Sei sulla pagina 1di 1

la Repubblica la Repubblica

SABATO 10 SETTEMBRE 2011

NAPOLI

CRONACA

PER SAPERNE DI PI www.comune.napoli.it www.partitodemocratico.it

Referendum, Di Pietro a Bersani: Cosa aspetta?


BASTA attendere la madonna Udc, ogni giorno in pi un giorno perso. Scatenato Antonio Di Pietro, sceglie la tappa di Salerno, nel suo tour referendario di ieri, per lanciare lennesimo appello a Pierluigi Bersani: Tutti diciamo che ogni giorno in pi che Berlusconi sta al governo un giorno in meno per la credibilit delle istituzioni, ma quando si parla di alternative molti fanno orecchie da mercanti. Di Pietro accusa il Pd che sembra attendere la madonna dellUdc che si chiama terzo polo, solo che questo si presenter da solo al voto e dunque cosa stiamo aspettando? Ogni giorno in pi un giorno perso. Cos Di Pietro dalla Campania: dopo Salerno, in serata andato a patrocinare il referendum elettorale anche a Caserta. Il Pd campano, comunque, si mobilitato, con vari tavolini che saranno nelle citt in questi giorni. Uno in preparazione anche per la venuta di Walter Veltroni a Napoli, luned prossimo, per presentare il suo libro. Mentre Idv a sua volta proseguir la raccolta anche oggi, in occasione del convegno sul mezzogiorno, con Cesare Marini e Giorgio Benvenuto, alle 16.30 a Santa Maria La Nova. Un appoggio intanto arriva dal capoluogo, dove il sindaco Luigi de Magistris e la intera sua giunta hanno aderito alla raccolta firme. Bisogna fare di tutto per eliminare questa legge porcata afferma il sindaco e, come direbbe Tot, ho detto tutto. La legge porcellum va eliminata e siccome questo Parlamento non la elimina senza una spinta dal basso, questa spinta pu essere quella del referendum. Non risolve di per se il problema, perch devessere fatta una nuova legge, ma risolve quello principale di cancellare la legge porcata. Sicch limpegno dellamministrazione comunale raggiungere il quorum di firme perch il referendum si faccia e si possa passare alle fasi successive.

Antonio Di Pietro

Partecipate, riparte il dialogo fra de Magistris e il Pd


Realfonzo: Guardiamo a tutte le competenze
UNA settimana fa gli applausi a Pesaro, ieri lincontro con i vertici locali del Pd. Prosegue la marcia di riavvicinamento fra il sindaco Luigi de Magistris e il Pd napoletano. Ieri a Palazzo San Giacomo salita una delegazione del Pd, composta dal commissario Andrea Orlando, dal capogruppo Ciro Fiola e da Umberto De Gregorio, responsabile del Forum del partito per le societ partecipate. Era proprio di queste ultime infatti che si doveva parlare. Incontro che entrambe le parti descrivono come positivo. Cordiale e franco dice il sindaco stato preso limpegno di costituire un tavolo di lavoro relativo alle societ partecipate e alla riforma della macchina comunale, coinvolgendo i sindacati e le altre forze politiche di maggioranza. Il resoconto del Pd che il sindaco ha chiesto un contributo fattivo al Pd sullanalisi e la risoluzione di queste tematiche, a cui il Pd ha risposto positivamente. Il sindaco ha annunciato la costituzioflessibile rispetto alle premesse di rivoluzione generale della prima ora. E, se ancora non si scesi al dettaglio di posizioni come quella di Riccardo Marone a Bagnolifutura o di Nicola Oddati al Forum delle culture, certo il nuovo clima trova limprimatur dellassessore al ramo Riccardo Realfonzo: un passaggio positivo che il dialogo si intensifichi, giusto guardare a tutte le competenze e sensibilit. Dallopposizione la prima bordata la lancia Domenico Palmieri, capogruppo di Liberi per il sud: Le partecipate sono di tutti, se c da discutere lo si faccia alla luce del sole, nella sede deputata, il Consiglio comunale. Il sindaco ha annunciato un piano di riforma ben preciso, lo porti dunque in aula. Non credo sia pi accettabile continuare ad agire come s fatto in passato, quando a farla da padrona erano improbabili riunioni carbonare i cui esiti fallimentari, che parlano di clientele e sprechi che pesano fortemente nelle tasche dei cittadini. (roberto fuccillo)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Comune

stata prefetto di Rieti e di Piacenza

Silvana Riccio il nuovo direttore generale


UN NUOVO direttore generale al Comune. Si tratta di Silvana Riccio, nominata ieri dalla giunta de Magistris. Napoletana, 55 anni, stata prefetto di Rieti e poi di Piacenza. Prima ancora aveva presieduto la Commissione straordinaria del Comune di San Cipriano dAversa, sciolto per infiltrazione della criminalit organizzata. Era stata anche direttore dellUfficio dellAlto commissario per il contrasto della corruzione e delle alte forme di illecito nella pubblica amministrazione, vice-prefetto vicario e capo di gabinetto della prefettura di Roma, capo della segreteria tecnica del Sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio nel 2000. Attualmente era prefetto fuori ruolo presso la Presidenza del Consiglio dei ministri. Ora assume lincarico a Palazzo San Giacomo, fin qui retto ad interim dal capo di gabinetto Attilio Auricchio. Nella stessa seduta la giunta ha anche approvato la costituzione della societ di scopo per le gare legate alla Americas cup. Approvazione formale di un accordo fra le istituzioni, che sopravvive, nonostante lo stop della vicenda, con la assegnazione delle regate a Venezia, in attesa che Napoli possa comunque riottenerne alcune. Approvazione gi effettuata gioved dalla Regione, mentre anche il presidente della Provincia Luigi Cesaro ha annunciato ieri analoga approvazione da parte della sua giunta.

I consigli del partito: piano con lamministratore unico, niente chiusure ai privati
ne a breve di un tavolo di lavoro. Scompare dalla versione Pd il riferimento alla maggioranza. Non un caso: meglio non mettere il carro davanti ai buoi. Mentre il tavolo dovrebbe essere allargata anche al terzo polo, e pure Sel plaude alla iniziativa, che spero possa allargarsi anche a discussioni sul programma, rilancia il segretario vendoliano Peppe De Cristofaro. Il Pd comunque, appena uscito dal Comune, ha diffuso un documento con la sua visione delle cose. In evidenza anche dubbi sul alcune questioni che invece parevano care a de Magistris: non scartare a priori loutsourcing per particolari servizi, non escludere in via preventiva n dismissioni n partecipazioni di terzi alle compagini sociali, niente preclusioni ideologiche al modello privatistico di gestione operata da queste societ, prudenza sulla tesi dellamministratore unico. Insomma, un approccio pi

LA DELEGAZIONE
Il sindaco Luigi de Magistris ha ricevuto la delegazione del Pd

I nodi
BAGNOLIFUTURA
Presieduta da Riccardo Marone Il sindaco ha annunciato grandi revisioni, ma la societ nel patto per Coppa America

FORUM CULTURE
Anche qui da tempo in bilico lincarico a Nicoola Oddati, che segue da tempo lorganizzazione della kermesse

TRASPORTI
Ancora tutta da organizzare la fusione fra Anm, Metronapoli e Napolipark, come pure quella fra Asa e Napoli servizi

Potrebbero piacerti anche