Sei sulla pagina 1di 24

ITALIANO / ENGLISH

Calabria

Terra Incognita

La spiaggia di Tropea. Tropea, the beach.

SIME Editore

Fotografie Alessandro Saffo - Antonino Bartuccio - Giovanni Simeone Testo Leif Blanc

Terra Incognita

Calabria

Tropea. Tropea.

terra incognita terra incognita la costa viola the violet coast il pollino pollino national park lu pisci spata! the sword fish la riviera dei cedri the riviera dei cedri le sante passioni holy passions reggio calabria reggio calabria mare tropicale a tropical sea tropea la nobile aristocratic tropea aspromonte aspromonte cosenza cosenza sila sila national park prodotti tipici local specialities capo rizzuto capo rizzuto volti faces catanzaro catanzaro villaggi villages la cattolica di stilo the byzantine church of stilo i normanni e i turchi normans and turks

10 16 30 44 56 72 86 96 106 122 138 150 164 176 186 196 204 216 228

Reggio Calabria, i Bronzi di Riace, la Statua A. Reggio Calabria, the Bronzi di Riace, Warrior A..

Tropea, vista verso lIsola di Stromboli. Tropea, view towards Stromboli Island..

Terra Incognita
La Calabria una terra incognita svelatasi pian piano ai miei occhi. LItalia rivive nei ricordi dei tanti viaggiatori che mi hanno preceduto, fin dal Rinascimento. Non la Calabria, per. Non questa striscia di terra attraversata da una catena di montagne, accuratamente evitata da quei primi turisti. Gli scrittori, gli artisti, i giovani dellaristocrazia europea che, in passato, intraprendevano il Grand Tour simbarcavano a Napoli per approdare direttamente in Sicilia. Troppo lontana, inaccessibile, grande, impenetrabile: cos me la descrisse una sera accanto al focolare luomo che ci ospitava, proprietario di uno splendido uliveto e perdutamente innamorato della sua terra. Mi piacerebbe, tuttavia, segnalare uninteressante eccezione a questa regola, unillustre eccezione direi: Alexandre Dumas, che qui visse mille avventure, raccontate in modo assai gustoso e spumeggiante nellopera intitolata Il Capitano Arena. Lo scopo principale del suo viaggio era tuttaltro che banale: Dumas desiderava visitare il castello di Pizzo, in cui venne fucilato uno dei suoi eroi, Gioacchino Murat, amico di suo padre, cognato di Napoleone e re di Napoli. In Calabria ho scoperto villaggi dimenticati e accoglienti, calore, allegria, innumerevoli storie, paesaggi di straordinaria bellezza Sono sicuro che questa terra regaler anche a voi momenti di grande emozione e di intenso piacere.

Terra Incognita
Calabria is a Terra Incognita I took time to discover. The rest of Italy is described by the countless travellers who came before me, from as far back as the Renaissance. Not so the tip of the boot, with its mountain barrier that was avoided by early tourists: writers, artists and wealthy Europeans undertaking the famous Grand Tourwould embark at Naples and alight in Sicily. It was too far, too inaccessible, too vast, too impenetrable, as our host, the owner of a magnificent olive grove and a great lover of the region, said one evening as we sat around the fire. But there is one significant exception to the rule: Alexandre Dumas, whose spectacular adventures in Calabria are pithily recounted in Le Capitaine Arna. The main aim of his voyage was itself far from ordinary: Dumas wanted to visit the fortress of Pizzo where one of his favourite heroes had been executed by firing squad: none other than the dethroned king of Naples Joachim Murat, a friend of Dumas father and Napoleons brother-in-law. In Calabria I have found forgotten, hospitable villages, much good humour, countless stories and superb landscapes. I am sure you will share my enjoyment of this wonderful region!

Leif Blanc

Scilla, giostre a gettone sulla spiaggia. Scilla, kids rides on the beach.

Palmi, la processione della Varia. Palmi, the Varia procession.

Capo Spulico. Capo Spulico.

Scilla, le barche da pesca. Scilla, fishing boats.

Per Ulisse questi paraggi furono terribili e quasi fatali

la costa viola the violet coast

The rocks where Ulysses almost met his death are superb...

Scilla. Scilla.

20

Per Ulisse questi paraggi furono terribili e quasi fatali per me, invece, sono semplicemente straordinari. Altro che mostro a sei teste! Sulla piazza di Scilla gli anziani passeggiano al ritmo delle navi che scivolano dolcemente sulle onde sotto di noi, sullo stretto di Messina, come ombre scure sullazzurro sfondo della Sicilia. Gi, a Chianalea, i pescatori di gamberetti tirano a secco le loro barche vicino allantico palazzo della bellicosa famiglia Ruffo, trasformato di recente in un albergo a 4 stelle. Scilla attraversata da ripide viuzze di color ocra, sempre piene di vita. La luce davvero stupefacente e lora blu, dopo il tramonto, tinge tutto di viola! Per questo la chiamano la costa viola
(continua a pag. 23)

The rocks where Ulysses almost met his death are superb: I search in vain for the terrifying six-headed sea monster described in the Odyssey! In the town square in Scilla, old men shuffle along at the same pace as the cargo ships gliding slowly through the Straits of Messina, dark shapes against the bluish shadow of Sicily. In Chianalea, the lower town, shrimp fishermen haul their pretty blue boats onto a slipway next to the former palace of the warlike Ruffo family, recently converted into a four-star hotel. Scilla is a town of steep, ochre-coloured alleyways, always bustling and lively. I am surprised to find that the light here has a peculiar mauvish hue: this explains why the tip of Calabria has been given the attractive name of La Costa Viola.
(continued on page 23)

21

Scilla, nassa per gamberi. Scilla, lobster pot.

22

Scilla. Scilla.

23

Crediti fotografici Giovanni Simeone Retrocopertina, p.2, p.8, p.9, p.12, p.14, p.22, p.32, p.38, p.42, p.86, p.90, p.91, p.96, p.98, p.103, p.106, p.108, p.110, p.112, p.114, p.115, p.116, p.117, p.118, p.119, p.132, p.164, p.172, p.176, p.180, p.184, p.192(2), p.200, p.206, p.208, p.209, p.210, p.216, p.220, p. 224, p.228, p.230, p.234, p. 235 Alessandro Saffo p.6, p.16, p.18, p.21, p.24, p.27, p.36, p.64, p.70, p.74, p.78, p.81, p.83(3), p.88, p.92, p.94, p.122, p.124, p.126, p.128, p.130, p.131, p.133, p.134, p.136, p.148, p.150, p.152, p.154, p.155, p.156, p.158, p.160, p.161, p.162, p.172, p.174, p.182, p.194, p.196, p.198, p. 201, p.202, p.204, p.218, p.222, p.225(2), p.226, p.232, p.236 Stefano Amantini p.58, p.61, p.63, p.102, p.168 Antonino Bartuccio Copertina, interno copertina, p.13, p.28, p.44, p.46, p.47, p.48, p.50, p.51, p.52, p.53, p.54, p.72, p.76, p.77, p.80, p.84, p.104, p.186, p.188 Massimo Borchi p.169, p.173, p.181, p. 192, p.193 Ferruccio Carassale p.172 Angelo Giampiccolo p.26, p.27, p.100, p.101 Johanna Huber p.62 Ugo Mellone p.30, p.34 Aldo Pavan p.183(3), p.203, p.214 Arcangelo Piai p.35, p.40, p.41, p.56, p.60, p.66, p.67, p.68, p.69, p.82, p.120, p.138, p.140, p.142, p.143, p.144, p.146, p.147, p.149, p.190, p.212 Stefano Scat p.69, p.166, p.170

Testo Leif Blanc Versione italiana a cura di Giovanni Picci Versione inglese a cura di Martyn Back Grafica ed impaginazione What! Design - Jenny Biffis Controllo qualit Fabio Mascanzoni

TUTTI I DIRITTI RISERVATI Non consentita la traduzione, la riproduzione, la memorizzazione, ladattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto di questo libro, senza previa autorizzazione scritta della casa editrice SIME-Editore. Leventuale autorizzazione scritta soggetta al pagamento di un diritto di utilizzo. ALL RIGHTS RESERVED All images presented in this book are protected by copyright and belong to SIME-Editore and its contributing photographers. No part of this publication may be reproduced or transmitted in any form, or stored in any retrieval system without written permission of the copyright owner. ISBN 978-88-95218-12-0 Distribuzione a cura di SIME-Editore www.simephoto.com - Tel: +39 0438 402581

Le foto sono disponibili sul sito Images are available in the website www.simephoto.com

24