Sei sulla pagina 1di 1

LIVIO...

Ab urbe condita Ab urbe condita: il titolo quello dato dai codici + autorevoli.. livio una volta indica l'opera con il nome di annales.. l'opera comprendeva 142 libri, di cui sono stati conservati i primi 10 la narrazione iniziava dalle origini mitike di Roma e arrivava con il libro 142 al 9 a.C. Ritornava alla struttura annalistica rifiutando l'impianto monografico delle opere di Sallustio.. la narrazione di ogni impresa si estende per l'arco di un anno al compiersi del quale viene sospesa mentre ha inizio la narrazione di altri avvenimenti contemporanei... divisione in decadi dovuta alla divisione nella pubblicazione dilatava l'ampiezza della propria narrazione man mano che si avvicinava all'epoca contemporanea... le fonti utilizzate furono numerose: annalisti, Polibio (storico), sporadica invece l'utilizzazione delle origines di Catone la facilit di accesso e di reperibilit sembra essere stata il criterio di scelta determinante.. mancanza di sforzo di colmare le lacune della tradizione storiografica con il ricorso a documentazione di altro genere che pure sarebbe stata facilmente accessibile.. occuparsi nell'adornare la traccia che trovava nella propria fonte.. livio come storico letterato che lavora soprattutto di seconda mano sulla narrazione di storici precedenti.. uso acritico delle fonti posa al centro i fatti del popolo romano e in funzione di essi dovevano essere spiegati ed interpretati gli eventi della storia universale... rinuncia a dilungarsi sulla narrazione di guerre straniere livio pompeiano convergenza con il principe presa di distanza dal principato si oppone a livello stilistico a Sallustio, avvicinandosi allo stile di Cicerone per la storiografia... Quintiliano contrapponeva la brevitas di Sall austera e sentenziosa la lactea ubertas di Livio.. uno stile ampio e fluido e luminoso, senza artifici e senza restinzioni che evita ogni asperitas e dove i periodi scorrono con facilit.. limpida chiarezza.. stile con ammirevole duttilit e variet... concessioni al gusto arcaicizzante storiografia tragica.. passione moralistica descrizione drammatica dei personaggi.. qualit morali e mentali ke hanno impatto decisivo sugli avvenimenti... il modello di stile storiografico a cui Livio guarda quello teorizzato da Cicerone.. discorso eloquente con variet di toni, periodi sintattici.