Sei sulla pagina 1di 1

INIZIATIVE DELLA SEZIONE ANMIG DI MODENA PER IL 150° DELL’UNITA’

D’ITALIA

Si propone una breve sintesi delle attività della Sezione ANMIG e Fondazione di Modena, a
conferma della vitalità e della volontà di mantenere viva la presenza nella città, alla cui storia i
Mutilati ed Invalidi di guerra hanno sempre partecipato fin dalla fondazione dell’Associazione e
ancor prima.
E’ stato avviato un ampio programma di manifestazioni ed eventi in occasione del 150°
dell’Unità d’Italia. E’iniziato il 9 ottobre 2010, con l’assemblea provinciale, con una mostra di
Carte geografiche storiche del Ducato estense ed una conferenza magistrale del prof. Marco Cattini,
storico dell’Universià Bocconi di Milano.
La mostra ora è stata proposta anche alla Accademia militare di Modena, assieme alla
presentazione di un volume sulla storia della prima Scuola di Genio, attivata proprio presso il
Palazzo Ducale, attuale sede dell’Accademia, ancora nei primi decenni del 1800.
Sempre all’Accademia si sta proponendo di organizzare l’assemblea provinciale che si terrà
tra ottobre e novembre 2011 presso la sua prestigiosa sede. Durante i lavori sarà presentato il
volume di ricerche sulla storia della Sezione, attualmente in preparazione, che sarà pubblicato in
una collana editoriale dell’Istituto Storico di Modena.
La ricerca è conseguente alla sistemazione dell’Archivio, che proseguirà con analoga
iniziativa per gli archivi delle Sezioni di Castelfranco E. (ora fiduciariato) e Carpi e con la
catalogazione della biblioteca, da parte dell’addetta alla Segreteria della Sezione, che si è resa
disponibile a seguire uno specifico corso di qualificazione.
Altre iniziative: serata pubblica di presentazione a “La Tenda” di Modena, con gli Autori del
volume “Razza Partigiana” e del reading “Basta uno sparo. Storia di Giorgio Marincola, partigiano
dalla pelle nera”, da cui sono state tratte letture sulla figura del partigiano italo-somalo, medaglia
d’oro, ucciso dai nazisti dopo la Liberazione.
Il 28 maggio si terrà, presso il Teatro della Fondazione S.Carlo, uno spettacolo dal titolo:
“Generi Coloniali: Storie, Letture e Musica” sul colonialismo italiano dall’800 al 900. Si tratta di un
percorso che segue la storia d'Italia, cogliendone alcuni momenti "coloniali": all'estero (le diverse
imprese africane, dalla Libia al Corno d'Africa) ma anche all'interno (la "conquista" del Sud, la
bonifica delle paludi pontine) e la modifica dell'identità dell'Italia nel dopoguerra, ad opera della
cultura americana, fino all'integrazione-confronto odierno con altri mondi e culture che irrompono
nel nostro Paese con l'immigrazione. Stefano Calzolari al pianoforte e Francesca Rava alla voce
eseguiranno le musiche che punteggiano la storia del colonialismo italiano. Paolo Bertella Farnetti
(associazione Moxa-Modena per gli altri) condurrà la parte storica, aiutato da Mauro Bompani
(Gioventù Musicale d’Italia) per alcune brevi letture di testi e documenti.
Il vessillo ed una rappresentanza dell’Associazione, come sempre, partecipano a tutte le
manifestazioni e ricorrenze pubbliche, in particolare il 2 giugno una significativa di vecchi e
giovani soci e aderenti contribuirà al dispiegamento della bandiera più lunga del mondo: un
tricolore di 1750 metri, che sarà svolto e attraverserà tutta la città di Modena, evento organizzato
dall’UNUCI.
Si ritiene di assoluta importanza di garantire la presenza e la visibilità dell’ANMIG, agendo
sempre in collaborazione con altre Associazioni, con convergenti interessi, missioni e visioni.

Interessi correlati