Sei sulla pagina 1di 46

Dott.

Ftr Angelo Longoni


Master in Fisioterapia e Riabilitazione Respiratoria
Riabilitazione Specialistica Cardio-respiratoria e Neurologica Mariano Comense

La moderna riabilitazione cardiocardio-polmonare


Como - Villa Olmo 3 Dicembre 2011

Argomenti: conoscere il vecchio per capire il nuovo

Riabilitazione cardiologica

Riabilitazione respiratoria

I pazienti hanno dato il loro consenso alla ripresa video

La riabilitazione cardiologica: cenni storici


174 A.C.: Asclepiade prescriveva degli esercizi per le malattie circolatorie. 1799: Parry not i benefici dellattivit fisica in pazienti che soffrivano di dolori al torace. SUGGERIMENTO IPPOCRATICO: In ogni movimento del corpo, quando si inizia a sentire dolore, questo sar alleviato dal riposo. 1900:Herrick descrisse il legame tra trombosi coronarica e infarto per cui limperativo categorico era il riposo assoluto al letto per i cardiopatici. IL RAZIONALE DEL RIPOSO ERA CHE LO SFORZO POTESSE CAUSARE UNA IPOSSIA CON CONSEGUENTE ARITMIA O RECIDIVA DELLINFARTO. 1930: Riposo a letto per 6-8 settimane. Era la prima tappa per la guarigione e la riabilitazione. 1951: Lewis e Lown introducono terapia della sedia che prevedeva 1 o 2 ore di postura seduta al giorno dopo linfarto. 1950: White PD. suggerisce passeggiate di 3-5 minuti al giorno dopo 4 settimane dallevento infartuale.

Dr. White Paul: il fondatore della cardiologia preventiva

Una camminata vigorosa di 5 miglia fa molto di pi per la salute della persona che tutte le medicine e la psicologia del mondo

La riabilitazione cardiologica: cenni storici

1957: Anno di pubblicazione di un volume di White intitolato Riabilitazione del cardiopatico. 1960: Inizia la consapevolezza che la deambulazione precoce previene numerosi rischi dellallettamento.

1970: Sviluppo di programmi altamente strutturati sotto controllo ECG. 1980 ad oggi: si riducono i tempi di degenza e si sviluppano centri di riabilitazione specializzati in cui oltre allesercizio si tiene conto dei fattori di rischio e qualit della vita.

Elettrocardiogramma
Nel 1887 fu inventato il primo elettrocardiografo da August Desir Waller a Londra. Willem Einthoven perfezion il suo galvanometro nel 1903 assegnando le lettere P, Q, R, S, T alle varie onde ( in quel periodo ai segmenti di linee curve veniva dato il nome partendo dalla lettera P). Descrisse molti tracciati ECG patologici e per questa scoperta fu insignito del premio Nobel per la medicina nel 1924.

Augustus Desir Waller

Willem Einthoven

Test da sforzo

Post IMA, By pass, Sostituzione valvolare, Scompenso. valvolare, Scompenso.


Pazienti che arrivano dalla cardiochirurgia di Niguarda, Monza, Monzino, Monzino, Bergamo.

Tipologia dei pazienti cardiologici in trattamento

TELEMETRIA: un aiuto

Antenna

Trasmettitore Disposizione elettrodi

Monitor

Riallenamento allo sforzo


Vecchio

Vecchio

Nuovo

Telemedicina: cenni storici


Il primo esempio di telemedicina lo dobbiamo allo stesso Einthoven, che dopo aver inventato lelettrocardiografo, il 22 marzo del 1905 ha registrato ed inviato alla distanza di 1,5 Km un elettrocardiogramma, attraverso il cavo telefonico, dallospedale al proprio ambulatorio.

Integrazione delle cure


nuove reti sanitarie
- ospedalizzazione domiciliare post-cardiochirurgica (3/4)* DGR n. 2471 del 11.5.2006 Centro Cardiologico Monzino A.O. Niguarda A.O. Luigi Sacco- Fondazione Maugeri - telesorveglianza domiciliare BPCO grave e molto grave** DGR n. 409 del 5.8.2010
*N. strutture ASL Mi/N. strutture Reg. Lombardia

Avevo sentito della telemedicina.. telemedicina.. ma questo non quello che immaginavo! immaginavo!

Far spostare le informazioni, non il paziente

Ospedalizzazione domiciliare
Servizio di tipo ospedaliero, cio a forte contenuto specialistico, fornito al domicilio del paziente. Prevede una fase riabilitativa sotto monitoraggio ECG quotidiano con telecardiologia. Controlli domiciliari dello specialista, infermiere, fisioterapista.

Il costo giornaliero stimato per un trattamento domiciliare per paziente circa di euro: 123,00 Il costo letto giornaliero in riabilitazione in regione lombardia (DRG n37597 del 24.07.98) di euro: 470,00

Prospettive future:lavoro in diretta

VIDEO

AUDIO

Telemedicina a Mariano

Gestione domiciliare del malato con massima compliance della terapia. Diagnosi immediata delle riacutizzazioni e trattamento precoce. Pazienti SLA seguiti dalla fondazione P. Giancola: - 26 ( Novembre 2011) Pazienti in O2 terapia: - 2 ( Novembre 2011)

Storia della fisioterapia respiratoria


I primi usi della terapia inalatoria e idroterapia ebbero origine nellantica Cina, India, Egitto, Grecia e Roma imperiale che arriv a contare quasi 800 bagni termali.

Acque sulfuree e salsobromoiodiche ad azione antinfiammatoria e battericida: Docce, Inalazioni, Aereosol, Nebulizzazioni.

Abano Arcireale Acquasanta Acqui Terme Angolo Terme Arta Terme Bagni di Lucca Bagni di Tivoli Bagno di Romagna Barano Terme Battaglia Terme Benetutti Boario Terme Bobbio Bognanco Bormio Brisighella Caramanico Carignano Casamicciola Casciano Cassano allo Jonio Castellamare del golfo

Sorgenti Termali Italiane (circa 142)


Castellamare di Stabia Castel San Pietro Castrocaro Terme Citta di Castello Civitavella Paganico Contursi Terme Forio dIschia Ferentino Fratta Terme Gaverina Terme
Galzignano

Grado Guardia Piemontese Ischia Lacco Ameno Lamezia Terme Latronico Levico Terme Lido di Jesolo

Lignano Sabbiadoro Lomaso Lurisia Manciano Terme Margherita di Savoia Medesano Merano Miradolo Montegrotto Terme Montecatini Montepulciano Monticello
Pompeo

Riolo Terme Salsomaggiore Terme San Giuliano


SantAngelo

Porretta Terme Portoferraio Punta Marina Rabbi Rapolano Rapolta Recoaro Riccione

Spezzano Albanese Salice Terme Santa Cesarea Sarnano Sirmione San Pellegrino San Vittore Sciacca Tabiano Terme Telese Terme di Saturnia Terme di Sujo Terme di Vigliatore Tolentino Trescore Balneario Torre Canne Valdieri

Storia della fisioterapia respiratoria


-1550 B.C.: Il Papiro Ebers descrive gli antichi trattamenti inalatori egiziani per lasma.

-1774: Joseph Priestly scopre lossigeno attraverso lossido di magnesio.

- 1895: Charles Denison scrive il primo trattato sulla riabilitazione respiratoria.

Storia della fisioterapia respiratoria

Charles Denison, M.D., 1845-1909. Eminente Professore delle malattie toraciche e climatologia alluniversit di Denver, Colorado. Leader nello studio e trattamento della tubercolosi.

Storia della fisioterapia respiratoria


-1897: Gustav Killian sviluppa il primo broncoscopio in Germania.

-1918: La maschera dossigeno usata per trattare ledema polmonare.

-1928: Philip Drinker sviluppa il polmone dacciaio.

-1935: Carl Matthes invent il primo ossimetro. -1946: Dr. Edwin Levine e i suoi tecnici formarono lAssociazione per la Terapia Inalatoria (ITA) la cui rivista diventa in seguito, nel 1971, Respiratory Care.

Storia della fisioterapia respiratoria


Il gruppo chiamato ITA (Inhalational Therapy Association) cambi nome nel 1972 diventando lAmerican Association of Respiratory Care. Nel 2010 contava125.000 iscritti. In Italia viene fondata, nel 1989, lARIR ,associazione italiana dell insufficienza respiratoria. Nel 2009 conta 250 soci mentre nel 2011 ha un totale di 1500 iscritti e simpatizzanti ( fonte segreteria Arir). Nel 2007 viene istituito il primo Master in fisioterapia e riabilitazione respiratoria.

Storia della Fisioterapia respiratoria in Italia


La fisioterapia respiratoria nasce a Torino negli anni 40-50 quando il Prof. Biancalana, direttore della chirurgia toracica and a Londra al Brompton Hospital. Li vide che i pazienti operati al torace avevano un decorso postoperatorio positivo ed erano seguiti da una respiratory therapist. Chiese al direttore del Brompton di poter invitare una terapista a Torino per poter creare un team di persone che si occupasse di fisioterapia respiratoria. La giovane miss Gladys Storey si trasfer alle Molinette, e qui vi rimase fino alla fine creando il primo nucleo di infermiere respiratorie. Negli anni 80 furono sostituite da fisioterapiste. Miss Gladys Storey mor a 60 anni di epatite fulminante.

Modalit di lavoro e apparecchiature

Letto di Maccagno

1960

2011

Apparecchiature utilizzate in reparto:Saturimetri

Bluetooth

Vecchio Nuovo

Saturimetro

Spirometria

WT 6

FR

Riallenamento

VE

Incentivatore a molla e digitale

Vecchio

Incentivatore
Nuovo

PEP
1 2

Uniko

3
Uniko-E PEP con bottiglia Valvola PEP

Vecchio Nuovo

PEP

Feedback visivo

Accelleratore di flusso

Vecchio Nuovo

RTX Negavent
Vecchio

Polmone dacciaio
Impossibile v isualizzare l'immagine. La memoria del computer potrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine oppure l'immagine potrebbe essere danneggiata. Riav v iare il computer e aprire di nuov o il file. Se v iene v isualizzata di nuov o la x rossa, potrebbe essere necessario eliminare l'immagine e inserirla di nuov o.

Nuovo

RTX Negavent: modalit disostruzione

Alta frequenza: 800 colpi minuto

Bassa frequenza: 30 colpi minuto

RTX Negavent: modalit negativa per riespansione toracica

Negativa continua a -20 cm/H2O

Percussore

Vecchio

I III

II

Nuovo

Percussore

Vecchio

I III

II

Nuovo

Funzionamento contemporaneo al ventilatore invasivo

Assistenza alla tosse

Americano

Italiano

Inglese

Assistenza alla tosse

Americano

Italiano

Inglese Contempla le funzionalit di assistenza tosse e percussore

Ventilatori

Cpap

Ingombranti e rumorosi

Piccoli e silenziosi

Manuali

Digitali

Maschere NIV

Nuovo Vecchio

Decubiti

Life Shirt:
monitoraggio cardio respiratorio induttivo

Nuovo

Vecchio

Per il respiro periodico di Cheyne Stokes

AUTOSET CS2

Transcutanea:
per il monitoraggio dal weaning ventilatore-tracheo

Holter metabolico:
Per il controllo motorio dei pazienti in O2

Per il Futuro ci stiamo organizzando..

GRAZIE dellattenzione.

Riabilitazione Cardio-Respiratoria Azienda S. Anna Como

Villa Olmo - Como