Sei sulla pagina 1di 1
del 10 Settembre 2008 GIORNALE DI BRESCIA estratto da pag. 27 PRESCUA TALIA Gli amministratori avvertono: MILANO - Lo stabilimento di Bre- ia «brilla, perché convive con Ia cilta», Sono parole del direttore gene tale di Caffaro, Enrico Contu, ehe, tuttavia, ha aggiunto: «Resteremo a ‘Brescia solo se saranno presenti mar- sini, diversamente potrebbero essere percorse altre strade>. Non e’équindi certez~ za sul futuro di uno stabilimento che, in ef fetti, 2 ormal parie (nel Dene e nel male) della nostra citta eineide sul di Caffaro per tun 13% cirea. Proprio per avviare una diseus- sione sulla prospettive del'azienda nel nostro territorio, nei siorni seorsi i vertict di Caftaro han- no incontrato i rappresentanti delle Amministrazioni comunale e provin- ciale, «1 Comune - ha detto Contu = rappresenta umistituzione che certo non ei deve dare una preferenza, ma deve fornire chiarezza di regole e velocita di risposta>. In questo senso, il responsabile risorse umane faro, Carlo Rastrelli (che ha incontra- tonei giomi scorsi fassessore brescia- nno Maurizio Margaroli) ha detto di aver valutato spositivamente le aper- ture che sono arrivate dalla nuova ‘Amministrazione eomunale. Finora - hha aggiunto Rastrelli - Fattegeiamen- to nel nostri confront @ stato diver- 50, con searsa attenzione a proposito della produzione industriale. Ora po- trebbe cambiare qualcosa», Tuttavia, hha puntualizzato Contu, «dalle paro- Jee necessario passareal tat, con un programma conereto>. Tnsomma, la permanenza a Brescia di Caffaro non ¢ seontala ed & sostan- ialmente Jegata a due variabili: il rapporto tra cost ricavi e Fatteggia- mento delle istiturioni nei confront di una fabbrica chimica che sorge ormai nel cuore di Breseia. «Se mi chiede quanto dura la vita'del sito Caffaro di Brescia -ha detto il diretto- rre generale - non posso che risponde- re che non Jo so, perehé ei sono molti «Resteremo a Brescia solo in presenza di utili» interrogativiche altendono um sla». ‘Liazienda conferma che il business @ a potabilizzazione delle acque e, nello stesso tempo, sottolinea che ‘continuano investimenti che testimo- ‘iano la volonta direstare sul territo- rio bresciano. «Proprio in questi gior- ‘nj - ba spiegato Contu - abbiamo ‘dectso di tenere vivo il raceordo ferro- viario enon eseludiamo di sviluppare Brescia anche come polo logistico>. In ogni caso, ha concluso il direttore ‘generale, «con le correzioni che abbia- ‘mo apportato, le previsioni per quan- to riguarda reavt © margini sono positives. ‘Puttavia, il futuro resta incerto € Contu non ba voluto sbilanciarsi sui ppiani aziendali per i prossimi anni. 11 prossimo appuntamento @ per il 2010, quando Caffaro presentera il piano industriale quinquennale. Dal documento emergeranno forse pro- spettive ehiare per il sito di via Mila- 10. (9.10) Fitagio tampa ad use eacusivo del deetnataro, non riprecucile ECONOMIA SERVI