P. 1
RM- Principi fisici

RM- Principi fisici

|Views: 798|Likes:
Published by ushu

More info:

Categories:Types, Research
Published by: ushu on Apr 09, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PPTX, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

04/09/2011

pdf

text

original

PROGRAMMA

Apparecchiature di Risonanza Magnetica
- le onde elettromagnetiche
- il fenomeno fisico della risonanza
- le sequenze di impulsi in RM.
- il contrasto nelle immagini di RM
- i componenti di un sistema per imaging a RM
- la codifica spaziale del segnale di RM
- differenti tipi di apparecchiature a RM
MR è realmente semplice !
Risonanza Magnetica
Nucleare
Risonanza Magnetica
Nucleare
Il nucleone (protone o neutrone) o l·elettrone di un
atomo può essere schematizzato come una trottola
che ruota attorno a se stessa e pertanto presenta
un momento angolare che viene definito DzSPINdz e
identificato con l·asse di rotazione. Lo spin può
essere di ½ e può essere + o -
Nucleare
Nel modello a guscio, come gli elettroni, anche i nucleoni riempiono
degli orbitali. Quando il numero di nucleoni è uguale a 2, 8, 20,
28, 50, 82, and 126, gli orbitali sono pieni. Quando gli orbitali
vengono riempiti, gli spin dei nucleoni, come quello degli
elettroni, si possono appaiare ed annullare. Quasi tutti gli
elementi della tavola periodica hanno un isotopo con uno spin
nucleare non nullo. Gli atomi con protoni/neutroni non appaiati
hanno uno ´SPIN nettoµ.
Nucleare
Nuclei
Protoni
Spaiati
Neutroni
Spaiati
Spin
Risultante
ɇ
(MHz/T)
1
H 1 0 1/2 42.58
2
H 1 1 1 6.54
31
P 1 0 1/2 17.25
23
Na 1 2 3/2 11.27
14
N 1 1 1 3.08
13
C 0 1 1/2 10.71
19
F 1 0 1/2 40.08
Nel nucleo è concentrata
tutta la carica positiva
dell·atomo, la rotazione (quindi
il movimento) di una carica
elettrica genera un campo
magnetico. Si dice quindi che
al momento angolare P è
associato un momento
magnetico µ.
Entrambi i momenti sono
grandezze vettoriali e sono
direttamente proporzionali
sulla base di un fattore di
proporzionalità ǁ detto
rapporto giramagnetico.
µ = ɇ . P
Nucleare
N
S
Nucleare
1. Imaging dei nuclei RM-ATTIVI 1. Imaging dei nuclei RM-ATTIVI
Spin
netto
Nucleare
1. Cosa è un nucleo RM-ATTIVO ? 1. Cosa è un nucleo RM-ATTIVO ?
E· un nucleo dotato di MOMENTO MAGNETICO E· un nucleo dotato di MOMENTO MAGNETICO
spin
+ -
1. Il MOMENTO MAGNETICO:
- dipende dal numero di protoni (dispari)
- non è influenzato dai neutroni
1. Il MOMENTO MAGNETICO:
- dipende dal numero di protoni (dispari)
- non è influenzato dai neutroni
Nucleare
Idrogeno 1
Carbonio 13
Azoto 15
Ossigeno 17
Fluoro 19
Sodio 23
Fosforo 31
Idrogeno 1
Carbonio 13
Azoto 15
Ossigeno 17
Fluoro 19
Sodio 23
Fosforo 31
RMN può essere
eseguita solo su
isotopi la cui
presenza naturale
è sufficientemente
alta per essere
rilevata.
Elemento
Abbondanza
Biologica*
Idrogeno (H) 0.63
Carbonio (C) 0.094
Azoto (N) 0.015
Sodio (Na) 0.00041
Fosforo (P) 0.0024
Ossigeno (O) 0.26
Calcio (Ca) 0.0022
Nucleare
1. Imaging del NUCLEO DI IDROGENO 1. Imaging del NUCLEO DI IDROGENO
- il più abbondante
- momento magnetico elevato
+
=
+
-
Magnetizzazione
Se sottoposti ad un campo magnetico esterno i
protoni si ALLINEANO
+
+
+
+
+
+
+
+
+
B0
+
Allineamento PARALLELO o ANTI-PARALLELO
+ +
B0
PARALLELO = bassa energia
ANTI-PARALLELO = alta energia
+
+
+
+
+
Magnetizzazione netta
Magnetizzazione
Magnetizzazione netta = Magnetizzazione LONGITUDINALE
B0
Magnetizzazione
1. ´MAGNETIZZAZIONEµ del pz
2. Invio di un impulso di RF
3. Cessazione dell·impulso di RF
4. Rilassamento del sistema
1. ´MAGNETIZZAZIONEµ del pz
2. Invio di un impulso di RF
3. Cessazione dell·impulso di RF
4. Rilassamento del sistema
Imaging RM Imaging RM
Se sottoposti ad un campo magnetico esterno
i protoni assumono un moto di PRECESSIONE
B0
æ = ¸ B0
Eq. di Larmor
1. ´MAGNETIZZAZIONEµ del pz
2. Invio di un impulso di RF
3. Cessazione dell·impulso di RF
4. Rilassamento del sistema
1. ´MAGNETIZZAZIONEµ del pz
2. Invio di un impulso di RF
3. Cessazione dell·impulso di RF
4. Rilassamento del sistema
Imaging RM Imaging RM
1. Invio di un impulso di RF 1. Invio di un impulso di RF
Imaging RM Imaging RM
«l·impulso di RF deve avere la stessa
frequenza della frequenza di
precessione del nucleo di idrogeno per
entrare in RISONANZA con esso e
scambiarvi energia«
«l·impulso di RF deve avere la stessa
frequenza della frequenza di
precessione del nucleo di idrogeno per
entrare in RISONANZA con esso e
scambiarvi energia«
æ = ¸ B0
RF
Risonanza
1. Invio di un impulso di RF
a) Eccitazione nucleare
b) Sincronizzazione di fase dei protoni
1. Invio di un impulso di RF
a) Eccitazione nucleare
b) Sincronizzazione di fase dei protoni
Imaging RM Imaging RM
+
+
+
+
+
RF
+
+
+
+
+
+
+
B0
1. Invio di un impulso di RF
a) Eccitazione nucleare
scomparsa della ML
b) Sincronizzazione di fase dei protoni
1. Invio di un impulso di RF
a) Eccitazione nucleare
scomparsa della ML
b) Sincronizzazione di fase dei protoni
Imaging RM Imaging RM
RF
Magnetizzazione TRASVERSALE
1. Invio di un impulso di RF
a) Eccitazione nucleare
scomparsa della ML
b) Sincronizzazione di fase dei protoni
creazione della MT
1. Invio di un impulso di RF
a) Eccitazione nucleare
scomparsa della ML
b) Sincronizzazione di fase dei protoni
creazione della MT
Imaging RM Imaging RM
RF
T
B0
1. ´MAGNETIZZAZIONEµ del pz
2. Invio di un impulso di RF
3. Cessazione dell·impulso di RF e«
4. «rilassamento del sistema
1. ´MAGNETIZZAZIONEµ del pz
2. Invio di un impulso di RF
3. Cessazione dell·impulso di RF e«
4. «rilassamento del sistema
Imaging RM Imaging RM
RF
ML
MT
ML
MT
I
t
FID
´free induction decayµ
90°
FID
M
xy
La rotazione del vettore di MT attorno alla direzione di B
0
(asse
Z) induce una corrente nella bobina posizionata attorno all'asse X.
1. Tempo di rilassamento T1
2. Tempo di rilassamento T2
3. Densità protonica
4. Chemical shift
5. Fenomeni di flusso
1. Tempo di rilassamento T1
2. Tempo di rilassamento T2
3. Densità protonica
4. Chemical shift
5. Fenomeni di flusso
Determinanti del segnale Determinanti del segnale
1. Tempo di rilassamento T1 1. Tempo di rilassamento T1
Imaging RM Imaging RM
Determinanti del segnale Determinanti del segnale
ML%
t
63%
0
100
T1
- velocità con cui viene recuperata
la ML
- tempo necessario a raggiungere il
63% della ML
- spin-reticolo
- velocità con cui viene recuperata
la ML
- tempo necessario a raggiungere il
63% della ML
- spin-reticolo
ML%
t
63%
0
100
T1 T1
Curva del rilassamento T1 Curva del rilassamento T1
MT%
t
37%
100
0
T2
63%
2. Tempo di rilassamento T2
- velocità con cui decade la MT
- tempo necessario a perdere il 63% della MT
- spin-spin
2. Tempo di rilassamento T2
- velocità con cui decade la MT
- tempo necessario a perdere il 63% della MT
- spin-spin
Imaging RM Imaging RM
Determinanti del segnale Determinanti del segnale
MT%
Curva del rilassamento T2 Curva del rilassamento T2
t
100
0
T2 T2
3. Densità protonica
- numero di nuclei risonanti per unità di volume
- solo protoni di idrogeno che costituiscono le
molecole dell·acqua libera
3. Densità protonica
- numero di nuclei risonanti per unità di volume
- solo protoni di idrogeno che costituiscono le
molecole dell·acqua libera
Imaging RM Imaging RM
Determinanti del segnale Determinanti del segnale
Dal T1 e dal T2«
«alla immagine
´T1 pesataµ & ´T2 pesataµ
Dal T1 e dal T2«
«alla immagine
´T1 pesataµ & ´T2 pesataµ
Imaging RM Imaging RM
Sequenza spin-echo Sequenza spin-echo
90° 90° 90°
TR
TE
TR = tempo di ripetizione
TE = tempo di echo
TR = tempo di ripetizione
TE = tempo di echo
180° 180°
90° 90° 90°
180° 180°
t
0
T1 grasso
acqua
63%
TR
0
T1 grasso
acqua
lungo breve
TE
TR
I agine
´T1 esataµ
I agine
´T1 esataµ
Per massimizzare la dipendenza T1
si devono usare
TR brevi
Per massimizzare la dipendenza T1
si devono usare
TR brevi
Imaging RM Imaging RM
90° 90° 90°
180° 180°
TE
TR
I i
´T s t µ
I i
´T s t µ
t
T
cqu
63%
TE
lu o br v
r sso
T
cqu
r sso
Per massimizzare la dipendenza T2
si devono usare
TE lunghi
Per massimizzare la dipendenza T2
si devono usare
TE lunghi
Imaging RM Imaging RM
Per massimizzare la dipendenza T1
TR breve«
Per massimizzare la dipendenza T1
TR breve«
Immagine T1 pesata Immagine T1 pesata
«per abbattere la dipendenza T2
TE breve
«per abbattere la dipendenza T2
TE breve
Per abbattere la dipendenza T1
TR lungo«
Per abbattere la dipendenza T1
TR lungo«
Immagine T2 pesata Immagine T2 pesata
«per massimizzare la dipendenza
T2
TE lungo
«per massimizzare la dipendenza
T2
TE lungo
Per abbattere la dipendenza T1
TR lungo«
Per abbattere la dipendenza T1
TR lungo«
Immagine pesata in DP Immagine pesata in DP
«per abbattere la dipendenza T2
TE breve
«per abbattere la dipendenza T2
TE breve
Imaging RM: pesatura delle immagini Imaging RM: pesatura delle immagini
TR TE
breve breve T1 pesata
lungo lungo T2 pesata
lungo breve
densità
protonica
breve lungo NO segnale
4. Chemical shift
- frequenza di risonanza influenzata anche dalla
nube elettronica circostante il nucleo
æ = ¸B0 ´l o)
- o (costante di schermo) dipende da densità e
distribuzione spaziale e-
4. Chemical shift
- frequenza di risonanza influenzata anche dalla
nube elettronica circostante il nucleo
æ = ¸B0 ´l o)
- o (costante di schermo) dipende da densità e
distribuzione spaziale e-
Imaging RM Imaging RM
eterminanti del segnale eterminanti del segnale
Imaging RM Imaging RM
t rminanti l s gnal t rminanti l s gnal
4. Ch mical shift
- sprim la variazion lla fr qu nz i
risonanza i un t rminato nucl o in r lazion
all iff r nti nubi l ttronich ch lo
circon ano sch rman olo
- CS ha un valor ´tipicoµ p r ciascuna mol cola
- iff. H acqua ² H grasso circa 225Hz a 1,5T
- Art fatto a ban a (ip rint nso o ipoint nso)
all·int rfaccia acqua-grasso
4. Ch mical shift
- sprim la variazion lla fr qu nz i
risonanza i un t rminato nucl o in r lazion
all iff r nti nubi l ttronich ch lo
circon ano sch rman olo
- CS ha un valor ´tipicoµ p r ciascuna mol cola
- iff. H acqua ² H grasso circa 225Hz a 1,5T
- Art fatto a ban a (ip rint nso o ipoint nso)
all·int rfaccia acqua-grasso
Soppressione del segnale del grasso: ´chemical shiftµ Soppressione del segnale del grasso: ´chemical shiftµ
t = 0 t = 0 TE = 2.26 ms TE = 2.26 ms TE = 4.52 ms TE = 4.52 ms
inizio seq. GRE inizio seq. GRE FUORI FASE FUORI FASE IN FASE IN FASE
A A
G G
A
G
A
G
A G
in fase: TE 5,4 ms in fase: TE 5,4 ms
Chemical shift imaging
- Seq. GRE
- Perdita di segnale all·interfaccia acqua-grasso
- Differenza nella frequenza di risonanza tra protoni
dell·acqua e del grasso
fuori fase: TE 2,7 ms fuori fase: TE 2,7 ms
TE = 2.26 ms TE = 2.26 ms TE = 4.52 ms TE = 4.52 ms
FUORI FASE FUORI FASE IN FASE IN FASE
A A
G G
Soppressione del segnale del grasso: ´chemical shiftµ Soppressione del segnale del grasso: ´chemical shiftµ

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->