Sei sulla pagina 1di 1

COORDINAMENTO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO CATANIA

tel. 095 7152675 fax 095 2501611 e-mail fpcgilvvfct@libero.it

Catania, 20/07/2011 Prot. 880/2011 Al p.c. Comando Prov.le dei VV.F. di Catania Direzione Regionale VVFSPDC Sicilia - Palermo

Oggetto: risposta - prot. 27005 - Odg. 322 del 6/7/11

Egregio Dirigente, siamo spiacenti dissentire sulla vostra risposta in merito al problema sollevato con nostra prot. 826/2011 dell8/7 e con la richiesta unitaria di sospensione dellOdg. in oggetto. Sui chiarimenti dellorganico al Centro Polifunzionale siamo ancora in attesa, e facciamo rilevare che la nostra disponibilit al dialogo, non stata assolutamente ricambiata. Ritornando allOdg. 322, le attuali situazioni del personale, nei numeri e nelle condizioni lavorative, non sono sicuramente quelle del 2005; lasfissiante carenza dorganico ci impone di ricontrattare parametri e numeri. Corre lobbligo, inoltre, stabilire i requisiti di scelta prima del provvedimento, per non rincorrere poi le lamentele e le lesioni di legittimi interessi, fra laltro da noi rilevate. Comunque, con tutto il rispetto dei colleghi che svolgono la centrale e indispensabile funzione di Sala Operativa, oggi ci sembrato inopportuna la vostra decisione di togliere unaltra unit dalla partenza. In tempi di disinteresse verso i lavoratori che svolgono il proprio dovere con estrema fatica, insufficiente recupero e condizioni economiche sfavorevoli, non vorremmo che si perdesse il senso generale di solidariet e di responsabilit che ancora si mantiene. Applicare lintesa sui numeri minimi anche alla Sala Operativa sarebbe stato molto meglio che dare limpressione di un ennesimo inciucio e, comunque, sarebbe stata perfettamente in linea con i precetti elencati nel verbale di riunione del 22/6/2011. Ribadiamo, la contrattazione sul personale e sulla organizzazione del lavoro va fatta complessivamente, includendo per esempio Guide Sommozzatori, Centro Polifunzionale, Personale ex articolo 18 e, innanzitutto, linsieme va contestualizzato. Saremo costretti ad aprire una vertenza con codesta Amministrazione se non si metteranno sul tavolo, al pi presto le questioni sin qui argomentate. Cordiali saluti.