Sei sulla pagina 1di 1

Sacrilego comportamento di Dioniso

Dioniso accompagnava i suoi sacrilegi con parole allegre. Spogliato il tempio di Proserpina a
Locri, poiché viaggiava con la flotta, in alto maree col vento favorevole, ridente agli amici:
”sembrò – disse – che la buona navigazione sia donata dagli stessi dei ai sacrileghi”. Il
medesimo Dioniso, sottratto dal tempo di Giove Olimpo un assai pesante mantello d’oro e
posto a lui pallio di lana: “In estate – disse – un mantello d’oro è pesante, nel freddo inverno,
invece è più adatto,, quello di lana invece è più adatto per entrambi i periodi dell’anno”. Si dice
che lo stesso abbia tolto la barba d’oro dall’Esculopio di Epidauro: “Non è conveniente – disse –
che il padre di Apollo s’è visto senza barba, ed egli stesso con la barba”. Dopo ciò a buon diritto
quel tiranno sembra essere stato non solo sprezzatore degli dei ma anche beffeggiatore.