Sei sulla pagina 1di 16
Elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale Airola, 15 e 16 Maggio 2011 Programma Amministrativo dolla Lista OCC NCI PER IL FUTURO DI AIROLA Candidato alla carica di Sindaco Pasquale LOMBARDI * Cittadini, elettrici, elettori, Airola, la nostra Citta, ha bisogno di uscire dalla stagnazione che ha caratterizzato gli ultimi anni ritrovando entusiasmo e voglia di fare; ha bisogno di idee innovative, di una forte e lungimirante capacita di programmare il futuro,e allo stesso tempo di una guida di comprovata esperienza per governare il presente rimuovendo le condizioni ostative a reali prospettive di sviluppo che & fin troppo facile individuare in miopi quanto meschini interessi di pochi, e nella rassegnazione di tanti. Mnostro motto "esperienza e passione” esprime in sintesi cid che la nostra lista vuole offrire alla comunité per migliorarne le condizioni di vita e ridare fiducia alle giovani generazioni. A partire dal candidato Sindaco, infatti, la nostra lista si caratterizza per Ja virtuosa coesistenza di quegli elementi che sono indispensabili per la realizzazione di qualsiasi progetto che si ponga come obiettivo la crescita e il benessere del proprio Paese: I'esperienza e la passione appunto; ed infatti la prima senza I'altra rischierebbe I'arida reiterazione di percorsi gid praticati; l'altra, da sola, il velleitairismo inconcludente. Siamo tuttavia consapevoli che ci occorre I'aiuto di tutti; occorre che i cittadini, le ibere associazioni, le forze politiche e il mondo della produzione dialoghino tra loro e con il governo, nella prospettiva condivisa di una crescita armonica e diffusa. Quindi impegno primario favorire questo dialogo con I'applicazione costante dei principi di trasparenza e solidarieté, che sempre dovranno accompagnarsi alla efficacia e all'efficienza dell'azione amministrativa. Ma non basta ancora! Per amministrare oggi pitt ancora di ieri, occorrono le competenze atte ad individuare i bisogni, a segnare i possibili percorsi e dettare indirizzi ed obiettivi da seguire e realizzare con limpiego ottimale delle risorse umane e di elevata professionalita pure presenti nella dotazione organica dell'ente,e non sempre utilizzate al meglio. Nella composizione della lista abbiamo considerato anche questo aspetto ¢, senza ipocrisie 0 false modestie, riteniamo di aver messo insieme tali necessarie competenze e le porremo a disposizione della collettivita con Jaborioso spirito di servizio. Nella nostra citta ci conosciamo tutti, quindi ‘non occorrono particolari presentazioni, dobbiamo solo confermare i nostro impegno ed onorare la fiducia che vorrete accordarci per cid che siamo e per il programma che Vi proponiamo. Uattenzione ai problemi della nostra Airola e la programmazione del futuro ci vedono uniti per un deciso cambiamento di rotta anche nel dibattito politico che, una volta per sempre, deve abbandonare lo sterile esercizio dialettico finalizzato al mantenimento di vecchi quanto precari equilibri di potere: al centro di ogni discussione, di ogni dibattito, di ogni iniziativa vanno posti i problemi del paese e la crescita che auspichiamo € riteniamo possibile. Questo I'unico discrimine per avviare e mantenere un confronto costruttivo, con tutte le rappresentanze sociali. Cercheremo, per le soluzioni e per le scelte prospettate, i massimo coinvolgimento € le possibili convergenze, mantenendo tuttavia ferma la barra del timone verso la meta che ci siamo prefissi: disponibilita sempre, compromessi ‘mai! Con questo documento intendiamo quindi tracciare le linee quida della nostra futura azione amministrativa, evidenziandone gli aspetti di pi immediato riscontro e pertanto non vi sono riportate le problematiche ‘minute e tante svariate esigenze, pure importanti e tuttavia ordinarie; ne sarebbe scaturito un elenco prolisso e demagogico. Del resto siamo ben consapevoli che nessun programma, per quanto vasto e articolato, potré mai anticipare le trasformazioni della realta socio economica che riguarda noi, ma che deve comunque fare i conti con fattori esterni cogenti quanto imprevedibili. SAREMO TUTTAVIA VIGILI e non ci faremo trovare impreparati. Con questi intenti ci proponiamo di amministrare la nostra Citta con impegno ed equilibrio costruendo, nei prossimi cinque anni, un ponte verso un futuro migliore per noi e per i nostri figli. CON IL VOSTRO CONSENSO E CON IL VOSTRO AIUTO VINCEREMO QUESTA ENTUSIASMANTE SFIDA. W candidato SINDACO I candidati CONSIGLIERI QUESTI I PUNT! CARDINE SU CUI RICHIAMIAMO LA VOSTRA ATTENZIONE E PREPARIAMO IL NOSTRO IMPEGNO: POLITICHE SOCIALI: La pratica della solidarieta, nella sua pid larga accezione di disponibilita verso gli altri ed in particolare verso / pid bisognosi, 2 un impegno ineludibile e pid’ che mai attuale, sicché dovra darsi un forte e concreto sostegno alle organizzazioni di volontariato operanti sul terrtorio. Alla loro meritoria attivita deve aecompagnarsi 'intervento organico dell'Amministrazione con il necessario supporto economico. A tal fine la presenza nelle fasi di programmazione degli interventi di competenza del "piano d'ambito" e in tutte le sedi preposte, dovra essere costante ed incisiva. Allo stesso tempo tutti gli interventi in questo delicato settore dovranno essere guidati dal pid rigoroso rispetto dei principi di imparzialita e trasparenza e preceduti sempre da un‘attenta ricognizione delle varie realta, affinche il sostegno pubblico non scada in un indiscriminato e perfino dannoso assistenzialismo. I tessuto sociale della nostra comunita nasconde ampie fasce di disagio economico che occorre individuare, predisponendo per esse una rete di sostegno i cui cardini devono essere il diritto al lavoro e a un'abitazione confortevole, anche attraverso incentivi economici e abbattimenti fiscali. Cost dovra essere garantito il diritto dei bambini e dei ragazzi all'istruzione e ad una adeguata formazione psicofisica. Particolare attenzione va posta al fenomeno dell'incremento dei “nuovi cittadini” provenienti sia dall'area comunitaria che da Paesi extraeuropei; per questi dobbiamo predisporre accoglienza e assistenza ma soprattutto agevolarne I'inserimento contrastando tuttavia derive negative non compatibili con il decoro e 'ordine pubblico. Ancora maggiore attenzione va dedicata agli anziani: vanno ampliati i servizi gia erogati e resi disponibil in termini di efficaci ed efficienza,a fasce pid larghe di utenza, anche prevedendo una ragionevole e proporzionata compartecipazione ai costi. Ed infatti non sempre condizioni di solitudine e di abbandono sono conseguenti a difficolta economiche, bensi a cause diverse che richiedono comunque l'intervento delle strutture pubbliche. Da qui la necessita che la casa albergo vada completata al piti presto nel rispetto delle direttive regionali,-e dei piti modemi criteri di accoglienza; su questo particolare aspetto poniamo una priorita assoluta. | nostri anziani, tuttavia,non vanno considerati solo in quanto bisognosi di assistenza e cura; essi sono la testimonianza delle nostre origini e certamente gli artefici della crescita della nostra comunita. Dobbiamo far tesoro della loro saggezza e della loro esperienza, rendendoli partecipi dei programmi e delle scelte nella consapevolezza che non vi pud essere futuro se non preserviamo le nostre radici e la nostra storia. Da ultimo, ma solo per darvi maggiore evidenza, I‘impegno per il Centro di accoglienza dei diversamente abili. E' ed @ stato sempre una struttura di cui andare fieri e sempre tutti vi hanno concorso, amministratori e cittadini. E' tempo peré di ulteriori sviluppi, ampliando i tempi di fruizione con inclusione anche della stagione estiva e con la previsione di attivita che, laddove possibile, non siano semplice intrattenimento ricreativo, ma di concreta formazione. Non sara facile, ma interagendo con il gruppo di volontari che gia vi opera con encomiabile impegno e coinvolgendo Ie realta professionali e produttive, contiamo di superare il veechio modulo assistenziale a fronte di un reale coinvolgimento sociale e civile. RIPRESA ECONOMICA - RIPRISTINO ED INCREMENTO DEI LIVELLI OCCUPAZIONALI Itriste (e per certi versi ancora incomprensibile) epilogo de! tentativo di reindustrializzazione che ha visto svanire le speranze pur ragionevoli di una concreta, duratura ripresa della nostra economia e le conseguenze drammatiche che ne sono derivate non solo per le famigiie dei circa quattrocento cassintegrati, ma per I'intera comunita, richiedono il massimo prioritario sforzo da parte di tutti i soggetti istituzionali, affinché le ingenti risorse pubbliche, che pure sono state impegnate, non vadano definitivamente perdute. Il Comune deve fare la sua parte, in primo luogo preservandd il patrimonio immobiliare per le possibili riconversioni produttive nella cui elaborazione deve pretendere ruoli primari di compartecipazione e controllo. In questa materia non valgono improwisazioni e pertanto bisognera awalersi di speciali consulenze da reperire, senza costi aggiuntivi, presso le istituzioni pubbliche a cié finalizzate. Senza intenzioni polemiche dobbiamo qui rilevare che troppo spesso studi, progetti e consulenze di grande impatto mediatico, sono risultati privi di effetti concreti per la crescita economica, nonostante costi non trascurabili. Da qui la necesita di un gruppo permanente di lavoro che veda presenti, con I'Amministrazione comunale, lo Stato, la Regione e la Provincia, insieme alle rappresentanze territoriali dei lavoratori e della imprenditoria. L'esperienza del passato ci deve essere tuttavia di insegnamento a non collegare sviluppo e occupazione alle sole iniziative di tipo industriale. La stessa agricoitura, opportunamente rinnovata nelle metodologie tecniche verso produzioni specializzate ai alta qualita, va riguardata con rinnovato interesse anche dai pid giovani; e cos la zootecnia e cosi le attivita artigianali e di servizio. Altre fonti di nuova occupazione e di reddito aggiuntivo per gli operatori del commercio, dell'accoglienza e ristorazione, devono ricercarsi nel settore del TURISMO anche religioso. Riteniamo percid fondamentale la valorizzazione del nostro patrimonio paesaggistico, artistico e monumentale, e dello stesso tessuto urbano attraverso interventi mirati di conservazione, restauro e arredo. Noi faremo la nostra