rievoca il capitolo magiaro del genocidio, uno dei meno conosciuti. Alla fine degli anni '30 vivevano in Ungheria pi di 800 000 ebrei, il 5% della popolazione. Pur avendo emanato, come alleato della Germania nazionalsocialista, una legislazione antiebraica approvata da un Parlamento di cui facevano parte tutti i partiti dell'arco costituzionale (tranne il comunista messo fuori legge), il governo di Budapest si oppose in vari modi alla deportazione degli ebrei. Nel marzo 1944 Hitler ordin l'occupazione dell'Ungheria e la conseguente eliminazione la Soluzione Finale degli ebrei ungheresi: quel che in Germania era successo nell'arco di 12 anni, avvenne in Ungheria in 4 mesi. Kap (consigliato per le scuole superiori) di Gillo Pontecorvo 1960 Portata in un campo di concentramento nazista, Nicole, un'ebrea adolescente, vede morire i suoi genitori nella camera a gas. Una disperata paura di morire spinge la ragazza a concedersi freddamente ai suoi aguzzini e a schierarsi dalla loro parte tradendo la sua razza. Nicole diventa una Kap, cio la feroce guardiana delle sue compagne di sventura. Al campo di lavoro arriva un gruppo di prigionieri di varie nazionalit. Nicole, che sembrava aver dimenticato ogni sentimento che non fosse la paura e l'odio, s'innamora di Sacha, un prigioniero russo, e l'amore la rende capace di compiere per lui e per i compagni di sventura il sacrificio della vita. E' lei, infatti, ad aiutare i prigionieri in un loro tentativo di fuga: durante il cambio della guardia entra nella cabina elettrica e stacca i fili della corrente che rende insuperabili le barriere del campo. I prigionieri fuggono verso la foresta: i tedeschi uccidono Nicole e crivellano di colpi il gruppo dei fuggitivi, tra i quali c' Sacha, sconvolto per il sacrificio della piccola ebrea.

La masseria delle allodole di Paolo e Vittorio Taviani 2007 1915. In una piccola citt della Turchia la guerra sembra lontana, lontane le persecuzioni contro la minoranza armena. armena la famiglia Avakian, che apre la sua bella casa per il funerale del suo patriarca. Anche il Colonnello Arkan, rappresentante della autorit turca, viene a rendere omaggio. Grazie di questo gesto di pace gli mormora Aram, a nome della famiglia. Dopo molti anni torner dallItalia il figlio maggiore Assadour, che esercita a Padova la professione di medico: a lui il padre ha lasciato la vecchia Masseria delle Allodole. Aram con la moglie Armineh, vivace ed esuberante, la zia Hasmig, il piccolo Avetis e le sue sorelle si preparano ad accoglierlo con impazienza, mentre Nunik, giovane ed esuberante, vive con angoscia la sua relazione nascosta con Egon, un giovane ufficiale turco. Un amore pericoloso, impossibile...

Hotel Rwanda di Terry George (consigliato per le scuole superiori) 2005 Paul piange perch mentre si toglie la giacca e la cravatta e rinuncia al suo impeccabile look di manager, sa di dover rinunciare anche alla sua identit occidentale, quella per cui ha sempre vissuto.Gli Occidentali gli hanno regalato una tranquilla vita borghese e un lavoro, e che lavoro, quello di Direttore del lussuoso Hotel "Mille Collines" di Kingali. Gli hanno fatto credere di essere uno di loro, ma non cos, non pu essere pi cos:Paul un nero, africano e soprattutto un Hutu e gli Hutu in Ruanda stanno massacrando l'etnia rivale,i Tutsi. E se gli Occidentali vogliono stare alla finestra a guardare, lui non pu permetterselo.Potrebbe salvare solo se stesso e la sua famiglia, ma l'amore e la compassione per il suo popolo lo porteranno invece, barricato nel "Mille Collines", a salvare pi di 1200 persone. Paul Rusesebagina non vuole che lo si chiami lo "Schindler africano", ma la sua storia vera ed incredibile non pu ricordarci ancora una volta come il coraggio di un solo uomo ( e la sua intelligenza e la sua abilit a muoversi tra violenza e corruzione ) possa cambiare il Destino di molti altri uomini e, superati gli steccati dell'odio, interagire con il corso della Storia.Quella con la S maiuscola, quella che il buon Terry George aveva gi attraversato parlandoci dell'Irlanda in "Scelta d'amore" e che adesso cerca di raccontarci mettendo il dito su una ferita ancora non completamente richiusa,la guerra civile in Ruanda degli anni Novanta, un genocidio consumato nell'indifferenza del mondo. Fatti, vicende e colpi di scena scorrono sullo schermo e si accavallano in due ore di pellicola ( forse troppe, ma tanto ormai inutile aspettarsi film che durino meno ) con una bella andatura drammatica, solo a tratti compromessa da inevitabili sprazzi di retorica antioccidentale e antimilitarista.Le star Nick Nolte e Joaquin Phoenix pi Sophie Okonedo ( "Piccoli affari sporchi" ) sostengono un gigantesco Don Cheadle ( non ve lo ricordate? Rivedetevi "Boogie Nights " o "Traffic") finalmente in un ruolo da protagonista, che aldil dell'aspetto quasi superoistico del suo personaggio (mai stanco, mai impaurito in mezzo a tensioni impossibili da sostenere) riempie lo schermo con l'umanit del suo Paul.Non so quanti di noi, bravi cittadini occidentali abituati a spettacoli televisivi a base di Reality e Calcio, sanno che il Ruanda un piccolo stato circondato dalla Tanzania, il Burundi, il Congo e l'Uganda dove, prima che si chiudesse per sempre il "secolo breve", si consumato lo sterminio di un milione di persone in soli cento giorni. Speriamo che qualcuno, dopo aver visto lo spettacolo di "Hotel Rwanda", cominci a ricordarlo.

Cobra Verde di Werner Herzog 1987 Nel 1800 il bandito Manoel, chiamato Cobra Verde, molto temuto nei villaggi messicani, viene assunto in Brasile dal colonnello Octavio Coutinho, che lo mette a dirigere, nelle sue piantagioni, la lavorazione della canna da zucchero, della quale possiede la pi grande produzione di tutto il paese. Poich Manoel intelligente e capace di farsi ubbidire dagli schiavi, il colonnello lo prende a ben volere e lo ospita in casa sua, ma egli gli seduce tutte e tre le figlie, che restano incinte. Coutinho, furibondo, cerca la maniera di vendicarsi, giacch non sono possibili le nozze riparatrici e decide di mandare Manoel in Africa per riattivare la tratta degli schiavi, cessata da parecchi anni, per la follia del re Leopardo. E' un modo sicuro di far uccidere il colpevole, fidando nell'odio del re per tutti gli stranieri. Manoel giunge dunque da solo in Africa, a Elmine, e viene accolto bene dalla popolazione; sembra che il commercio degli schiavi riprenda regolarmente, ma improvvisamente il folle re Leopardo condanna ingiustamente Manoel a morte. Mentre questi attende l'esecuzione, il nipote del monarca (unico legittimo pretendente al trono), a causa della pazzia dello zio si mette a capo di una insurrezione per impadronirsi della corona e libera il prigioniero, a patto che egli accetti di addestrare un esercito di amazzoni per mandarle a combattere contro il re. Manoel acconsente, ma chiede in cambio nuovi schiavi. Le coraggiose guerriere attaccano il villaggio e Leopardo si ritira sconfitto. Il commercio degli schiavi riprende, ma improvvisamente il colonnello Coutinho e i suoi soci non spediscono pi dal Brasile le armi promesse come merce di scambio. Cobra Verde, che era stato nominato vicer e viveva in una antica fortezza restaurata per lui dalla popolazione, vede il suo successo annullato in un baleno: tutto ci che aveva conquistato gli viene tolto. E' disperato, sente pesare su di s la maledizione dello sporco commercio svolto, e tenta invano di fuggire dal paese, ma di nuovo solo e i suoi sforzi sono vani

Amistad di Steven Spielberg (consigliato per le scuole superiori) 1997

Siamo nel 1839, gli schiavi africani di una nave spagnola, La Amistad, riescono a liberarsi e a prendere il controllo della nave. Tenteranno di tornare in Africa ma finiranno vicino alle coste americane e saranno catturati dalla marina statunitense. Contro di loro inizier un processo per lomicidio dellequipaggio spagnolo e una contesa con la Spagna che continuer per anni. La vicenda legale comunque si concluder bene, ma si caricher pian piano di grande significato politico: la lotta fra abolizionisti e schiavisti, stati del nord e stati del sud, preludio di una guerra civile.

Arrivederci Ragazzi di Louis Malle (consigliato per le scuole superiori) 1987

Francia, 1944. Julien, un dodicenne appartenente alla buona borghesia francese, frequenta insieme al fratello il collegio del Bambin Ges vicino a Parigi. Siamo in piena seconda guerra mondiale, ma il convento che lo ospita sembra essere relativamente protetto dai pericoli del conflitto. Un giorno arriva Jean Bonnet, un ragazzo riservato e portato per lo studio, nei confronti del quale il priore ha un atteggiamento protettivo. In realt il suo vero nome Kippelstein ed ebreo. Julien attratto dal nuovo compagno e tra i due s'instaura un'amicizia sempre pi profonda, finch, a causa di una spiata del garzone del collegio, i tedeschi vi irrompono ed arrestano Jean, due suoi amici ebrei e il priore che ha cercato di nasconderli. Sapremo alla fine che moriranno tutti nei lager.

Exodus di Otto Preminger (consigliato per le scuole superiori) 1960

Nel 1947, a Cipro, trentamila ebrei, provenienti dai lager nazisti, premono per andare in Palestina. Mentre la decisione delle Nazioni Unite si fa attendere, un gruppo di seicento profughi, guidato da un esponente dell'organizzazione clandestina ebraica, intende forzare il blocco organizzato dagli inglesi per giungere al pi presto possibile nella agognata Terra Promessa. Sono da superare anche le resistenze degli arabi, che ormai da millenni occupano i territori palestinesi. I seicento profughi ebrei riescono a vincere la forte opposizione angloaraba attraverso l'organizzazione di uno sciopero della fame di cento ore. Successivamente armano una nave a cui danno il nome di "Exodus" e prendono il mare, sbarcando poi in Palestina.

Il Cerchio di Jafar Panahi 2000 Otto ritratti di donne, otto storie di quotidiana sopravvivenza: una donna ha appena dato alla luce una bambina, e gi sono entrambe malvolute; tre donne vengono rilasciate dalla prigione con un permesso temporaneo e il bisogno di trovare dei soldi per fuggire le porter a prendere misure disperate; sola e senza documenti, una giovane donna e costretta a mentire per comprare un biglietto per un autobus che la porti fuori citt; una donna non sposata fugge di prigione per poter abortire e viene allontanata dalla casa del padre in seguito alla reazione violenta dei fratelli. I loro crimini sono privi sostanza, non importa che siano colpevoli o innocenti. Il loro cammino si incrocer a creare nuovi intrecci. Il cerchio rimanda, in qualche modo, alla circolarit e alla frammentazione della narrazione, che descrive uno dopo l'altro ciascun personaggio. Le vicende si succedono apparentemente in modo del tutto casuale. Il cerchio si ricompone, chiudendosi, soltanto nel finale. Sorprende la bravura di Panahi, nell'essere riuscito a descrivere, con grande sensibilit ed efficacia - per lo pi attraverso i gesti - personaggi cos autentici, come quelli di queste donne costrette a vivere ai margini di una societ estremamente rigida e codificata. Il diario di Anna Frank di George Stevens 1959 Nel 1945 Otto Frank, un ebreo che sopravvissuto al campo di concentramento nazista, ritorna ad Amsterdam, nella casa dove rimase nascosto, insieme alla sua famiglia, per due anni. Qui ritrova il diario scritto da sua figlia Anna, e i ricordi di quel periodo si riaffacciano alla sua mente. Nell'estate del 1942 Otto Frank, per sottrarsi alla persecuzione razziale, si nascose in una soffitta con la moglie e le sue due figlie, Margot ed Anna. Ad essi si unirono i coniugi Van Daan, anch'essi ebrei, col figlio Peter. Per le due famiglie inizia cos una vita fatta di terrore e di stenti, rallegrata solo dalle visite quotidiane di Kraler e Miep Gies, i due amici che li hanno nascosti. Anna osserva tutto quello che succede intorno a lei e confida al suo diario ogni suo pensiero: ella ha trovato in Peter un amico sincero e comprensivo. Intanto lo sbarco degli alleati in Normandia ravviva le speranze dei reclusi; ma la visita notturna di un ladro determina il loro destino. Il ladro viene arrestato dalla "Gestapo", alla quale, per essere lasciato libero, rivela il nascondiglio degli ebrei. Quando i soldati tedeschi fanno irruzione nella soffitta, trovano gli ebrei pronti a seguirli: non c' piu' spavento in loro, sono animati da una grande speranza. Prima di lasciare per sempre il suo diario Anna gli confida ancora una volta il suo intimo pensiero: malgrado tutto, ella crede ancora nella fondamentale bont degli uomini. Anna morir otto mesi pi tardi nel campo di concentramento.

La Rosa Bianca di Marc Rothemund (consigliato per le scuole superiori) 2005 Monaco, 1943. Mentre la guerra di Hitler devasta lEuropa, un gruppo di coraggiosi giovani universitari decide di ribellarsi al nazismo e alla sua disumana macchina da guerra. Nasce cos la "Rosa Bianca", un movimento di resistenza al Terzo Reich. Sophie Scholl lunica donna che si unisce al gruppo; una ragazza come tante, che il tempo matura in una combattente audace ed impegnata. Il 18 febbraio 1943, Sophie ed il fratello Hans vengono scoperti ed arrestati mentre distribuiscono volantini alluniversit. Nei giorni a seguire linterrogatorio di Sophie da parte di Mohr, ufficiale della Gestapo, si trasforma in uno strenuo duello psicologico. La ragazza mente e nega, ricorre a strategie e provocazioni, sembra cedere e si riprende con rinnovata forza, arrivando quasi a disarmare il suo avversario. Le prove schiaccianti, la confessione, e lultimo disperato tentativo di proteggere il fratello ed i compagni della Rosa Bianca. Colpito dal suo straordinario coraggio, Mohr le offre una via duscita, ma ad un costo: tradire i suoi ideali. Sophie rifiuta lofferta...

Il pianista di Roman Polanski 2002 Questo film si basa su una storia realmente accaduta a Varsavia durante gli anni della seconda guerra mondiale. Wladyslaw Szpilman un pianista ebreo che vive a Varsavia con la sua famiglia durante l'occupazione tedesca. Il pianista suona per la radio di Varsavia. All'inizio costretto a suonare in alcuni locali per soli ebrei, poi perde anche quella possibilit.Le persecuzione tedesche aumentano e la famiglia del protagonista costretta a trasferirsi nel ghetto dove ogni notte sono uccisi dai soldati tedeschi decine di ebrei senza motivo.Dopo poco tempo il pianista e la sua famiglia sono costretti a lasciare il ghetto per essere deportati nei campi di concentramento, ma Wladyslaw si salva perch un poliziotto riesce a sottrarlo alla fila di gente che caricata sul treno per i campi di concentramento.Disperato il pianista cerca un rifugio per aspettare che si calmino le acque e subito dopo va a lavorare in un cantiere dove trova altri ebrei e dove cercano di attuare una piccola rivoluzione che non ha esito; allora il protagonista scappa per non essere imprigionato dai soldati tedeschi.Per il pianista inizia cos un periodo in cui rischia anche di morire: prima viene nascosto da una coppia di amici, poi da un altro amico: ogni volta deve fuggire per non essere scoperto e ucciso.Vive con poco e in condizioni pessime: poche patate al mese e riesce a stento a bere.Intanto gli alleati stanno avanzando e il pianista trova rifugio, in cattive condizioni di salute, all'interno di una casa distrutta dai bombardamenti nel ghetto di Varsavia, ormai deserto.L un ufficiale tedesco lo scopre e, invece di ucciderlo gli chiede di suonare il pianoforte.Dopo averlo sentito suonare decide di aiutarlo perch sapeva che presto la guerra sarebbe finita e non aveva pi nulla da perdere. Il pianista incredulo e sente che la fine della guerra vicina.Infatti, poche settimane dopo, i russi liberano Varsavia e finalmente il pianista pu uscire allo scoperto ma, inizialmente, scambiato per un nazista per il cappotto che portava e che gli era stato regalato dal generale tedesco ma per fortuna riesce a chiarire ed portato in salvo. Le ferie di Licu di Vittorio Moroni 2006

Nato in Bangladesh ma abitante ormai da sei anni a Roma, Licu, da poco non pi clandestino e per vivere lavora 12 ore al giorno facendo due lavori. Nonostante tutte le difficolt il ragazzo sembra ormai molto integrato, quando, riceve dalla madre la foto di una ragazza di diciotto anni; si chiama Fancy ed la sposa che la sua famiglia ha scelto per lui. Licu ottiene solo quattro settimane di ferie non pagate per andare in Bangladesh e organizzare il matrimonio con una persona che non conosce. Ma al suo arrivo i negoziati tra le famiglie dei promessi sposi si complicano. Il Bangladesh sommerso dallalluvione pi imponente degli ultimi cinquantanni.

Schindler's List di Steven Spielberg (consigliato per le scuole superiori) 1993 Polonia, 1939-1945. Oskar Schindler un imprenditore intraprendente e spregiudicato, intenzionato a trarre il massimo profitto dalla situazione bellica. Riesce, grazie ai suoi abili intrallazzi, a stringere solidi rapporti d'affari con i nazisti che occupano la Polonia e a farsi cos assegnare la propriet di una fabbrica confiscata agli ebrei. Per la produzione utilizza manodopera ebrea non retribuita e con il passare del tempo e il crescere delle persecuzioni la sua fabbrica d rifugio ad un numero crescente di ebrei, che cos sfuggono alla deportazione nei lager e a morte sicura. L'industriale finisce per trovarsi sempre pi coinvolto in un sistematico impegno umanitario teso a salvare vite umane, ricorrendo a questo scopo anche alla corruzione dei gerarchi nazisti ed all'imbonimento di Goeth, crudele comandante del campo di sterminio di Cracovia, al quale riesce a sottrarre parecchi internati. A guerra finita Schindler ha esaurito completamente il suo patrimonio, ma ha salvato pi di mille ebrei e a lui andr per sempre la loro riconoscenza e quella dei loro discendenti. 5

Un uomo chiamato cavallo di Elliot Silverstein 1970 Un aristocratico inglese, John Morgan, a caccia nel West con tre suoi dipendenti si trova attaccato dagli Indiani Sioux della trib "Mano Gialla". I tre dipendenti vengono uccisi e lui viene fatto prigioniero. Portato all'accampamento della trib viene affidato alla madre del capo come cavallo da soma; deriso e sfruttato per i lavori pesanti, tenta anche di scappare ma viene sempre ripreso.Nel villaggio trova l'aiuto e l'amicizia di Batise, figlio di un francese e di una indiana, anch'egli fatto prigioniero anni prima della trib, che si finge pazzo sapendo che i pazzi sono rispettati dagli indiani. Grazie a Batise che si presta a fare da interprete, Shunka Wakan (nome che significa "cavallo" nella lingua della trib) comincia a capire la cultura di chi l'ha catturato e ad apprendere qualche parola della lingua indigena. Ottenuta progressivamente sempre pi fiducia si getta su due indiani nemici, della trib degli Shoshone, e li uccide prendendone gli scalpi e i cavalli. Vuole quindi sposare Tortora Bianca, ma per essere accettato deve prima affrontare la prova del dolore che supera potendo cos sposare la donna e avere da lei un figlio. Il villaggio viene infine attaccato dagli Shoshone che vogliono impossessarsi dei cavalli e delle donne della trib. La resistenza strenua e grazie alla tattica di Shunka Wakan gli attaccanti sono sbaragliati e messi in fuga, ma non prima di avere ucciso molti guerrieri e donne; tra questi anche Batise e Tortora Bianca. John, col cuore infranto, d l'ultimo saluto alla moglie e, con una scorta indiana parte dal campo per tornare in Inghilterra. Mississipi Burning di Alan Parker (consigliato per le scuole superiori) 1989 Nel giugno del 1964, in un piccolo centro della Contea di Nashuba, nel Mississippi, scompaiono misteriosamente tre giovani militanti del movimento dei diritti civili - due bianchi ebrei ed un nero. L'F.B.I. invia sul posto due agenti: Anderson, dai modi diretti e sbrigativi, ex sceriffo nel Mississippi ed ottimo conoscitore della realt locale, e Alan Ward, proveniente dall'Universit di Harvard, rispettoso delle regole della legge ma ignaro dei gravi problemi del sud. I due, ostacolati nelle indagini sia dalla polizia locale sia dalla popolazione nera che teme le rappresaglie del Ku Klux Klan, accentrano i loro sospetti sul sindaco Tilman e sul vicesceriffo Pell, la cui insofferente moglie, avendo svelato i soprusi del marito ad Anderson, consente a questi di trovare i cadaveri dei tre scomparsi. Ottenute, con i suoi discutibili metodi, ulteriori prove dei legami tra le autorit ed i membri del Ku Klux Klan, Anderson riesce a far processare e condannare tutti i responsabili.

Paradise Now di Hany Abu-Assad 2005 Khaled e Sad, due giovani palestinesi amici fin da piccoli, sono stati reclutati come kamikaze per un attentato a Tel Aviv. Dopo aver passato la loro ultima notte di vita insieme alle proprie famiglie, Khaled e Sad vengono sottoposti dall'Organizzazione al rito preparatorio nel corso del quale indossano i congegni esplosivi. Tuttavia, mentre i due ragazzi si preparano al momento decisivo, qualcosa non va come previsto e si ritrovano da soli a fare i conti con i propri ideali e le loro paure. Mentre Khaled si sente indotto a scegliere la vita, Sad ha bisogno di riscattare l'onore della sua famiglia dopo il tradimento di suo padre. L'incontro con l'amica Suha, figlia di un eroe della resistenza palestinese, aiuter entrambi a scegliere il proprio destino...

A spasso con Daisy di Bruce Beresford (consigliato per le scuole superiori) 1989 Ad Atlanta nel 1948, Daisy Werthan, un'anziana vedova ebrea, vive agiatamente, attiva e intraprendente, ma intrattabile, a causa di fissazioni e pregiudizi che sono diventati parte del suo temperamento stizzoso e indipendente. Un uomo perde il controllo della propria auto, che finisce sfasciata in un groviglio di cespugli del parco, lasciando Daisy miracolosamente illesa. Perch non abbia pi a correre rischi, il figlio Boolie decide di assegnarle, a proprie spese, un autista. Viene scelto un cinquantenne di colore, Hoke Colburn, messo opportunamente sull'avviso da Boolie, perch si prepari a incassare senza reagire i prevedibili malumori e le inesauribili bizzarrie della vecchia signora. Hoke ha bisogno di quel lavoro per sopravvivere: quindi si affianca senza obiezioni alla governante, pure di colore, Idella, la tuttofare di Daisy, nel sopportare con una massiccia dose di pazienza - non scevra da qualche guizzo d'ironia l'incontentabile padrona, che lo rifiuta e cerca continuamente pretesti per liberarsi di lui. Il tempo, l'incredibile capacit di sopportazione di Hoke, e la morte improvvisa di Idella, finiscono con smorzare gli spigoli pi taglienti di Daisy nei confronti del fedele autista, che non disdegna - ora che la bisbetica vecchia completamente sola - d'improvvisarsi giardiniere, cuoco, cameriere e tuttofare. Ormai novantaquattrenne, miss Daisy entra in uno stato confusionale e crede di essere tornata indietro nel tempo e di essere di nuovo a scuola ad insegnare: Hoke, che non l'ha mai abbandonata, le tiene compagnia, la imbocca, ascolta i suoi vaneggiamenti. Per Daisy ora Hoke il suo migliore amico. Cose di questo mondo di Michael Winterbottom (consigliato per le scuole superiori) 2002 Domiciliati in un campo profughi pakistano a Peshawar, dopo la fine del conflitto in Afghanistan due cugini, con l'aiuto dei parenti, decidono di partire alla ricerca di un futuro migliore. Attraverso Iran, Turchia e Italia i due viaggiano a ritroso lungo quella che un tempo veniva definita 'la via della seta' nascosti nella ribalta di un tir o all'interno di un container, fra minacce e condizioni di vita impossibili. Alla fine riusciranno comunque a raggiungere la destinazione finale del loro viaggio: Londra, in Inghilterra.

Sotto le Bombe di Philippe Aractingi 2007

Zeina vive a Dubai. In pieno divorzio, decide di mandare il figlio Karim a casa della sorella a Kherbet Selem, un piccolo villaggio nel sud del Libano, per proteggerlo dai litigi coniugali. Qualche giorno pi tardi scoppia la guerra. Zeina, folle d'angoscia, parte velocemente per il Libano, passando per la Turchia. A causa del blocco per non riesce ad arrivare al porto di Beirut che il giorno del "cessate il fuoco". qui che avviene l'incontro con Tony, il solo tassista che accetta di portarla verso Sud...

Vai e Vivrai di Radu Mihailenau (consigliato per le scuole superiori) 2005 Africa, 1984. Il Mossad, il servizio segreto israeliano, sta organizzando la cosiddetta "Operazione Mos" che, con la complicit della CIA e dell'NSA statunitensi, ha come obiettivo il trasferimento in Israele di un folto gruppo di ebrei etiopi (i "Falascia"), un gruppo di origine assai remota, facendoli passare attraverso dei campi profughi in Sudan. In uno di questi campi vive insieme alla madre un bimbo anch'egli etiope, ma cristiano. Un giorno, una madre ebrea perde il figlio ammalato, Schlomo, e la madre del bambino cristiano, che comprende come la possibilit di sopravvivere in quel campo profughi sia quasi nulla per il figlio, lo affida alla donna ebrea, sperando che, quando gli agenti del Mossad arriveranno, il "nuovo" Shlomo possa fuggire dal campo fingendosi ebreo. Il trucco funziona, e il bambino riesce ad arrivare in Israele. Qui, adottato dalla famiglia Harrari, cresce in mezzo alle guerre, all'amore per una ragazza (Sarah), che in seguito sposer, agli studi religiosi e al disprezzo che alcuni (tra cui il padre di Sarah) hanno per lui (perch nero, e non bianco). Tuttavia, pur essendo abbastanza felice, sente fortemente il desiderio di tornare dalla madre, rimasta in Sudan, e gli pesa molto il segreto di non essere ebreo. In seguito, si trasferisce a Parigi, per studiare come medico, e nel finale del film lo si vede, tra i Medici senza Frontiere, rincontrare l'anziana madre: il suo sogno di ritrovarla e riabbracciarla stato coronato.

L'uomo che verr di Giorgio Diritti (consigliato per le scuole superiori) 2009 Inverno, 1943. Martina, unica figlia di una povera famiglia di contadini, ha 8 anni e vive alle pendici di Monte Sole. Anni prima ha perso un fratellino di pochi giorni e da allora ha smesso di parlare. La mamma rimane nuovamente incinta e Martina vive nell'attesa del bambino che nascer, mentre la guerra man mano si avvicina e la vita diventa sempre pi difficile, stretti fra le brigate partigiane del comandante Lupo e l'avanzare dei nazisti. Nella notte tra il 28 e il 29 settembre 1944 il bambino viene finalmente alla luce. Quasi contemporaneamente le SS scatenano nella zona un rastrellamento senza precedenti, che passer alla storia come la strage di Marzabotto.

Soldato Blu di Ralph Nelson 1970 Rapita dal capo cheyenne Lupo Pezzato, Kathy, una giovane donna bianca, liberata, dopo due anni trascorsi presso la tribu' indiana, da un drappello di soldati. Inseguiti dai cheyenne di Lupo Pezzato, i soldati vengono raggiunti e sterminati: alla strage scampano soltanto Kathy e il giovane Honus. Durante la lunga e avventurosa marcia verso il piu' vicino forte, Kathy e Honus finiscono con l'innamorarsi e la giovane, cui la lunga permanenza tra gli indiani servita a comprenderne le ragioni e a valutare i torti dei bianchi, riesce a rendere partecipe di questo stato di cose anche il suo compagno. Allorch, giunti i due al forte, uno squadrone di cavalleria in procinto di mettersi in marcia per un assalto alla tribu' cheyenne, Kathy parte precipitosamente alla volta del campo indiano per avvertire la tribu' del pericolo che la minaccia. Nonostante un tentativo di parlamentare avanzato da Lupo Pezzato, lo squadrone muove alla carica, massacrando circa cinquecento indiani, piu' della met dei quali sono donne e bambini. Honus, che ha avuto il coraggio di ribellarsi all'iniquo ordine dei suoi superiori, finisce in catene, mentre Kathy decide di dedicare la sua vita all'assistenza dei piccoli indiani sopravvissuti alla strage.

Urla del Silenzio Roland Joffr (consigliato per le scuole superiori) 1984 Sidney Schanberg, giornalista del "New York Times" viene mandato nel 1972 in Cambogia, per seguirvi la guerra tra i Kmer rossi ed il governo di Lan Nol e l si avvale del dott. Dith Pran (un laureato in chirurgia), come guida ed interprete. Tra i due si stabilisce un profondo rapporto di stima e di amicizia. Divenuti inseparabili e dopo aver insieme realizzato servizi assai importanti, i due si trovano il 17 aprile 1975 a Pnom Penh, quando i "liberatori" occuparono la citt. Nel momento del generale smarrimento, preludio a tutte le ferocie e violenze che stavano per scatenarsi sugli sventurati (e in quel momento festanti) cambogiani. Pran riusc a salvare la vita di Schanberg e quella di alcuni giornalisti occidentali i quali, dopo interrogatori ed umiliazioni da parte dei Kmer, poterono trovare asilo nella sede dell'Ambasciata francese. Al momento di partire in elicottero in direzione degli Stati Uniti e malgrado gli sforzi di tutti per assicurare a Pran un falso passaporto, questi rimase nel suo Paese, perduto nella folla di compatrioti, che gi i Kmer avviavano, tra insulti e malvagit indicibili, verso la frontiera vietnamita. Internato in un campo di lavoro, sottoposto come tutti a massacranti fatiche, ad inaudite vessazioni ed s ben noto indottrinamento politico, Pran riusc a fuggire e ad arrivare, dopo stenti e pericoli incessanti, in un campo della Croce Rossa thailandese. Rientrato dal canto suo a New York, dove nel frattempo giungevano dalla Cambogia notizie tragiche (sterminio da parte dei Kmer rossi di almeno tre milioni di persone), Sidney non cess un istante le sue ricerche dell'amico Pran in tutte le sedi e presso tutte le Organizzazioni possibili. Nel 1976 egli vinse il premio Pulitzer per le sue corrispondenze di guerra ma, al momento dell'assegnazione, egli, premesse alcune coraggiose dichiarazioni e valutazioni sulla politica USA in Cambogia, pubblicamente attestava di ritirare il premio - condividendo - anche a nome dell'uomo che in Cambogia si era rivelato un ottimo giornalista ed una persona straordinaria. Sidney, che sempre avvertiva un senso di colpa per aver rimesso a Pran la scelta fra il restare nel proprio Paese o il lasciarlo insieme a lui, fu infine premiato nei suoi sforzi. L'incubo che gli davano le sue ansie e i suoi rovelli fin il 9 ottobre del 1979, quando, essendo stato Pran finalmente identificato e ritrovato, pot volare in Thailandia ed ivi riabbracciare l'amico. (La storia autentica e i due giornalisti vivono oggi, con le rispettive famiglie, ambedue a New York, lavorando sempre al "Nesv York Times".

Ausmerzen Vite indegne di essere vissute di Marco Paolini (teatro)

Aumerzen un monologo - agghiacciante - sul programma di eugenetica nazista, una sorta di prova generale dello sterminio messo poi in atto con la soluzione finale, in cui lattore bellunese ha raccontato - documenti alla mano - come il nazismo abbia prima sterilizzato e poi sterminato con la complicit di medici, infermieri, burocrati, ostetrici e psichiatri almeno 400 mila handicappati, disabili, ritardati mentali e pazzi con lo scopo di purificare il sangue della nazione e soprattutto risparmiare nel bilancio della sanit sulla pelle di persone considerate improduttive.

Black Book di Paul Verhoeven 2006 In Olanda nell'estate 1944, Rachel, una giovane cantante ebrea, decide di tentare insieme ai suoi familiari e ad altri la fuga via mare per raggiungere i territori gi liberati dagli alleati. Il gruppo per viene intercettato dai soldati nazisti e i componenti vengono sterminati uno ad uno. Unica ad essere scampata, Rachel decide di raggiungere i partigiani olandesi e di unirsi a loro. Il suo pi grande desiderio quello di vendicarsi della morte dei suoi familiari e di tornare libera. Rachel riesce ad infiltrarsi tra i tedeschi e a diventare amica dell'ufficiale nazista Mntze che, non sospettando di lei, le trova un lavoro. Alla fine della guerra, per, Rachel non sar libera. Gli uomini che lei ha aiutato la accusano di collaborazionismo e tradimento per aver fornito alcune informazioni sbagliate. Ora Rachel deve scoprire chi la vuole morta...

Prima della Pioggia di Milcho Manchevsk 1994 PRIMO EPISODIO PAROLE: Kiril, un giovane monaco macedone che vive in un disastrato monastero sperduto fra le alture rocciose della Macedonia, a picco sul mare, si trova a dover nascondere una ragazza albanese atterrita, Zamira, di cui non riesce neppure a capire la lingua. L'indomani un gruppo di scalmanati irrompe nel monastero alla ricerca della ragazza, la quale dicono - ha ucciso un loro fratello. Riuscite inutili le ricerche, la presenza della ragazza viene per scoperta dai monaci. Il pur comprensivo padre abate costretto a dimettere Kiril, che si avvia verso il mare per mettere in salvo Zamira. Ma il tentativo non gli riesce. SECONDO EPISODIO VOLTI: Anne, photo-editor in un'importante agenzia di Londra, inorridita dalle atrocit della guerra che ha modo di osservare attraverso i raccapriccianti reportage fotografici che le arrivano ogni giorno. Anche la sua vita privata incerta e combattuta. Da un lato c' Nick, un marito rassicurante e fedele, ma poco espansivo; dall'altro Alexander, un fotografo di guerra temerario e utopico, sempre in viaggio, a caccia di foto drammatiche e impressionanti, che l'affascina. Un'inattesa sparatoria nel ristorante londinese, in cui casualmente muore Nick, pone fine tragicamente al suo conflitto interiore. TERZO EPISODIO FOTOGRAFIE: Alexander, lacerato da un senso di colpa per certe sue foto particolarmente crude, che gli danno l'impressione di aver lui stesso ucciso col suo implacabile obiettivo uomini come lui, decide di cercare pace e oblio in Macedonia, nel villaggio natio del quale gli rimasto un ricordo idillico. Scopre, per, che l'odio e la guerra insensata non hanno risparmiato neppure quell'angolo ignorato della sua terra, e che gli albanesi, con i quali vissuto amichevolmente nei suoi anni verdi, sono ora considerati nemici. Quando Hana, una giovane albanese da lui amata da bambino, residente in un villaggio vicino, gli chiede aiuto per proteggere la figlia Zamira, ingiustamente accusata d'omicidio. Alexander non pu esimersi dal prendere a sua volta le armi per reagire al conflitto etnico, finora oggetto della sua passione di fotografo, e muore per difendere Zamira. In my Country di John Boorman

2003

Langston Whitfield un giornalista del Washington Post. Il suo editore lo manda provocatoriamente in Sud Africa a seguire le udienze della Commissione per la Verit e la Riconciliazione, durante le quali i perpetratori di omicidi e torture di entrambe le parti durante il periodo dell'Apartheid sono invitati a farsi avanti e a confrontarsi con le loro vittime. Raccontando la verit nuda e cruda e dimostrando un sincero pentimento, potrebbero assicurarsi l'amnistia...

Galline in Fuga di Peter Lord e Nick Par 2000 Il film d'animazione racconta la storia di un allevamento di galline in una campagna inglese, che cerca in ogni modo di scappare perch producono uova dalla mattina alla sera e quando non ce la fanno pi vengono uccise dai Tweedy, i proprietari dell'allevamento. Le galline provano in ogni modo a scappare ma vengono sempre scoperte dai Tweedy e riportate nel recinto. Un giorno la signora Tweedy, non contenta della produzione delle uova acquista una macchina per produrre pasticci di pollo. Tra tutte le galline, il personaggio principale Gaia, la quale guida le compagne alla ricerca di nuovi modi per scappare. Dal cielo una notte arriva nel pollaio Rocky Bulboa, un aitante gallo americano, a cui piace Gaia, e che vorrebbe aiutarla a scappare. Le galline vorrebbero imparare a volare da lui, ma il giorno dopo Gaia, viene rapita dai Tweedy per provare la macchina, ma all'ultimo secondo viene salvata da Rocky e insieme scoprono il fatto di dover diventare pasticci di pollo. Intanto la macchina viene spenta, e la signora Tweedy costringe il signor Tweedy ad aggiustarla. Il giorno dopo, di nascosto, Rocky scappa lasciando un foglio del manifesto del "Gallo Volante", con cui le galline capiscono che Rocky non sa volare ma che stato "sparato" da un cannone da circo. Allora Cedrone, amico di Gaia, consiglia a lei e alle altre galline di scappare con una macchina volante, e la costruiscono rubando gli attrezzi del signor Tweedy mentre quest'ultimo sta aggiustando la macchina. La sera stessa la macchina volante pronta, ma i Tweedy scoprono che le galline si sono organizzate per la fuga. Per questo tentano di fermarle, ma la signora Tweedy finisce infine all'interno della sua stessa macchina per i pasticci di pollo. All'ultimo momento ritorna Rocky, che riceve uno schiaffo da Gaia per essere scappato e un bacio per essere tornato. Rocky, Gaia e le altre galline scappano con la macchina volante e arrivano nel prato verde dove possono vivere felici in una zona riservata a loro. 10

L'Onda di Dennis Ganse 2008 Rainer Wenger, insegnante di educazione fisica con un passato da anarchico rockettaro, per spiegare ai suoi studenti liceali il concetto di autocrazia li coinvolge in un esperimento di regime dittatoriale fra i banchi di scuola. Per una settimana dovranno rispondere al rigido sistema disciplinare di Herr Wenger, conformarsi ad un codice di abbigliamento e lavorare assieme in unottica di organismo gerarchico, isolando o reprimendo eventuali dissidenti. In pochissimo tempo, i ragazzi scoprono uno spirito di cameratismo vincente, dominano le proprie insicurezze e paure attorno alla figura del carismatico cattivo maestro e si sentono legittimati ad animare atti di violenza e vandalismo, in unoperazione che arriva presto a fuoriuscire dalle mura delledificio scolastico.

Miral di Julian Schnabel 2010 Miral racconta la storia di tre generazioni di donne le cui vite si intrecciano nellumana ricerca della giustizia, della speranza e della riconciliazione in un mondo offuscato dallostilit, dallodio e dalla guerra. La storia ha inizio nel 1948, in una Gerusalemme consumata dalla Guerra. Mentre si reca a lavoro Hind Husseini (HIAM ABBASS, LOspite Inatteso, Il giardino di limoni, Amreeka) si imbatte in 55 bambini, sono degli orfani che vagano per la strada. Incapace di voltare loro le spalle li porta a casa con s, per sfamarli e dargli un rifugio. Nellarco di alcuni mesi, i 55 orfani diventano quasi 2000. Hind decide cos di trasformare la sua casa nellIstituto Al-Tifl Al-Arabi e, in seguito, listituto diverr anche una scuola, il cui scopo offrire unistruzione agli orfani e di fungere da simbolo di speranza per tutte quelle ragazze vittime del conflitto Israelo-Palestinese. Sono trascorsi trentanni, siamo nel 1978, una bambina di 7 anni arriva allIstituto in seguito alla morte della madre. E Miral (FREIDA PINTO, The Millionaire), che crescer tra le mura protettrici dellIstituto, completamente ignara delle problematiche che infiammano il paese. Allet di 17 anni, allapice della resistenza dellIntifada, a Miral viene affidato il compito di lavorare come insegnante in un campo rifugiati, l, Miral viene a conoscenza dellodio, della frustrazione e della guerra che sembrano essere un antico retaggio della sua stessa famiglia. Miral si innamora del fervente attivista politico, Hani (Omar Metwally, Munich, Rendition), e cos si ritrover a dover affrontare un lacerante conflitto interiore, che rispecchia la situazione che si verifica nel paese: combattere come hanno fatto quelli prima di lei, oppure seguire gli insegnamenti di Mama Hind, secondo cui listruzione la chiave che aprir la strada per la pace. Le vite degli altri di Florian Henckel von Donnersmarck 2006 Berlino Est, 1984. Il capitano Gerd Wiesler l'abile, spietato solerte agente HGW XX/7 della famigerata Stasi, la Polizia di Stato che crea un clima di terrore tra i cittadini della DDR. Per la sua abilit e lealt il tenente colonnello Anton Grubitz gli affida il compito di mettere sotto stretta sorveglianza il drammaturgo di successo Georg Dreyman, autore apprezzatissimo e fra i pi importanti intellettuali dal regime comunista, su cui nutre sospetti. In realt non il solo ad avere un motivo per cercare di incriminarlo. In particolare il ministro della cultura Bruno Hempf vorrebbe farlo imprigionare per avere via libera con la sua compagna Christa-Maria Sieland, celebre attrice teatrale, di cui invaghito.

Il Concerto di Radu Mihaileanu 2009 La trama del film Il concerto centrata sulla vicenda di Andrei Filipov (Aleksei Guskov), noto direttore dell orchestra russa Bolshoi. Andrei viene deposto dalla politica di Brenev perch si rifiuta di licenziare i musicisti della sua orchestra composta principalmente da ebrei.Questo dramma si complica quando Andrei ha la possibilit di rimanere al Bolshoi solo come uomo delle pulizie e quindi non gli viene pi riconosciuta la sua bravura come musicista. Una sera, dopo 30 anni dal suo allontanamento forzato dalla musica, mentre pulisce l ufficio del direttore, Andrei ha un idea folle alla vista di un fax con il quale il Thtre du Chtelet invita l orchestra del Bolshoi a suonare a Parigi. Andrei si impossessa di nascosto dell invito e riunisce i vecchi componenti della sua orchestra e li conduce nel teatro francese per suonare Cajkovskij La musica, il concerto e la vita riprender da dove il regime li aveva interrotti. 11