Sei sulla pagina 1di 7

Devi chiede: O Shiva, qual la tua realt? Che cos questo universo colmo di meraviglia?

? Che cosa costituisce il seme? Chi centra la ruota universale? Che cos questa vita oltre la forma che compenetra le forme? Come possiamo penetrarla pienamente, al di sopra dello spazio e del tempo, dei nomi e delle descrizioni? Illumina i miei dubbi!. Shiva risponde: 1. O radiosa, questa esperienza pu affiorare tra due respiri. Dopo che il respiro entrato e poco prima che risalga, il beneficio. 2. Quando il respiro si volge dal basso verso l'alto, e di nuovo, quando curva dall'alto verso il basso, grazie a questi due punti di svolta, comprendi. 3. Oppure, ogni volta che l'inspirazione e l'espirazione si fondono, in quellistante tocca il centro privo di energia, traboccante di energia. 4. Oppure, quando il respiro tutto espirato, e si ferma da s; o quando tutto inspirato, e si arresta in quella pausa universale, il proprio piccolo io svanisce. Questo difficile solo per limpuro. 5. Lattenzione tra le sopracciglia, lascia che la mente preceda il pensiero. Lascia che la forma si riempia con lessenza del respiro fino alla sommit della testa e l piova come luce. 6. Durante lattivit quotidiana, mantieniti attenta tra i due respiri; osservando questa pratica, in pochi giorni, sii nata di nuovo. 7. Con lintangibile respiro nel centro della fronte, allorch questo raggiungere il cuore, nel momento del sonno, abbi il governo sui sogni e sulla morte stessa. 8. Con somma devozione, centrati sulle due giunture del respiro e conosci colui che conosce. 9. Sdraiati come morta. Infuriata dira, resta cos. Oppure guarda fisso senza muovere ciglio. O succhia qualcosa e diventa il succhiare. 10. Mentre vieni accarezzata, dolce principessa, entra in quella carezza come vita eterna. 11. Chiudi le porte dei sensi quando senti il solletico di una formica. Allora! 12. Quando sei sdraiata su un letto o seduta su una sedia, lasciati diventare senza peso, oltre la mente.

13. Oppure, immagina che i cerchi dai cinque colori della coda del pavone siano i tuoi cinque sensi, nello spazio illimitato. Ora lascia che la loro bellezza si dissolva allinterno. Allo stesso modo, in qualsiasi punto dello spazio, o su di un muro finch il punto non si dissolva. Allora il tuo desiderio per un altro si avvera. 14. Poni tutta la tua attenzione sul nervo, delicato come il filamento del loto, nel centro della tua spina dorsale. In esso sii trasformata. 15. Chiudendo le sette aperture della testa con le mani, uno spazio tra gli occhi diventa onnicomprensivo. 16. O beata, quando i sensi sono assorbiti nel cuore, raggiungi il centro del loto. 17. Incurante della mente, tieniti nel mezzo fino a che. 18. Guarda con amore un oggetto qualsiasi. Non passare a un altro oggetto. Qui, nel mezzo delloggetto, la beatitudine. 19. Senza un supporto per i piedi o per le mani, siediti unicamente sulle natiche. Allimprovviso, la centratura. 20. In un veicolo in movimento, oscillando ritmicamente, sperimenta. Oppure in un veicolo fermo, dondolandoti in invisibili circoli che rallentano. 21. Fora una parte qualsiasi della tua forma colma di nettare con uno spillo, e con gentilezza penetra la foratura e consegui la purezza interiore. 22. Fai che la tua attenzione sia in un punto dove puoi vedere qualche evento passato, e perfino la tua forma, avendo perso le sue attuali caratteristiche, trasformata. 23. Senti un oggetto di fronte a te. Percepisci lassenza di ogni altro oggetto, fatta eccezione per questo. Poi, lascialo da parte la sensazione delloggetto e la sensazione dellassenza, realizza. 24. Quando insorge uno stato danimo contro qualcuno o a favore di qualcuno, non attribuirlo alla persona in questione, resta centrata. 25. Nellattimo in cui senti limpulso a fare qualcosa, fermati. 26. Quando un qualsiasi desiderio insorge, consideralo. Poi, dacchito, abbandonalo. 27. Gira in tondo fino allesaurimento e poi, cadendo al suolo, in questo abbandonarti a terra sii un tutto. 28. Immagina di venire gradualmente deprivata della forza o della conoscenza. E in quell'istante di deprivazione, trascendi.

29. La devozione libera. 30. A occhi chiusi, osserva il tuo essere interiore nei dettagli. In questo modo vedi la tua vera natura. 31. Osserva una ciotola senza vederne i contorni o il materiale. In pochi attimi diventa consapevole. 32. Osserva, come se fosse la prima volta, una bellissima persona, oppure un oggetto comune. 33. Osservando semplicemente lazzurro del cielo oltre le nuvole, la serenit. 34. Ascolta, mentre viene impartito il supremo insegnamento mistico. Gli occhi immobili, senza alcuno sbattimento di ciglia, e dacchito diventa assolutamente libera. 35. Sullorlo di un pozzo profondo, guarda fissamente nelle sue profondit, finch -- la meraviglia. 36. Osserva un oggetto, poi ritira completamente la tua vista, poi allontana pian piano il tuo pensiero da quelloggetto. Allora. 37. O Devi, immagina le lettere sanscrite, in questo epicentro colmo di nettare; prima come lettere, poi pi sottilmente come suoni, quindi ancor pi sottilmente come sensazione. Poi, lasciandole in disparte, sii libera. 38. Immergiti nel centro del suono, come se fosse il suono continuo di una cascata. Oppure mettendo le dita nelle orecchie, senti il suono dei suoni. 39. Intona un suono, ad esempio AUM, lentamente. E allorch il suono entra nella sua pienezza, fallo anche tu. 40. All'inizio e durante il graduale sfumare del suono di qualsiasi lettera, risvegliati. 41. Ascoltando degli strumenti a corda, ascolta il suono centrale composito che essi formano; in questo lonnipresenza. 42. Intona un suono in modo che sia udibile, quindi che lo sia sempre meno, man mano che il sentire si approfondisce in questa armonia silente. 43. Con la bocca leggermente aperta, tieni la mente nel mezzo della lingua. Oppure, mentre il respiro entra silenziosamente, senti il suono HH. 44. Centrati nel suono AUM, senza A e senza M. 45. In silenzio intona una parola che finisca in ah. Poi nell hh, senza sforzo, la spontaneit.

46. Chiudendo le orecchie con una pressione, e contraendo il retto, entra nel suono. 47. Entra nel suono del tuo nome e, attraverso questo suono, tutti i suoni. 48. Cominciando latto sessuale, tieni lattenzione sul fuoco sin dallinizio e continua cos, evitando la brace alla fine. 49. Quando in tale abbraccio i tuoi sensi sono cossi come foglie, entra in questo scuotimento. 50. Anche ricordare lunione, senza amplesso, trasformazione. 51. Quando vedi con gioia un amico da lungo tempo assente, permeati di questa gioia. 52. Mangiando o bevendo, diventa il sapore del cibo o della bevanda e siine ricolma. 53. Fiore di loto, tocco di dolcezza, quando canti, vedi, assapori, sii consapevole di essere e scopri ci che immortale. 54. Ogni volta che provi appagamento, in qualsiasi atto, realizzalo. 55. Sulla soglia del sonno, allorch esso non ancora arrivato e la veglia esteriore svanita, in tale punto lEssere rivelato. 56. Le illusioni ingannano, i colori delimitano, persino ci che divisibile diventa indivisibile. 57. In stati di estremo desiderio, sii indisturbata. 58. Questo cosiddetto universo appare come un gioco di prestigio, unopera di pittura. Per essere felice, consideralo cos. 59. Amata, non porre lattenzione n sul piacere n sul dolore, ma in mezzo a questi. 60. Oggetti e desideri esistono tanto in me quanto negli altri. Quindi, accettandoli, lascia che vengano trasformati. 61. Come le onde sorgono con lacqua e le fiamme con il fuoco, cos le onde universali nascono con noi. 62. Ovunque la tua mente stia fluttuando, internamente o esternamente, in tale luogo, questo. 63. Quando sei vividamente consapevole attraverso un senso particolare, mantieni viva la consapevolezza.

64. Allinizio di un starnuto, durante la paura, nellansia, sullorlo di un precipizio, slanciandosi nella lotta, nellestrema curiosit, allinizio e alla fine della fame, sii ininterrottamente consapevole. 65. La purezza degli altri insegnamenti per noi unimpurit. Nella realt non conoscere alcunch come puro o impuro. 66. Sii uguale e disuguale con lamico e il nemico, nellonore e nel disonore. 67. Ecco la sfera del mutamento, del mutamento, del mutamento. Attraverso il mutamento, consuma il mutamento 68. Come una gallina protegge maternamente i suoi pulcini, cos, nella realt, proteggi maternamente conoscenze e azioni particolari. 69. Poich, nella verit, schiavit e libert sono relative, queste parole servono solo per coloro che hanno terrore delluniverso. Tale universo un riflesso delle menti. Come nellacqua scorgi molti Soli da un unico Sole, allo stesso modo percepisci la schiavit e la liberazione. 70. Considera la tua essenza come raggi di luce di centro in centro, lungo la colonna vertebrale, e cos eleva lenergia vitale in te. 71. Oppure, negli spazi di mezzo, percepisci questo come un lampo. 72. Senti il cosmo come una presenza traslucida ed eterna. 73. In estate, quando vedi tutto il cielo infinitamente chiaro, penetra in tale chiarezza. 74. Oh, Shakti, vedi tutto lo spazio come se gi assorbito allinterno della tua testa nella luminosit. 75. Durante la veglia, il sonno, il sogno, conosciti come luce. 76. Quando piove, durante una notte oscura, penetra in quella oscurit come nella forma delle forme. 77. Se la notte non piovosa e senza luna, chiudi gli occhi e trova loscurit davanti a te. Aprendo gli occhi, vedi loscurit. Cos gli errori scompaiono per sempre. 78. Ovunque si posi la tua attenzione, in questo stesso punto, sperimenta. 79. Focalizzati sul fuoco che sale attraverso la tua forma dalle dita dei piedi verso lalto fino a che il tuo corpo ridotto in cenere ma non tu. 80. Medita sul mondo illusorio come se stesse riducendosi in cenere e innalzati al di sopra degli esseri umani.

81. Come, soggettivamente, le lettere fluiscono nelle parole e le parole nelle frasi, e come, oggettivamente, i cerchi fluiscono nei mondi ed i mondi nei principi, scopri che infine questi convergono nel nostro essere. 82. Senti: il mio pensiero, lessenza dellio, gli organi interiori - me. 83. Prima del desiderio e prima della conoscenza, come posso dire di essere? Considera. Dissolviti nello splendore. 84. Metti da parte l'attaccamento al corpo, realizzando io sono ovunque. Chi ovunque, gioioso. 85. Pensare a nessuna cosa render illimitato il s limitato. 86. Supponi di contemplare qualcosa al di l della percezione, al di l della comprensione, al di l del non-essere - te. 87. Io esisto. Questo mio. Questo questo. Oh, amata, persino in questo conosci illimitatamente. 88. Ogni cosa viene percepita attraverso la conoscenza. Il s splende nello spazio attraverso la conoscenza. Percepisci un essere come colui che conosce il conosciuto. 89. Amata, in questo momento lascia che mente, la conoscenza, il respiro, la forma, siano inclusi. 90. Toccando i bulbi oculari come una piuma, la leggerezza tra essi si apre sul cuore e l permea il cosmo. 91. Oh, Devi gentile, entra nella presenza eterica che pervade dallalto e dal basso la tua forma. 92. Poni la sostanza della mente in una inesprimibile bellezza al di sopra, al di sotto e nel tuo cuore. 93. Considera unarea qualsiasi della tua forma attuale come infinitamente spaziosa. 94. Percepisci la tua sostanza, le ossa, la carne, il sangue, saturati di essenza cosmica. 95. Percepisci le raffinate qualit della creativit permeare i tuoi seni e assumere delicate configurazioni. 96. Dimora in un luogo infinitamente spazioso, senza alberi, colline, case. Da qui, la fine delle pressioni mentali. 97. Considera lo spazio sconfinato come il tuo corpo di beatitudine.

98. In una posizione qualsiasi, gradualmente pervadi di pace profonda unarea tra le ascelle. 99. Senti te stessa come se ti espandessi in tutte le direzioni, lontano, vicino. 100. La valutazione degli oggetti e dei soggetti uguale in una persona illuminata e in una non illuminata. La prima ha solo una cosa che la rende grande: resta nella dimensione soggettiva, senza perdersi nelle cose. 101. Credi di essere onnisciente, onnipotente, onnipervasivo. 102. Immagina lo spirito simultaneamente dentro e intorno a te, fino a quando luniverso intero si spiritualizza. 103. Con la tua consapevolezza, allinizio stesso del desiderio, del sapere, conosci. 104. O Shakti, ogni specifica percezione limitata, e si dissolve nellonnipotenza. 105. In verit, le forme sono inseparate. Inseparati sono l'essere onnipresente e la tua forma. Realizza ognuno di essi come composto di tale consapevolezza. 106. Percepisci la consapevolezza di ogni persona come tua propria consapevolezza. In tal modo, lasciando da parte la considerazione dellio, diventa ogni essere. 107. Questa consapevolezza esiste in quanto singoli esseri, e nullaltro esiste. 108. Questa consapevolezza lo spirito guida di ognuno. Sii questo spirito. 109. Supponi che la tua forma passiva sia una stanza vuota con pareti di pelle -- vuota. 110. O diletta, gioca. L'universo una conchiglia vuota in cui la tua mente si diverte allinfinito. 111. Dolce cuore mio, medita sul conosciuto e sul non-conosciuto, si ci che esiste e su ci che non esiste. Quindi metti entrambi da parte, affinch tu possa essere. 112. Entra lo spazio, senza sostegni, eterno, silenzioso.