Sei sulla pagina 1di 3

Lo sapevi che Lulu è veramente esistito

ed è il primo medico di cui si conosca il


nome? Beh, te lo diciamo noi. Egli visse
nella città di Ur in Mesopotamia.
Grazie alle fonti scritte, noi sappiamo
.
che già dall’antichità venivano distinte
alcune specializzazioni veterinarie, come
“dottore dei buoi” e “dottore degli asini”
e presso gli Egizi v’erano un medico per
gli occhi, del naso e altri ancora.

Il testo medico più antico risale al Si conoscevano già le malattie


2200 a.C. e contiene quindici infettive poiché si prescriveva
prescrizioni per pomate, decotti e l’isolamento. Un testo assiro, da cui
lozioni a base di catrame, oli abbiamo preso spunto per “creare”
vegetali, radici e piante il nostro fumetto, dice: Nanname
giace malata per una piaga:
nessuno deve bere nel bicchiere in
cui essa beve... nessuno deve
giacere nel letto in cui giace... non
devono venire in contatto con lei
perché la piaga è contagiosa”.

Anche la chirurgia era evoluta.


Gli archeologi, sempre in
Mesopotamia, hanno ritrovato
strumenti chirurgici molto precisi e
alcuni crani con segni di
trapanazione avvenuta e
conseguente rigenerazione delle
ossa, segno che i pazienti
sopravvissero a lungo alle operazioni

L’uso delle piante medicinali è


In papiri medici egizi si studiano
numerose ferite alla testa e al torace.
antichissimo.
Si espongono i sintomi, la malattia, la
cura o l’incurabilità. In un papiro del
1500 a.C, circa vengono esaminati
Un antico papiro egiziano elenca
l’effetto
alcuni casi clinici e si attesta per la curativo di sostanze
prima volta l’impiego dei punti per
rimarginare una ferita.
estratte dai vegetali e tuttora è
l’unico sistema utilizzato dalle tribù
che vivono allo stato primitivo.
.

.Nel Medioevo si conoscono altre specie di


piante originarie dell’Oriente e le erbe
medicamentose vengono dette officinali.
L’uso delle piante officinali decade con lo
sviluppo dell’industria chimico-
farmaceutica: le sostanze naturali vengono
sostituite da prodotti chimici ottenuti in
laboratorio.

Tuttavia l’uso di infusi, decotti,


tisane, tinture non scompare, ma si
affianca alla preparazione di
farmaci prodotti chimicamente.
Oggi c'è una ripresa dell'
erboristeria e una riscoperta delle
proprietà curative delle piante
Papiro egizio di contenuto medico, 1500 a.C., circa