Sei sulla pagina 1di 9

LA NOMENCLATURA

LA VALENZA

La valenza la tendenza di un elemento a legarsi con uno o pi elementi Si prendono come riferimento: l'idrogeno l'elemento pi leggero l'ossigeno riesce a combinarsi con la maggior parte degli elementi LA VALENZA RISPETTO ALL'IDROGENO L'idrogeno si trova nel 1 gruppo e nel 1 periodo si pu combinare con un solo elemento ha bisogno di un solo elettrone ha valenza 1, oppure si dice che monovalente La valenza degli altri elementi rispetto all'idrogeno varia da 1 a 4 dal 1 al 4 gruppo cresce dal 5 al 7 decresce XH se x appartiene al 1 gruppo NaH XH2 se x appartiene al 2 gruppo CaH2 XH3 se x appartiene al 3 gruppo AlH3 XH4 se x appartiene al 4 gruppo CH4 XH3 se x appartiene al 5 gruppo NH3 H2X se x appartiene al 6 gruppo H2O HX se x appartiene al 7 gruppo HCl ci sono tanti atomi di idrogeno quanto la valenza dell'elemento combinato con l'idrogeno prima si scrive l'elemento meno elettronegativo, poi quello pi elettronegativo LA VALENZA RISPETTO ALL'OSSIGENO L'ossigeno appartiene al 6 gruppo e al 2 periodo pu avere al massimo 8 elettroni nel livello di valenza, ma ne ha gi 6 ha valenza 2, oppure si dice che bivalente La valenza degli altri elementi rispetto all'ossigeno: varia da 1 a 7 sempre crescente si calcola sempre la valenza massima X2O se x appartiene al 1 gruppo Na2O X2O2 XO se x appartiene al 2 gruppo CaH X2O3 se x appartiene al 3 gruppo Al2O3

X2O4 XO2 se x appartiene al 4 gruppo CO2 X2O5 se x appartiene al 5 gruppo N2O5 H2O6 HO3 se x appartiene al 6 gruppo HO3 H2O7 s e x appartiene al 7 gruppo Cl2O7 ci sono tanti atomi di ossigeno quanto la valenza dell'elemento ECCEZIONE Il Fluoro non ha valenza 7 ma 1, perch l'elemento pi elettronegativo OF2

I VARI TIPI DI NOMENCLATURA


nomenclatura tradizionale trae origine dalla distinzione degli elementi in metalli e in non metalli nomenclatura IUPAC quella pi razionale e mette in evidenza il numero di atomi nomenclatura STOCK mette in evidenza le valenze degli elementi senza evidenziarne il numero di atomi

COMPOSTI BINARI CONTENENTI OSSIGENO


NOMENCLATURA IUPAC Sono denominati col termine "ossido di" seguita dal nome dell'elemento Per indicare il numero di atomi si usano i prefissi mono-, di-, tetra-, penta-, esa- e epta- che precedono i nomi Negli ossidi l'ossigeno ha valenza 2 Nelle formule il simbolo dell'ossigeno preceduto dal simbolo dell'elemento con cui si combina

ESEMPI: Na2O 1 atomo di ossigeno e 2 di sodio Monossido di disodio Ca2O2 CaO 1 atomo di ossigeno e 1 di calcio Monossido di calcio NOMENCLATURA STOCK Sono denominati col termine "ossido di" seguita dal nome dell'elemento, senza bisogno di prefissi Quando l'elemento ha pi di 1 valenza si mette "ossido di" + nome dell'elemento + la valenza dell'elemento tra parentesi

ESEMPI: FeO ossido di ferro (II) Fe2O3 ossido di ferro (III)

NOMENCLATURA TRADIZIONALE Fa la distinzione tra metalli e non metalli: metallo + ossigeno OSSIDI BASICI i metalli monovalenti vengono denominati col termine "ossido di" + nome del metallo i metalli bivalenti vengono denominati col termine "ossido" + radice del nome del metallo +: suffisso -OSO per la valenza pi bassa suffisso -ICO per la valenza pi alta ESEMPI: Ca ossido di calcio FeO ossido ferroso Fe2O3 ossido ferrico

non metallo + ossigeno OSSIDI ACIDI i non metalli monovalenti vengono denominati col termine "anidride" + nome del non metallo i non metalli bivalenti vengono denominati col termine "anidride" + radice del nome del non metallo +: suffisso -OSO per la valenza pi bassa suffisso -ICO per la valenza pi alta ESEMPI: N2O3 anidride nitrosa N2O5 anidride nitrica P2O3 anidride fosforosa P2O5 anidride fosforica SO2 anidride solforosa SO3 anidride solforica ECCEZIONE: Il cloro ha 4 valenze: 1,3,5,7 Cl2O anidride ipoclorosa Cl2O3 anidride clorosa Cl2O5 anidride clorica Cl2O7 anidride perclorica

ossido + ossigeno PEROSSIDI Sono ossidi che presentano due atomi di ossigeno legati tra loro e aventi ciascuno valenza 1. I perossidi presentano un atomo di ossigeno in pi. ESEMPIO: H2O H2O2

ossido di idrogeno perossido di idrogeno

Per denominare i perossidi si ricorre allespressione perossido di... seguito dal nome dellelemento legato allossigeno ESEMPIO: Na2O Na2O2 perossido di sodio

Ricordati di non semplificare mai ESEMPIO: CaO CaO2 perossido di calcio

COMPOSTI NON CONTENENTI NON OSSIGENO


NOMENCLATURA IUPAC Radice del nome dell'elemento a destra + suffisso -URO + DI + nome dell'elemento a sinistra ESEMPI:

HCl cloruro di idrogeno LiF fluoruro di litio NaCl cloruro di sodio

Se ci sono pi atomi dei due elementi il loro numero viene espresso mediante i prefissi di-, tri-, tetra-, penta-, esa-, eptaESEMPI:

NH3 tridruro di azoto PH3 tridruro di fosforo Fe6S2 Fe3S solfuro di triferro Fe6S3 Fe2S solfuro di diferro FeCl cloruro di ferro FeCl3 tricloruro di ferro

Nelle formule si pone per primo elemento quello che tra i due si trova pi a sinistra della serie: B Si C Sb As P N H S I Br Cl F

NOMENCLATURA TRADIZIONALE Distingue i composti binari senza ossigeno in: IDRURI idrogeno + metallo o non metallo (ad eccezione dei non metalli del VIIA e dello zolfo) Per denominarli si ricorre allespressione idruro di... seguito dal nome dellelemento combinato con lidrogeno

ESEMPI: NaH idruro di sodio CaH2 idruro di calcio AlH3 idruro di alluminio IDRACIDI idrogeno + non metalli del VIIA (alogeni) o sodio Sono denominati mediante il termine "acido" + radice del nome del non metallo o del sodio + il suffisso -IDRICO ESEMPI:

HCl acido cloridrico HI acido ionidrico H2S acido solfidrico HBr acido bromidrico HF acido fluoridrico

SALI BINARI metallo + non metallo Se monovalenti, sono denominati con la radice del nome del non metallo + il suffisso -URO + DI + nome del metallo ESEMPI:
Se

NaCl cloruro di sodio LiF fluoruro di litio

un elemento bivalente, sono denominati con la radice del nome del non metallo + il suffisso -URO + la radice del nome del metallo +: -OSO valenza minore -ICO valenza maggiore ESEMPI: FeCl2 cloruro ferroso FeCl3 cloruro ferrico

COMPOSTI NON BINARI O TERNARI GLI IDROSSIDI


OSSIDO BASICO + ACQUA Sono composti da metallo + ossigeno + idrogeno segui questa sequenza per scrivere la formula chimica Sono caratterizzati dalla presenza di uno o pi gruppi -OH: ossigeno e idrogeno si comportano come se fossero un solo elemento chiamato ossidrile monovalente

ci sono tanti gruppi -OH quanto la valenza del metallo

ESEMPI: Na2O + H2O HaOH CaO + H2O Ca(OH)2 Al2O3 + H2O Al(OH)3 FeO + H2O Fe(OH)2 Fe2O3 + H2O Fe(OH)3 Cu2O + H2O Cu(OH) CuO + H2O Cu(OH)2 NOMENCLATURA IUPAC Sono denominati con lespressione idrossido di... + nome del metallo. Nel caso che ci siano pi atomi o pi composti -OH si aggiungono al termine idrossido i consueti prefissi (mono, di, tri...) ESEMPI: NaOH idrossido di sodio Ca(OH)2 diidrossido di calcio Al(OH)3 triidrossido di alluminio Fe(OH)2 diidrossido di ferro Fe(OH)3 triidrossido di ferro Cu(OH) idrossido di rame Cu(OH)2 diidrossido di rame NOMENCLATURA STOCK Sono denominati con lespressione "idrossido di" + nome del metallo Nel caso di metalli con pi valenze, metto tra parentesi anche il numero romano che indica la valenza del metallo ESEMPI: NaOH idrossido di sodio Ca(OH)2 idrossido di calcio (II) Al(OH)3 idrossido di alluminio (III) Fe(OH)2 idrossido di ferro (II) Fe(OH)3 idrossido di ferro (III) Cu(OH) idrossido di rame Cu(OH)2 idrossido di rame (II) NOMENCLATURA TRADIZIONALE Nel caso che il metallo sia monovalente, sono denominati con lespressione "idrossido di" + nome del metallo Nel caso di metalli con pi valenze, sono denominati con l'espressione "idrossido" + radice del nome del metallo + il suffisso: -oso per la valenza pi bassa -ico per la valenza pi alta

ESEMPI: NaOH idrossido di sodio Ca(OH)2 idrossido di calcio Al(OH)3 idrossido alluminio Fe(OH)2 idrossido ferroso Fe(OH)3 idrossido ferrico Cu(OH) idrossido rameoso Cu(OH)2 idrossido rameico

GLI OSSOACIDI O OSSIACIDI


OSSIDO ACIDO + ACQUA sono composti da idrogeno + non metallo + ossigeno segui questa sequenza per scrivere la formula chimica ESEMPI: SO2 + H2O H2SO3 SO3 + H2O H2SO4 N2O3 + H2O H2N2O4 HNO2 N2O5 + H2O H2N2O6 HNO3 Cl2O + H2O H2Cl2O2 HClO Cl2O3 + H2O H2Cl2O4 HClO2 Cl2O5 + H2O H2Cl2O6 HClO3 Cl2O7 + H2O H2Cl2O8 HClO4

NOMENCLATURA IUPAC Sono denominati dal termine "acido" + il numero di atomi do ossigeno (prefissi monosso-, diosso-, triosso-...) + radice del nome del non metallo + suffisso -ICO + tra parentesi la valenza del non metallo Se sono presenti pi atomi del non metallo, il nome di questo viene preceduto dai soliti prefissi ESEMPI: H2SO3 acido triosso solforico (IV) H2SO4 acido tetraosso solforico (VI) HNO2 acido diosso nitrico (III) HNO3 acido triosso nitrico (IV) HClO acido monosso clorico HClO2 acido diosso clorico (III) HClO3 acido trisso clorico (V) HClO4 acido tetraosso clorico (VII)

NOMENCLATURA TRADIZIONALE Se il non metallo monovalente, sono denominati col termine "acido" + la radice del nome del non metallo + il suffisso -ICO Se il non metallo ha pi di una valenza, sono denominati col termine "acido" + la radice del nome del non metallo + il suffisso: -OSO per la valenza minore -ICO per la valenza maggiore

ESEMPI: H2SO3 acido solforoso H2SO4 acido solforico HNO2 acido nitrico HNO3 acido nitroso HClO acido ipocloroso HClO2 acido cloroso HClO3 acido clorico HClO4 acido perclorico

I SALI
Derivano dagli OSSOACIDI per sostituzione completa o parziale dei loro atomi di idrogeno con atomi di un metallo H + non metallo + O = ossoacidi metallo + non metallo + O = sostituzione totale sali metallo + H + non metallo + O = sostituzione parziale idrogenosali

ESEMPI: HNO2 NaNO2 HNO3 NaNO3 NOMENCLATURA IUPAC Radice del nome del non metallo + il suffisso -ATO + la valenza del non metallo tra parentesi + la preposizione DI + il nome del metallo (se ci sono pi atomi metto i soliti prefissi) ESEMPI: HNO2 NaNO2 diosso nitrato (III) di sodio HNO3 NaNO3 triosso nitrato (V) di sodio H2SO3 K2SO3 triosso solfato (IV) di dipotassio H2SO4 K2SO4 tetraosso solfato (VI) di dipotassio HClO LiClO monosso clorato (I) di litio HClO2 LiClO2 diosso clorato (III) di litio HClO3 LiClO3 triosso clorato (V) di litio HClO4 LiClO4 tetraosso clorato (VII) di litio

NOMENCLATURA TRADIZIONALE Sono denominati colla radice del nome del non metallo + il suffisso: -ITO per la valenza minore -ATO per la valenza maggiore + la preposizione di + il nome del metallo ESEMPI: HNO2 NaNO2 nitrito di sodio HNO3 NaNO3 nitrato di sodio H2SO3 K2SO3 solfito di potassio H2SO4 K2SO4 solfato di potassio HClO LiClO ipoclorito di litio HClO2 LiClO2 clorito di litio HClO3 LiClO3 clorato di litio HClO4 LiClO4 perclorato di litio