Sei sulla pagina 1di 32

/OTT

Direttore Responsabile Mara Parmegiani Vice Direttore Isabella De Martini Comitato scientifico Gino Falleri Vice Presidente ordine dei giornalisti, On. Paola Pelino Avv. Nino Marazzita Giudice Simonetta Matone Principe Carlo Giovannelli Dott. Emilio Albertario Segreteria di Redazione Marco Alfonsi Nicoletta Di Benedetto Marina Bertucci Servizi fotografici di redazione Laura Camia Giancarlo Sirolesi Collaborano Hlne Blignaut Marco Alfonsi Costanza Ceroli Isabella De Martini Nicoletta Di Benedetto Andrea Di Capoterra Cristina Guerra Rita Lena Nino Marazzita Gaetano Costa Siderio Josephine Alessio Valentina Cardile Rita Di Benedetto Fotografo: Maurizio Righi Via Piero Aloisi, 29 - 00158 Roma Tel. 06.4500746 - Fax 06.4503358 www.chapeau.biz Aut. Trib. di Roma n. 529/2005 del 29/12/2005 Edizioni e Stampa Rotoform s.r.l. Via Ardeatina Km. 20,400 - S. Palomba (RM) Ideazione grafica ed impaginazione Daniele Furini Settore Pubblicit Direzione: 00158 Roma - via Piero Aloisi, 29 Tel. 06.4500746 - Fax 06.4503358 e-mail: info@chapeau.biz
Bambine al lavoro
La responsabilit legale del contenuto degli articoli e dei contributi di tipo pubblicitario a carico dei singoli autori. La collaborazione al mensile Chapeau da ritenersi del tutto gratuita e pertanto non retribuita, salvo accordi scritti o contratti di cessione di copyright. vietata la riproduzione, anche parziale, di testi, grafici, immagini e contributi pubblicitari realizzati da Chapeau.

Sesso Ovunque, ma non a letto!


Come direbbe Valerio Scanu nella sua canzone Per tutte le volte che A far lamore in tutti i modi, in tutti i luoghi, in tutti i laghi Il Wall Street Journal ha pubblicato una ricerca dalla quale risultato che oltre il 40% dei lavoratori negli USA ha avuto almeno una relazione consumata in ufficio. Anche lOpinion Research Corp sostiene che il 54% degli uomini e il 40% delle donne non vede nulla di strano nel fare sesso con un collega durante lorario di lavoro. In Italia invece, si preferisce tradire durante la pausa pranzo, infatti la rivista Riza Psicosomatica rivela che almeno un tradimento su tre avviene tra le 12:30 e le 14:30. Dal momento che non si pu tornare a casa, ci si arrangia come si pu; torna di moda il FAMOLO STRANO, o meglio ovunque tranne che a letto: in macchina, negli uffici vuoti, o nei bagni dei ristoranti, sullaereo, nei camerini dei grandi magazzini, nella sala dattesa del dentista, al cimitero, nellascensore. E a proposito di questultimo, per lolandese Irene Hoek, la rivista Playboy che lha designata come coniglietta di gennaio 2011, il luogo migliore resta proprio lascensore. Anche se, evviva lonest, la 20enne dai lineamenti esotici, ha ammesso di non essere ancora mai riuscita a fare sesso tra un piano e laltro: Forse, ha commentato va meglio a chi abita qualche piano pi su di me. Francia sesso spinto anche nelle spiagge di nudisti con scambi di coppia e a Le Cap DAdge, c villaggio del sesso, delle orge e del sadomaso del voyerismo. Insomma, esibizionismo e voyerismo entusiasmano un sacco di persone e conquistano spazi sempre pi vasti. Ma come rapportarsi di fronte allesibizionismo? Quali limiti dovrebbero essere posti? La risposta della Legge lha gi fornita lavvocato Stefania Santilli, parlando di atti osceni in luogo pubblico. Mara Parmegiani

In Copertina

25 26

IL LINK IDEALE LINK MY HOME ARTE PASSATO E PRESENTE CON I RUDERI DEGLI ACQUEDOTTI ROMANI LAVVOCATO RISPONDE NINO MARAZZITA RICETTA - OROSCOPO LIBRO DEL MESE

29 30

MODA MODA E COLORE CON IL CIRQUE DU SOLEIL SPECIALE ALTA MODA RAFFAELLA CURIEL SARLI RENATO BALESTRA GATTINONI GIANNI MOLARO ACCADEMIA KOEFIA ROMA BY NIGHT STOP AL LAVORO MINORILE LE DONNE DI TRASTEVERE PUPETTA MARESCA LA CAMORRISTA PSICOLOGIA IL BERLUSCONI PRIMITIVO E LA MADONNA SCIENZA IL LAGO DI VOSTOK CINEMA HABEMUS PAPAM

12 14 17 19

21

22

24

pittori dell800 come Manet e Renoir. Una collezione dalle linee perfette che esaltano il corpo femminile con giacche dalle spalle segnate, dai meravigliosi bustier alle profondo scollature moderate da pizzi impalpabili, dai pantaloni con gonne sovrapposte alla cura dei dettagli come le scarpe i guanti, i grandi cappelli. Da anni-

filata allinsegna della cultura per raffaella Curiel che ha tratto ispirazione dai grandi

spiega la Curiel- combatto le magrezze esasperate, ai limiti dellanoressia, che solo da poco stata bandita dalla moda. Nella mia collezione ho immaginato le figure morbide e desiderabili di Manet, la coquetterie delle signore ritratte da Renoir, le scollature os di Tissot, le leggerezze degli abiti di Boldini.

l defil pi atteso stato quello della maison Sarli che ha sfilato in piazza del Campidoglio,

sotto le stelle di Roma. In passerella modelli

tra Art Dco e optical art ricchi di grande maestria sartoriale. La sera un trionfo di abitimantella in cady di seta con una sposa in perfetta sintonia con latmosfera, testimone di una grande tradizione sartoriale che contraddistingue da sempre lo stile della maison Sarli.

ella suggestiva sfilata al teatro allaperto di villa Panphili sono le rose le vere prota-

goniste della collezione che Renato Balestra ha proposto con 70 uscite. Abiti splendidi realizzati sul motivo della rosa e intarsi e trionfi di ricami in paillettes colorate. Ma anche mantelli intarsiati e giacche in marab cos come lo la romantica sposa, tinta di rosa cipria, che non ha rinunciato allo spumoso marab, vero must di stagione secondo Renato Balestra.

o stilista Guillermo Mariotto si ispirato ad una donna proiettata nel futuro e lha vesti-

ta di metallo, platino, cristalli e pietre preziose in un trionfo di aereodinamismo e di plasticit ma con un aggancio al passato con i graffiti tridimensionali; le tute grigio laminate sono traforate di pizzo dalle lavorazioni graffitare e dalle camicie bianche spuntano volute e aculei geometrici. La sposa, romantica, accompagnata da un velo in tessuto laminato.

e creazioni di Gianni Molaro hanno sfilato nella suggestiva cornice di Palazzo Farne-

se. Bianco, nero o fuxia per 15 abiti scultura addolciti da tagli, intarsi, preziosi ricami e profonde scollature. Piccoli copri spalle di piume bianche, abbinati a calottine, si indossano su abiti corti con gonne rigide intagliate e ricamate, spesso con code realizzate con rouches e volant. Bellissimi gli abiti da sposa bianchi, eterei e fluttuanti.

10

A c c a d e m i a Internazionale dAlta Moda e dArte del Costume

KOEFIA

mia Koefia, rilanciando il made in Italy, portando in scena creativit, studio del dettaglio, stile e tecnica rigorosa. E lhanno fatto alla grande! Particolare attenzione agli accessori che diventano moda come gli stivali intrecciati alluncinetto, le borse ricavate da vhs realizzate con pelli di pitone e legno, catene di vetro e opaline e scarpe rifinite con budellini di organza. 33 stilisti emergenti che hanno osato nuove sperimentazioni in modo vincente.

anno debuttato sulle passerelle di Alta Moda gli studenti del III anno dellAccade-

Mara Parmegiani Foto di Maurizio Righi

11

BarBara Bouchet e Sandra Milo Sullacciottolato


roMano di

cinecitt

nadia Bengala
alla preSentazione del liBro del principe

carlo giovannelli il deButtante

12

13

Ogni minuto nel mondo un bambino vittima di un incidente, di una malattia o di un trauma psicologico causato dal lavoro! La piaga dello sfruttamento dei bambini ai fini lavorativi ben lungi dallessere sconfitta.

ti dellInfanzia, dovrebbe far sperare in ben altro scenario. I dati sono allarmanti. Secondo le stime dellInternational Labour Organization (ILO) sono 215 milioni i bambini coinvolti nel lavoro minorile, di cui ben 115 milioni svolgono attivit pericolose, soprattutto nellagricoltura. Tra questi ultimi sono i maschi i pi penalizzati: 74 milioni a fronte di 41 milioni di femmine. Le condizioni in cui i minori lavorano mettono a repentaglio non solo la loro salute e la loro crescita psicologica, ma anche e soprattutto come si pu ben immaginare quella fisica. Ed proprio per portare alla luce questo grave fenomeno e richiamare lattenzione della comunit internazionale che stata lanciata dallILO una campagna nella Giornata Mondiale contro il Lavoro Minorile che si celebrata il 12 giugno scorso dal titolo Attenzione! I bambini fanno lavori pe-

questo, nonostante levoluzione della nostra societ che, con il continuo richiamo ai Dirit-

ricolosi. Fermiano il lavoro minorile!


Una realt a cui nessun paese estraneo, neppure lItalia. Da noi, su circa 8700 casi di segnalazioni sui minori, il 7% ha riguardato proprio il lavoro a cui vengono indotti e costretti i pi piccoli. E se nel mondo il loro utilizzo su diversi campi, come la miniera - dove per altro i pi piccoli, in quanto bassi e di corporatura minuta, si muovono pi agilmente dei grandi o nelle fabbriche o ancora nei campi, da noi la maggior parte delle situazioni riguardano laccattonaggio che rasenta

spesso le modalit e gli esiti del lavoro schiavistico. Si tratta per lo pi di bambini di nazionalit straniera a cui nessuno provvede o che fin da piccoli sono costretti a lavorare per sostenere la famiglia. Per altro in questi ultimi mesi la presenza di minori stranieri, non accompagnati, aumentata in modo esponenziale a causa della situazione del Nord Africa e dei continui flussi di extracomunitari.

14

Dai dati rilevati sembra che nel nostro paese lo sfruttamento minorile si concentri soprattutto nel Mezzogiorno e nel Nord-Est, in particolare nelle situazioni di degrado familiare e sociale, l dove vi siano carenze infrastrutturali o una maggiore criminalit organizzata o alti tassi di disoccupazione. La povert, infatti, determinando un aumento della dispersione scolastica, rende i pi piccoli esposti ai rischi dello sfruttamento, anche lavorativo. Per gli operatori del settore proprio sulla dispersione scolastica e sullaccesso allistruzione che si deve intervenire per arginare il fenomeno. Conoscere, sapere, infatti ritenuto il primo passo per una scelta consapevole della propria vita. Ci che manca ai bambini sfruttati nel lavoro.

15 15

n Italia il Telefono Azzurro si attivato per sollecitare le istituzioni ad avviare un piano di azione per contrastare il lavoro minorile e

invita a segnalare ogni situazione di sfruttamento al Servizio 114Emergenza Infanzia (gestito per conto del Ministero per le Pari Opportunit). Se da un lato si vogliono tuterale bambini e adolescenti, dallaltro si intende in questo modo intervenire in modo tempestivo in tutte quelle situazioni di uso del minore ai fini di lucro. Ma lobiettivo dellOrganizzazioni internazionali, impegnate a combattere questa piaga, ancora pi arduo: fermare il fenomeno entro il 2016!

Cristina Guerra

16

Trastevere, il pi noto dei rioni romani, immortalato dal Belli nei famosi sonetti con il sopraggiungere degli ultimi decenni ha cambiato vita. Artisti stranieri, ristoranti club hanno guastato ed alterato il suo tessuto sociale.

rustiche e vecchie avevano i bagni nella loggetta, con lavatoi condominiali. In fontana le donne si incontravano e lavando i panni socializzavano. Vivevano solo per la famiglia, cucinavano, andavano a dormire presto; come svago o diver-

la vita delle donne trasteverine cambiata. Era un quartiere popolare, di operai; le case,

ricevevano dal marito una cifra mensile per la casa andavano di solito dal negoziante col libretto sul quale segnavano la spesa giornaliera che si saldava a fine mese. Appena potevano si facevano regalare il brelocco che brillava al sole quando con le mani tese tiravano su dalla finestra il canestro pieno di verdura e pane appena lasciato dal venditore sottostante. Si perch le scale dei palazzi di trastevere non avevano lascensore. Storica la signora Flavia, ebrea di trastevere, sposata con un cattolico, abitante al Vicolo del 5. Aveva 95 anni quando morta. Era rimasta in casa per anni, senza uscire, malata ad una gamba. Non cera lascensore nel palazzo e non voleva farsi visitare dai medici. Diceva: se

timento
panni,

il la

lavaggio dei messa la domenica e la processione che spesso creava motivo di rivalit e invidia per la coperta pi bella stesa alla finestra. Era un rione tranquillo dove il passaggio di poche carrozze e le grida dei venditori ambulanti rompevano la monotonia dellesistenza e fili intrecciati, simili e teleferiche, reggevano i bucati. Le donne di una certa et sedevano in lunghi conversari, davanti alla porta di casa mentre i bambini giocavano a ruzzola, carrettaccio o a stare attenti a non pestare gli interstizi fra i blocchi dei marciapiedi. Spesso il borsellino della massaia era vuoto e bisognava fare limpossibile per far bastare i soldi. Le donne che

i medici e le medicine fossero efficaci, la gente non morirebbe. Ricordava che quando da ragazza un giorno usc di casa senza borsetta la

17 17

madre dalla finestra, per far sapere al vicinato tanta ricchezza, la chiam:

va da mangiare o da bere. Ricorda ancora che specialmente durante lestate era consuetudine mangiare in strada. Quasi obbligatorio durante la festa di SantAntonio e la festa de Noantri. Ricorda che piazza Santa Maria in Trastevere, nelle calde sere destate, era il ritrovo ideale delle famiglie in cerca del ponentino.

Flavia hai lassato la borzetta dargento e lei: a m nun fa gnente tanto la ggente cio s che ce lho. Prima degli
anni 60, racconta la signora Giorgina dei tabacchi di Via del Moro, che durante la pausa del pranzo, con il negozio aperto, alla gente che entrava, si offri-

antri e che tra il serio e il faceto inneggia nel 1930 ai suoi protettori (Trestevere brilli de nova luce ciai la madonna e erduce che vejeno su te si legge su un manifesto). Le voci popolari dei mercati generali o di Campo de fiori nel 1933, dove tutto si pu acquistare (dalla biancheria di seta per

signora alla biancheria di fustagno per la contadina).


La citt attraverso le sue scuole: il Mamiani, il Tasso nel 1937... LEur, che, con la guerra, non pi lo scenario dellEsposizione universale: la citt bianca, abbandonata, si popola di pecore. Il quartiere Trionfale festeggia San Giuseppe, San Giovanni il suo onomastico con la sfilata dei la citt con i suoi quartieri, le sue feste tradizionali, i suoi mercati rionali. Trastevere animata dalle corse nel sacco, dai banchetti dei vecchi trasteverini per la festa de nocarri, il vino dei castelli, gli stornelli e una gran mangiata di lumache.

Dagli anni 60 in poi i trasteverini, scacciati dagli sfratti, dalle case fatiscenti, dallimpraticabilit di antichi mestieri lasceranno il posto a pittori, scrittori, registi, attrici ,che comperano, senza guardare a spese, case che rapidamente ristrutturate saranno messe sul mercato a prezzi decuplicati. E le donne di trastevere, le superstiti di una

generazione che non hanno trovato le occasioni di rinnovarsi, si trasferiranno in massima parte nella zona di Viale Marconi. La buonuscita servir per acquistare un piccolo appartamento, sicuramente provvisto di ascensore.

Mara Parmegiani

18

Negli anni cinquanta del Novecento, in Campania, si sviluppava il mercato ortofrutticolo che dava da vivere a tanti onesti lavoratori, ma anche a camorristi.

ra questi Pasquale Simonetti, detto Pasca-

presidenti dei prezzi. Se ogni giorno al mercato si commerciano circa 40mila quintali di patate facile il conto sui suoi guadagni. La malavita diventa protettrice di contadini e commercianti, cui chiede, in cambio della protezione, il diritto di fissare il prezzo dei prodotti, la data del raccolto, dello scarico e i nominativi degli acquirenti. La camorra controlla in questo modo lintero percorso della produzione ortofrutticola. Nel 1955 Pascalone sposa Pupetta Maresca, erede della famiglia malavitosa dei Lampetiel-

lone Nola, boss emergente della camorra

napoletana, originario di Palma Campania, persona decisa, che non si faceva passare la mosca per il naso, uso ad utilizzare anche le armi. Pascalone veniva spesso interpellato dai cittadini per chiedere giustizia. Una volta una ragazza che era rimasta incinta, dopo che il fidanzato fatto sera uccel

li di Castellammare, gi incinta di tre mesi.


Matrimonio breve se solo qualche mese dopo un rivale, Totonno Pumigliano, lo ferisce a morte. Prima di morire avrebbe potuto dire alle forze

di bosco, si rivolse a lui per trovare una soluzione. Pascalone and dal
Pupetta Maresca e Pasquale Simonetti foto di nozze. ca. 1954

giovane e gli

disse: Guagli, io devo spendere per voi dieci

mila lire in fiori. Preferite i fiori per il funerale o per il matrimonio?. Il giovanotto prefer i fiori
per il matrimonio. Presto Simonetti abbandona il contrabbando di sigarette ed entra in affari con Antonio Esposito, detto Totonno Pomigliano, altro pezzo da novanta della malavita napoletana, cambiando genere daffari e lanciandosi nel mercato ortofrutticolo. Pasquale Simonetti riesce a guadagnare 100 lire su ogni quintale di patate venduto al mercato di Nola. uno dei
Un ritratto di un giovane PUPETTA MARESCA come una regina di bellezza. ca. 1954

19

dellordine il nome del suo feritore, ma, in pieno stile mafioso, non parl rivelando il nome solo a sua moglie. Pupetta che decide di vendicare la morte del marito. Accompagnata dal fratello Ciro e dallautista Nicola Vistocco, il 4 agosto 1955 si reca nellaffollata via Novara, nei pressi della stazione ferroviaria di Napoli, e sosta davanti al bar Grandone, poco distante dal luogo dove Pasquale Simonetti stato ucciso. Antonio Esposito allinterno del bar, Pupetta laffronta e gli scarica addosso il caricatore della pistola, ma la sete di vendetta tanto forte che afferra anche larma del fratello e continua a sparare sul camorrista. Eseguita la vendetta, Pupetta sallontana a piedi con Ciro. Verr arrestata allalba del 14 ottobre 1955 e condannata a 18 anni di carcere, ridotti poi a 13 anni e 4 mesi in appello, graziata poi nel 1965. Uscita dal carcere nel 1970 diventa lamante del magnate della droga e boss della camorra avuto due Umberto gemelli. Ammaturo da cui ha I capelli lisci, neri e corti, lo sguardo acceso e penetrante, il viso ombreggiato, un fazzoletto di leopardo annodato intorno al collo, le mani sui fianchi, Pupetta parla al Circolo della Stampa di Napoli. Ai giornalisti che si aspettano clamorose rivelazioni sul contrabbando delle sigarette o sul figlio scomparso e mai ritrovato Pupetta detta un

che in quegli anni combattono la NCO di Cutolo. Il 12 giugno 1982, pochi mesi dopo la famosa dichiarazione, viene arrestato il compagno Umberto Ammaturo, e il 13 luglio finisce in carcere anche lei, sospettata dellomicidio Semerari, il criminologo trovato decapitato. Pupetta sconter ancora quattro anni di carcere per omicidio ed estorsione, crimini che ha sempre negato di aver commesso. Nel 2000, oramai ultrasessantenne, ha denunciato di essere stata truffata di una vincita da 21 miliardi al Superenalotto. La vicenda, secondo lesposto, aveva avuto inizio il 3 marzo di quellanno, quando la Maresca incaric un suo factotum, Giovanni Boscaglia, 67 anni (pregiudicato e sorvegliato speciale per presunti legami con la camorra), di giocare una serie di numeri al Superenalotto. La giocata fatta dalluomo alla ricevitoria al corso Umberto a Napoli consent di realizzate uno dei due 6 con una vincita di circa 21 miliardi di lire. Boscaglia, dietro le insistenze della donna, avrebbe dapprima sostenuto di aver vinto solo un quarto del premio, attraverso una caratura, poi si sarebbe convinto a consegnare la met della somma con un accordo presso un notaio di Castellammare di Stabia. In base a tale accordo, Boscaglia avrebbe dovuto consegnare il biglietto vincente al notaio il quale avrebbe poi provveduto a incassare lassegno e a distribuire il denaro in parti uguali. Ma quando il professionista trasmise il tagliando alla Sisal, risult un falso. Il biglietto autentico risultava invece gi incassato. Pupetta Maresca denunci Boscaglia per appropriazione indebita, truffa ed estorsione. La versione della Maresca stata confermata dal notaio di Castellammare, ascoltato dai carabinieri. Laccusato, stato poi rintracciato, ricoverato allospedale Monaldi di Napoli per problemi respiratori. Oggi la Maresca vive in costiera sorrentina, il suo ex convivente Umberto Ammaturo collaboratore di giustizia. Ma la vicenda di 50 anni fa, cui Francesco Rosi si ispir per il film La sfida, fa ormai parte della storia della camorra. Una storia che si riproporr nella fiction che vedr Manuela Arcuri nei panni di Pupetta Maresca, per canale 5.

avvertimento per Raffaele Cutolo: Deve lasciar stare me e i miei e sappia che se non lo fa sar capace di sterminargli tutta la famiglia, compresi i bambini nella culla. Don Raffaele, dal canto suo, fa sapere che non ha nulla da rispondere a chella femmena. E cos lepisodio si chiude, incredibilmente, senza alcuna denuncia dufficio da parte della magistratura per minacce di morte. Secondo gli inquirenti la prova del legame tra Ammaturo e le famiglie

M.P.

20

Negli anni cinquanta del Novecento, in Campania, si sviluppava il mercato ortofrutticolo che dava da vivere a tanti onesti lavoratori, ma anche a camorristi.

ressano le sue origini profonde. Se la sola idea che un uomo, o un gruppo di uomini stupri, o ammazzi di botte una donna inaccettabile, non cos, infatti, per la prostituzione, presente ad ogni angolo, pi o meno oscuro, di ogni citt. In teoria ci piace pensare di avere tutti il controllo delle nostre decisioni, e dei nostri comportamenti, e di non poter essere in balia di pulsioni primitive, ma in pratica, la realt ben diversa. La nostra cultura cresciuta lungo due direttrici: quella ebraica e quella greca. La prima, seppur apparentemente solo patriarcale (Sacerdote-Re-Dio), ha sempre valorizzato elementi matriarcali pi antichi, quali esistevano nelle cosiddette religioni telluriche. Nella storia della Creazione noi troviamo Adamo ancora in uno stato di primitiva unit con il suolo, senza necessit di lavoro. La donna la pi intelligente, attiva e audace dei due e soltanto dopo il peccato, Dio proclama il principio che luomo comander sulla donna! Eppure luomo e la donna sono stati creati a somiglianza di Dio e, quindi, dovrebbero essere considerati uguali nelle loro capacit di ragionare e di amare. Non voglio pensare che il solo fatto di provenire da una costola di Adamo potesse rendere Eva dipendente da lui, n che Atena fosse meno importante di altre divinit, perch nata dalla testa di Zeus! Nonostante la condizione femminile di colpa

i fronte al Bunga Bunga quasi tutti si sdegnano, alcuni sorridono, ma a pochi inte-

per il peccato originale, fu per un uomo, Caino, e non una donna, a uccidere il proprio fratello per affermare il suo primato. E sono sempre stati uomini, nei millenni successivi, a ricorrere alla violenza. Scienza e tecnica continuano a progredire, le donne hanno raggiunto posizioni eccellenti in ogni contesto, ma luomo medio, ancora oggi, capace di regredire in nuove forme di violenza o sfruttamento. La sua obiettivit e la sua ragione sono devastate da questa caduta: la donna, ma talvolta anche uno straniero, diventano cos esseri inferiori e trattati in modo diverso da come vengono trattati i propri simili, appartenenti allo stesso clan ( Mora e Fede ad es.). La religione cattolica, resasi conto del peso enorme del peccato della mela scaraventato sulle donne, che giustifica nellinconscio degli uomini le azioni pi squalificanti, ha cercato ,senza ottenerlo, un superamento di questo conflitto originale attraverso il culto della Madonna, la Vergine Madre, che simboleggia la purezza, lamore ed il perdono. Purtroppo linconscio primitivo di superiorit sulla donna

peccatrice prevale ancora negli uomini meno


colti e sensibili (se non per se stessi) e tutte le donne stuprate, picchiate, o anche solo comperate, lo sono sempre, un p, anche per queste ragioni profonde .il fatto, poi, che alcune si-

gnore sfruttino questa regressione primitiva


degli uomini a loro vantaggio unaltra storia .

Isabella Susy De Martini

21

come una grande capsula del tempo il lungo serpente azzurrino che per 250 chilometri di lunghezza corre sotto una coltre di ghiaccio spessa pi di 4000 metri.

tiamo parlando del misterioso ed ancora inviolato Lago Vostok largo circa 60 metri

ed uniche, che darebbero indicazioni preziose sui meccanismi evolutivi e di adattamento che hanno portato allinstaurarsi della vita sulla Terra. Non dimentichiamoci che le acque di questo lago sono sigillate da 14 milioni di anni! La sua esistenza fu sospettata negli anni settanta e confermata negli anni novanta grazie alle tecnologie dedicate ai rilevamenti satellitari applicate alla geofisica e con il gladio-radar, realizzato per compiere indagini glaceologiche da quote comprese tra i 300 e 600 mt. dal suolo. Fu evidenziata una zona piatta e anomala sulla superficie; gli echi dei radar indicavano che cera una variazione nella natura del substrato del ghiaccio, ma soprattutto un contatto tra ghiaccio ed acqua liquida. La conclusione fu che sotto la calotta glaciale poteva esserci un proprio e vero lago dacqua liquida! Ormai sono trentanni che ricercatori di una spedizione russa stanno trivellando lo spessore di ghiaccio, duro come il vetro, che isola perfettamente il lago dalla superficie e grazie al quale lacqua si mantiene allo stato liquido. A mantenere liquida lenorme massa dacqua sarebbe, come spiegano gli scienziati, la pressione esercitata dal ghiaccio sovrastante, o ci potrebbero essere black smokers , fumarole nere, che forniscono energia . Si ipotizza anche lesistenza di una connessione delle acque del lago con gli oceani circostanti. Le trivellazioni eseguite dai ricer-

che si trova nascosto nel cuore profondo dellAntartide. Secondo i glaciologi si tratta di un lago

subglaciale dacqua dolce, un ambiente incontaminato che si estende su circa 10.000 chilometri quadrati e che potrebbe raggiungere gli 800 metri di profondit. La sua estensione lo colloca tra i pi grandi laghi del mondo, paragonabile al lago Baikal in Siberia o al lago Ontario in Nord America. Le sue acque non sono freddissime, hanno una temperatura probabile di -4 gradi centigradi, dovuta probabilmente ad una fonte di calore geotermico proveniente dalla crosta terrestre, oppure da fonti di calore dovuti al decadimento di elementi radioattivi o, addirittura, a meccanismi mareali. Pur trovandosi in assoluta mancanza di luce queste acque potrebbero contenere forme di vita mai viste prima: alcuni microorganismi sono gi stati recuperati dalla colonna di ghiaccio ricavata dalla perforazione e, secondo gli scienziati, le condizioni ambientali sono tali che se ci fossero forme vita, queste dovrebbero sopportare condizioni davvero estreme

22

catori russi per raggiungere il lago Vostok hanno raggiunto la ragguardevole profondit di 3.700 metri. Lobiettivo arrivare almeno a 3900 metri di profondit e prelevare campioni nellambiente circostante il lago per non contaminare le acque, ma avere, ugualmente, reperti che possano testimoniare quello che c nel lago o nel suo ambiente naturale circostante. Gli specialisti russi sperano di trivellare, al pi presto, gli ultimi metri che rimangono, ricordando sempre che questo ecosistema rimasto inviolato per milioBATTERI DEL LAGO VOSTOK: scoperti da J. Priscu a 3590m di 3590m di profondit

delicato ecosistema. Una volta raggiunto Vostock con le trivelle, secondo Lukin, la pressione dellacqua spinger verso lalto un certo volume di liquido che, date le basse temperature, ghiaccer nuovamente, spetter alla prossima spedizione raccogliere queste antiche acque ghiacciate dalle quali verranno isolati campioni da studiare. La speranza che sia possibile individuare organismi adattati alle condizioni estreme in cui si trova il lago: un qualsiasi essere vivente presente che non ha avuto contatti con il mondo esterno da 14 milioni di anni, pu dare notizie sulle condizioni della Terra in tempi in cui luomo non si era ancora evoluto. La NASA, che entro 10 anni mander un criorobot, molto interessata a conoscere la realt della presenza di organismi biologici in queste condizioni estreme. Il lago Vostok rappresenta, quindi, una sfida scientifica alla storia evolutiva sulla Terra, dove sono gi stati trovati microrganismi, batteri, ciano batteri, vicino alle sorgenti di aria sottomarine o nel buio di grotte molto profonde o al di sotto del manto terrestre, in ambienti vulcanici. In questo ambiente surreale accaduto recentemente un fatto, invece, del tutto reale: due donne australiane che stavano attraversando il continente antartico sugli sci, sono state prelevate con la forza da una squadra americana e messe in isolamento in un luogo non precisato. Altro non si sa e non stato detto. Da allora non si saputo che fine hanno fatto le due malcapitate. Lunica cosa certa che la loro scomparsa potrebbe essere collegata con lultimo collegamento radio alla base di Casey, stazione australiana, nella quale le donne affermavano che avevano visto qualcosa di cui volevano assolutamente riferire, ma di cui non osavano parlare per via radio per timore di essere captate. E servito a poco, perch sono state intercettate e isolate rendendo fitto il mistero. La domanda : cosa hanno visto le due donne che non dovevano vedere?

ni di anni ed da preservare da ogni contaminazione. Il 21 gennaio quando stata oltrepas-

sata la profondit di 3.700 metri sembrava che la superficie del lago fosse proprio a portata di mano. Ma non stato cos ha detto al Voice of the Russia il capo della spedizione antartica russo Valery Lukin. Sono per fiducioso ha aggiunto che la stagione di perforazione attuale sar un successo. Abbiamo superato i 3.701 metri, questo importante, un risultato reale, tangibile. Ed per questo che siamo orgogliosi per la nostra scienza ed il nostro paese. I
rappresentanti del mondo scientifico, compresi gli specialisti del clima e della biologia, sono, intanto, in attesa dei risultati ottenuti dagli scienziati relativi i campioni di ghiaccio antico ottenuti dalle trivellazioni. Tali campioni aiuteranno a capire meglio chi o cosa ha causato i cambiamenti climatici fino ad oggi. Ma anche i sedimenti che verranno raccolti nel lago potranno rivelare levoluzione storica del clima nella zona, un fatto di grande interesse per climatologi e geologi. Lattesa alta per un evento che potrebbe portare alla scoperta di nuove forme di vita emerse in un contesto che rimasto separato anche dagli altri 150 laghi subglaciali antartici, costituendo, di fatto, un isola dal punto di vista ecologico. Questo isolamento ha reso unico il lago e non ci si meraviglia che gli scienziati abbiano dovuto superare grosse difficolt per assicurare che le trivellazioni non inquinassero questo

Elisabetta Perazzini

23

Per chi li ha persi nelle sale, pu vedere in DVD gli effetti spettacolari decisamente pieni di colore, in cui domina il rosso cardinale, nel film Habemus Papam di Nanni Moretti, in concorso al festival di Cannes 2011, pluripremiato con numerosi Nastri DArgento e con altri awards.
HABEMUS PAPAM di Nanni Moretti con Michel Piccoli, Nanni Moretti e Margherita Buy - Drammatico, Italia 2011 - Sacher

in Vaticano per rimediare alla crisi esistenziale e ad unattacco di depressione del Pontefice appena eletto che, inaspettatamente, non ne vuole sapere di accedere al sommo seggio, creando grave scompiglio tra i cardinali e disperazione nellimpotente portavoce. Lambiente si moltiplica in un ottimo montaggio in cui si avvicendano gli esterni con migliaia di televisioni privenienti da tutto il mondo, giornalisti e masse di fedeli di ogni razza, sconcertati dalla mancata apparizione del nuovo Papa al balcone che d sulla piazza di San Pietro, nonostante la fumata bianca sia gi stata emessa. E, a contrasto, il privatissimo ambiente dellenclave in cui gli alti prelati provenienti da tutto il mondo giungono a Roma per la

egista ma anche attore , Moretti interpreta il ruolo di uno saccente psicanalista chiamato

votazione. Sono arrivati con le loro manie, con i loro vizi e le loro virt di esseri umani e della loro et... Unelite inquieta e prigioniera di regole inamovibili, ma l omnia exit deve essere violato per la necessit di introdurre un estraneo di grande utilit, lo psicanalista che, tuttavia, non potr agire in mancanza proprio del paziente eccellente. Il Papa fuggito, introvabile. Il medico per rimediare allo sconcerto dei cardinali organizza partite a carte, quiz ed anche una paradossale partita di pallavolo a squadre in cui i ritmi del film si fanno incalzanti, un momento di gags esilaranti. Mentre il ritrovamento in un teatro di secondordine del neo-eletto Papa fuggitivo (un magnifico Michel Piccoli) tocca punte di lirismo commoventi. Non si avverte alcuna dissacrazione, il film condotto con ironia ma anche con benevolenza e induce alla riflessione sulla contradditoriet dei sentimenti umani di chi ha votato la propria vita alla Chiesa e, soprattutto, in chi deve accedere al soglio pontificio, di chi troppo onestamente sente limmane responsabilit di essere il successore di San Pietro e di guidare un gregge di alcuni miliardi di persone. Sulle problematiche interiori del divenire Papa si espresso recentemente anche Joseph Ratzinger nel suo libro Luce del mondo.

Valentina Cardile

24

Il nuovo social network mette su casa, ma non manca il pic-nic con maggiordomo!
Facebook tra album fotografici, gruppi e commenti per funzionare richiede troppo tempo, resta perfetto per le persone anziane per rintracciare compagni di scuola smarriti, ma per il resto che perdita di energie! diverso per i social network professionali dove si incontrano persone che condividono carriere o interessi personali precisi.

a oggi, lattenzione per la neonata community di Linkmyhome, scritto ancora in

pavimento di pietra naturale, per esempio, o un contro-soffitto in camera da letto. Latmosfera generale di Linkmyhome calda, accogliente come di una buona, rassicurante casa. Nellarea market ci sono occasioni per laffitto, per le case di vacanza, per lo scambio di appartamenti, il tutto restando comodamente a casa. Ma lWeb non finisce di riservare sorprese: che ne dite di un Picnic con maggiordomo? Perch via web si pu compilare il modulo di prenotazione sul sito www.butlerforhire.nl. Stabilite unora e un giorno e arriver sul luogo da voi prescelto il vostro maggiordomo in versione lusso: tappeti, cuscini, piatti di porcellana e bicchieri di cristallo. Nel men (da 40euro) coscie di pollo, formaggio, prosciutto, insalata, pane e vino.Con unextra anche salmone e caviale. La scampagnata finita? Telefonate al maggiordomo e lui torner in tempo reale per mettere tutto in ordine!

versione Beta, ovvero sperimentale (appena 2690 utenti per ora, ma se ne prevede la crescita...) dove si incontrano persone che vogliono condividere il loro interesse per tutto ci che casa. Il sito ha unarea aperta a tutti, con i blog, la gallery, i gruppi, il market e unarea riservata a chi si registra con gli utenti e le loro case (si possono caricare fino a 500 immagini). I gruppi sono la parte che pi interessa, poich nascono dibattiti che propongono argomenti utili e di sicuro interesse, si sottopongono si problemi, ci si suggeriscono

Valentina Cardile

risposte, pi

confronta. Larea frequentata, al momento, Interior Design Idee&spunti dove ognuno pu domandare ad addetti ai lavori o a semplici appassionati consigli su come fare un

25

Per la mostra Acquedotti Romani, allestita negli spazi di Cinecittdue Arte Contemporanea, il curatore e idearore larchitetto Franco Purini ha dato appuntamento a trentadue artisti tra architetti, fotografi, scrittori, poeti e anche un musicista.

a mostra dedicata ad un manufatto architettonico, i ruderi degli antichi acquedotti,

stabili e mutevoli, nella sua singolarit -. E non un caso se lo spazio espositvo scelto si trova allinterno di un Centro commerciale che sorge nei pressi delle rovine di celebri acquedotti. Contemporaneit e passato si intrecciano per riflettere sul presente, ma soprattutto sul futuro con le opere presentate dagli architetti Anselmi,

che da sempre segnano il territorio della Capitale. Il loro profilo si pu scorgere ovunque, inconfondibili si ergono ancora con la stessa fierezza con la quale un tempo rappresentava le tappe di un popolo sul cammino della civilt. Mattoncini su mattoncini, masse piene che si alternano a vuoti, si possono scorgere non solo spingendo-

Calatrava, Derossi, Gambardella, Ma0, Mendini, Portoghesi, Purini, Rykwert, Testa, Toso-Giannetti; dagli artisti Aquilanti, Canevari, Dess, Di Stasio, Frongia, Paladino, Pirri, Renda, Serafini, Tirelli; dai fotografi Anelli, Basilico, Becchetti, Natale e Zizola. Protagonista della mostra anche la musica composta per loccasione da Gior-

gio Battistelli. Inoltre vi sono gli scrittori e i poeti Anedda, Damiani, Lodoli, Magrelli, Picca che leggono i loro versi composti su questo tema in un video proiettato allinterno dellesposizione. La mostra visitabile fino al 6 Novembre spazi si verso la Campagna Romana ma anche tra i moderni e lussuosi edifici urbani. I ruderi degli acquedotti sono un elemento architettonico che, assieme ai Pini marittimi, fanno parte di quello spettacolare scenario che, specialmente al tramonto, formano linconfondibile profilo di Roma. Il perch di questo tema per una mostra lo spiega il curatore significa leggere, attraverso la loro capacit di costruire il paesaggio oltre la loro essenza tettonica e architettonica, la citt di oggi nelle sue contraddizioni, nei suoi aspetti espositi di Cinecittadueartecontemporanea. Per informazioni: Tel. 06 7220910

Nicoletta Di Benedetto

26

28

28

A cura dellavvocato Nino Marazzita

1) Mi sono sposata nel 1983 e ho 3 figli, assegnati a me con provvedimento del giudice della separazione che ha disposto anche un assegno di mantenimento a carico del mio ex marito. Tali condizioni sono state confermate in sede di divorzio. Ora che il mio ex coniuge andr in pensione, mi spetter una quota della liquidazione? E in che percentuale? Perugia
S. Lart. 12-bis della L. 898/70 stabilisce che il coniuge nei cui confronti sia stata pronunciata sentenza di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio ha diritto, se non passato a nuove nozze e in quanto sia titolare di assegno di mantenimento divorzile, ad una percentuale dellindennit di fine rapporto percepita dallaltro coniuge allatto della cessazione del rapporto di lavoro, anche se lindennit viene a maturare dopo la sentenza di divorzio. Tale percentuale pari al quaranta per cento dellindennit totale riferibile agli anni in cui il rapporto di lavoro coinciso con il matrimonio.

validit. Al ritorno abbiamo trovato con sommo stupore una bella multa, per non aver pagato il ticket. Mi sembra davvero assurdo, considerando che invece le automobili parcheggiate sui posti riservati ai disabili non avevano alcuna multa. Antonella da Roma

Rossella da

La Suprema Corte di Cassazione con una sentenza che ha fatto discutere (la n. 21271 del 2009) ha stabilito che anche i disabili in possesso di regolare contrassegno sono tenuti, alla stregua di tutti gli altri automobilisti, a corrispondere il biglietto per avere accesso al parcheggio regolamentato da strisce blu. Tale obbligo va osservato anche qualora il disabile riesca a dimostrare che il parcheggio riservato ai disabili in quella zona era occupato da altro disabile o da auto che non aveva alcun titolo per occuparlo. Secondo i giudici della Corte di Cassazione ci deriverebbe da una duplice considerazione: nel nostro ordinamento non prevista alcuna esenzione dal pagamento del biglietto di sosta sulle strisce blu da parte del disabile; anche laddove si autorizzasse la sosta gratuita allinterno di detti parcheggi, il disabile non trarrebbe particolari vantaggi in fatto di maggiori opportunit di trovare altri parcheggi: lunico vantaggio sarebbe rappresentato dal fatto di non aver corrisposto il pagamento del ticket.

2) Sono la moglie di un disabile. Qualche mese fa - era met marzo lho accompagnato ad una visita medica e, non avendo trovato alcun parcheggio riservato ai disabili nella zona (quei pochi che cerano erano occupati abusivamente), abbiamo parcheggiato sulle strisce blu, esponendo regolarmente il contrassegno di in-

29

tartare di salmone affumicato e sedano


ingredienti per 4 persone
1 kg di salmone fresco spinato olio sale pepe bianco q.b. 1 mazzetto basilico e prezzemolo 1 kg di sale grosso 100 gr spezie miste buccia darancia 200 gr zucchero di canna 4 gambi di sedano

Disporre il salmone in una teglia e coprire di sale, zucchero, spezie e buccia darancia precedentemente miscelate, lasciare in frigo per circa 10 ore e successivamente lavare bene sotto acqua corrente.

Tagliare quindi il salmone come per una classica tartare,


condire con del prezzemolo e basilico tritati finemente disponendolo in dei piccoli cilindri per dare la forma.

Per la salsa: frullare il basilico ed il prezzemolo con un po


dolio e un pizzico di sale. Si pu procedere al servizio: disporre la tartare e guarnire con

linsalatina di sedano precedentemente preparata e la salsa.


Il piatto servito.

gaetanocostarestaurant.com

Il segno della Vergine appartiene ai segni di terra, dominato dal pianeta Mercurio, il sole vi transita dal 23 agosto al 22 settembre circa. Nella sfera zodiacale definito il segno pi serio e attendibile, infatti ai nati sotto il segno riconosciuta la grande perseveranza che hanno nel portare a termine qualsiasi cosa, ogni loro progetto non viene mai lasciato a met. Questa caratteristica avvalorata anche dal fatto che Mercurio, pianeta dominante, li investe di una certa intelligenza. Sono attentissimi ai particolari, un forma quasi maniacale, per questo a volte vengono definiti ipercritici, caparbi e poco inclini alle mezze misure, ma dipende solo dal forte senso di responsabilit che hanno verso gli altri e verso tutto. Queste persone raramente agiscono distinto, ma ogni azione e movimento sono la conseguenza di una riflessione fatta a monte. Negli affetti possono risultare poco romantici perch vivono i sentimenti pi cerebrali che passionali. Nei rapporti amorosi non hanno la tendenza a tradire, a meno che non traggano un forte interesse da quellazione. Per, al contrario, se subiscono un tradimento sono capaci di vendicarsi seriamente. Tra i segni zodiacali quello della Vergine eccelle perch i suoi rappresentanti hanno molto a cuore la cura del corpo, per questo sono scrupolosi nellalimentazione e nellidratazione. Tra le attivit e professioni i nati del segno preferiscono quelle in cui lonesta e la fermezza sono il motivo per cui vengono scelte, come la professione medica o la vita militare. Molti nomi famosi del mondo del cinema e dello spettacolo appartengono al segno, tra questi: Ingrid Bergman, Sean Connery, Richard Gere, Sofia Loren, Greta Garbo, Bruce Springsteen. Tra le pietre amano lo Zaffiro; tra i metalli il Mercurio; il Grigio e tra i fiori il Giglio. Giorno favorevole il mercoled. SIRIO

MARA PARMEGIANI ALFONSI QUELLE SIGNORE.. Una storia che prende il via con la vita delle tere greche, etrusche, romane, fino ai nostri giorni. Un libro, un diario segreto, chiuso con un nastro di seta, che racconta le storie di cortigiane e meretrici che, cercando di sfuggire alla miseria e desiderose di emergere, scelgono la strada della prostituzione. Interessante lo spaccato delle cortigiane romane e venete, lamore in convento, la storia di cortigiane reali e fattucchiere, dei bordelli dellItalia nascente, della prostituzione nei casini fascisti con vizi e manie, di cibi afrodisiaci di gerarchi e illustri e uomini di Hitler, per finire con la nuova prostituzione.
Tiratura limitata, presso redazione CHAPEAU Prenota la tua copia chiamando al tel. 06.4500746

...il libro del Mese!

Teatro

pag. 161 Prezzo: 14,50

30

lo trovi anche sul Web!


Visita il nostro sito

www.chapeau.biz

Potrai sfogliare la rivista direttamente on-line!


Vuoi pubblicizzare il tuo esercizio su CHAPEAU?
Visita il nostro sito web:www.chapeau.biz oppure contatta lufficio relazioni esterne al tel. 06.4500746

VITERBO: Corso Italia, 102/104 - Tel. 0761.345113 www.menichelli-gioielli.it

PP

PLAS TICA VETR OFAN IE PVC ADE SIVO


ELETTROSTATICO
VERNICIATURA BLISTER

PVC

stampa

OFF TCHSCRA LARE LENTICO

F -OF IP DR ATI LAMIN

VERNICIATURA UV

Via Ardeatina Km 20,400 - 00040 S. Palomba (Roma) Tel. 06.71300197 - Fax 06.71302974 - www.rotoform.it - info@rotoform.it

CARTA METALLIZZATA

COLLEZIONE DIAMONDIVER Movimento Automatico con datario ore 3 Cassa in policarbonato trasparente Lunetta in acciaio con 140 diamanti carati 1,40 circa Vetro minerale Quadrante in madreperla con 8 diamanti Lancette Superluminova Cinturino in cordura idrorepellente Fibbia personalizzata Corona a vite impermeabile 50 metri

CARBONDIVER Movimento automatico con datario ore 3 Cassa in policarbonato nera Lunetta in acciaio girevole trattata in PVD nero Vetro minerale Quadrante in carbonio Lancette in Superluminova Cinturino cordura pelle Fibbia personalizzata Corona a vite impermeabile 50 metri

+39 0761. 304760 3hitalia@email.it