Sei sulla pagina 1di 5

Laser trap: sfrutta la forza che la luce laser esercita incidendo su una sferetta di materiale con

indice di rifrazione diverso da quello dell’aria. La forza e’ lineare con lo spostamento dalla posizione
di equilibrio fino a una distanza di circa 200 nm. Cioe’ si comporta come un fenomeno elastico. La
biglia ha un diametro di circa 1 µm. Tipicamente la luce laser è nel vicino infrarosso (λ~1µm)

Applicazioni: misure di elasticita’, forza e spostamento su singole molecole.


 
Il fotone incidente (in rosso) esce dalla
biglia con una direzione (e quindi con una
quantità di moto) variata. Una uguale ed
opposta variazione della quantità di moto è
comunicata alla biglia.
Un motore processivo: la kinesina. Determinazione del passo elementare.

Svoboda et al., Nature, 1993, 365:721-727


 
Misura del passo elementare di un motore non processivo: la miosina.

Finer et al., Nature, 1994, 368 :113-118

Misure di spostamento: rigidita’ delle due


laser traps la piu’ alta possibile per ridurre il
moto browniano, ma non tanto da impedire
alla miosina l’esecuzione del piu’ ampio
movimento possibile (minor forza resistente).
Concentrazione spostamento durata dello forza (pN)
di ATP (mM) (nm) spostamento (ms)

2 12 ± 2.0 <7 3.4 ± 1.2


0.01 11 ± 2.6 72 ± 29 3.5 ± 1.3
0.001 11 ± 2.5 260 ± 140 3.4 ± 1.4

 
Chiusura del circuito a retro-azione per la misura della forza: il fascio laser si sposta per mantenere
ferme le palline. Lo spostamento del fascio laser e’ direttamente proporzionale alla forza.
 
Concentrazione spostamento durata dello forza (pN)
di ATP (mM) (nm) spostamento (ms)

2 12 ± 2.0 <7 3.4 ± 1.2


0.01 11 ± 2.6 72 ± 29 3.5 ± 1.3
0.001 11 ± 2.5 260 ± 140 3.4 ± 1.4
Veigel et al., Biophysical Journal, 1998, 75 :1424-1438