Sei sulla pagina 1di 5

A cura di Andrea Terenzi

www.iltuobenessere.it

Tutto gi dentro di noi, vive in nuce, sottopelle, e credo fermamente che il compito di una vita, quello che in tanti hanno definito lo scopo dellesistenza, sia di onorare questo nostro potenziale interiore e farlo affiorare alla luce della nostra consapevolezza. Sono altres convinto che non sia possibile essere una persona felice, appagata, autodeterminata

(ovverosia libera) senza essere capaci di attingere a quellimmenso serbatoio interiore di cui sopra ed in particolare ad uno dei pi strabilianti poteri di cui siamo dotati: il perdono. Soffermiamoci per un attimo su questo punto. Tecnicamente, perdonare qualcuno che ci ha arrecato danno, fatto un torto, non sarebbe neppure difficile se fossimo capaci di superare il momento iniziale di

impasse, quella naturale resistenza al perdono che ci portiamo dentro dalla notte dei tempi. A mancare non sarebbero neppure le tecniche messe a punto, negli ultimi due secoli, da numerose scuole di pensiero e le parole di illustri personaggi succedutisi lungo il cammino evolutivo umano. Parliamo naturalmente del Buddha, Ges Cristo, San Giovanni, per arrivare ai nostri giorni alla Psicologia

della Gestalt, alla PNL (Programmazione Neuro Linguistica) , alla EFT (Emotional Freedom Techniques) ed a quasi tutte le discipline moderne di sviluppo personale. Se questo breve estratto dal mio articolo Perdonare? Il pi bel gesto di sano egoismo che potresti fare! stato di tuo gradimento, puoi leggere la versione completa dal sito www.iltuobenessere.it