Sei sulla pagina 1di 4

Giornalino dei Lavoratori della ferrari – coordinato dalla RSU Fiom-Cgil ferrari

Anno IV – N.4

APRILE 2011

rsufiomferrari@libero.it – facebook: rsu fiom ferrari

Contratto aziendale: innanzi Contratto Nazionale separato


Condannata la Ferrari
tutto un Piano Industriale per attività antisindacale
I tribunali del lavoro hanno conferma-
Nelle giornate dell’8 aprile e del 20 aprile, si so- to che il Contratto unitario del 2008 è
no tenuti due incontri per la “partenza” sulla ancora in vigore. I tribunali hanno ac-
discussione in merito al rinnovo del contratto colto i ricorsi della Fiom e hanno rico-
nosciuto antisindacale la condotta della
collettivo aziendale. ferrari (e di altre aziende: a Modena
La discussione è partita, con il segretario della sono coinvolte tra le altre CNH, Mase-
FIOM di Modena, che ha elencato i punti della rati, Rossi ecc…) perché ha esteso a
piattaforma, spiegando perché quelle richieste tutti i lavoratori un accordo nazionale
firmato solo con fim e uilm nel 2009
sono ancora attuali: il cuore della discussione mentre era in corso un contratto unita-
sul rinnovo del contratto integrativo deve par- rio, siglato nel 2008 e approvato col re-
tire da un’analisi completa e complessiva del ferendum dei metalmeccanici. I giudici
piano industriale per tutta la vigenza del con- dichiarano antisindacale la condotta
tratto. della ferrari (e delle altre aziende a cui
la Fiom ha fatto ricorso) per aver ri-
È da lì che si deve partire per sviluppare tutti i temi presenti nel chiesto la trattenuta ai non iscritti di 30
documento votato da tutti i lavoratori nel 2008, iniziando dal euro a favore di fim e uilm, senza infor-
discorso sulle commissioni, che non devono essere un supera- marli che era già in vigore un contrat-
mento del ruolo della RSU, ma gruppi di approfondimento dei to nazionale. È importante sottolineare,
temi che coinvolgono, nelle varie specificità, le questioni lavo- nonostante il dispiacere perverso di al-
rative; sul mercato del lavoro, la nostra proposta, attuale soprat- cuni dirigenti di fim e uilm, che secon-
tutto in un territorio come il nostro che ha risentito in maniera do una sentenza del tribunale di Torino
sensibile per gli effetti della crisi economica, mira all’utilizzo di non può essere messa in discussione
forme di lavoro atipico (es. contratti a tempo determinato e con- l’erogazione degli aumenti economici ai
tratti interinali) stabilendo percentuali massime ed esclusiva- lavoratori iscritti alla Fiom in quanto
mente nel momento in cui non si possa rispondere ad attività vengono interpretati come trattamento
straordinarie, con l’organico in forza. Per i nuovi addetti si ri- di miglior favore. In sintesi: le aziende
chiede un contratto di apprendistato professionalizzante; sulla condannate devono riconoscere a tutti i
questione della sicurezza, abbiamo richiesto un ora aggiuntiva
dipendenti gli aumenti economici pre-
di assemblea retribuita con momenti di approfondimento anche
visti dall’accordo separato, ma possono
per i lavoratori delle ditte esterne; richiediamo sull’inqua-
dramento, un confronto almeno 2 volte all’anno con la direzione
applicare la parte normativa del con-
aziendale e di stabilire un tempo massimo di permanenza al 3° tratto separato. Le norme del contratto
livello con il successivo passaggio al 4°; per il discorso sulla separato verranno applicate agli iscritti
mensilizzazione, si richiede che gli stipendi dei neoassunti, ven- di fim e uilm e ai non iscritti che hanno
(Continua a pagina 2) versato la quota straordinaria
(Continua da pagina 1) be che noi fossimo garanti, insieme ad essa, di un
gano equiparati a quelli dei lavoratori più anziani, sistema che penalizzi, in maniera discriminatoria, i
tramite il pagamento di 11 ore e 10 minuti all’anno, lavoratori che vanno in malattia.
che mancherebbero dalla normale retribuzione ed il
conguaglio di 1 ora e 20 minuti per le festività infra- Quindi la strategia, secondo l’azienda, sarebbe
settimanali per tutti; sull’utilizzo dei PAR, richiedia- creare discriminazioni su discriminazioni, come
mo che venga stilato un calendario annuo per la ge- nel caso del PDR, dove l’azienda si sarebbe espres-
stione di parte di essi; in merito al lavoro disagiato, sa per la definizione di una somma, lontana dalle
chiediamo che si trovi una soluzione per ridurre nostre aspettative, INDIVIDUALE, legata alla
l’orario lavorativo a parità di salario per coloro che presenza e che comunque sia totalmente riferita a
prestino attività lavorativa vincolata (es. Carrozzeria, parametri di interesse aziendale, senza una quota
Verniciatura) e/o notturna; chiediamo che vengano fissa. Per quanto riguarda l’agibilità sindacale, la ri-
definite regole e diritti per i trasferisti; chiediamo che sposta da parte di Ferrari è stata che le controversie
venga adeguato il monteore sindacale, una saletta per sindacali si devono risolvere con metodi diversi da
svolgere riunioni più centrale al passaggio dei lavora- quelli del conflitto e se ci fossero risposte positive su
tori e di un’area adeguata per le assemblee; chiediamo questo discorso, si potrebbe iniziare a parlare del pez-
un intervento con proposte congiunte, che mirino ad zo che abbiamo chiesto noi… Sulla flessibilità,
intervenire con le istituzioni, per la definizione di mi- l’azienda ha dichiarato di avere bisogno della massi-
glioramenti dei servizi che vadano dalle politiche abi- ma tempestività di risposta, ma non ha definito in ma-
tative al trasporto pubblico, per i lavoratori niera esaustiva, le strategie aziendali, rendendo così la
dell’azienda; sul salario, chiediamo che venga conso- richiesta di flessibilità priva di fondamento e motiva-
lidato e mensilizzato il PDR dell’ultima vigenza con- zioni. Senza sapere le attività che verranno svolte, i
trattuale e la definizione di un volumi produttivi, le strategie
nuovo PDR che a regime (cioè di produzione, i nuovi modelli
nell’ultimo anno di contratto) ar- previsti; come si fa a intrapren-
rivi alla somma di 4000€ annui. dere decisioni importanti che
riguardano i lavoratori per i
Spiegate le nostre considerazioni prossimi anni? L’azienda non
sulla piattaforma, l’azienda ha può pretendere che gli venga
ribadito la sua autonomia contrat- firmata una cambiale in bianco.
tuale, rimanendo però nel perime-
tro di un grande gruppo interna- Quelle ricevute, fin ora, non
zionale (?). L’azienda, quindi, sono risposte che rispettano le
ha presentato tre controproposte per lei fonda- esigenze dei lavoratori, né tantomeno sono la risolu-
mentali: 1)l’abbattimento dei picchi del 6% di as- zione dei problemi. La prossima data in cui si par-
senteismo, ritenendo un ambiente lavorativo, il lerà del contratto aziendale, sarà il 5 maggio presso
nostro, ottimale per quanto riguarda le attività la Confindustria di Modena, dove l’azienda ha già
svolte, 2) un nuovo metodo per risolvere le contro- chiarito che avrà dei problemi a presentare il piano
versie sindacali, diverso da quello “tradizionale”, industriale per quel giorno. Deve essere chiaro a tutti
per entrare in un nuovo metodo di relazioni sinda- che trovare uno sbocco positivo al rinnovo del con-
cali “moderne” 3) massima flessibilità degli im- tratto aziendale, deve essere interesse di tutti i lavora-
pianti e delle maestranze. tori e che, memori di quello che è accaduto l’anno
scorso, più o meno in questo periodo, non possiamo
A conclusione del 1° incontro in Confindustria, ab- permetterci, come lavoratori di quest’azienda, di ave-
biamo richiesto all’azienda un documento scritto su re un atteggiamento superficiale nei confronti di alcu-
cui poter elaborare delle considerazioni e soprattutto ni temi “scottanti”. Almeno su una cosa siamo piena-
il piano industriale complessivo, per poter sviluppare mente d’accordo con l’azienda: questo rinnovo deve
meglio le proposte. Il 2° incontro, è stato, da parte avvenire in tempi relativamente brevi, poiché sia-
dell’azienda, un revival del 1°, con il continuo ribadi- mo di fronte ad una “VACANZA CONTRATTU-
re che per la Ferrari i punti fondamentali sono quelli ALE” di oltre 2 anni, dove l’azienda ha già cercato
descritti nel 1° incontro. Per noi la questione fonda- di modificare i rapporti con il sindacato. È chiaro
mentale, su cui bisogna partire, è il piano indu- che alcune iniziative sindacati, a partire dallo sciopero
striale complessivo, anche perché le ricadute che si generale del 6 Maggio, possono creare sbocchi per
potrebbero verificare sul discorso Maserati, per noi favorevoli su discussioni difficili. Abbiamo biso-
l’organizzazione del lavoro nella nostra azienda, gno di un contratto che rispetti le nostre aspettative,
sono molto sensibili. L’azienda ha preso tempo ma quindi vi terremo informati sull’andamento delle
poi ci ha, finalmente, spiegato la sua strategia: vorreb- prossime trattative.
per tutte le lavorazioni delle teste 12 cl. I RLS, i-
SALUTE E SICUREZZA noltre, hanno richiesto informazioni in merito ai
Le segnalazioni dei RLS filtri delle macchine, alle aspirazioni e all'utilizzo
dell'aria condizionata e, come già richiesto in pas-
Nella giornata di Mercoledì, 6 Aprile 2011 i Rap- sato, la sostituzione delle pedane non a norma.
presentanti della Sicurezza di Fim-Fiom-Uilm han- Scaglietti:
no fatto un sopralluogo con la Direzione Aziendale Sul 12 cl., nella postazione 1, i RLS hanno chiesto
nei reparti di Fonderia, Meccanica e Scaglietti. un miglioramento della presa del telaio. In tante
Fonderia: postazioni del 12 cl. bisogna migliorare l'ergonomi-
a. Tanti addetti sono costretti a lavorare inginoc-
I RLS hanno segnalato all'azienda le seguenti situa- chiati e a saldare nelle vetture in posizioni scomo-
zioni critiche: de. RLS hanno richiesto la sostituzione di una cabi-
1)la necessità di un miglioramento delle misure di na sulla linea del 12 cl. Sulla linea dell'8 cl. la si-
sicurezza in fase di scarico degli scarti nel forni tuazione è più problematica ed è il risultato di inve-
fusori. stimenti parziali sugli impianti nel corso degli anni.
2) rendere più ergonomica la presa delle anime sol- Tra le varie segnalazioni che dovranno essere mate-
levando i cassoni nella postazione Conchiglie. ria di approfondimento, i RLS hanno richiesto che
3) la necessita di riparare la griglia in branatura la scocca arrivi sulla prima postazione pulita senza
4) rendere le maschere più stabili con supporti, oli di lavorazioni. Sono stati richiesti dei grembiuli
nella raddrizzatura. più larghi e protezioni per le scarpe. In ferratura,
5) necessità di migliorare il vestiario estivo con abbiamo segnalato che molti addetti lavorano ingi-
l'impiego di t-shirt, nocchiati. Per il momento la ferrari non ha comuni-
6) lasciare l'illuminazione funzionante in tutto il cato i tempi di intervento sebbene si sia impegnata
reparto durante il 3° turno, a porre rimedio alle varie situazioni critiche segna-
7 anticipare la pulizia dei bagni durante il turno del late. L’unico previsto in calendario è per la Sca-
mattino glietti. L’azienda sembra ascoltare gli rls e la rsu
8) migliorare l'efficienza dei carrelli elevatori. solo quando ci sono situazioni a cui porre rimedio.
Meccanica: Un piano prevenzione da discutere non c’è!
I RLS hanno segnalato la necessità di un paranco

Verniciatura: sabati margini delle linee di


comandati per recu- carrozzeria della fer-
peri Produttivi rari e di maserati.
Sul recupero della
n on
Giovedì, 21 Aprile, si
è verificato un proble-
produzione c’è stata
una discussione tra la rincorrere
elicotteri...
ma tecnico consisten- direzione aziendale e
te in verniciatura: du- le delegazioni sinda-
rante la notte si è cali.
svuotata la vasca della
cataforesi producendo Poiché non c’era ac-
una interruzione pro- cordo sulla eventuali-
duttiva che ha coin- tà di allungare gli ora-
volto il 2° turno del ri di lavoro, l’azienda
Giovedì e il 1° turno ci ha comunicato che
del venerdì. In realtà, si servirà delle ore
più che interruzione comandate previste
della produzione, si
sono svuotati i vari
dal contratto naziona-
le per recuperare le
Iscriviti
polmoni che consen-
tono il rifornimento
continuativo e con
scocche effettuando
due sabati lavorativi. alla FIOM
Scaglietti: l’assemblea rivendica fronti dei lavoratori più sindacalizza- plessive sul futuro della Scaglietti.
investimenti per il reparto ti. E’ stata sottolineata la necessità di I lavoratori della Scaglietti richiedo-
un sindacato più unito; no, inoltre, miglioramenti urgenti
A seguito del sopralluogo del 6 A-
Inoltre, i lavoratori del 12 cl. lamen- dell’organizzazione del lavoro e
prile effettuato dai RLS, Il 22 Apri-
tano saturazioni improponibili che danno mandato ai RLS e alla RSU di
le la RSU ha organizzato
non consentono di terminare il lavo- coinvolgere, oltre alla Direzione A-
un’assemblea alla Scaglietti.
ro in postazione; ziendale, la Medicina del Lavoro di
L’assemblea è stata partecipata e ci
È stato denunciato il cattivo funzio- Modena per avviare un percorso di
sono stati oltre 20 interventi di lavo-
namento di vari paranchi, la confu- risanamento del reparto.
ratori che hanno denunciato proble-
sione nella timbratura della fase di Infine, i lavoratori della Scaglietti
mi di sicurezza, problemi ergonomi-
lavoro (pratica non prevista da nasun in assemblea hanno approvato una
ci, di formazione e di qualità.
accordo aziendale), la pericolosità proposta di drastica riduzione del-
La RSU ha richiesto alla Direzione
nello svolgimento di alcuni lavori, le ore di Straordinario per dare un
Aziendale il prolungamento
gli spazi stretti per lo svolgimento segnale all’azienda.
dell’assemblea per approfondire a-
della mansione. L’iniziativa è partita Martedì 26
spetti importanti emersi durante il
I lavoratori, con grande coscienza e Aprile 2011. Purtroppo qualche diri-
dibattito. La Direzione ha autorizza-
maturità, hanno anche voluto condi- gente sindacale (non della Fiom)
to il prolungamento.
videre la necessità di una condotta addetto alla Scaglietti ha già con-
Si è discussa la situazione organizza-
più rispettosa degli orari di lavoro in traddetto le decisioni dell’assemblea,
tiva delle linee dell’8 e del 12 cilin-
modo da rendere molto più credibili effettuando lo straordinario. Questo
dri. È stato comunicato dai lavorato-
le proprie rivendicazioni. non va bene. In conclusione, se non
ri lo straordinario strutturale neces-
La discussione ha condotto i lavora- ci saranno risultati soddisfacenti si
sario per completare la produzione
tori alla consapevolezza della neces- passerà ad iniziative di lotta, così
giornaliera;
sità di interventi strutturali nel repar- come richiesto dai lavoratori in as-
È stato denunciato l’atteggiamento
to in merito alla sicurezza e semblea.
provocatorio di alcuni dirigenti e
all’organizzazione delle linee. Incontro previsto con l’azienda:
funzionari nei sopralluoghi arrivati
I lavoratori ritengono che il Contrat- 3 Maggio 2011
da Maranello e le pressioni nei con-
to Aziendale deve dare risposte com-

AUTOCERTIFICAZIONE: L’INIZIATIVA DEI DELEGATI RICHIESTA RSU-


E ISCRITTI ALLA FIOM FIOM LEGGE 125/91,
Purtroppo la ferrari fa ancora fatica a capire che non può imporre AGGIORNAMENTI
l’autocertificazione agli addetti poiché non esiste alcun accordo sindaca- Ricordiamo ai lavoratori
le. La certificazione della fase di lavoro, la timbratura delle lavorazioni che secondo quanto previ-
implicano da parte dell’addetto una presa di responsabilità che necessa-
sto dalla legge 125/1991,
riamente deve essere disciplinata dalla contrattazione. Se non sono defi-
nite tutele sulla parte disciplinare e un giusto riconoscimento per un valo-
abbiamo richiesto
re aggiunto reso all’azienda, la certificazione non può essere obbligato- all’azienda i dati in merito
ria. ad inquadramento, salario,
La ferrari invece di fare accordi con i sindacati preferisce terrorizzare i assunzioni per genere
dipendenti e imporgli la certificazione. Come lavoratori, iscritti e non ecc… La richiesta è stata
iscritti al sindacato, comunicheremo ufficialmente all’azienda dispo- inoltrata dai delegati della
nibilità alla certificazione NEL MOMENTO IN CUI si troveranno Fiom– ferrari il 18 Marzo
soluzioni condivise che trovino collocazione nel rinnovo contratto 2011. I dati ottenuti saran-
aziendale no oggetto di analisi per
rendere le richieste sinda-
cali più aderenti alle ne-
RICHIESTA DATI SUL LAVORO STRAORDINARIO
La RSU ha fatto richiesta ufficiale all’azienda di fornire i dati del lavoro
cessità reali dei lavoratori
straordinario svolto nel primo trimestre del 2011. La richiesta, prevista della ferrari. In attesa di
dal contratto nazionale, non è fine a se stessa. Infatti, soprattutto in una fase risposte, ricordiamo
di rinnovo contrattuale è indispensabile per capire in quali reparti e perché si all’azienda che c’è
fanno straordinari. Questa iniziativa, insieme alla richiesta dei dati richie- l’obbligo di fornire i dati
sti in riferimento alla legge 125/91 e all’ iniziativa sull’autocertificazione richiesti.
rendono visibile l’attività della delegazione della Fiom attenta ai proble-
mi di tutti lavoratori. RSU-FIOM-FERRARI