Sei sulla pagina 1di 4

IL TEMPO

Il TEMPO MUSICALE si misura attraverso un insieme di battiti a distanza costante (battiti regolari). L’untà di misura del tempo (la lunghezza di questi battiti regolari) è il MOVIMENTO. Per definite un movimento occorrono almeno 2 battiti.

LEVARE (parte debole del movimento) MOVIMENTO
LEVARE
(parte debole del
movimento)
MOVIMENTO

BATTERE (parte forte del movimento)

Il movimento è formato da una parte forte detta BATTERE e da una o due parti deboli dette LEVARE che suddividono il movimento rispettivamente in 2 o 3 parti. La lunghezza del movimento si misura in numero di battiti al minuto. Tale informazione può essere indicata all’inizio o durante un brano direttamente con un numero oppure da indicazioni agogiche che definiscono approssimativamente la velocità del movimento.

= 105

= 60

oppure

Largo

40

– 60 battiti/min.

Larghetto

60

– 66 battiti/min.

Adagio

66

– 76 battiti/min.

Andante

76

– 108 battiti/min.

Moderato

108

– 120 battiti/min.

Allegro

120

– 168 battiti/min.

Presto

168

– 200 battiti/min.

Prestissimo

200

– 208 battiti/min.

SPECIE DEI TEMPI MUSICALI

I movimenti vengono organizzati prendendo in considerazione due caratteristiche:

1- il raggruppamento dei movimenti nelle più piccole unità possibili (detti tempi regolari):

raggruppamenti di 2 movimenti (binario)

raggruppamenti di 3 movimenti (ternario).

Tempo binario

Tempo ternario

1

2

1

2

1

2

1

2

1

2

3

1

2

3

1

2

3

1

2

3

Esistono anche tempi raggruppati in un numero superiore a 3 (detti tempi irregolari). Le cellule formanti questi tempi sono sempre i raggruppamenti in 2 e in 3.

Tempo quaternario

1 2

1

2

1

2

1

2

 

1

 

2

1

2

1

2

1

2

 

1 2

1

2

3

1 2

1

2

 

3

   

1

2

1

2

3

 

1

2

1

2

3

Tempi quinari

 

1 2

3

1

2

2

1 3

1

2

   

1

2

3

1

2

 

1

2

3

1

2

1 2

1

2 –

1

2

3

1 2

 

1

2 –

1

2

3

   

1

2

1

2 –

1

2

3

Tempi settenari

1

1 3 –

2

2

1

2

1

1 3 –

2

2

1

2

   

1

2

1

2

3 –

1

2

1 3 –

2

1

2

1

2

1 3 –

2

1

 

2

1

2

   

1

2

3 –

1

2

1

2

2- il numero di suddivisioni, cioè in quante parti viene suddiviso ogni movimento:

2 (suddivisione binaria detta anche tempo semplice)

3 (suddivisione ternaria detta anche tempo composto)

Movimento

ternaria detta anche tempo composto ) Movimento Suddivisione binaria (Tempo semplice) Movimento Suddivisione

Suddivisione binaria (Tempo semplice)

Movimento

anche tempo composto ) Movimento Suddivisione binaria (Tempo semplice) Movimento Suddivisione ternaria (Tempo composto)

Suddivisione ternaria (Tempo composto)

Valore al denominatore

Da qui nascono tutti i tempi presenti nella nosta cultura musicale:

2 MOVIMENTI

i tempi presenti nella nosta cultura musicale: 2 MOVIMENTI 2 SUDDIVISIONI (BINARIA) 3 SUDDIVISIONI (TERNARIA) 3

2 SUDDIVISIONI

(BINARIA)

3 SUDDIVISIONI

(TERNARIA)

3 MOVIMENTI

(BINARIA) 3 SUDDIVISIONI (TERNARIA) 3 MOVIMENTI 2 SUDDIVISIONI (BINARIA) 3 SUDDIVISIONI (TERNARIA) La

2 SUDDIVISIONI

(BINARIA)

3 SUDDIVISIONI

(TERNARIA)

La ulteriore suddivisione di una suddivisione è sempre BINARIA!

L’INDICAZIONE DI TEMPO

L’indicazione del tempo di un brano si trova all’inizio del brano stesso, dopo la chiave e l’eventauale armatura. E’ possibile che durante un brano il tempo cambi: ecco che in all’interno del rigo, nel momento del cambio di tempo, viene indicato il nuovo tempo. Il tempo è indicato attraverso una frazione che indica sì il numero di valori musicali che trovano in una battuta, ma ad una analisi più approfondita descrive la struttura del tempo stesso, ovvero la distribuzione degli accenti, il numero di movimenti e delle sue suddivisioni.

Valore al numeratore

2, 3, 4, 5, 7, 8

6, 9, 12, 15, 21, 24 (divisibili per 3)

Il numero al denominatore corrisponde alla figura che rappresenta il valore del movimento. Si tratta di tempi semplici (suddivisione binaria).

Il numero al denominatore corrisponde alla figura che rappresenta il valore della suddivisione. Si tratta di tempi composti (suddivisione ternaria)

2 movimenti - Suddivisione BINARIA

2

2

2

Numero di movimenti

4

2

8

Figura che rappresenta il movimento

3 movimenti - Suddivisione BINARIA

3 3

3

Numero di movimenti

4 2

8

Figura che rappresenta il movimento

4

movimenti - Suddivisione BINARIA

 

4

4

4

Numero di movimenti

4

2

8

Figura che rappresenta il movimento

5

movimenti - Suddivisione BINARIA

 

5

5

5

Numero di movimenti

4

2

8

Figura che rappresenta il movimento

2

movimenti – Suddivisione TERNARIA

 
 

6

6

6

Numero di suddivisioni

4

2

8

Figura che rappresenta la suddivisione

3

movimenti – Suddivisione TERNARIA

 

9

9

9

Numero di suddivisioni

4

2

8

Figura che rappresenta la suddivisione

4

movimenti – Suddivisione TERNARIA

 

12

12

12

Numero di suddivisioni

4

2

8

Figura che rappresenta la suddivisione

5

movimenti – Suddivisione TERNARIA

 

15

15

15

Numero di suddivisioni

4

2

8

Figura che rappresenta la suddivisione