Sei sulla pagina 1di 17

Italo Calvino

Lopera composta per 13 avventure rivelatrici di amori difficili:


Lavventura di un soldato Lavventura di un bandito Lavventura di una bagnante Lavventura di un impiegato Lavventura di un fotografo Lavventura diun viaggiatore

Lavventura di un lettore
Lavventura di un miope Lavventura di una moglie

Lavventura di due sposi


Lavventura di un poeta Lavventura di un sciatore Lavventura di um automobilista

Gli amori difficili una raccolta di racconti che trattano di temi come il rapporto tra uomo e donna, storie damore, coppie che non si incontrano, parla damori disperati dalla voglia di stare insieme,, di vita quotidiana, passione, incomunicabilit....

Pensieri e sentimenti, paure, apreendimenti, dubbi, insicurezza, mancanza, libert, esperienze nuove mai vissute e le rispettive sensazioni che succedono, delle ironie della vita, le difficolt umani, cio le difficolt di comunicazione che caracterizzano i rapporti umani, specialmente gli amorosi.

Storie di uno stato danima , un movimento interiore delle persone...

Nel Gli amori difficili, Italo Calvino mostra con talento e sensibilit quello che sia forse il principale tema della umanit, non solo nelle sue espressioni artistiche, ma sopratutto nei suoi conflitti, preoccupazioni e problemi di ogni giorno: LAMORE Come nella vita reale, nelle storie create da Calvino lamore appare nel mezzo delle controversie, nei conflitti, e come evidente nel titolo del libro, nelle difficolt. Uma frase molto profonda, ci fa pensare in tante cose:

L'amavo, insomma. Ed ero infelice. Ma come lei avrebbe mai potuto capire questa mia infelicita'? Ci sono quelli che si condannano al grigiore della vita piu' mediocre perche' hanno avuto un dolore, una sfortuna; ma ci sono anche quelli che lo fanno perche' hanno avuto piu' fortuna di quella che si sentivano di reggere.

Sono piccole storie damore e piccoli gesti damore, che succedono in qualunque posto, come le faccie dellamore... Lamore descrito come um avventurosa esperienza, per tanti tipi di persone. Il tema comune il silenzio che resta nei rapporti umani a dispetto di ogni forma di comunicazione, cos nel titolo di ongi racconto il rapportarsi com gli altri si trasforma in avventura. I racconti hanno um stile imprevisibile, collegato con umore, ironia e deslumbramento, giochi di seduzione a volte difficile e angosciante.

"Se queste sono, per la pi parte, storie di come una coppia non s'incontra, nel loro non incontrarsi l'autore sembra far consistere non solo una ragione di disperazione ma pure un elemento fondamentale - se non addirittura l'essenza stessa - del rapporto amoroso."
(Dalla nota introduttiva )

Ognuno dei racconti d'amore di Calvino rappresenta un quadro molto reale della complessit dei sentimenti umani. Il lessico utilizzato nel libro talora aspro, talora ricco e dolce. Si tratta di una serie di racconti d'amore dove i personaggi rimangono 'sospesi'' e non riescono mai a raggiungere la conclusione del loro amore o dimostrare il loro amore, ma non per questo amano meno.

Sempre attuale...
Oggi si pu pensare che quello che manca la forza di non arrendersi di fronte alle difficolt, che al primo ostacolo gli amori finiscono, le famiglie si sfasciano. Questo libro ci dice sul mettere un po' da parte se stessi per sopravvivere come coppia. Ci mostra quanto c`e da imparare sempre...

Uno delle avventure pi conosciute nel Gli amori difficili Lavventura dei due sposi

Lavventura di due sposi

TEMI: Il racconto rappresenta la vita quotidiana di due giovani sposi, due operai, una vita familiare vincolata e condizionata dai rispettivi orari di lavoro. Lui, Arturo Massolari,esercita il turno di notte; di conseguenza rientra a casa nel momento in cui lei, Elide, deve svegliarsi per andare al lavoro. Il tempo per scambiarsi qualche parola, qualche sguardo, qualche tenero abbraccio limitato. Il semplice intreccio fa emergere linesorabile gioco di incontri con cui si articolano le giornate dei due sposi, ma anche i loro gesti delicati di affetto che ne alleggeriscono la durezza.

Due sono i personaggi del racconto,entrambi protagonisti, entrambi operai: Arturo Massolari e sua moglie Elide. La cronometrica meccanicit a cui sono costretti dal ritmo del lavoro in fabbrica non impedisce loro di esprimere una sensibilit delicata che rivelano attraverso gesti di affetto semplici ma intensi, come quello di cercare il calore che laltro ha lasciato nel letto e ricavarne una grande tenerezza.

Lambiente operaio delle fabbriche e lambiente esterno della citt, delle botteghe,della fermata del tram non rappresentato, ma ricostruito e immaginato tramite i pensieri dei protagonisti.

La vita esterna dei due sposi non infatti rappresentata attraverso la narrazione degli eventi che essi vivono durante la giornata ma raccontata indirettamente tramite i pensieri, le allusioni, le percezioni dei due protagonisti. Arturo ricostruisce il ritorno di Elide grazie ai suoni che gli giungono dallesterno (il rumore dei tacchi gi per i gradini, lo stridere, il fermarsi e lo sbattere della pedana del tram ); lo stesso accade ad Elide quando pensa al marito diretto al lavoro (ora lui correva sulle strade buie, tra i radi fanali). Il mondo non visto ma immaginato, ricostruito e quindi inevitabilmente deformato.

I nostri amori difficili


Leggendo, possiamo riflettere sull'amore e anche si pu vedere se stessi in questi racconti, cio i nostri amori difficili... e tutto quello che succede nelle nostre vite, i problemi, le passione, le incomunicabilit, i dubbi, nostri propri pensieri e sensazioni, ricordare fatti, pensare alle difficolt e superazione...

Tutto ancora pi incerto ma sento davere ormai raggiunto uno stato di tranquillit interiore: finch potremo controllare i nostri numeri telefonici e non ci sar nessuno a rispondere continueremo a scorrere avanti e indietro lungo queste linee bianche, senza luoghi di partenza o di arrivo che incombano gremiti di sensazioni e significati sulla univocit della nostra corsa, liberati finalmente dallo spessore ingombrante delle nostre persone e voci e stati danimo, ridotti a segnali luminosi, solo modo dessere appropriato a chi vuole identificarsi a ci che dice senza il ronzio deformante che la presenza nostra o altrui trasmette a ci che diciamo.

Certo il costo da pagare alto, ma dobbiamo accettarlo: non poterci distinguere dai tanti segnali che passano per questa via, ognuno con un suo significato che resta nascosto e indecifrabile perch fuori di qui non c pi nessuno capace di riceverci e di intenderci.

Capiva che quel che ora la vita dava a lui era qualcosa che non a tutti dato di fissare a occhi aperti, come il cuore pi abbagliante del sole. E nel cuore di questo sole era silenzio. Tutto quello che era l in quel momento non poteva essere tradotto in nient'altro, forse nemmeno in un ricordo.