Sei sulla pagina 1di 1
LA STAMPA UALLEANZA DOVE OGNUNO VA PER SE Bors BIANCHERL @ sbbiano | sautata ‘tutti come Vaspira- lone di un mondo arabo nuovo verso traguardi di bert fe dignita della persona umana. B continuiamo a sperare cbe i germogll all in Tunisia, in Egittoe altrove possano, col no- stroajuto,sviuppars. Ma quel- Joche yediamo aceadere ora in Libia, questo vorticeinquictan- tenel quale la megalomania di (Gheddafi ha trascinato i cos Aetti «volenterosi» eno} con o- +0, non mi sembraesserela via che porta a traguardi idoali neppure nella mente del Pasi chela stannopercorrendo. artiamo dalla rivolta di Bengasi cho, Pabbiamo gia detto, si@ pro- sentata subito come diversa da quanto era accaduto in altri Pae- si nordafticani. L'nsurrezione in Girenaica contiene infatti in sé anche | germi di fratture che appartengono da Sempre alla societa libiea ed @ spinta da ‘crescente insofferenza dell'Est verso il un- {20 dominio gheddafiano con le sue profon- de radiei nol Ovest e nel Sud. Essa divide Ja Libia pit per linee tribali e geografiehe che per linee politiche e ideali. Del Consi- lio rivoluzionario di Bengasi, dei suoi pro- ‘agonist (alcuni dei quali sono stati a hun- 0 vicini al raiss) ¢ del suoi programm sap- ‘piamo poco: sappiamo solo che Gheddafi & talmente autocratico ¢ ascoluto che @ im= probabil che lo siano pid di lui. ‘Veniamo ora alla reazione degli ocel- dental. Il termine «occidentalis & appro- priato dato che Ia sigla Nato non sipuo usa re per il veto doi turehi e di altri, mentre termini pit. ampi non se ne possono inven- tare dato che Lega Arabae Unione Africa na, dapprima cautamente favorevoli, siso- no dissociate quando della nostra reazione hhanno visto le conseguenze. I] motore prin- cipale dell'intervento in Libiaé stato, come ssappiamo, la Francia, Si é messa subito al lavoro per una risoluzione dellOnu, ha quasi rieonoseluto il regime di Bengasi, ha fatto capire di essere pronta ad agire an- che da sols o con Ja sola Gran Bretagna e hha tenuto ad effettuare Ia prima vera ope- razione bellca. II motivo di questo protaxo- nismo sta nella necessita di Sarkozy di ria Dilitare Ia propria immagine presso la de- stra tradizionale che Marine Le Pen ri- schia di portargli via alle prossime elezio- ni, Si tratta di restituire alla Franeia una osizione di leadership nel Mediterraneo dope il suo maldestro tentativo di creare tuna Unione del Mediterraneo di ispirazio- ne francese tra Europa e sponda Sud, ten- tativo che, pur ridimensionato nel nome e negli obiettivi, 2 rimasto in pratica letters: ‘morta. In Libia Ja Franeia non ha grandl in- teressi e quindi rischia poco; ha invece in- teressistoriciin Tunisia, Algeria, Marocco ein Africa nera ed 2 qui che influenza di Parigi deve riprendere vitalita. L'operazio- ne Libia serve anche a questo. In simile situazione gli Stati Uniti non potevano restare indietro. Non poteva far- lo Obama, che fin dalla campagna elettora- Jesiera proclamato rinterlocu- tore di un mondo arabo moder- ‘noe dialogante; o comunque Ia prima potenza’al mondo, che ha in Medio Oriente e Aftiea in- teressi politic ed economici in- genti, non poteva fingere di Jgnorare quel che aceade in Li- Dia soprattutto se é la Francia ad indicarglielo cot dito. Le con- traddizionteleincertezze della diplomazia americana in que- sti giorni testimoniano che si é trattato diuna decisione soffer- ‘a, di cul Washington intrave- devairisei. La Germania non ha dovu- to fingere di perseguire tra- ‘guard idealidiliberta e i pro- ‘gresso in questa vicenda: | te- deschi attraversano una fase ai ripiegamento su condiziont irrelativo benessere, non aspi- ano a posizioni di preminen- ‘za se non in campo economico ‘eguardano con distacco al Me diterraneo, memori anche di ‘quanto gli Squilibri di bilancio dei Paesi del Sud Europa sia- no costati ai lore risparmi. Co- erentemente, hanno scelto di astenersi daifintervenire. Quanto all Italia, il suo governo 2 parti- to con a palla al piede di un trattatoitalo- libico, legittimo e anzi positivo nella so- stanza ma macehiato da goffaggini di im- ‘magine che hanno fatto il giro del mondo. Si € associato ai «volenterosi» soprattut- to per non passare da filo gheddafiano e per stare con colore che contano. Ma 'at- fivismo del francest oi riponsamenti della Lega Araba (nonché quelli della Loga no- strana) hanno accresciuto lo scetticismo. ‘Laffermazione di Frattini ierl a Bruxel- Jes secondo eui potremmo riappropriarei delle basi se 'operazione non passasse sotto il comando Nato, il che semabra da escludere, non fa una grinza nella sostan- za: come si conduce una difficile operazio- no militare multilaterale se non e'8 un uni- co comando? Maé anche una via d’uscita. Per ragioni pratiche e contingenti: ognu- no, Waltronde, deve badare ai fatti su Quelle motivazioni ideali dt liberta e pro- ‘gresso da cui tutto é partito sembrano un Tontane ricordo. Ritaglio stampa Dein 22-03-2011 Pogina Fosto 1