Sei sulla pagina 1di 1

II VENERDÌ 13 MAGGIO 2011 LIVORNO IL TIRRENO

SUL WEB
Ecco come segnalare Fido sì Fido no
i problemi della città un tema che divide
LIVORNO. Oltre 230 segnalazioni in pochi LIVORNO. Tantissime se-
giorni. I livornesi hanno mostrato di apprezzare gnalazioni sono pervenute nel gi-
“Segnala Livorno”, la sezione del nostro sito ro di pochi giorni su www.iltirre-
web che raccoglie la voce dei cittadini per com- no.it. Il tema dei cani nei parchi di-
porre una mappa dei problemi della città. Sono vide. I genitori non vogliono che i
segnalazioni di buche, marciapiedi sconnessi, viare un messaggio. Sarà cura della nostra re- propri figli possano giocare con il
questioni di viabilità, degrado, sporcizia, catalo- dazione, poi, verificare le singole segnalazioni e rischio di cadere proprio sopra
gate per categoria e distribuite sulla mappa del- cercare, laddove è possibile, una risposta degli una deiezione canina e chiedono
la città in modo da avere una visualizzazione im- enti competenti: un filo diretto che, se ben utiliz- maggiore severità verso chi spor-
mediata dei problemi. Per scrivere a Segnala zato, può essere utile sia ai cittadini che alle ca. I padroni degli amici a quattro
Livorno è sufficiente andare sul nostro sito e in- pubbliche amministrazioni. zampe, da parte loro, rivendicano
Uno dei vialetti del parco di villa Fabbricotti il diritto di portare a spasso il pro-
prio animale. Una mamma, dopo
che la sua bambina ha raccolto

Villa Fabbricotti diventa


LIVORNO.Si è scatenata per l’ennesima volta da terra una
una diatriba sul web, dopo le cacca, si rivolge al sindaco: “do-
segnalazioni di alcuni cittadi- mando a lei che è medico, ma si
ni che lamentavano la presen- può pensare ad uno schifo più
za dei cani nel parco di Villa grande di questo?“. I proprietari
Fabbricotti. Una mamma rac-
conta che la propria bambina
di un anno e mezzo ha raccol-
to da terra un escremento. Ge-
accessibile ai cani: dei cani cercano conferme dalla
circoscrizione, ma le mamme ag-
guerrite non ci credono. “Gentile
padrone del cane che viene porta-
nitori e nonni fanno scudo
contro l’accesso di Fido nei
giardini pubblici. “I cani han-
no già spazi a sufficienza, la
Villa Fabbricotti è uno dei po-
il Comune cambia i cartelli to alla Villa Fabbricotti potrebbe
girare a tutti la mail che ha ricevu-
to dalla circoscrizione dove si
conferma che può portare il cane
alla villa?“. Un padrone per fuga-
chi parchi decenti ancora a di- Ma sale la protesta di mamme e nonne: re ogni dubbio mette online il te-
sposizione dei più piccoli” di- sto della normativa regionale.
cono. La Circoscrizione 3 fa «Mia figlia di un anno ha raccolto una cacca» Il cartello che indica il divieto: sarà oscurato
sapere che i cani possono ac-
cedere nelle aree verdi pubbli- giardini, purché si rispetti riori incomprensioni entro limitate e segnalate”. In atte- scivoli e altalene, quelli trop-
che, ma i cartelli all’ingresso l’obbligo del guinzaglio e del- un mese tutta la cartellonisti- sa che la Regione pubblichi il po piccoli saranno riservati
di Villa Fabbricotti e di altri la museruola nei casi previsti ca sarà corretta”. Il simbolo regolamento di attuazione, in solo ai bambini”. Se gli amici
parchi cittadini dicono il con- dalla legge. E soprattutto, sen- di divieto sarà nascosto da un Comune hanno effettuato un a quattro zampe potranno fa-
trario. Un ginepraio di norma- za sporcare: sono previste Cani nei parchi pubblici: bell’adesivo bianco. Ma le dif- censimento dei parchi e delle re il loro ingresso a Villa Fab-
tive, regolamenti e restrizioni multe di 50 euro. “Il regola- favorevole e contrario? ficoltà non finiscono qui. La aree verdi. «I parchi sufficien- bricotti, Villa Mimbelli e Vil-
che necessita di un po’ di chia- mento dei vigili urbani è or- Commenta sul nostro sito legge vieta l’accesso “in aree temente grandi da garantire la Sansoni, sembra che non ci
rezza. La legge regionale 59 mai datato e per questo in fa- destinate e attrezzate per par- la pacifica convivenza di sia niente da fare per le aree
consente, dall’ottobre 2009, se di revisione — spiega Cri- ticolari scopi, come le aree mamme e padroni - dice Ton- verdi di Banditella e Salesia-
l’accesso dei cani in tutte le stiano Toncelli, assessore al- giochi per bambini, quando a celli - saranno aperti ai cani, ni.
aree pubbliche, compresi l’ambiente — per evitare ulte- tal fine sono chiaramente de- purché non si avvicinino a Martina Corirossi