Sei sulla pagina 1di 15

Plasmacellule Antigeni estranei

associati agli
antigeni HLA
(Human Lymphocyte
Antigens)
Tessuti Tessuti Sistema
linfatici
linfatici
secondari
immunitario
primari

Globuli bianchi
Organi linfatici
Immunità umorale specifica

Durante lo sviluppo,
ogni linfocita viene
predestinato a
reagire con un
particolare antigene
anche se la cellula
non è mai stata
esposta a quel dato
antigene.
IMMUNITÀ UMORALE SPECIFICA

Ogni cellula B produce un


DETERMINANTE differente anticorpo e lo
ANTIGENICO
inserisce sulla propria
superficie cellulare

La cellula viene
stimolata a dividersi e
si forma un clone

PLASMACELLULE

Poche cellule
perpetuano il clone.
Queste sono definite
cellule della memoria

I linfociti si sviluppano in plasmacellule che secernono


anticorpi specifici per il determinante antigenico
IMMUNITA’ CELLULARE

Un macrofago ingloba
l’antigene per fagocitosi
e lo frammenta

Una proteina MHC lega


l’antigene modificato e lo
trasporta sulla superficie
cellulare

Il recettore della cellula T


riconosce l’antigene
modificato, legato alla
proteina MHC
Nell’uomo le immunoglobuline sono raggruppate in 5 classi:
IgA IgD IgE IgG IgM
Costituite dall’associazione di catene polipeptidiche
di lunghezza diversa

Catene più brevi leggere ( L )


Catene più lunghe pesanti ( H )
Le catene pesanti ( H ) sono di vario tipo:
α δ ε γ µ

Si diversificano per la sequenza degli amminoacidi


e determinano la classe dell’immunoglobulina

Le catene leggere ( L ) sono di due tipi soltanto:


κ λ

Sia le catene H che le L sono costituite da una


porzione costante C e da una porzione variabile V
Le sequenze variabili
formano il sito di
reazione con l’antigene
e conferiscono alle
immunoglobuline una
grande flessibilità:

106 - 108 anticorpi


diversi
C Le catene delle immunoglobuline sono codificate da tre
A
T gruppi di geni (famiglie geniche)
E
N
E

H
Catena leggera

Segmenti della regione variabile Segmenti di giunzione Regione costante


Riarrangiamento del DNA durante lo sviluppo della cellula B

Un segmento V si associa ad un J e ad un C
(VJ)
DNA della cellula B
Geni per la catena pesante

Riarrangiamenti V(D)J

diversity

In base al segmento C usato, l’immunoglobulina risultante sarà IgM, IgD, IgG, IgE o IgA
Il promotore del gene V
è inattivo fino a quando
non viene a trovarsi
vicino ad un enhancer
del gene C
ESCLUSIONE ALLELICA

λ cr.2 Ciascuna cellula contiene


K cr.22 6 alleli per le
H cr.14 immunoglobuline
(2 k, 2 λ, 2H), ma ne
vengono espressi solo 2
(un k o un λ e un H) che
a caso possono essere
materni o paterni