Sei sulla pagina 1di 51

I CILINDRI EGIZIANI

www.egyptianrods.it
Congratulazioni! Oggi è un giornata davvero speciale perché hai appena scoperto uno dei più an-
tichi, semplici ma efficaci metodi di azzeramento dello stress e di bilanciamento dell’intero sistema
funzionale dell’organismo umano, utilizzato in Egitto per oltre 3000 anni: i Cilindri Egiziani! Ora
potrai promuovere una condizione più salutare al tuo corpo e alla tua mente in modo efficace e
pratico, attraverso un metodo che sta guadagnando rapidamente popolarità in tutto il mondo.

I Cilindri Egiziani posseggono una storia antichissima, sono bellissimi da vedere e incredibili da toc-
care, offrono una grande quantità di benefici ma soprattutto... vanno provati di prima mano! E’ solo
attraverso l’esperienza personale che potrai renderti conto della loro potenza.

Sono perfettamente consapevole che è assolutamente naturale essere scettici di fronte alla loro
storia e alla loro efficacia, ma i Cilindri Egiziani sono “una cosa reale”. Chiunque li provi concorda
sul fatto che sono davvero in grado di influenzare il nostro organismo sotto molti aspetti e sono in
grado di cancellare molti problemi riequilibrando il nostro stato energetico. I cilindri Egiziani ci fanno
sentire più giovani ed energici!

Anche se la moderna medicina sta pian piano incominciando ad esplorare i sistemi energetici sottili
del corpo umano, gli antichi egiziani li utilizzavano migliaia d’anni fa. Purtroppo qualsiasi organo
di controllo istituzionale è decenni indietro nel riconoscimento del potere di questi Cilindri, i quali
vengono utilizzati con successo in Russia sin dal 1984! Ora puoi utilizzare anche tu questi potenti
strumenti per la tua ricerca sperimentale e per il tuo beneficio personale.

Ma ricordati! Solo stringendoli tra le mani potrai comprendere cosa sto cercando di descriverti con
le parole, e credimi se ti dico che nessuna parola basterà mai a trasferirti quel senso di benessere e
di beatitudine che solo i Cilindri sono in grado di regalarti, in particolarmodo quando inizierai a com-
prendere la loro capacità di allineare i tuoi sistemi energetici, il cui equilibrio è spesso responsabile
dell’alleviamento, se non addirittura dell’eliminazione di una malattia.

I Cilindri Egiziani sono stati utilizzati dai medici russi per trattare con successo i sintomi di molte
malattie, avendo queste origine da un disallineamento dei vari sistemi energetici del corpo:

* Disordini del Sistema Nervoso


* Disordini del Sistema Immunitario
* Malattie della pelle
* Migliorare la postura, la mobilità, la circolazione sanguigna, riducendo i gonfiori alle mani e ai piedi
* Migliorare la Lucidità Mentale
* Migliorare il senso di benessere e di allineamento

Loredana Ancora
Esclusivista per l’Italia dei Cilindri Egiziani
egyptianrods.it
INDICE

CAPITOLO Pag.

Importanti regole di base 7


Sessione in singolo 7
Sessione in coppia 9
Istruzioni dettagliate 11
I Cilindri in dettaglio 15
Controindicazioni 21
Sensazioni durante l’uso 23
Domande frequenti 27
Metodi di lavoro 29
Il Parere degli Esperti 35
I Cilindri e le Piramidi 39
La Sezione Dorata 45
Breve Storia 47
IMPORTANTI REGOLE DI BASE

a) il Cilindro del Sole (rame e oro) deve essere stretto solo nella mano destra,
e il Cilindro della Luna (zinco e argento) solamente nella mano sinistra. Mai
al contrario.

b) quando si utilizzano i Cilindri, quando possibile, guardare sempre il Sole


oppure verso la sua direzione.

CORRETTO SVOLGIMENTO DI UNA SESSIONE IN SINGOLO

a) stringere con forza i Cilindri tra le mani per circa 1 minuto, successiva-
mente allentare la stretta. Distendere le braccia lungo il corpo, guardare il
Sole o verso la sua direzione. Avanzare di mezzo passo la gamba sinistra
(vedi illustrazione a pagina 8)

b) sciogliere qualunque pensiero negativo e concentrarsi unicamente sul


Sole, il quale da luce e vita ad ogni creatura vivente. E’ importante creare al
proprio interno una condizione di serenità, rilassando tutti i muscoli, compresi
quelli facciali; le spalle, cercando il più possibile di mantenere un “sorriso”
interiore.

c) mantenere questa posizione:

- inizialmente non più di 18 minuti per i Cilindri KONT (tempo che varia a sec-
onda delle condizioni personali);
- non più di 25 minuti per i Cilindri QUARTZ (tempo che varia a seconda delle
proprie condizioni;
-non più di 18 minuti per i Cilindri CRYSTAL;

d) per ottenere il massimo benefìcio, sarebbe meglio sdraiarsi e rilassarsi


subito dopo aver lavorato con i Cilindri, favorendo così una più profonda con-
dizione energetica ed un effetto di miglioramento della salute. La cosa miglio-
re sarebbe addormentarsi perché sono il sonno ed il rilassamento ad aiutare
l’organismo a trasformare l’energia ricevuta. Al risveglio si percepiranno i ri-
sultati.
7
8
CORRETTO SVOLGIMENTO DI UNA SESSIONE IN COPPIA

Il metodo di Coppia è utile a ripristinare la mutua comprensione, armonizzare le


energie di relazione e rafforzare i legami familiari.

Seguire le linee di base descritte alla pagina precedente, poi unire le mani con-
dividendo un set di Cilindri nelle mani rimaste libere: la donna regge il Cilindro
del Sole (rame e oro) nella mano destra, mentre l’uomo regge il Cilindro della
Luna (zinco e argento) nella mano sinistra (vedi illustrazione).

La ricerca dimostra che l’energia fluisce attraverso la coppia passando dalla


persona più forte alla più debole senza alcuna perdita per la più forte.

9
a) Quando utilizzi i Cilindri cerca di stare in piedi sul terreno a piedi scalzi (ma
solo se non c’è vento).

b) Utilizza possibilmente i Cilindri in un ambiente ecologicamente puro.

c) Evita quando possibile eccessi con il cibo, con il dormire e gli eccessi
emotivi.

d) Per avere il massimo effetto è importante il respiro ritmico, quindi rac-


comandiamo di lavorare secondo le istruzioni scritte nel manoscritto del Con-
te Walewski (vedi supplemento in fondo a questo manuale).

10
ISTRUZIONI DETTAGLIATE

I Cilindri possono essere utilizzati al mattino, durante il giorno o la notte. Inol-


tre possiedono la sorprendente qualità di sintonizzarsi con il canale energetico
aperto di una persona, adeguandosi al ritmo che l’organismo necessita in un
determinato momento del giorno o della notte.

Per la maggior parte delle persone il momento migliore per usare le Cilindri è
il seguente:

CONDIZIONE TEMPO RACCOMANDAZIONI

Stress Ogni momento Se il vostro sistema nervoso


si trova un pò su di giri, la
prima reazione che avranno
i Cilindri sarà sonnolenza.
E’ importante evitare di
sopprimere questa sensazi-
one, perciò rimandate tutti gli
impegni: AVETE BISOGNO
DI RIPOSO. Non ci vorrà
molto tempo e al risveglio
sentirete una fonte di energia
dentro di voi.

Insonnia dalle 19 alle 21

Ipertensione e problemi dalle 11 alle 13 e Quando si hanno problemi di


cardiaci ad essa connessi dalle 19 alle 23 cuore, i Cilindri sono più effi-
caci durante le ore serali.

Ischemia cardiaca dalle 23 all’una del mattino

Asma bronchiale dalle 21 alle 23

Come supporto tonico e Per coloro che sono affetti da ipotonia si raccomanda calda-
nei giorni critici a causa mente di lavorare con i Cilindri nelle ore mattutine.
delle tempeste magnetiche

11
Inizialmente dovrebbero tutti incominciare con i Cilindri di tipo Kont e quelli
di tipo Quartz. Ciò è dovuto primariamente alla generale impreparazione e
all’insoddisfacente stato del sistema energetico della maggioranza della gente.
Questo deperimento energetico si riflette nelle più comuni malattie che ci af-
fliggono. Quindi, almeno nella fase iniziale preparatoria, suggeriamo l’uso sia
del modello Kont, ripieno di carbonio (carbone bituminoso) e materiale ferro-
magnetico, e del modello Quartz, ripieno di quarzo.

CILINDRI KONT CILINDRI QUARTZ

Dolori cardiaci nei casi di angina pectoris (do- Disturbo ischemico del cuore (respiro affanno-
lore che si irradia alle spalle e alla parte supe- so e battito cardiaco accelerato sotto sforzo).
riore delle braccia, torpore e pesantezza delle
braccia, dolore sotto la scapola sinistra, dolori
cardiaci).

Ipertensione (pressione sanguigna elevata): Ipotonia (pressione sanguigna bassa): spos-


dolore agli occhi, sangue dal naso e fischio satezza, fatica e vertigine.
alle orecchie).

Asma bronchiale (o carattere soggetto ad al- Asma bronchiale (o carattere nervoso).


lergie).

Entrambi questi tipi di Cilindri sono ugualmente efficaci per:

• prevenzione dell’arteriosclerosi;
• disturbi collegati alla cattiva circolazione (incluse certe forme di impotenza);
• possibile sollievo in caso di spasmi nel canale alimentare;
• possibile sollievo nel caso di artrite e dolori alla schiena (osteocondrosi e
radiculitis), senza l’eliminazione delle cause;
• il lavoro con i Cilindri è piuttosto utile alle donne durante il periodo della
sindrome pre-mestruale.
12
La ricerca condotta dalla International Shaping Federation, ha fornito i seguenti
dati:

TIPO DI CILINDRI Aumento del cam- Equilibrio Ying e Completa apertura


po biologico fino a Yang (tempo limite dei Chakra (tempo
10 m (tempo limite per l’uso dei Cilin- limite per l’uso dei
per l’uso dei Cilin- dri) Cilindri)
dri)

KONT 35 minuti 15 minuti 35 minuti

QUARTZ 50 minuti 30 minuti 45 minuti

CRYSTAL 20 minuti 10 minuti 20 minuti

Durante i suoi studi sul cancro, il Dottore in bioenergetica polacco Marek Staw-
inski, ha completato una complessa analisi spettrale sui Cilindri, offrendoci la
seguente tabella:

I CILINDRI KONT Possono essere impiegati nella classica tera-


pia del colore

I CILINDRI QUARTZ Sono di grande qualità poiché assieme a loro


agisce il viola assoluto e il bianco assoluto,
H1 oncologico e H2 di forte azione sui batteri;
sono consigliati per gli specialisti di bio-ener-
getica. Il colore bianco può essere utilizzato
in una grave condizione oncologica, per la
rimozione del dolore ma senza l’eliminazione
delle cause. Possono venire utilizzati dal pa-
ziente in tutta sicurezza in quanto non hanno
il colore nero.

I CILINDRI CRYSTAL Hanno un grande potenziale energetico,


colore nero, possono quindi essere utilizzati
dagli specialisti in bio-energetica.

13
I CILINDRI IN DETTAGLIO

Il Modello KONT: I Cilindri di tipo KONT armonizzano il bio-campo di una


persona creando una sorta di “involucro protettivo” tutto intorno al corpo. L’in-
fluenza di questo tipo di Cilindri può durare per un giorno (o un giorno e ½) fino
a un massimo di 2 giorni, e promuove notti di sonno profondo beneficiando il
sistema nervoso.

L’effetto di questi Cilindri è molto potente, la loro influenza sul corpo fisico è
rinforzante e sono dotati di un impulso capace di cambiare il percorso di un
particolare problema fisico, poco importa quanto esso sia radicato. Coloro che
però soffrono di una bassa pressione arteriosa (ipotensione) devono andare
cauti nell’utilizzo dei Cilindri KONT, poiché sono particolarmente indicati per
tenere basso il livello pressorio. D’altra parte per coloro che soffrono invece di
una elevata pressione arteriosa (ipertensione) i Cilindri di tipo KONT sono un
aiuto inestimabile.

Quando scegliamo il tipo di Cilindri con i quali vogliamo lavorare, ricordiamoci


sempre della necessità di conoscere bene i livelli della nostra pressione arte-
riosa. I Cilindri di tipo KONT, essendo riempiti di una soluzione composta da
carbone e vario materiale ferro-magnetico, tendono ad abbassare la pressione
arteriosa a un livello accettabile definito dalla genetica dell’organismo. Perciò in
base a quanto detto, non dovremmo limitarci solamente a consultare un dispo-
sitivo di misurazione poiché alcune apparecchiature potrebbero mostrare un
livello pressorio minore (o maggiore) rispetto al dato reale.

Un concetto importante da chiarire è che se durante la nostra vita abbiamo


sempre avuto la pressione bassa, e questa è solita crescere molto rapidamente
durante gli stati di agitazione, allora significa che siamo suscettibili ad avere la
pressione alta e non a quella bassa. In questo caso è suggeribile incominciare
con i Cilindri di tipo KONT. Se invece la nostra pressione è alta, secondo il di-
spositivo di misurazione, ma cresce lentamente durante i momenti di maggiore
stress, significa che siamo suscettibili a una pressione bassa. In questo caso
(se diventa difficile sopportare i repentini sbalzi di pressione) dovremmo comin-
ciare con i Cilindri di tipo QUARTZ. Difatti i QUARTZ promuovono la normaliz-
zazione della pressione del sangue secondo i livelli definiti dal proprio organi-
smo. Se invece non abbiamo problemi di pressione sanguigna, tutti possono
usare senza esitazioni sia i Cilindri di tipo KONT, sia quelli di tipo QUARTZ.
15
Le persone che soffrono di diabete dovrebbero prendere nota del fatto che
durante l’uso dei Cilindri di tipo KONT si possono verificare degli improvvisi
cambiamenti nel livello di lattosio (circa 2 o 3 unità). Soprattutto le persone
prone al coma da lattosio e le persone anziane devono assolutamente tenere
in considerazione questo fattore. Man mano che il lavoro con i Cilindri continua,
viene favorita la stabilizzazione del livello di lattosio.

I CILINDRI KONT AGISCONO DA CATALIZZATORI E ATTIVATORI DELLE


CAPACITA’ CURATIVE LATENTI DELLA PERSONA, E LAVORANO CON LA
VOSTRA FORZA NERVOSA (MENTALE), CON LA “FORZA VITALE”.

Il Modello QUARTZ: I Cilindri di tipo Quartz forniscono un effetto più gentile


e più stabile. Lavorando con i Cilindri di tipo Quartz per una settimana il miglio-
ramento dello scudo energetico durerà per le successive tre settimane.

Sono un’ottima protezione contro i disturbi cardiovascolari, la depressione e


molte altre malattie, anche se potrebbero risultare inadeguati nelle fasi più acu-
te.

I Cilindri di tipo Quartz sono potenti soppressori dello stress. Se utilizzati duran-
te la tarda notte, ad esempio quando vogliamo addormentarci, nei successivi
minuti è possibile sperimentare una gradevole sensazione di allegria, poiché
influenzano positivamente il Sistema Nervoso Centrale, stimolando la nostra
attività. Con il tempo, questo effetto provoca una stabilizzazione della pressione
sanguigna nelle persone affette da ipotonia (pressione bassa).

Vale la pena di menzionare un metodo di lavoro con questi Cilindri suggerito


dal Dottore in bio-energetica Marek Stavisky: “Un Cilindro Quartz di zinco può
essere usato con successo dalle persone malate per la terapia di auto immu-
nizzazione. Stringere i Cilindri per un periodo di 8/15 minuti ha causato una
lenta crescita della forza vitale, un aumento dell’immunità fino al 100% e la
regolazione dell’energia dei Chakra... L’energia ha tenuto l’organismo di quelle
persone in omeostasi per 2-3 giorni. Stringere i Cilindri per 1-2 minuti al giorno
è sufficiente a mantenere lo stesso livello di energia anche dopo 48 ore dal
precedente utilizzo.”
16
Il Modello CRYSTAL: I Cilindri di tipo Crystal possono essere usati con risul-
tati pratici da uno specialista di bioenergia altamente qualificato.

I Cilindri di tipo Crystal possiedono un effetto stimolante maggiormente potente,


basato unicamente sull’impulso e sulla struttura energetica di una persona. Se
questi Cilindri venissero utilizzati da persone dotate di un’energia o un siste-
ma vascolare debole, potrebbero causare una sindrome dolorosa in un’area
problematica. Ciò è dovuto all’aumento dell’intensità con cui l’energia si muove
lungo i canali energetici. Se alcuni di questi canali risultassero ostruiti la neces-
saria conduttività, e la sensazione di pressione che si viene a creare nell’area,
potrebbero diventare dolore.

Interagendo con l’aura di una persona, i Cilindri di tipo Crystal cominciano ad


agire sull’organismo, e successivamente sulla patologia. E’ per questo motivo
che molti tra coloro che usano i Cilindri di tipo Crystal hanno notato l’insorgere
di sensazioni vibratorie e particolari pulsazioni nelle zone problematiche.

E’ sufficiente anche una minima influenza da parte dei Cilindri Crystal sui campi
energetico e psico-fisico, per stimolare la concentrazione sulle immagini interi-
ori, intensificando quindi l’effetto meditativo. Senza di essi occorrerebbero mesi
di addestramento per raggiungere il livello necessario.

I Cilindri Crystal sono ottimi per il lavoro meditativo di gruppo, sotto la super-
visione di uno specialista. A questo scopo, si raccomanda di formare una cat-
ena (uomo-donna) stringendo le mani. Il primo della catena dovrebbe essere
un uomo, il quale stringe nella mano destra un Cilindro di rame, mentre alla
fine della catena dovrebbe stazionare una donna con un Cilindro di zinco nella
mano sinistra.

Il Modello CRYSTAL come tecnologia mentale: I Cilindri di tipo Crystal


favoriscono la salute realizzando un incremento dell’energia, e mostrano tutte
le qualità dei Cilindri ripieni di piccole particelle di quarzite; noi però vediamo i
Cilindri di tipo Crystal anche come una tecnologia mentale, così come le usava-
no gli antichi Sacerdoti Egizi. I Sacerdoti usavano i Cilindri per l’addestramento
“unirsi al futuro” che durava ben 22 anni. Brevemente, sappiamo che il sacer-
dote stingeva i Cilindri per 5 minuti o più fino all’una. In questo preciso momen-
to il Sacerdote “costruiva il futuro” attraverso un processo di visualizzazione.
17
La liberazione dell’energia mentale è un processo estremamente importante
quando si lavora con i Cilindri. Questa ENERGIA MENTALE agisce sui canali
sensoriali. Ciò permette ad una persona non solo di sentire il proprio desiderio
ma anche, in effetti, di godere dell’odore, della vista e del suono del FUTURO
desiderato. Le immagini appaiono in tutta la diversità di colori e sono trattenute
dalla coscienza per tutto il tempo che la persona ritiene piacevole il desiderio.
Questa amplificazione dell’energia e del desiderio aiuta a manifestare il futuro
desiderato.

Lavorando per la prima volta con i Cilindri potreste provare una sensazione di
prurito ed un feeling di “espansione” esotica nel campo delle possibilità. In qual-
cuno si presenta una sensazione come di una fontanella “pulsante” man mano
che l’energia cresce nel 6° e 7° chakra. I Cilindri Egiziani sono l’amplificatore
dell’energia mentale che consente ad una persona di rendere realtà il suo fu-
turo.

Il Modello STAR-CONSCIOUSNESS: A causa della struttura del Cristallo


contenuto nei Cilindri Star-Consciousness, il loro effetto sul campo energetico
ed elettromagnetico dell’organismo umano, stimola quest’ultimo a produrre un
‘bozzolo energetico’ di una speciale energia tutto intorno al corpo. Questa en-
ergia si sottomette facilmente al controllo mentale e ripristina l’intero equilibrio
energetico. I possessori di un tale ‘bozzolo energetico’ possono includere una
persona malata nel loro campo energetico ed agire sul problema nel corpo
del paziente con la forza del pensiero, immaginando quello che dovrebbe
succedere nell’organo malato. I Cilindri Star sono anche degli ottimi attivatori
della Ghiandola Pineale. I Cilindri Star-Consciousness sono lo strumento per
l’espansione della coscienza, e sostengono quella concentrazione del pensiero
necessaria a cambiare la realtà interna di una persona.

Il Modello TRINITY: Al centro del nostro cervello esiste una zona denomi-
nata nei testi sanscriti “la Grotta di Brahma” (conosciuta anche come il ‘cuore
del cervello’), i quali si riferiscono a questa zona come la sede della risonanza
con l’oceano SORGENTE di tutte le vibrazioni cosmiche. Vicino a questa zona
viene prodotto il liquido cerebro-spinale nel quale è immerso tutta la massa del
cervello e i nervi spinali. Il pH chimico di questo liquido determina il punto di
risonanza, e i Cilindri TRINITY posseggono l’abilità di bilanciare il pH di questo
18
fluido. Ciò fornisce una sensazione di maggiore benessere e più centralità.

La frequenza energetica dei Cilindri TRINITY, quando vengono retti tra le mani,
concedono spesso una maggiore percezione rispetto al solito; quasi come se
divenissimo capaci di vedere instantaneamente nel cuore delle cose. I Cilindri
TRINITY rilasciano e cancellano le programmazioni determinate dalle memorie
negative installate nelle cellule come traumi emozionali irrisolti. Essi aiutano
in modo indolore a superare il trauma, poiché la sua percezione, galleggiante
all’interno dell’Occhio della Mente, scioglie ogni resistenza residua.

Questo processo apre la strada ad una maggiore consapevolezza, attraverso il


rilascio di un maggiore potenziale (ricordatevi che il solo fattore che differenzia
gli esseri umani su questo pianeta è rappresentato dai diversi gradi di consa-
pevolezza). Quando i Cilindri TRINITY vengono stretti tra le mani, durante una
sessione di bilanciamento o di un semplice massaggio, l’intero lavoro verrà
sostenuto mantenendosi attivo per un periodo molto più lungo. Inoltre, fungono
da barriera protettiva contro le energie umane negative.

19
CONTROINDICAZIONI

1. Questi Cilindri non sono raccomandati per le persone che soffrono di malattie
veneree.

2. Non è consigliabile l’utilizzo dei Cilindri sotto l’influenza di Alcohol o Droghe.


In questo caso i Cilindri potrebbero condurre a un deterioramento delle con-
dizioni generali di salute.

3. Non sono raccomandati per le persone che soffrono di schizofrenia o altri


disordini psicologici.

4. Non sono raccomandati per le donne in stato di gravidanza (in particolar


modo durante il primo e l’ultimo trimestre).

5. Non è consigliabile l’utilizzo dei Cilindri alle donne in periodo mestruale. I


Cilindri aumentano la circolazione del sangue e potrebbero causare alterazioni
nell’equilibrio del ciclo.

6. Non è consigliabile posizionare i Cilindri vicino a fonti elettriche o a dispositivi


elettronici, non vanno tenuti in contatto l’uno all’altro o con altri metalli.

7. I Cilindri non vanno assolutamente scaldati o tenuti a diretto contatto con i


raggi del Sole.

E’ inoltre importante ricordare che:

1. Le persone affette da ipotonia (pressione bassa) non dovrebbero lavorare


troppo duramente nel periodo di utilizzo dei Cilindri, specialmente durante i
giorni sfavorevoli (tempeste geomagnetiche). Inoltre non dovrebbero guidare
l’automobile, pilotare un aereo o mettersi al timone di una nave perché potreb-
bero verificarsi episodi di sonnolenza improvvisa. La sonnolenza è un fenomeno
naturale causato dall’influenza dei Cilindri sul sistema nervoso e sull’organismo
in generale. Durante questa sonnolenza l’organismo trasforma l’energia rice-
vuta, e una volta risvegliati si può godere di uno scoppio di allegria. E’ anche
possibile avvertire un leggero capogiro dopo aver utilizzato i Cilindri. In questo
caso consigliamo di sdraiarsi e rilassarsi. Non c’è motivo alcuno di preoccuparsi
poiché questo effetto si esaurisce nell’arco di qualche minuto.
21
2. Durante l’utilizzo dei Cilindri si dovrebbero evitare tutti quei pensieri pesanti o
spiacevoli che potrebbero causare stress. I Cilindri attivano ed amplificano dei
profondi processi conessi alla mente umana. Così, utilizzare i Cilindri concen-
trati su idee stressanti può condurre a vertigini. Ricordate che l’energia vitale
segue la mente. Quando si lavora con i Cilindri, il nostro pensiero ordinario, la
cosiddetta forma mentis, e un semplice desiderio diventano parte integrante di
un complesso campo strutturale che aumenta di molto la possibilità di manife-
starsi. In altre parole, attenzione ai vostri pensieri e a cosa desiderate, perché
potreste ottenerla.

3. Le persone che soffrono di calcoli biliari e della vescica, specialmente nella


fase esacerbata, dovrebbero essere avvertite che i Cilindri potrebbero causare
un improvviso rilascio dei calcoli a causa dell’attivazione della circolazione san-
guigna.

4. Coloro affetti da trombosi cerebrale, dovrebbero andare particolarmente


caute nell’utilizzo dei Cilindri in quanto, come detto in precedenza, aumentano
la circolazione sanguigna. Per via di ciò, le donne potrebbero sperimentare un
cambiamento nel loro abituale ciclo mestruale.

22
SENSAZIONI DURANTE L’USO DEI CILINDRI

Coloro che non sentono niente: L’assenza di qualsivoglia sensazione


fisica non indica che i Cilindri non stanno avendo alcuna influenza, ma indica
che un organismo è davvero molto “inquinato”. In tal caso si raccomanda una
dieta purificatrice per ripulire i canali energetici. Una delle diete migliori a questo
scopo, tenendo sempre presente le peculiarità individuali di ciascuno, è quella
vegetariana: mangiare solo frutta e vegetali per 48 ore la settimana aiuterà a
ripulire l’organismo.

La ricerca scientifica sui Cilindri ha dimostrato che la loro influenza sulle per-
sone, non dipende dalle sensazioni sperimentate. Tuttavia l’efficacia dei Cilindri
dipende strettamente dal livello di inquinamento dell’organismo. E’ per questa
ragione che gli Antichi Egizi applicavano diverse diete e vari digiuni quando si
veniva preparati all’iniziazione.

Coloro che avvertono deboli sensazioni: In questo gruppo si trova la


maggioranza delle persone esaminate. Queste persone sperimentano caore o
freddo, pulsazioni alle mani, un leggero formicolio, a volte un aumento del ritmo
cardiaco e molto di rado un leggero capogiro.

Coloro che avvertono sensazioni forti: Questo piccolo gruppo com-


prende coloro che avvertono “flussi” o “cascate” di energia che si riversano su
di loro, lavando il corpo dentro e fuori. Alcuni sentono un desiderio irresistibile
di spiccare un salto verso l’alto, come se il loro intero corpo stesse cercando
di decollare. Queste sensazioni sono spesso accompagnate da una insolita
sensazione di leggerezza e ottimo umore. Va sottolineato che lo spettro e la
forza di queste sensazioni è spesso fluttuante. Ciò è dovuto principalmente ai
cicli energetici della Terra e dell’individuo. Vi saranno giorni in cui, per svariate
ragioni, il vostro sistema energetico non sarà sufficientemente attivo e quindi la
sensazione sarà più debole o del tutto assente.

Una certa tendenza ad avere “visioni” durante l’uso dei Cilindri suggerisce
un’inclinazione verso le malattie mentali. In casi simili sconsigliamo l’uso dei
Cilindri, poiché non ha alcun senso considerarli come un trattamento per questa
o quella malattia. I Cilindri sono soprattutto uno strumento di profilassi. Aiu-
tano ad riequilibrare le deviazioni anormali e quindi favoriscono un significativo
miglioramento di molte condizioni. Ma, primariamente, i Cilindri sono uno stru-
23
mento per la “realizzazione”, che vi permetterà di ottenere, passo dopo passo,
un’evoluzione delle vostre capacità latenti.

Coloro che avvertono i Cilindri ad un livello più elevato: Vi sono


coloro (pochissimi) che sono ispirati da qualcosa di sublime e possiedono una
grande esperienza di emozioni spirituali interiori. Tuttavia, a volte non riescono
a descrivere le loro sensazioni che potrebbero venire accompagnate da bril-
lanti, colorate e rapide visioni; oppure il loro mondo interiore si riempie di una
sensazione di grande pace e riposo. Fanno strani sogni. Quasi tutti i rappre-
sentanti di questo piccolo gruppo parlano di una qualche esperienza interiore,
ottenuta mentre comunicavano con i Cilindri, difficile da chiarire. Questo tipo di
sensazione include la vista di una “corona di fuoco” intorno alla testa o al “terzo
occhio”.

Di solito, quelli più deboli o con problemi di salute sentono l’influsso dei Cilin-
dri in modo più marcato. Si può spiegare questo effetto con il fatto che i flussi
di energia attivati attaccano i canali patologicamente bloccati, causando delle
reazioni che vengono sentite in modo forte. La capacità dei canali delle persone
sane è normale e l’energia attivata dall’influsso dei Cilindri scorre copiosa e
dolcemente. Quindi, le persone sane possono, all’inizio, avvertire l’influsso dei
Cilindri in modo meno marcato. Il fatto è che le sensazioni di un comune uomo
moderno sono così poco sviluppate che uno può avvertire disturbi interiori solo
al livello del dolore, quando l’organismo lancia l’”SOS”. Ad ogni modo, con un
mese o due di esercizi regolari, si può migliorare la sensibilità abbastanza da
sentire i flussi di energia interiore e scoprire eventuali disturbi in anticipo, quan-
do è più facile curarli. Alcuni però, avendo fatto gli esercizi e non vedendo alcun
risultato, restano delusi e smettono di esercitarsi. E’ importante dunque sapere
e prendere in considerazione il fatto che gli esercizi hanno una diversa efficacia
in differenti periodi di tempo.

Orari e periodi ottimali per l’uso dei Cilindri: Già molto tempo fa era
noto che gli influssi dell’energia maschile (Yang) e di quella femminile (Yin) si
alternano ogni due ore. Quindi, a causa di questo fatto, esse sono denominate
ore Yin e Yang. Durante le ore Yang l’energia viene considerata viva e durante
le ore Yin morta. Così, gli esercizi fatti durante i quattro periodi Yang sono molto
più efficaci; le ore dalle 23 all’1, dalle 11 alle 13 ,dalle 5 alle 7 e dalle 17 alle 19.
Gli esercizi fatti dalle 23 all’1 sono considerati i più efficaci. E’ anche estrema-
mente importante considerare i propri bio-ritmi quando si lavora con i Cilindri.
24
Come è noto, i bio-ritmi fisici, emotivi ed intellettuali hanno differenti periodi che
sono di 23, 28 e 33 giorni. Le fasi iniziali di questi ritmi coincidono con la nascita
della persona. Ogni periodo di questi ritmi può essere diviso in due parti ugua-
li: la prima viene chiamata “metà periodo positivo”, la seconda “metà periodo
negativo”. Quando siamo nel “mezzo periodo positivo” proviamo un entusiasmo
fisico, emotivo ed intellettuale fino a quando si raggiunge un punto critico. Dopo
di che comincia il “mezzo periodo negativo” o tracollo. Perciò sentirete molto
di più l’influsso dei Cilindri quando le vostre funzioni fisiche, emotive ed intel-
lettuali sono principalmente nel “mezzo periodo negativo”. Però ogni tentativo
di imparare a concentrarsi sulle vibrazioni dei colori delle varie parti del corpo
dovrebbe essere fatto quando tutti e tre i ritmi sono nel “mezzo periodo posi-
tivo”. In questo caso gli esercizi avranno più successo.

Potreste sperimentare anche le seguenti sensazioni:

Quando c’è un marcato cambiamento della pressione atmosferica, dello stress


e delle condizioni fisiche, mentre lavora con i Cilindri qualcuno potrebbe avere
delle inusuali sensazioni. Queste sensazioni possono avvenire durante i primi
minuti di lavoro, poi tutto torna normale.

Le persone “elettriche” possono sentire una specie di sovreccitazione. In ques-


to caso, uno dovrebbe fare una doccia fredda prima di lavorare con i Cilindri
oppure dopo che la sensazione di sovreccitazione è apparsa.

Se una persona ha i suoi canali energetici bloccati o ha delle decompressioni


distrofiche, quando lavora con i Cilindri possono apparire diverse sensazioni
negative. In questo caso è necessaria una dieta, una correzione o purificazione.
Bisognerebbe fare attenzione alla condizione della vostra colonna vertebrale.
Considerando che la colonna vertebrale è funzionalmente collegata alla struttu-
ra energetica umana, è importante ricordare che la condizione di tutti gli organi
e dei sistemi di supporto vitale dipendono dalla condizione della spina dorsale.
Anche la vostra sensibilità e ricettività dipende da questo. L’osteo-ondrosi bloc-
ca l’intero sistema di scambio energetico di un organismo. Uno dei sintomi in-
dicativi è la temperatura dei piedi e delle mani. Se avete mani e piedi freddi
significa che la principale colonna energetica (vertebrale) è bloccata. E’ questa
circostanza che potrebbe impedire ad una persona di sentire qualunque cosa
quando lavora con le Cilindri. In alcuni casi quelli che soffrono di osteo-ondrosi
possono avvertire delle spiacevoli acute sensazioni. Quindi suggeriamo di fare
25
particolare attenzione alle condizioni della vostra spina dorsale. Le persone con
seri problemi di simmetria bilaterale potrebbero avere qualche spiacevole sen-
sazione. Ecco alcune informazioni sulla simmetria bilaterale. Nell’organismo di
un uomo normale i nodi dei canali energetici, che penetrano in tutto il corpo,
devono essere accuratamente aderenti ai punti di agopuntura. Gravi malattie
come il cancro, la sindrome di Bekhterev e altre ancora provocano lo spos-
tamento dei nodi, ma questa non è la sola ragione. I motivi potrebbero es-
sere nascosti nella genetica umana o nel processo di apparizione di diverse
divergenze di salute. Così, in alcuni casi di asimmetria bilaterale è necessaria
una correzione adeguata. Questa correzione deve essere effettuata da uno
specialista.

26
DOMANDE FREQUENTI

I Cilindri possono venire utilizzati da tutta la famiglia, ma non da


una singola persona?

I Cilindri diventano uno strumento individuale a prescindere dal loro ripieno,


poiché memorizzano la frequenza dettata dall’ipotalamo e dall’ipofisi, quasi
fosse da considerarsi come un vero e proprio codice individuale. Questa è la
vibrazione che, interagendo con essa, fa risuonare la struttura del cristallo dan-
dole il ritmo necessario. In altre parole, dopo aver riposto i Cilindri, questi con-
tinuano a vibrare per un po’ con la vostra frequenza. La durata della “memoria”
dipende dall’energia umana. I Cilindri appartenenti a persone con un potenziale
energetico ordinario “ricorderanno” la frequenza individuale per molte ore. Un
forte potenziale energetico può far si che i Cilindri “ricordino” la frequenza per
molti mesi.

In teoria è possibile passare a qualcun altro le Cilindri, ma uno dovrebbe ricord-


are che non è consigliato usare subito i Cilindri che sono stati appena utilizzati
da qualcun’altro. Se stringete in mano i Cilindri che stanno ancora vibrando con
la frequenza di un altra persona, la copertura “pranica” da lei creata comincerà
a vibrare con una frequenza “straniera”. Questo potrebbe causare sensazioni
spiacevoli e l’influenza dei Cilindri potrebbe diventare imprevedibile. Per ac-
celerare il processo di eliminazione di un’altra frequenza, i Cilindri dovrebbero
essere messi sotto l’acqua fredda corrente per non meno di 10 minuti.

Perché i Cilindri si inscuriscono quando vengono utilizzati? Pos-


sono essere ripuliti?

Dipende tutto dall’acidità del vostro organismo. Com’è noto, l’organismo se-
cerne tio-urea che, interagendo con CU, genera solfuro CuS, il quale causa
l’annerimento. Si può anche verificare lo sbilanciamento dei Cilindri. Questo
è l’effetto secondario dell’ossidazione di CuSO4. Tutte le reazioni hanno un
effetto riscaldante ma, se vi è un processo di formazione di CuSO4, i Cilindri
si possono raffreddare. Sì, i Cilindri possono essere puliti con metodi normali.
27
Ci si deve sempre rivolgere verso il Sole quando si utilizzano i
Cilindri?

“Sempre rivolti verso il sole”. Si fa questo per posizionare correttamente


il corpo in riferimento ai flussi energetici della Terra, del Sole e della Luna. Il
manoscritto del Conte Walewski raccomanda anche: “rilassa il corpo, entra in
uno stato di pace, concentra la tua attenzione su qualcosa di lucido davanti a
voi, sul Sole o sulla respirazione e sulle vibrazioni di colore delle varie parti del
corpo. L’energia vitale segue la mente. Quindi, se uno concentra l’attenzione
su una mano, l’energia fluirà verso la mano; se vi concentrate su una gam-
ba, l’energia fluirà verso la gamba. Se continuate a pensare a cose spiacevoli
quando stringete i Cilindri, l’energia potrebbe causare mal di testa. Se il vostro
corpo non è rilassato, l’energia avrà molte difficoltà a passare attraverso le parti
tese del vostro corpo, ciò può causare alcuni effetti spiacevoli come tremolio
dei muscoli o una sensazione di pressione o di esplosione. A volte, durante il
lavoro con i Cilindri, uno può sentire un improvviso desiderio di volgersi verso
il Sole o la Luna.

Un desiderio improvviso è una naturale capacità umana di auto controllo e auto


cura. Il manifestarsi di un improvviso desiderio può essere considerato come
una dimostrazione di una funzione nascosta di auto ristabilimento. La medicina
cinese presuppone che un corpo si ammala quando l’equilibrio fra le energie
Yan-Tsi e Yin-Tsi si rompe. L’influsso dei Cilindri regola l’equilibrio fra Yin-Yang
e attiva la funzione auto regolatrice. Quindi, quando c’è una mancanza di una
delle dette energie, la gente si rivolge intuitivamente alla luce solare per una
scorta di Yan-Tsi o alla luce lunare per una scorta di Yin-Tsi.

Quando si lavora con i Cilindri si possono fare esercizi dinamici


o si deve mantenere una posa statica?

Durante il lavoro con i Cilindri, se sentite un naturale desiderio di fare qualche


esercizio dinamico dovete assolutamente seguirlo! La ricerca scientifica ha pro-
vato la positiva influenza degli Antichi Cilindri Egiziani sull’organismo umano.
Anche se tenute in mano per un po’ senza alcun particolare esercizio hanno
sempre un effetto positivo sull’organismo. Ma, se volete aumentare l’efficacia
del loro influsso, raccomandiamo di consultare il manoscritto del Conte Walews-
ki. (vedi supplemento nella prossima pagina).
28
I METODI DI LAVORO CON I CILINDRI (dal Conte Walewski)

1. Quando si lavora con i Cilindri è necessario posizionare il corpo verso i flussi


energetici della Terra e del Sole. Di solito si persegue la regola del “rivolgersi
sempre verso il Sole”, il sesso della persona non importa e neanche se è
destro o mancino. In parole povere, quando si lavora con i Cilindri al mattino
si deve guardare a est; nel pomeriggio a sud. Niente di complicato. Quando si
lavora la sera rivolgetevi verso ovest e la notte verso nord. Le posizioni usate
per lavorare con i Cilindri sono le cosiddette “Posizioni Egizie”, seduti o in piedi.

La posizione seduta

Rilassate tutti i muscoli eccetto quelli che sostengono la schiena e la testa che
dovrebbero essere perpendicolari al terreno. I palmi sono sulle ginocchia. Le gi-
nocchia sono leggermente separate. I talloni sono separati dalla larghezza delle
spalle o del bacino. I piedi sono leggermente staccati. Le spalle sono basse e
rilassate. I gomiti sono premuti lungo i fianchi. Quindi, i piedi, gli stinchi, le cosce
e gli avambracci formano un simbolo di vita: la lettera “V”.

La posizione in piedi

La schiena è dritta perpendicolare al terreno. Le spalle sono abbassate, le brac-


cia lungo il corpo. Se quando respirate la narice destra è più attiva, avanzate la
gamba destra di mezzo passo; se è più attiva la narice sinistra allora bisognerà
avanzare la gamba sinistra.

Regole di base

a) Entrate nello stato di pace totale. Per farlo l’intero corpo dovrebbe rilassarsi
progressivamente dalla testa ai piedi: testa, collo, gomiti, polsi, palmi, petto,
pancia, schiena, vita, glutei, ginocchia, caviglie, piedi. Per meglio descrivere
questo stato una persona dovrebbe mescolare il rilassamento con l’abbandono
totale.
b) La nuca e la spina dorsale sono dritte e allineate come se pendeste da una
corda che scende dal soffitto ed è attaccata in cima alla vostra testa. Anche la
punta del naso e l’ombelico sono allineati.
c) La punta della lingua è alzata verso il palato e tocca leggermente il bordo
alveolare (il bordo del palato dietro i denti). La radice della lingua è rilassata.
29
d) Sviluppate un “sorriso interiore”. Se fatto in uno stato di pace gioiosa, il la-
voro sarà molto più efficace. Pensate al Sole che dà luce e vita e sorridete a voi
stessi con gratitudine. Poi rilassate la fronte, le sopracciglia, i muscoli facciali,e
la bocca così da non avere alcuna espressione, ma mantenete strettp il senso
di un sorriso interiore (ricordate il sottile sorriso della Madonna, del Buddha
oppure le facce tranquille dei Faraoni Egiziani). Il rilassamento delle guance
stimola la salivazione. La saliva andrebbe ingoiata e si dovrebbe seguire men-
talmente il suo cammino giù fino allo stomaco, il corpo dovrebbe essere colmo
di una pace gioiosa.

e) Gli occhi guardano dritto davanti a loro. Il vostro sguardo dovrebbe concen-
trarsi su una immagine, reale o immaginaria, proprio davanti agli occhi ad una
distanza di 40-60 centimetri. Lo stato di pace è la condizione principale. Date
solo una buona occhiata alle facce dei Faraoni Egiziani ed emulate la pace spir-
ituale e la felicità che si vede su quelle facce. Era questa espressione ad essere
considerata un segno della Saggezza presente nell’Antico Egitto.

2. Se non siete entrati nello stato di pace e vi distraete con vari pensieri, il
lavoro con i Cilindri sarà meno efficace. Inoltre, l’irritazione, la rabbia e il pen-
siero focalizzato sui vari problemi possono provocare e peggiorare il mal di
testa. Questo può accadere perché l’energia segue l’attenzione della mente e i
Cilindri rafforzano i flussi di energia. Il modo più facile di calmare i pensieri e le
emozioni è quello di controllare il respiro. All’inizio si dovrebbe cercare di raggi-
ungere un respiro lento, ritmico e continuo. Il passo successivo consiste nel co-
siddetto addestramento “master rhytm” (ritmo maestro): 7 sec. di inalazione, 1
sec. di trattenimento del respiro , 7 sec, di esalazione, 1 sec. di trattenimento del
respiro. Questo sistema, come dice il “Master System” Caucasico, corrisponde
al centro cardiaco (esoterico) della Terra. All’inizio, per stabilizzare i pensieri
e il respiro, quando si fanno gli esercizi si dovrebbe concentrare l’attenzione
su un’immagine di fronte a noi o su un Sole o una Luna immaginari. Però non
è necessario sforzare gli occhi, l’immagine dovrebbe essere vista fuori fuoco.
Nel passaggio successivo si dovrebbe concentrare l’attenzione su particolari
parti del corpo mentre si respira ritmicamente e visualizzare con la forza della
volontà, particolari vibrazioni di colore in quelle parti. Questo è un problema
piuttosto complicato, impossibile da risolvere senza il controllo della mente, dei
sentimenti e delle emozioni con una forte volontà.

Il “Master System’ Caucasico distingue 4 aspetti dell’essenza umana: fisico,


30
emotivo, intellettuale, spirituale; aspetti che sono concentrati nelle seguenti
parti del corpo umano:

- aspetto fisico: risiede nella parte bassa dello stomaco, nei genitali e nella parte
posteriore della testa.

- aspetto emotivo: risiede nella parte superiore del petto e sulla fronte.

- aspetto intellettuale: risiede nel plesso solare, nella parte bassa della pancia
e nella corona della testa.

- aspetto spirituale: risiede nelle braccia, nei palmi, nelle gambe, nei piedi e
nella faccia.

ognuno di essi corrisponde a delle precise vibrazioni di colore: aspetto fisico


“rosso”; emotivo “giallo” (o arancione); intellettuale “blu”; spirituale “bianco”.

3. Lavoro statico con le Cilindri

Esercizio seduti

a) stadio per principianti:

Sedetevi. Stringete il Cilindro “Sole” nella mano destra, e il Cilindro “Luna” nella
sinistra. Concentrare l’attenzione sull’energia solare generatrice di vita. Il respiro
è continuo e ritmico: 7 sec. di inalazione, 1 sec. di pausa, 7 sec. di esalazione,
1 sec. di pausa. Mantenetevi in una condizione di felice concentrazione sulla
creativa Energia Solare per 5/15 minuti. Lasciate che la vostra mente, i vostri
sentimenti e desideri siano diretti dall’Amore. Questo atto fissa l’energia vitale,
attraverso le sue tre forze, nell’equilibrio fisico, emotivo, intellettuale e spirituale.

b) stadio avanzato:

In questo stadio, durante il processo di respirazione, ci si dovrebbe addestrare


a concentrare l’attenzione su particolari parti del corpo e incitare particolari vi-
brazioni di colore in quelle parti con la forza di volontà. L’uso conscio del respiro
forzato in vibrazioni di colore attiva le parti del corpo e i centri energetici. Eser-
cizio:
31
Assumete una postura adeguata ed esalate tutta l’aria

1) Quando inalate 7 sec di “colore rosso” (aspetto fìsico) (GAYALHAMA*), es-


pandete la cavità addominale.

Quando esalate (7 sec), dovete concentrare la vostra immaginazione e desid-


erare il colore rosso sulla parte bassa della pancia, sui genitali e sul retro della
testa, poi fate una pausa di un secondo. Esalazione della durata di 7 sec, 1
minuto di pausa.

Ripetete per altre due volte il ciclo di respirazione per il colore rosso

2) Quando inalate 7 sec di colore giallo o arancione (aspetto mentale), espan-


dete solo il petto. Quando esalate (7 sec), in questo momento concentrate la
vostra immaginazione e desiderate il colore giallo sul petto e sulla fronte.

Ripetete altre due volte questo ciclo allo stesso ritmo: 7-1-7-1

3) Quando inalate 7 sec di colore blu (aspetto spirituale), espandete il petto e la


parte alta della pancia.

Quando esalate (7 sec), concentrate la vostra immaginazione e desiderate il


colore blu sul plesso solare.

Ripetete altre due volte il ciclo di respirazione con lo stesso ritmo: 7-1-7-1

4) Quando inalate 7 sec di colore bianco (aspetto psichico), espandete il petto,


il diaframma e la pancia tutti insieme.

Quando esalate (7 sec), concentrate la vostra immaginazione e desiderate il


colore bianco sulle braccia, i palmi, le gambe, i piedi e la faccia.

Ripetete altre due volte il ciclo di respirazione per il colore bianco con lo
stesso ritmo; 7-1-7-1

* GAYALHAMA, è l’energia nello spazio. Possiede quattro stadi di vibrazione.


Queste vibrazioni sono quattro colori. Hanno centri nel corpo umano che li re-
cuperano, “colore rosso” (aspetto fisico), “colore giallo o arancione” (aspetto
32
mentale), “colore blu” (aspetto spirituale), “colore bianco” (aspetto psichico).

Il corpo umano, per mezzo di una ispirazione fortemente desiderata delle vi-
brazioni di colore, al momento dell’esalazione caricherà le parti del corpo e i
rispettivi centri. L’intero esercizio: 3 cicli per il colore rosso (48 sec. in totale), 3
cicli per il colore giallo o arancione (48 sec. in totale), 3 cicli per il colore blu (48
sec. in totale), 3 cicli per il colore bianco (48 sec. in totale).

Come è scritto sul “Master System”, questo esercizio risveglia i poteri ecumeni-
ci, consente il contatto con le energie più alte, fìssa il “Master Rhytm” e sviluppa
la chiaroveggenza.

Esercizio in piedi

State eretti, mantenete la schiena e il collo dritti, le braccia sono dritte lungo il
corpo e stringono i Cilindri. Il Cilindro “Sole” è nella mano destra e il Cilindro
“Luna” nella sinistra. Prendete nota del tipo di respiro che avete in quel mo-
mento: se avvertite una predominanza della narice destra, il respiro è quello del
“Sole”; se invece avvertite una predominanza della narice sinistra, il respiro è
quello della “Luna”.

La seguente informazione si trova sul manoscritto, “Mysteries of the Life and


Death” (Misteri della Vita e della Morte):

“Il respiro è Vita. Fluendo attraverso le narici, il respiro si forma in tre modi.
Passando attraverso la narice destra crea elettricità che rifornisce i sistemi vas-
colare ed emotivo, detti anche “Pingala”. Il nome di questo respiro è il Respiro
del Sole. E’ il respiro del guerriero pronto a combattere. Il respiro che passa
nella narice sinistra è il principio regolatore “madre” chiamato “magnetismo”.
Rifornisce il sistema simpatetico, detto anche “Ida”. Il nome di questo respiro è
il Respiro della Luna. E’ il respiro dell’uomo saggio, pronto a ricevere la Saggez-
za. Il respiro che passa per tutte e due le narici è il respiro dell’equilibrio, det-
to anche “Sushumna”. Se al momento state respirando il Respiro della Luna,
dovreste avanzare di mezzo passo la gamba sinistra; per il Respiro del Sole
avanzate la gamba destra, il livello degli occhi dovrebbe essere fissato sec-
ondo le regole base. Esalando sforzate i muscoli dello stomaco e del petto per
far uscire tutta l’aria dai polmoni. Inalate per 7 sec, espandendo la pancia e
alzandovi sulle punte dei piedi, stringendo i Cilindri il più forte possibile; 1 sec
33
di pausa; esalate per 7 sec accucciandovi sui talloni e rilassando le mani con
i Cilindri caricando la parte bassa della pancia e la parte posteriore della testa
con il colore rosso. Con forte volontà, fissate la mente e il desiderio sull’aspetto
fisico dell’essenza umana; 1 sec di pausa. Ripeti per due volte i cicli per il
colore rosso. Poi eseguite i tre cicli per ogni colore: giallo o arancione (emotivo),
blu (intellettuale) e bianco (spirituale) fissando la mente e la volontà sulle cor-
rispondenti parti del corpo come nell’esercizio precedente.

I movimenti dell’alzarsi sulle punte e dell’abbassarsi sui talloni dovrebbero es-


sere morbidi e graduali, senza movimenti bruschi. E’ possibile che all’inizio uno
provi dolore ai polpacci a causa della inusuale tensione ma, dopo averci fatto
l’abitudine, proverete un’esplosione di allegria e di forza.

Come dice il “Master System”, questo esercizio armonizza i flussi di energia


vitale nel corpo e sviluppa capacità inusuali. Una pratica regolare di questo
esercizio sposta l’organismo in uno stato di naturale prontezza a difendere e
ad attaccare per via dell’intensificazione dell’attenzione e dell’intuito. Questo
accade solo se seguirete le regole della nutrizione ed uno stile di vita salutare.
Il “Master System” chiama il respiro dalla narice sinistra Respiro della Luna e
quello dalla narice destra Respiro del Sole; descrive che il Respiro della Luna
“magnetizza e raffredda”, il Respiro del Sole “elettrifica e riscalda”. Questo è
simile alla pratica Yoga dove il respiro dalla narice destra è chiamato caldo e so-
lare e fornisce un effetto catabolico e accelerante; quello dalla narice sinistra è
chiamato freddo e lunare e fornisce un effetto anabolico e rallentante. Lo scopo
principale dell’esercizio respiratorio nello Yoga è quello di ottenere l’equilibrio
fra i processi catabolico e anabolico nel corpo e di purificare i canali energetici,
i segni che indicano una purificazione di successo sono l’apparizione di sudor-
azione e tremolio del corpo. Quando appare la sudorazione, si raccomanda di
strofinarsi il corpo con forza. Questo rafforza l’organismo e da una sensazione
di leggerezza. Se il respiro passa per la stessa narice nell’arco delle 24 ore, la
cosa è considerata un segno pericoloso, l’avvertimento di una malattia in arrivo.

II “Master System” raccomanda di usare l’influenza del respiro sullo stato men-
tale nel seguente modo: se il giorno dopo avete bisogno di essere pronti ad
agire con vigoria, dovreste dormire sul alto sinistro. Questo attiverà il Respiro
del Sole attraverso la narice destra; se avete bisogno di saggezza per decisioni
importanti e di responsabilità, allora dovreste dormire sul lato destro. Questo
attiverà il Respiro della Luna attraverso la narice sinistra.
34
IL PARERE DEGLI ESPERTI

Il Punto di Vista della Biofisica

L’esistenza di una differenza di potenziale tra la coppia di Rods (cilindri) “tras-


ferisce” l’organismo a un piano energetico più elevato, in grado di attivare i
processi ristorativi di una profonda armonizzazione dell’intero corpo, facendolo
vibrare più velocemente. Tale effetto è ottenibile grazie a un’integrazione tra
i Rods e le terapie come la ionoforesi (galvanoterapia), la metalloterapia o di
qualunque altro tipo.

Il Punto di Vista della Fisica

“Reggendo i Cilindri tra le mani si registra un’attività elettrica termale. Il flusso di


corrente generato viene accompagnato da svariate transizioni di fase, seguite
da un assorbimento (o ripartizione) di energia ad elevata frequenza di una con-
figurazione ben specifica. La caratteristica della radiazione emessa non dipende
in particolar modo dalla composizione del materiale di cui è composto il cilindro
e dal suo contenuto, ma anche dai campi elettrico e magnetico dell’ambiente
circostante e dalla struttura del campo aurico della persona che utilizza i Rods.
Ma è proprio questa radiazione ad influenzare le condizioni di una persona e i
processi funzionali all’interno del suo organismo. Ora più che mai siamo in pos-
sesso di molte informazioni sperimentali che dimostrano un’influenza positiva
sull’organismo umano per mezzo di una radiazione particolarmente strutturata,
che appare in un ambiente non-uniforme, e determinato dal tipo di contenuto
del cilindro. Adesso possiamo solo che essere stupefatti dall’enorme conoscen-
za scientifica degli antichi egizi.” - Prof. A. Smirnov, Fisico

Il Prof. Dulnev dell’Institue of Precise Mechanics and Optics, così come altri
medici e dottori, ha studiato a fondo l’effetto dei Cilindri utilizzando degli ap-
parati speciali. Con queste tecniche Dulnev ha accertato un aumento dei flussi
di calore sulla superficie della pelle. Tali misurazioni certificano l’esercizio di
tipologie estremamente sottili (flussi) di un’energia ancora ignota alla scienza.
Secondo il suo parere i Cilindri possono essere considerati una sorta di “gen-
eratori spinor”.

Secondo una teoria esistente, i campi naturali spinor”, posseduti da qualsiasi


oggetto materiale di natura organica o inorganica, possono difficilmente venire
35
scoperti a causa delle loro dimensioni ridotte, ma possono però venire rinforzati
da oggetti come le Piramidi, i Coni o i Cilindri. I Cilindri stessi possono essere
considerati generatori spinor attivi, per via di un’attività energetica misurabile
generata dal cilindro “Luna” (Zinco) e il cilindro “Sole” (Rame). Questa attiv-
ità crea la condizione perché vi sia una interazione tra i Cilindri e l’organismo
umano, dovuta primariamente al loro contenuto minerale. Questa combinazi-
one genera dei campi spinor di elevata tensione.

Il Punto di Vista Medico

Il Dr. M.A. Nikulin, ricercatore senior al Dzhanelidze First Aid Scientific Re-
search Institute di S. Pietroburgo, dopo tutte le indagini mediche effettuate circa
l’effetto d’influenza dei Rods egiziani sull’organismo umano ha concluso: “Quan-
do insorgono delle patologie all’interno dell’organismo, rileviamo un’assimetria
termale tra le parti sane e quelle malate del corpo. Quando vengono tenuti i
Rods tra le mani, questa assimetria termale viene a compensarsi, dimostrando
così senza dubbio il loro effetto terapeutico.”

Portando avanti la sua ricerca sui Rods egiziani, il Prof. E. Zimin della Saphing
College (International Shaping Federation) ha fornito la seguente conclusione:
“L’indagine eseguita sui differenti tipi di Rods dimostra che, quando vengono
tenuti in mano, si sprigiona un flusso di energia ad elevata frequenza in grado
di influenzare il bio-campo di una persona. Come risultato di questa influenza,
avviene la purificazione del bio-campo dai campi energetici “esterni”, così come
la purificazione dei canali energetici. L’efficenza della funzione dei Cackra, il
bio-campo e l’energia del corpo fisico vengono amplificati.”

Alcuni interessanti risultati sono stati ottenuti dalle indagini eseguite dal Dr.
M.A. Blank, specialista responsabile al Central Scientific Research Institute for
Roentgenology and Radiology dell’Oncological Center di Pesochny (S. Pie-
troburgo), commentando i dati in questo modo: “Esiste un parametro che carat-
terizza il funzionamento di una cellula - la sua onda respiratoria - e la condizione
oncologica di un organismo può sopprimere tale onda. Mentre, utilizzando i
Rods, al contrario abbiamo registrato un’enfasi di quel parametro. Chiaramente
il cancro è e rimane una questione seria da non sottovalutare con “termini gen-
tili”. Ad ogni modo, utilizzando i Rods come misura preventiva, forse sarebbe
possibile evitare il formarsi del tumore ma per asserirlo con precisione occorro-
no altre ricerche più specifiche in merito. Una cosa è certa: dove il cancro gen-
36
era una condizione distruttiva, i Rods sembra tentino di riportare l’equilibrio.”
Il punto di vista della Parapsicologia

Marek Stravinsky, un’illustre terapeuta polacco in bio-energetica, possiede


una grande esperienza lavorativa sulle persone ammalate di cancro, e ha rinv-
enuto un particolare spettro di colori irradiati dai Rods del tipo ‘QUARTZ’. “...
Questa radiazione” riporta Marek, “può essere utilizzata con successo sulle
persone ammalate di tumore, così come le pratiche curative utilizzate per il
sistema immunitario.”

Il Punto di Vista degli Specialisti di Tsigun, Yoga e altre Pratiche


Bio-energetiche

“... è quasi la stessa cosa. L’influenza dei cilindri egiziani aumenta il movi-
mento dell’energia “Chi” (Prana) nei meridiani del corpo. A causa dell’aumento
del moto di energia “Chi”, i meridiani presenti nel corpo vengono ripuliti, ripris-
tinando così il bilanciamento energetico. Questo aumento di movimento “Chi”,
provoca una sensazione generale di formicolio, o torpore, sulla punta delle dita
e una pulsazione costante nel centro del palmo delle mani. La purificazione dei
blocchi presenti nei meridiani, può provocare una vasta serie di sensazioni. Tra
le più comuni si registrano: un’intensa vibrazione, fitte, o la sensazione di pic-
cole “esplosioni” in certe aree del corpo che provocano alcuni tollerabili dolori
passeggeri; e poi ancora ronzio alle orecchie e un leggero capogiro. Come
l’energia viene a bilanciarsi queste sensazioni svaniscono. L’uso regolare dei
Cilindri, osservando alcune regole quotidiane, concentra e rinforza il potenziale
energetico di una persona al punto di stabilire un contatto con forme di intel-
ligenza superiori, e la manifestazione di capacità superiori associate alla salute
e alla purezza morale.”

37
GLI ANTICHI CILINDRI EGIZIANI E LE PIRAMIDI

“... l’effetto della Piramide sulla struttura di base di ogni oggetto provoca dei
sostanziali cambiamenti all’interno di questa struttura, indipendentemente dal
fatto che sia minerale, plastica, sostanza organica o creatura vivente. Sembra
che queste strutture vengano ordinate per divenire migliori e maggiormente
armoniche. Inserite in questo determinato contesto, il potere e la durata delle
strutture aumenta notevolmente se le queste componenti sono in risonanza
con la struttura della Piramide”. - Alexander Golod, matematico e ideatore delle Piramidi in
Russia ed ex membro del Ministero della Difesa Russo

Perciò i Cilindri e la Piramide sono un’unica ed inserparabile entità. Attraver-


so questa sinergia rappresentano una potente tecnologia energetica, che ci
permette di aumentare enormemente le nostre capacità mentali e fisiche. La
Piramide è una potente antenna cosmica; un modello in pietra dell’Universo che
utilizza il suo meccanismo energetico come un generatore di energie cosmiche
su piani differenti.

Essendo dei circuiti di risonanza, le Piramidi sembrano essere un’antenna o un


sistema che trasferisce energia da una dimensione all’altra, inoltre sono anche
delle potenti ricetrasmittenti di particolari flussi energetici, collegati a certi pro-
cessi che si manifestano nello Spazio. Questi Cilindri, insieme alla Piramide,
e ad una adeguata preparazione, permettevano ai Faraoni e ai Sacerdoti di
prendere contatto con la Noosfera e comunicare così con gli Dei. E’ arrivato
dunque il momento che le Piramidi ci rivelino i loro segreti! Una recente ricer-
ca ha mostrato che in un’area nella quale sia presente una concentrazione di
Piramidi, l’attività sismica diminuisce drasticamente. Per la precisione, invece
di avere un unico e catastrofico terremoto se ne formano centinaia più piccoli.
Inoltre nell’atmosfera sovrastranti le Piramidi, le condizioni dello strato di Ozono
sono migliori che altrove.

Ulteriori scoperte indicano che le scorie radioattive seppellite nelle Piramidi


perdono le loro proprietà mortali. In altre ricerche si è visto come le sementi
trattate nelle Piramidi aumentino il raccolto del 30/70%. I diamanti sintetizzati
dalla grafite posta all’interno della Piramide per una settimana, si rivelano più
puri e solidi, e la loro forma è maggiormente perfetta. L’acqua che sia stata
trattata nelle Piramidi, mantiene le sue proprietà per anni. Una settimana dopo
che un complesso di Piramidi fu installato in un campo petrolifero di Ishimbai in
39
Bashkiria (Russia del sud) le condizioni degli strati del terreno sono cambiati.
Il petrolio è divenuto più leggero (meno viscoso) ed un certo numero delle sue
proprietà fisiche e chimiche si è alterato, concedendo ai pozzi ai pozzi petroliferi
di aumentare la loro produzione.

Nel campo della medicina, sono in molti i ricercatori che hanno espresso il de-
siderio di testare l’effetto delle Piramidi, e si è scoperto che la loro struttura è in
grado non solo di influenzare la preparazione dei medicinali, ma di migliorare il
sistema immunitario degli organismi viventi e di rigenerare i loro tessuti. Quello
che segue è un resoconto degli esperimenti condotti dai dottori all’interno delle
Piramidi costruite da Alexander Golod.

Dr.ssa N.B. Yegorova, Mechinkov Vaccine Research Institute:

“Io e i miei colleghi abbiamo eseguito delle ricerche per studiare i cambiamenti
nella generale reattività di un organismo in seguito all’esposizione all’interno di
una Piramide. Per questi studi sono stati scelti i modelli maggiormente informa-
tivi. Uno di questi coinvolge l’uso del tifo nei topi causato da un batterio chiama-
to Salmonella Tiphy Murium. Tutti gli esperimenti sono stati condotti su parecchi
gruppi di topi posti all’interno delle Piramidi per vari periodi di tempo e per un
certo numero di volte. Il gruppo di controllo era formato da topi che non erano
mai entrati nelle Piramidi. In diversi momenti dopo l’esposizione all’interno delle
Piramidi i topi sono stati infettati con la Salmonella Typhi Murium e, nell’arco di
un mese, è stato registrato il loro tasso di sopravvivenza.

Va sottolineato che l’infezione da Salmonella Typhi Murium è una malattia molto


grave nei topi e poche cellule, in pratica, bastano a causarne la morte. Pratica-
mente tutti gli animali del gruppo di controllo posizionati all’esterno delle Pirami-
di, sono morti entro il 25° giorno del periodo d’osservazione. Dei gruppi esposti
all’interno delle Piramidi il 30/40% dei topi è sopravvisuto. Non c’è alcun dubbio
che la cosa sia collegata al tempo passato all’interno delle Piramidi. Non c’era
nessun’altro fattore presente; inoltre ciò si è ripetuto con molti gruppi di topi.
Indubbiamente esistono i fattori di naturale resistenza da parte dell’organismo
che hanno sicuramente un ruolo importante nella vicenda. La cosa potrebbe
anche essere dovuta a una certa immunità cellulare e umorale. Investigare que-
sti fattori richiede una ricerca molto seria e meticolosa che noi non siamo stati
in grado di effettuare. Siamo rimasti molto sorpresi dai risultati ottenuti perché
ottenere un tasso di sopravvivenza del 40% in topi infettati con una dose letale
40
di salmonella non affatto semplice. Va sottolineato che ai topi non è stato som-
ministrato alcun medicinale o sostanza chimica; non erano presenti fattori che
avrebbero potuto avere una qualche influenza in un senso o nell’altro. Data la
nostra esperienza abbiamo dunque stabilito che sia stata la Piramide stessa ad
influire sugli organismi viventi. Ora dovremmo studiare il meccanismo che sta
alle fondamenta...”

A. S. Kotonosov, Dottore in Fisica e Matematica al Graphite


Scientific Research Institute:

“Personalmente ero molto scettico riguardo l’effetto della Piramide sulle proprie-
tà fisiche e chimiche sul materiale non organico. Decidemmo quindi di risolvere
la questione con un approccio multiplo, utilizzando tutti i metodi disponibili nel
nostro laboratorio per valutare l’effetto, oppure la sua assenza, della Piramide
sulle proprietà fisiche dei materiali carboniferi. Per questo scopo scegliemmo
uno specifico materiale chiamato Grafite quasi/bidimensionale. In altre parole si
tratta di carbone pirolitico ad elevata temperatura, che possiede una struttura
molto densa che precipita in un acceleratore a 2000 gradi centigradi. La sua
struttura bidimensionale altamente pronunciata, porta la Grafite a possedere
una proprietà ben nota, ossia la sua conduttività elettrica che risulta non venire
influenzata dalle potenti energie tipo le radiazioni neutroniche. In pratica, la po-
tente radiazione neutronica composta da 1019 neutroni per cm2 non provoca
alcun significativo cambiamento nella conduttività elettrica di un materiale tipo
la Grafite quasi/bidimensionale. Noi pensammo che se la radiazione neutronica
non avesse alcun sostanziale effetto sulla conduttività elettrica, allora sarebbe
stato molto improbabile che la misteriosa Piramide fosse in grado di influen-
zarla. Perciò, di conseguenza, rimanemmo tutti molto sorpresi. E’ un fatto: gli
esperimenti sulla conduttività elettrica eseguiti nel nostro laboratorio da Sergei
Kuvshinnikov hanno dimostrato che effettivamente la conduttività della Grafite
cambia e di moltissimo anche. Per di più, l’influenza della Piramide, dipende dal
momento della giornata in cui il campione viene messo al suo interno e il mo-
mento nel quale viene tolto. Il cambiamento radicale delle proprietà elettriche,
in particolare la conduttività, hanno avuto un andamento periodico e l’ampiezza
di queste oscillazioni dipendeva primariamente dalla durata dell’influenza della
Piramide sino al momento in cui i campioni venivano rimossi.”

V. I. Kostikov, Accademia di Scienze Naturali della Federazione


Russa, Direttore del Graphite Scientific Research Institute
41
“Il fatto che la nostra Scienza si strovi in una situazione così difficile potrebbe
non essere una cosa negativa, perché le coloro che si trovano in una tale si-
tuazione sono obbligati ad utilizzare, in condizioni di scarso incoraggiamento
e fondi di finanziamento, maggiormente il loro cervello. Nell’affrontare questo
problema, il nostro scopo è quello di reclutare le menti migliori così che la futura
tecnologia verrà fondata su nuovi principi e su nuovi maggiori investimenti di
capitale.

Dovrei sottolineare il fatto che, finora, in ogni forma di tecnologia abbiamo sem-
pre incontrato quattro parametri variabili: temperatura, pressione, tempo e con-
centrazione. Ora, forse sono troppo frettoloso e rischio di saltare a delle conclu-
sioni un pò troppo audaci, ma quei parametri se ne può aggiungere un quinto, la
Piramide, con tutte le conseguenze che ne derivano. Ciò nonostante, il modo in
cui essa opera è tutt’ora argomento di discussione e i teorici dovranno lavorare
ancora a lungo per trovargli un utilizzo che sia pratico. Tuttavia, l’esistenza di
questo quinto parametro ci da l’opportunità di ottenere nuovi risultati pratica-
mente in tutte le forme di tecnologia chimica, metallurgica e altre.

Ora possiamo audacemente dire che questa è la tecnologia del 21° secolo.
Inolre, più andiamo avanti, più sentiamo l’influenza delle informazioni sul pro-
cesso tecnologico e, cosa più importante, la utilizzeremo poiché sentiamo que-
ste cose provenire dai tempi antichi. Vi sono moltissimi fatti che indicano che
questi fattori hanno influenzato eventi, persone, decisione prese e così via. Pro-
babilmente, per la prima volta, con l’uso della Piramide abbiamo acquisito la ca-
pacità di influenzare il risultato finale in ogni direzione. Questa è la sostanziale
differenza. In precedenza ne eravamo consapevoli, lo “sentivamo” in maniera
empirica, ma oggi, introducendo questo fattore abbiamo la possibilità di modi-
ficare il risultato finale. Io credo che questa sia l’imminente rivoluzione tecnica,
che non avrà eguali nella storia dell’umanità... Ciò significa che ci sono dati
reali e concreti difficilmente possono essere negati. Per essere più specifico,
nel nostro laboratorio abbiamo mostrato i nostri risultati ai più importanti scien-
ziati della materia, veri e propri specialisti nei campi del materiale aeronautico,
metallurgico, elettronico e dei semiconduttori. Vi sono stati molti Direttori dei
principali istituti che sono venuti in Egitto con me, e abbiamo mostrato loro que-
sti risultati. Nonostante il fatto che essi siano tutti, perdonate l’espressione, dei
materialisti convinti, sono andati via di qui “ispirati”, con la consapevolezza che
qui siamo venuti in contatto con il “grande invisibile”, ma non a livello psichico
di indovini e prestigiatori, ma a livello di quantità misurabili e di effetti variabili.
42
Per aumentare l’efficienza dei Cilindri, tutti i componenti utilizzati nel metodo
di fabbricazione, vengono processati all’interno di una Piramide che possiede
un potente campo strutturale per la correzione delle “distanze interatomiche”.
I componenti vengono tenuti nella Piramide per un ciclo di almeno 12 giorni. Il
lattice cristallino del contenuto dei Cilindri, così come i loro contenitori metallici,
cambiano le loro proprietà sotto l’influenza della Piramide, diventando più esatti
e senza difetti, migliorando le loro proprietà di “risuonatori”. Dovremmo sottoli-
neare che grazie a questo processo, anche un individuo che stringa tra le mani
i Cilindri, subisce indirettamente l’influenza della Piramide. I Cilindri, venivano
utilizzati dai Sacerdoti e dai Faraoni, e le stesse Piramidi vennero create in base
alle proporzioni della “Sezione Dorata”.

43
LA SEZIONE DORATA

Sin dai tempi più antichi, dagli egiziani ai più moderni frattali, esiste una propor-
zione divina (o sezione aurea) che è stata presa in considerazione per otte-
nere una dimensione armonica delle cose. Dalla geometria all’architettura, dalla
pittura alla musica, fino alla natura del creato possiamo osservare come tale
rappresentazione corrisponda ad un rapporto che è stato definito pari a 1,618...
il cosiddetto numero d’oro.

- La piramide egizia di Cheope ha una base di 230 metri ed una altezza di 145:
il rapporto base/altezza corrisponde a 1,58 molto vicino a 1,6.
- Nei megaliti di Stonehenge, le superfici teoriche dei due cerchi di pietre azzurre
e di Sarsen, stanno tra loro nel rapporto di 1,6.
- La pianta del Partenone di Atene è un rettangolo con lati di dimensioni tali che
la lunghezza sia pari alla radice di 5 volte la larghezza, mentre nell’architrave in
facciata il rettangolo aureo è ripetuto più volte.
- Anche nella progettazione della Cattedrale di Notre Dame a Parigi e del Palaz-
zo dell’ONU a New York sono state utilizzate le proporzioni del rettangolo aureo.
- Nelle arti del passato, in molte opere di Leonardo da Vinci, Piero della Franc-
esca, Bernardino Luini, Sandro Botticelli, si ricorreva spesso alla sezione aurea
(la divina proportione), considerata quasi la chiave mistica dell’armonia nelle
arti e nelle scienze.
- Anche nella musica, Beethoven, nelle “33 variazioni sopra un valzer di Dabelli”
suddivise la sua composizione in parti corrispondenti ai numeri di Fibonacci, il
cui rapporto corrisponde al numero d’oro.

Un largo contributo alla conoscenza ed alla divulgazione di questo metodo di


suddivisione armonica è stato dato dal matematico Luca Pacioli con la pubbli-
cazione del libro De divina Proportione, testo illustrato con disegni di Leonardo
Da Vinci. Fu nell’Ottocento che alla “Divina proporzione” venne dato il nome
di “Sezione aurea”. Negli oggetti quotidiani possiamo trovare alcuni esempi di
sezione aurea: dalle schede telefoniche alle carte di credito e bancomat, dalle
carte SIM dei cellulari alle musicassette: sono tutti rettangoli aurei con un rap-
porto tra base ed altezza pari a 1,618.

In natura il rapporto aureo è riscontrabile in molte dimensioni del corpo umano.


Se moltiplichiamo per 1,618 la distanza che in una persona adulta e propor-
zionata, va dai piedi all’ombelico, otteniamo la sua statura. Così la distanza
45
dal gomito alla mano (con le dita tese), moltiplicata per 1,618, dà la lunghezza
totale del braccio. La distanza che va dal ginocchio all’anca, moltiplicata per il
numero d’oro, dà la lunghezza della gamba, dall’anca al malleolo. Anche nella
mano i rapporti tra le falangi delle dita medio e anulare sono aurei, così il volto
umano è tutto scomponibile in una griglia i cui rettangoli hanno i lati in rapporto
aureo.

Il moto ciclico rivoluzionario dei pianeti del nostro Sistema Solare, rispetta
questo principio. Il Suono, gli Elementi Chimici e tutti ciò che è connesso con
i massimi sistemi, rispettano questa legge. Ecco perché i cilindri vengono pro-
dotti rispettando rigidamente il principio della Proporzione Aurea, poiché rende
accessibile all’essere umano la loro risonanza vibratoria, e la loro interazione
risonante con la struttura della Piramide.

46
BREVE STORIA

Per molto tempo le sculture dei più grandi faraoni egiziani sono state raffigurate
reggere tra le mani un paio di strani cilindri. Nel tempo gli studiosi di tutto il
mondo hanno ipotizzato un pò di tutto per dare una spiegazione logica circa il
loro utilizzo, descrivendoli come “fazzoletti aromatici”, “contenitori per papiro” o
addirittura “manici per barelle”. Successivamente nelle sculture rappresentative
dei faraoni delle dinastie più recenti, questi cilindri sono definitivamente scom-
parsi. Cosa sono dunque? E soprattutto a cosa servivano?

La prima descrizione circa l’uso di questi cilindri non proviene da una fonte
storica di ricerca ufficiale, ma proviene da alcuni capitoli di un manoscritto
molto popolare negli anni ‘70 a T’bilisi (in Georgia), compilato da un nobile e
benestante diplomatico polacco: il Conte Stefan Colonna Walewski.

Purtroppo di questo Conte Walewski si hanno poche notizie biografiche, tutte


imperniate sul suo arrivo come diplomatico a New York verso la fine degli anni
venti, dove divenne un personaggio famoso per la generosa filantropia e per il
suo negozio, Esoterica, nel quale vendeva oggetti di arte orientale, antichità e
curiosità archeologiche che gli arrivavano misteriosamente. A New York si nar-
rava che Esoterica fosse la porta di un altro mondo nel quale la magia, i demoni
e i talismani erano reali quanto la metropolitana e le insegne al neon. Walewski
stesso raccontava che, nel corso della sua attività diplomatica per il governo po-
lacco, dovette compiere molti viaggi in Europa e in Asia Minore. In particolare,
negli anni venti, durante un soggiorno nelle montagne del Caucaso, incontrò
in maniera fortuita i membri di una setta zoroastriana che lo accolsero a patto
di non divulgare notizie riguardo al loro gruppo. Dai suoi maestri egli ricevette
molti insegnamenti di potere tra cui quello di riuscire, appunto, a “richiamare a
sé qualsiasi oggetto”.

Una volta arrivato negli Stati Uniti, il Conte Walewski trascrisse, nel suo inglese
allora ancora approssimativo, gli appunti che gli erano stati dettati in persiano
e in russo dai suoi maestri. Mentre era ancora in vita, egli mostrò a pochissime
persone il manoscritto originale dello Yoga Caucasico, che fu pubblicato per la
prima volta nel 1955 poco prima della sua morte, in sole mille copie. Il testo rac-
chiude tecniche di yoga indiano e tibetano e, soprattutto, inedite pratiche cau-
casiche di origine zoroastriana che, secondo alcuni studiosi, sono le medesime
che apprese Gurdjieff durante la sua giovinezza.
47
Gli editori della seconda edizione, pubblicata nel 1985 in California raccontano
che quando Falcon Press stampò negli anni ’50 la prima edizione, un gruppo
qualificatosi come “Mas Das Nin” (questa è la pronuncia che essi ricordano) si
rivolse al tribunale affermando che il manoscritto rivelava i loro insegnamenti
più segreti. A quanto pare fu data ragione al gruppo e venne ordinato di distrug-
gere tutte le copie ancora in vendita: solo 300 delle 1000 copie stampate riusci-
rono a circolare. La seconda edizione californiana non ebbe di questi problemi,
ma la sensazione di avere a che fare con un testo straordinariamente prezioso,
e anche un po’ pericoloso, è rimasta a tutti coloro che ne sono venuti a contatto.
L’edizione italiana è stata curata dalla Venexia Edizioni nel 2003.

A proposito quindi dei Cilindri, nel Manoscritto del Conte Walewski si possono
leggere un gran numero di importanti affermazioni:

“I cilindri del potere erano noti e utilizzati sin dai tempi più remoti, mentre il se-
greto della loro preparazione era prerogativa di pochi iniziati. [...] I due cilindri
tenuti in mano dalle figure erette sono delle impugnature di immenso potere
simile all’elettricità, e rilasciano questa energia nel corpo immagazzinandola nei
gangli unipolari e nel fluido spinale; in questo modo l’energia aumenta del cento
per cento e dura un giorno e una notte per ventiquattro ore.” – Conte Stefan Colonna
Walewski “Il Manoscritto dello Yoga Caucasico” – Pg. 161 - Venexia Edizioni

Cosa c’è dunque di reale in queste affermazioni?

Nel 1994 un gruppo di fisici e studiosi russi viene coinvolto nella ricerca sui “cilin-
dri del potere” da V. P. Kovtun, un insegnate di fisica presso il Liceo di Puškin
(S. Pietroburgo) e Candidate of Science1, il quale presenta loro un quaderno
di studio contenente alcuni paragrafi tratti dal famoso manoscritto del Conte
Walewski, nei quali è descritto passo dopo passo l’intero processo di realiz-
zazione dei cilindri. A quel punto la Dott.ssa Svetlana Gorbunova2, assieme al
suo gruppo di tecnici e scienziati sviluppa la prima coppia di cilindri chiamandoli

1 Candidate of Science è la più alta onoreficenza scientifica post-laura in voga nei paesi del Blocco Sovietico, ot-
tenibile attraverso la presentazione di una dissertazione riguardante una materia scientifica specifica.
2 Dal 1983 al 1989: Dipartimento di Fisica all’Università Statale di S. Pietroburgo - Specializzazione: Geofi-
sica - Dal 1990 al 1992: Studi post-laurea al Scientific-research Institute “Physics of the Earth” dell’Accademia
delle Scienze Russa, Mosca. Il tema della tesi: “Precursori atmosferici dei sismi” di cui a seguire tre pubblicazioni
scientifiche.

48
“Cilindri dei Faraoni” con l’intenzione di eseguire delle
ricerche e dei test per dimostrare la validità delle af-
fermazioni di Walewski. Incominciano così le indagini,
raccogliendo una grande quantità d’informazioni con
l’aiuto di storici ed egittologi del State Hermitage, il
Museo di Antropologia ed Etnografia ed infine il Mu-
seo Statale Russo.
FIG.1 - I cilindri del Faraone Pepi II°
conservati al Metropolitan Museum
di New York
Finalmente, nel 1994/1995 il Dr. M.A. Nikulin3, re-
sponsabile al Djanelidse First Aid Institute of Scientific
Research, conclude una serie di studi che dimostrano
di fatto un’influenza positiva sull’organismo umano.

Sin dal 1994 la Compagnia RODS.RU ha prodotto il primo set di Cilindri,


chiamandoli i “Cilindri dei Faraoni”. Sebbene questo set funzionasse egregia-
mente, fu solo nel 1999 che il gruppo di scienziati guidati dal Dr.ssa Svetlana
Gorbunova fu in grado di produrre i Cilindri in conformità ai dettagli presenti nel
manoscritto del Conte Walewski. Così, i “Cilindri dei Faraoni” perfezionati ven-
gono ora chiamati KONT in onore del Conte Walewski.

Prima della Compagnia RODS.RU, i Cilindri KONT furono studiati in America


dal 1914 al 1964, ma la storia dei Cilindri risale ancora a molto tempo prima.

I Sacerdoti dei Faraoni dell’antico Egitto utilizzavano


questi cilindri metallici riempiti di sostanze differenti al
fine di realizzare passo dopo passo l’evoluzione delle
loro capacità psichiche, energetiche e, di conseg-
uenza, quelle fisiche. Queste capacità erano neces-
sarie per preparasi alla “Comunicazione con gli Dei”
in combinazione con l’aiuto delle Piramidi. I Cilindri,
che secondo le documentazioni venivano tenute in
mano dai Faraoni per tutta la vita, armonizzano i due
principali flussi energetici “Ying” e “Yang”. Lo Ying e
lo Yang sono due flussi di energia, due principi op-
FIG. 2 - Gli Dei Egiziani Horus e
posti e unificati, diversi ma omogenei al tempo stes-
Hator so. In costante associazione ed interazione all’interno
della persona, lo Ying e lo Yang sono le due fonti
dell’energia vitale. Quando i due flussi interagisco
49
no nel modo adeguato, le funzioni vitali del corpo sono facilitate e la persona
vive senza nessun particolare problema. Il gruppo scultoreo rappresentante gli
Dei Khator e Horus (FIG.2), riflette simbolicamente questo fenomeno. Il Cilin-
dro “Yang” si trova nella mano destra del Dio Horus, e rappresenta il principio
maschile. Il Cilindro “Ying” si trova nella mano sinistra della Dea Hator e rap-
presenta il principio femminile. Al centro della scultura si trova il Faraone verso
cui sono dirette le due mani portatrici di energia. L’uso di questi Cilindri aiutava,
in modo considerevole, il Faraone o chiunque altro li utilizzasse, a correggere il
flusso energetico del proprio sistema nervoso, favorendo il sistema immunitario
verso un benefico effetto sulla salute e sulla condizione fisica. L’uso corretto dei
Cilindri permetteva al Faraone, o a chiunque altro, di prepararsi alla “Comuni-
cazione con gli Dei”.

Il Cilindro specifico per la mano destra, fabbricato in rame, era associato al


Sole (principio maschile Yang), mentre quello specifico per la mano sinistra
era fabbricato in zinco ed era associato alla Luna (principio femminile Ying).
All’interno dei Cilindri si trovavano dei minerali che venivano sostituiti man
mano che il Faraone procedeva nel processo di auto-perfezione. Nella fase
iniziale il ripieno dei Cilindri consisteva in una speciale qualità di sabbia bianca,
e avevano un effetto positivo sui canali energetici di una persona, attivandoli
completamente. In seguito i Cilindri venivano riempiti con grossi grani di quar-
zite. Man mano che il processo di trasformazione progrediva, questi venivano
sostituiti con altri minerali.

Per aumentare le proprietà dei Cilindri, al rame veniva aggiunto dell’oro, in


proporzione adeguata. Così, il Cilindro del Sole veniva anche chiamato il “Cilin-
dro d’Oro”; mentre al Cilindro della Luna veniva aggiunto dell’argento. Entrambi
erano fabbricati seguendo la Proporzione Aurea, mentre le loro dimensioni er-
ano determinate in base allo stato del sistema energetico e sulla salute della
persona. Nell’Antico Egitto il ripieno dei Cilindri spesso consisteva in cristalli di
quarzo di differente grandezza. La loro dimensione dipendeva dagli obbiettivi,
dalla salute e dall’equilibrio energetico della persona che utilizzava i Cilindri.
All’inizio veniva utilizzato del quarzo macinato finisissimo (speciale sabbia bi-
anca), e i Cilindri con queste proprietà influivano positivamente sulle correnti
energetiche attivandole. Successivamente veniva utilizzato del Quarzo a grani
più grossi e rozzi.
50
DECLINAZIONI DI RESPONSABILITA’

Le informazioni contenute in questo documento non vanno assolutamente in-


terpretate come un sostitutivo di alcuna terapia medica. Pertanto, all’insorgere
di una qualsiasi patologia, come distributori esclusivi in Italia degli unici ed origi-
nali Cilindri Egiziani, promuoviamo sempre e comunque con vigore il consulto
del proprio medico curante.

Essendo stati testati e provati scientificamente sin dal 1994 dai più prestigiosi
istituti di ricerca medica in Russia e in Ucraina, questi Cilindri posseggono delle
specifiche proprietà che sono state considerate “terapeutiche” dagli scienziati
che li hanno testati, ma devono comunque essere visti semplicemente come
un “integrativo”. Per niente al mondo l’utente dei Cilindri è incoraggiato ad ab-
bandonare qualsiasi terapia medica in corso. Suggeriamo però l’integrazione
dei Cilindri come supporto alla terapia, così come suggerito dai medici stessi.

Premesso quanto sopra l’Importatore è da ritenersi divincolato da qualsiasi


tipo di responsabilità civile e/o penale derivata dall’uso improprio dei Cilindri
e delle informazioni contenute in questo documento, il quale ha una valenza
puramente informativa specificatamente all’uso e alla storia dei Cilindri.

www.egyptianrods.it
www.darkroom432hz.net
www.acquasonora.com