Sei sulla pagina 1di 15

E D I CI

P R IMI M
T A DEI
S COPER
ALLA
Lo sapevi che Lulu è veramente esistito ed è il primo
medico di cui si conosca il nome? Beh, te lo diciamo
noi. Egli visse nella città di Ur in Mesopotamia.
Grazie alle fonti scritte, noi sappiamo che già
dall’antichità venivano distinte alcune specializzazio-
ni veterinarie, come “dottore dei buoi” e “dottore de-
gli asini” e presso gli Egizi v’erano un medico per gli
occhi, del naso e altri ancora.
Il testo medico più antico risale al Si conoscevano già le ma-
2200 a.C. e contiene quindici prescri- lattie infettive poiché si
zioni per pomate, decotti e lozioni a prescriveva l’isolamento.
base di catrame, oli vegetali, radici e
piante

...nessuno deve bere nel bicchiere


Il testo assiro, da cui abbiamo in cui essa beve... nessuno deve
preso spunto per creare il nostro giacere nel letto in cui giace...
fumetto, dice: Nanname giace
non devono venire in contatto con
malata per una piaga;
lei perché la piaga è contagiosa”.
Anche la chirurgia era evoluta.
Gli archeologi, sempre in Mesopotamia,
hanno ritrovato strumenti chirurgici
molto precisi e alcuni crani con segni di
trapanazione avvenuta e conseguente ri- In papiri medici egizi si studiano
generazione delle ossa, segno che i pa- numerose ferite alla testa e al tora-
zienti sopravvissero a lungo alle opera- ce. Si espongono i sintomi, la ma-
zioni. Abbiamo anche scoperto che le lattia, la cura o l’incurabilità. In un
leggi ritenevano personalmente respon- papiro del 1500 a.C. circa, vengono
sabili i medici se le loro prestazioni fal- esaminati alcuni casi clinici e si at-
livano. Ad esempio, il Codice di Ham- testa per la prima volta l’impiego
murabi afferma "Se un medico ha opera- dei punti per rimarginare una ferita.
to un uomo libero con un bisturi di bron-
zo e gli ha salvato la vita, sarà ricom-
pensato con dieci pesi d’argento. Se in-
vece gli produce la morte, gli saranno
tagliate le mani
Oggi noi andiamo normalmente in
farmacia a comprare i medicinali, ma
tanto tempo fa Lulu e gli “altri medi-
ci” curavano le malattie con le erbe.
Se vuoi saperne di più passa alla pagi-
na seguente...
L’uso delle piante medicinali è Una pomata: polverizzare delle pere e del-
antichissimo. Il testo medico più la manna, mescolare con fondo di birra e
antico ritrovato in Mesopotamia con- applicare sulla parte malata". Un decotto:
tiene indicazioni medicinali con le "sciogliere la resina di una pianta con birra
erbe. Eccone qualche esempio. calda, versare il liquido in olio e far bere
al malato".

Una lozione: "triturare radici di Un antico papiro egiziano elenca


piante e pelle di serpente, versare l’ effetto curativo di sostanze
in acqua bollente e lavare la parte
estratte dai vegetali e tuttora è
malata" Sorprendente, vero?”.
l’unico sistema utilizzato dalle tri-
bù che vivono allo stato primitivo.
Nel Medioevo si conoscono altre L’uso delle piante officinali decade
specie di piante originarie con lo sviluppo dell’industria chi-
dell’Oriente e le erbe medica- mico-farmaceutica: le sostanze na-
mentose vengono dette officina- turali vengono sostituite da prodotti
li. chimici

Tuttavia l’uso di infusi, decotti, tisane, tin-


ture non scompare, ma si affianca alla pre-
parazione di farmaci prodotti chimicamente
Oggi c'è una ripresa dell' erboristeria e una
riscoperta delle proprietà curative delle
piante.
Dalle nostre ricerche

“ curare le malattie ed i malati è una neces-


sità spontanea del vivere collettivo e la figu-
ra del medico nasce con il bisogno del malato
di non restare solo di fronte al suo male.
"Medicus" è colui che media tra malato e
malattia...

La salute è il primo dovere della vita."


O. Wilde
LABORATORIO DI LETTURA ANIMATA
“SULLE ALI DEL SAPERE”
“Il verbo leggere, come il verbo amare o sognare, non
sopporta l’imperativo” (Pennac)

L’avventura continua...