Sei sulla pagina 1di 16

SENSORIUM

Breve excursus

Def.e breve storia


Sensorium = somma delle percezioni di un organismo, sede delle sensazioni dove lambiente esterno viene percepito e esperito Tardo XVII sec.: si riferisce al cervello come organo della mente XX sec: Benjamin (lesperienza percettiva del flaneur urbano); Ong (shifting sensorium: dalloralit alla scrittura); McLuhan( la forma della comunicazione plasma il contenuto; le 3 ere)

Sensorium ed esperienza
Benjamin: Nel giro di lunghi periodi storici, insieme coi modi collettivi di esistenza delle collettivit umane, si modificano anche i modi e i generi della loro percezione (Lopera darte)

Sensorium ed esperienza
Ong (1967): The patterned, patterning, coordinated world of sense experience; the entire sensory apparatus as an operational complex The use of human senses togheter to communicate

Sensorium ed esperienza
McLuhan: I sensi umani, dei quali tutti i media sono semplici estensioni, sono anche cariche fisse sulle nostre energie personali e configurano anche la consapevolezza e lesperienza di ciascuno di noi (41)

W. Ong, Orality and Literacy, 1962


Interesse per lo studio della retorica, non solo come arte della parola, ma come strumento per analizzare e risolvere problemi 2 grandi passaggi nel pensiero occidentale: dalla retorica (conoscenza probabile) alla logica (prova, verit); dallascolto di argomentazioni parlate alla vista di dimostrazioni scritte Connessione tra forme della percezione (ascoltare, vedere), media della comunicazione e forme di pensiero

Voice matters

Ong
Voice matters: mondo del suono = I-thou world where, through the mysterious interior resonance which sound best of all provides, persons communicate with persons, reaching one anothers interior, in a way in which one can never read the interior of an object (1962: 2728) La voce crea un contesto che mette in relazione gli interlocutori: la comunicazione viva, interattiva e manifesta linteriorit dei parlanti

Ong: sensorium

Ong: sensorium
(The presence of the World, Yale Lecture, 1967 The patterned, patterning, coordinated world of sense experience; the use of human senses togheter to communicate The entire sensory apparatus as an operational complex Le diverse culture organizzano diversamente il sensorium Oral/aural world: mondo di presenza e compresenza. La cultura solo visiva impoverisce (individualismo, secolarizzazione)

McLuhan: le 3 ere
- Oralit (orecchio): simultanea, circolare, concreta, coinvolgente, interdipendente, tribale

Le 3 ere
scrittura (occhio): analitica, lineare, astratta, individuale, visiva

Le tre ere
Elettronica (sistema nervoso): sintetica, sinestesica, globale, decentrata, neotribale

McLuhan: debiti intellettuali


H. Innis (Empire and Communication, 1950; The Bias of Communication, 1952)
Economista e storico. Influenza processi di produzione su trasformazioni sociali. Tra i fondatori della Toronto School of Communication. I media sono agenti del cambiamento e influiscono sulle forme di organizzazione sociale e istituzionale

E.T. Hall (The Hidden Language, 1959; The Silent Dimension, 1966)
Tempo e spazio come forme culturali implicite ma potenti, che influiscono sulle forme di organizzazione sociale: prossemica e cronemica

Sensorium e percezione del mondo


Il mondo interpretato e esperito differentemente a seconda dello specifico equilibrio tra i sensi che i membri di una cultura condividono, del sensorium che imparano ad abitare (Howes 1991) Ogni cultura un ordine di preferenze sensoriali (McLuhan, 1969, Intervista a Playboy) Prima ancora che interpretazioni del mondo, il senso comune una similitudine percettiva che i membri di un gruppo condividono (gruppi percettivi) Il mondo industrializzato e urbanizzato altera profondamente la relazione tra i sensi

Sensorium def.
Il sensorium il prodotto dellambiente fisico, biologico, sociale e culturale del singolo organismo vivente nel mondo e delle sue relazioni Le diverse dimensioni sensoriali si pongono in una relazione gerarchica generando configurazioni mutevoli entro una ecologia sensoriale legata alla cultura