Sei sulla pagina 1di 2

Italiano

Italo Svevo

1) Dove nacque e quando?..................... a Trieste nel 1861 da una agiata famiglia della borghesia ebraica…
(anno dell’Unità d’Italia)
Quando divenne italiana Trieste?.......................…. Dopo la prima guerra mondiale….
2) Il suo vero nome era Ettore Schmitz, perché scelse il nome Italo Svevo? … perché studiò anche in Germania
e si formò sia su autori italiani che tedeschi.
A Trieste convivevano diverse etnie, quali?... quella austriaca, italiana e slava. Erano numerosi gli ebrei in
città che, dediti al commercio, detenevano il potere economico.
Lavorò in banca per 18 anni e collaborò per 10 anni ad un giornale triestino irredentista, quale?
“L’indipendente”
3) Durante questo periodo abbracciò le idee socialiste e marxiste, ritenendo che la società condizionasse
pesantemente l’individuo.
4) Nel 1892 scrisse Un inetto, che poi si intitolò Una vita, perché il primo titolo era ritenuto poco accattivante.
Nel 1896 si Sposò con Livia Veneziani figlia di un ricco imprenditore.
Nel 1898 scrisse Senilità.
5) Entrambi i romanzi non ebbero successo; abbandonò la scrittura per 20 anni.
6) Freud influenzò molto Svevo con la psicanalisi che tra il 1908 e il 1910 invase Trieste da Vienna.
7) Svevo non credeva che la psicoanalisi potesse guarire i pazienti, ma la riteneva utile per indagare la
psicologia dei personaggi.

Dov’è nato?

Perché si chiamò Italo Svevo?

Da quali idee venne


influenzato?

Come si chiamano i primi


due romanzi?

Ebbero successo?
Quale famoso psicologo
influenzò Svevo?

Svevo credeva nella


psicoanalisi?
Italo Svevo
Italiano
Ettore Schmitz
Unità d’Italia La banca 18 anni
1861
irredentismo L’indipendente 10 anni
Trieste

Cultura italiana e Le idee del La società condiziona


tedesca, ebraica socialismo pesantemente la
società

1892
Una vita (un inetto)
1896
Sposa Livia Veneziani 1898
Entra nella ditta del padre Pubblica Senilità
della moglie Non ha successo
Abbandona la letteratura
James Joyce
1923 1928 muore in un incidente
La coscienza di Zeno stradale
1925 Montale “L’esame”
Elogia il romanzo
Nasce il Caso Svevo

Potrebbero piacerti anche