Sei sulla pagina 1di 9

GLI ARTICOLI DEI LETTORI...

RICORDANDO IGHINA
di Alberto (Anonimo)
per Edicolaweb

La r|tm|ca sc|nt|||a de| nostro Io scaturendo |n pos|z|on| var|ab||| de||a nostra an|ma e c|o de|
campo magnet|co comp|ess|vo che racch|ude |n s come ||ve||| |ntern| |e tre sfere de||a
Sens|b|||t e conseguente Menta||t de||a keatt|v|t o Sensua||t e de||a V|ta||t o
Sent|menta||t determ|na una percez|one d|storta e qu|nd| |||usor|a de||a rea|t


lacclo un esemplo

L'oceano conLlene ln se lnnumerevoll forme dl vlLa che Lrascurando quelle mlcroblche vanno dal
plancLon alle balene Sulla superflcle del mare pol sl aglLano onde plccole e grandl menLre al suo
lnLerno sl muovono conLrasLanLl correnLl ln ognl forma dl vlLa marlna baLLe un cuore che sl
poLrebbe deflnlre con una conLraddlzlone ln Lermlnl la sede dl un lo lnconsclo che pulsando ln
manlera slnLonlzzaLa anche se non slncrona con LuLLl gll alLrl conLrlbulsce a formare ll grande lo
del mare

Cra supponlamo che l delflnl frequenLando la superflcle del mare abblano LrovaLo ll modo dl
prelevare l'osslgeno dall'arla lnvece che dall'acqua ln cul comunque hanno conLlnuaLo a vlvere ne
derlva cosl che apparLenendo conLemporaneamenLe a due dlverse dlmenslonl enLrambe
lndlspensablll alla vlLa una per la resplrazlone e l'alLra per l'allmenLazlone ll loro lo che era
lnconsclo flnche parLeclpava ad un solo elemenLo abbla acqulsLaLo la cosclenza dl essere dlverso
dalle alLre creaLure marlne CuesLo perche la cosclenza sl manlfesLa nell'lo come conseguenza alla
sua poslzlone lnLermedla fra due sLaLl o poll fra loro conLrapposLl che poLrebbero essere deflnlLl
come la vecchla sede (l'acqua) e la nuova sede (l'arla) del loro lo
lacendo rlferlmenLo alla pslcologla poLremmo deflnlre ll mare la sede dell'lnconsclo colleLLlvo del
delflnl l'arla nel momenLo ln cul vlene resplraLa come sede del loro lo lndlvlduale l'arla LraLLenuLa
nel polmonl del delflnl duranLe le loro lmmerslonl come sede della loro cosclenza (SLo cercando
dl splegarml uLlllzzando parole e deflnlzlonl ln manlera generlca e grossolana perche desldero
solLanLo farml caplre e non presenLare una relazlone sclenLlflca)

Abbandonlamo ora l delflnl e Lornlamo all'uomo che alzando gll occhl al clelo scopre la dlmenslone
della luce rappresenLaLa dal sole che brllla nel clelo e quella delle Lenebre rappresenLaLa dalla luna
e dalle sLelle
vlvendo duranLe ll glorno ln sLaLo dl veglla nella luce solare l'uomo svlluppa l'lo personale menLre
la noLLe dormendo rlenLra nell'lnconsclo colleLLlvo delle Lenebre ln cul era vlssuLo lungamenLe ln
precedenza
er comprendere cos'erano quesLe Lenebre blsogna andare col penslero ad un Lempo molLo
lonLano ln cul l'uomo vlveva all'lnLerno della Lerra e cloe sulla superflcle concava della crosLa
LerresLre che come una spessa membrana cellulare conLlene come nucleo cenLrale un plccolo
sole
ln quel Lempl remoLl l'uomo senLlva che ll plccolo sole che pulsava nel suo cuore era un
componenLe lnLegranLe ed lnseparablle dal grande cuoresole che brlllava nel clelo sopra dl lul ln
quesLo modo egll parLeclpava ln manlera lnconscla alla vlLa complesslva che sl svolgeva nella sfera
della luce solare LerresLre lnLerna cosl come una medusa nel mare esLerno vlve parLeclpando alla
vlLa lnconscla dl esso
All'lnLerno della Lerra non eslsLeva l'alLernarsl del glorno e della noLLe e le forme dl vlLa non erano
maLerlall ma eLerlche
ual poll lnLernl della Lerra enLrava ed usclva ln manlera rlLmlca e perpendlcolarmenLe opposLa
l'Lnergla cosmlca prlmordlale che provenlva dal Sole esLerno e dal llrmamenLo che come una
grande membrana racchlude ll nosLro SlsLema solare 1ale Lnergla allmenLava ed allmenLa LuLLora
ll baLLlLo del cuoresole LerresLre che la Lrasformava ln luce che rlfleLLendosl ln buona parLe sulla
crosLa LerresLre concava rlLornava sul sole sLesso come luce Lenebrosa lndlreLLa perche aLLenuaLa
ed opposLa a quella dlreLLa
La luce rlflessa lnLersecandosl con quella dlreLLa deLermlnava una specle dl penombra conLlnua
che sl addensava sopraLLuLLo sulla superflcle LerresLre sLessa cosLlLuendo cosl le Lenebre dl cul sl
parlava ln precedenza
8lLornando sul sole la luce rlflessa venlva dl nuovo LrasformaLa ln luce dlreLLa ln un rlLmo
conLlnuo dl scamblo fra ll sole e la Lerra lnLernl
1uLLo cl che sLo cercando dl splegare e rlporLaLo nella Cenesl blbllca ln modo sempllce e
slnLeLlco faclle da credere per chl ha la lede ma lmposslblle da asslmllare per chl cerca dl
comprenderne ll slgnlflcaLo ln manlera loglca
Cra lo cercher dl Lradurre ln Lermlnl razlonall le parole del Sacrl 1esLl per dlmosLrare che nella
lede e lmpllclLa una Saplenza unlversale slnLeLlca e dlvlna che non ha blsogno dl caplre ln modo
deLLagllaLo per credere perche sa che LuLLo sl rlunlflca ln un unlco schema dl comporLamenLo
energeLlco che sempre sl rlpeLe e che e alla base dl ognl creazlone generale e parLlcolare
Al conLrarlo la Loglca che LuLLo separa che LuLLo anallzza e dlfferenzla non pu assoluLamenLe
comprendere ne ulo ne la Sua Creazlone perche basandosl su fallacl percezlonl sensorlall
conLraddlLLorle non sa rlLrovare l'unlL della verlL soLLo le dlfferenze delle apparenze formall
esLerlorl
uunque e scrlLLo nella 8lbbla che ulo pose l'uomo e la uonna che aveva creaLl ln un Clardlno
pleno dl alberl ln mezzo al quale sl Lrovava l'Albero della Conoscenza del 8ene e del Male
ordlnando loro dl non manglarne ll lruLLo perche alLrlmenLl avrebbero conoscluLo la morLe

Cra lo non sarel ln grado dl dare le splegazlonl che sLo per enunclare se lghlna a suo Lempo non
ml avesse rlvelaLo la Legge fondamenLale del 8lLmo che ha appunLo nella flgura dell'albero ll
Slmbolo che megllo dl ognl alLro ne rlvela l'lnLerlore e segreLa naLura
1uLLo comlncl cosl

nel Lerreno adlacenLe alla sua casa vl era un plccolo edlflclo che ln passaLo era adlblLo a scuderla
nel cul reLro era sLaLo slsLemaLo ll pollalo vlclno al reclnLo dl quesL'ulLlmo erano naLe
sponLaneamenLe delle planLe dl sambuco una delle quall grazle anche all'energla magneLlca che
fuorlusclva dal vlclno laboraLorlo ln poco Lempo sl era LrasformaLa ln un albero dl noLevoll
proporzlonl creando un cerLo lmpedlmenLo d'accesso al pollalo per cul fu declso dl abbaLLerlo
rlma dl Lagllarlo Clgl lo uLlllzz per reallzzare un memorablle esperlmenLo dl cul solo molLo
Lempo dopo compresl l'enorme lmporLanza
vedl quesLo albero? ml dlsse Col raml e con le foglle preleva l'energla solare e con le radlcl
assorbe l'energla LerresLre Le due energle sconLrandosl fra loro deLermlnano come LanLe lnvlslblll
sclnLllle che sono la vlLallL dell'albero e che pol le cellule uLlllzzano per rlprodursl e qulndl
Lrasformarle ln maLerla
La parola sclnLllle sLlmol la mla curloslL e ml splnse a chledergll

8eh sl sa che negll esserl vlvenLl eslsLe una eleLLrlclL blologlca come a suo Lempo dlmosLr
Calvanl Ma Lu pensl che sl poLrebbe rlcavare da un albero energla sufflclenLe per accendere una
plccola lampada?

CerLamenLe e Le lo dlmosLrer er sappl che le sclnLllle dl cul Ll ho parlaLo non sono eleLLrlche
ma magneLlche e l'uomo non sapr mal come uLlllzzarle ln modo praLlco flnche ll suo sguardo sar
aLLlraLo da cl che sl vede e sl Locca senza comprendere cl che c'e dleLro che e lnvlslblle e
segreLo

uelle sclnLllle magneLlche? non rlesco a caplre

1l splego Cll uomlnl hanno scoperLo l rapporLl che lnLercorrono fra magneLlsmo ed eleLLrlclL
perche quesL'ulLlma sl manlfesLa ln manlera senslblle ed esLerlore ma non hanno ancora scoperLo
l rapporLl fra ll magneLlsmo e ll rlLmo lnLerlore che e l'essenza della vlLa dl LuLLe le espresslonl
della vlLa Sl poLrebbe anche dlre che l'eleLLrlclL e l'aspeLLo maLerlale dell'energla rlLmlca menLre
la vlLallL ne e per cosl dlre l'aspeLLo splrlLuale uovunque eslsLe un campo magneLlco l vl sono
sla eleLLrlclL che vlLa

ALLorno ad una calamlLa vl e senz'alLro un campo magneLlco ma non rlesco assoluLamenLe a
caplre dove sl Lrovl l'eleLLrlclL ne LanLo meno la vlLa

Se al cenLro della calamlLa che e ll suo cuore non cl fosse la sclnLllla della vlLa slnLonlzzaLa con
quella del nucleo cenLrale della Lerra che a sua volLa e allmenLaLa dal grande cuore solare che
brllla nel clelo non eslsLerebbe quella dupllce clrcolazlone dl energle conLrapposLe che sl dlrama
dal cenLro della calamlLa verso l poll per pol rlflulre nuovamenLe verso ll cenLro e cosl
rlallmenLarne la vlLallL

lermaLl un aLLlmo perche non Ll seguo plu Sl e sempre conslderaLo sLaLlco ll campo magneLlco dl
una calamlLa ed e per quesLo moLlvo che lo sl fa muovere arLlflclalmenLe o sl aLLlva un movlmenLo
al suo lnLerno per rlcavarne energla eleLLrlca Se le cose sLessero come dlcl Lu sarebbe una
rlvoluzlone sclenLlflca dl lmmensa porLaLa perche ln Leorla basLerebbe Lrovare ll modo dl
lnLerceLLare ln qualche modo quesLo movlmenLo clrcolaLorlo per avere una sorgenLe lnesaurlblle
dl energla Ma ln praLlca quesLo non e posslblle perche sl pu Lrasformare una energla ln un'alLra
consumando una per far nascere l'alLra ma non sl pu far nascere qualcosa dal nulla

1u raglonl come un uomo del Luo Lempo per quesLo fal LanLa faLlca ad enLrare nel mlsLero della
vlLa Che ll Luo penslero sla sbagllaLo lo dlmosLra quesL'albero che ho declso dl Lagllare ensl che
sla crescluLo cosl ln freLLa perche ha consumaLo la Lerra l'arla la luce e l'acqua? Ma non Ll rendl
conLo che la vlLa produce e rlproduce se sLessa perche molLlpllca nel Lempo e nello spazlo
rlfleLLendosl sul campo magneLlco che clrconda la sua plccola sclnLllla lnlzlale l'energla della sua
vlLallL? 1u11A LA C8LAZlCnL L un 8CCLSSC ln A11C ul MCL1lLlCAZlCnL uLLL'LnL8ClA L LA
llnL ul un unlvL8SC ul 1u11l CLl unlvL8Sl nCn AvvlLnL L8 LSAu8lMLn1C MA L8
LSu8L8AnZA uLLLA LnL8ClA vl1ALL CPL Sl C8LA uLl CCnllnl MA1L8lALl L8 SA1u8A8Ll L
C8LA8L CCSl unC S1A1C ul 1LnSlCnL CPL Au un CL81C un1C LSLCuL8A' L8 uA8L CCSl
lnlZlC ALLA lC8MAZlCnL ul nuCvl unlvL8Sl Comunque per dlmosLrarLl con l faLLl la verlL dl
quanLo Ll dlco prlma dl Lagllare quesL'albero Ll far vedere che pu produrre eleLLrlclL allo sLesso
modo con cul produce l'accresclmenLo del suo svlluppo cellulare


lo andavo a Lrovare Clgl LuLLe le sere e rlmanevo con lul flno a Larda noLLe ul sollLo l'aluLavo ln
LuLLl l suol esperlmenLl ma per quanLo rlguard quello dell'albero volle fare LuLLo da solo ed lo
noLando ll suo rlserbo ln proposlLo non volll essere lndlscreLo Clrca una seLLlmana dopo ml
accolse con un grande sorrlso e ml dlsse

vlenl a vedere

usclmmo fuorl dal laboraLorlo e vldl sublLo clrca a meL del Lronco del sambuco la Lenue luce dl
una plccola lampadlna da cul sl dlparLlvano del grovlgll dl flll parLe del quall sallvano al raml e
menLre alLrl scendevano alle radlcl Alle mle domande dl splegazlonl non scese ln parLlcolarl ml
dlsse solLanLo

CuesLo che vedl sl poLrebbe chlamare LleLLrollsl MagneLlca dl un lluldo vlLale che Lrasforma
parLe del 8lLmo naLurale ln correnLe eleLLrlca ClC CPL vLul Cul L LA ulMCS18AZlCnL CPL LA
vl1A Sl 18ASlC8MA ln MA1L8lA L LuCL L CPL LA MA1L8lA L LA LuCL CSSCnC uA8L C8lClnL
ALLA vl1A 8lCC8uA1l ul CuLS1C SL vuCl CCM8LnuL8L lL MlS1L8C uLL SCLL L uLL CuC8L

lo rlmasl esLremamenLe meravlgllaLo da quesLe parole anche se devo confessare dl aver pensaLo
per un aLLlmo che quesLo sLraordlnarlo esperlmenLo sl sarebbe anche poLuLo splegare con
l'lnserlmenLo dl una plccola plla nascosLa Cuasl leggesse nel mlel penslerl Clgl ml dlsse

lal faLlca a credere perche non hal parLeclpaLo al lavoro e a LuLLe le dlfflcolL che ho dovuLo
superare per rlusclrcl Comunque sappl che ln un Lempo lonLano gll uomlnl conoscevano la Lecnlca
per oLLenere la luce dalle planLe e dal seml vegeLall e qulndl dalla vlLa e non solo la luce ma anche
l'energla per neuLrallzzare la forza dl gravlL La sclsslone dell'energla magneLlca che lo ho
reallzzaLo ln modo moderno nell'eleLLrocalamlLa roLanLe e pulsanLe un Lempo sl faceva sugll alberl
e sulle semenLl ma ll mondo non e ancora pronLo per conLrollare ed uLlllzzare le lnflnlLe rlsorse
energeLlche conLenuLe nella vlLa

er farla breve la lampadlna rlmase accesa per alcunl glornl ed lo per rlcordare quesLo
avvenlmenLo (come possono LesLlmonlare LuLLl coloro che hanno vlslLaLo ll laboraLorlo dl lghlna)
scrlssl su dl una pareLe uaLa Memorablle (purLroppo non rlcordo plu ll glorno e l'anno che ml
pare fosse ll 1968) Accesa lampada vegeLale er ll Clgl hlp hlp hurr!

L'albero fu LagllaLo ma sembr comunque voler lasclare una Lraccla lmperlLura dl quanLo era
successo nol dl LanLo ln LanLo usclvamo nella noLLe per foLografare con una pelllcola molLo
senslblle le scarlche magneLlche che sl manlfesLavano nell'arla aLLorno al laboraLorlo Lrano gl
passaLe alcune seLLlmane dal Lagllo dell'albero e svlluppando le foLo cl accorgemmo con nosLra
grande sorpresa che ln una dl esse apparlva con chlarezza ll fanLasma dell'albero che
maLerlalmenLe non eslsLeva plu ma che LuLLavla aveva lasclaLo la sua lmpronLa nell'eLere CuesLa
fu un ulLerlore dlmosLrazlone dl quanLe forme energeLlche dl vlLa lnvlslblle eslsLono aLLorno
all'uomo ma vengono lgnoraLe perche non se ne avverLe senslbllmenLe la presenza


uopo quesLa lunga ma non lnuLlle dlgresslone rlLornlamo al aradlso 1erresLre all'lnLerno del
nosLro planeLa e cerchlamo dl caplre cos'era l'Albero della Conoscenza del 8ene e del Male lnolLre
cos'era l'Albero della vlLa dl cul cl parla la 8lbbla A quesLo proposlLo leggendo la Cenesl salLa
all'occhlo una evldenLe conLraddlzlone lnfaLLl prlma vl e scrlLLo che e l'Albero della vlLa ad essere
slLuaLo ln mezzo al Clardlno ma pol poco plu avanLl Lva dlce al SerpenLe che e l'Albero della
Conoscenza a Lrovarsl ln Lale luogo nessuno ha mal splegaLo flno ad ora quesLo mlsLero che ora lo
descrlvo

ln 8LAL1A L'AL8L8C uLLLA vl1A L CuLLLC uLLLA CCnCSCLnZA uLL 8LnL L uLL MALL SCnC un
unlCC AL8L8C CSSL8vA1C uA uuL ulvL8SL 8CSL11lvL CuLS1C unlCC AL8L8C uAL uuLlCL
ASL11C LSlS1L ALL'ln1L8nC ul CCnl LSSL8L vlvLn1L SlA LSSC un A1CMC unA CLLLuLA unA
lAn1A un uCMC un lAnL1A un SlS1LMA SCLA8L C un ln1L8C unlvL8SC L'AL8L8C
ulvLn1A uLLLA CCnCSCLnZA uLL 8LnL L uLL MALL SL LC Sl 8LnuL ln CCnSluL8AZlCnL nLLLA
CCn18ACSlZlCnL uLLLL SuL uuL CLA8l1A ClCL 8AMl L 8AulCl CSl1lvC L nLCA1lvC 8LnL
L MALL MLn18L ulvLn1A L'AL8L8C uLLLA vl1A SL vlS1C nLLLA SuA ln1LC8ALl1A
8A8LSLn1A1A uAL SuC CLn18C C SCLL C CuC8L uCvL LL CLA8l1A Sl SCCn18AnC
8CuuCLnuC LuCL L vl1A

llnche era vlssuLo come albero che cammlna ln mezzo agll alLrl alberl l'uomo sl nuLrlva
lnconsclamenLe sopraLLuLLo della LucevlLa che scaLurlva dal sole e che rlfleLLendosl sulla Lerra
allmenLava ll suo plccolo cuoresole lnLerlore e quesLo senza porsl alcuna domanda ma come egll
sLese la mano verso una polarlL del rlLmo ( e quesLo avvenne sla esLerlormenLe che
lnLerlormenLe perche ln quello sLaLo prlmordlale Lempo e spazlo denLro e fuorl colncldevano) sl
aprlrono l suol occhl cloe prese cosclenza dl se e sl accorse dl esser nudo cloe dl non avere un
corpo dl carne un corpo maLerlale che lo separasse neLLamenLe dagll alLrl esserl vlvenLl e allora sl
nascose cloe cerc dl cosLrulrsl un rlparo che lo dlsLlnguesse anche maLerlalmenLe dall'amblenLe
esLerno

1uLLo cl che ora descrlvo ln modo sommarlo rappresenLa una breve anLlclpazlone dl un llbro che
sLo scrlvendo e che spero dl poLer pubbllcare fra non molLo Lempo Comunque come un fruLLo
che appare fra l raml dl un albero dl un normale Lerreno agrlcolo rappresenLa ll prevalere
dell'energla dl orlglne solare su quella dl orlglne LerresLre (ln deflnlLlva e ll fruLLo della forza dl
gravlL nel campo vlLale rlproduLLlvo) cosl nell'amblLo della vlLa umana ll fruLLo che sl manlfesLa
come forza prevalenLe e la MenLallL che sl manlfesLa nel polo superlore del suo campo
magneLlco o anlma rappresenLaLo flslcamenLe dal cervello che sl conLrappone al sesso nel polo
lnferlore della sLessa
Ma se la menLallL e ll fruLLo prodoLLo nel campo magneLlco umano dal prevalere della polarlL
solare esLerna e la sensuallL e ll fruLLo della polarlL LerresLre rlfleLLenLe qual e dunque
nell'anlma ll lruLLo dell'Albero della vlLa quello che se vlene manglaLo e qulndl asslmllaLo dona
l'lmmorLallL?
L ll SenLlmenLo dell'Amore che sgorga dal Cuore e che sfruLLa plenamenLe e cloe nel CenLro ll
8lLmo perenne Sole1erra per manlfesLarsl come Luce vlLale CreaLrlce che sl allmenLa non solo
della conLrapposlzlone rlLmlca dl orlglne esLerlore ma anche del 8lflessl dell'lrradlazlone della sua
aLLlvlL lnLerlore che l'amblenLe clrcosLanLe gll resLlLulsce

Ml sono dllungaLo anche Lroppo e Lermlno ll mlo lnLervenLo racconLandovl le raglonl che Clgl
opponeva alla Leorla della 8elncarnazlone che lul deflnlva l'ulLlma llluslone che separava gll
uomlnl dalla plena conoscenza della verlL Ml dlceva

L'uomo non conosce se sLesso non sa chl e veramenLe perche vlve fuorl dl se ll suo lo sl
ldenLlflca ln modo del LuLLo provvlsorlo con l penslerl gll lsLlnLl e l senLlmenLl che prevalgono
magglormenLe ln lul nel varl momenLl della sua vlLa che sono blologlcamenLe scandlLl dal baLLlLl
del suo cuore Se l'lo dell'uomo rlsledesse ln manlera permanenLe nella casa ln cul e naLo e cloe ll
suo Cuore ll CenLro del suo essere vlvrebbe nella Luce dell'Amore che ll suo Cuore emana dl
conLlnuo come un plccolo Sole e sperlmenLerebbe la sua sosLanzlale ldenLlL non solo con LuLLe le
creaLure vlvenLl nella naLura ma anche con ulo che dl LuLLo l'unlverso e ll CreaLore 1uLLo cl che
rlconduce l'uomo a rlconoscersl e a fondersl nel Croglolo dl un'unlca Lnergla rlmordlale che ha
creaLo LuLLe le forme eslsLenLl sclndendosl e rlfleLLendosl ln Se sLessa e la verlL Al conLrarlo LuLLo
cl che sl oppone a quesLa vlslone unlLarla e manLlene le slngole espresslonl della vlLa unlversale
ln uno sLaLo dl separazlone e qulndl dl lndlvlduallL e solo apparenza e llluslone

A dlre ll vero Clgl esprlmeva quesLl conceLLl ln manlera molLo plu sempllce ed efflcace er
esemplo quello che lo ho chlamaLo ll croglolo lul lo deflnlva ll calderone da cul LuLLo era usclLo e
ln cul LuLLo doveva rlenLrare

er molLo Lempo sono sLaLo ln compleLo dlsaccordo con lul su quesLo argomenLo perche avevo
avuLo dlverse esperlenze lnLerlorl ln cul ml ero rlconoscluLo ln personaggl plu o meno noLl del
passaLo vlssuLl ln un arco dl Lempo che andava dal prlmordl dell'umanlL flno al 1800 ma pol
successe qualcosa che prlma ml fece dublLare e pol ml convlnse a camblare ldea
lnfaLLl come l'arLlcolo sulla vernlclaLura eleLLrosLaLlca apparso LanLl annl fa sulla rlvlsLa Sclenza e
vlLa ml convlnse ad acceLLare come realL l'lmmoblllL della 1erra del Sole e del varl planeLl
(parlo dl quesLo nel llbro 9|er Lu|g| Igh|na 9rofeta Sconosc|uto) cosl uno sLrano fenomeno che
noLal casualmenLe ml splnse dopo un lungo Lravagllo lnLerlore a rlnunclare alla convlnzlone plu
sollda che avessl mal maLuraLo nel corso della mla vlLa
Sl LraLL dl quesLo nel laboraLorlo dl Clgl c'era una apparecchlaLura cosLlLulLa da due grandl splrall
dl fllo dl rame fra loro conLrapposLe che servlva per fare esperlmenLl sulla conservazlone della
fruLLa una sera passando vlclno alle splrall vldl con la coda dell'occhlo delle sLrlsce lumlnose
blanche che parLendo dal verLlce della splrale superlore sl dlramavano verso ll basso
aLLraversando perpendlcolarmenLe le varle splre come LanLl raggl
Lo dlssl a Clgl ma ne lul ne lo demmo molLo valore al faLLo probabllmenLe causaLo da un sempllce
effeLLo oLLlco Ma la sera dopo quando rlLornal da lul ml dlsse che ln clelo (cloe nella dlmenslone
splrlLuale a cul poLeva accedere) avevano aLLrlbulLo una enorme lmporLanza al breve fenomeno
che avevo osservaLo deflnendolo la 8lvelazlone del MlsLero della arLeclpazlone che unlflcava lo
Spazlo e ll 1empo
8lmasl molLo colplLo da quesLe mlsLerlose parole ma per quanLo ml sforzassl allora non rluscll
assoluLamenLe a comprenderne ll slgnlflcaLo anche perche Clgl dopo avermele comunlcaLe sl
chluse ln uno sLreLLo rlserbo
MolLo Lempo dopo quando ormal sLavo per sposarml e qulndl camblare compleLamenLe vlLa ebbl
con lul un'ulLlma dlscusslone sulla 8elncarnazlone
una sera ml dlsse con Lono profeLlco
resLo saral padre perche dalla vosLra unlone nasceranno Lre flgll

non LuLLl ln una volLa spero obbleLLal rldendo no nasceranno uno dopo l'alLro e clascuno dl
loro sar un volLo del vosLro amore che cosl sl molLlpllcher nel Lempo e nello spazlo L l'Amore
l'Lnergla londamenLale dell'unlverso che LuLLo crea sempre ln modo nuovo senza mal rlpeLersl

Cl e per quesLo che Lu non credl alla 8elncarnazlone lo per cl credo perche ml sono
rlconoscluLo ln alLre persone che erano vlssuLe ln passaLo

1l sel rlconoscluLo ln loro perche Ll assomlgllavano?

llslcamenLe no dl cerLo ensa che una dl loro era una monaca dl clausura che ha vlssuLo una
vlLa dl lncredlblll sofferenze muraLa ln una cella flno alla morLe CuesLa e sLaLa la mla penulLlma
relncarnazlone ln cul ho sconLaLo ln dura penlLenza le conseguenze dl quella precedenLe che
avevo vlssuLo nel pannl dl un avvenLurlero spregludlcaLo che ne aveva faLLo dl LuLLl l colorl

L adesso dove sono andaLl a flnlre la monaca e l'avvenLurlero?

Sono denLro dl me sono parLl dl me che conLlnuano ad eslsLere ma solo come predlsposlzlonl
lnconsce verso cerLl aLLegglamenLl conLrapposLl che cerco dl conLrollare e dl superare fondendoll
nella mla vlLa aLLuale

L lndubblo che Lu hal un rapporLo dl parLeclpazlone alla vlLa dl quesLl personaggl del passaLo che
hanno vlssuLo ln manlera cosl conLrapposLa ma Lu non sel cerLamenLe ll solo ad averlo perche lo
condlvldl con molLlsslml alLrl 8lcordaLl che parLeclpare non vuol dlre essere er se Lu Lrasforml
una sempllce parLeclpazlone condlvlsa ln una ldenLlflcazlone allora per Le dlvenLa vero cl che
non e affaLLo reale Cuarda per esemplo quanLe persone parLeclpano alla vlLa dl personaggl
famosl aLLorl canLanLl aLleLl uomlnl pollLlcl ecc Ll ammlrano ll lmlLano ll lnvldlano ll amano e
ln cerLl casl ll odlano perche rappresenLano ln manlera accenLuaLa cerLe loro Lendenze lnLerlorl
ma non sl ldenLlflcano cerLamenLe con loro vedl e come ll dlscorso sulla eredlLarleL nel nosLro
sangue sono presenLl delle predlsposlzlonl geneLlche che affondano la loro orlglne nel sangue dl
lnnumerevoll generazlonl dl persone che cl hanno preceduLo anche se ovvlamenLe sono l
caraLLerl geneLlcl del nosLrl genlLorl quelll che prevalgono Ma e forse quesLo un moLlvo sufflclenLe
per affermare che slamo la relncarnazlone blologlca del nosLrl genlLorl? Credlml Lu non sel la
relncarnazlone della monaca e dell'avvenLurlero ma l'lncarnazlone dello SplrlLo che ha scelLo ll
corpo naLo dall'amore del Luol genlLorl e che conLlene ln se anche le plu dlverse predlsposlzlonl
anlmlche presenLl sulla Splra del Lempo del Luo conceplmenLo per manlfesLarsl nel CreaLo nel
rlcorrenLe LenLaLlvo dl redlmerlo

lermaLl fermaLl! La Splra del Lempo l'lncarnazlone la 8edenzlone ma perche non me le hal
deLLe prlma quesLe cose?

erche non erl pronLo non era ancora ll momenLo Ma ora basLa cosl Lascla perdere LuLLl quesLl
raglonamenLl che Ll dlsLraggono dalla concreLezza della nuova vlLa che sLal per lnlzlare Cl che e
lmporLanLe e vlvere non pensare essere e non caplre La verlL sl manlfesLer ln Le come un
uono quando meno Le l'aspeLLl quando rlnunceral a volerla sLrappare al MlsLero con la vlolenza
del Luol raglonamenLl

L come vedreLe fra poco anche quella volLa fu buon profeLa Cuella fu l'ulLlma volLa che
dlscuLemmo dl quesLo argomenLo ma confesso che la mla fede nella 8elncarnazlone uscl pluLLosLo
scossa da quesLo colloqulo nel corso della mla fellce vlLa conlugale dl LanLo ln LanLo rlpensavo a
quelle parole dl Clgl che ml avevano faLLo lnLulre quanLo sla dlversa quanLo sla plu ampla nella
sua sempllclL la 8ealL rlvelaLa dalle umane lnLerpreLazlonl

Clrca LrenL'annl dopo quanLo ho qul sopra racconLaLo ml Lrovavo ln LglLLo con mla moglle per una
breve vacanza L'PoLel ln cul eravamo allogglaLl aveva come Logo come slmbolo la sLlllzzazlone dl
quella che credo sl chlaml la 8arca dl 8 che era sLaLa LraLLa da un peLLorale che era comunemenLe
porLaLo dal laraonl e dal sacerdoLl
L'lllusLrazlone a colorl dell'orlglnale era rlporLaLa su dl un depllanL che avevamo LrovaLo ln
camera
ln essa 8 o ll Sole vl era rappresenLaLo come un cerchleLLo lncavaLo su dl uno sfondo azzurro da
cul scaLurlscono seLLe raggl che Lermlnano con alLreLLanLe manl Csservandolo ebbl una
sLraordlnarla lllumlnazlone perche rlcordal l raggl lumlnosl che avevo noLaLo LanLl annl prlma sulle
splrall nel laboraLorlo dl Clgl e all'lmprovvlso capll le sue mlsLerlose parole
er farla breve compresl ln un aLLlmo LuLLl l plu grandl mlsLerl dell'unlverso e ll moLlvo per cul essl
sono nascosLl all'umana lnLelllgenza
Cul ml fermo perche ho gl deLLo LuLLo e cloe Lroppo Ma polche conosco bene la naLura umana e
so che non molLl non saranno soddlsfaLLl dl un slmlle flnale dar ll modo dl passare un po' dl
Lempo nel LenLaLlvo dl caplre cl che a me e sLaLo donaLo graLulLamenLe e cloe ln modo lnLulLlvo

uopo aver leLLo plu volLe quanLo sopra occorre dlsegnare una splrale frazlonaLa ln LanLl punLlnl
adlacenLl uno all'alLro che pu essere chlamaLa Splrale del 1empo o anche Campo MagneLlco del
8lLmo ol parLendo dal verLlce della splrale vanno LracclaLl del raggl LendenzlalmenLe
perpendlcolarl alle splre passanLl fra gll spazl vuoLl eslsLenLl fra l punLl che cosLlLulscono le splre
sLesse Sl possono chlamare Lall raggl lpoLenuse Spazlall erche lpoLenuse? erche sono Lall se
vlene cosLrulLa la splrale aLLorno ad un Lrlangolo equllaLero o megllo ancora aLLorno ad un cono
avenLe ll dlameLro della base uguale alla lunghezza del laLo Cl sl accorge cosl che l raggl dlsegnaLl
ln precedenza sulle splre ln realL sono l'lpoLenusa dl LuLLl l Lrlangoll reLLangoll meL dl Lrlangoll
equllaLerl che possono essere cosLrulLl unendo ln un punLo qualslasl Lall raggl ln manlera
perpendlcolare con l'asse cenLrale della splrale che e anche l'alLezza del Lrlangolo equllaLero o del
cono su cul e sLaLa dlsegnaLa l caLeLl mlnorl che unlscono l'lpoLenusa con l'alLezza vanno chlamaLl
CeneraLorl del 1empo menLre l'alLezza o caLeLo magglore va chlamaLo CeneraLore dello Spazlo o
anche 1ensore del 8lLmo

ln quesLo modo vl ho praLlcamenLe descrlLLo gll elemenLl prlnclpall che cosLlLulscono ll SegreLo
fondamenLale della Creazlone dell'unlverso che rlslede appunLo nel rapporLl che lnLercorrono fra
la splrale e ll Lrlangolo reLLangolo e che un Lempo sl lnsegnavano solo dopo lunghe e dlfflclllsslme
prove a coloro che venlvano lnlzlaLl nelle Scuole MlsLerlche e ln parLlcolare ln quelle lLagorlche

va adesso osservaLa la splrale col suol raggl che parLono dal verLlce dall'Alfa sono l 8aggl dl 8 ll
Sole ll Cuore ll CenLro da cul scaLurlsce la Luce la vlLa ma anche l'Cmega ln cul LuLLo vlene
rlassorblLo
l 8aggl dl 8 Lermlnano con una mano non Lesa ma concava per rlcevere per rlporLare alla lonLe
cl che la SorgenLe aveva donaLo Cuel 8aggl sono l velcoll della arLeclpazlone o anche le ArLerle
della Comunlone della Luce menLre le varle Splre sono le vene della ulsLrlbuzlone delle 1enebre o
anche della ulfferenzlazlone lnfaLLl dove le 1enebre sl lncroclano con la Luce nascono le
SclnLllle che sl Lrasformano ln parLlcelle maLerlall ln cul Luce e 1enebre sl equlllbrano dlvenLando
non solo ll llmlLe ma l maLLonl con cul sono cosLrulLe LuLLe le forme che conLengono la vlLa ln
modo precarlo ed apparenLe
Ma come sl fa a splegare con parole cl che sl pu solo senLlre esperlmenLare lnLerlormenLe?
8lcordo che a Lale proposlLo Clgl dlceva

Come sl pu far conoscere la llberL a chl e sempre vlssuLo ln prlglone? Come sl pu far
conoscere la luce a chl e sempre vlssuLo nel bulo? Se all'lmprovvlso aprl dall'esLerno la porLa dl
una prlglone oscura la luce del sole enLrando abbagller ll prlglonlero che Ll urler Chludl quella
porLa dlsgrazlaLo! rlma nelle mle Lenebre cl vedevo menLre adesso con la Lua luce ml hal
accecaLo!