Sei sulla pagina 1di 1

La Parola ai giovani

23 GENNAIO 2011 - SPECIALE GIOVANI A CURA DELLA REDAZIONE DELLA VOCE DEI BERICI
NUMERO 2
1

Il graffio
di Luca Bassanese

C’è un mondo
che si muove
C’è un mondo che si muove, che
parte dalla gente e non può essere
fermato, dopo anni di storia son-
nolenta, di lamentele davanti al te-
lecomando. È un mondo che non
ha età, non ha colore, non ha po-
teri da difendere se non la propria
dignità.
C’è un mondo che si muove, figli
nuovi e passati, per abbattere il
muro degli ex idealisti accomodati
in morbide poltrone con l’obiet-
tivo vacanze, morte psicologica e
corporale di un’umanità che ora
grida e fugge.
C’è un mondo che si muove, nei
sorrisi mano nella mano di uomini,
donne e bambini, nei cortei im-
provvisati per l’urgenza di sapere.
C’è un mondo che si muove nelle

Input Laboratorio della Fede


parole di un giornalista che sente
come obbligo inderogabile il do-
vere di verità.
C’è un mondo che si muove nelle
mani di un chirurgo che ha scelto

Una playlist per la pace


Quanti cristiani (…) sono

“ stati artigiani di pace, pro-


motori di giustizia, anima-
tori di un mondo più umano, un
il senso stesso del suo dovere. Art.
3 del codice deontologico: “Do-
vere del medico è la tutela della
vita, della salute fisica e psichica
mondo secondo Dio; si sono im-
pegnati nei vari ambiti della vita “Il lupo dimorerà insieme con che ammonisce il re di Giuda: condigliano, e che la Madonna dell'Uomo e il sollievo dalla soffe-
sociale, con competenza e pro- l’agnello, la pantera si sdraierà ac- “Praticate il diritto e la giustizia, della Monnezza si affacciasse e renza nel rispetto della libertà e
fessionalità, contribuendo effi- canto al capretto; il vitello e il le- liberate l`oppresso dalle mani stendesse il suo piedino celeste della dignità della persona umana,
cacemente al bene di tutti”. oncello pascoleranno insieme e dell’oppressore, non fate vio- sulle montagne di spazzatura che senza distinzioni di età, di sesso, di
Sono parole che papa Bene- un fanciullo li guiderà”. Sono pa- lenza e non opprimete il fore- circondano la città, visto che da etnia, di religione, di nazionalità, di
detto XVI ha rivolto ai giovani role del profeta Isaia (11,6), prese stiero, l’orfano e la vedova, e non giù non si riesce a fare molto”. condizione sociale, di ideologia, in
nel suo Messaggio per la pros- in prestito da politici, scrittori e spargete sangue Dulcis in fundo, tempo di pace e in tempo di
sima GMG. Illuminano il tempo filosofi per sostenere la pace tra i innocente in que- piace citare Fabri guerra, quali che siano le condi-
che stiamo vivendo in queste popoli. Nel mondo della musica è sto luogo” (Ger Fibra (nella foto). zioni istituzionali o sociali nelle
settimane che precedono la vivo l’interesse per la beatitudine 22,3). L’album “Contro- quali opera (...)”.
Quaresima, dove non si celebra annunciata dal profeta. La musica ampli- cultura” è una vera C’è un mondo che si muove nel
soltanto il carnevale! Abbiamo fica il sogno di una sorpresa. Basta sorriso di un prete che ha scelto il
salutato il nuovo anno invo- Vi propongo una playlist a tema civiltà più giusta e leggere il suo blog vangelo, cosa strana di questi
cando la pace; si è ripetuta an- di cinque brani che cantano il bi- tollerante, rispet- per capire che nel tempi, con tutte le critiche del
cora una volta la settimana di sogno di pace e di giustizia. tosa delle diffe- linguaggio appa- caso da parte di un padrone
preghiera per l’unità dei cri- In primis, Peace dei Depeche renze sociali, rentemente troppo ingombrante quando sce-
stiani. Mode. Il testo è carico di laica culturali e reli- osceno, c’è qual- glie il potere, figlio d’altre scrit-
Questa fase dell’anno litur- santità, storia di un uomo che giose, come è cosa in più. In un ture.
gico ci chiede di custodire pa- purifica la sua memoria, piena di scritto nella Bib- post, Fabri spiega C’è un mondo che si muove nel
role preziose come perle: pace, brutti ricordi e di risentimenti bia. C’è un’artista che canta il il nuovo disco: “Controcultura senso di giustizia, nel sacrificio di
giustizia, dialogo, unità… rabbiosi. Un principe della pace, potere di cambiare il mondo, di sono mille immagini. Non so un magistrato.
Sono vocaboli ricchi di sapore, somigliante a quel Messia antici- sognare e di essere felici, non a esattamente come alcune di que- C’è un mondo che si muove in tutti
e si corre il rischio di abusarne, pato da Isaia: “Abbandonerò caso ispirata dal profeta Isaia. È ste immagini verranno interpre- coloro che proteggono il mondo
con la fretta tipica del consumi- l’amarezza. Questa volta ripulirò Patti Smith, con People have the tate perché quando metti fuori dai profitti di un’industria che non
smo. Una sana degustazione ri- la mia mente. Niente più rim- power. un lavoro come questo tutto può si ferma nemmeno di fronte ai di-
chiede l’arte del silenzio e pianti. Mi ricorderò di dimenti- “Dove c’erano deserti ho visto succedere, soprattutto in un sastri ecologici e all’estinzione
dell’attesa. care. Lascerò la rabbia nel fontane. Come crema le acque si paese come il nostro. Un paese delle specie viventi.
Non dimentichiamoci che è in passato. Con tutte le ombre che ergevano e noi passeggiavamo lì che non è più abituato a farsi do- C’è un mondo che si muove in
atto, nella nostra epoca, un pro- porta. C’è un radar nel mio insieme, senza niente da deri- mande, a mettersi in discus- ogni uomo e in ogni donna che si
cesso di individualizzazione, cuore… Sono un atto vivente di dere o criticare. Il leopardo e sione”. indigna di fronte alla mercifica-
come testimonia il libro C’è santità. E concedo tutte le virtù l’agnello dormono insieme vera- Poi aggiunge: “Un paese dove zione dell’essere umano.
campo? Se la società in cui vi- che possiedo. Illuminerò tutto il mente vicini. Stavo sognando nei vengono ignorate e negate le di- C’è un mondo che si muove per ri-
viamo si configura sempre più mondo. La pace sarà con me”. miei sogni… Dio sa. Una vista più versità culturali di ogni tipo”. Il dare vita alla parola pace, denun-
come una “società di individui”, Nella lista non può mancare pura, mentre mi abbandono al negare l’alterità, affermando solo ciando ogni pensiero di guerra che
diventa un rischio parlare di Lord, Help the Poor & Needy, mio sonno”. la propria identità, produce in- si radica nella nostra vita e nel no-
pace, di giustizia, di dialogo, di un brano di Jessie Mae Hemphill. Qualche tempo fa intervistai la tolleranza culturale, sociale e re- stro territorio.
unità. Ricorda le promesse di giustizia cantautrice napoletana Teresa ligiosa. Lo sfogo di Fabri è C’è un mondo che si muove per
Stupore e gratitudine allora di fatte dal Signore nel libro del- De Sio. Le chiesi il senso della autentico. Senza giustizia nei proteggere l’acqua fonte di vita!
fronte a quei giovani che sor- l’Esodo: “Ho osservato la miseria canzone Amén, un brano in cui rapporti, non ci sarà mai pace. C’è un mondo che si muove nelle
prendentemente hanno fatto del mio popolo in Egitto e ho la De Sio s’inventa un nuovo pa- Un pezzo facile come Tranne te parole dei poeti, degli scrittori, dei
proprio questo vocabolario, si udito il suo grido a causa dei suoi radiso, diverso da quello cano- - sottofondo delle mie faccende cantanti, degli artisti “perché se la
sono sporcati le mani per aiu- sorveglianti; conosco infatti le nico, per risolvere i problemi di quotidiane - improvvisamente gente sa e la gente lo sa che sai
tare qualcuno, sono diventati gli sue sofferenze. Sono sceso per li- Napoli. Rispose così: “Nella can- suona diverso... suonare, suonare ti tocca per tutta
amici dell’arsenale della Pace, i berarlo” (Es 3,7). C’è la compas- zone Amén sento l’esigenza d’in- Buona musica e che la pace sia la vita e ti piace lasciarti ascoltare”
volontari che hanno liberato Vi- sione per i poveri, esseri fragili e vocare delle divinità che si con te, sempre. (F. De Andrè).
cenza dal fango, i coltivatori dei indifesi: “Signore, aiuta i pecca- sporchino un po’ le mani, che en- C’è un mondo che si muove e ora
terreni confiscati alle mafie. tori… Signore, aiuta la razza trino nel vivo delle nostre povere padre Massimo Granieri è arrivato il momento di gridare al
Tutte storie da raccontare, umana… Signore aiuta gli orfani, vicende terrene. Mi è piaciuto in- cielo: C’è un mondo che si muove!
perché sono storie contagiose. perché tutti moriamo e vediamo ventare il Padreterno del Vomero Per rimanere in contatto con Cammina con lui, già in tanti sono
il sole splendere”. Sembra di sen- perché scendesse dal suo cielo a padre Massimo, collegati al suo in marcia e il loro viaggio è verso il
don Andrea Guglielmi tire l’eco della voce di Geremia, guardare quelli che vivono a Se- sito www.maxgranieri.it. Sole.

Ufficio Diocesano per i Giovani Piazza Duomo n. 2 - 36100 Vicenza - telefono 0444-226556 - e-mail: giovani@vicenza.chiesacattolica.it
sito internet: www.vigiova.it - Aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 17.30; il sabato dalle 9 alle 12.30