Sei sulla pagina 1di 1

Il comunicato apparso in questi giorni da parte di Ikea Italia non ci ha lasciato stupiti.

E’ la
solita strategia, che si ripete, adottata da tutte le multinazionali in tutto il mondo: essere
continuamente sotto la luce dei riflettori. E così è stato.
Quello di Ikea, anziché un addio, invece pare essere un ulteriore richiamo, assordante, in
una fase delicata di spoglio elettorale cui si trovava la nostra Amministrazione, per
ricordare a tutti, politici in primis, che la questione Mega Parco Commerciale – Grande
Distribuzione è ancora aperta. Anzi, si rinnova.
E’ bastato leggere, qualche ora dopo e l’indomani al comunicato Ikea - CTC, i commenti
degli esponenti politici locali che, come in un teatrino, si sono spinti per prendere posto
sulla scena e allungare la mano al “Colosso Cooperativo Rosso” gridando
sommessamente “Non ci lasciare”.
E questo è il caso, riflettendoci seriamente, dei tratti narcisistici, per certi versi deliranti, del
modello consumistico. Tutto sembra disporsi per Ikea – CTC sul piano del valore d’uso e
di scambio. Ogni cosa esiste per essere acquisita e goduta distrattamente, pronti a
passare ad altra. Il ritmo della vita è quello del movimento del denaro, dell’”universale
bagascia del genere umano”, per dirla come Shakespeare. Ma noi, cittadini universali
dell’etica del benvivere, non ci faremo incantare da nessuna sirena.
Vogliamo terminare il nostro comunicato con un esempio che rileva buon senso e
lungimiranza. I sei candidati sindaci che erano in lizza per le amministrative a Francavilla
(Sicilia) hanno fatto squadra per il rilancio del “turismo familiare” nella propria cittadina,
schierandosi contro la trasformazione degli alberghi in appartamenti, e sbarrando la strada
alla grande distribuzione commerciale. Per Francavilla è stato deciso un ruolo da
protagonista all'interno del Parco della costa teatina e l’impegno a lavorare in tutte le sedi
istituzionali competenti per evitare l'applicazione della direttiva Bolkestein. Davvero un
buon inizio: quello che speriamo anche per Vecchiano.

icittadini@gmail.com – www.movisat.org