Sei sulla pagina 1di 1

ISTITUTO PROVINCIALE DI CULTURA E LINGUE NINNI CASSAR

IL PENDOLO SEMPLICE
Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it www.galois.it
CLASSI III A E III B

DESCRIZIONE DEL SISTEMA Consideriamo una pallina di massa collegata a un filo di lunghezza fissata a un soffitto e supponiamo di spostarla dalla posizione di equilibrio A a una posizione B, in modo che il filo formi un angolo con la direzione verticale.

Se si lascia libero, il corpo esso inizia a oscillare. Su di esso agiscono la tensione del filo esercitata sulla pallina e la forza-peso . La risultante delle due forze, costituisce la forza di richiamo che permette alla pallina di oscillare attorno al punto A. Alla determinazione del periodo T del moto armonico del pendolo lavor Galileo Galilei (1564-1642), il quale dimostr che per piccole oscillazioni, ovvero per valori dellangolo , il periodo del pendolo: non dipende dallampiezza di oscillazione; non dipende dalla massa; dipende solo dalla lunghezza del filo e dallaccelerazione di gravit. In formule: PROBLEMI Problema 1. Determinare il periodo di oscillazione di un pendolo lungo 2 m. Problema 2. Determinare quale lunghezza deve avere il filo di un pendolo sapendo che il suo periodo di oscillazione pari a 8 s.

E. Modica, 2011/2012 www.galois.it

Potrebbero piacerti anche