P. 1
Il Ki Del Corpo - Di Michio Kushi

Il Ki Del Corpo - Di Michio Kushi

|Views: 999|Likes:
Published by Severian7791sams
http://ilpiccolofocolare.blogspot.com
Monografia sul Ki del corpo, trascrizione di una conferenza di Michio Kushi del 1979, tradotta da Ferro Ledvinka in italiano nel 1983.
http://ilpiccolofocolare.blogspot.com
Monografia sul Ki del corpo, trascrizione di una conferenza di Michio Kushi del 1979, tradotta da Ferro Ledvinka in italiano nel 1983.

More info:

Published by: Severian7791sams on May 06, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

08/28/2013

pdf

text

original

KllSHIINSTITUTE cC 1 Jt'aCia

II &_ - - - - - - - - - - - - - - - ... -

_oQUAD,ERNJ fiELL'ISTITUTO

- -_-

Tlrolo origina!e: «KI CONSTITUTION Of THE BODY» By Michie Kushl COPYRlGHT 1979 By Michie Kushi

COPYRlGl-lT 1983 KUSl-n INSTlTUTE D'lTALlA, Via De' Serragli, 4 - FlRENZE - Tel. 055/218985

Tradualone II cum di Ferro Ledvinka.

LO SPIRITO DELLA MACROBIOTIC A

1. ABBI UNA FEDE INCROLLABILE NEI CONFRONT I DELL'ORDINE DELL'UNIVERSO. Non dovremmo permettere che Ie emozioni e i nostri sensi regolino il destino della nostra vita. Viviamo seguendo la nostra naturale intuizione, lavorando armoniosamente, in sintonia con l'Universo.

2. NON CREDO. Non imitiamo Ie teorie 0 Ie affermazioni di altri. Non limitiamo la nostra liberta con illusioni e misteri. Apprezziamo uno spirito basato sui «non credo» e ricerchiamo instancabilmente, attraverso la nostra comprensione ed esperienza, cia che e chiaro e cia che non 10 e, cia che e reale e cia che e illusione.

3. SII IL SOLO ARTEFICE DELLA TUA VITA. Come esseri umani noi dobbiamo esercitare la nostra facolta di giudizio. Possiamo accettare consigli, suggerimenti e guida, rna solo noi dovremmo agire, essen do gli artefici del nostro destino.

4. SONO IGNORANTE. Essendo umili e modesti, considerandoci gli ultimi anche al limite di identificarci con nulla. Questa e la strada piu breve per la felicita.

5. 10 SONO CIa CHE MANGIO. Noi mangiamo e percio esistiamo, ci muoviamo e pensiamo. Cambiando il nostro cibo noi cambiamo il nostro corpo, la nostra mente, il nostro spirito; come anche la nostra societa, cultura, civilta. Chi e cosciente di questo diventa il maestro del proprio destino; gli altri vivono in schiavitu,

6. SII GRATO PER LE DIFFICOL T A. Le difficolta creano comprensione e gratitudine. Le avversita sono la vera causa della nostra felicita; evitare Ie avversita significherebbe causarci infelicita. Se vorrai essere felice in ogni momento, ricerca Ie difficolta,

7. IL NEMICO E UN AMICO. II nemico ci attacca e ci accusa, ci rende cauti nell'azione, misurati nel pensiero e consapevoli dei nostri limiti e capacita, Dovremmo essere grati ai nostri nemici, essi sono infatti i nostri antagonisti/complementari; poiche vedono, sanno ed hanno cia che noi non vediamo, non sappiamo e non abbiamo.

8. L'UL TIMO DIVIENE IL PRIMO, IL PRIMO DIVIENE L'UL TIMO. Yin cambia in Yang, Yang cambia in Yin, aU'infinito. Percio quando diventiamo persone affermate, dovremmo rimanere modesti e quando cadiamo in basso, non dovremmo mai perdere il nostro spirito di avventura. In questo modo rimarremo sempre in armonia con il sempre mutevole Universo.

9. UN CHICCO ... 10.000 CHICCHI. La vita e un processo di dare e ricevere, piu daremo e piu riceveremo. Date, datesenza sosta, anche cia che avete di piu prezioso, cosi potrete rendere felici voi stessi e 10.000 altre persone.

IL MONDO MATERIALE E QUELLO IMMATERIALE

Buona sera. Questa volta studiamo il cosidetto «Flusso del Ki» 0 la costituzione energetica(Ki) del corpo. In generale nell'educazione e cultura occidentali non si trova accenno al concetto di «Ki» che manca anche nella medicina occidentale nella scienza e nella religione occidentali, invece esso e un concesso fondamentale in Oriente. Questa idea dell'energia Ki e inseparabile dalla medicina, religione filosofia orientali come pure dal modo di vita di quei popoli. Sebbene sia stato espresso in modi che variano da cultura a cultura, in tutte queste cornunita tradizionali l'idea del Ki faceva parte dellinguaggio e della comprensione comuni. In Cina, questa energia e detta Ch'i, in Giappone Ki; in India Prana; oggi 10 si sente menzionare, talvolta, come «energia vitale»,

II motivo per cui quelle culture differenti videro la vita come espressione del Ki sta nel fatto che la loro comprensione dell'uomo, del mondo e della vita era una comprensione irnmateriale, l'orientarnento dell'uomo pili spirituale di quello modemo.

Oggi, molti di noi, compresi i capi religiosi e politici, gli scienziati gli insegnanti e i filosofi concepiscono la vita solo in termini di materia e solo cornpresa nel mondo materia Ie.

Nelle altre lezioni, qui all'Istituto, state studiando la spirale della creazione, 0 della materializzazione, cioe del moto (passaggio) dall'infinitamente grande all'infinitamente piccolo. Questo processo si svolge cosi: nel mota centrifugo dell'infinito che significa

5 pI ro, I e. d~lla...

M o..te.y 10. I, 2z.(A210ne

Pre- A-tOfYlic..O

VQCje. to..ti.

Ammo...Li - Uomo

movimento infinito a velocita infinita, due onde di moto si scontrano, creando una spirale centrifuga; e questa la creazione della polarita 0 di yin e yang. Cia porta alla creazione delle vibrazioni, del mondo delle particelle preatomiche, poi del mondo degli elernenti, del

regno vegetale e, infine del regno animale, che comprende anche l'urnanita,

L'uomo e il punto terminale di questa spira Ie della rnaterializzazione; sono necessari miliardi di anni perche una spirale della creazione maturi fino a divenire completa. Da questo punto terminale, dal nostro state di urnanita.cominciarno a ritomare verso l'infinito, seguendo la spirale a sette bracei della spiritualizzazione 0 dematerializzazione. Pill in la affronteremo in dettaglio anche questo secondo percorso.

I popoli orientali vedono e spiegano il mondo della materia mediante la non-materia.

Essi vedono che inseno al mondo materiale esiste quello immateriale. La materia compare dalla non-materia, come fenomeno di trasformazione; potremmo dire che la materia assomiglia ad un fantasma che sembra compaia dal nulla. In seno a questo mondo materiale, poi, compare anche la vita biologica.

Quindi l'origine di ambedue, materia e non-materia, e questa invisibile forza vibrante, che e detta semplicemente «energia» dalla scienza modema. Ma quando gli antichi parlavano dienergia, non si riferivano soltanto all'energia rintracciabile e palpabile, come ilcalore e la luce. AJ di la della capacita dei nostri sensi e delle nostre macchine di ricerca esiste ancora dell'energia. I Nostri antenati chiamavano tutto questo, l'energia rintracciabile e non rintracciabile, «Ki».

Se pensate che il Ki sia solo energia rintracciabile (rnisurabile) avete ragione, rna solo in parte. Se pensate che il Ki sia solo energia elettromagnetica siete nel giusto ancora una volta, rna solo in parte. II Ki si trova neUe onde infinitamente corte e in quelle infinitamente Iunghe, nel mota vibratorio pill veloce e in quello pill lento. Ki comprende tutta questa gamma, comprende tutto. Ki copre l'intero universe; e un fenomeno universale.

TUTTO it RELA TIVO

Le cose che noi percepiamo come materia solida sono fenomeni che vibrano con una frequenza inferiore alia nostra. Si muovono e cambiano con un ritmo ed una velocita inferiori alia nostra e quindi, a noi, appaiono solidi ed immutabili,

Se quaJcosa, invece ha un moto vibratorio pill rapidodel nostro la percepiamo invece come qualcosa di non solido e la classifichiamo come liquido, gas, plasma 0 vibrazione. Queste cose dunque ci appaiono come solidi, liquidi, gas 0 altro, solo perche le percepiamo partendo dalla nostra propria condizione 0 stato.Se la nostra velocita vibratoria aumentasse classificheremrno quelle stesse cose in maniera diversa. Potrebbe succedere che perfino i solidi ci sembrerebbero gas, tanto da poterli attraversare senza difficolta, La percezione dei fenomeni e quindi relativa al nostro state 0 condizione.

Per comprendere meglio questa relativita possiamo osservare, come esempio, l'acqua.

Da 4° a 100° centigradi sopra zero l'acqua si trova allo state liquido. Al di sotto, se la temperatura si abbassa, l'acqua diventa ghiaccio; cioe diventa pill yin, si raffredda sempre di pili e il mota delle sue molecole si rallenta. Se la temperatura dell'acqua, si alza al di sopra dei 100° Centigradi, avviene il fenomeno dell'evaporazione. Cia avviene perche il calore, essendo yang, fa aumentare l'attivita molecolare; quanto pili sale la temperatura tanto pili Ie molecole d'idrogeno e ossigneo si separano e l'acqua dallo state liquido passa a quello gassoso.

Se l'attivita molecolare continua in tale direzione, I'idrogeno (formato da un elettrone che mota intorno ad un protone) e l'ossigeno (formato da sedici elettroni che mota no intorno ad otto protoni) si separeranno e, con il progressive aumento della temperatura, anche Ie particelle che Ii compongono, elettronie protoni, inizieranno ad allontanarsi. Ad una tern eratura sufficientemente alta potremmo notare la scomparsa sia d'idrogeno che di

ossigeno. lloro elettroni si saranno cambiati in onde energetiche. Potete quindi vedere come il mondodella materia e basato e deriva dal mondo della non-materia.

Onde +
Gas - E.va..poro:z.lone
I-DO 0 c.
L,~uldo- Aequo.. 1
Lf 0 c.
Solido - Ghro.CCiO ~ 0° c. Noi percepiamo l'acqua, in certe condizioni, come un liquidoproprio per il particolare stato della nostra esistenza, basata sulla temperatura del nostro corpo, sulla velocita metabolica delI'organismo, ecc. naturalmente la percezione dei fenomeni varia da individuo a individuo, perche la condizione eli ciascuno e diversa da quella dell'altro.

Ma in generale, come esseri umani, abbiamo in comune un grado di percezione generalizzato e quindi tutti vediamo I'acqua allo state liquido. Ma se vivessimo con una temperatura corporea difTerente ed a una frequenza vibrazionale diversa percepiremmo l'acqua come un solido, 0 come un gas 0 un'onda vibratoria. Dobbiamo, insomma, avere chiaro che la nostra percezione della nostra stessa vita e relativa alla nostra stessa condizione o stato.

Nel nostro ambiente possiamo notare svariati fenomeni come, ad esernpio, la materia solida, i liquidi, i gas e tanti altri. Alcune cose sono dure e compatte, come ad esempio questa lavagna; questa durezza significa che si tratta di qualcosa nella stesso state del ghiaccio. Gli oggetti solidi so no freddi e la loro attivita molecolare e le loro vibrazioni sono piuttosto lente (per noi che osserviamo).

Esiste anche 10 stato liquido, e nelI'ambito dei fenomeni liquidi esistono vari gradi di liquidita; alcuni liquidi sono pill acquosi, 0 fluidi, altri sono pill densi. Lo stesso avviene nell'ambito della materia gassosa, alcuni gas So no pill densi. Lo stesso avviene nell'ambito della materia gassosa, alcuni gas sono pill densi e pesanti, altri sono pill leggeri e rarefatti. Quindi nelI'ambiente terrestre, alcuni elementi 0 composti chimici, sono allo state di solidi, altri allo stato di liquidi, altri allo state di gas, altri ancora si presentano come on de 0 vihrazioni, ecc.; inoltre in ognuno di questi stadi materiali esistono gradi diversi di compattezza. Per esempio, l'oro e un metallo molto soffice, mentre il ferro e pill duro.

Supponiarno che la temperatura della terra aumenti di molti gradi: 1.000, 2.000, 3.000 gradi centigradi, allora tutta la materia, gradualmente si muterebbe in onde 0 vibrazioni. Oppure se la temperatura si abbassasse, e tutto si rafTreddasse moltissimo, allora ogni cosa ci apparirebbe solida.

Pur vivendo in un clima con quattro stagioni, con una certa ampiezza di escursione della temperatura, possiamo capire come la temperatura intorno a noi resti sempre entro dei valori piuttosto limitati; cia porta alia difTerenza di stati della materia terrestre (solidi, liquidi, gas). Tale e il nostro punto di partenza, e il limite delle nostre capacita di osservatori dell'universo. Se la temperatura cambiasse, 10 stato 0 la qualita delle cose cambierebbe. Le galassie diventerebbero delle on de e sparirebbero, i nostri sensi non Ie percepirebbero pill. Oppure potrebbero diventare materia solidificata.

Dovrete quindi sempre tenere presente la relativita del nostro punto di vista cosi da poter capire i fenomeni naturali 0 10 stato di salute delle persone, 0 le lora malattie, ecc. Se vogliamo esprimere un giudizio dobbiamo essere centrati, equilibrati; altrirnenti se siamo troppo yang, tutti gli altri intorno ci sembreranno troppo yin, e se diventiamo troppo yin, tutti gJi altri ci sembreranno eccessivamente yang.

II Ki fattore costituzionale del corpo

II mondo della non-materia e immenso, se confrontato con quello della materia. Se vogliamo poi capire la materia dobbiamo vedere come la materia sia Ki trasformato 0 condensate; in tal modo sara pili facile capire il mondo materiale, capire questa nostro corpo ed anche I'intero universo. Ma se invece di considerare I'aspetto sprituale e quello fisico della vita, pensiamo al nostro organismo sol tanto come un aggregato di materie solide e liquide, comprenderci e comprendere l'universo diventa molto difficile. L'universo e costituito di non-materia e quando consideriamo la vita dal punto di vista materialistico soltanto, consideriamo solo una minima parte di essa.

II filosofo greco Democrito, nato nel 460 a.c. era chiamato «il filosofo che ride» ed era molto rispettato nell'antica Grecia. Democrito riconobbe che la vita consiste di due aspetti, quello pertinente al mondo materiale e quello pertinente al mondo della non-materia, 0, se volete, al mondo spirituale, Egli divise la vita e i suoi as petti in queste due categorie.

Democrito diceva che I'essenza della materia, I'unita pili piccola di materia era l'atomo.

Fu i! primo ad usare questa parola, Avendo separato la vita in materia Ie e non-materiale, inizio a studiare la costruzione del mondo materia Ie. Con I'approfondire i suoi studi, cercando di rintracciare le unita materiali di base del mondo fisico, dimentico 0 perse di vista la comprensione delle onde non-materiali 0 spirituali.

Di conseguenza la nostra scienza moderna e diventata una scienza materialistica; gli scienziati moderni trovano molto difficile comprendere i fenomeni spirituali, 0 l'immaginazione, 0 I'universo nella sua interezza, Vedonosoltanto cia checade sotto I'osservazione dei sensi. Ma il mondo non-materiale e cosi vasto in confronto a quello della materia che, se non 10 comprendiamo, non potremo mai conoscere i segreti 0 il significato di questa vita.

Gli scienziati possono comprendere i solidi, i liquidi ed i gas ed alcune onde, perche queste cose sono percepite dai nostri sensi oppure rintracciate e registrate da una macchina. Ma gli scienziati non possono comprendere tutti quei fenomeni che non possono essere identificati con uno strumento mediante i sensi, cioe non comprendono tutte quelle cose che si trovano al di la della percezione sensoriale; di conseguenza affermano che cose del genere non esistono. Opinioni simili sono basate su di una visione della vita molto !imitata, e quindi non possono condurre alla felicita 0 alla salute 0 alla pace di questo nostro mondo.

Se Democrito e i suoi studenti avessero invece iniziato a vedere, che al posto della separazione e del dualismo, tutte Ie cose sono connesse tra loro 0, in altre parole, se avessero avuto una visione pili unitaria monistica, allora la loro influenza suI mondo modemo sarebbe stata molto diversa.

Attraverso queste considerazioni stiamo cercando di capire la filosofia, la scienza e la medicina orientali di migliaia di anni fa. La costituzione del Ki della Terra e composta cosi: i nostri antenati compresero che una forza giungeva sulla Terra e che un'altra forza usciva dalla Terra, diretta verso 10 spazio. Chiamarono Cielo la forza che giunge sulla Terra, provenientedall'infinita periferia dello spazio e diretta verso il centro del pianeta. La forza diretta verso l'esterno, che essi «videro» muovere da! centro della Terra verso la peri feria dello spazio esterno la chiamarono Terra; la forza della Terra essendo generata dalla

rotazione del e rn a! a se,

I nostri antenati indicarono come yang, la forza del Cielo, poiche il suo moto e centripeto, 0 diretto verso l'interno delgi oggetti e perche provoca uno state di contrazione. Indicarono come yin la forza della Terra, perche il suo mota e centrifugo, 0 di espansione, diretto dal centro verso I'estemo. Ambedue Ie forze si muovono in direzione dellasuperficie del pianeta, una proveniente dallo spazio estemo e I'altra proveniente dal centro della Terra. Queste due forze, di conseguenza si manifestano, si rendono visibili, attraverso la struttura e Ie funzioni di qualunque cosa 0 fenomeno che compare sui nostro pianeta.

La Terra emette maggiormente forza centrifuga nella fascia equatoriale, dove il mota di rotazione assume la velocita massima. La forza del Cielo giunge con maggiore intensita nelle zone polari, specialmente al Polo Nord. Queste due sono quindi Ie regioni di maggiore intensita di carica energetica, rna Ie forze di Cielo e Terra giungono, con intensita chiaramente variabile, su tutta la superficie del pianeta.

Polo NO'rd

del Creio

Polo Sud

Quindi, poiche tutti i fenomeni, compresa la Terra e l'acqua e l'aria che l'avvolgono, e tutto queUo che fa parte dell'intero universo sono prodotti dalle due forze di Cielo e Terra combinate, tutti i fenomeni comprendono queste tendenze opposte rna anche complementario Vale a dire che qualunque cosa ha la tendenza a contrarsi e la tendenza a espandersi contenute in essa stessa. AUo steso modo, qualunque cosa di questa Terra, che si tratti di vita vegetale 0 animale, del modo degli oceani 0 delle nuvole, di civilta 0 culture, qualunque cosa esiste e retta da queste due forze, quella del Cielo, yang e quella della terra, yin.

Questo modo di pensare non e affatto in contraddizione con quello diffuso anticamente anche in Occidente. Nella Bibbia si dice che in principio Dio creo il cielo e la terra e che da questi procede la creazione e la comparsa di tutti i fenomeni. E esattamente 10 stesso di quanto detto dalle tradizionali filosofie dell'Oriente. «Cielo» significa, per que I che riguarda la Terra, tutte Ie influenze celesti che giungono sui pianeta. «Terra» significa tutta I'influenza espansiva che viene esercitata su di noi (e qualunque altra cosa) a partire dal centro della Terra, diretta verso I'infinita peri feria dello spazio.

Attraverso questedue forze, qui sulla Terra ed in tutto I'universo vengono create tutte Ie cose. Possiamo capirlo meglio con un semplice esempio. In una pianta, la forza della Terra influenza maggiormente la crescita e la struttura delle foglie, mentre l'influenza del Cielo riguarda di pill 10 sviluppo e la struttura delle radici della pianta. La stessa cosa

Forzu... de.lla Ter("~

avviene nel corpo umano. La testa .si sviluppa di pill verso I'alto sotto I'influenza della forza della Terra, mentre il corpo cresce verso il basso, essendo maggiormente sottoposto all' influenza del Cielo. II rapporto, di massima, e di 1:7, in un ambito che va da circa 1:5 a 1:10. La struttura e le funzioni del corpo, i vari sistemi di organi ecc., sono tutti composti dalle combinazioni di queste due forze. Questa e la struttura del Ki nell'organismo umano; facciamo un esempio molto sempice.

n

Consideriamo i polmoni, che si trovano nella parte superiore del corpo; quale forza predomina in questo paio di organi? Naturalmente qualunque cosa e fatta da tutt'e due Ie forze di Cielo e Terra, possiamo anche dire da Yin e Yang. Nulla e fatto da1la sola forza

del Cielo, altrimenti diventerebbe sempre pili piccolo contraendosi fino ad un punto infmitamente piccolo e quindi non esisterebbe pili.

Allo stesso modo non esiste nulla che sia fatto esclusivamente con la forza della Terra; se esistesse diventerebbe sempre piu grande ed esteso fino a confondersi con l'Infinito stesso.

Quindi, proprio perche il fenomeno esiste, sappiamo che Ie forze del Cielo e della Terra esistono conternporanearnente; rna in ciascuna cosa le proporzioni di tali due forze cambiano. Alcune cose posseggono una maggiore intensita di forza terrestre, altre sono fatte da una maggiore concentrazione di forza celeste. La diversita esistente tra Ie varie cose e fenomeni dipende dal grado di .presenza, 0 intensita, con cui si manifestano in quel fenomeno le due forze fondamentali.

E interessante notare che nulla e composto con le stesse proporzioni esatte di forza del Cielo e della Terra; percio tutte le cose ci appaiono diverse tra loro e non esiste nulla che sia identico a qualcos'altro.

Ovviamente possiamo anche notare delle cose che si assomigliano molto, gli uomini, se messi in confronto con delle mucche 0 dei coccodrilli, ci appaiono molto simili tra lora; rna tra i tre 0 quattro miliardi di uomini e donne esistenti oggi sulla Terra, non ne esistono due che siano esattamente identici. Tanto per cominciare la lora" data di nascita e diversa, cosi come I'ora di naseita ed il luogo di nascita; anche il loro modo di masticare e diverso, cosi come la loro attivita e tutto il resto. E ovvio che non esistono due persone perfettamente uguali tra loro. Ma tutti sono formati da una mescolanza di forze del Cielo e della Terra. Le differenze esistenti tra gli individui sono in rapporto con queste due tendenze universali. Quindi i polmoni non sono costituiti sol tanto dalla forza del Cielo 0 soltanto dalla forza della Terra. Sono compresenti, invece, ambedue rna una di esse e dominante, mentre I'altra non 10 e. Allora, quale energia e pili forte nei polmoni? La forza dominante che crea la struttura dei polmoni e la forza dena Terra. L'energia della Terra penetra nel corpo attraverso i piedi e la zona degli organi genitali; questi due rami energetici s'incontrano nella regione di Hara, detta Tan-Den in Oriente. Da qui la forza della Terra si dirige verso I'alto, lungo il canale spirituale, che si trova in profondita nel corpo. Naturalmente, questo flusso energetico non segue una linea di percorso rettilinea, la Terra ruota, anche l'energia derivante da essa si innalza seguendo un mota di rotazione.

Siete tutti d'accordo che la Forza della Terra sia la forza dominante nell'influenzare i polmoni? qualcuno ha un'opinione differente?

F o'rzo, del Cle.lo

Forzo.. delle, Ten-a.

La forza del Cielo procede in questa modo, mentre quella della Terra procede in quest'altro modo (vedi figura). Quale forza pensate che contribuisca maggiormente alia formazionedei polmoni? La risposta e: la forza della Terra. Per capire meglio possiamo osservare I'organo opposto ai polmoni. Qual'e quest'organo? Pen so che abbiate gia studiato questo nelle lezioni di Diagnosi. II Colon e opposto e complementare dei polmoni.

Nell'organo opposto e complementare, invece di un paio di organi densi e compatti ne troviamo uno molto esteso in lunghezza e cavo. Come 10 chiamiamo? Intestino crasso 0 colon (vedi figura),

Quale delle due forze e maggiormente presente nel colon? la forza del Cielo. Questo esempio e pill facile da capire. Sebbene la forza del Cielo sia dominante, nel colon arriva anche la forza della Terra, quindi questo organo non e diretto verso il basso costantemente o in rnaniera ornogenea. La combinazione delle due forze a tendenza opposta fa rivolgere il Colon verso I'alto nel lato destro del corpo. Nella zona centrale dell'addome, questa porzione dell'intenstino ha direzione trasversale, rna leggermente inclinata verso il basso, infine, nel lato sinistro, la direzione risultante e verso il basso. Nel complesso, il Colon ha tendenza a dirigersi verso il basso, rna non puo farlo direttamente (in linea retta verticale) a causa della forza della Terra che 10 sospinge, parzialmente, verso l'alto.

In base a quanto detto, allora, quale lato del corpo, quello destro 0 quello sinistro, e soggetto maggiormente all'azione della forza della Terra? II lato destro e maggiormente dominato dalla forza ascendente proveneiente dalla Terra. Nel lato sinistro il movimento e pill evidente verso il basso, quindi la forza del Cielo e maggiormente attiva nel lato sinistro.

Cosa possiamo dire allora dell'intestino tenue? Questa porzione d'intestino procede in questo modo (vedifigura):

"Fe 'j D.-toVe sCiccl 0...

Billo..re

I nre.srino .le.n\.le

Hi! l.CI.. Po..ncrea...s

Storna.co

Quale forza e prodominante, quelia del Cielo 0 quella della Terra? La forza del Cielo.

Ma perche I'intestino tenue e disposto in questo modo e non se ne va gill direttamente? Anche in questo caso la risposta e: c'e una resistenza offerta dalla forza della Terra che spinge verso l'alto. In questo caso, pero, la forza del Cielo e dominante e quindi in definitiva I'intestino va verso il basso.

Vediamo ora il fegato e la vescicola biliare; tra i due l'organo pill grande e il fegato.

Quale delle due forze predomina nel caso del fegato, la Forza del Cielo 0 quella della Terra? In questo caso e maggiore la forza della Terra, sebbene nel considerare il tronco suddiviso in tre parti (regione superiore, mediana e inferiore) affermiarno che la forza del Cielo e piu forte nella regione inferiore, quella della Terra piu evidente nella regione superiore, mentre nella regione mediana ci troviamo in un caso quasi di equilibrio, 0 distribuzione quasi omogenea delle due forze primarie.

Poiche il lato destro e maggiormente influenzato dalla forza della Terra, il fegato deve essere dominato dall'energia terrestre.

y

Che tipi di struttura ha il fegato? Una struttura pill Yin, espansa 0 una pill yang, contratta? II fegato possiede una struttura pill yang; e molto dense e compatto, quindi quest'organo deve essere costruito secondo una spirale energetica centripeta.

Cosa possiamo dire della vescicola biliare? Che tipo di struttura ha? Quest'organo e cavo, cio significa che e costruito da spirali energetiche di tipo centrifugo, che si muovono dal centro verso la periferia. Quindi, sebbene questa coppia di organi possieda una struttura dalle caratteristiche opposte, nel complesso fegato e cistifellea devono essere influenzati maggiormente dalla forza della Terra.

AlI'altro lato del corpo troviamo la milza ed un'estensione di essa, il cosiddetto pancreas.

Troviamo anche un altro organo piuttosto voluminoso e cavo, 10 stomaco. Quale delle due forze primarie e maggiormente presente in questi organi? Dev'essere la forza del Cielo. La milza e un organa yang, compatto; quindi e costituito da una spirale centripeta.

Anche l'estensione della milza, il pancreas, e fatto con 10 stesso tipo di struttura. Ma c'e anche 10 stomaco, un organo cavo, che deve essere costituito secondo una spirale centrifuga. La coppia milza pancreas e 10 stomaco funzionano abbinati (complementari ed antagonisti), nel complesso sono tutti dominati maggiormente dalla forza del Cielo.

Poi verso la zona mediana del corpo, notiamo il cuore; esso e govemato da quale forza?

Sa pete gia che il cuore e suddiviso in due regioni. Una regione del cuore deve essere un po' diversa dall'altra, anche se nell'insieme il cuore funziona come una unita

Un lato del cuore riceve 0 raccoglie il sangue proveniente dalla peri feria del corpo e 10 invia ai polmoni; I'altro lato invia il sangue a tutto l'organismo, dopo averlo ricevuto dai polmoni che 10 hanno arricchito di ossigeno. Inoltre il cuore riceve una forte carica energetica dalle forze di Cielo e Terra attraverso il canale spirituale, questa carica viene distribuita attraverso il canale spirituale, questa carica viene distribuita attraverso il sangue ai miliardi di cellule che compongono il nostro corpo. Notiamo, perc, che, anche se il cuore

funziona come un'unita, ciascuno dei suoi due lati funziona in maniera diversa.

Cia significa che il lato che riceve sangue dall'organismo funziona in Quale modo, pili yin 0 pill yang? Poiche e una funzione di raccolta, cioe raccogliere da tutta la periferia e portare verso il centro, si tratta di un funzionamento yang; rna per fare questo il cuore deve diventare yin, strutturalmente pili espanso. Invece, il lato che invia il sangue dal euore a tutto il corpo funziona in modo yin, e quindi per poterlo fare la sua struttura deve essere pili yang, 0 compatta.

CO-Vitti. del Cuor e,

~

I ,

,

Adesso potete notare in che modo Ie forze del Cielo e della Terra si mescolano per formare l'unita del euore. Quindi il cuore e costituito dal funzionamento contemporaneo della due forze primarie. Ma, da un punto di vista pili generale, Quale delle due forze e maggiore, 0 pili abbondante? La forza della Terra e predominante, per questo motivo la posizione del euore e piuttosto spostata verso l'alto, in riferimento al tronco.

Sh"ntcuro. Q.. sp~ra..le.. del Cuore

Nella regione mediana del tronco esistono altri due organi pari, i reni. Sa pete gia che laforza della Terra procede in questo modo ascendentee quella del Cielo in quest'altro (vedi figg. pagg. precedenti). E ovvio, percio, che il rene destro deve essere un po' difTerente da quello sinistro. Di Quale difTerenza si tratta? II renedestro e un po' pill espanso e si trova un po' pili in alto, mentre quello sinistro e un po' piu contratto e si trova un po' pili in basso. Insomma, il rene sinistro e un po' pili yang e quello destro un poi pili yin. Capite il perche?

Oomanda: Si sta riferendo alia struttura? Un rene e pili dense dell'altro?

Risposta: La struttura, la dimensione delle cellule, la forma delle cellule ed anche la funzione di ciascun rene e diversa.

Oomanda: Un rene e pili grande dell'altro?

Risposta: Si. Ed anche la sua posizione e un po' diversa da quella deIl'altro. la stessa cosa avviene con i testicoli. La loro posizione, dimensione, ed altri fattori sono tutti leggermente difTerenti. Nulla in questo universo e identico a qua1cos'altro. Per le ovaie e la stessa cosa, la loro dimensione e posizione e diversa. Anche i globi oculari sono diversi tra loro. La lora struttura e posizione non e esattarnente la stessa. Potete osservarlo quotidiana-

mente, guardando Ie persone che mcontrate.

Quindi, in natura, e in tutto l'universo, l'identita non esiste. Solo secondo il modo di pensare umano, artificioso, le cose sonG esattamente uguali e identiche.

In realm nulla e esattamente simmetrico; cose del genere non esistono. Gli scienziati pensano, ad esempio, che tra Ie cifre I, 2, 3, 4, 5 esista un valore sempre uguale: uno, cioe che tra 1 e 2 ci sia 1; tra 2 e 3 ci sia I; tra 3· e 4 ci sia lecc. Questo e pero solo un assunto teorico; rna e anche il modo di pensare scientifieo. In realm, nell'universo, una eosa del genere non si veri fica maio Anche in natura non esiste una eosa del tipo: 2+3 = 5. L'eguaglianza, in natura, non c'e. Si tratta solo di un coneetto umano, diun'idea umana,

non di un fenomeno reale. r

Adesso possiamo classifieare gli organi secondo la forza primaria che ha su di loro l'influenza maggiore.

FORZA DEL CIELO Colon

Intestino tenue

Milza - Pancreas/Stomaco Alcune parti del Cuore Un Rene

FORZA DELLA TERRA Polmoni

Fegato

Veseicola Biliare Alcune parti del Cuore Un Rene

II Ki dei cibi

Tra i vari cibi notiamo ehe alcuni aceelerano maggiormente la forza del Cielo; altri, invece, accelerano di piu la forza della Terra. Facciamo qualche esempio. Lo zenzero: conoscete questa pianta? Quale forza aeeelera? Di piu la forza della Terra. La came invece aceelera di piu la forza del Cielo, 10 stesso fa il sale. Lo zucchero, la frutta e i succhi di frutta accelerano maggiormente la forza della Terra. I eereali, in genere, sono abbastanza bilanciati, sebbne nel loro easo predomini leggermente la forza della Terra, anche se, ovviamente, in essi e presente anehe la forza del Cielo. E le bibite gassate, gli analcolici, la Coca-Cola? Piu forza della Terra. E i cibi cotti per molto tempo? Piu forza del Cielo. I cibi cotti appena, scottati cioe, rendono piu attiva qua Ie delle due forze secondovoi? La forza della Terra. Le uova invece attivano di piu la forza del Cielo. II caffe aeeelera la forza della Terra.

In definitiva, se assumiamo dei cibi che attivano sia la forza della Terra che quella del Cielo in modo piu 0 meno bilanciato, le funzioni e la qualita di tutti gli organi saran no certamente buone, rna attenzione: cia non significa che dobbiamo assorbire per meta cibi che appartengono alla forza della Terra e per meta cibi che stimolano la forza del Cielo, rna piuttosto che siano in armonia con le nostre condizioni e con la eircostanza del momento. Se, invece, mangiarno di prevalenza cibi che attivano la forza della Terra, 0 se assorbiamo in eeeesso quegli alimenti che accelerano la forza del Cielo, allora le funzioni di alcuni organi verranno accelerate, mentre quelle di altri organi verranno ridotte. Dobbiamo essere coscienti del fatto chenessun cibo 0 medicina e buono per I'intero organismo. Se un qualche cibo aiuta una parte degli organi deve anche, necessaria mente danneggiare altri organi. Eeeo perche la medicina erboristica tradizionale si serviva sia di ingredienti yin cbe yang.

Se mangiamo dei cibi che accelerano la forza del Cielo, per esempio le uova, oppure se saliamo troppo le pietanze, allora senz'altro alcune funzioni diventeranno molto attive; rna allo stesso tempo altre funzioni verranno impedite. Se vogliamo essere rigorosi dobbiamo dire che non esiste un cibo 0 una medieina che possa assicururc il buono state di salute di

tutto l'organismo. Se una medicina e buona per il fegato, puo essere dannosa per la milza; se e buona per il euore puo essere dannosa per i reni; se va bene per i polmoni puo danneggiare gli intestini.

Quanto detto puo essere applicato alle medicine moderne, ad esernpio agli antibiotici, all'aspirina e a tante altre. Se la medicina e efficace per alcuni disturbi, per esernpio, renali, sara dannosa per gli organi a tendenza opposta. Quindi la medicina pill efficace e pill forte e anche la pill dannosa. Eun vero peccato che la medicina moderna non si accorga di questo.

Abbiamo visto come il corpo possa essere suddiviso in tre regioni: superiore, mediana e inferiore che sono dominate rispettivamente daIla forza della Terra, da una forza intermedia tra Ie due forze primarie e dalla Forza del Cielo. La regione mediana e il luogo dove le due forze entrano in collisione. Nella Medicina Orientale, queste tre regioni vengono dette San-Sho 0 tre calori, rna possiamo anche chiamarle Triplice Focolare. I punti centrali delle tre regioni sono rispettivamente i chakra del cuore, dello stomaco e dell'hara. Questi punti vengono usati per la diagnosi e per terapia nell'Agopuntura, nella Shiatzu con imposizione delle mani e in altre tecniche ancora.

Questi chakra influenzano Ie differenti attivita fisiche, mentali e spirituali in ciascuna regione. In effetti questi si trovano in profondita, prossimi alle vertebre, rna ad essi corrispondono sulla pelle due punti superficiali ed e attraverso di questi che si effettuano diagnosi e trattamento. Anche il canale primario, si trova in profondita, lungo di esso scorrono le due forze del Cielo e della Terra. Questo viene anche detto canale spirituale. Detto canale lungo il quale scorre dell'energia di tipo elettromagnetica, insieme al triplice focolare e molto importante per tutte le funzioni corporee dal punto di vista della nostra costituzione energetica, del Ki.

II Ki penetra nella Terra seguendo la traccia di una spirale centripeta, sia attraverso il polo Nord che il polo Sud; sebbene l'energia proveniente dal Nord sia un poco pill forte. La sua funzione e condensare e di contrarre e porta alla formazione del nuc1eo della Terra; inoltre costruisce anche il mantello e la crosta della Terra. Nucleo, mantello e crosta. 11 medesimo processo avviene in ogni cosa, per esempio nelle mele, nei meloni ed anche nel nostro corpo umano. Ma se prendiamo un frutto come esempio questo processo puo risultare pill evidente.

Pelle

Te.rra

Frutta

Cro~)t:a

Nel caso della mela, il nuc1eo e la parte centrale in cui vengono prodotti i semi;il mantello e rappresentato dalla polpa, la crosta in questo caso, c divcntata la pc llc del frutto.

Nel nostro corpo indichiamo con il nome di chakra la zona attraverso la quale penetra la forza del Cielo e viene emessa la forza della Terra e Ie zone attraverso cui penetra la forza della Terra e viene scaricata la forza del Cielo; cio fa parte della costituzione del Ki.

Ma anche in altri punti, lungo il canale spirituale, esistono dei chakra in numero di cinque; anch'essi situati nelle profondita del corpo. Questi chakra indicano i luoghi dentro il corpo nei qua li Ie forze del Cielo e Terra entrano in collisione. Successivamente, Ie due forze risultanti si allontanano seguendo un mota a spirale e portano alla formazione di vari organi interni, delle membra.

Sulla terra, poi, notiamo anche delle linee 0 fascie che del resto S1 notano anche nella frutta 0 negli ortaggi, come nelle zucche 0 nei cocomeri. Conche nome indichiamo Ie fascie che si trovano sulla Terra? Catene montuose. Anche sotto gli oceani esistono delle catene montuose, mentre sulla superficie notiamo le Ande, Ie Montagne Rocciose ed altre grandi catene di montagne. Anche nell'estremo Oriente, in Giappone e nelle Filippine si trovano delle catene montuose.

Quale genere di fenomeno si manifesta lungo Ie catene montuose? I vulcani, 11 tlusso d'energia Ki, sotterraneo e proveniente dai due Poli, circola continuamente provocando la liquefazione del nueleo centrale della Terra. Questa energia aumenta la carica del nueleo e poi viene alla superficie; di conseguenza, in alcuni puntidelle catene montuose, avvengono delle eruzioni vulcaniche. Inoltre, dopo milioni di anni di rotazione terrestre sempre intorno al medesimo asse che cosa succede? Un ribaltamento. Avviene un ribaltamento dell'asse di rotazione terrestre che ha come effetto un cambiamento dellarotazione della Terra. Dopo altri milioni di anni avviene un altro ribaltamento dell'asse. Di conseguenza alcune catene montuose sono dirette in un senso mentre altre sono dirette in un'altra direzione. Se osservate un mappamondo potete osservare piu chiaramente tutto questo.

Questo tipo di attivita vulcanica avviene anche negli esseri umani. L'energia ci penetra attraverso i nostri punti polari Nord e Sud, crea vari organi interni e poi viene alla superficie come succede per le catene montuose, producendo cos! delle linee di carica elettromagnetica alia superficie del corpo.

Tali linee di carica vengono chiamate meridiani energetici e quei punti di attivita vulcanica, dai quali fluisce l'energia interna ed attraverso i quali altra energia Ki dell'ambiente ci penetra vengono detti punti dei meridiani.

Quindi se il corpo e attivo sappiamo che le forze di Cielo e Terra 10 stanno continuamente ricaricando. Se questa carica e eccessiva, alcuni organi interni sono molto piu attivi; cio puo avvenire mangiando dei cibi che generano un'abbondanzadi forza del Cielo 0 della Terra. E naturale che i meridiani superficiali si saturino d'energia e che lungo il meridiano avvengano delle attivita di tipo vulcanico, in alcuni punti particolari ed anche in alcuni punti terminali collegati direttamente con l'interno del corpo. Se, invece, mangiamo dei cibi che rallentano il flusso di energia Ki, cibi che causano ristagni, allora i punti lungo i meridiani e i punti terminali diventano meno attivi e quindi stagnanti.

Se osserviamo alcune fotografie fatte con una camera Kirlian noteremo come in aJcuni individui l'energia fuoriesce in modo eccessivo, mentre in altre persone l'energia in uscita e molto lertta e debole. Essere sani significa che il flusso di energia Ki deve essere equilibrato, ne tluire troppo in fretta 0 troppo abbondante ne scorrere lenta 0 debole.

Se mangiarno dei cibi estremamente energetici come la came, il salmone, Ie spezie 0 delle erbe medicinali molto forti come 'il ginseng ci procuriamo la tendenza ad un flusso di Ki instabile, come quello di un torrente, che in aJcuni periodi 0 giorni e molto forte mentre dopo ristagna 0 sparisce addirittura.

Con un'alimentazione del genere ci si puo sentire sessualmente piu attivi e potenti, per un certo periodo, rna 10 state generale del corpo, inevitabilmente, diventera sbilanciato. Succedera che alcuni punti, lungo il meridiano, saran no molto efficienti, rna altri punti

dovranno per forza essere in cattive condizioni. Ecco perche il nostro cibo dovrebbe essere bilanciato, in modo che le nostre azioni, il nostro pensiero e le nostre sensazioni siano anch'esse bilanciate,

L'origine della nostra liberta

Nel regno della Natura esiste una differenza tra i vari tipi di vita biologica. Nel caso di vita non-anirnale, la carica portata dalle forze di Cielo e Terra avviene meecanicamente; questa e l'energia fondamentale ehe crea e dirige queste vite. Per le piante, e tutto il regno vegetale, la forza della Terra sale dal centro del nueleo terrestre, attraverso il terreno, scorre nelle radici e sale lungo il fusto e gli steli portando energia e dando carica.

Ma nel caso della vita animale, oltre a questo flusso primario di Cielo e Terra, noi assorbiamo, secondo la nostra libera volonta e il nostro giudizio, altre energieanche dal mondo circostante; attraverso di esse generiamo altra energia nell'interno dei nostri corpi e la emettiamo. Cia viene compiuto mediante il tipo di cibo che mangiamo.

Questa e la differenza fondamentale esistente tra il mondo animale e tutte le altre forme di vita. Tutto riceve la carica di Cielo e Terra rna nel caso degli esseri umani non c'e solo 10 scorrere naturale, meccanico di queste energie, noi possiamo alterare il flusso naturale del Ki. Possiamo anche assorbire, solo che 10 vogliamo, delle case che ci caricano dall'interno verso l'esterno. Queste cose Ie chiamiamo eibo e bevande.

Come si manifesta questa ditTerenza? Nel caso di Terra e delle sue manifestazioni, c'e unita, Mai nostri corpi sono una combinazione di due unita la testa e il tronco e tra queste due units c'e un collegarnento.

Osservando il corpo notiamo che qui, stranamente, c'e un apertura che possiamo aprire e chiudere liberamente a volonta. Servendoci di questa possiamo alterare il flusso di Ki che penetra nel corpo 0 che esce dal corpo. Alcune volte possiamo produrre una carica pili forte, altre volte rendiamo questa carica meno forte. Cia e fatto dalla nostra libera volonta; e un esercitare la nostra coscienza e un esame per il nostro giudizio. II punto e: in che modo stiamo usando questa liberta di scelta nel controllare la nostra vita e per creare il nostro destino. Dobbiamo essere profondamente coscienti di cia.

Dove si trova questa apertura? E la bocca. Dentro di essa c'e l'ugola, una cosina strana sospesa al palato, nel fondo della cavita della bocca. Si nota che fino alla radice delJa lingua il corpo e collegato; e poi c'e uno «spazio», Questo spazio e proprio il punta ehiave della nostra libera volonta di esseri umani. A partire da questo punta possiamo alrerare il flusso delle forze di Cielo e Terra.

Quando pratichiamo la meditazione per raggiungere l'unita tra Cielo e Terra nel nostro eorpo colJeghiamo la lingua all'ugola. In questo modo ci ritroviamo nello stato in cui, meecanicamente, siamo diventati materia; cioe siamo meccanicamenti soggetti al flusso delle forze di Cielo e Terra.

In questo stato ei troviamo automaticamente equilibrati nel nostro ambiente e in questo

universo.

Domanda: Dove si trova l'ugola?

Risposta: Se apri la bocca, vedrai in fondo, una cosa strana che pende; quella e l'ugola. Questa apertura viene usata per parlare, per respirare, per mangiare e bere; e il punto

chiave di una vita felice. Questa e la connessione tra la nostra mente e il nostro corpo. Il modo in cui la usiamo determina il nostro destine ed anehe la durata della nostra vita, la salute e la felicita e 1a chiarezza del nostro giudizio.

Se i bordi di questa apertura fossero congiunti non avremmo la possibilita di esercitare liberamente la nostra volonta. In questo caso, non appena carnbiassero i motidei corpi celesti, anche noi cambieremmo irnrnediatamente per trovare il nuovo equilibrio. Le nostre funzioni si adeguerebberoimmediatamente e meccanicamente all'ambiente circostante che cambia. cia significa che cambieremmo automaticamente, dal giomo alia notte, dall'estate all'invemo e COS! via. Ma questa zona non ha un collegamento fisico, materiale; proprio per questo abbiamo la liberta di unire 0 staccare, di avvicinare 0 allontanare i bordi di tale apertura; in tal modo possiamo regolare la carica della forza della Terra che va verso il cervello e la carica della Forza del Cielo che va verso il corpo. In questo modoi possiamo adattarci, liberamente, all'ambiente. Proprio per questa particolarita siamo liberi di recarci dovunque, su questo pianeta ed anche su altri pianeti, possiamo fare cioe tutto quello che ci piace.

Da un cattivo uso di questa apertura derivano delle idee strane del tipo: «Siamo soli, separati dal res to degli esseri viventi», «Siamo in grado di lottare contro l'ordine dell'universo», «Dobbiamo sottomettere 0 conquistare la natura». E per questo motivo che sentiamo i dottori dichiarare che il cancro deve essere sconfitto, mentre i filosofi dicono che dobbiamo piegare la natura egJi scienziati atTermano che possiamo conquistare gli spazi interplanetari. Ci sono tante idee pazze di questo tipo.

Dal modo in cui usiamo questa apertura, derivano le diversita di civilta e cultura, e tante altre. Da un punto di vista strutturale, questo e il modo in cui possiamo alterare il flusso del Ki a partire da tale punto: l'ugola. Vi prego di usare questa apertura in modo saggio.

Questa sera ci fermiamo qui, rna la settimana prossirna continueremo ad esaminare questo argomento. Ci sono delle domande?

Domanda: Vorrei capire meglio perche il lata sinistro del nostro corpo e influenzato dalla forza del Cielo e quello destro dalla forza della Terra.

Risposta: Qualcuno 10 sa? (Nessuno risponde). Va bene, alIora questa e il vostro «com pi to» per casa fino a .martedi prossimo.

IL CICLO DELLE CINQUE TRASMUTAZIONI

Possiamo capire meglio il flusso dei Ki nel corpo seguendo I'antica classificazione usata dalla Medicina Orientale, chiamata «Teoria dei 5 elementi» rna e pili esatto dire «Cicio delle Cinque Trasmutazioni» anche qui si parla del modo di fluire del Ki e del tipo di energia. Vogliamo fermarci su questo punto per altri cinque minuti? Bene.

Dovunque nel mondo relativo, avvengono questi stadi di trasformazione: sono la manifestazione dei movimenti dall'espansione Yin alia contrazione Yang e dalla contrazione all'espansione.

Questo ciclo di cambiamenti si ripete in continuazione senza soste. E un argomento di studio pili appropriato al Secondo Livello di studi rna possiamo approfondirJo un poco anche adesso.

Sappiamo che le forze di CieJo e Terra fluiscono lungo il corpo attraverso il canale spirituale che si trova in profondita nel tronco.

II Ki scorre, anche, lungo j canali detti meridiani del corpo. Allora quale organa e direttamente connesso con il flusso di queste forze del Cielo e della Terra? Qualunque esso sia deve possedere una grande energia. E il cuore. Sa pete bene che il euore e grosse modo al centro del corpo, sebbene sia leggermente spostato a verso sinistra, Ci sono altri organi situati lungo il percorso del canale spirituale? Sapete che I'intestino tenue e anch'esso in linea con il flusso di Ki. Ambedue gli ogani sono molto attivi e carichi d'energia; uno di essi e pili piccolo e compatto, mentre ]'altro e pili esteso e cavo. Allora quali organi del corpo sono retti maggiormente dalla ascendente forza della Terra? II fegato e la vescicola biliare sono maggiormente govemati da questa forza ascendente. Quali organi poi sono pili prossimi ad uno state di ristagno 0 scarso flusso energetico nei due sensi, che si tratti di forza del Cielo 0 della Terra? Attenzione, non c'e vero e proprio ristagno rna il Ki in questa caso e molto lento, non c'e carica energetica molto attiva. In quali organi, dunque, il Ki non scorre velocemente ne verso I'alto ne verso il basso? I polmoni e il colon hanno queste caratteristiche. Con 10 studiare pili approfonditamente Ie loro funzioni comprenderete meglio. Forse 10 avrete gia studiato nelle lezioni di Diagnosi.

I polmoni sono dominati in prevalenza dalla forza della Terra, rna ricevono, senz'altro anche l'energia del Cielo. L'interazione di queste due forze produce un Ki lento. II colon funziona maggiormente sotto I'influenza della forza del Cielo, rna ovviamente riceve anche la forza della Terra; si produce come un attrito, quindi abbiamo un rallentamento del flusso delKi, come un «ristagno», Potete cambiare questa parola: ristagno, se non la trovate appropriata. Po tete dire: organi che non sono pienamente carichi 0 qualcosa di simile.

Quali organi assorbono di pili ambedue Ie forze di Cielo e Terra? I reni ed anche la vescica. La vescica ha una funzione rivolta verso il basso, quindi apparentemente la forza del Cielo e dominante. Ma in questo caso, anche la forza della Terra arriva alla vescica con molta energia, quindi, questi due organi ricevono Ie forze di Cielo e Terra, abbondanti e molto attive. Reni e vescica si trovano in posizione mediana, nel punto di scambio tra la forza del Cielo e quella della Terra, tra la forza ascendente e quella discendente. Ecco come sono i reni e vescica dal punto di vista energetico. Capite?

Per cercare di capire questi stadi dobbiamo considerarli comestati 0 caratteristiche del Ki, Lo stato solido e molto duro e denso. Lo stato liquido e Ki che inizia aespandersi. Lo stato di legno e un'ulteriore espansione verso l'alto e verso l'esterno. Infine 10 stato di plasma e il punto di massima espansione di tale cicio. Conoscete il plasma? Che cos'e? Assomiglia all'attivita del fuoco. Gli e1ettroni diventano molto attivi e iniziano a espandersi. Se continuiamo in questa direzione, dispersione, oltre 10 stato di plasma ci addentreremo nel mondo invisibile. Quindi il plasma si cambiera in onde vibratorie; potremmo dire che questo e l'inizio del mondo spirituale, la porta del mondo immateriale. Noi invece viviamo nel mondo materiale dei fenomeni, quello rintracciabile ed osservabile dagli scienziati.

Ma dopo esserci avventurati al di la della stato di plasma, entriamo nel mondo invisibile che i nostri sensi non so no in grado di percepire.

Dopo 10 stato di massima espansione, quello del plasma, il Ki cambia direzione, poiche gli estremi si mutano nel loro opposto. Quindi il Ki si dirige verso il basso e verso l'interno, verso 10 stato di solidificazione. Questo e 10 stato di terra. Questi sono i cinque stadidel cielo di trasformazione del Ki. Dallo stato di terra il Ki continua nella direzione yang, verso 10 stato solido sempre piu compatto; quindi il ciclo ricomincia da capo.

Che cosa significa 10 stato energetico di materia solida? Quale potrebbe essere un esempio di questa condensazione? II metallo. E un esempio dello stato di legno e dato da un albero. Provate ad immaginare il flusso dell'energia dell'albero, che sale verso l'alto e si dirige verso l'esterno. Ricordate pero, che questi sono solo esempi molto semplici, tratti dalle cose che vediamo intorno a noi, per riuscire a visualizzare i differenti stati del Ki. Ma non fermatevi agli oggetti 0 fenomeni materiali, cercate di immaginare il tipo di flusso energetico che ogni esempio suggerisce. Abbiamo gia detto che 10 stato di plasma e simile al fuoco, 10 stato di incipiente solidificazione rna in cui 10 stato solido non e complete, compatto, assomiglia al terreno, al terriccio.

Tenete presente che questistati non sono il fenomeno rna sono gJi stati attraversati dall'energia vibratoria del Ki, Possiamo capire che a1cuni stadi del Ki sono molto attivi, c'e un intenso scambio, movimento di cariche, ricchi d'energia, come 10 e il fuoco. Questo stadio del Ki influenza di pili quali organi organi? II cuore e l'intestino tenue. Come sapete, questi organi si trovano direttamente sui canale spirituale e quindi ricevono attivamente la carica del Kl, come il fuoco.

In seguito la tendenza del Ki e di dirigersi verso il basso, influenzando la milza/pancreas e 10 stomaco; in questi organi la qualita del Ki e simile a quella del terreno. II Ki continua nella direzione Yang a scendere verso il basso ed influenza i polmoni ed il colon; a questo punto siamo allo stato di metallo, il Ki e molto lento, c'e scarso scambio di carica energetica diretto verso l'esterno. Da cui il Ki ricomincia ad essere pili espansivo, influenzando i reni e la vescica. In seguito il Ki fluisce verso I'alto, attivando it fegato e la vescicola biliare. E poi va ancora pili in una direzione espansiva, verso l'esterno in alto; a questa punto influenza il cuore e l'intestino tenue e le funzioni del maestro del cuore e del triplice focolare. Studieremo pili avanti queste due funzioni.

La Parol a di Gesil

Prima di concludere, studiamo a1cune parole di Gesu, Una volta i discepoli si raccolsero intorno a lui e gli chiesero: «Chi sei tu, che puoi dire queste cose a noi?» E Gesu rispose loro: «Da quello che vi dico non capite ancora chi io sia? Siete diventati come i Giudei, poiche essi amana l'albero rna ne odiano il frutto. E amana il frutto, rna odiano l'albero.»

In questo caso, indicando i Giudei non si riferiva in particolare agJi abitanti della Palestina, rna a chiunque vivesse a quel tempo in quel dato tipo di societa. Noi potremmo dire che si riferisse a tutta la popolazione del mondo. Che cosa significano quelle parole di

Gesu? La popolazione era diventata .... ? Dualista. Avevano cominciato a pensare che questo e giusto e quello e sbagliato. Avevano dimenticato che ogni cosa ha un fronte e un dietro un lato apparente e uno nascosto, opposto e complementare; che se c'e il bene, ci deve essere anche il male; che se esiste la bellezza deve esistere anche la bruttezza. Queste cose, infatti non possono essere separate.

Queste persone, quelle che sono diventate dualiste, dimenticano che se una certa medicina e efficace per un disturbo, ad esempio il ginseng, deve anche necessariamente, essere dannosa per una funzione, 0 tendenza, opposta a quella dell'organo malato.

In breve, il modo di pensare di queste persone e restrittivo, Questo genere di pensiero non potra mai capire questa vita ne risolvere i problemi del nostro mondo.

Poi, Gesu disse: «Perche siete venuti nel deserto? Per vedere una foglia agitata dal vento o per vedere un uomo coperto di ricche vesti? Guardate i vostri re ei vostri grandi uomini e coloro che si ricoprono di vesti sontuose, essi nonsono in grado di conoscere la verita.»

Capite che cosa Gesu diceva? Cosa cercava di dire e piu 0 meno questo:«Siete venuti in questo mondocome esseri umani e vedete intorno a voi succedere tante, tante cose. E i grandi re 0 Ie persone importanti sono ricoperti di abiti sontuosi; cia e paragonabilea voi che siete venuti fin qui e vi ritrovate in un deserto. Cia e avvenuto perche quei re, quei grandi uomini non conoscono la verita,» In altre parole Gesu indicava che costore era no soltanto preoccupati del mondo della materia ed avevano dimenticato il mondo spirituale, lit dove la materia non esiste piu. Gesu, quindi Ii avverte che i loro capi 0 governanti, non considerano il corpo come energia Ki e quindi sono incapaci di unificare il mondo immateriale con quello materiale.

Ed ancorn, Gesu disse: «Perche Iodate il lato esterno della tazza? Non capite che chi ha fatto il lato esterno della tazza ha fatto anche l'interno?» Cosa sta cercando di dirci qui? Che tutto ha un diritto ed un rovescio, un fronte ed un retro, e che dovremmo vederlie considerarli tutt'e due, invece di tralasciarne uno a favore dell'altro. Anche qui Gesu cerca diesprimere una comprensione unificante e non dualista.

Gli insegnamenti di Gesu sono molto interessanti, se conoscete Yin e Yang; Quello che lui cercava di insegnare e la non-dualistica legge del «Tutto cambia», il principio unico e Ie sue applicazioni. E questo e la Macrobiotica.

Quindi tutti i nostri studenti, qui all'Istituto Kushi sono in possesso della chiave per comprendere l'ordine della vita.

Potrete diventare medici capi spirituali, filosofi di prim'ordine i piu elevati tra tutti; e potrete unificare tutte Ie cose per mezzo della comprensione di yin e yang. Sviluppiamo, percio, una buona comprensione di tutto questo. Grazie.

I SKnE PRINCJPI DELL'ORDINE NATURALE

I. Tutte Ie cose sono una differenziazione deWlnfinito Uno.

2. TU[[a cambia.

3. Tutti gli antagonisti sana complementari.

4. Non esiste nulla che sia identico a qualeos'altro.

5. Cio che ha till davanti ha auche Ull diet.ro.

6. Quante piu grande e il davanti, tanto piu grande e il dietro.

7. Go che ha un inizio ha una fine.

I.E DODln MANlFE.'STAZIONI DEL PRlNClPlO UNfeO

L L'infinito Uno si differenzia in Yin e Yang, poli che si rnanifestano quando l'infinita rona centriluga arriva al punto geornetrico di bilorcazione,

, Yin c Yang derivano conunuarnente dall'inflnita forza centrifuge.

3. Yin e centrifuge, ..... .ang e centripeto. Insieme Yin e Yang producono I'energia e tuui i

lenomenl.

4-. Yin attira Yang. Yang auira Yin

5. Yin respinge Yin. Yang resprnge Yang.

6. La forza di attrazione 0 di repulsione e propcrzionale alia differenza tra Ie cornponenri Yin e Yang. Yin e Yang combinati in proporzionl variabili producono l'energia e tutti i tenement.

7. Tutti j fenomeni sono effirneri, poicbe In loro costituzione di Yin e Yang muta continuamente e costanternenie.

8. Niente e assolutarnente Yin 0 assolutamerue Yang. Ogru cosa comporta una polarita.

9. Niente e neutro. In ogni occasione 0 Yin a Yang e in eccesso,

10. II grande Yin attira il piccolo Yin, [I grande Yang attira il piccolo Yang. l l , Agli estrerni Yin produce Yang e 'rang produce Yin.

12. Tutti gli oggetti e le forme fisiche sono Yang :1.1 centro e Yin alla penferia,

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->