Sei sulla pagina 1di 1

L'università senza libri è come ...

«“[Universitas] sine libris,” citò assorto [lo studente], “est sicut


civitas sine opibus, castrum sine numeris, coquina sine
suppellectili, mensa sine cibis, hortus sine herbis, pratum sine
floribus, arbor sine foliis...” E [la nostra community] fa luce per tutto
il mondo conosciuto, riserva di sapere, salvezza di una dottrina
antica che minacciava di scomparire in incendi, saccheggi e
terremoti, fucina di nuova scrittura e incremento dell’antica»

(Apocrifo da U. Eco, Il nome della Rosa

Nell’ambito della campagna “IL MAGGIO DEI LIBRI”, in occasione della “Festa del libro” del
23 maggio, l’Associazione Italiana Editori promuove, in collaborazione con il Centro per il libro e
la lettura e con il patrocinio della CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane), il
concorso “L’università senza libri è come…”, riservato agli studenti universitari dei vari livelli
(trienni, bienni, master ecc.).Si tratta di un gioco che inizierà il 23 aprile (Giornata mondiale del
libro) e si svolgerà nel corso del mese, fino al 23 maggio.Attraverso questa iniziativa si vuole
stimolare una riflessione sul ruolo del libro nell’università o, meglio, nella crescita culturale dei
giovani nel periodo universitario.Il libro di studio e il libro che si legge per piacere, curiosità,
interesse sono due elementi dello sviluppo della persona e del progetto di futuro di ciascuno. Per
farlo, si sono scelti gli strumenti del gioco e della comunità.“L’università senza libri è come…”
mette in palio 10 buoni per acquisto di libri, dal valore di mille euro ciascuno tra i partecipanti. I
buoni saranno personali e spendibili nelle librerie aderenti.

Per partecipare, gli studenti dovranno iscriversi fornendo i propri dati identificativi e saranno
invitati a:- completare la frase: “L’università senza libri è come …” / “Universitas sine libris est
sicut …” in italiano o latino (anche maccheronico) o altra lingua;- indicare il libro didattico più
apprezzato durante il corso di studi. In questo secondo caso si dovrà scrivere un brevissimo testo
con le motivazioni della scelta.Sia le frasi sia le recensioni saranno man mano pubblicate.Dei dieci
buoni libro, cinque saranno assegnati agli autori delle migliori frasi sull’università senza libri, gli
altri cinque agli autori delle migliori recensioni. Almeno un vincitore dovrà essere uno studente
straniero iscritto all’università italiana. PER PARTECIPARE AL CONCORSO
COLLEGATI A : http://www.cepell.it/universitasenzalibri/